Scarica... - ISIS Gobetti – Volta

Commenti

Transcript

Scarica... - ISIS Gobetti – Volta
P.O.F.
A.S. 2013 - 14
Liceo Linguistico – Liceo Scientifico – Liceo Sportivo
Istituto Tecnico Economico – Istituto Tecnico Informatico e Telecomunicazioni
Via Roma, 77/A - 50012 Bagno a Ripoli (FI)
Tel 055 630087 / 6510107 Fax 055 630138 Cod. fisc. 94219850487
[email protected] [email protected] [email protected]
www.gobettivolta.gov.it
CHI SIAMO
Mission
PAG.
.
3
Obiettivi strategici
3
Fusione e Storia del GOBETTi e del VOLTA
Orario di ricevimento al pubblico- numeri utili – e-mail
4
6
Organigramma Istituto (schema)
7
Organigramma Istituto (completo)
47
Organigramma Agenzia Formativa
8
La certificazione di Qualità
9
Le certificazioni I.G.C.S.E. dell’Università di Cambridge
9
Le certificazioni informatiche: Cisco networking Academy e ECDL
9
INDIRIZZI DI STUDIO
Pag.
Gli indirizzi di studio
10
Obiettivi comuni agli indirizzi
11
Prospetti nuovo ordinamento Quadri orari
12
Quadro orario Liceo Linguistico
12
Quadro orario Liceo Scientifico
13
Quadro orario Liceo Scientifico Scienze Applicate
14
Quadro orario istituto tecnico amministrazione-finanza-marketing
15
Quadro orario istituto tecnico informatica-telecomunicazioni
16
DIDATTICA E VALUTAZIONE
Pag.
Criteri di valutazione per la promozione
17
Criteri per l’attribuzione del voto di condotta
21
Il sistema dei crediti
22
Normativa sulle assenze ai fini della valutazione
23
Informazioni alle famiglie sull’andamento scolastico – Ricevimento genitori
24
Attività di recupero
28
Integrazione alunni disabili
29
Accoglienza alunni con D.S.A.
32
Inserimento alunni stranieri
33
I NOSTRI PROGETTI
Soggiorni studio, scambi culturali, scuola lavoro all’estero
Pag.
34
1
Progetti Comenius
35
Progetti area umanistica
35
Progetti area scientifica
37
Progetti area tecnica
38
Attività sportiva
39
Stage scuola-lavoro
39
Educazione ai diritti, alla pace, alla legalità
39
Educazione alla salute
39
Educazione ambientale
39
Laboratori teatrali
40
Educazione musicale Coro
41
Patentino
41
Orientamento universitario e professionale
42
AlmaOriéntati
42
Alma Diploma
42
Scuola aperta al territorio
43
Agenzia formativa Volta-Formazione
44
RISORSE STRUMENTALI
Pag.
Diffusione nuove tecnologie: Internet e Lavagne Interattive Multimediali
44
Aule speciali, laboratori linguistici e tecnico-scientifici
44
Biblioteca
45
2
CHI SIAMO
MISSION
• valorizzare l’identità personale mediante una formazione culturale globale, in grado di
costituire le coordinate del giudizio critico, delle strutture logiche, della sensibilità e del gusto, nel
rispetto dei diritti inviolabili dell'individuo;
• promuovere cittadinanza attiva, cultura della legalità, della solidarietà, della pace,
secondo i principi fondamentali di uguaglianza, imparzialità e partecipazione, creando la
coscienza dei propri diritti e doveri di cittadino ;
• guidare gli allievi alla conoscenza dei contenuti fondamentali dei “saperi” e all’indagine
critica per la comprensione del significato della comunicazione nelle varie forme strutturali ed
espressive;
• realizzare il successo scolastico e formativo del più alto numero di studenti possibile
favorendo un processo educativo che valorizzi attitudini e capacità di ciascuno, nel rispetto dei
tempi e delle caratteristiche individuali;
• diversificare la proposta formativa adeguandola alle esigenze di ciascuno, garantendo a
tutti uguali opportunità di crescita, rispettando ogni cultura, rifiutando ogni forma di discriminazione,
prestando attenzione al processo di maturazione sia cognitivo che affettivo-emotivo, anche nel
caso di alunni diversamente abili;
• favorire la propensione alla socialità anche attraverso la conoscenza di culture e lingue
straniere che aprano a percorsi pluriculturali che stimolino l’apertura mentale e la disponibilità al
confronto;
• usufruire di una didattica sempre rinnovata che sfrutti tutte le potenzialità tecnicoinformatiche presenti nell’Istituto per ampliare la formazione, aumentare la motivazione allo studio,
diversificare le forme di apprendimento e di comunicazione fra docente e discente;
•
diffondere tra tutto il personale docente e non docente una "cultura della qualità" orientata
verso i risultati con attitudine operativa a rilevare e misurare gli obiettivi di ogni procedura ai fini di
un reale miglioramento dei servizi erogati.
Gli obiettivi strategici sono:
1. Offrire agli alunni una formazione culturale globale, in grado di costituire le coordinate del
giudizio critico, delle strutture logiche, della sensibilità e del gusto, nella tutela dei diritti
inviolabili dell’individuo, secondo i principi fondamentali di uguaglianza, imparzialità e
partecipazione;
2. realizzare il successo scolastico e formativo del più alto numero di studenti possibile favorendo
un processo educativo che valorizzi attitudini, capacità e aspettative di ciascuno, nel rispetto
dei tempi e delle caratteristiche individuali;
3. diversificare la proposta formativa adeguandola alle esigenze di ciascuno, garantendo a tutti
uguali opportunità di crescita culturale, rispettando ogni cultura, rifiutando ogni forma di
discriminazione, prestando attenzione al processo di maturazione sia cognitivo sia affettivoemotivo dei soggetti; promuovere la crescita di ogni studente nella sua irripetibilità e diversità,
anche attraverso il valore strategico della pedagogia degli errori; rendere accessibile e
praticabile a tutti il diritto alle pari opportunità, all’apprendimento, al ben-essere a scuola;
favorire l’integrazione dei più deboli, superando situazioni di disagio attraverso azioni
tempestive di integrazione, in particolare nei confronti di chi presenti problematiche legate a
disabilità motoria, sensoriale, psichica, e nel contempo curare l’eccellenza;
4. garantire azioni efficaci di recupero, sostegno, orientamento;
3
5. far acquisire ai giovani la consapevolezza delle proprie capacità e competenze acquisite per
meglio sostenerli e orientarli nelle scelte di percorsi di studio;
6. favorire l’inserimento nel lavoro degli studenti organizzando e gestendo percorsi di stage
qualificanti;
7. facilitare le comunicazioni e le relazioni positive interne ed esterne nei rapporti interpersonali,
tra le componenti della scuola, con gli EE.LL., tra le scuole del territorio, con la società civile,
con ogni possibile interlocutore;
8. favorire l’attitudine al confronto interno ed esterno attraverso forme di comunicazione chiare e
rapide;
9. promuovere l’autonomia dell’Istituto, intesa come capacità progettuale (POF, innovazione
didattica, attuazione della riforma, nuovi indirizzi), partecipazione e responsabilità diffuse dei
docenti – alunni – genitori, interazione costante con il territorio;
10. promuovere cittadinanza attiva, cultura della legalità, solidarietà, convivialità, rispettando e
facendo rispettare leggi scritte e non scritte;
11. diffondere tra tutto il personale docente e non docente una “cultura della qualità” orientata
verso i risultati con attitudine operativa a rilevare e misurare gli obiettivi di ogni procedura ai fini
di un reale miglioramento dei servizi erogati;
12. applicare le norme di qualità per il miglioramento degli interventi metodologico-didattici nelle
tecniche di trasmissione delle conoscenze e degli strumenti organizzativi dell’intero sistema
scuola;
13. valorizzare in modo ottimale tutte le risorse professionali attraverso un percorso di formazione
permanente, che promuova lo sviluppo, la motivazione e l’assimilazione del sistema di
gestione della qualità e che abbia un effetto di ritorno sugli alunni e sull’intero sistema
scolastico;
14. sviluppare costantemente la logica del miglioramento dei servizi erogati, operando
sistematicamente e coinvolgendo in tal senso tutti i livelli dell’Organizzazione;
15. ottimizzare i livelli di organizzazione interna, eliminando e prevenendo possibili inefficienze e
stabilendo efficaci modalità di gestione e di controllo.
Gli obiettivi strategici dell’Istituto per la formazione professionale sono:
1. potenziare i rapporti fra le diverse articolazioni del sistema scolastico - altri istituti,
Università e centri di ricerca - della formazione professionale e delle imprese;
2. accrescere, attraverso percorsi di formazione, le opportunità occupazionali dei giovani e le
occasioni di riqualificazione e formazione degli adulti;
3. favorire la crescita culturale del territorio attraverso l’educazione permanente;
4. favorire l’inserimento nel lavoro dei corsisti, organizzando e gestendo percorsi di studio
post diploma (IFTS…);
5. favorire il riconoscimento di crediti formativi nei passaggi tra i vari livelli di istruzione.
UN ACCENNO ALLA STORIA DEL GOBETTI E DEL VOLTA
Dall’a.s.2012-2013 le due scuole superiori di Bagno a Ripoli, il liceo Gobetti e l’istituto Volta, si
fondono in un unico istituto, l’ISIS GOBETTI VOLTA, venendo a costituire un corpus unico, che
potrà rispondere con maggior efficacia alle esigenze formative della popolazione e rappresentare
un significativo punto di riferimento culturale per tutta l’area.
Da questo processo di fusione, che mette insieme esperienze pluridecennali e peculiarità
significative e distinte delle due scuole di origine, scaturisce l’entità nuova, fondata sul patrimonio
comune e sulla pratica del confronto e dello scambio, nell’ottica dell’arricchimento reciproco e
dell’estensione di buone pratiche.
4
Il liceo scientifico GOBETTI è nato nei primi anni Settanta nella
Villa di Rusciano, a Firenze, e si è trasferito nel 1997 a Bagno
a Ripoli nell’edificio che occupa attualmente.
Il nome di Piero Gobetti fu scelto per celebrare quegli ideali
democratici di libertà e di giustizia, che la figura del giovane
intellettuale antifascista torinese rappresenta.
Fin dall’inizio caratterizzato da un’idea di scuola aperta
all’esterno e fondata su una tradizione pedagogico-educativa
che pone al centro la persona dello studente, ha da sempre
finalizzato la propria attività alla formazione umana, alla
soddisfazione dei bisogni culturali e socio-affettivi, alla
motivazione all’apprendimento, oltre che all’istruzione.
L’insegnamento delle materie scientifiche si arricchisce grazie
ad una intensa attività di ricerca in collaborazione con
l’Università.
Nell’ambito dell’offerta formativa sono state attive per molti
anni una sperimentazione linguistica che prevedeva
l’insegnamento di una seconda lingua straniera e una
sperimentazione scientifica.
L’ordinamento vigente dalla
riforma del 2010 comprende, accanto all’indirizzo di Liceo
Scientifico ordinario, l’opzione delle Scienze Applicate con un
deciso rafforzamento dell’area scientifica (sia in relazione alle
Scienze naturali che all’introduzione dell’Informatica), a fronte
di una diminuzione delle ore nell’area umanistica (non è
previsto l’insegnamento del latino). Inoltre nell’ambito
dell’autonomia è offerta la possibilità di mantenere lo studio di
una seconda lingua e il potenziamento della lingua inglese.
L’Istituto VOLTA, sorto nel 1984 a Bagno a Ripoli nella sede
che occupa attualmente, si rivolge ad un bacino di utenza
che va ben al di là del territorio comunale o di quello ad esso
direttamente contiguo, avendo assunto fin dall’inizio rilevanza
di polo scolastico. Si è distinto infatti per la varietà e
ricchezza
dell’offerta formativa, caratterizzata da una
marcata impronta sperimentale, evidente sia nei piani di
studio che nelle metodologie didattiche utilizzate.
Gli indirizzi di studio precedenti la riforma del 2010 vengono
con i nuovi ordinamenti complessivamente riconfermati e
inquadrati come segue: Liceo Linguistico, Istituto Tecnico per
Informatica e Telecomunicazioni e Istituto Tecnico per
Amministrazione, Finanza e Marketing.
In tal modo risultano mantenuti e addirittura potenziati dal
riordino gli aspetti più connotanti del passato contesto, che da
sempre ha esaltato il livello di progettazione e l’attenzione
particolare alle istanze di rinnovamento. Il liceo linguistico si
caratterizza per una rete consolidata di partner europei e non,
con i quali vengono organizzati regolarmente scambi, stage e
tirocini in aziende. Negli indirizzi tecnici particolare attenzione
è rivolta alla diffusione della cultura imprenditoriale e tecnica
per agevolare l’approccio degli studenti con il mondo del
lavoro, facilitato dai rapporti consolidati negli anni con enti e
associazioni (Camera di Commercio, Associazione Industriali,
CNA ecc.) e un’ampia rete di aziende e professionisti dei
settori economico-industriali.
5
RICEVIMENTO PER IL PUBBLICO – NUMERI UTILI – E-MAIL
SEDE
CODICE SCUOLA
Via Roma, 77/a – 52012 BAGNO A RIPOLI (FI)
FIIS02800R
CENTRALINO
FAX
DIRIGENTE
SITO
055 – 630087 6510107
055 - 630138
055 - 6510484
www.gobettivolta.gov.it
INDIRIZZI DI POSTA ELETTRONICA
Scuola
[email protected]
[email protected]
Posta certificata
[email protected]
Dirigente Scolastico
[email protected]
Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi D.S.G.A.
[email protected]
Vicepresidenza
[email protected]
Uffici area del personale
[email protected]
Uffici area finanziaria
[email protected]
Uffici area alunni
[email protected]
Scuola lavoro
[email protected]
ORARI DI RICEVIMENTO
DIRIGENTE SCOLASTICO
Mattina
PER APPUNTAMENTO
DIRETTORE S.G.A.
Mattina
PER APPUNTAMENTO
VICEPRESIDENZA
Mattina
Tutti i giorni
8.10 – 9.00
UFFICI DI SEGRETERIA
Per gli studenti
Per docenti, genitori
personale esterno
Mattina
e Mattina
Pomeriggio
Tutti i giorni durante
l’intervallo
Dal Lunedì al Sabato
12.00 – 13.30
escluso il Martedì
Martedì
14.30 – 17.00
6
ORGANIGRAMMA
SCHEMA…
Da riportare
7
AGENZIA VOLTA FORMAZIONE
DIREZIONE
PROF. SSA CLARA PISTOLESI
COORDINATORE DIDATTICO
RESPONSABILE GESTIONE
ORGANIZZATIVO
ECONOMICA E FINANZIARIA
COORDINATORE
AREA / PROGETTO
FUNZIONE AMMINISTRATIVA
Nominato su progetto
ANALISI
VALUTATORE
SUPPORTO
DELLE
ALL'APPRENDIMENTO
FABBISOGNI
COMPETENZE
DOCENTE / TUTOR
Nominato su progetto
PROGETTISTA
8
CERTIFICAZIONE DI QUALITA'
L'Istituto mantiene la Certificazione di Qualità della norma internazionale UNI EN ISO 9001
edizione 2008. La raccolta delle Norme Direttive che regolano l'istituzione, costituisce il Manuale di
Qualità. In esso si trovano le tecniche seguite per garantire il controllo continuo di tutte le attività
sviluppate dall'Istituto per mantenere e migliorare gli standard di qualità prefissati per ogni
specifico servizio erogato.
CERTIFICAZIONE UNIVERSITA' DI CAMBRIDGE - IGCSE
L’istituto è CAMBRIDGE INTERNATIONAL CENTRE, unica scuola a Firenze dotata di questo
status: i nostri alunni possono sostenere direttamente presso la nostra sede le prove d’esame
IGCSE (International General Certificate of Education) in varie discipline:
•
•
•
•
•
English as a Second Language
Information Technologies
Mathematics
Business Studies
History
Le tracce per gli esami, che si svolgeranno presso il nostro Istituto, vengono direttamente
preparate iIn Gran Bretagna dall’l'Università di Cambridge. Ai candidati che superano gli esami
viene rilasciato il certificato IGCSE, riconosciuto in tutto il mondo.
Gli IGCSE offrono ai nostri studenti un'opportunità qualificata e riconosciuta a livello internazionale,
oltre ad una preparazione in lingua inglese flessibile e significativa.
CERTIFICAZIONI INFORMATICHE EUROPEE
L’istituto è Agenzia Locale di Formazione e certificazione CCNA di CISCO SYSTEMS, il leader
mondiale nella produzione di apparati per l'interconnessione di reti. Gli studenti dell’indirizzo
tecnologico sono avviati ad un percorso che consente di accedere all’esame per il rilascio della
certificazione CCNA Exploration.
Presso l’Istituto, test center AICA, è possibile conseguire la patente informatica (ECDL) che
certifica, con riconoscimento europeo, il possesso dell’insieme minimo delle abilità richieste per
9
lavorare come operatore informatico.
E’ inoltre centro abilitato al rilascio delle seguenti ulteriori certificazioni:
• EUCIP, per la certificazione delle competenze dei professionisti di informatica;
• ECDL Advanced, certificazione che attesta una conoscenza più approfondita del modulo
dell'ECDL Core Foglio elettronico;
• ECDL Specialized: Computer Aided Design CAD 2D
• E-Citizen, il nuovo programma di alfabetizzazione informatica per il cittadino, nato per
facilitare l’accesso al mondo dei servizi in rete a tutti coloro che ne sono esclusi per
mancanza di conoscenze e opportunità
INDIRIZZI DI STUDIO
10
OBIETTIVI COMUNI AGLI INDIRIZZI
Come si desume anche dalle finalità generali illustrate precedentemente, il fine principale
che ci proponiamo è quello di “tutelare e valorizzare l'identità personale” dello studente
inteso come persona e come cittadino che ha il diritto di realizzare se stesso in modo
democratico e consapevole.
Pertanto questi sono gli obiettivi di riferimento comuni a tutti gli indirizzi:
OBIETTIVI FORMATIVI DI SOCIALIZZAZIONE
•
riconoscere le proprie esigenze cognitive e relazionali;
•
riconoscere e rispettare le norme della scuola e del gruppo;
•
riconoscere ed accettare le diversità;
•
saper interagire con gli altri riconoscendo le proprie ed altrui capacità;
•
fare dell'ambiente dell'Istituto una comunità educante;
•
vivere l'esperienza scolastica da cittadini responsabili;
•
essere consapevoli del rapporto di interazione tra la civiltà del nostro Paese ed il
contesto europeo ed internazionale per un'apertura multiculturale;
•
sviluppare capacità critiche, autonomia di giudizio e responsabilità.
