la valutazione psicometrica - Dipartimento di Psicologia

Commenti

Transcript

la valutazione psicometrica - Dipartimento di Psicologia
05/04/2011
LA VALUTAZIONE PSICOMETRICA
PRIMO LIVELLO:
APPROFONDIMENTO DIAGNOSTICO
SECONDO LIVELLO:
APPROFONDIMENTO FUNZIONALE
MIRATO ALL’INTERVENTO
• VALUTAZIONE COGNITIVA (TEST DI
LIVELLO)
• VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA E/O
DEGLI APPRENDIMENTI
• VALUTAZIONE EMOTIVOCOMPORTAMENTALE
1
05/04/2011
STRUMENTI DI VALUTAZIONE
NELLE DISABILITA’ COGNITIVE
1. STRUMENTI PSICOMETRICI PER LA FORMULAZIONE DEL QI:
- BAYLEY III; GRIFFITH; LEITER-R
- WPPSI III ; WISC III
2.
STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA:
- NEPSY II
- BVN 5-11 e 12-18
3.
VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI EMOTIVI E COMPORTAMENTALI
2
05/04/2011
SCALE BAYLEY III.
VALUTAZIONE COGNITIVA
Età: 1-42 mesi
Indici di sviluppo con punteggio standardizzato (media 100 e d.s. 15)
Composizione:
- Scala cognitiva:
-
Esplorazione e relazione tra gli oggetti; formazione dei concetti, memoria.
- Scala linguaggio:
recettivo
espressivo
-
-
-
.
-
Scala motoria:
- motricità grossolana
Somministra
zione diretta
- motricità fine
- Scala socioemozionale:
-
capacità di stabilire relazioni ed interesse verso il mondo
- Scala del comportamento adattivo:
-
abilità nellle arttività quotidiane e nell’autoregolazione del comportamento.
Somministra
zione
indiretta
VANTAGGI:
SVANTAGGI:
3
05/04/2011
SCALE GRIFFITH 0-2 E 0-8.
VALUTAZIONE COGNITIVA
Età: 0-8 anni (divisa in 2 fasce d’età: 0-2e 0-8 anni).
Indici di sviluppo con punteggi standardizzati (media 100 e d.s. 12) e punteggi età equivalenti.
Composizione:
-
Scala locomotoria:
-
-
0-2 anni: controllo posturale e stazione eretta;
0-8 anni: equilibrio statico e dinamico- abilità grossimotorie.
Scala personale-sociale:
- 0-2 anni: adattamento all’ambiente, acquisizione routine sociali ed interesse verso la relazione;
- 0-8 anni: acquisizione delle abilità adattive (autonomie personali, riconoscimento contesti sociali)
-
Scala linguaggio:
- sviluppo prelinguistico e sviluppo lessicale ricettivo e produttivo
- sviluppo frastico e lessicale.
-
Coordinazione occhio-mano:
- 0-2 anni: afferramento e manipolazione oggetti.
- 0-8 anni: destrezza bimanuale abilità costruittive. Abilità visuografiche
-
Performance:
- 0-2: capacità di utilizzare praticamente gli oggetti per risolvere un problema (incastri, classificazioni)
- 0-8: abilità e velocità nella manipolazione di oggetti, precisione esecutiva (incastri, disegni con i cubi, costruzioni tridimensionali)
-
Ragionamento pratico (solo 0-8)
-
Abilità numeriche e di calcolo, span di memoria, ragionamento verbale (confronti, soluzione di problemi).
VANTAGGI:
Permette di valutare bambini molto piccoli e con ritardi gravi;
Si ottengono punteggi per ciascuna scala valorizzando i punti di forza e di debolezza.
Fornisce un profilo dettagliato di sviluppo (con punteggi età equivalenti).
SVANTAGGI:
Non tutti gli item sono diretti, alcuni item sono inadatti in caso di limitazioni motorie o sensoriali.
La collaborazione del bambino è importante in più prove.
4
05/04/2011
LEITER INTERNATIONAL SCALE REVISED
VALUTAZIONE COGNITIVA
Età: 2-20 anni
Test non verbale; include due batterie:
Visualizzazione e ragionamento (per valutazione QI)
Attenzione e memoria (per approfondimento funzioni neuropsicologiche).
