jugend und wirtschaft jeunesse et economie gioventù ed economia

Commenti

Transcript

jugend und wirtschaft jeunesse et economie gioventù ed economia
JUGEND UND WIRTSCHAFT
JEUNESSE ET ECONOMIE
GIOVENTÙ ED ECONOMIA
lksjkljcRapporto annuale 2015 | Associazione Gioventù ed Economia
Rapporto annuale 2015 | Associazione Gioventù ed Economia | Aprile 2016
2
Indice
Prefazione5
Importanti pietre miliari
6
L’offerta «Educazione incontra economia»
7
Fatti e cifre sui progetti educativi
8
Progetti strategici
9
Segretariato centrale
11
Membri e comitato
12
3
4
Prefazione
Cari soci e sostenitori
Cara lettrice, caro lettore
Il 2015 è stato un anno ricco di eventi, un anno di cambiamenti e sviluppi sia in materia
di persone che di strutture. Sulla base di insegnamenti tratti dagli eventi pilota, l‘offerta
è stata perfezionata, i processi sono stati migliorati, i metodi professionalizzati e sono
state introdotte alcune novità. Questi positivi cambiamenti e questi sviluppi hanno rafforzato ulteriormente il team, favorendo una motivazione supplementare e una buona
cooperazione interna. Con questa nuova dinamica ci siamo focalizzati nella formazione
continua degli insegnanti su una base di consolidata stabilità e competenza. Così, in
collaborazione con i nostri partner di progetto, abbiamo organizzato nuovamente formazioni continue, vicine al mondo professionale, orientate all’esperienza e di grande
interesse, coinvolgendo anche gli attori del mondo economico.
A nome del comitato e del segretariato centrale ringraziamo i nostri membri, partner di
progetto e sostenitori finanziari. Con il vostro impegno fornite un prezioso contributo,
che permette a bambini e giovani di conoscere approcci didattici orientati alla pratica e
di sviluppare competenze e interesse per le numerose tematiche economiche. Questo
supporto è essenziale per una transizione di successo dalla scuola al lavoro. Per questo
motivo – grazie mille!
Markus Hongler, Presidente
Urs Marti, Segretario generale
5
Importanti pietre miliari
Per l’Associazione «Gioventù ed Economia» il 2015 è stato per diversi aspetti
un anno di grandi successi, caratterizzato dalla finale nazionale de «La gioventù
dibatte» e dallo svolgimento dei relativi
concorsi qualificativi regionali. In parallelo, si sono svolti anche i preparativi per il
lancio del «Campus per la democrazia»,
un progetto strategico dell’Associazione
«Gioventù ed Economia». La ricompensa
per tutto l’intenso lavoro svolto è stata sicuramente l’eco positiva nei media svizzeri
del concorso nazionale. La premiazione dei
vincitori si è svolta alla presenza della Consigliera federale e Presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga, che ha
salutato personalmente tutti i giovani.
Nuovo presidente, nuova direttiva
Nel giugno 2015 è avvenuto con successo il pianificato passaggio di testimone tra
il presidente uscente, Dr. Beat Moser, direttore scienceindustries, e il nuovo eletto, Markus Hongler CEO della compagnia
di assicurazioni La Mobiliare. Con Markus
Hongler abbiamo nuovamente alla presidenza dell’Associazione una personalità del
mondo economico, di riconosciute competenze, che dispone di una fitta rete di
contatti. Poco dopo essersi insediato alla
presidenza, Hongler ha spianato la strada
per un futuro di successi. Sulla scia di questo cambiamento e sulla base dei compiti
già esistenti, una nuova direttiva interna
è stata sviluppata e applicata. Così è nata
un‘intesa comune che definisce le nostre
responsabilità in modo più preciso, ci aiuta a perseguire i nostri obiettivi costantemente e in modo sostenibile.
