TESINA-Ilenia. - "G. Segantini" Asso

Commenti

Transcript

TESINA-Ilenia. - "G. Segantini" Asso
1
STORIA:
I quarant’anni che vanno dalla metà del novecento fino al 1990 furono gli anni
della decolonizzazione, cioè la fine degli imperi coloniali europei e la
conquista dell’indipendenza da parte dei popoli colonizzati.
Nel XVII secolo in Sudafrica si era insediato un gruppo di coloni boeri, in altre
parole contadini olandesi, che in poco tempo riuscirono a conquistare l’intera
popolazione locale. Qui i coloni stabilirono un regime di apartheid, cioè un
sistema di segregazione razziale verso i neri da parte dei bianchi che durò
per un lungo tempo.
La popolazione di colore non aveva abbastanza strumenti per opporsi ai
bianchi, alle leggi dettate e né per proporne di nuove; la prima legge dettata
dall’apartheid fu l’esclusione dei cittadini neri dal diritto di voto, sebbene
occupassero la maggior parte della popolazione.
Nel 1959 il governo bianco divise il territorio dello stato del Sudafrica in due
zone; circa l’87% era riservato ai bianchi e il restante era occupato da ghetti
costituiti da baracche di legno. Gli stessi neri fornivano manodopera ai
bianchi nella zona ricca facendo i pendolari tutto il giorno usando così i
lasciapassare.
Alla fine gli stessi bianchi dovettero ammettere che l’apartheid portava alla
rovina l’intero paese. La manodopera era pagata pochissimo e ciò impediva
all’industria di espandersi non creando così un mercato interno.
L’apartheid fu abolito nel 1994 dopo una lunga lotta per conquistare i diritti
civili condotta da Nelson Mandela un uomo nero.
2
INGLESE:
Mandela was the leader of the civil rights in South Africa who fought against
apartheid. He was also the first black president of his country.
Rolihlahla Mandela was born on 18th July 1918 in Mvenzo in South Africa –
one of his teacher give him the name Nelson. He studied law at university
and then he started working as a lawyer for poor black Africans.
In 1948, the South Africa government introduced the apartheid; it is a system
of racial discrimination in south Africa. Mandela joined the African national
congress (ANC), because he believed that black people should have the
same civil rights as white people.
In 1960 in Sharpeville the police killed 69 people.
The government blamed the ANC, but this didn’t stop Mandela. They arrested
him in 1965 and sent him to prison on Robben Island to do 18 years of hard
labour.
Finally, in 1988, things began to change when the government allowed black
students to go to “white” university. In 1990 became President DE Klerk that
freed Mandela from prison. Mandela won the Nobel peace prize in 1993 and
in 1994 the black people could vote, the ANC won the election, Mandela
became president and the apartheid was abolished.
3
GEOGRAFIA:
il sud africa confina a nord con il Botswana, a nord-est con lo Zimbabwe e il
Mozambico, a nord-ovest con la Namibia e si affaccia a est e a sud-est
sull’oceano Indiano, a sud-ovest e a ovest sull’oceano Atlantico.
Il sudafrica ha tre capitali:
Città del Capo è quella legislativa, Pretoria quella amministrativa e
Bloemofontain quella giudiziaria.
Il territorio del Sudafrica è composto da numerosi altopiani, tra cui la grande
scarpata. Sia est che a nord si trovano delle catene montuose importanti
come i Monti dei Draghi, che hanno cime superiori ai 3000 metri e vicino alle
coste si trova una pianura alluvionale costiera. Al centro del Sudafrica ci sono
numerosi bacini semi-desertici . questo stato è dotato di una costa ininterrotta
di 2500 km, che si estende dal confine con la Namibia a ovest, costeggiando
prima l'Oceano Atlantico e poi l'Oceano Indiano, fino al confine
col Mozambico a est.
Quasi tutti i fiumi del Sudafrica hanno una portata d'acqua molto variabile; il
fiume con maggior portata risulta l'Orange. Tra i vari fiumi presenti in Sud
africa la maggior parte sono spesso soggetti a esondazioni che causano
problemi ai villaggi vicini, e causano molte morti soprattutto ai bambini piu
piccoli.
Il clima è mediterraneo con con estati calde e asciutte e inverni miti e piovosi.
Le caratteristiche climatiche si riflettono fedelmente nella copertura vegetale,
che si presenta abbondante e rigogliosa nelle regioni meglio irrorate, povera
e rada nelle zone dove le precipitazioni scarseggiano. La diffusione
dei bantu e la colonizzazione dei bianchi hanno ridotto notevolmente il
numero dei grandi carnivori e degli erbivori. Numerosi sono i roditori (circa
150 specie) ed i felini. Ci sono ben 350 specie di rettili, di cui 125 di serpenti,
quali il cobra, il pitone e la vipera; la diffusione dei coccodrilli è limitata alla
sezione nord-orientale del Paese.