OBIETTIVI FORMATIVI DI APPRENDIMENTO
•
saper utilizzare in maniera autonoma il lessico specifico di ogni disciplina e le
conoscenze acquisite in situazioni nuove;
•
saper effettuare in maniera autonoma collegamenti logici fra le discipline;
•
riconoscere e comprendere concetti, teorie, criteri di applicazione e contesti storici
nelle varie discipline;
•
saper stabilire riferimenti di base con i quali valutare e analizzare contenuti,
procedure e risultati.
OBIETTIVI FORMATIVI DI METODO
•
saper organizzare il proprio lavoro in modo personale ed autonomo, utilizzando
fonti di informazione per elaborare piani, progetti, ecc.;
•
saper organizzare il proprio lavoro anche in relazione a quello degli altri;
•
collaborare nel gruppo di lavoro, per raggiungere soluzioni concordate.
11
CARATTERISTICHE DEGLI INDIRIZZI DI STUDIO
NUOVO ORDINAMENTO
LICEO
LINGUISTICO
Lo studente ha la possibilità di acquisire competenze comunicative in tre
lingue straniere (inglese e altre due, a scelta, fra francese, tedesco,
spagnolo e russo) approfondendo aspetti della cultura relativi alle lingue di
studio in una prospettiva interculturale.
Inoltre le esperienze di "scambio culturale", "soggiorno studio" e "scuola
lavoro all'estero" permetteranno un confronto ulteriore con le altre culture.
QUADRO ORARIO
LICEO LINGUISTICO
LINGUA E LETTERATURA ITALIANA
LINGUA E LETTERATURA LATINA
LINGUA E CULTURA STRANIERA 1*
LINGUA E CULTURA STRANIERA 2*
LINGUA E CULTURA STRANIERA 3*
STORIA E GEOGRAFIA
STORIA
FILOSOFIA
MATEMATICA**
FISICA
SCIENZE NATURALI***
STORIA DELL’ARTE
SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE
RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITA’
ALTERNATIVE
TOTALE ORE
I°
4
2
4
3
3
3
II°
4
2
4
3
3
3
III°
4
IV°
4
V°
4
3
4
4
3
4
4
3
4
4
2
2
2
2
2
2
2
1
2
2
2
2
2
2
2
1
30
30
3
3
2
2
2
1
2
1
2
2
2
2
2
2
2
1
27
27
30
* è compresa un’ora settimanale di conversazione con il docente di madrelingua.
** con Informatica al Biennio
*** Biologia, Chimica, Scienze della Terra
12
LICEO
SCIENTIFICO
Il piano di studi del Liceo Scientifico si propone di fornire agli studenti
l’opportunità di conseguire un diploma liceale in cui si fondono scienza e
tradizione umanistica, garantendo:
• l’acquisizione delle competenze e delle abilità necessarie per
seguire lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica;
• la capacità di individuare le reciproche influenze che le diverse forme
del sapere esercitano tra loro;
• la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie
pertinenti alle varie arre culturali;
•
le conoscenze necessarie per comprendere la relazione tra la
cultura umanistica e lo sviluppo dei metodi propri delle discipline
scientifiche;
• la capacità di individuare le interazioni sviluppatesi nel tempo tra
teorie matematiche e scientifiche e teorie letterarie, artistiche e
filosofiche.
Agli strumenti ordinari e ai metodi tradizionali della didattica vengono
affiancate nuove metodologie sperimentali che possono avvalersi del vasto
patrimonio di laboratori di cui la scuola è dotata.
QUADRO ORARIO
LICEO SCIENTIFICO ORDINARIO
LINGUA E LETTERATURA ITALIANA
LINGUA E LETTERATURA LATINA
LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE
Lingua e cultura straniera 2 °
STORIA E GEOGRAFIA
STORIA
FILOSOFIA
MATEMATICA *
FISICA
SCIENZA NATURALI **
DISEGNO E STORIA DELL’ARTE
SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE
RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITA’ ALTERNATIVE
TOTALE ORE
I°
4
3
3
2
3
5
2
2
2
2
1
27
II°
4
3
3
2
3
5
2
2
2
2
1
27
III°
4
3
3
2
IV°
4
3
3
2
V°
4
3
3
2
2
3
4
3
3
2
2
1
30
2
3
4
3
3
2
2
1
30
2
3
4
3
3
2
2
1
30
° opzionale e a pagamento
* con Informatica al Biennio
** Biologia, Chimica, Scienze della Terra
13
Il piano di studi del Liceo Scientifico con opzione Scienze Applicate si
propone di fornire agli studenti l’opportunità di conseguire un diploma liceale
a carattere tecnologico che garantisca:
LICEO
SCIENTIFICO
Opzione
SCIENZE
APPLICATE
•
•
una formazione culturale ampia e approfondita (Letteratura italiana,
Storia, Geografia, Filosofia, Inglese, Tecnologia e disegno)
una preparazione scientifica compiuta e dettagliata, aperta anche
alle nuove tecnologie (Matematica, Informatica e sistemi automatici,
Fisica, Scienze della Terra, Biologia, Chimica)
Agli strumenti ordinari e ai metodi consolidati della didattica tradizionale
si affianca una moderna attività sperimentale che può contare sul supporto
di un vasto patrimonio di laboratori di cui la scuola è dotata.
QUADRO ORARIO
LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE
I° II° III° IV° V°
LINGUA E LETTERATURA ITALIANA
4
4
4
4
4
Lingua e cultura straniera 2 °
2
2
2
2
2
STORIA E GEOGRAFIA
3
3
STORIA
2
2
2
FILOSOFIA
2
2
2
MATEMATICA *
5
4
4
4
4
INFORMATICA
2
2
2
2
2
FISICA
2
2
3
3
3
SCIENZE NATURALI **
3
4
5
5
5
DISEGNO E STORIA DELL’ARTE
2
2
2
2
2
SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE
2
2
2
2
2
RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITA’ ALTERNATIVE 1
1
1
1
1
TOTALE ORE 27 27 30 30 30
° opzionale e a pagamento
* con Informatica al Biennio
** Biologia, Chimica, Scienze della Terra
14
ISTITUTO TECNICO
AMMINISTRAZIONE
FINANZA E
MARKETING
Lo studente ha la possibilità di acquisire competenze nel campo dei
sistemi informatici, nell’elaborazione delle informazioni, nel campo
dei macro fenomeni economici, della normativa civilistica e fiscale,
dei
sistemi
aziendali
(organizzazione,
pianificazione,
amministrazione, finanza e controllo) degli strumenti di marketing,
dei prodotti assicurativo-finanziari e dell’economia sociale,
integrandole con le competenze linguistiche ed informatiche
necessarie.
QUADRO ORARIO
ISTITUTO TECNICO SETTORE
I° II° III° IV° V°
ECONOMICO
LINGUA E LETTERATURA ITALIANA
4
4
4
4
4
LINGUA INGLESE
3
3
3
3
3
STORIA
2
2
2
2
2
MATEMATICA
4
4
3
3
3
DIRITTO ED ECONOMIA
2
2
SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA
2
2
E BIOLOGIA)
SCIENZE INTEGRATE (FISICA)
2
SCIENZE INTEGRATE (CHIMICA)
2
INFORMATICA
2
2
SECONDA LINGUA COMUNITARIA
3
3
ECONOMIA AZIENDALE
2
2
GEOGRAFIA
3
3
SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE
2
2
2
2
2
RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITA’
1
1
1
1
1
ALTERNATIVE
ARTICOLAZIONE RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING
SECONDA LINGUA COMUNITARIA
3
3
3
TERZA LINGUA
3
3
3
ECONOMIA AZIENDALE E GEOPOLITICA
5
5
6
DIRITTO
2
2
2
RELAZIONI INTERNAZIONALI
2
2
3
TECNOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE
2
2
TOTALE
32 32 32 32 32
ARTICOLAZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING
SECONDA LINGUA COMUNITARIA
3
3
3
INFORMATICA
2
2
ECONOMIA AZIENDALE
6
7
8
DIRITTO
3
3
3
ECONOMIA POLITICA
3
2
3
TOTALE
32 32 32
15
ISTITUTO TECNICO
INFORMATICA E
TELECOMUNICAZIONI
Lo studente ha la possibilità di acquisire competenze nel
campo dei sistemi informatici, nell’elaborazione delle
informazioni, nelle applicazioni e tecnologie web, delle reti e
degli apparati di comunicazione dei sistemi informatici, base
dei dati, reti di sistemi di elaborazione, sistemi multimediali ed
apparati di trasmissione dei segnali.
QUADRO ORARIO
ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO
I°
II° III° IV° V°
LINGUA E LETTERATURA ITALIANA
4
4
4
4
4
LINGUA INGLESE
3
3
3
3
3
STORIA
2
2
2
2
2
MATEMATICA
4
4
3
3
3
DIRITTO ED ECONOMIA
2
2
SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA
2
2
E BIOLOGIA)
SCIENZE INTEGRATE (Fisica)
3(1) 3(1)
SCIENZE INTEGRATE (Chimica)
3(1) 3(1)
TECNOLOGIE E TECNICHE DI
3(1) 3(1)
RAPPRESENTAZIONE GRAFICA
TECNOLOGIE INFORMATICHE
3(2)
SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE
3
COMPLEMENTI DI MATEMATICA
1
1
SISTEMI E RETI
4
4
4
TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI
3
3
4
INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI
GESTIONE PROGETTO, ORGANIZZAZIONE DI
3
IMPRESA
SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE
2
2
2
2
2
RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITA’
1
1
1
1
1
ALTERNATIVE
TOTALE
32
32 23 23 26
ARTICOLAZIONE INFORMATICA
INFORMATICA
6
6
6
TELECOMUNICAZIONI
3
3
TOTALE
32 32 32
ARTICOLAZIONE TELECOMUNICAZIONI
TELECOMUNICAZIONI
6
6
6
INFORMATICA
3
3
TOTALE
32 32 32
( * ) Le ore settimanali in parentesi si riferiscono all'attività didattica in laboratorio in
compresenza con gli insegnanti tecnico-pratici
In tutti gli indirizzi è prevista l’opzione “settimana corta”, nella quale l’orario è articolato su cinque
giorni con il sabato libero.
16
LA VALUTAZIONE: modalità, criteri, voti
Il Collegio dei docenti stabilisce i criteri generali di valutazione dell’efficacia della programmazione
educativa e didattica e quelli di promozione o non promozione degli studenti.
Esso è consapevole che la valutazione non è un atto unilaterale e separato da qualsiasi contesto,
ma è parte integrante del rapporto educativo e didattico, che implica l’interazione tra chi insegna e
chi impara.
La valutazione degli studenti, pertanto:
- è parte della programmazione didattica;
- è elemento fondato su criteri omogenei in ordine agli obiettivi formativi e culturali da raggiungere.
Per questo motivo, il provvedimento di promozione, non promozione o sospensione del
giudizio alla fine dell’anno scolastico, attesta il raggiungimento degli obiettivi e lo svolgimento dei
percorsi idonei ad una più agevole prosecuzione degli studi.
MODALITA’ E CRITERI PER LA VALUTAZIONE DI FINE ANNO SCOLASTICO
1. Per le classi dalla prima alla quarta, il Consiglio di classe, a fine anno valuta se lo studente
abbia acquisito conoscenze e competenze che gli consentano di proseguire senza difficoltà
nella classe successiva.
2. Nel complesso del ciclo di studi tutte le materie concorrono alla formazione culturale e
personale dello studente.
3. Per tutte le classi, vengono considerati prioritari gli elementi relativi al profitto scolastico
che derivano dalla proposta di voto di ogni docente. Al voto sintetico espresso dal docente
concorrono:
e
la MISURAZIONE delle verifiche
effettuate relativamente ai requisiti
cognitivi di:
- comprensione - riconoscimento di
linguaggi e strumenti di acquisizione
dei contenuti;
- produzione - uso di linguaggi e
strumenti in considerazione anche
dell’ampiezza, completezza e
correttezza dell’elaborato;
- organizzazione - capacità di controllo
logico e progettuale del proprio lavoro e
capacità di contributi pertinenti e
personali.
la VALUTAZIONE di:
- progressione dell’apprendimento;
- autonomia, come capacità di
organizzazione del proprio lavoro;
- partecipazione ed impegno nelle
specifiche attività didattiche.
4. Il docente utilizza, in linea di massima, la seguente scala di riferimento per l’attribuzione dei
voti:
17
SCALA DI RIFERIMENTO PER L’ATTRIBUZIONE DEI VOTI
GIUDIZIO
DESCRIZIONE
VOTO
in decimi
Competenze per niente rispondenti agli obiettivi prefissati;
NEGATIVO
conoscenze non misurabili.
GRAVEMENTE
Competenze non rispondenti agli obiettivi prefissati,
INSUFFICIENTE
conoscenze confuse e frammentarie.
3
4
Competenze parzialmente rispondenti agli obiettivi prefissati;
INSUFFICIENTE
conoscenze superficiali e generiche;
5
espressione con qualche errore e poco chiara.
Competenze rispondenti agli obiettivi prefissati;
SUFFICIENTE
conoscenze essenziali;
6
espressione con imprecisioni, ma chiara;
Competenze pienamente rispondenti agli obiettivi prefissati;
DISCRETO
conoscenze precise;
7
espressione chiara.
Competenze soddisfacenti e rispondenti agli obiettivi prefissati;
BUONO
conoscenze sicure e ampie;
8
espressione appropriata e fluida.
OTTIMO
Competenze pienamente soddisfacenti e rispondenti agli obiettivi prefissati;
conoscenze ampie e approfondite;
espressione fluida, appropriata, brillante; originalità e contributi personali.
9 - 10
In ogni caso il Consiglio di classe può tener conto:
• degli effettivi apporti formativi e culturali che la scuola ha potuto fornire,
• delle risposte dello studente relativamente al rendimento scolastico, all’impegno nello
studio ed alla partecipazione alle iniziative didattiche e formative;
• delle fondate possibilità che lo studente consegua gli obiettivi nel tempo rimanente del
ciclo, attraverso ulteriori e specifiche sollecitazioni della scuola;
• dell’incidenza delle materie di indirizzo per la definizione di conoscenze e competenze
fondamentali riguardanti lo specifico profilo professionale
Il Consiglio di classe considera, quando ve ne sia la necessità, tutti gli elementi, anche non
strettamente scolastici, che “possono” aver incidenza sul rendimento scolastico.
18
5. Per le classi dalla prima alla quarta, secondo le disposizioni vigenti (decreti ministeriali 42 e
80 del 2007, O.M. del 5/11) in occasione degli scrutini finali, il Consiglio di classe, in base
al numero e alla tipologia delle eventuali insufficienze, delibera:
a) La promozione alla classe successiva quando gli allievi presentano la sufficienza (6/10) in ciascuna
disciplina
b) La non promozione alla classe successiva degli alunni i quali, pur avendo usufruito delle opportunità di
recupero offerte dall’Istituzione scolastica,
abbiano ottenuto al termine dell’a.s. il giudizio di “ netta insufficienza” in più discipline;
abbiano rivelato ancora gravi carenze sia nell’apprendimento delle conoscenze di base (i contenuti e
le abilità fondamentali indicati nella programmazione di ogni docente), sia nell’acquisizione di un
metodo di studio per procedere autonomamente sulla strada di un recupero in tempi brevi;
non siano, quindi, in grado di poter frequentare con una minima possibilità di successo la classe
successiva considerata la gravità delle lacune;
non abbiano partecipato con convinzione al dialogo educativo.
Gli esiti ottenuti potranno dar luogo anche ad un riorientamento da parte del Consiglio di classe verso un
indirizzo di studi più idoneo alle attitudini dello studente.
c) la sospensione del giudizio nel caso sia possibile
per gli studenti raggiungere obiettivi
formativi/contenutistici nelle varie discipline prima dell’inizio dell’anno scolastico successivo (insufficienze
recuperabili in tempi brevi).
Il Consiglio informerà la famiglia relativamente ai voti proposti nelle materie risultate insufficienti e su:
1) natura delle carenze (comprensione-produzione-organizzazione-autonomia-impegno);
2) attività di recupero proposta dalla scuola;
3) modalità e tempi della verifica per il superamento del debito assegnato.
CRITERI PER PER L’AMMISSIONE ALL’ESAME DI STATO
Per le classi quinte, il Consiglio di classe, in piena autonomia deciderà se ammettere
all’esame di stato gli alunni per i quali i docenti presentino proposte di voto non sufficienti,
valutando complessivamente l’impegno dell’alunno, la qualità del percorso formativo che
lo studente ha compiuto nel suo insieme e nell’intero anno scolastico corrente, e quindi la
possibilità che lo studente possa comunque affrontare positivamente l’esame.
Per la valutazione delle simulazioni delle prove scritte dell’Esame di Stato si utilizza la
seguente tabella:
19
TABELLA DI CONVERSIONE VOTI IN DECIMI – VOTI IN QUINDICESIMI
Voto
Voto in decimi
in quindicesimi
1-3
1-4
3,5
5
4
6
4,5
7
5
8
5,5
9
6
10
6,5
11
7
12
7,5
13
8 - 8,5
14
9 - 10
15
20
CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DEL VOTO DI CONDOTTA
Ai sensi del Decreto 16 gennaio 2009, n. 5 del MIUR, il Consiglio di classe tiene conto dell’insieme dei comportamenti posti in
essere dallo stesso durante il corso dell’anno. Inoltre la valutazione espressa in sede di scrutinio intermedio o finale non può riferirsi
ad un singolo episodio, ma deve scaturire da un giudizio complessivo di maturazione e di crescita civile e culturale dello studente in
ordine all’intero anno scolastico. In particolare, tenuto conto della valenza formativa ed educativa cui deve rispondere l’attribuzione
del voto sul comportamento, il Consiglio di classe tiene in debita evidenza e considerazione i progressi e i miglioramenti realizzati
dallo studente nel corso dell’anno.
La valutazione del comportamento inferiore alla sufficienza, ovvero a 6/10, riportata dallo studente in sede di scrutinio finale,
comporta la non ammissione automatica dello stesso al successivo anno di corso o all’esame conclusivo del ciclo di studi.