Punteggi quantitativi standard sia per valutazione di abilità sia per valutazione profilo
socio-cognitivo (auto ed eterovalutazione).
Composizione scala visualizzazione e ragionamento
- Scala QI breve (25 minuti):
- 2 test di ragionamento, 2 test visuopercettivi;
-
Scala QI completo (40 minuti);:
- 3 test di ragionamento; 2 test visuopercettivi + 1 di classificazione (2-5 a)/
visuospaziale (6-20 a).
-
Scala ragionamento fluido
- Capacità di risolvere problemi: ragionamento deduttivo, seriazione,
generazione di regole.
-
Scala della visualizzazione fondamentale (2-5)
- Livello base delle abilità: discriminazione visiva, attenzione ai dettagli,
modalità organizzativo-percettive, conoscenza contestuale , .
-
Scala della visualizzazione spaziale (11-20)
livello di elaborazione visuo-spaziale: ragionamento induttivo, percezione e
conservazione dell’orientamento spaziale, della forma e della posizione degli oggetti.
5
05/04/2011
LEITER INTERNATIONAL SCALE REVISED
VALUTAZIONE COGNITIVA
Composizione scala comportamentale:
COGNTIVIVO-SOCIALE:
-
attenzione;
Livello di attività;
Organizzazione/impulsività;
socializzazione
EMOZIONI-REGOLAZIONE:
-
adattamento;
umore/fiducia in se stesso;
Energia e sentimento;
Regolazione e sentimento
VANTAGGI:
- Permette di valutare un’ampia fascia di età;
- Permette l’osservazione nel tempo (punteggi di crescita);
- E’ applicabile a popolazioni cliniche particolari.
SVANTAGGI:
- Misura solo fattori di intelligenza generali ( cristallizzata e fluida).
6
05/04/2011
WISC III
Età: 6 anni-16 anni, 11 mesi.
Punteggi standardizzati: media 100 e ds 15 Indici di sviluppo cognitivo (totale, verbale,
performance + quozienti di deviazione fattoriale).
Per ogni subtest punteggi ponderati con m. 10 e ds 3
Se p.p. non è > 0 in almeno 3 subtest di una scala, il QI si considera indeterminato
Composizione (13 subtest)
VANTAGGI:
- Strumento maggiormente diffuso per la valutazione del QI => affidabile;
- Valutazione completa di abilità verbali e non verbali,
- Fornisce quozienti di deviazione fattoriale e confronti ipsativi per confronti tra
risorse e debolezze.
- Fornisce indici per sospetti dsa verbali e non verbali e per quandri clinici particolari
SVANTAGGI:
- Non applicabile a popolazioni particolari (disturbi del linguaggio; gravi ritardi)
- Non fornisce età equivalente
7
05/04/2011
PUNTEGGI
•
•
•
QITOT: CAPACITÀ GENERALE DI CAPIRE E FAR FRONTE AL MONDO
CIRCOSTANTE
QIV: ABILITÀ NELLA MODALITÀ VERBALE DI PENSIERO (CAPACITÀ DI
APPRENDIMENTO E UTILIZZAZIONE DI INFORMAZIONI VERBALI O
NUMERICHE)
QIP: ABILITÀ NELLA MODALITÀ VISIVA DI PENSIERO (OPERAZIONI CON
IMMAGINI VISIVE E LORO MANIPOLAZIONE FLESSIBILE)
INOTRE 4 INDICI (quozienti di deviazione fattoriale):
COMPRENSIONE VERBALE (CV) (INFORMAZIONE, SOMIGLIANZE, VOCABOLARIO, COMPRENSIONE)
MISURA: LA CAPACITÀ DI OPERARE MENTALMENTE SU CONTENUTI DI NATURA VERBALE
MEDIANTE LE CONOSCENZE ACQUISITE ATTRAVERSO L’EDUCAZIONE E L’AMBIENTE.
