Si riunisce al Museo Ducati il consiglio direttivo del

Transcript

Si riunisce al Museo Ducati il consiglio direttivo del
Si riunisce al Museo Ducati il consiglio direttivo del Gruppo
Giovani Imprenditori di Forlì-Cesena
Mercoledì 19 Ottobre 2016
Il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Forlì-Cesena nella sede della Ducati a Borgo Panigale
Non si fermano i Consigli Direttivi itineranti del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Forlì-Cesena, che martedì
si è riunito nella sede della Ducati a Borgo Panigale, appena fuori Bologna. La riunione è stata quindi anche un’occasione
formativa di grande spessore e il Gruppo ha approfondito il progetto che ha portato alla rivisitazione e alla riproposizione sul
mercato della Scrambler, storica moto marcata Ducati.
Dopo una breve introduzione da parte di Ferruccio Amadori, ingegnere e brand manager, i Giovani Confindustriali si sono
spostati nel reparto produttivo per vedere come viene costruito il motore e come si assembla la moto. Una volta pronta ma
ancora priva di carena, la moto viene inviata a Modena dove gli spedizionieri Ducati carenano appunto il veicolo e lo
spediscono alle varie concessionarie che installano gli ultimi componenti come ad esempio gli specchietti retrovisori prima
della vendita.
Terminata la visita, il Gruppo si è spostato nel museo, restaurato quest’anno in occasione del 90° compleanno di Ducati, per
la seduta consiliare; non prima però di aver ripercorso la storia di un marchio che inizialmente produceva apparecchi per le
trasmissioni radiofoniche e che oggi è rinomato in tutto il mondo per l’eccellenza dei suoi motori.
Questo Consiglio Direttivo è stato anche l’occasione per presentare le attività dei Giovani ad alcuni nuovi membri che si sono
appena uniti al Gruppo.
“Visitare Ducati, nel cuore della motor valley, era un passaggio obbligato dopo il nostro tour di marzo negli stabilimenti
Porsche a Stoccarda – spiega Kevin Bravi, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori – Oggi abbiamo avuto ancora una
volta la prova che noi italiani non abbiamo nulla da invidiare ai nostri colleghi tedeschi. Ducati è un simbolo del Made in Italy
apprezzato in tutto il mondo. Non solo, la sua storia è un perfetto esempio di come si possa risorgere dalle ceneri e superare
momenti di crisi che sembrano insormontabili; una case history di assoluta attualità vista l’attuale situazione economica. Sono
particolarmente contento che la visita si sia svolta in questo 2016. Un anno importante tanto per Ducati quanto per
Confindustria Forlì-Cesena dal momento che entrambi festeggiano il 90° compleanno”.
Economia
Forlinotizie

Documenti analoghi