I criteri per l’attribuzione del voto di condotta sono i seguenti:
10
9
Frequenza
Regolare
Puntualità
Pieno rispetto degli orari e delle consegne nella attività scolastica
Rispetto del regolamento
Condivisione e assunzione di responsabilità nei diversi momenti della vita
scolastica
Partecipazione all’attività didattica
Ruolo propositivo e/o attivo sostenuto da particolare interesse
Frequenza
Regolare
Puntualità
Pieno rispetto degli orari e delle consegne nella attività scolastica
Rispetto del regolamento
Condivisione e assunzione di responsabilità nei diversi momenti della vita
scolastica
Partecipazione alla attività didattica Ruolo attivo sostenuto da interesse
8
Frequenza
Sostanzialmente regolare
Puntualità
Sostanziale rispetto degli orari e delle consegne nella attività scolastica
Rispetto del regolamento
Osservanza sostanziale delle regole della vita scolastica
Partecipazione alla attività didattica Atteggiamento prevalentemente responsabile
7
Frequenza
Non sempre regolare
Puntualità
Discontinuo rispetto degli orari e/o delle consegne nella attività scolastica
Rispetto del regolamento
Episodi di mancata applicazione delle regole delle vita scolastica
Partecipazione alla attività didattica Atteggiamento poco responsabile, eventualmente già segnalato su registro
di classe
6
Frequenza
Assenze strategiche
Puntualità
Mancato rispetto degli orari e/o delle consegne nella attività scolastica
Rispetto del regolamento
Violazioni delle regole delle vita scolastica o segnalate da rapporti sul
registro di classe o sanzionate da provvedimenti disciplinari del C.d.C.
Partecipazione alla attività didattica Atteggiamento passivo, disinteresse e/o episodi di disturbo nella attività
didattica
5
In presenza di comportamenti di particolare gravità per i quali siano previste sanzioni disciplinari che
comportino l’allontanamento temporaneo dello studente dalla comunità scolastica per periodi superiori a
quindici giorni (art. 4, commi 9, 9 bis e 9 ter dello Statuto) e quando nel corso dell’anno l’alunno sia stato
destinatario di almeno una di tali sanzioni disciplinari e, successivamente, non abbia dimostrato
apprezzabili e concreti cambiamenti nel comportamento, tali da evidenziare un sufficiente livello di
miglioramento nel suo percorso di crescita e di maturazione. Nella valutazione del trimestre il cinque in
condotta potrà essere attribuito anche in presenza
di sospensioni inferiori ai quindici giorni se
opportunamente motivate dal C.d.C.
21
IL SISTEMA DEI CREDITI
Il credito scolastico è un punteggio che
viene attribuito dai Consigli di classe, nello
scrutinio finale delle classi terza, quarta e
quinta, ad ogni alunno promosso tenendo
conto del:
- grado di preparazione complessiva,
con riguardo al profitto conseguito nelle
varie discipline;
- assiduità della frequenza scolastica;
- interesse ed impegno nella
partecipazione al dialogo educativo,
- partecipazione alle attività
complementari ed integrative
organizzate nell’ambito scolastico;
- esistenza di crediti formativi esterni.
*
* il credito formativo
Il credito formativo consiste in una
“qualificata esperienza” acquisita fuori della
scuola in ambiti della società civile relativi ad
attività culturali, artistiche e ricreative, alla
formazione
professionale,
al
lavoro,
all’ambiente, al volontariato, alla solidarietà,
alla cooperazione, allo sport.
L’esperienza deve essere documentata da
parte degli enti o associazioni presso i
quali è stata effettuata.
I Consigli di classe, sulla base dei criteri
deliberati dal Collegio dei docenti in relazione
agli obiettivi formativi ed educativi propri del
corso di studio, valutano se riconoscere il
credito formativo presentato nell’attribuzione
del punteggio complessivo del credito
scolastico, che comunque non può eccedere
la fascia individuata in base alla media dei
voti (vedi tabella sotto riportata)
Il punteggio viene attribuito in base alla
tabella sotto indicata. Non viene attribuito
alcun punteggio per gli anni in cui l’alunno
non consegue la promozione.
La somma dei punteggi ottenuti negli
ultimi tre anni (25 è il massimo dei punti
attribuibili),
costituisce
un
credito
scolastico che si aggiunge ai punteggi
ottenuti nelle prove scritte ed orali di
esame per formare il voto finale in
centesimi.
Criteri per l’attribuzione
formativo: sono valutabili
del
credito
le esperienze artistiche e culturali strutturate
come corsi di lingue, di grafica, di musica
ecc.
corsi di formazione professionale
esperienze di lavoro significative
Per aspirare alla lode nell’esame di Stato
è necessario avere il credito massimo e
nessun voto inferiore ad otto decimi per
ogni anno del triennio.
M=6
6<M≤7
7<M≤8
8<M≤9
9 < M ≤ 10
I anno
3-4
4-5
5-6
6-7
7-8
esperienze nell’ambito delle associazioni del
terzo settore
sport a livello agonistico
II anno
3-4
4-5
5-6
6-7
7-8
III anno
4-5
5-6
6-7
7-8
8-9
NOTA - M rappresenta la media dei voti conseguiti in sede di scrutinio finale di ciascun anno scolastico. Al
fini dell’ammissione alla classe successiva e all’ammissione all’esame conclusivo del secondo ciclo di
22
istruzione, nessun voto può essere inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate
con l'attribuzione di un unico voto secondo l'ordinamento vigente.
Sempre ai fini dell’ammissione alla classe successiva e dell’ammissione all’esame conclusivo del secondo
ciclo di istruzione, il voto di comportamento non può essere inferiore a sei decimi. Il voto di comportamento,
concorre, nello stesso modo dei voti relativi a ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con
l’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento vigente, alla determinazione della media M dei voti
conseguiti in sede di scrutinio finale di ciascun anno scolastico.
Il credito scolastico, da attribuire nell'ambito delle bande di oscillazione indicate dalla precedente tabella, va
espresso in numero intero e deve tenere in considerazione, oltre la media M dei voti, anche l'assiduità della
frequenza scolastica, l'interesse e l'impegno nella partecipazione al dialogo educativo e alle attività
complementari ed integrative ed eventuali crediti formativi. Il riconoscimento di eventuali crediti formativi non
può in alcun modo comportare il cambiamento della banda di oscillazione corrispondente alla media M dei
voti.
Indicazioni date dal Collegio Docenti ai Consigli di classe per l’attribuzione del credito:
• Se la media dei voti è uguale o superiore allo 0,5 si attribuisce il credito più alto della fascia
Se la media dei voti è inferiore a 0,5 si può attribuire il punteggio massimo della fascia se vi sono
almeno due elementi positivi tra i seguenti:
-
assiduità nella frequenza,
-
partecipazione al dialogo educativo,
-
partecipazione alle attività complementari ed integrative organizzate dalla scuola,
-
crediti formativi esterni.
•
si attribuisce il punteggio minimo di fascia allo studente ammesso all’esame di stato a
maggioranza
si attribuisce il punteggio minimo di fascia, nel caso di promozione alla IV o V, allo studente
che a giugno ha avuto la sospensione di giudizio in due o più materie.
•
N.B. sono da considerarsi attività complementari ed integrative:
• l’insegnamento della religione cattolica
• l’insegnamento della materia alternativa
• studio aggiuntivo di una disciplina o potenziamento disciplinare
• il Centro sportivo scolastico
• tutte le attività extracurriculari organizzate dalla scuola che il c.d.c. considera rilevanti per il
loro impegno orario
• attività di tutoraggio agli alunni
NORMATIVA SULLE ASSENZE AI FINI DELLA VALUTAZIONE
Limite massimo delle assenze per la valutazione.
L'art. 14, co. 7, del DPR 122/09 recita: "A decorrere dall'anno scolastico di entrata in
vigore della riforma della scuola secondaria di secondo grado, ai fini della validità dell'anno
scolastico ... omissis ... è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell'orario annuale
personalizzato."
Il Collegio Docenti, nella seduta del 27/11/2012, ha deliberato quanto segue:
23
•
•
il limite massimo delle assenze sarà calcolato aggiungendo ai 50 giorni (un quarto
del monte orario annuale curricolare) anche un quarto dell'orario delle attività
extracurricolari frequentate dall'alunno;
in casi eccezionali, è prevista una motivata e straordinaria deroga al suddetto limite,
purchè tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la
possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati.
Sono da considerarsi deroghe in caso di superamento del limite massimo delle ore
di assenza nell'anno scolastico:
•
gravi motivi di salute;
•
terapie e/o cure programmate;
•
donazioni di sangue;
•
partecipazione ad attività sportive e agonistiche organizzate da federazioni
riconosciute dal CONI;
•
adesione a confessioni religiose per le quali esistano specifiche intese che
considerano il sabato come giorno di riposo;
•
assenze per gravissimi ed eccezionali motivi personali e/o familiari (lutti, malattie,
gravi impedimenti tempestivamente comunicati ).
La famiglia dovrà, in questi casi, presentare domanda di deroga, tramite il modello
presente nel sito dell'Istituto, allegando la documentazione relativa.
INFORMAZIONI ALLE FAMIGLIE SULL’ANDAMENTO SCOLASTICO
Il Gobetti-Volta considera fondamentale instaurare un canale di comunicazione con le famiglie il
più possibile efficiente ed aggiornato.
Per questo è fondamentale che le famiglie consultino regolarmente il sito web dell’Istituto
(www.gobettivolta.gov.it) che è il mezzo principale di informazione su tutte le attività che si
svolgono nella scuola e le opportunità offerte agli studenti, anche perché la comunicazione
cartacea, pur presente e puntuale, molto spesso non arriva alle famiglie per la dimenticanza degli
alunni.
Sul sito è possibile anche, tramite registrazione, accedere all’area riservata per la visualizzazione
delle assenze degli alunni da parte delle famiglie.
L’Istituto appresta un calendario per i ricevimenti individuali dei singoli docenti e per quelli
pomeridiani generali (uno a novembre e uno ad aprile).
24
CALENDARIO RICEVIMENTI ANTIMERIDIANI
TRIMESTRE: dal 22 al 27 ottobre, dal 5 al 17 novembre e dal 1 al 7 dicembre 2012
PENTAMESTRE: dal 7 al 19 gennaio, dal 28 gennaio al 2 febbraio, dal 4 al 16 marzo, dal 6 all’11
maggio e dal 20 al 25 maggio 2013
COGNOME E NOME
AGAPITO MASSIMO
ANASTASIA NUNZIA LOREDANA
ANGIOLINI ELISA
ANGIONI MAURO
ANZIDEI MARIA
ORARIO RICEVIMENTO
MARTEDI' 12,00-13,00
GIOVEDI' 10,00-10,50
VENERDI' 10,00-10,50
VENERDI' 11,'5-12,00
GIOVEDI' 12,00-13,00
ARA ALBERTO
MARTEDI' 9,00-10,00
BALLERINI MARIA CHIARA
GIOVEDI' 11,05-12,00
BARTOLETTI MARIA
LUNEDI' 10,00-10,50
BASSETTI MAURIZIO
SABATO 10,00-10,50
BAUSCHULTE NORA
GIOVEDI' 10,00-10,50
BAUSO M.CONCETTA
GIOVEDI' 9,00-10,00
BENVENUTI MARTA
LUNEDI' 9,00-10,00
BERNARDINI MAURETTA
LUNEDI' 11,05-12,00
BERNI PAOLA
MERCOLEDI' 11,05-12,00
BIGIARINI OLIMPIA
LUNEDI' 9,00-10,00
BINAZZI STEFANO
GIOVEDI' 10,00-10,50
BINI LAURA
MARTEDI' 9,00-10,00
BOCCI LUCIANO
VENERDI' 9,00-10,00
BONACCINI RICCARDO
MARTEDI' 10,00-10,50
CAMILLI FRANCO
DABATO 9,00-10,00
CECCARANI CLAUDIA
GIOVEDI' 10,10-11,05
CECCARELLI SCILLA
SABATO 10,00-10,50
CRESCENZI PINA
LUNEDI' 9,00-10,00
CURRADI LAURA
VENERDI' 10,00-10,50
DE BENEDICTIS FRANCESCO
VENERDI' 10,00-10,50
DELLA NAVE MILA
GIOVEDI' 10,00-10,50
FERRANTINI DANIELA
GIOVEDI' 10,00-10,50
FERRISI PIETRO ANTONIO
GIOVEDI' 10,00-10,50
FIBBI LUCIA
MARTEDI' 11,05-12,00
FIORE GIULIANA
MERCOLEDI' 10,00-10,50
FIUSCO ANNA
SABATO 9,00-10,00
FRANCESCHINI PIERFRANCESCO
VENERDI' 10,00-10,50
FRANCONI ELISIANA
VENERDI' 9,00-10,00
FRATI ANGELA
MARTEDI' 9,00-10,00
GABAI LARISA
MARTEDI' 13,00-13,50
GAMBINO GIUSEPPE
MARTEDI' 11,05-12,00
GATTI UBERTO
MARTEDI' 10,00-10,50
25
GIANNETTI FRANCESCA
GIOVEDI' 8,10-9,00
GIGLI MARCO
GIOVEDI' 9,00-10,00
GRANCHI SIMONA
GIOVEDI' 12,00-13,00
GRAZI TATIANA
MARTEDI' 10,00-10,50
GUARASCIO GIUSEPPE
VENERDI' 9,00-10,00
GUIDOTTI ANDREA
LUNEDI' 12,00-13,00
LAB.CHIMICA
LUNEDI' 10,00-10,50
LAB.DISEGNO
MERCOLEDI' 9,00-10,00
LAB.FISICA
MARTEDI' 10,00-10,50
LAB.INFORMATICA
MARTEDI' 12,00-13,00
LAMIA ANGELA
LUNEDI' 11,05-12,00
LANCIANO FRANCO
VENERDI' 9,00-10,00
LANDI LUCIA
LUNEDI' 11,05-12,00
LETT.FRANCESE
MARTEDI' 9,00-10,00
MAGINI STEFANO
SABATO 10,00-10,50
MALENTACCHI ELISA
VENERDI' 9,00-10,00
MANCINI MARCO
MARTEDI' 9,00-10,00
MARINEZZI LUCIA
SABATO 10,00-10,50
MARTELLUCCI FILIPPO
LUNEDI' 11,05-12,00
MARTINI SANDRA
GIOVEDI' 11,05-12,00
MASINI LAURA
LUNEDI' 12,00-13,00
MASTROGIOVANNI M.ESTER
MARTEDI' 10,00-10,50
MATEMATICA
MARTEDI' 10,00-10,50
MAURINI LORELLA
VENERDI' 12,00-13,00
MODI SARA
MERCOLEDI' 11,05-12,00
MOLINA VICTORIA
GIOVEDI' 13,00-13,50
MORETTI SILVIA
GIOVEDI' 10,00-10,50
MORI ELISABETTA
GIOVEDI' 10,00-10,50
MULINACCI BEATRICE
GIOVEDI' 9,00-10,00
NANNELLI GIOIA
MARTEDI' 12,00-13,00
ORTUSI FRANCESCA
GIOVEDI' 11,05-12,00
PALACINO BIAGIO
MERCOLEDI' 10,00-10,50
PANZARINI SILVANA
GIOVEDI' 11,05-12,00
PAOLI ELISABETTA
MARTEDI' 10,00-10,50
PARRONCHI ELENA
SABATO 11,05-12,00
PELLIZZARI ANDREA
MERCOLEDI' 12,00-13,00
PERLINI LUCA
MARTEDI' 10,00-10,50
PIPICELLA GRAZIELLA
MARTEDI' 13,00-13,50
RENZONI NAZARIO
MARTEDI' 12,00-13,00
RIZZO ANNA MARIA
MARTEDI' 9,00-10,00
ROBERTI M.ANTONIETTA
VENERDI' 11,05-12,00
SANTINI MARCO
VENERDI' 11,05-12,00
SIGNORINI ALICE
LUNEDI' 9,00-10,00
26
SIMPSON IRENE SYLVIA
VENERDI' 9,00-10,00
SPERANZA LUCIA
VENERDI' 9,00-10,00
STANZIOLA FILOMENA
SABATO 10,00-10,50
TABOCCHINI ANNA MARIA
VENERDI' 9,00-10,00
TAMBURRO SONIA
MARTEDI' 9,00-10,00
TONIONI FABIO
MERCOLEDI' 12,00-13,00
VIRDIA LAURA
MARTEDI' 10,00-10,50
In particolare illustriamo modalità e tempi delle comunicazioni:
PERIODO
MODALITA’
Responsabile della
comunicazione
OTTOBRE
COLLOQUIO
NOVEMBRE
COLLOQUI
POMERIDIANI
SCUOLA-FAMIGLIA
???
PAGELLE
e SCHEDA
CARENZE
COORDINATORE DI
CLASSE
(segreteria didattica)
DICEMBRE
MARZO
APRILE
GIUGNO
COMUNICAZIONE
DEL SUPERAMENTO
O MENO DEL
DEBITO sulle
discipline insufficienti
del trimestre
CONSIGLI DI
CLASSE CON
RICEVIMENTO
GENITORI
PUBBLICAZIONE
ESITI DI FINE ANNO
COMUNICAZIONE
DELLE MATERIE
CON SOSPENSIONE
DEL GIUDIZIO E
DELLE CARENZE
LIEVI
COORDINATORE DI
CLASSE
NOTE
In
presenza
di
situazioni
particolarmente difficili rilevate dal
C.d.C invitata la famiglia ad un
colloquio individuale per interventi di
recupero immediati
BIENNIO: 21 NOVEMBRE ORE 15-19
COORDINATORE DI
CLASSE
(segreteria didattica)
COORDINATORE DI
CLASSE
(segreteria didattica)
SEGRETERIA DIDATTICA
TRIENNIO: 22 NOVEMBRE ORE 1519
La scheda indica le carenze
individuate nelle varie discipline e in
quali materie verranno attivati i corsi
di recupero
Il superamento del debito registrato nel
trimestre viene accertato, dal docente
della classe, entro il 23 febbraio,
mediante prove scritte e/o orali,
comunque documentate, sugli obiettivi
minimi della disciplina
Segnalazione delle situazioni gravi
durante il ricevimento del C. di C. o, se
i genitori non sono presenti, tramite
consegna all’alunno e restituzione al
coordinatore di classe del tagliando di
presa visione.
Nelle materie con sospensione del
giudizio verranno effettuate prove di
verifica a settembre per l’ammissione
alla classe successiva
27
SOSTEGNO ALLA DIDATTICA
RECUPERO – DISABILI – DSA – ALUNNI STRANIERI
ATTIVITA’ DI RECUPERO
Per gli alunni in difficoltà nel corso dell’anno si realizzano varie attività di recupero e di
consolidamento:
• corsi di recupero, organizzati nei periodi successivi agli scrutini del trimestre e del
pentamestre;
• pausa didattica (PAD), nella prima settimana del pentamestre a gennaio: le lezioni di tutte
le discipline sono incentrate sulla revisione dei contenuti svolti;
• sportelli didattici tenuti dai docenti dell’Istituto, ai quali gli studenti possono rivolgersi, su
prenotazione, per chiarimenti, spiegazioni riguardanti gli aspetti teorici e applicativi;
• interventi di emergenza (SOS), che consistono in ore di sostegno pomeridiano decisi dal
docente delle classe in accordo con i propri studenti in caso di esigenze particolari.