ORGANIZZAZIONE PERCETTIVA (OP) (COMPLETAMENTO DI FIGURE, RIORDINAMENTO DI STORIE
FIGURATE, DISEGNO CON I CUBI, RICOSTRUZIONE DI OGGETTI, LABIRINTI)
MISURA: LA CAPACITÀ DI OPERARE MENTALMENTE SU CONTENUTI DI NATURA VISIVA E DI
ORGANIZZARLI SECONDO SCHEMI VISUO-SPAZIO-MOTORI.
LIBERTA’ DALLA DISTRAIBILITA’ (LD) (RAGIONAMENTO ARITMETICO, MEMORIA DI CIFRE)
MISURA : LA CAPACITÀ DI INDIRIZZARE L’ATTENZIONE SU COMPITI SPECIFICI E DI
MANTENERLA CONCENTRATA INIBENDO LE ATTIVITÀ CONCORRENTI.
VELOCITA’ DI ELABORAZIONE (VE) (CIFRARIO, RICERCA DI SIMBOLI)
PERMETTERE DI APPROFONDIRE LE ABILITÀ MISURATE DAL TERZO FATTORE.
8
05/04/2011
COMPLETAMENTO DI FIGURE
DESCRIZIONE: Comprende una serie di immagini a colori, rilegate nel Libretto delle
tavole-stimolo, riguardanti scene ed oggetti comuni ad ognuna delle quali manca un
elemento importante che il bambino deve identificare, nominandolo od indicandolo
con il dito. Il tempo limite di ogni risposta è di 20 secondi.
Il subtest consente di valutare le capacità di concettualizzazione e riconoscimento
visivo, di analisi e di organizzazione di stimoli percepiti entro limiti di tempi. La
prestazione in questa prova è influenzata dalle capacità di attenzione e di
concentrazione e dal grado di familiarità con gli oggetti di uso comune presentati. Un
buon risultato nel test indica normali capacità di riconoscimento percettivo; un
punteggio basso, di solito, deficit intellettivi o percettivi.
9
05/04/2011
INFORMAZIONE
DESCRIZIONE: Comprende una serie di domande orali che saggiano la conoscenza del
bambino circa eventi comuni, oggetti, luoghi e persone.
Il subtest consente di valutare le conoscenze e gli interessi del soggetto, la sua
capacità di assorbire e ritenere informazioni dall’ambiente circostante e di
richiamarle al momento. La prova è un buon indice del livello intellettivo e culturale
dell’individuo nonché del suo adattamento ambientale (il risultato in questo test
risente dell’ambiente di provenienza e del tipo di educazione ricevuta). Un punteggio
basso può essere indice di deficit intellettivo o di svantaggio culturale. Ulteriori
informazioni offerte dalla prova sono relative al grado di curiosità mentale, alla
capacità di comprensione, di pensiero associativo e memoria a lungo termine.
10
05/04/2011
CIFRARIO
DESCRIZIONE: Comprende una serie di forme geometriche semplici (Cifrario A) o numeri
(Cifrario B) ognuno accoppiato ad un semplice simbolo. Il bambino deve tracciare il simbolo
all’interno della forma corrispondente (Cifrario A) o sotto il numero corrispondente (Cifrario
B), ENTRO IL LIMITE DI 120 SECONDI
Punti di inizio:
Età: 6-7 anni
Età: 8 o più anni
Cifrario A
Cifrario B
La prova richiede destrezza visuo-motoria, coordinazione dei movimenti della mano,
velocità, accuratezza e capacità di mantenere l’attenzione. Punteggi alti al subtest indicano,
di solito, integrità neuropsicologica e capacità di attuare nuovi apprendimenti, mentre
risultati bassi sono indicativi di ritardo mentale, deficit psicomotori o forme di patologia
organica.
11
05/04/2011
SOMIGLIANZE
DESCRIZIONE: Comprende una serie di coppie di parole stimolo presentate
oralmente, in relazione alle quali il bambino deve spiegare le somiglianze tra gli
oggetti o i concetti comuni che esse rappresentano.
Questo subtest misura le abilità di pensiero concreto ed astratto e richiede la
capacità di individuare le caratteristiche comuni fra gli elementi e di organizzarli
secondo relazioni funzionali, la capacità di memoria a lungo termine e la
padronanza verbale. A volte fattori emotivi possono inibire le risposte abbassando il
punteggio alla prova.