6
La cooperazione tra educazione ed
economia si chiama «Educazione incontra economia»
A causa delle esigenze derivanti dalla nuova direttiva interna, l’anno scorso abbiamo differenziato maggiormente la nostra
offerta alla quale abbiamo conferito un
nome più appropriato. Dai singoli progetti
di cooperazione che, da una parte abbiamo
portato nelle scuole e d‘altra parte testato in forma di eventi pilota in numerose
aziende, è nata l‘offerta attuale «Educazione incontra economia». Essa include i
quattro progetti di formazione come prima
- «La gioventù dibatte», «explore-it», «Insegnamento per progetti» e «Scelta professionale e alla carriera» - a complemento
sono state introdotte misure mirate, che
danno un ulteriore slancio alla cooperazione e all’interazione tra scuole e imprese.
Questo include, per esempio, gli scambi
con gli studenti e la formazione professionale, la cosiddetta «Round Table». Durante
queste tavole rotonde si lascia spazio alle
domande che sono affrontate in dibattiti
e scambi proficui che portano a soluzioni condivise. Il feedback dei partecipanti,
sia insegnanti che formatori professionali,
sono stati particolarmente positivi. Ora rimane unicamente da proporre questo modello di lavoro a più docenti possibile nei
prossimi mesi. Per questo intendiamo mobilitare da oggi tutte le risorse necessarie!
L’offerta «Educazione incontra economia»
Nel quadro dell‘offerta «Educazione incontra economia» l‘anno scorso abbiamo
potuto formare complessivamente 797
insegnanti. In questa maniera per effetto
cascata ben 15‘940 allievi e giovani hanno
potuto beneficiare dei nostri servizi e prepararsi al loro ingresso nel mondo professionale grazie all‘acquisizione di competenze pratiche. L‘entusiasmo tra gli insegnanti
è stato grande e anche i feedback ricevuti
hanno dato un’immagine molto positiva.
Qui, di seguito, a titolo esemplificativo, tre
eventi per altrettante formazioni continue
che hanno avuto luogo nel 2015:
•• Gli apprendisti della General Electric
Consumer & Industrial SA di Riazzino
hanno avuto la possibilità di partecipare
ad una formazione continua direttamente nella loro sede. Anche i docenti
di italiano in formazione alla SUPSI DFA
di Locarno hanno seguito un corso alla
Regazzi SA di Gordola. Per il Ticino si è
trattato delle prime due formazioni nel
mondo economico.
•• L
’Associazione insegnanti e direttori del
Canton Berna (VSLBE), gli studenti dell’alta
scuola pedagogica di Berna (PHBern)
come pure diversi moltiplicatori delle
direzioni dell’istruzione pubblica hanno
partecipato ad una formazione presso la
tipografia Stämpfli AG a Berna.
•• Il collegio e la direzione delle scuole
della regione Unteres Fricktal sono stati
ospiti de La Mobiliare, Feldschlösschen
Getränke AG, presso il Roche Learning
Center come pure Makerspace Fablab.
Lo scopo è stato quello di conoscere e
incontrare alcune delle maggiori aziende della regione.
L’obiettivo è di lanciare l’offerta «Educazione incontra economia» in questo formato già nel 2016 anche nelle altre regioni linguistiche: nel Cantone Ticino con i
progetti educativi «La gioventù dibatte» e
«explore-it» e in Romandia anche il progetto «Orientamento professionale e scelta alla carriera».
«La gioventù dibatte abitua a utilizzare uno strumento essenziale per la
democrazia: il confronto dialettico,
che vuol dire studio, organizzazione,
conoscenza del linguaggio, ma anche capacità d’analisi e sintesi. Non
ultimo, disponibilità al confronto con
l’altro che si traduce nell’ascolto e nel
rispetto delle tesi avverse».
- Aldo Bertagni, giornalista
«La Regione» -
«Ritengo questo progetto fondamentale per lo sviluppo di uno spirito
critico, per la capacità di smontare gli
stereotipi, costruendo schemi interpretativi seri e coerenti.» (Gabriele)
«È uno strumento nuovo e originale,
utile per sviluppare delle competenze
trasversali» (Sonia)
- Docenti che hanno seguito
i corsi di formazione -
«Le scuole come l‘economia perseguono fondamentalmente un obiettivo comune: entrambe vogliono
sensibilizzare allievi e studenti al
mondo professionale e alle sue sfide
e aiutarli a trovare un posto di lavoro
e di perfezionamento che corrisponda
alle loro capacità e ai loro desideri.»