Per creare le condizioni più idonee ad un recupero efficace, che sia in armonia con le lezioni
curriculari senza costituire per gli studenti eccessivo aggravio, da qualche anno il piano annuale
dell’Istituto prevede nel mese di febbraio una settimana di sospensione dalla didattica ordinaria, in
cui si svolgono corsi di recupero e attività di valorizzazione dell’eccellenze, su base volontaria.
In seguito al Decreto Ministeriale n. 80 del 3 ottobre 2007. / O.M. 6 novembre 2007 sulle attività di
recupero da attuarsi nel corso dell’anno scolastico l’Istituto ha elaborato un piano annuale.
Periodo
In tutto l’anno
scolastico
Descrizione intervento
Destinatari
SOS : interventi di sostegno effettuati dal docente Singoli studenti
(con un minimo di
delle classe in accordo con i propri studenti
3)
Dal 4 novembre al 7
dicembre 2012 e dal
14 gennaio al 2
febbraio, dal 3 al 20
aprile e dal 2 al
31maggio 2013
Sportelli: alcuni docenti saranno disponibili in orari e
giorni programmati per interventi di sostegno in
alcune discipline
Dal 7 al 12 gennaio
2013
Dal 4 al 9 febbraio
2013
Singoli studenti che
lo richiedono, con
un minimo di 5
alunni
P.A.D. - Attività di recupero in tutte le discipline in Tutte le classi
orario ordinario con sospensione temporanea dello
svolgimento regolare del programma e l’attivazione
di opportune operazioni di revisione e ripasso.
Settimana Intensiva di Recupero in alcune delle
discipline, secondo le indicazioni del Collegio, in cui
si sono verificate insufficienze nello scrutinio del
trimestre con obbligo di frequenza a scuola dei soli
studenti iscritti ai corsi di recupero. Negli intervalli fra
le lezioni di recupero gli studenti potranno rimanere
nelle aule assegnate per studio autonomo.
Studenti iscritti ai
corsi di recupero
28
Dall’11al 23 febbraio
2013
Fine giugno – luglio
2013
Ultima settimana di
agosto
Prove di verifica per tutte le discipline in cui si sono
registrate insufficienze nella pagella del trimestre.
Le prove possono essere effettuate anche in orario
pomeridiano
Verranno attivati in alcune discipline corsi, che
serviranno ad indicare agli studenti strumenti,
metodo ed obiettivi del percorso di recupero estivo.
Le famiglie potranno, dandone comunicazione
scritta, non avvalersi dei corsi di recupero.
Studenti con
insufficienze nella
pagella del
trimestre
Studenti con
sospensione del
giudizio
Potranno essere attivati in alcune discipline,
compatibilmente con le risorse disponibili, alcuni
incontri di consolidamento del percorso fatto e
di preparazione alle verifiche che si svolgeranno
subito dopo.
Studenti con
sospensione del
giudizio
Gli studenti dovranno comunque sottoporsi alle verifiche programmate prima dell’inizio del
successivo anno scolastico.
In base alle verifiche finali, oltre che ai risultati dell’intero anno scolastico il Consiglio di classe
riaprendo lo scrutinio deciderà l’ammissione o la non ammissione alla classe successiva e
l’assegnazione del credito (per le classi del triennio).
INTEGRAZIONE AUTONOMIA E PREPARAZIONE AL MONDO DEL LAVORO
ALUNNI DISABILI
L'Istituto in linea con la legge 104/1992 e secondo le indicazioni dell'Accordo provinciale per
l'integrazione scolastica e formativa degli alunni disabili si propone di creare le condizioni
favorevoli ad una reale integrazione scolastica e formativa degli studenti diversamente abili.
A questo scopo almeno due volte l'anno vengono convocati, tramite comunicazione scritta, i
Gruppi di lavoro: Cdc, famiglia, membri del Gruppo Operativo Multiprofessionale A.S.L. (NPI,
assistente sociale, educatori scolasti e domiciliari e eventuali altri esperti), eventuali referenti della
formazione professionale (Progetto VAI, Progetto DISCO, Collocamento Mirato della Provincia,
ecc.).
Si intende così rafforzare gli strumenti e le modalità di relazione tra le figure coinvolte nel Progetto
educativo dell’alunno certificato, per garantire la continuità del suo percorso formativo sia nel
passaggio da classe a classe sia da un ordine di scuola ad un altro sia, dopo il conseguimento
dell'obbligo scolastico, dal sistema scolastico al sistema formativo e/o al mondo del lavoro,
qualora previsto nelle indicazioni del Piano Educativo Individualizzato (PEI).
All'interno della struttura scolastica sono messe in atto le condizioni organizzative necessarie per
garantire la partecipazione degli studenti disabili ai viaggi di istruzione e alle uscite didattiche,
come l'affiancamento e il trasporto adeguati nell'ambito delle pari opportunità.
Ai sensi della legge 296/2006 e del DM 139/2007 che ha elevato l'obbligo di istruzione al 16° anno
di età e che conferma l'obbligo formativo fino al 18° anno d'età, per gli alunni disabili l'Istituto
prevede quindi due tipi di percorso:
- PERCORSO A che consente il conseguimento del Diploma avente valore legale, per
coloro che possono perseguire gli obiettivi previsti per il gruppo classe o almeno gli
obiettivi minimi, anche utilizzando strumenti compensativi e prove equipollenti.
- PERCORSO B che porta al conseguimento di un Attestato delle competenze acquisite, per
gli alunni certificati che seguono un programma differenziato, ma in grado di acquisire
abilità e competenze utili al loro futuro.
29
Alunni con handicap fisico, sensoriale e comunque in grado di seguire il percorso curriculare
Obiettivi minimi stabiliti nelle varie discipline a livello di coordinamento disciplinare per il biennio
e per le varie classi del triennio.
Possibilità di formulare, sulla base degli obiettivi della classe, obiettivi globalmente rapportabili
od equipollenti, a seconda delle potenzialità e delle capacità dell’alunno.
Possibilità di semplificare e/o ridurre i contenuti disciplinari pur mantenendoli funzionali al
raggiungimento degli obiettivi minimi della classe.
Presenza di insegnanti di sostegno nelle varie aree disciplinari.
Eventuale presenza di assistenti alla comunicazione.
Alunni con handicap psichico che presentano un ritardo cognitivo che impedisce il percorso
curricolare - Biennio:
Percorso con obiettivi differenziati, ma legato il più possibile alle attività svolte dal gruppo classe per
favorire l’integrazione dell’allievo nella classe.
Obiettivi didattici differenziati, adeguati al livello cognitivo dell’alunno e alle sue potenzialità, ma
riferibili agli obiettivi differenziati d’Istituto e mirati all’acquisizione/consolidamento delle abilità di
base sia in ambito linguistico che logico-matematico.
Obiettivi di tipo operativo sull’uso del computer (anche con attività individualizzate in laboratorio).
Obiettivi socio educativi per portare l’allievo ad interagire in maniera adeguata sia con i coetanei sia
con gli adulti, nel rispetto degli altri e delle regole sociali.
Insegnanti di sostegno ed educatori che collaborino con gli insegnanti curriculari per favorire il
perseguimento degli obiettivi cognitivi ed educativi.
Alunni con handicap psichico che presentano un ritardo cognitivo che impedisce il percorso
curricolare - Triennio:
Obiettivi di tipo pratico-operativo da raggiungersi attraverso attività concrete sviluppate attraverso
progetti interni alla scuola che possono prevedere convenzioni con Enti pubblici o privati del
territorio: attività pratiche da svolgersi in segreteria e/o in biblioteca, eventuali percorsi integrati
scuola–lavoro.
Obiettivi cognitivi di consolidamento e potenziamento delle competenze acquisite nel biennio e di
ampliamento delle conoscenze culturali di base.
Sviluppo di abilità pratico-operative relative alla conoscenza e all’uso dei software più comuni (Word,
Excel, Power point, Publisher, Internet e posta elettronica).
Insegnanti di sostegno ed educatori che collaborino con gli insegnanti curriculari per favorire il
perseguimento degli obiettivi operativi, cognitivi ed educativi.
Verifiche e valutazione:
Per il Percorso A i modi e criteri di valutazione come anche le verifiche sono uguali o equivalenti a
quelli del gruppo classe; per il Percorso B si elaborano verifiche semplificate e/o differenziate e
comunque la valutazione è riferita agli obiettivi differenziati stabiliti nel PEI.
La programmazione e la valutazione sono definite nel PEI e, a conclusione del percorso scolastico
e/o formativo, le competenze acquisite dagli alunni saranno certificate nel quadro della normativa
europea.
PROGETTI
ED
ATTIVITA'
DIVERSAMENTE ABILI
VOLTE
ALL'INTEGRAZIONE
DEGLI
STUDENTI
Per le/gli studenti portatori di handicap vengono sviluppati progetti mirati ad agevolare
l'inserimento nel gruppo e messi in atto percorsi integrati, che aiutino a sviluppare le abilità praticooperative, a potenziare le attitudini, a controllare la propria emotività, a favorire lo scambio e
interagire positivamente con gli altri. Inoltre vengono creati percorsi che favoriscano il graduale
inserimento nel mondo del lavoro.
30
• Progetto “Autonomia e preparazione al mondo del lavoro” 2012-13 – Alunni diversamente
abili
• Il progetto è rivolto ad alunni diversamente abili che seguono un percorso di tipo B.
Il progetto nasce dall’esigenza di offrire esperienze di tipo pratico per favorire l’acquisizione di
abilità manuali e operative funzionali sia all’autonomia nella vita quotidiana sia ad un auspicabile
futuro inserimento nel mondo del lavoro.
Le attività previste nel progetto hanno lo scopo di favorire l’acquisizione di competenze che
promuovano lo sviluppo globale della persona considerata sotto il profilo cognitivo, fisico, affettivo
e sociale.
Esse si articolano in sottoprogetti dei quali è responsabile la prof.ssa Ceccarelli.
PROGETTO SCUOLA-LAVORO collocamento mirato della Provincia e in generale con enti
territoriali che si occupano di inserimenti lavorativi, ha recepito la necessità di una maggiore
attenzione verso l’acquisizione di competenze che facilitino sia l’orientamento e, successivamente,
l’inserimento in un ambiente di lavoro. Competenze che devono aiutare gli alunni ad acquisire non
solo abilità pratiche ma anche una serie di comportamenti indispensabili per il successo
dell’inserimento:
rispetto delle regole
capacità di presentarsi bene e curare la persona
capacità di esprimersi in maniera semplice ma chiara
capacità di adattarsi all’ambiente lavorativo
capacità di autonomia lavorativa e negli spostamenti
gestione dell’ansia nei confronti del compito assegnato
acquisizione graduale di un metodo di pianificazione ed organizzazione del lavoro
(consapevolezza della sequenza delle azioni necessarie a svolgere una mansione)
potenziamento delle capacità di attenzione e di concentrazione, in particolar modo in
relazione al lavoro in autonomia.
valutazione di attitudini e potenzialitàLa scuola, in seguito agli incontri con i responsabili del
Attività:
•
Consolidamento nell’uso del computer (acquisire sempre maggior familiarità con i
programmi più comunemente usati) producendo elaborati utili alla comunità scolastica orari delle classi e dei singoli insegnanti, circolari, tabelle, registrazione quotidiana delle
assenze, ecc.
• Catalogazione, archiviazione di documenti, inserimento dati, uso della fotocopiatrice e del
fax, consegna documenti nei vari uffici e svolgimento di semplici commissioni all’ufficio
postale, fascicolazione, timbratura e spillatura di documenti.
• Inserimento dati relativi al carico e scarico delle merci e attività pratiche di magazzino.
• Riordino, catalogazione, archiviazione, compilazione documenti di prestito, inserimento dati
relativi ai testi.
• Fornire informazioni al pubblico e indirizzare nei vari uffici, smistare le telefonate e altre
mansioni non eccessivamente complesse.
• sapersi orientare in una mappa della città, saper consultare le previsioni del tempo, saper
individuare i dati significativi in volantini pubblicitari.
Svolgere attività di giardinaggio all’aria aperta. Migliorare la percezione temporale degli eventi
naturali. Rispettare tempi e impegni nelle diverse fasi evolutive delle piante. Potenziare la
percezione temporale delle fasi di maturazione di specie vegetali
31
PROGETTO LABORATORIO DI GIARDINAGGIO, ORTICOLTURA E VIVAISMO: SUPPORTO
DI ORIENTAMENTO VERSO ATTIVITA’ ALL’ARIA APERTA.
Per ampliare il bagaglio di conoscenze ed abilità operative con attività all’aria aperta, valutare
attitudini e potenzialità, imparare a lavorare in gruppo, migliorare la percezione temporale degli
eventi naturali e creare le condizioni per un più facile inserimento degli alunni disabili nei vari
progetti di scuola-lavoro della Provincia e di altri Enti del territorio, il progetto prevede attività
lavorative nel giardino della scuola con l’aiuto del collaboratore scolastico che ha grande
esperienza di giardinaggio e disponibilità verso gli alunni diversamente abili.
LABORATORIO DI ARTE, MUSICA E MOVIMENTO
Per stimolare la motivazione e l’iniziativa individuale, per conseguire una maggiore integrazione
senso-percettiva e coordinazione motoria, favorire lo scambio con l’altro e con il gruppo in modo
da percepire che ognuno è una risorsa ed il gruppo un’occasione speciale per investire il proprio
potenziale (autostima e fiducia), sviluppare la concentrazione e la canalizzazione dell’attenzione,
attivare il processo creativo, liberare gli accumuli emotivi, accrescere l’autocontrollo e migliorare la
comunicazione e lo scambio interpersonale, gli alunni faranno esercizi di rilassamento,
acquisiranno tecniche di riscaldamento volte alla concentrazione fluida, faranno movimenti di
rispecchiamento, amplificazione ed opposizione, useranno ritmi diversi ecc.
LABORATORIO DI ATTIVITA’ MANIPOLATIVE ED ESPRESSIVE
Per potenziare la manualità fine, migliorare la coordinazione oculo-motoria, affinare la percezione
e l’attenzione, esprimere la propria creatività (usando il tatto, l’odorato, la vista e l’udito), esternare
il proprio senso estetico con la creazione di oggetti, il progetto prevede attività di manipolazione
dell’argilla.
ATTIVITA' VOLTE ALL'ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI CON DISTURBI
SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO ( DSA )
Nella ferma convinzione che a tutti gli studenti debbano essere assicurate pari opportunità di
raggiungere adeguati livelli culturali, nell'Istituto vengono predisposti, come previsto dalla
normativa vigente, piani didattici personalizzati per alunni con DSA.
A questo scopo vengono messi in atto strumenti compensativi, che sostituiscano o facilitino la
prestazione richiesta nell'abilità in cui si riscontra il deficit, e strumenti dispensativi per sollevare lo
studente da una prestazione resa difficoltosa dal disturbo stesso.
Di conseguenza vengono utilizzate adeguate forme di verifica e di valutazione.
Ai sensi della legge 170/2010, le Linee guida per il diritto allo studio degli studenti con DSA hanno
individuato quali strumenti compensativi:
• la sintesi vocale, che trasforma un compito di lettura in un compito di ascolto
• il registratore, che consente all'alunno di non scrivere la lezione
• i programmi di videoscrittura con correttore ortografico, che permettono la produzione di
testi sufficientemente corretti senza l'affaticamento della rilettura e della contestuale
correzione di errori
• la calcolatrice
• altri strumenti tecnologicamente meno evoluti, quali tabelle, formulari, mappe concettuali,
ecc.
32
Anche sugli strumenti dispensativi sono state individuate alcune strategie come quella di
eliminare la prova scritta di una lingua straniera, in corso d'anno e in sede d'esame, e svolgere
prove sostitutive equivalenti con l'uso di un computer dotato di sintesi vocale oppure in forma
orale.
Il Consiglio di classe che accoglie gli alunni con DSA, informato all'inizio dell'anno sulle relative
problematiche, definisce quindi quali strategie didattiche mettere in atto.
La programmazione didattica degli interventi individualizzati e personalizzati, in accordo con la
famiglia ed eventualmente gli specialisti designati, sarà esplicitata e formalizzata in un documento
che indichi le forme più efficaci e flessibili per favorire il raggiungimento degli obiettivi di
apprendimento ( PDP ).
Per quanto riguarda la valutazione degli alunni con difficoltà specifica di apprendimento
debitamente certificata, si terrà conto del fatto che per valutare in modo giusto e corretto devono
essere utilizzati criteri differenti e cioè puntare più al contenuto dei temi che agli errori ortografici
oppure preferire le verifiche orali a quelle scritte.
ATTIVITA' VOLTE ALL'INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI
Per gli alunni stranieri che necessitano di supporto per l'acquisizione dell'italiano della
comunicazione e dei linguaggi settoriali, nell'Istituto viene realizzato un progetto di
ALFABETIZZAZIONE, che si svolge in parallelo alle lezioni curricolari in classe, fondamentali per
la socializzazione e di conseguenza per l'apprendimento della lingua.
Ogni anno, grazie a fondi messi a disposizione dall'Amministrazione comunale, dalla Regione, dal
MIUR, o da altri enti, vengono attivati corsi di lingua italiana (L2) diretti agli studenti con livelli di
apprendimento elementari o medi. Per quanti, pur avendo raggiunto un livello di competenza
linguistica soddisfacente, abbiano ancora bisogno di perfezionare l'italiano L2, vengono attivati
corsi di sostegno allo studio delle varie discipline (storia, matematica, chimica, economia, diritto,
scienze).
Per un positivo inserimento degli studenti stranieri nelle classi e per fornire loro gli strumenti
necessari per la verifica della scelta scolastica effettuata, la scuola prevede inoltre colloqui
preliminari fra il docente referente e le famiglie, in modo da poter analizzare attentamente la
situazione personale dei ragazzi (livello di scolarità, livello di conoscenza della lingua italiana,
motivazione allo studio).
Sono previsti anche incontri di “pronto intervento”, in collaborazione col Centro interculturale di
Pontassieve, per quegli studenti che, dopo un periodo breve di residenza in Italia, siano inseriti in
classi corrispondenti alla loro età, pur con evidenti carenze nella conoscenza della nostra lingua.
