Locazione commerciale di porzione di fabbricato

Commenti

Transcript

Locazione commerciale di porzione di fabbricato
Locazione commerciale di porzione di fabbricato industriale, posto in via Piemonte
n. 12, di proprietà della ditta Giglio s.r.l., adibito a deposito materiali di archivio e
museo, contratto prot. gen.le n. 34985 del 29/09/1997, reg.to telematicamente a Carpi
il 01/12/2006 al n. 1497 serie 3T. Presa d’atto del rinnovo contrattuale di ulteriori 6
anni, periodo 20/09/2015 – 19/09/2021, con riduzione del canone di locazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE A3
LAVORI PUBBLICI, INFRASTRUTTURE, PATRIMONIO
Richiamati i seguenti atti:
- il contratto, approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 608/1997, per la
locazione commerciale di una porzione di fabbricato industriale, posto in via Piemonte
n. 12, identificato al catasto fabbricati del comune di Carpi foglio 162, mappale 55, sub
1 e sub 2, di proprietà della ditta Giglio s.r.l., adibito a deposito materiali di archivio e
museo, con decorrenza 20-9-1997 e scadenza 31-12-1999 rinnovabile tacitamente di
anno in anno, prot. gen.le n. 34985 del 29/09/1997, reg.to a Carpi il 01/10/1997 al n.
2224 serie 3 e successivamente registrato telematicamente a Carpi il 01/12/2006 al n.
1497 serie 3T;
- le successive determine di rinnovo, di cui l’ultima n. 828 del 04/08/2011;
- Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 29.01.2015 “Approvazione del bilancio di
previsione per l'esercizio 2015, bilancio pluriennale 2015/2017, piano poliennale degli
investimenti e relazione previsionale e programmatica per gli esercizi 2015/2017” e
successive variazioni;
- Delibera di Giunta Comunale n. 8 del 03.02.2015 “Approvazione del Piano Esecutivo di
Gestione per l'esercizio 2015: affidamento dotazione.” e successive variazioni;
Considerato che trattandosi di una locazione commerciale di immobile urbano ad uso
diverso da quello abitativo non alberghiero, ai sensi dell’art. 28 della Legge 392/1978, il
contratto si rinnova ope legis tacitamente di 6 anni in 6 anni, ferme restando le facoltà
previste contrattualmente:
- di disdetta con preavviso di 6 mesi dalla scadenza contrattuale per entrambe le parti;
- di recesso da parte del conduttore, Comune di Carpi, in qualsiasi momento con
preavviso di 6 mesi;
Dato atto che, pertanto, il contratto ha scadenza il 19/09/2015;
Visto il comma 388 dell’art. 1 della L. 27-12-2013 n. 147, legge di stabilità 2014, sulla
necessità di nulla osta preventivo al rinnovo dei contratti di locazione da parte dell’Agenzia
del Demanio che viene rilasciato nel rispetto dell'applicazione di prezzi medi di mercato e
soltanto a condizione che non sussistano immobili demaniali disponibili;
Dato atto che ai sensi dei commi 1, 4 e 7 dell’art. 3 del D.L. n. 95 del 6 luglio 2012, come
modificato dall’art. 24 del D.L. n. 66 del 24 aprile 2014, convertito, con modificazioni, dalla
L. 23 giugno 2014, n. 89:
- i canoni di locazione per i quali risulti locataria una pubblica amministrazione, oltre a
non esser soggetti ad aggiornamento ISTAT anche per l’annualità 2014, a decorrere
dal 1° luglio 2014 dovranno altresì subire una riduzione del 15 per cento rispetto a
quanto attualmente corrisposto;
- la riduzione del canone di locazione si inserisce automaticamente nei contratti in corso
ai sensi dell'articolo 1339 c.c., anche in deroga alle eventuali clausole difformi apposte
dalle parti, salvo il diritto di recesso del locatore;
Dato atto:
- che in data 02/10/2014 prot. n. 47495/2014 è stata trasmessa all’Agenzia del Demanio
richiesta di nulla osta al rinnovo del contratto di locazione in oggetto, indicando il
canone annuo come ridotto a decorrere del 1° luglio 2014 ai sensi del richiamato D.L.