- Urs Marti, Segretario generale
Associazione Gioventù ed Economia -
7
Fatti e cifre sui progetti educativi
Insegnanti formati
2015
2016 (obiettivo)
«explore-it» presso aziende
201
300
«Insegnamento per progetti» presso aziende
32
150
«Orientamento professionale» presso aziende
22
100
«La gioventù dibatte» presso aziende
28
150
Formati presso aziende, totale
283
700
«Management per progetti» presso scuole
144
100
«La gioventù dibatte» presso scuole
370*
200
Formati presso scuole, totale
514
300
Insegnanti formati, in totale
797
1000
*66 Svizzera tedesca| 215 Romandia | 89 Ticino
8
Progetti strategici
Concorso nazionale «La gioventù
dibatte»
84 dei 7‘000 giovani formati su tutto il
territorio nazionale si sono qualificati per
la finale nazionale de «La gioventù dibatte». I migliori quattro per ogni categoria si
sono confrontati il 21 marzo 2015 presso
il Kursaal di Berna in brillanti dibattiti nelle
tre lingue nazionali. Nella finale germanofona si sono imposti nella categoria I (anni
di nascita 1999-2002) Justin Paljuh (Kantonsschule Reussbühl) e nella categoria II
(anni di nascita 1995-1998) Till Haechler
(Kantonsschule Alpenquai). Per la Romandia hanno vinto Matthieu Jacques (Etablissement secondaire de Nyon) nella categoria I e Thomas Laffet (Collège Claparède
à Genève) per la categoria II. Per il Ticino
sono stati premiati dalla giuria Nicolas Orlandi (Scuola media Gordola) nella categoria I e Yann Fauconnet (Liceo Lugano 1)
nella categoria II.
La finale è stata preceduta da oltre trenta concorsi qualificativi per tutte le regioni
linguistiche. Alla vigilia delle finali i giovani
hanno avuto l’opportunità d’incontrare nella sala del Consiglio Nazionale alcuni parlamentari ai quali hanno posto delle interessanti domande su diversi temi di attualità
politica. Dopo vivaci scambi d’opinione,
i Servizi del Parlamento hanno condiviso
con tutti i partecipanti una cena-aperitivo
nella caratteristica Galerie des Alpes a Palazzo federale. Durante questo momento
conviviale i partecipanti hanno avuto ancora una volta l‘opportunità di vivere «la
politica dei grandi». Per i giovani, gli insegnanti e tutti i presenti sicuramente un
evento memorabile!
Il giorno della grande finale nazionale,
la Presidente della Confederazione 2015
Simonetta Sommaruga ha portato un
messaggio nel quale ha sottolineato l‘importanza della formazione civica e della partecipazione politica, soprattutto dei
giovani.
«Nel sistema svizzero di democrazia
diretta, in cui i cittadini hanno grandi
responsabilità, si richiede che la popolazione sappia formarsi un’opinione anche su temi complessi, sappia
esporre e argomentare il proprio
parere e partecipi attivamente al processo democratico».
- Simonetta Sommaruga, Presidente
della Confederazione 2015 -
9
«Campus per la democrazia» – per
l’educazione alla cittadinanza e la
partecipazione civica
L’Associazione «Gioventù ed Economia»
sostiene la «Fondazione Dialogo» sulla
base di un mandato per il lancio e per lo
sviluppo del «Campus per la democrazia».
Il supporto include tutto il lavoro concettuale e l‘organizzazione di un evento con riscontro mediatico per il lancio del Campus.
Il 22 marzo 2015, il «Campus per la democrazia», la piattaforma nazionale per
rafforzare l‘educazione alla cittadinanza e
la partecipazione civica in Svizzera, è stato
lanciato alla presenza della Presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga.
In occasione del lancio, è stata redatta
una «Carta per la democrazia», che riassume i principi, le idee e le attività future
del «Campus per la democrazia». Questa
Carta è stata firmata dalla Presidente della
Confederazione, da 103 Consiglieri Nazionali e da 35 Consiglieri agli Stati. Altre 119
persone attive in politica, nell’economia e
nella formazione, nonché autorità statali e
commissioni con la loro firma hanno assicurato il sostegno al «Campus per la democrazia».