Questi studenti, dopo un test di ingresso che verifichi il livello di conoscenza della lingua italiana e
le competenze acquisite nelle discipline di indirizzo, potranno usufruire di un eventuale intervento
di mediazione linguistica e di un corso di italiano di base pomeridiano da svolgersi entro gennaio,
parallelamente alle normali attività scolastiche. Inoltre la scuola ha attivato forme di pear tutoring
(insegnamento tra pari) coinvolgendo i compagni della classe in cui gli studenti stranieri sono
inseriti, i quali, a turno, studiano insieme a loro un pomeriggio alla settimana. Tale attività prevede
l'acquisto di crediti per i tutor.
Successivamente i C.d.c. potranno stabilire percorsi didattici personalizzati per poter poi giungere
ad una uniformità della VALUTAZIONE che si atterrà alle Linee guida ministeriali, adattando i
tempi e gli obiettivi in relazione alla specifica situazione di partenza degli studenti.
33
PROGETTI
Accanto alla didattica curricolare, che costituisce l’aspetto fondante dell’insegnamento, si
pone la variegata offerta dell’attività progettuale, utile sia per l’integrazione e l’arrichimento
dei contenuti, sia nella pratica di metodi e strategie didattiche differenziate.
Per gli alunni è spesso occasione di scoperta di nuovi ambiti culturali, stimolo per interessi
da coltivare, opportunità di migliore conoscenza di sé e della realtà in generale, incentivo a
valorizzare le proprie attitudini.
Nell’ambito dei progetti il nostro istituto somma, sia nella storia del Gobetti che in quella
del Volta, una tradizione lunga di parecchi anni, segnata da una marcata vivacità
culturale, che il territorio ha da sempre riconosciuto alle due scuole.
Il lavoro progettuale si articola a volte in proposte di classe o di interclasse, in molti casi
coinvolge l’intero istituto oppure prevede la cooperazione di più scuole o si avvale della
collaborazione di enti esterni; certe iniziative vengono addirittura aperte al territorio,
condividendo in tal modo interessanti esperienze e preziosi momenti nell’ottica di
un’educazione permanente.
Esperienze all’estero
Scambi culturali
Nella tradizione di entrambi gli istituti di origine, Gobetti e Volta, il progetto di scambio ha
rappresentato sempre un momento fondamentale di arricchimento formativo e culturale, la
cui valenza è stata riconosciuta dai finanziamenti ministeriali ottenuti da molti progetti
Comenius presentati nel corso degli anni. Lo scambio prevede accoglienza reciproca nelle
famiglie degli studenti, la frequenza alle lezioni della scuola partner e un ricco programma
di attività culturali per conoscere il paese ospitante.
Nel Liceo Linguistico gli scambi culturali costituiscono parte integrante dell’insegnamento
delle Lingue Straniere, sono inseriti nella programmazione delle classi terza e quarta e si
svolgono quindi durante l’anno scolastico. I partner “storici” dell’ex istituto Volta sono l’Oak
Park River Forest High School di Chicago e la Ricarda Huch Schule di Hannover, con i
quali vengono organizzati scambi da più di 20 anni. L’Istituto fa parte inoltre
dell’associazione "European School Association" (E.S.A.), a cui aderiscono le seguenti
scuole europee: 'tAtrium - Amersfoort (NL); Lyceum OLV-ter-Nieuwe-Plant, Ieper (B);
Gymnasium an der Schweizer Allee, Dortmund (D); Spjelkavik videregaende skole,
Alesund (N); St. Tiernan's Community College, Dublino (IRL); Lycée Fréderic Ozanam,
Macon (F); Escola Secundaria de Silves, Silves (P); Peterhead Academy, Peterhead Scozia (UK); Obchodni Akademie, Liberac, Liberac (CZ); ESPAMOL, Lagoa (P).
Altre scuole partner, con cui da molti anni si sono fatti scambi nel Liceo Scientifico, sono
l’Istituto Széchenyi Ferenc Giminazium di Barcs, in Ungheria, il XLII Liceum Marii
Konopnickiej di Varsavia e il Sint Dimpnacollege di Geel in Belgio.
Soggiorni Studio
La scuola offre agli studenti nel corso dell’anno la possibilità di partecipare a soggiorni
studio all’estero, soprattutto in Gran Bretagna e Spagna. L’esperienza di soggiorno studio
è organizzata dall’insegnante di lingua straniera e si rivolge a classi intere. Gli studenti
34
seguono corsi di lingua in scuole selezionate, svolgono attività sportive e culturali nelle ore
pomeridiane ed alloggiano presso famiglie straniere.
Tirocinio in azienda all’estero
L’istituto offre agli studenti la possibilità di completare il proprio percorso formativo in un
contesto lavorativo all’estero, per mettere in pratica le conoscenze acquisite, conseguire
una maggiore autonomia, apertura e capacità di adattamento, perfezionare la padronanza
delle lingue straniere, e prepararsi ad un’eventuale mobilità professionale futura.
L'esperienza è nata presso l’Istituto A.Volta alla fine degli anni ’90 e viene riproposta ogni
anno, al termine dell’anno scolastico, alle classi quarte. I paesi dove viene svolto il tirocinio
sono Germania, Austria, Francia, Spagna ed Inghilterra.
Gli studenti svolgono tre settimane di esperienza all’estero, lavorando in aziende ed uffici,
alloggiano presso famiglie, imparano a interagire autonomamente in lingua straniera e a
conoscere il mondo del lavoro. Per preparare gli studenti all'esperienza vengono
organizzate attività specifiche con la collaborazione degli insegnanti e viene effettuato un
feedback al termine dell'attività svolta all'estero.
Il Programma Comenius
I progetti Comenius sono finanziati dall’Unione Europea con l’obiettivo di favorire il
contatto tra le diverse realtà europee, la conoscenza e il confronto tra i sistemi scolastici e
la pratica di un approccio didattico interdisciplinare e interculturale. Docenti e studenti
sono co-protagonisti dei progetti: lavorano insieme su temi comuni con i loro colleghi
partner e trovano nella mobilità, cioè nello scambio, momenti altamente formativi.
Il progetto che ci è stato finanziato per il biennio 2012-14 è TRACING OUR COMMON
EUROPEAN ROOTS Routes between humanities and science (TOCER) e i nostri partner
sono una scuola belga e una svedese. Ci si propone di costruire percorsi interdisciplinari
incentrati su temi e note personalità considerati da un punto di vista storico, filosofico,
scientifico e artistico/letterario, per approfondire la consapevolezza delle nostre comuni
radici europee, superare le difficoltà degli studenti nell'apprendimento delle materie
scientifiche e aprire una riflessione sulla programmazione interdisciplinare.
Quest'anno gli studenti approfondiranno il metodo della scienza, partendo dallo studio
dell'opera e del pensiero di Galileo, ma senza ignorare il contributo dato dai pensatori
greci al progresso del sapere scientifico e matematico. L'anno prossimo gli studenti
saranno impegnati a seguire l'evoluzione di alcuni concetti filosofico-scientifici (es. atomo,
forza ecc.), contribuendo alla realizzazione di un vocabolario scientifico multilingue. Un
laboratorio teatrale accompagnerà il progetto nei due anni, per giungere, alla fine del
secondo anno, alla realizzazione di uno spettacolo. All'interno del progetto sono previsti
scambi tra le classi italiane e le classi svedesi e belghe.
Nell’area umanistica si collocano i seguenti progetti:
Invito alla lettura
Per promuovere, potenziare, coltivare la passione della lettura, già quotidianamente
praticata nell’ambito dell’insegnamento curricolare, si sono realizzati negli anni cicli di
incontri con autori (ricordiamo Lorenza Mazzetti, i fiorentini Aiolli e Vichi, Francesco
Piccolo, Sandro Veronesi, Edoardo Nesi, Eva Cantarella, Vanni Santoni, Beppe Rosso,
Margherita Hack, Michela Murgia, Marco Malvaldi , Maria Pia Velardiano, Paolo Di
35
Stefano, Roberto Vecchia e Vanni Santoni), corsi di lettura guidata, seguita dall’analisi dei
testi, riflessioni e dibattiti fino alla partecipazione a iniziative su scala più vasta, quali, in
occasione dell’8 di Marzo, la celebrazione della letteratura al femminile con Dacia Maraini
o, ancora, la partecipazione annuale al Convegno di Studi pirandelliani ad Agrigento e ai
Colloqui fiorentini, una iniziativa volta ad approfondire la conoscenza di autori italiani
tramite il lavoro di ricerca e la partecipazione a Convegni Nazionali. Per alcune di queste
iniziative ci si avvale della collaborazione col Comune di Bagno a Ripoli e con Anna
Benedetti, curatrice di Leggere per non dimenticare.
Il quotidiano in classe
I docenti che aderiscono al progetto dedicano delle ore di lezione alla lettura dei giornali: Il
Corriere della Sera, La Nazione, e, nelle classi quarte e quinte, Il Sole 24 Ore.
All'improvviso Dante - 100 canti per firenze
La manifestazione “ALL'IMPROVVISO DANTE - 100 CANTI PER FIRENZE”, che si svolge
annualmente in Piazza s. Croce, prevede che gli studenti partecipanti si avvicendino nella
lettura dei Canti della Divina Commedia.
Sulla scrittura
Per consolidare le pratiche di scrittura e avviare al lavoro di redazione sono realizzati
progetti quali il Giornalino scolastico, on line e cartaceo, e Pretesti di scrittura:
quest’ultimo, rivolto a classi del biennio, nasce con l’intento di far recuperare, o acquisire,
familiarità con la comunicazione scritta rafforzando le competenze linguistiche ed avviando
al lavoro di redazione accurata di varie tipologie di testi, che confluiscano in una piccola
prova editoriale.
Storia dell’arte/ disegno
Accanto all’attività didattica svolta in classe vengono organizzate visite guidate a mostre,
partecipazione a laboratori interattivi, corsi monografici sono inoltre promossi dai singoli
docenti. Anche per il corrente anno scolastico è previsto un corso di disegno col computer
(CAD).
Corsi di preparazione alle certificazioni
Sono organizzati per gli studenti corsi pomeridiani di lingua straniera, tenuti all’interno
dell’Istituto da insegnanti madrelingua in collaborazione con i principali Istituti di diffusione
linguistica. I corsi permettono di accedere ad un esame finale per il conseguimento di una
certificazione europea (PET e First Certificate per la lingua inglese, DELF b1-b2 per la
lingua francese, DELE per la lingua spagnola, FIT per la lingua tedesca, BASE per quella
russa).
Communicating Art
Per acquisire competenze volte a saper accogliere, presentare, illustrare, interagire in
inglese su contenuti inerenti opere d'arte ad un pubblico di madrelingua, il progetto
prevede durante la settimana dedicata al Patrimonio Culturale, che la classe interessata
sia impegnata ad accogliere i visitatori delle Cappelle Medicee (Sacrestia Nuova) e
36
svolgere visite guidate in lingua inglese. Gli alunni dislocati all'ingresso della Sacrestia
Nuova devono fornire informazioni sulla struttura architettonica, i committenti medicei, i
materiali di costruzione prescelti, le sepolture e le opere di Michelangelo.
Teatro in lingua inglese
Si tratta di uno workshop, in cui si impara a conoscere la letteratura tramite una
partecipazione diretta alla recitazione.
Torneo di lettura in lingua spagnola
Per avviare in modo nuovo e piacevole alla lettura e all’interpretazione dei testi letterari,
per consolidare la pratica del lavoro di gruppo gli studenti possono partecipare a gare di
lettura di brani tratti dai classici.
Nell’ambito scientifico l’offerta progettuale è in continua evoluzione; negli ultimi anni
sono state sperimentate e ripetute numerose attività ed esperienze che sono risultate così
proficue da diventare anch’esse parte della tradizione.
Tra di esse si ricordano:
Biotecnologie e DNA ricombinante
È un corso rivolto a tutte le classi terze dell’indirizzo di liceo scientifico, consistente di una
serie di lezioni teoriche e pratiche tenute in orario pomeridiano da ricercatori dell’Istituto di
Antropologia Genetica dell’Università di Firenze. Oltre all’estrazione e all’analisi del DNA di
ogni partecipante, gli allievi vengono informati sulla situazione attuale relativa a problemi di
bioetica, ingegneria genetica, organismi geneticamente modificati.
Laboratorio di chimica
Il corso di laboratorio di chimica, in orario pomeridiano, dà la possibilità di ampliare e
approfondire con la pratica i temi fondamentali della chimica studiati al mattino. Alcune
esperienze riguardano, ad esempio, la produzione del sapone, l’analisi del titolo dell’acqua
ossigenata, lo studio dei sistemi tampone, la ricerca degli ioni nelle soluzioni.
Laboratorio di astronomia
Il corso di astronomia, grazie anche al nuovo telescopio acquistato dalla scuola, offre agli
studenti la possibilità, nelle serate invernali e primaverili, di cimentarsi nell’orientamento e
nella ricerca degli oggetti sulla sfera celeste, nello studio dei pianeti e della Luna,
mettendo direttamente in pratica le nozioni teoriche studiate. Vengono effettuate, inoltre,
alcune semplici misure come la quantità di energia che arriva dal Sole o l’altezza delle
montagne lunari, ripetendo le osservazioni di Galileo.
Gare di matematica
37
Ogni anno l’istituto partecipa con alcuni suoi rappresentanti alle gare di matematica che
vengono organizzate dall’Umi - Unione matematica italiana - e dalla Scuola Normale di
Pisa.
Pianeta Galileo
Cogliendo le iniziative promosse dal Consiglio Regionale della Toscana nell’Ottobre di
ogni anno, al fine di incentivare la comunicazione tra mondo della ricerca e mondo della
scuola, gli alunni possono partecipare ad un dibattito interdisciplinare, che vede
protagonisti i più noti tra gli accademici e gli scienziati intorno a temi di grande interesse su
discipline scientifiche e speculazione filosofica.
Il gioco degli scacchi
Il gioco degli scacchi, inteso quale strumento di potenziamento della capacità di
concentrazione e di analisi, viene praticato dai nostri alunni con eccellenti risultati. Nell’a.s.
2011-12 gli studenti vincitori del torneo interno all’istituto si sono classificati al primo posto
nella fase provinciale dei CGS, Campionati giovanili studenteschi di scacchi a squadre.
Nell’area tecnica particolare attenzione è rivolta alla diffusione
imprenditoriale e tecnologica con progetti consolidati negli anni, quali:
della
cultura
Macchine di Turing
Il progetto, oltre che presentare agli studenti uno dei momenti più importanti della
matematica del Novecento, introducendo il modello astratto degli elaboratori elettronici,
mira a fornire adeguata preparazione agli studenti che intendono partecipare alle gare di
informatica organizzate dall’Università di Pisa.
Festival d’Europa - Forum delle Scuole per acquisire una coscienza europea
Partecipiamo da tre anni al progetto con le seguenti attività: giornate di studio e di
approfondimento per gli alunni a scuola attraverso seminari tematici tenuti da esperti
universitari; giornate di approfondimento e spettacolo tenute nelle sedi opportune e
destinate agli alunni; approfondimento e aggiornamento destinato agli insegnanti. Nel
mese di marzo 2012 gli alunni dell’Istituto hanno partecipato ad una giornata di formazione
al Teatro Verdi di Firenze: l’evento ha previsto relazioni di professori universitari alternate
a spettacoli sui temi dell’Unione Europea. Tale iniziativa è organizzata dall’Università di
Pisa, Scuola Sant’Anna, dott. Castaldi e dall’Università di Firenze, Prof.ssa Fargion.
Percorsi triennali di Alternanza scuola lavoro (D. Lgs. n. 75/05)
L’Alternanza rappresenta una metodologia didattica innovativa che, nel rispetto
dell’autonomia scolastica e delle competenze istituzionali, coinvolge aziende ed enti del
territorio nel processo formativo favorendo l’orientamento al mondo del lavoro,
l’acquisizione di competenze trasversali, lo sviluppo di abilità relazionali e il potenziamento
di competenze tecnico-professionali.
Nel triennio dell’indirizzo economico, il percorso di istruzione viene integrato con
esperienze formative presso un'impresa/ente che, ogni anno, accoglie lo studente nel
proprio ambiente di lavoro e in accordo con i docenti tutor, lo impegna in un progetto
38
lavorativo specifico. Al termine del percorso viene rilasciata una certificazione relativa alle
competenze acquisite, che costituisce titolo spendibile nel mondo del lavoro.
Impresa Formativa Simulata
Studenti del triennio dell’indirizzo economico creano un’azienda virtuale che svolge attività
di mercato in rete (e-commerce), con il tutoraggio di un’azienda reale che costituisce il
modello di riferimento per ogni fase del ciclo di vita aziendale: dalla business idea al
business plan, dall’iscrizione alla Camera di Commercio e all’Ufficio del Registro alle
transazioni commerciali, dalle operazioni finanziarie agli adempimenti fiscali. Tutti i
soggetti coinvolti interagiscono tramite il portale IFS su internet, gestito dal MIUR. La rete
telematica è usata come supporto tecnologico nel processo formativo.
Idee d’impresa
Gli studenti del V anno dell’indirizzo economico, suddivisi in piccoli gruppi, affrontano le
problematiche relative alla creazione d’impresa con lo sviluppo di una propria idea
imprenditoriale e la realizzazione del Business Plan di startup in forma multimediale e
partecipano a progetti specifici promossi da enti e associazioni (Camera di Commercio,
Confindustria, Regione, Fabricaethica).
Visite aziendali
Conoscenza di realtà aziendali significative presenti sul territorio, mediante visite ed
incontri formativi con i relativi responsabili.
Per le attività sportive vengono organizzati corsi pomeridiani di approfondimento degli
sport principali e di preparazione alle varie competizioni di Istituto, provinciali, regionali e
nazionali.
Lo sport è comunque fondamentalmente praticato come strumento per migliorare la
conoscenza di sé e la capacità di confrontarsi con gli altri. Infatti l’occasione della pratica
sportiva e della competizione è colta per educare ai valori di onestà, rispetto e correttezza
e per consolidare tra i partecipanti, compresi gli ufficiali di gara e il pubblico, atteggiamenti
improntati alla solidarietà e alla cooperazione, senza i quali non può aver luogo nessun
proficuo confronto.
Stage scuola-lavoro
Tutte le classi quarte degli indirizzi Liceo linguistico, Istituto tecnico per Informatica e
telecomunicazioni e Istituto tecnico per Amministrazione, Finanza e Marketing svolgono
tre o quattro settimane di attività lavorativa in aziende italiane o estere, in genere durante il
mese di settembre o di giugno. Nelle classi del liceo scientifico la scuola lavoro viene
invece proposta su base volontaria: gli alunni che ne fanno richiesta vengono indirizzati
per periodi di una/ due settimane presso archivi, biblioteche, ospedali ed altri enti o
aziende che annualmente ci segnalano la disponibilità ad accoglierli.