95/2012, pari a € 21.430,01;
- che a seguito della risposta da parte dell’Agenzia del Demanio, agli atti con prot. n.
4656/2015 del 03/02/2015 che constatava l’inesistenza di immobili pubblici idonei alle
esigenze del Comune ma che al contempo negava il nulla osta per il canone annuo
indicato, al fine di ottenere il nulla osta necessario per il rinnovo del contratto di
locazione, in data 10/03/2015 prot. n. 10731/2015, è stato proposto alla proprietà di
applicare un’ulteriore riduzione al canone di locazione annuale, fissandolo in €
13.800,00 a decorrere dal 20/09/2015;
- che il Locatore ha risposto, con lettera agli atti del prot. n. 14546/2015 del 02/04/2015,
proponendo un canone annuo di € 14.100,00;
- che in data 07/04/2015 prot. n. 15220/2015 è stata trasmessa all’Agenzia del Demanio
la richiesta di nulla osta al canone proposto dal Locatore;
- che a seguito dell’ulteriore diniego da parte dell’Agenzia del Demanio, agli atti con prot.
n. 33263/2015 del 16/07/2015, è stato riproposto e accettato dal Locatore, con lettera
agli atti del prot. n. 34046/2015 del 21/07/2015, un canone annuo pari a € 13.800,00 a
decorrere dal 20/09/2015;
- che, successivamente alla richiesta del Comune prot. n. 34116/2015 del 22/07/2015,
l’Agenzia del Demanio ha rilasciato il NULLA OSTA al rinnovo del contratto di
locazione al canone annuo di € 13.800,00, agli atti con prot. n. 46516 del 30/09/2015
(in Allegato);
Dato atto che, pertanto, è possibile rinnovare il contratto di locazione per ulteriori 6 anni,
periodo 20/09/2015 - 19/09/2021;
Considerato:
- il canone di locazione inerente la prossima annualità con decorrenza 20/09/2015,
ammonta a €13.800,00, oltre a IVA di legge per complessivi € 16.836,00;
- per le successive annualità troverà nuovamente applicazione l’indicizzazione prevista
contrattualmente, derivante dall'applicazione al canone dovuto per l'annualità
precedente dell'aggiornamento ISTAT come previsto dall'art. 32 della L. 392/1978,
salvo diverse disposizioni di legge;
- che l’imposta di registro annualità 2015, corrispondente al 1% del canone, ammonta a
€ 138,00 e che la quota a carico del Comune, pari al 50%, ammonta a € 69,00;
Richiamato l’art. 2, punto C2, lett. B) del “Regolamento per i lavori, le forniture ed i servizi
in economia”, che prevede che possono essere eseguite in economia le prestazioni di
locazione di immobili;
Vista la seguente normativa, nel testo di legge attualmente vigente:
- D. Lgs. 267/2000, Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, art. 107 e
art. 183;
- L. 392/1978, Disciplina delle locazioni di immobili urbani;
- D.Lgs. 33/2013, Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità,
trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, in
particolare l’art. 23 sulle modalità di pubblicazione di taluni atti;
- Statuto del Comune di Carpi, approvato con delibera di C.C. n. 148/1991 e successive
modificazioni, di cui l'ultima approvata con delibera di C.C. n. 121/1999 ed in vigore dal
15/12/1999;
- Regolamento dei contratti, approvato con delibera di C.C. n. 4/1993, integrato con
delibera di C.C. n. 37/1993, in vigore dal 01/4/1993;
- Regolamento di contabilità, approvato con delibera di C.C. n. 114/2005, esecutivo il
23/05/2005;
Tutto ciò premesso e considerato,
DETERMINA
1) Di dare atto che il contratto di locazione commerciale di una porzione di fabbricato
industriale, posto in via Piemonte n. 12, identificato al catasto fabbricati del Comune di
Carpi foglio 162, mappale 55, sub 1 e sub 2, di proprietà della ditta Giglio s.r.l., adibito
a deposito materiali di archivio e museo, prot. gen.le n. 34985 del 29/09/1997, reg.to a
Carpi il 01/10/1997 al n. 2224 serie 3 e successivamente reg.to telematicamente a
Carpi il 01/12/2006 al n. 1497 serie 3T, si rinnova per ulteriori 6 anni, dal 20/09/2015 al
19/09/2021;
2) Di dare atto, altresì:
- il canone di locazione inerente la prossima annualità con decorrenza 20/09/2015,
ammonta a €13.800,00, oltre a IVA di legge, per complessivi € 16.836,00;
- per le successive annualità troverà nuovamente applicazione l’indicizzazione
prevista contrattualmente, derivante dall'applicazione al canone dovuto per
l'annualità precedente dell'aggiornamento ISTAT come previsto dall'art. 32 della L.
