Disabilità

Commenti

Transcript

Disabilità
20-03-2015
Data
REDATTORESOCIALE.IT (WEB)
Pagina
1 / 2
Foglio
Network
Redattore sociale
Agenzia
Guida
Giornalisti
Newsletter NOTIZIARIO
Società
Cultura
Disabilità
Punti di Vista
Salute
In Evidenza
Economia
Multimedia
Famiglia
Speciali
LOGIN
...altri siti
Blog
Giustizia
Banche Dati
Immigrazione
Calendario
Seguici su Indietro Annunci
Disabilità
NOTIZIARIO
Non Profit
Disabilità
Condividi Mi piace
6 Testo Stampa
“Stesse opportunità e stesse possibilità
scelta”: è la giornata della Sindrome di
Down
Numerose le iniziative previste in Italia e nel mondo. Coordown lancia in
video, che supera in pochi giorni le 120 mila visualizzazioni: “The special
proposal”: Salvatore e Caterina coronano il sogno di una vita insieme.
“Diritto all’affettività ancora difficile da affermare”
20 marzo 2015
ROMA – Le persone Down si innamorano,
si fidanzano e poi, come tutti, sperano di
Infiltrazioni mafiose in Emilia-Romagna, "in
troppi da decenni fanno finta di non
sapere"
poter condividere la propria vita con il
proprio partner: ma questo diritto,
Giornata Down,
"l’inclusione non è un
miraggio, costruiamola
insieme"
massima espressione di autonomia e vita
indipendente, fatica ad affermarsi. Ed è
proprio a questo tema, quindi, che Coordown
ha dedicato la campagna mediatica con cui
contribuisce alla Giornata internazionale delle
AREA ABBONATI
persone con sindrome di Down, sabato 21
marzo, dedicata al tema “Stesse opportunità e
stesse possibilità di scelta. “The special proposal” – questo il titolo del video, realizzato
insieme a Saatchi & Saatchi” è giù un successo: oltre 100 mila visualizzazioni solo
sul canale Youtube, in meno di una settimana. Racconta la romantica dichiarazione
d’amore a sorpresa di Salvatore alla sua fidanzata Caterina, accompagnato dalle note di
“Come Away with me” di Norah Jones, cantata a cappella dai Neri per Caso, per
Video
Foto
Video
102428
costruire, per le persone con sindrome di Down. Una campagna davvero “mondiale”,
Codice abbonamento:
chiederle di andare a vivere insieme. Un modo per rilanciare il diritto a una vita affettiva,
sostenuta e incoraggiata dalla rete sociale e dei servizi, ma oggi ancora molto difficile da
20-03-2015
Data
REDATTORESOCIALE.IT (WEB)
Pagina
2 / 2
Foglio
visto che è stata realizzata con il contributo di Down Syndrome Australia e Down Madrid,
con la partecipazione di Down Syndrome Development Trust (Regno Unito), Movimento
Down (Brasile), Saving Downs (Nuova Zelanda), National Down Syndrome Society (Stati
Uniti) e Japan Down Syndrome Society. Guarda il video
"Vuoi vivere con me". Due innamorati con
sindrome di Down coronano il loro sogno
» tutti i video
Calendario
In primo piano:
Finanza a impatto sociale. Prospettiva a portata
di mano? A che punto siamo? Che cosa
manca? La parola ai protagonisti
25/03/2015
«
“Le nostre azioni di comunicazione – commenta il presidente nazionale CoorDown,
Sergio Silvestre – sono coerenti con lo spirito e i principi che animano la Convenzione
delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. Quel documento rappresenta un
dettato universale e la tutela del diritto a una vita indipendente e a una piena inclusione
nella società deve diventare un patrimonio, non solo dell’Italia ma di tutti quei Paesi che
hanno sottoscritto e ratificato il testo. Ci auguriamo che i nostri progetti, veicolati
anche in ambito internazionale, possano così contribuire a una maggiore
consapevolezza su questi temi in tutto il mondo”. L
Marzo 2015
M
M
G
»
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Tra questi progetti, c’è “Domus”, l’iniziativa promossa da Roma solidale, Fondazione
Italiana Verso il Futuro e Aipd Roma, che dal 2013 sperimenta iniziative di vita
indipendente, attraverso piccoli gruppi, in un appartamento vicino al Colosseo,
confiscato alla criminalità organizzata. Salvatore e Caterina, protagonisti del video,
partecipano a Domus “per verificare concretamente la gioia ma anche le difficoltà che si
possono incontrare nella convivenza quotidiana – spiega Stefania Mazotti, psicologa
responsabile della fondazione italiana Verso il Futuro e coordinatrice del progetto Domus
– Questo permette a loro e alle loro famiglie sia di attivare un graduale processo di
‘svincolo emotivo’, sia di monitorare attraverso gli operatori quali reali esigenze possono
presentare nella gestione della quotidianità. L'autonomia delle persone con sindrome di
Down non si realizza solo in coppia: si può vivere un’affettività piena e soddisfacente
anche nelle relazioni amicali e di gruppo, come spesso osserviamo nell'ambito del
progetto”. Coordown all’Onu. E proprio oggi, a questo proposito, Coordown ha preso
Lette in questo momento
Richiedenti asilo, aumento record in Italia: +143
per cento in un anno
Fundraising e crowdfunding, al via seminario di
approfondimento
L’olocausto dimenticato degli italiani di Crimea
» Notiziario
parte alla Conferenza mondiale “My opportunities, my choices. Enjoying full and equal
rights and the role of families”, presso il quartier generale delle Nazioni Unite, a New
York. In questa sede, ha presentato la propria campagna, condividendo l’esperienza
delle associazioni aderenti sul tema dell’autonomia e della residenzialità. Tra queste associazioni, c’è Aipd, che il prossimo 28 marzo presenterà il suo nuovo
film-documentario “La mia scuola mi piace!”, che racconta tre esperienze di inclusione di
alunni con sindrome di Down nelle scuole superiori, concludendo così il percorso di
documentazione iniziato quattro anni con il film “Buone prassi crescono”. Numerose,
loro pieni ed uguali diritti nella società e nelle loro famiglie.
© Copyright Redattore Sociale
Codice abbonamento:
A livello europeo, tra le iniziative da segnalare, c’è il video lanciato per l’occasione dalla
Down Syndrome International: “My Opportunities, My Choices”. Un’intervista realizzata a
persone con sindrome di Down di 39 paesi del mondo sullo stato del reale godimento dei
102428
intanto, le iniziative promosse dalle varie sedi locali dell’associazione in occasione della
Giornata. 

Documenti analoghi