12
05/04/2011
RIORDINAMENTODI STORIE FIGURATE
DESCRIZIONE: Comprende una serie di cartoncini con le figure , presentati in un
ordine confuso, ma predefinito, che il bambino deve riordinare secondo la sequenza
logica di una storia.
Questa prova, che richiede le abilità di cogliere ed organizzare visivamente dei dati
in una situazione di insieme, è considerata da Wechsler una buona misura
dell’intelligenza non verbale in quanto punteggi alti sono segno di capacità di
pianificazione cognitiva e di adattamento alle situazioni sociali, mentre punteggi
bassi rilevano difficoltà intellettive o percettive.
13
05/04/2011
RAGIONAMENTO ARITMETICO
DESCRIZIONE: Comprende una serie di problemi aritmetici presentati oralmente che il bambino deve
risolvere mentalmente. Le figure degli item da 1 a 5 sono raccolte nel Libretto delle tavole-stimolo,
mentre le domande per gli item da 19 a 24 sono presentate su cartoncini separati.
Questo subtest richiede molte abilità di ragionamento generale e numerico: capacità di utilizzare i
concetti astratti di numero e di operazione numerica per risolvere problemi matematici che si
presentano nella vita quotidiana, di operare mentalmente sui dati del problema, di recepire con
immediatezza e utilizzare efficaceemnte le istruzioni verbali. Il buon rendimento in questa prova è
influenzato dalla capacità di attenzione e concentrazione.
14
05/04/2011
DISEGNO CON I CUBI
DESCRIZIONE: Comprende una serie di modelli geometrici bidimensionali modellati o stampati su
cartoncini nel Libretto delle tavole-stimolo (per gli item da 3 a 12) che il bambino deve riprodurre
usando cubi con due facce rosse, due bianche e due bianche e rosse.
Le abilità implicate in questa prova di natura visuo-motoria sono quelle relative alla
concettualizzazione non verbale, al pensiero concreto ed astratto, alla pianificazione ed
organizzazione generale. Il subtest è sensibile alle caratteristiche emozionali del soggetto,
punteggi bassi possono dipendere, oltre che da limiti intellettivi e da deficit percettivo-motori, da
insicurezza o da un atteggiamento rinunciatario.
15
05/04/2011
VOCABOLARIO
DESCRIZIONE: Comprende una serie di parole presentate oralmente di cui il bambino
deve dare la definizione.
Il subtest viene considerato più una prova di ragionamento verbale che di semplice
conoscenza di vocaboli ed è indicativa del grado di apprendimento verbale
accumulato dal soggetto e delle sue conoscenze legate innanzitutto alle acquisizioni
dovute all’ambiente familiare e poi a quelle derivanti dall’ambiente scolastico.
Punteggi alti in questa prova sono tipici dei soggetti dotati, punteggi bassi, invece, dei
soggetti con deficit intellettivo o culturalmente svantaggiati.
16
05/04/2011
RICOSTRUZIONE DI OGGETTI
DESCRIZIONE: comprende una serie di puzzle (6 incluso l’esempio) rappresentanti
oggetti comuni, ognuno presentato in una configurazione standard, ed i cui pezzi il
bambino deve assemblare per formare un insieme significativo, in un tempo dato
Questo subtest misura l’abilità di strutturare un insieme significativo partendo da
elementi isolati da mettere in relazione gli uni agli altri. Buoni punteggi alla prova
riflettono la capacità di cogliere percettivamente gli indizi utili alla ricostruzione e di
organizzarli in strutture significative, mentre bassi punteggi indicano deficit di tipo
percettivo o cognitivo. L’ansia ed i disturbi emotivi tendono a ridurre la prestazione al
subtest.
17
05/04/2011
COMPRENSIONE
DESCRIZIONE: Comprende una serie di domande presentate oralmente che riguardano la
soluzione di problemi quotidiani o la comprensione di regole sociali e concetti da parte del
bambino.
l subtest valuta le capacità di acquisire informazioni utili dalla vita quotidiana e di saperle
appropriatamente utilizzare. Le risposte sono influenzate dall’ambiente sociale e culturale del
soggetto, ma sono anche indice di un buono o scarso adattamento sociale.