392/1978, salvo diverse disposizioni di legge;
- che l’imposta di registro annualità 2015, corrispondente al 1% del canone,
ammonta a € 138,00 e che la quota a carico del Comune, pari al 50%, ammonta a €
69,00;
- che, come previsto contrattualmente, il canone di locazione sarà pagato in 2 rate
semestrali anticipate al 1° gennaio e al 1° luglio di ogni anno;
3) Di dare atto che per l’anno 2015:
- la spesa di € 4.712,25 per canone periodo 20/09-31/12/2015, trova copertura alla
voce di bilancio 400.00.02 “UTILIZZO DI BENI DI TERZI Fitti passivi SERVIZI
GENERALI” nel bilancio pluriennale 2015-2017, impegno 83/2015;
- la spesa di € 69,00 per l’imposta di registro a carico del Comune di Carpi, trova
copertura finanziaria alla voce di bilancio 430.00.03 "IMPOSTE E TASSE Altre
imposte e tasse (Fitti passivi)" del CdC “GESTIONE LOCALI IN AFFITTO E
COMODATO”, impegno n. 89/2015;
4) Di impegnare, ai fini del rispetto degli obblighi contrattuali, l'importo di € 16.836,00 per
il canone, alla voce di bilancio 400.00.02 “UTILIZZO DI BENI DI TERZI Fitti passivi
SERVIZI GENERALI” del bilancio pluriennale 2015-2017, annualità 2016 e 2017, salvo
aggiornamento ISTAT;
5) Di dare atto che ai fini del rispetto degli obblighi contrattuali l'importo annuale di €
69,00 per l’imposta di registro, salvo aggiornamento ISTAT, verrà imputato alla voce di
bilancio 430.00.03 "IMPOSTE E TASSE Altre imposte e tasse (Fitti passivi)" del CdC
03.06.000002 "GESTIONE LOCALI IN AFFITTO E COMODATO", del bilancio
pluriennale 2015-2017, annualità 2016 e 2017;
6) Di stabilire che per gli anni successivi la spesa terrà conto degli eventuali
adeguamenti ISTAT e verrà prevista nei rispettivi esercizi di competenza;
7) Di inviare copia del presente provvedimento, per opportuna conoscenza e per i
provvedimenti di pertinenza, al Locatore ed agli Uffici comunali interessati;
8) Di stabilire che la Responsabile del Procedimento è la Dott.sa Ing. Marzia Cattini,
titolare di posizione organizzativa del Servizio Amministrazione e Gestione del
Patrimonio;
9) Di dare atto che si assolve agli obblighi previsti dall'articolo 23 del D.lgs 33/2013
mediante la pubblicazione sul sito internet dell'ente, sezione Amministrazione
Trasparente, sottosezione Provvedimenti, dei dati richiesti in formato tabellare aperto.

Documenti analoghi