10
Nel quadro del lancio del Campus è stato
formato un comitato consultivo composto
da esperti del mondo dell’educazione, del
lavoro giovanile, della migrazione e delle
scienze. Il loro compito consiste in un’elaborazione dettagliata per implementare
in maniera ottimale e sostenibile i principi della Carta. In questo comitato è stata
sviluppata una direttiva in cui sono documentate le attività precise dei prossimi tre
anni. Vale la pena rilevare, in questo contesto, lo sviluppo di stima e di considerazione del «Campus per la democrazia» agli
occhi dei membri del comitato di vigilanza:
la fiducia è stata notevolmente rafforzata.
In futuro questa considerazione dovrà essere estesa anche ai Cantoni.
Il coinvolgimento in questo progetto ha
portato all’Associazione «Gioventù ed Economia» molta fiducia e considerazione da
parte del mondo dell’educazione, della formazione giovanile, della migrazione e delle
scienze. Una volta che lo sviluppo iniziale
sarà completato e il «Campus per la democrazia» poggerà su una solida base di
finanziamento, l’Associazione «Gioventù
ed Economia» passerà il testimone alla
«Fondazione Dialogo». Questa consegna si
prospetta avvenire nel luglio 2016.
Segretariato generale
Durante gli anni scorsi i collaboratori del segretariato centrale hanno investito molto
nello sviluppo e nella professionalizzazione
delle strutture interne. Il segretariato
centrale si è ristrutturato e riorganizzato,
così le singole funzioni sono state attribuite, le responsabilità maggiormente definite e i vari compiti nuovamente ripartiti.
Particolarmente degno di nota è la gestione degli eventi, che a causa del crescente
interesse svolge un ruolo sempre maggiore all’interno dell’Associazione. Questo aspetto è stato professionalizzato sia nel
processo così come nella sua implementazione. Grazie a questa standardizzazione,
siamo ora in grado di organizzare anche in
tempi brevi un evento completo.
Inoltre, sono state rafforzate le attività
di comunicazione interna ed esterna; da
menzionare soprattutto i lavori di comunicazione come pure la nuova impaginazione del sito internet di «Gioventù ed Economia».
Questo il team 2015 che quotidianamente, con grande impegno e motivazione, ha lavorato per i progetti di «Gioventù ed Economia»:
•• Urs Marti
Segretario generale
•• Andreas Michail
Segretario generale sostituto
•• David Maurer
Responsabile di progetto
•• Andrea Schlatter
Responsabile per la comunicazione
•• Christian Hachen
Responsabile di progetto
•• Lucie Schaeren
Responsabile di progetto
•• Yannis Papadaniel
Responsabile di progetto
•• Emmanuelle Es-Borrat
Responsabile di progetto
•• Anne-Sophie Subilia
Responsabile di progetto
•• Andrea Bernasconi
Responsabile di progetto
•• Chino Sonzogni
Responsabile di progetto
•• Verena Blattmann
Segretariato e contabilità
•• Daniela Oehen
Responsabile per la comunicazione
11
Membri e comitato
Le seguenti persone, organizzazioni ed aziende sono membri dell’Associazione «Gioventù ed Economia» per l’anno 2015. Hanno lavorato con impegno a
favore dell’educazione e dell’economia:
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
12
Aargauische Industrie- und Handelskammer (AIHK), Aarau
AKSA Management AG, Würenlos
Allenbach Willy, Concise
Ammann Schweiz AG, Langenthal
Arbeitgeberverband, Basel