La
popolazione del Sudafrica è composta all'incirca da 45 milioni di abitanti, è
suddivisa in molte etnie: bianca, nera e asiatica. Le popolazioni nere dei
bantu sono circa il 75%, I bianchi formano il 13% e Gli Asiatici sono la
minoranza della popolazione e ne formano circa il 3%.
Le religioni più diffuse sono quelle cristiane: Protestantesimo della chiesa
riformata sudafricana (circa 35%); Cattolicesimo (10%); Anglicanesimo
(10%); e altre fedi Cristiane (nel complesso circa 30%).
Si hanno poi animisti 12%; induisti (1,5%); islamici (1%) ed ebrei (0,5%)
4
l sud africa è il paese più sviluppato del continente col maggior numero di
infrastrutture (strade, ferrovie, aeroporti, dighe) e di servizi, cui si aggiunge il
livello tecnologico riguardo alle risorse agricole come grano, mais, cotone,
tabacco, canna da zucchero;. Questo contribuisce a incrementare l'economia
sud africa che però non soddisfa tutta la popolazione: la popolazione è di
oltre 40.000.000 abitanti (concentrati soprattutto in città) di cui il 24 % della
popolazione, dispone di soli 2 dollari al giorno.
ITALIANO:
"Invictus" racconta la vera storia di come Nelson Mandela e il capitano della
squadra di rugby del Sud Africa, Francois Pienaar lottarono insieme per la
pacificazione del loro Paese.
Il neo eletto presidente Mandela era consapevole che la sua Nazione era
divisa dall'apartheid e, sperando di poter riunire il suo popolo con il linguaggio
universale dello sport, spinse la squadra di rugby del Sud Africa formata
esclusivamente da bianchi, alla vittoria del Campionato del Mondo del 1995.
La finale della Coppa del Mondo del 1995 è stata, per molta gente, solo
un'emozionante partita di rugby, ma per il Sud Africa ha rappresentato un
momento cruciale della storia del Paese; un'esperienza condivisa che ha
aiutato a sanare le ferite del passato e a infondere speranza per il futuro.
L'artefice di questo evento epocale è stato il Presidente Nelson Mandela e i
protagonisti i giocatori della squadra sudafricana di rugby, gli Springboks,
guidati dal loro capitano, Francois Pienaar.
5
"Invictus" racconta come il presidente Mandela e Francois Pienaar abbiano
unito le loro forze per trasformare speranze individuali: per il Presidente unire
il Paese, sotto una sola bandiera, per il capitano vincere, con la sua squadra,
la Coppa del Mondo, in un obiettivo comune con il motto: "Una squadra, un
Paese".
Mandela chiese a Pienaar di guidare la squadra alla vittoria, citando una
poesia che era stata la sua fonte di ispirazione durante gli anni trascorsi in
prigione, "Invictus", di William Ernest Henley.
MUSICA:
La musica dell'Africa ha come caratteristica che la distingue, una complessità
ritmica che ha installato nelle musiche delle Americhe. La musica tradizionale
si trasmette in genere oralmente, dunque non esistono molti spartiti o forme
scritte in cui è possibile rinvenire delle melodie. Tutto viene creato e
comunicato direttamente ed è per questo che un aspetto importantissimo è
dato dall’improvvisazione. In Africa, la musica tradizionale è caratterizzata
proprio dall’utilizzo di particolari strumenti musicali, spesso prodotti con
materiali naturali come zucche, corna, pelli, anche se attualmente è in uso
una vasta tipologia di materiali artificiali, in alluminio o in metallo come lattine.
Oltre agli strumenti in senso proprio, troviamo una serie di oggetti che pur
non essendo classificabili come strumenti, vengono di fatto suonati e definiti
da queste stesse popolazioni come "strumenti ritmici", vale a dire: sonagli,
fischietti, bracciali, etc.
6
Generalmente si suddividono gli strumenti musicali in quattro grandi
categorie:
-IDIOFONI
Il suono è prodotto dallo strumento stesso senza particolari supporti
-MEMBRANOFONI
Il suono è prodotto da una o più membrane che vengono battute con le mani
-CORDOFONI
Il suono è prodotto da corde, in cuoio o in nylon, che vengono pizzicate
-AEROFONI
Il suono è prodotto dal fiato del musicista.
Tra le musiche africane mi sono concentrata di più su Shosholoza. Il titolo è
una parola zulu che significa "andare avanti" o "fare spazio al prossimo", e
allo stesso tempo ricorda onomatopeicamente il fischio del treno a vapore, di
cui parlano le parole del brano. Originariamente, Shosholozo veniva cantato
dai lavoratori che si recavano in treno per lavorare nelle miniere; oggi il testo
esiste in numerose varianti, e in fa riferimento al Sudafrica.
Il brano divenne molto noto all’estero nel 1995, quando la nazionale
sudafricana vinse la Rugby World Cup (sempre legato al film di invictus
basato su una storia vera). Da allora, Shosholoza è diventato uno dei brani
più usati in Sudafrica nelle cerimonie sportive.