Costituiscono inoltre progetti fondamentali per la formazione umana e civica dei
nostri studenti:
Educazione ai diritti, alla pace e alla legalità
39
Le attività che si riferiscono a questo ambito sono molteplici e variamente articolate:
possono consistere di cicli di lezioni, a cura dei docenti e di esperti esterni, incontri e
dibattiti su temi quali i diritti umani, la giustizia, la cultura della legalità, la multietnicità, i
processi di globalizzazione ed hanno come fine quello di educare le nuove generazioni a
conoscere e a praticare i diritti nel rispetto di ogni persona. Attraverso specifiche iniziative
quali la celebrazione della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, il 10
Dicembre, e la commemorazione del Giorno della Memoria, il 27 Gennaio, la
Passeggiata della Memoria, organizzata il 25 Aprile in collaborazione con l’ANPI e il
Comune di Bagno a Ripoli, si illustrano momenti fondamentali nella nostra storia e si
sollecita alla riflessione critica; con i medesimi intenti trovano spazio proposte di impronta
trasversale volte a valorizzare i contenuti etici e sociali nelle varie discipline. Ha sede
presso il nostro Istituto il Centro di educazione ai diritti e alla pace, istituito insieme ai
rappresentanti del Comune di Bagno a Ripoli per promuovere la raccolta e la diffusione di
informazioni e altro materiale a docenti e studenti e al territorio. Alcune classi partecipano
al progetto Giovani sentinelle della legalità, promosso dalla fondazione Caponnetto. Per
l’anno in corso è previsto di ospitare presso la sede dell’Istituto l’evento Di razza umana:
una mostra per disimparare il razzismo.
Educazione alla salute
Vengono organizzati cicli di incontri-lezione, articolati per livelli di età nel gruppo classe o
a classi parallele, con la collaborazione della ASL di Firenze ed interventi di esperti
esterni, per fornire agli/le alunni/e una informazione corretta e completa nei vari ambiti –
educazione sessuale, educazione alimentare, prevenzione contro le dipendenze,
donazione del sangue, volontariato e solidarietà- perché i giovani siano aiutati/guidati a
raggiungere un equilibrio psicofisico e una giusta percezione di sé e degli altri e siano
avviati a saper riconoscere le cause di atteggiamenti devianti e quindi a saper elaborare
modelli di comportamento coscienti e responsabili. E’ attivo inoltre presso l’Istituto un
centro di ascolto gestito da esperti, con lo scopo di fornire informazione e consulenza
agli studenti e alle famiglie in merito a problematiche di carattere educativo e relazionale.
Educazione all’ambiente
In questo ambito si collocano i molteplici progetti pertinenti alla conoscenza e alla tutela
del patrimonio ambientale. Ci si propone di favorire tra gli alunni, con la collaborazione del
personale tutto, l’acquisizione di abitudini corrette riguardo alla gestione dei rifiuti
all’interno della scuola. Tramite la rilevazione dei consumi energetici, termici ed elettrici
all’interno dell’istituto vengono individuati gli interventi tesi a risparmiare energia attraverso
un suo uso più razionale. Il progetto La scuola verso una nuova era solare si muove
nella direzione dell’educazione all’uso consapevole ed al riuso delle risorse. Una scuola
di serie A++, proposto per l’anno in corso, è mirato a rafforzare la partecipazione
democratica al piano energetico sul territorio comunale: gli alunni, con esperti
dell’associazione Sociolab e con la collaborazione del Comune di Bagno a Ripoli,
individueranno le buone pratiche, valuteranno, daranno indicazioni e suggerimenti in
merito alle problematiche ambientali nel territorio del Comune.
Laboratori di teatro
L’attività di teatro appartiene ad una tradizione radicata nella storia di entrambi gli istituti di
origine, Volta e Gobetti. La passione per lo spettacolo e la convinzione profonda della
valenza educativa della recitazione connessa con attività di studio e di ricerca, insieme
all’esercitazione alla cooperazione, all’acquisizione della capacità di lavorare in team,
40
hanno da decenni sostenuto con profitto e successo la pratica teatrale. Due sono i
laboratori di teatro, eredi della tradizione passata degli istituti.
Il laboratorio di teatro coordinato dalla prof.ssa Franconi ha messo in atto lo scorso anno
un dramma di Durenmatt, mentre ha in programma per l’anno in corso la commedia
Amleto in salsa piccante da un testo di Aldo Nicolaj.
L’altro laboratorio teatrale, che si avvale della collaborazione della compagnia Venti
lucenti, annovera spettacoli quali Minòs nel labirinto, rappresentato a Sarajevo insieme
ad un gruppo di alunni del locale Liceo Prva Gymnasia, Antigone, segnalato dalla giuria
del festival del Teatro internazionale del Dramma antico di Siracusa come lo spettacolo
migliore della rassegna, inserito nella manifestazione di Terra Libera contro la mafia e
nella Tre giorni organizzata dalla Regione Toscana sul tema della pena di morte, Ararat,
incentrato sull’eccidio degli Armeni, in collaborazione con il Collegio dei Padri Mechitaristi
di San Lazzaro degli Armeni a Venezia e con una scuola superiore mechitarista armena di
Yerevan, dove i nostri alunni si sono recati per dar luogo ad una rappresentazione durante
la Settimana della cultura italiana nel 2011/12, Macbeth, in occasione del quale è stato
realizzato uno scambio con un Istituto superiore di Malta finalizzato alla messa in scena di
uno spettacolo congiunto, Orestea di Eschilo, con la collaborazione di Libera, e l’
Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Bagno a Ripoli. Il gruppo è stato inoltre
più volte protagonista di un evento teatrale all’interno dell’impianto di Case Passerini sul
tema I rifiuti sono un mio problema.
Per l’anno in corso è previsto la realizzazione del Don Chisciotte, con la regia di Venti
lucenti e con il patrocinio della Provincia di Firenze.
Educazione musicale - Coro
Per sollecitare attraverso l’ascolto e la frequentazione, la formazione di un gusto musicale
educato, si incoraggia con adeguata preparazione preliminare la fruizione di opere liriche e
musicali in genere, con un progetto la cui definizione è di per sé esplicativa: Il Comunale
va a scuola.
Inoltre dall’a.s. 2012-13 l'Associazione culturale Harmonia Cantata, da anni presente
sul territorio fiorentino con un'attività di grande rilievo, ha iniziato un Laboratorio corale
nella nostra scuola, in orario pomeridiano, che si concluderà con un saggio finale a inizio
giugno. Si tratta di una iniziativa di notevole valore formativo e culturale che si spera possa
segnare l'inizio di una tradizione da mantenere negli anni, perché cantare in un Coro non
deve essere solo un privilegio per chi è intonato, perché la musica, attraverso la propria
voce, diviene il tramite per esprimere noi stessi e strumento di conoscenza delle
caratteristiche altrui, perché fare musica insieme consente di vivere relazioni di amicizia e
di approfondimento culturale in un contesto non competitivo e di grande solidarietà umana.
Patentino
Presso l’istituto si svolge un corso per la preparazione all’esame per il rilascio della
patente di guida per i ciclomotori: si tratta di lezioni teoriche di educazione stradale e di
illustrazione del codice della strada ad opera della Polizia municipale; alcuni dei nostri
docenti coordinano il corso e fungono da tutor. L’esame però deve essere fatto alla
Motorizzazione dopo una serie di lezioni di pratica.
41
Non si esaurisce peraltro in questa rassegna l’elenco delle nostre proposte, in quanto
molti altri progetti vengono concepiti di volta in volta e realizzati, a seconda delle esigenze
didattiche ed educative, delle istanze degli studenti, delle situazioni reali che di volta in
volta vengono a rappresentarsi; è così che i docenti rispondono alla richiesta formativa,
curando quegli aspetti che ritengono maggiormente rilevanti e proficui nelle varie
circostanze. Proprio in questa ottica sono nati negli anni progetti di educazione civica ed
economia e di informazione in materia giuridica, tra cui Il processo in Italia, La
Costituzione a scuola, e seminari di studio sul tema dell’intercultura, con partecipazione
di rappresentanti di varie comunità e varie etnie.
42
E dopo la scuola…..
Orientamento in uscita
Un’attività di supporto che il nostro istituto offre nel corso dell’ultimo anno di studi è
l’orientamento dopo la scuola superiore: docenti specificamente incaricati segnalano
agli studenti delle quinte le iniziative promosse dai vari enti (Regione Toscana, università
ecc.) e organizzano la partecipazione agli incontri, pubblicizzandoli anche sul nostro sito.
Inoltre ogni anno si svolgono direttamente a scuola incontri con docenti universitari ed
esperti, con studenti universitari, in genere nostri ex-allievi, per dare informazione ed
aiutare gli alunni a scegliere in modo meditato e corretto il proprio percorso all’uscita della
secondaria di secondo grado.
Nell'ambito delle attività di orientamento in uscita, la nostra scuola aderisce alla
sperimentazione del Test di Verifica delle Conoscenze, sessione anticipata, promossa
dalla Conferenza Nazionale Permanente dei Presidi delle Facoltà di Scienze e Tecnologie.
Tale iniziativa ha due finalità:
• consentire agli studenti del penultimo anno interessati ad iscriversi a corsi di laurea
di facoltà scientifiche, ingegneristiche ed economiche di rendersi conto delle
conoscenze e delle competenze che occorrono per i diversi corsi di laurea, offrendo
loro un utile strumento di autovalutazione;
• offrire agli studenti stessi l'opportunità di essere esonerati dalla partecipazione alle
analoghe prove organizzate in settembre per l'immatricolazione ai corsi di laurea
delle Facoltà di Scienze, nel caso in cui essi abbiano ottenuto durante il test
punteggi superiori alle soglie indicate dai vari corsi di laurea.
AlmaOrièntati
Il percorso AlmaOrièntati è stato messo a disposizione dei giovani per aiutarli a fare la
scelta giusta in un momento delicato della loro vita ed è disponibile anche su Facebook.
AlmaOrièntati è un percorso di orientamento che si articola in quattro sezioni, proprio
perché l'orientamento non è solo una questione di corretta informazione ma dipende da
più fattori.
Si parte dalla conoscenza di sé e delle proprie potenzialità e limiti attraverso domande
riguardanti l'atteggiamento verso l'istruzione, la valutazione del metodo di studio e la
consapevolezza delle risorse personali.
Si avviano gli studenti alla conoscenza del sistema universitario e del mercato del lavoro:
attraverso le domande di questa sezione vengono introdotte alcune tematiche attinenti a
questi due mondi e si indicano loro pubblicazioni, siti e link dove trovare le informazioni
giuste per approfondire gli argomenti.
Si dà poi la possibilità di stilare una graduatoria dei corsi di laurea offerti da tutte le
università italiane in base dalle materie di studio più gradite.
L'ultima sezione, dal titolo significativo, invita il giovane ad immaginare il proprio futuro
dopo la laurea attraverso la proposta di 14 aspetti che vanno valutati in funzione
dell'importanza che rivestono per il "lavoro ideale": dalla stabilità all'autonomia sul lavoro,
dalla flessibilità dell'orario alle prospettive di guadagno. Le risposte vengono elaborate al
fine di determinare la relativa vicinanza o lontananza del giovane da 10 profili, tratti dalle
preferenze espresse nel recente passato sui medesimi aspetti dai laureati intervistati
nell'ambito di indagini AlmaLaurea.
Almadiploma
La nostra scuola, insieme ad altri istituti fiorentini, fa parte di un'associazione di scuole
43
superiori per la creazione di una "data base on line" che raccoglie i curricola dei diplomati
e mette a disposizione delle aziende che cercano personale da assumere.
I servizi che Almadiploma offre non sono soltanto il data base dei curricola, ma anche
l'analisi statistica dei dati contenuti nei curricola: dati relativi alla situazione socioeconomica dei diplomati, alle loro esperienze formative ed aspirazionei per il futuro, il loro
giudizio sugli aspetti organizzativi della scuola e sulla preparazione, capacità e
disponibilità degli insegnanti.
Inoltre, a distanza di un anno dal diploma, Almadiploma effettua un'intervista telefonica ai
diplomati per verificare la loro situazione formativa o lavorativa.
Scuola aperta al territorio
Abbiamo il piacere di elencare qui di seguito alcune attività che la scuola realizza
rivolgendosi al territorio, non solo quindi ai propri studenti. E’ questo un ambito a cui da
sempre viene dedicata attenzione particolare, nella ferma convinzione che l’istituto
appartenga a buon diritto, quale realtà culturale propositiva e creativa, al tessuto
ambientale che lo ospita. Il largo seguito, che le attività per questo fine concepite hanno
fino ad ora riscosso, ci autorizza a pensare che questa sia davvero la percezione della
popolazione, che ci onora della propria presenza nelle molteplici occasioni di incontro.
Convinti assertori dell’importanza per tutti di praticare l’educazione permanente, siamo
ben lieti di aprire le porte della scuola all’esterno nell’ottica di uno scambio-arricchimento
reciproco per mettere a disposizione della cittadinanza le nostre attività aperte al territorio :
•
•
•
•
Le conferenze: Avviati ormai da diversi anni, si tengono ad opera di nostri docenti e di
esperti esterni corsi pomeridiani aperti alla cittadinanza; ricordiamo alcuni temi delle
passate edizioni: Antropologia, Etnologia e Folklore, Storia del Cristianesimo e Storia
d’Italia, Il Barocco tra illusione e realtà, Il Settecento e l'Illuminismo tra riforme e
rivoluzioni, L'impero ottomano dalla nascita alla dissoluzione, La seconda Roma, Breve
storia dell'impero bizantino e Dal Romanticismo al Risorgimento, Storia e cultura nella
seconda metà dell’Ottocento, Il sapere scientifico e L’età dell’imperialismo e la prima
guerra mondiale, I totalitarismi del novecento, Itinerari del sapere: L’evoluzione tra
filosofia e scienza; Le città cosmopolite dell’ex-Impero Ottomano. Quest’anno oggetto
delle conferenze sarà il vino, con un approccio pluridisciplinare, scientifico, letterario e
artistico.
Ascoltare per conoscere: rivolto alle famiglie del territorio, si tratta di un ciclo di
incontri con esperti, psichiatri, psicologi, pedagogisti, su temi attinenti a problematiche
adolescenziali. Ospite delle edizioni passate lo psichiatra Gustavo Pietropolli Charmet
insieme agli operatori della ASL locale, che già collaborano con l’Istituto per le attività
concernenti l’educazione alla salute.
Leggere e rileggere insieme: nel periodo da ottobre a gennaio, nel tardo pomeriggio,
proponiamo una serie di incontri letterari, aperti agli studenti e alla cittadinanza, guidati
da un gruppo di docenti di Lettere del nostro istituto. Si tratta di dialoghi relativi a testi
di narrativa di autori classici e contemporanei, italiani e stranieri, nell’intento di
promuovere la lettura di opere complete e suscitare interesse per possibili diverse
interpretazioni critiche. Tutti gli incontri si concludono con tentativi di esaltarne gusti e
sapori...
La rivista: questa pubblicazione, nata al liceo Gobetti nell’a.s. 2000-2001 con i
contributi di docenti, genitori, studenti ed ex-studenti, qualche volta anche di
collaboratori esterni, è stata concepita con il fine di realizzare uno spazio di confronto
44
per promuovere la ricerca e il dibattito, raccogliere e quindi diffondere documentazione
su temi di cultura generale; in sostanza, uno strumento per cooperare affinché la
scuola sia davvero luogo di produzione culturale. I numeri fino ad oggi realizzati sono
a disposizione nell’archivio, nella biblioteca e sul sito della scuola per chi volesse
consultarli. Da alcuni anni l’impaginazione della rivista viene curata da un gruppo di
alunni del nostro istituto, sotto la guida di un insegnante esperto, attività formativa che
rientra nell’ambito dei progetti scuola–lavoro.
Agenzia formativa Volta Formazione
La nostra scuola, accreditata dalla Regione Toscana come agenzia formativa a partire dal
2004, ha gestito progetti nell'ambito dell'obbligo formativo e nella formazione post diploma.
L'attività di formazione post-diploma è iniziata dal 2000 attraverso corsi di formazione per
adulti denominati IFTS (Istruzione e Formazione Tecnica Superiore), canale formativo
finanziato dal Ministero della Pubblica Istruzione, dalla Regione Toscana e dal Fondo
Sociale Europeo, con il rilascio di una qualifica regionale di terzo livello, valida in Europa.
Il Volta è sportello CFT per il territorio Bagno a Ripoli-Firenze sud ed eroga i seguenti corsi
gratuiti (voucher della Provincia di Firenze):
- Cisco IT Essentials
- Office Accessibile su Misura
- ECDL: migliorare la produttività con gli strumenti informatici d'ufficio. Per prepararsi agli
esami per la Patente Europea del Computer (seconda edizione)
- ECDL Core
- LinuxWeb: Linux, strumenti open source e realizzazione di siti web dinamici. Permette di
acquisire competenze avanzate nella programmazione di siti web aziendali e sul sistema
operativo Linux
E' tuttora in corso il progetto Disco, per "Addetto grafico" rivolto ad alunni disabili.
A febbraio 2012 sono iniziati le lezioni di due corsi di formazione professionale, denominati
GGF (giovani grafici fiorentini) e SALE, per i quali l'agenzia Voltaformazione è partner. I
corsi sono di durata biennale e le lezioni si svolgono rispettivamente presso l'agenzia Education e presso l'agenzia La Base di San Lorenzo.
Risorse strumentali
Diffusione nuove tecnologie: Internet e Lavagne Interattive Multimediali
Quasi tutte le aule sono ormai dotate di LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) e sono
collegate alla rete Internet; nell’anno in corso si prevede di poter ralizzare il
completamento delle attrezzature per tutte le classi.
45
I laboratori informatici, il centro di risorse multimediali, il laboratorio di elettronica e il
laboratorio e-learning, i laboratori linguistici e scientifici, tutti collegati in rete e dotati di
videoproiettore, sono le nostre aule speciali, quotidianamente utilizzate per offrire agli
studenti una didattica moderna ed interattiva con un uso appropriato di internet e dei
materiali multimediali.
I laboratori scientifici
I tre laboratori scientifici dell’istituto, uno per la Fisica, uno per la Chimica e la Biologia,
l’altro polivalente, consentono di avvicinare gli alunni ad una pratica disciplinare che li
coinvolge e li stimola, sviluppando le capacità di analisi e di riflessione mediante
l’osservazione e la realizzazione di semplici esperimenti.
I laboratori di informatica
L’istituto dispone di cinque laboratori di Informatica con un alto numero di postazioni,
strumentazione e software costantemente aggiornati, per una formazione di alto profilo
tecnico.