Arbeitgeberverband Basler Pharma-, Chemie- und Dienstleitungsunternehmen, Basel
Arbeitgeberverband Schweizerischer Papier-Industrieller, Zürich
AGLB Arbeitsgemeinschaft der Lehrkräfte für Berufswahlvorbereitung, Mur, VD
Association patronale de l‘horlogerie et de la microtechnique, Bienne
ASTAG, Schweizerischer Nutzfahrzeugverband, Bern
Auf der Maur Gerold, Unteriberg
Autogewerbe-Verband der Schweiz AGVS, Bern
Banque Cantonale Vaudoise, Lausanne
Basler Versicherungs-Gesellschaft, Basel
Berufsbildungszentrum Bau und Gewerbe BBZB, Luzern
BNJ FM SA, Rossemaison
Bruni Claude, Treycovagnes
CKW Centralschweizerische Kraftwerke AG, Luzern
Centre de formation professionnelle CFP, Bienne
CGN Compagnie générale de navigation sur le lac Léman, Lausanne
Chambre neuchâteloise du commerce et de l’industrie, Neuchâtel
Chambre vaudoise du commerce et de l’industrie, Lausanne
Chanez Marie-José, Fribourg
Chocolats Camille Bloch S. A., Courtelary
Collège de Gambach, Fribourg
Collège de Sécheron, Genève
Dachverband Lehrerinnen und Lehrer Schweiz LCH, Zürich
Conzzeta Management AG, Zürich
De Gasparo Marc, Rossemaison
Ducret Michel, Chardonne
Ecole des Métiers, Fribourg
economiesuisse, Zürich
Eidg. Hochschulinstitut für Berufsbildung EHB IFFP IUFFP
Elektrizitätswerke des Kantons Zürich, Zürich
ENSR Ecole nouvelle de la Suisse Romande SA, Lausanne
Etablissement primaire et secondaire, Genolier
Evren Mestan, Gockhausen
Fachhochschule Nordwestschweiz, Pädagogische Hochschule, Basel
Favre Laurent, Bavois
Fédération des Entreprises Romandes, Genève
Fédération romande des consommateurs, Lausanne
Fédération vaudoise des entrepreneurs, Tolochenaz
Feller AG, Horgen
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
Gaillard Antonella, Verbier
Gallay Jacques-Etienne, Bionay
Garaventa AG, Goldau
Gay-de-Combes Martine, Salvan
Ghiringhelli Gianni, Blonay
Gewerblich-industrielles Bildungszentrum Zug (GIBZ), Zug
Giesserei-Verband der Schweiz GVS, Zürich
Gymnase Auguste Piccard, Lausanne
Gymnase de Nyon, Nyon
Gymnasium Oberaargau, Langenthal
Häfliger Jörg, Luzern
Handelskammer beider Basel, Basel
Verband Holzbau Schweiz, Zürich
Huber + Suhner, Pfäffikon
IVS Industrie- und Wirtschafts-Vereinigung Region Schaffhausen, Schaffhausen
Interpharma Pharma Information, Basel
Kantonsschule Alpenquai, Luzern
Kaufmännischer Verband Schweiz, Zürich
Kernkraftwerk Gösgen-Däniken AG, Däniken
Kernkraftwerk Leibstadt AG, Leibstadt
Kibag Management + Logistik, Zürich
Konsumentenforum kf deutsche Schweiz, Bern
Liberale Aktion, Zürich
Lindt & Sprüngli AG, Kilchberg
Lycée Jean-Piaget, Neuchâtel
Lyn Tec AG, Einsiedeln
Mesot Romuald, Lentigny
Office d’orientation professionnelle du Belleguard, Fribourg
PAX Schweizerische Lebensversicherungs-Gesellschaft, Basel
Pestalozzi + Co. AG, Dietikon
Promarca Schweiz. Markenartikelverband, Bern
Rieter Maschinenfabrik AG, Winterthur
Ringier AG, Zürich
Romande Energie SA, Morges
RUAG Aerospace, Emmen
Ruckstuhl Markus, Freiburg
Schweizerische Bankiervereinigung, Basel
Direktion Die Mobiliar, Bern
Schweizerische Sekundarlehrerkonferenz, SEK I CH, Küssnacht
Schweizerischer Arbeitgeberverband, Zürich
Schweizerischer Gewerbeverband sgv, Bern
Schweizerischer Kosmetik- und Waschmittelverband SKW, Zürich
Sekundarlehrkräfte des Kantons Zürich (SEKZH), Dietikon
SER, Syndicat des enseignant(e)s romand(e)s, Martigny