18
05/04/2011
RICERCA DI SIMBOLI (Subtest Opzionale)
DESCRIZIONE: Comprende una serie di gruppi accoppiati di simboli ognuno dei quali consiste di
un gruppo target (riportato sulla sinistra) e di un gruppo di ricerca. Il bambino deve analizzare
visivamente i due gruppi ed indicare se un simbolo target appare o no nel gruppo di ricerca, il
compito prevede un tempo massimo di esecuzione di 2 minuti
Punti di inizio:
Età 6-7
livello A
Età 8-16
livello B
Il subtest valuta la focalizzazione attentiva, lo scanning visivo e la memoria visiva. La
prestazione è influenzata dall’attenzione e dalla capacità di concentrazione.
19
05/04/2011
MEMORIA DI CIFRE (Subtest Supplementare)
DESCRIZIONE: Comprende una serie di sequenze di numeri presentate oralmente che il
bambino ripete nello stesso ordine per le Cifre in Avanti e nell’ordine inverso per le Cifre
all’Indietro.
La prova valuta la memoria a breve termine verbale e la capacità di operare mentalmente
su materiale appreso. La prestazione è influenzata da sindromi organiche, dalle abilità
cognitive di base e dagli stati ansiosi.
20
05/04/2011
LABIRINTI (Subtest Supplementare)
DESCRIZIONE: Comprende una serie di labirinti di difficoltà crescente che il bambino deve
risolvere con una matita, tracciando una linea dal centro fino all’uscita senza attraversare muri.
Valuta la capacità di trovare l’uscita dai dieci labirinti e richiede abilità prassiche,
coordinamento visuo-motorio, capacità di controllo esecutivo.
21
05/04/2011
QI
Classificazione
130 e superiori
120-129
110-119
90-109
80-89
70-79
69 e inferiori
Eccezionalmente alto
Alto
Medio alto
Medio
Medio basso
Basso
Eccezionalmente basso
22
05/04/2011
INDICI PER I DSA
• ACID:RA,CR,IN,MC
• SCAD:RS,CR,RA,MC
• Relazione tra categorie di Bannant
yne:
AS>CV oppure AS>CV>Sq
•
•
•
C o n c e t t u a l i z z a z i o n e v e r b a l e ( C V ) , m e d i a d e i p .p. :S o m i g l i a n z e , V o c a b o l a r i o e C o
mprensione;
A b i l i t à s p a z i a l e ( A S ) , m e d i a d e i p . p.: C o m p l e t a m e n t o d i f i g u r e , D i s e g n o c o n c u b i
e Ricostruzione di oggetti;
S e q u e n z e ( S q ) m e d i a d e i p. p.: M e m o r i a d i c i f r e , C i f r a r i o, S t o r i e f i g u r a t e .
Però è ancora dibattuto se siano discriminanti e se sia opportuno
assumerli nella valutazione protocolli WISCIII
23
05/04/2011
PROFILI CLINICI TIPICI
• DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO
(DSA):
• DSA VERBALE: MAGGIORI DIFFICOLTÀ CON
SUB-TEST AD ALTA SATURAZIONE SU
FATTORE VERBALE,
• SNDR NON VERBALE: MAGGIORI
DIFFICOLTA’ CON SUBTEST AD ALTA
SATURAZIONE SU FATTORE PERFORMANCE
24
05/04/2011
PROFILI CLINICI TIPICI
• DISTURBI ATTENTIVI: CADUTE IN ARITMETICA,
CIFRARIO, MEMORIA DI CIFRE,
• DISTURBI VISUO-PERCETTIVI: CADUTE IN
DISEGNO COI CUBI, RICOSTRUZIONE DI
OGGETTI, LABIRINTI
• DISTURBI DEL LINGUAGGIO: CADUTE IN
SOMIGLIANZE, ARITMETICA, VOCABOLARIO,
MEMORIA DI CIFRE
25
05/04/2011
PROFILI CLINICI TIPICI
• DISTURBI D’ANSIA: CADUTE IN MEMORIA DI
CIFRE, E ARITMETICA; PUNTEGGI ALTI IN
INFORMAZIONI E VOCABOLARIO
• DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO: QIV <
QIP; CADUTE IN SOMIGLIANZE,
COMPRENSIONE E STORIE FIGURATE, MEGLIO
IN MEMORIA DI CIFRE E DISEGNO CON CUBI
(PROCESSI DI ASTRAZIONE E INTEGRAZIONE)
26
05/04/2011
LORENZO
Subtest
Punti
Punti ponderati
grezz Verba Perfor
CV OP LD
le
m.
i
Completam. di
13
figure
Informazione
7
Cifrario
18
Somiglianze
8
Riord. storie
4
figurate
Ragionam.