I laboratori linguistici
I cinque laboratori linguistici rientrano nella pratica didattica quotidiana, permettendo agli
studenti di svolgere la lezione di lingue con mezzi multimediali, con ascolto in cuffia,
registrazione e riascolto, da soli e con la guida dei docenti, formando gruppi audio e video
interattivi.
Il laboratorio di elettronica
Il laboratorio di elettronica è dotato di torrette per l’alimentazione dei circuiti sperimentali e
di pannelli logici per la verifica dei circuiti digitali, di PC per le esercitazioni sui
Microprocessori e di un videoproiettore.
La Biblioteca d’Istituto
La biblioteca attuale risulta dalla somma delle due biblioteche preesistenti Gobetti e Volta:
questo fa sì che disponiamo di un ricco repertorio di volumi, che possono essere
consultati o presi in prestito dagli alunni. La raccolta viene continuamente arricchita su
segnalazione di studenti e di insegnanti.
E’ possibile anche consultare sul sito della scuola il catalogo on line della Biblioteca ex
Volta. Stiamo lavorando ad uniformare la catalogazione per rendere più agevoli le
operazioni degli utenti.
46
ORGANIGRAMMA A.S. 2013-2014
L’organigramma d’ Istituto, con le funzioni relative ai docenti e al personale A.T.A. per l’anno in
corso, è così composto:
DIRIGENTE SCOLASTICO
DOCENTE VICARIO del Dirigente Scolastico
DIRETTORE SERVIZI GENERALI ED
AMMINISTRATIVI
1. CONSIGLIO D’ISTITUTO
PRESIDENTE
DIRIGENTE SCOLASTICO
DOCENTI
GENITORI
ALUNNI
ATA
Prof.ssa Clara Pistolesi
Prof.ssa Paola Berni
Sig.ra Gilda Crudo
Silvia Poggiali Morelli
Clara Pistolesi
Giuseppe Gambino, Paolo Boncinelli, Marice
Massai, Maria Ester Mastrogiovanni, Silvio
Biagi, Giovanni De Lorenzo, Rita Del
Francia, Cristina Marchetti
Silvia Poggiali Morelli, Carmelo Di Maggio,
Donata Tozzi Bargilli, Sergio Panella
Mitjia Bichon, Cosimo Fratticioli, Tommaso
Garuglieri, Eleonora Petrucci
Sauro Galli, Tiziana Guerrini
2. GIUNTA ESECUTIVA
PRESIDENTE
SEGRETARIO
DOCENTE
GENITORE
ALUNNO
ATA
Clara Pistolesi
Gilda Crudo
Giovanni De Lorenzo
Donata Tozzi Bargilli
Mitja Bichon
Sauro Galli
3. ORGANO DI GARANZIA
PRESIDENTE
DOCENTE
GENITORE
ALUNNO
ATA
Clara Pistolesi
Giuseppe Gambino
Silvia Poggiali Morelli
Tommaso Garuglieri
Tiziana Guerrini
4. COLLABORATORI DEL DIRIGENTE SCOLASTICO
COLLABORATORE
VICARO
Prof.ssa Paola Berni
Prof. Paolo Boncinelli
Prof. Luciano Bocci
Prof.ssa Silvia Moretti
Prof. Roberto Rossi
47
5. RESPONSABILE DELLA SICUREZZA
RSPP
ASPP
RLS
Ing. Andrea Ottanelli
Prof.ssa Marice Massai
Sig.ra Tiziana Guerrini
6. COLLEGIO
DISCIPLINA
Italiano, latino,
storia/ed.civica,
geografia
Storia/ed.civica e
filosofia
Lingua straniera:
inglese
Lingua straniera:
francese
Lingua straniera:
spagnolo
Lingua straniera:
tedesco;
Lingua straniera:
russo;
Scienze naturali,
chimica e geografia
Matematica
Matematica e fisica
Informatica
Disegno e storia
dell’arte
Chimica:
Disc. Econ. aziendali:
Discipline giuridiche:
Elettronica:
Fisica:
DOCENTI
Biagi Silvio, Caccamo Vincenza, Fabbrini Elena, Fiorenzani Angela,
Galietta Marta, Gori Silvia, Gradi Carlotta, Mancini Laura, Materassi
Elena, Nembi Chiara, Pinzauti Roberta, Polli Doria, Settesoldi
Donatella, Taddei Manuela;
Angiolini Elisa, Bartoletti Maria, Bassetti Maurizio, Binazzi Stefano (
Betrò Valeria), Crescenzi Pina ( Partini Riccardo), Della Nave Mila,
Gambino Giuseppe, Grazi Tatiana, Luciani Domenica,
Mastrogiovanni Maria Ester, Maurini Lorella, Mulinacci Beatrice,
Tonioni Fabio.
Albini Massimo, Alessio Lucia, Barbaro Giuseppe ( Maugeri Agata),
Cappelletti Leonardo, Leonardi Maria, Notargiacomo Simone, Toffoli
Patrizia;
Agapito Massimo, Pranzini Ilaria.
Imparato Carla, Job Federica, Marchetti Cristina, Sordi Stefania,
Taccogna Monica;
Bernardini Mauretta, Bigiarini Olimpia, Fiore Giuliana, Franconi
Elisiana ( Borri Tommaso), Martini Sandra, Omodei Zorini Anna, Paoli
Elisabetta, Simpson Irene Sylvia.
Martellucci Filippo, Ricci Roberta, Rigacci Francesca, Speranza
Lucia; Rossi Filippo-Maria.
Lombardi Nicoletta;
De Benedictis Francesco, Giannetti Francesca, Strigaro Cosimo,
Tarantola Andrea, Virdia Laura; Molina Gamero Maria Victoria.
Canta Arianna, Marinezzi Lucia, Moretti Silvia; Gleissner Maria
Gigli Marco, Pipicella Graziella; Gabai Larisa
Del Francia Rita, Di Giacinto Marcella, Moggi Cecchi Vanni, Restivo
Antonio;
Anastasia Nunzia Loredana, Magini Stefano, Masini Laura, Conti
Valeria.
Maranò Rita, Querci Francesca, Roselli Antonella;
Curradi Laura, Modi Sara, Mori Elisabetta, Parronchi Elena, Renzoni
Nazario, Nannelli Gioia, Vitali Maria Francesca
Boncinelli Paolo, Corsini Manuela, Graziosi Salvucci Barbara, Massai
Marice, Paoletti Andrea, Rivano Virginio, Torrini Lucia, Venturi
Giovanni.
Alvaro Rosangela, Berni Paola, Celestino Andrea, Cianfanelli Andrea,
Mottola Orlando, Guarascio Giuseppe, Landi Lucia, Tamburro Sonia
De Lorenzo Giovanni, Pinto Carmela, Sottili Fabio;
Bini Laura, Moscardi Nicola.
Ballerini Maria Chiara
Bettarini Lucio, Roberti Maria Antonietta, Torsitano Rosa.
Benvenuti Marta, Malentacchi Elisa, Tabocchini Annamaria
Lanciano Franco, Tombelli Enrico
Bonaccini Riccardo, Santini Marco
48
Disegno tecnico:
Laboratorio C240
Lab. elettronica:
Lab. informatica
gestionale:
Lab. informatica
industriale:
Laboratorio C320
Educazione fisica
Religione cattolica
Sostegno
Guidotti Andrea
Firriolo Rosario
Bocci Luciano
Fibbi Lucia
Angioni Mauro, D’Andretta Gennaro, Guacci Francesco Elia
Martino Tommaso
Dei Alessandro, Garonni Gianni, Petrini Monica;
Ferrantini Daniela, Franceschini Pierfrancesco, Gatti Uberto, Ortusi
Francesca.
Ara Alberto, Ferrisi Pietro A., Lamia Angela, Rossi Roberto,
Anzidei Maria, Bauso Maria Concetta, Camilli Franco, Ceccarelli
Scilla, Libone Pasqualina, Panzarini Silvana, Pandolfi Claudia,
Pineider Angela.
7. FUNZIONI STRUMENTALI
collaboratori
EDUCAZIONE ALLA SALUTE
Prof.ssa RITA DEL FRANCIA /
FRANCESCA ORTUSI
QUALITA’
Prof. ANDREA PAOLETTI
ASSISTENZA DIDATTICA
MULTIMEDIALE E RETI
SITO, POSTA ELETTRONICA E
PIATTAFORMA E_LEARNING
Prof. FRANCO LANCIANO
Prof. GIUSEPPE GUARASCIO
Prog. CAMBRIDGE
Prof.ssa ELISABETTA PAOLI
RETE SCUOLE E.S.A. , SCAMBI
E COMENIUS
Prof.ssa SANDRA MARTINI / LUCIA
SPERANZA
Prof.ssa ELENA MATERASSI,
MANUELA CORSINI, SILVIA
MORETTI
Prof.ssa LUCIA LANDI / ELENA
MATERASSI
Prof. ALESSANDRO DEI
Prof.ssa FRANCESCA ORTUSI /
LUCIA ALESSIO
ORIENTAMENTO IN ENTRATA
ORIENTAMENTO IN USCITA
EDUCAZIONE AMBIENTALE
SERVIZI AGLI STUDENTI
Prof. Massimo Agapito
Proff. Simpson e Bassetti
Collaboratori vari
8. COORDINATORI DIPARTIMENTI
DIPARTIMENTO
GRUPPO H
ARTE E DISEGNO
GIURIDICO-ECONOMICO
LETTERE
LINGUE STRANIERE
MATEMATICA E FISICA
RELIGIONE
SCIENZE NATURALI
SCIENZE MOTORIE
STORIA e FILOSOFIA
TECNOLOGICO
COORDINATORE
Maria Anzidei e Angela Pineider
Giovanni De Lorenzo
Marta Benvenuti
Elisa Angiolini
Francesca Giannetti
Manuela Corsini/Giovanni Venturi
Alberto Ara
Antonio Restivo
Gianni Garonni
Simone Notargiacomo
Sonia Tamburro
49
9 - RESPONSABILI DEI LABORATORI
LABORATORIO
Laboratori di lingue
Laboratori di informatica-sistemi,
elettronica, Cisco, e-learning
Laboratori di scienze-fisicachimica
RESPONSABILE
Francesco De Benedictis, Marchetti
Guarascio
Bonaccini, Restivo
10 – COMMISSIONI - GRUPPI DI LAVORO
Orario
Proff. Luciano Bocci – Manuela Corsini – Rita Maranò
Elettorale
Andrea Paoletti, Elisabetta Mori, Grazia Nardini,
Francesca Fazzi, Monica Taccogna (genitore), Viviana
Focardi (alunna)
Commissione acquisti
Coordinatori di dipartimento e tecnici di laboratorio
Commissione tecnica
Paolo Boncinelli, Franco Lanciano, Nada Giachi,
Rosalba Barbieri
Aggiornamento POF
Silvio Biagi, Mauro Angioni
Regolamento di Istituto
Berni, Boncinelli, Moretti
Commissione viaggi
Massai, Stanziola, Ferrantini
Formazione classi
Berni, Boncinelli, Moretti
11 - COMITATO DI VALUTAZIONE
Componenti:
Supplenti:
Giuseppe Gambino
Angela Fiorenzani
Lucia Alessio
Andrea Paoletti
Doria Polli
Elisabetta Paoli
50
12- RSU
Giuseppe Gambino, Maria Ester Mastrogiovanni, Giuseppe Guarascio, Alessandro Dei,
Giovanni De Lorenzo, Tiziana Guerrini
13 – GRUPPO H
Docenti delegati dal Dirigente scolastico per proff. Maria Anzidei, Angela Pineider, Scilla
la promozione ed il coordinamento di Ceccarelli
progetti riguardanti le situazioni di disagio e
disabilità
14- CONSIGLI DI CLASSE
Classi
Rappresentanti Alunni
Rappresentanti Genitori
Gobetti
All. 1
All. 2
Volta
All. 3
All. 4
CONSIGLI DI CLASSE A.S. 13-14
LICEO LINGUISTICO
CLASS
E
LETTERE
STORIA
FILOSOF
DIRITTO
GEOGRAFIA
ARTE
LATINO
LINGUA 1
LINGUA 2
1 A LL
LUCIANI
LUCIANI
---------------
---------------
----------------
MANCINI
PAOLI
SPERANZA
2 A LL
BASSETTI
BASSETTI
---------------
---------------
----------------
MANCINI
BIGIARINI
SPERANZA
PRANZINI
BINI
MARTINI
SPERANZA
MASTROGIOV
ANNI
---------------
----------------
MASTROGIOV
ANNI
3 A LL
4 A LL
BINAZZI
BINAZZI
AGAPITO
---------------
----------------
BINI
PAOLI
MARTELLUCCI
5 A LM
BASSETTI
BASSETTI
AGAPITO
MALENT
ACCHI
•
BINI
OMODEI
MARTELLUCCI
1 B LL
ANGIOLONI
ANGIOLONI
---------------
---------------
----------------
MANCINI
FRANCONI
MARINEZZI
2 B LL
MAURINI
MAURINI
---------------
---------------
----------------
MANCINI
FRANCONI
MARINEZZI
3 B LL
MULINACCI
MULINACCI
AGAPITO
---------------
----------------
BINI
FRANCONI
GIGLI
MORETTI
4 B LL
GAMBINO
GAMBINO
AGAPITO
---------------
----------------
BINI
FRANCONI
MORETTI
5 B LM
GAMBINO
GAMBINO
AGAPITO
MALENT
ACCHI
STANZIOLA
BINI
OMODEI
MORETTII
•
LUCIANI
LUCIANI
---------------
---------------
----------------
MANCINI
PAOLI
GIANNETTI
2 C LL
GRAZI
GRAZI
---------------
---------------
----------------
MANCINI
FIORE
GIANNETTI
3 C LL
GRAZI
GRAZI
AGAPITO
---------------
----------------
MOSCAR
DI
BERNARDINI
GIANNETTI
AGAPITO
---------------
----------------
BINI
FRANCONI
VIRDIA
4 C LL
•
CANTA
STRIGARO
PIPICELLA
TEDESCO
PIPICELLA
STRIGARO
VIRDIA
MARINEZZII
PIPICELLA
MORETTI
GIGLI
VIRDIA
PIPICELLA
MARINEZZI
STRIGARO
LING
UA 3
•
M
A
T
E
M
A
T
I
C
FISICA
BIOLOGIA
ED. FISICA
CONV. ING.
CONV.
F. /R.
CONV.
T/.S.
RELIG.
ALTER.
CURRADI
---------------
ANASTASIA
ORTUSI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
PARRONCHI
---------------
MAGINI
ORTUSI
SIMPSON
LAMIA
MOTTOLA
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
MODI
BONACCINI
CONTI
ORTUSI
SIMPSON
MOTTOLA
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
ARA
MOTTOLA
RENZONI
SANTINI
ANASTASIA
ORTUSI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
CELESTINO
RENZONI
---------------
-----------------
GATTI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
-----------
CURRADI
---------------
ANASTASIA
ORTUSI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
MOTTOLA
MORI
---------------
ANASTASIA
FERRANTINI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
MOTTOLA
MORI
SANTINI
ANASTASIA
GATTI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
MOTTOLA
MORI
SANTINI
ANASTASIA
FERRANTINI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
-----------
CELESTINO
MORI
----------------
----------------
GATTI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
-----------
-----------
VITALI
---------------
MAGINI
FERRANTINI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
MOTTOLA
RENZONI
---------------
MAGINI
FERRANTINI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
FERRISI
-----------
VITALI
SANTINI
CONTI
FERRANTINI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
MOTTOLA
MORETTI
GIGLI
MARTELLUCCI
RENZONI
SANTINI
ANASTASIA
ORTUSI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
CELESTINO
MARTELLUCCI
PIPICELLA
MARINEZZI
CURRADI
---------------
-----------------
ORTUSI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
SPERANZA
STRIGARO
PIPICELLA
RIGACCI
PIPICELLA
STRIGARO
GIANNETTI
GIGLI
GIANNETTI
GIGLI
MARTELLUCCI
MARTELLUCCI
PIPICELLA
STRIGARO
SPERANZA
CANTA
CANTA
RIGACCI
PIPICELLA
SPERANZA
GIGLI
MARINEZZII
MASTROGIOV
ANNI
MASTROGIOV
ANNI
5 C LM
BINAZZI
BINAZZI
AGAPITO
BENVEN
UTI
STANZIOLA
BINI
PAOLI
DE
BENEDICTIS
LAMIA
-----------
1 D LL
MULINACCI
LUCIANI
---------------
---------------
----------------
MANCINI
BIGIARINI
DE
BENEDICTIS
GIGLI
PARRONCHI
---------------
MAGINI
FRANCESCHIN
I
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
MOTTOLA
2 D LL
CRESCENZI
CRESCENZI
---------------
---------------
----------------
MANCINI
FIORE
DE
BENEDICTIS
GIGLI
PARRONCHI
---------------
ANASTASIA
FRANCESCHIN
I
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
FERRISI
MOTTOLA
3 D LL
GAMBINO
GAMBINO
PRANZINI
---------------
----------------
MOSCAR
DI
MARTINI
DE
BENEDICTIS
PARRONCHI
SANTINI
ANASTASIA
GATTI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
ARA
MOTTOLA
4D LL
BASSETTI
BASSETTI
AGAPITO
---------------
----------------
MOSCAR
DI
PAOLI
STRIGARO
VITALI
SANTINI
MAGINI
ORTUSI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
ARA
-----------
5 D LM
DELLA NAVE
DELLA NAVE
AGAPITO
BENVEN
UTI
STANZIOLA
BINI
MARTINI
VIRDIA
PARRONCHI
---------------
-----------------
FERRANTINI
SIMPSON
GABAI
GLAISSNER
MOLINA
LAMIA
-----------
SPERANZA
GIGLI
MARINEZZII
MORETTI
GIGLI
MARTELLUCCI
MARTELLUCCI
PIPICELLA
MARINEZZI
51
LICEO SCIENTIFICO
CLASS
E
LETTERE
LATINO
STO/GEO
STORIA
FILOSOF
1° LINGUA
2° LINGUA
•
1 A L.S.
2 A L.S.
ORD.
2 A L.S.
S.A.
3 A L.S.
ORD.
3 A L.S.
S.A.