Serageldine Fouad, Neuchâtel
scienceindustries, Zürich
Société Pédagogique Genevoise, Genève
Société suisse des professeurs de l‘enseignement secondaire, Courgenay
Société pédagogique vaudoise SPV, Lausanne
Stämpfli Publikationen AG, Bern
Swissmem, Zürich
13
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
••
Swissnuclear, Olten
SYNA − die Gewerkschaft, Zürich
RTS Radio Télévision Suisse, Genève
TSV Textilverband Schweiz, Zürich
Verband der Schweizer Druckindustrie, Bern
Verband der Schweizerischen Gasindustrie (VSG), Zürich
VSE Verband Schweizerischer Elektrizitätsunternehmen, Aarau
Verband Schweizerischer Kantonalbanken, Basel
Verband Zürcher Handelsfirmen, Zürich
Vetropack AG, Bülach
VISCOM Schweizerischer Verband für visuelle Kommunikation, Bern
Walliser Industrie- und Handelskammer, Sion
WBZ Schweiz. Weiterbildungszentrale, Bern
Worlddidac Association, Bern
Zürcher Kantonalbank, Zürich
Zürich Financial Services, Zürich
I seguenti membri di comitato si sono impegnati nel 2015 per l’Associazione
«Gioventù ed Economia»:
Presidente
•• Markus Hongler, CEO La Mobiliare, Berna (a partire da giugno 2015)
•• Dr. Beat Moser, Direttore scienceindustries, Zurigo (fino a giugno 2015)
Vice-presidenti
•• Cyrill Engeli, Responsabile dipartimento economia e diritto, Alte Kantonsschule Aarau
•• Sabine Hunger, ex Syna - Sindacato interprofessionale, Olten
•• Jürg Zellweger, Unione Svizzera degli Imprenditori, Zurigo
Membri
•• Albert Arnold, Verband Schulleiterinnen und Schulleiter Schweiz (VLSCH)
•• Ulrich Büchi, Società svizzera degli impresari-costruttori, Zurigo
•• Henri Gassler, Camera di commercio dei cantoni di Basilea, Basilea
•• Beat Jost, Worlddidac, Berna
•• Gerhard Britschgi, Schweizer Konferenz der Leiterinnen und Leiter der Berufs- und
Studienberatung (KBSB)
•• Jürg Brühlmann, Pädagogische Arbeitsstelle LCH, Kreuzlingen
•• Micha de Roo, Associazione svizzera dei banchieri, Basilea
•• Jonas Lang, swissmem, Zürich
•• Georges Pasquier, Syndicat des Enseignants Romands (SER), Martigny
•• Jean-Pierre Perdrizat, Istituto universitario federale per la formazione professionale
(EHB IFFP IUFFP)
•• Armin Stutz, Stufenkommission Sekundarstufe I LCH, Küssnacht
•• Andreja Torriani, Berufsbildung Schweiz (BCH FPS), Thun
•• Stefan Vannoni, economiesuisse, Zurigo
14
Rapporto annuale 2015 | Associazione Gioventù ed Economia | Aprile 2016
15
Il nostro impegno
L‘Associazione «Gioventù ed Economia» riunisce gli attori chiave dell’educazione e
dell’economia. La nostra offerta «Educazione incontra economia» si basa su importanti incontri che creano fiducia tra scuole e aziende attive regionalmente. Grazie
a quest’offerta vengono instaurati importanti scambi e relazioni tra insegnanti,
studenti, apprendisti e datori di lavoro.
Durante le formazioni presentiamo solo metodi di insegnamento concreti e orientati
all’esperienza pratica. La nostra offerta comprende quattro progetti educativi che
sono presentati in corsi specifici da nostri esperti partner. La formazione è in seguito completata da interessanti visite all’interno dell’azienda ospitante.
Contatto
Associazione Gioventù ed Economia
Monbijoustrasse 31 | 3011 Berna
Tel. +41 (0)31 370 17 20
[email protected]
www.gioventu-economia.ch
JUGEND UND WIRTSCHAFT
JEUNESSE ET ECONOMIE
GIOVENTÙ ED ECONOMIA