Tradizionalmente, Shosholoza viene cantato da gruppi di soli uomini che si
alternano secondo uno schema call and response ("chiamata e risposta").
ARTE:
Picasso ebbe un periodo in cui la sua produzione artistica risultò influenzata
dall'arte africana (1907-1909); se ne considera l'inizio il quadro Les
demoiselles d'Avignon, in cui due figure sulla destra del dipinto sono ispirate
da oggetti d'artigianato africano. Le idee sviluppate in questo periodo portano
quindi al successivo periodo cubista. Nell'opera di Les Demoiselles d'Avignon
Picasso, attraverso l'abolizione di qualsiasi prospettiva o profondità, abolisce
lo spazio: si simboleggia perciò una presa di coscienza riguardo ad una terza
dimensione non visiva, ma mentale. Nella realizzazione delle figure centrali
Picasso ricorda la scultura iberica, mentre nelle due figure di destra è
evidente l'influsso delle maschere rituali dell'Africa.
La struttura dell'opera è data da un incastro geometricamente architettato di
7
piani taglienti, ribaltati sulla superficie della tela quasi a voler rovesciare gli
oggetti verso lo spettatore, coinvolto direttamente dalla fissità dello sguardo
delle figure femminili e dallo scivolamento della natura morta quasi fuori del
quadro. L'immagine si compone di una serie di angolazioni diverse e la
presenza contemporanea di più punti di vista.
SCIENZE
Nella società della seconda metà dell’ottocento, quasi subito dopo la
presentazione della teoria di Darwin sull’origine delle specie, nasceva
l’eugenetica. Essa consisteva nello studio teorico e pratico di tutti i mezzi per
proteggere, accrescere, perfezionare gli esemplari “migliori” e meglio dotati
delle razze umane, al fine di salvaguardare la qualità genetica delle
generazioni future.
Poiché molti caratteri fisici ed alcune malattie mentali si ritenevano ereditari,
alcuni studiosi, seguaci di Darwin, pensarono di poter selezionare gli aspetti
migliori d’ogni razza, eliminando quelli sfavorevoli.
L’idea consisteva nella selezione, un processo che ricordava quello tipico del
mondo animale e che consisteva nel favorire la riproduzione d’individui
portatori di caratteristiche migliori e nell’eliminazione di quelli con
8
caratteristiche meno adatte per la società. All’interno della specie umana
c’era poi una distinzione tra razze, considerando quella bianca superiore a
quella negra, e quest’ultima molto più affine alle scimmie antropomorfe.
L’eugenetica è relativamente recente, ma le preoccupazioni eugenetiche
hanno, invece, un’origine remota.
In tal modo furono sterilizzate circa 250.000 persone e furono impediti,
attraverso l’approvazione di altre leggi, matrimoni tra Ariani ed Ebrei.
Quando però fu chiaro che i nuovi studi genetici non facevano più distinzione
tra razze e che le caratteristiche psicologiche non dipendevano da un gene
specifico, Muller lanciò una forte accusa all’ eugenetica: essa era ormai solo
una sorta di “giustificazione scientifica” per i sostenitori di pregiudizi razziali e
di classi
Hermann Joseph Muller è stato un genetista statunitense precisamente di
New York. Si dedicò inizialmente allo studio dei fenomeni di combinazione e
ricombinazione genetica e successivamente elaborò nuovi metodi per
ottenere una valutazione quantitativa delle mutazioni. nel 1927 scoprì i raggi
X che lo portarono a vincere il premio nobel per la medicina.
9
TECNICA
I giacimenti di carbone si possono trovare nelle miniere a cielo aperto o
scavando gallerie negli strati carboniferi più profondi
Le miniere a cielo aperto provocano gravi danni al’ambiente. Le macchine
scavatrici arrivano a 200m di lunghezza, 40m di altezza e ogni giorno
scavano circa 100.000 tonnellate di prodotto. Il carbone estratto verrà
succesivamente inviato a cantrali termoelettriche o industrie di
trasformazione.
Nelle miniere vere e proprie si scavano lunghi e profondi pozzi vino a
deviare in posizione orizzontale creando così delle gallerie per arrivare alle
zone più ricche di carbone. Durante l’estrazione si produce grisù, un gas
inodore e incolore altamente esplosivo, per questo motivo in queste miniere
si trovano sistemi di ventilazione.
Il carbone vinene utiizzato soprattutto dale centrali termoelettriche. Fino agli
anni sessanta del novecento, quando non fù superato dal petrolio, era la
principale fonte energetica mondiale.
Il carbone è utilizzato inoltre come materia prima nell’industria chimica.
Da esso si possono ricavare direttamente idrogeno, amoniaca, metanolo e
indirettamente carburanti, solventi, esplosivi, antiparassitari etc…
LAVORO SVOLTO DA TURBA ILENIA 3ªC
10