FABBRINI
FABBRINI
FABBRINI
---------------
---------------
MARCHETTI
---------------
TADDEI
NEMBI
NEMBI
---------------
---------------
MARCHETTI
---------------
POLLI
---------------
SETTESOLDI
---------------
---------------
MARCHETTI
---------------
TADDEI
---------------
---------------
ALESSIO
ALESSIO
MARCHETTI
TADDEI
---------------
---------------
ALBINI
ALBINI
4 A L.S.
MATERASSI
MATERASSI
---------------
ALESSIO
5 A L.S.
FIORENZANI
FIORENZANI
---------------
1 B L.S.
BIAGI
BIAGI
2 B L.S.
SETTESOLDI
3 B L.S.
CACCAMO
4 B L.S.
SCI
EN
ZE
MATEMAT
FISICA
INFORM
DIS/ARTE
ED. FISICA
RELIGIONE
CLASSE
MOGGI
QUERCI
VENTURI
---------------
DE LORENZO
DEI
ARA
1 A L.S.
2 A L.S. ORD.
RESTIVO
TORRINI
TORRINI
---------------
DE LORENZO
DEI
ROSSI
RESTIVO
QUERCI
GRAZIOSI
ALVARO
---------------
---------------
---------------
---------------
MOGGI
MASSAI
MASSAI
---------------
DE LORENZO
DEI
ROSSI
MARCHETTI
---------------
DI GIACINTO
MARANO’
MASSAI
ALVARO
---------------
---------------
---------------
ALESSIO
MARCHETTI
---------------
DI GIACINTO
TORRINI
TORRINI
---------------
DE LORENZO
DEI
ROSSI
4 A L.S.
ALESSIO
ALESSIO
TACCOGNA
---------------
DI GIACINTO
BONCINELLI
BONCINELLI
---------------
PINTO
DEI
ROSSI
5 A L.S.
BIAGI
---------------
---------------
JOB
---------------
DI GIACINTO
MARANO’
PAOLETTI
---------------
SOTTILI
GARONNI
ARA
1 B L.S.
MATERASSI
MATERASSI
---------------
---------------
IMPARATO
---------------
DI GIACINTO
MARANO’
VENTURI
---------------
SOTTILI
DEI
ARA
2 B L.S.
CACCAMO
---------------
BARBARO
LEONARDI
IMPARATO
---------------
RESTIVO
MASSAI
MASSAI
---------------
SOTTILI
DEI
ARA
3 B L.S.
TADDEI
TADDEI
---------------
ALESSIO
LEONARDI
JOB
---------------
RESTIVO
PAOLETTI
PAOLETTI
---------------
SOTTILI
DEI
ARA
4 B L.S.
5 B L.S.
PINZAUTI
PINZAUTI
---------------
LEONARDI
LEONARDI
JOB
---------------
RESTIVO
BONCINELLI
BONCINELLI
---------------
SOTTILI
PETRINI
ROSSI
5 B L.S.
1 C L.S.
2 C L.S.
I/S
3 C L.S.
I/S
GORI
GORI
SETTESOLDI
---------------
---------------
SORDI
---------------
DEL FRANCIA
ROSELLI
VENTURI
---------------
DE LORENZO
GARONNI
ROSSI
1 C L.S.
2 C L.S.I/S
GORI
GORI
SETTESOLDI
---------------
---------------
TACCOGNA
DE BENEDICTIS
DEL FRANCIA
ROSELLI
VENTURI
---------------
DE LORENZO
GARONNI
ROSSI
GORI
GORI
---------------
BARBARO
BARBARO
TACCOGNA
GIANNETTI
RESTIVO
CORSINI
VENTURI
---------------
DE LORENZO
GARONNI
ROSSI
4 C L.S.
POLLI
POLLI
---------------
TOFFOLI
TOFFOLI
IMPARATO
---------------
MOGGI
MASSAI
MASSAI
---------------
DE LORENZO
GARONNI
ROSSI
4 C L.S.
5 C L.S.
F/I +
I/S
MATERASSI
MATERASSI
---------------
TOFFOLI
TOFFOLI
RICCI
IMPARATO
DEL FRANCIA
CORSINI
CORSINI
---------------
DE LORENZO
GARONNI
ROSSI
5 C L.S.
F/I + I/S
FABRINI
---------------
NEMBI
---------------
---------------
JOB
---------------
DEL FRANCIA
ROSELLI
VENTURI
ALVARO
SOTTILI
PETRINI
ROSSI
FABRINI
---------------
SETTESOLDI
---------------
---------------
JOB
---------------
MOGGI
MARANO’
VENTURI
ALVARO
SOTTILI
PETRINI
ROSSI
BIAGI
---------------
---------------
ALBINI
ALBINI
TACCOG
NA
---------------
DEL FRANCIA
QUERCI
VENTURI
ALVARO
SOTTILI
PETRINI
ROSSI
4 D L.S.
S.A.
BIAGI
---------------
---------------
TOFFOLI
TOFFOLI
MARCHE
TTI
---------------
DEL FRANCIA
GRAZIOSI
GRAZIOSI
ALVARO
SOTTILI
PETRINI
ROSSI
4 D L.S.
S.A.
5 D L.S.
POLLI
POLLI
---------------
MARCHE
TTI
---------------
DEL FRANCIA
CORSINI
CORSINI
---------------
SOTTILI
PETRINI
ROSSI
5 D L.S.
SORDI
---------------
DI GIACINTO
QUERCI
RIVANO
---------------
PINTO
PETRINI
ARA
2 E L.S.
SORDI
---------------
MOGGI
GRAZIOSI
GRAZIOSI
---------------
PINTO
PETRINI
ARA
3 E L.S.
1 D L.S.
S.A.
2 D L.S.
S.A.
3 D L.S.
S.A.
2 A L.S. S.A.
3 A L.S. ORD.
3 A L.S. S.A.
3 C L.S. I/S
1 D L.S. S.A.
2 D L.S. S.A.
3 D L.S. S.A.
2 E L.S.
CACCAMO
NEMBI
3 E L.S.
PINZAUTI
PINZAUTI
NEMBI
4 E L.S.
GRADI
GRADI
---------------
5 E L.S.
F/I +
I/S
CACCAMO
CACCAMO
---------------
2 F L.S.
PINZAUTI
FIORENZANI
FIORENZANI
4 F L.S.
FIORNZANI
FIORENZANI
---------------
NOTARGIACO
MO
NOTARGIACO
MO
---------------
---------------
NOTARGIACO
MO
NOTARGIACO
MO
BARBARO
BARBARO
SORDI
---------------
RESTIVO
CORSINI
CORSINI
---------------
PINTO
DEI
ARA
4 E L.S.
TOFFOLI
TACCOG
NA
RICCI
LOMBARDI
SORDI
RESTIVO
GRAZIOSI
GRAZIOSI
---------------
DE LORENZO
PETRINI
ARA
5 E L.S.
F/I + I/S
---------------
---------------
IMPARAT
O
---------------
DI GIACINTO
PAOLETTI
PAOLETTI
---------------
PINTO
GARONNI
ROSSI
2 F L.S.
SORDI
---------------
MOGGI
RIVANO
RIVANO
---------------
PINTO
GARONNI
ROSSI
4 F L.S.
NOTARGIACO
MO
NOTARGIACO
MO
BARBARO
BARBARO
IMPARAT
O
---------------
DI GIACINTO
PAOLETTI
PAOLETTI
---------------
PINTO
GARONNI
ROSSI
5 F L.S.
NOTARGIACO
MO
5 F L.S.
TADDEI
TADDEI
CLASS
E
LETTERE
STORIA
MASTRO
GIOVANN
I
MASTROGIOV
ANNI
2 A IT
TONIONI
3 A IT
GRAZI
4 A IT
---------------
TECNICO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI
DIRITTO
GEST.AZ.
INGLESE
MATEMATIC
A
•
TABOCC
HINI
---------------
OMODEI
CURRADI
-----------------
TONIONI
MALENT
ACCHI
---------------
OMODEI
CURRADI
GRAZI
---------------
---------------
FIORE
MODI
MAURINI
MAURINI
---------------
---------------
MARTINI
5 A MI
TONIONI
TONIONI
---------------
TORSITA
NO
1 B IT
CRESCEN
ZI
CRESCENZI
BENVEN
UTI
---------------
2 B IT
TONIONI
TONIONI
MALENT
ACCHI
3 B IT
MAURINI
MAURINI
4 B IT
ANGIOLI
NI
5 B MI
BINAZZI
CLASS
E
LETTERE
STORIA
INGLESE
DIRITTO
SCIENZE
MATEMATICA
INF. COMUN.
•
1 A FM
CRESCENZI
CRESCENZI
BIGIARINI
BENVENUTI
---------------
NANNELLI
TAMBURRO
1 B FM
BARTOLETTI
BARTOLETTI
BERNARDINI
BENVENUTI
---------------
NANNELLI
2 A FM
ANGIOLINI
ANGIOLINI
FIORE
MALENTACCHI
BALLERI
NI
3A
FM/RI
DELLA NAVE
DELLA NAVE
BIGIARINI
TABOCCHINI
4 A FM
BARTOLETTI
BARTOLETTI
BERNARDINI
5 A LT
MULINACCI
MULINACCI
BIGIARINI
I
N
F
O
R
M
A
T
I
C
A
•
S
I
S
T
E
M
I
ELETTRON.
TEC. INF.
SCIENZE
FISICA
BIOLOGIA
TEC. PROG.
TEC. DIS.
LAB. MEC.T.
----------------
TOMBELLI
BALLERINI
BONACCINI
MASINI
-----------------
----------------
LANCIANO
BALLERINI
BONACCINI
GUARASCIO
CELESTINO
LANCIANO
----------------
----------------
•
LANDI
TAMBURRO
LANCIANO
----------------
MARTINI
MODI
LANDI
GUARASCIO
TOMBELLI
BERNARDINI
MORI
-----------------
----------------
TOMBELLI
---------------
OMODEI
MORI
-----------------
----------------
---------------
---------------
FIORE
RENZONII
BERNI
ANGIOLINI
---------------
---------------
BERNARDINI
MODI
BINAZZI
---------------
TORSITA
NO
BERNARDINI
RENZONI
1 A IT
ED. FISICA
LAB.EL.
LAB.CH.
LAB. INF.
LAB. FIS.
RELIG.
GUIDOTTI
MARTINO
GATTI
---------
FIRRIOLO
FIBBI
GUACCI
LAMIA
MASINI
GUIDOTTI
MARTINO
GATTI
---------
FIRRIOLO
GUACCI
ARA
CELESTINO
-----------------
FRANCESCHINI
BOCCI
---------
D’ANDRETTA
LAMIA
----------------
CELESTINO
-----------------
FERRANTINI
BOCCI
---------
ANGIONI
LAMIA
----------------
-----------------
-----------------
-----------------
ORTUSI
BOCCI
---------
ANGIONI
FERRISI
BALLERINI
BONACCINI
LUTI
GUIDOTTI
MARTINO
FRANCESCHINI
----------
FIRRIOLO
FIBBI
GUACCI
FERRISI
LANCIANO
BALLERINI
BONACCINI
MASINI
GUIDOTTI
MARTINO
GATTI
---------
FIRRIOLO
GUACCI
ARA
CELESTINO
LANCIANO
----------------
----------------
CELESTINO
-----------------
FRANCESCHINI
BOCCI
---------
D’ANDRETTA
LAMIA
BERNI
TAMBURRO
LANCIANO
----------------
----------------
CIANFANELLI
-----------------
FRANCESCHINI
BOCCI
---------
ANGIONI
D’ANDRETTA
LAMIA
LANDI
GUARASCIO
TOMBELLI
-----------------
-----------------
-----------------
-----------------
FRANCESCHINI
BOCCI
---------
ANGIONI
FERRISI
TECNICO ECONOMICO: FINANZA E MARKETING
E
C
O
N
O
M
I
A
FISICA-BIOL
LINGUA 2
ED. FISICA
SERV. IMPR.
GEOGRAFIA
PIANIFICAZ.
MARKETING
LAB. INF.
RELIGIO
NE
TORSITANO
BONACCINI
MASINI
RIGACCI
FRANCESCHINI
----------------
STANZIOLA
----------------
---------------
LAMIA
TAMBURRO
ROBERTI
BONACCINI
MASINI
DE BENEDICTIS
FERRANTINI
----------------
STANZIOLA
----------------
---------------
LAMIA
NANNELLI
TAMBURRO
ROBERTI
MASINI
TARANTOLA
GATTI
----------------
STANZIOLA
----------------
---------------
LAMIA
---------------
NANNELLI
TAMBURRO
TAMBURRO
ROBERTI
TORSITANO
----------------
TARANTOLA
MARINEZZI
FRANCESCHINI
----------------
----------------
----------------
FIBBI
---------------
TABOCCHINI
---------------
NANNELLI
LANDI
BETTARINI
----------------
STRIGARO
FERRANTINI
----------------
----------------
----------------
FIBBI
---------------
BENVENUTI
---------------
PARRONCHI
LANDI
----------------
----------------
VIRDIA
GATTI
ROBERTI
TORSITANO
----------------
ROBERTI
TORSITANO
FIBBI
---------------
52
Liceo linguistico
classe
1 A LL
1 B LL
1 C LL
1 D LL
2 A LL
2 B LL
2 C LL
2 D LL
3 A LL
3 B LL
3 C LL
3 D LL
4 A LL
4 B LL
4 C LL
4 D LL
5 A LM
5 B LM
5 C LM
5 D LM
coordinatore
CURRADI
ANASTASIA
LUCIANI
MULINACCI
SPERANZA
FRANCONI
GRAZI
GIGLI
ORTUSI
AGAPITO
GIANNETTI
DE BENEDICTIS
PAOLI
MORETTI
RENZONI
MAGINI
BASSETTI
GAMBINO
BINAZZI
MARTINI
segretario
LAMIA
MANCINI
FERRANTINI
LUCIANI
BIGIARINI
MAURINI
FIORE
CRESCENZI
BINI
MORI
GRAZI
ARA
MARTELLUCCI
SIMPSON
SANTINI
PAOLI
GATTI
AGAPITO
ORTUSI
DELLA NAVE
digitatore
SIMPSON
SIMPSON
SIMPSON
SIMPSON
ORTUSI
SIMPSON
SIMPSON
SIMPSON
BONACCINI
SIMPSON
SIMPSON
SIMPSON
ANASTASIA
SANTINI
VIRDIA
SANTINI
OMODEI
GATTI
SIMPSON
SIMPSON
Liceo scientifico
classe
1 A LS
1 B LS
1 C LS
1 D LS
2 A LS
2 B LS
2 C LS
2 D LS
2 E LS
2 F LS
3 A LS
3 B LS
3 C LS
3 D LS
3 E LS
4 A LS
4 B LS
4 C LS
4 D LS
4 E LS
coordinatore
FABBRINI
BIAGI
SORDI
ROSELLI
DE LORENZO
MARANO'
GORI
JOB
QUERCI
IMPARATO
MARCHETTI
CACCAMO
GORI
DEL FRANCIA
NOTARGIACOMO
ALESSIO
PAOLETTI
MASSAI
TOFFOLI
CORSINI
segretario
QUERCI
JOB
ROSELLI
VENTURI
MARCHETTI
IMPARATO
SETTESOLDI
SOTTILI
PETRINI
FIORENZANI
ADDEI
MASSAI
BARBARO
BIAGI
PINZAUTI
TORRINI
LEONARDI
TOFFOLI
DEL FRANCIA
SORDI
digitatore
DEI
GARONNI
GARONNI
PETRINI
ALVARO
SOTTILI
VENTURI
MOGGI
RIVANO
PAOLETTI
DE LORENZO
IMPARATO
RESTIVO
QUERCI
PETRINI
MATERASSI
DEI
MOGGI
GRAZIOSI
PINTO
53
4 F LS
5 A LS
5 B LS
5 C LS
5 D LS
5 E LS
5 F LS
FIORENZANI
BONCINELLI
PINZAUTI
MATERASSI
POLLI
GRAZIOSI
TADDEI
RIVANO
ALESSIO
BONCINELLI
DE LORENZO
CORSINI
CACCAMO
PAOLETTI
SORDI
DI GIACINTO
RESTIVO
CORSINI
NOTARGIACOMO
RESTIVO
BARBARO
Tecnico Finanza e Marketing
classe
1 A FM
1 B FM
2 A FM
3 A FM
4 AFM
5 A LT
coordinatore
STANZIOLA
NANNELLI
ROBERTI
TAMBURRO
BARTOLETTI
PARRONCHI
segretario
BENVENUTI
BERNARDINI
MALENTACCHI
ROBERTI
FIBBI
VIRDIA
digitatore
BONACCINI
DE BENEDICTIS
TAMBURRO
TABOCCHINI
LANDI
FIBBI
Tecnico Informatica e Telecomunicazioni
classe
1 A IT
1 B IT
2 A IT
2 B IT
3 A IT
3 B IT
4 A IT
4 B IT
5 A MI
5 B MI
coordinatore
MASTROGIOVANNI
BENVENUTI
BONACCINI
TONIONI
MODI
BERNI
MAURINI
ANGIOLINI
LANDI
BERNARDINI
segretario
TABOCCCHINI
TOMBELLI
MASINI
OMODEI
GUARASCIO
FRANCESCHINI
TAMBURRO
BERNI
TORSITANO
RENZONI
digitatore
FIBBI
FIBBI
LANCIANO
LANCIANO
BOCCI
BOCCI
BOCCI
BOCCI
ANGIONI
ANGIONI
15 PERSONALE A.T.A.
a) Assistenti
Amministrativi
Maria Cristina
Iafrancesco
area finanziaria e responsabile ufficio
contabilità, Supporto Giunta e Consiglio
di Istituto
Silvana Scoti
area amministrativa ufficio
amministrazione del personale
Monica Montagnani
54
Cinzia Bartolozzi
Nada Giachi
area finanziaria ufficio del patrimonio
Francesca Fazzi
area amministrativa gestione alunni
Anna Massaro
Manuela Poggerini
Tiziana Palumbo
area amministrativa ufficio supporto
gestione POF, scambi, viaggi, scuolalavoro, progetti agenzia formativa,
sicurezza
Lucia Della Lunga
Luigi Magnetta
Grazia Nardini
b) Assistenti Tecnici
area amministrativa ufficio protocollo
informatizzato e atti connessi
Rosalba Barbieri, Massimo Bartoli, Francesca Bellesi, Maurizio
Coppi, Raffaele Iodice, Giorgio Rocchi, Teresa Santarelli,
Fabrizio Venè
Massimo Bandinelli, Luca Carrafiello
c) Collaboratori
Scolastici
Arcifa Rosalba, Biagiotti Barbara, Bruno Giuseppe,
Carnaroli Cristina, Ceci Vincenzo, Ciapi Sandro, De Cian
Graziosa, De Rosa Marianna, Galli Sauro, Grati Sandro,
Guerrini Tiziana, Guzzardi Rosa, Iacovone Grazia Rosaria,
Mani Massimo, Manzini Simona, Marino Antonio, Monducci
Cristina, Nistico’ Giuseppina, Pancioni Marco, Parrini Anna
Maria, Piomboni Mirco.
55