5
aritmetico
Disegno con i cubi
10
Vocabolario
16
Ricostruz. di oggetti 8
Comprensione
4
(Ricerca di simboli) 10
(Memoria di cifre)
6
(Labirinti)
8
Somma dei punti
ponderati
13
13
10
10
4
4
10
10
7
7
9
9
6
6
10
10
7
7
5
5
6
6
5
5
8
41
VE
8
40
35
44
11
10
Punt.
totale
81
Somma p.
QI/QD
ponderati fattoriale
Verbale
41
88
Perfor
40
86
m.
Totale
81
85
CV
35
92
OP
44
92
LD
11
72
VE
10
71
Percentile
21
___% intervallo
confidenza
82-96
18
79-95
16
30
30
3
3
80-92
85-101
85-101
66-86
66-86
27
05/04/2011
WPPSI-III
VALUTAZIONE COGNITIVA
Età: 2anni e 6mesi- 7 anni, 3 mesi. Sono presenti 2 sottobatterie per 2 fasce d’età
considerate: (a) 2.6-3.11; (b) 4.0-7.3.
Punteggi standardizzati: media 100 e ds 15 Indici di sviluppo cognitivo (totale, verbale,
performance + Quoziente di velocità di processamento -per bambini dai 4.0 ai 7.3;
e Linguaggio generale )
Composizione (14 subtest)
-
QI verbale (QIV):
QI di performance (QIP);
QI totale (QIT);
-
Facoltativi:
Quoziente di velocità di processamento;
Linguaggio generale;
VANTAGGI:
- Strumento maggiormente diffuso per la valutazione del QI => affidabile;
- Valutazione completa di abilità verbali e non verbali;
- Fornisce quozienti di deviazione fattoriale per confronti tra risorse e debolezze.
SVANTAGGI:
-
Non applicabile a popolazioni particolari (disturbi del linguaggio; gravi ritardi)
28
05/04/2011
TEST PERFORMANCE
•
•
•
•
•
Disegno con i cubi (DC: ambedue le fasce
d'età): misura l'abilità di analizzare e
sintetizzare stimoli visivi, sulla base di una
corretta percezione o organizzazione visiva, e
la coordinazione visuomotoria.
Matrici logiche (ML: 4.0-7.3): misura la
capacità di ragionamento logico.
Concetti per immagini (CI: 4.0-7.3): misura
l'abilità di ragionamento astratto e la capacità
di organizzare categorie.
Completamento di figure (CF: 4.0-7.3): misura
il riconoscimento visivo di dettagli essenziali di
un oggetto attraverso una corretta percezione
e organizzazione visiva e richiede capacità di
attenzione-concentrazione.
Ricostruzione di oggetti (RO: 2.6-3.11;
supplementare per 4.0-7.3): valuta
l'organizzazione visuomotoria, l'integrazione e
sintesi della relazione parte-tutto, il
ragionamento non verbale e l'apprendimento
per prova ed errore. Coinvolge inoltre l'abilità
spaziale, la coordinazione visuomotoria, la
flessibilità cognitiva e la persistenza.
TEST VERBALI
•
•
•
•
•
Informazione (IN: 2.6-7.3): valuta l'abilità del
bambino su nozioni di cultura generale;
coinvolge l'intelligenza cristallizzata, la
memoria a lungo termine e l'abilità a
mantenere e recuperare le conoscenze dalla
scuola e dall'ambiente.
Vocabolario (VC: 4.0-7.3): valuta la
conoscenza di parole e la formazione di
concetti verbali, inclusa la memoria a lungo
termine.
Ragionamento con parole (RP: 4.0-7.3):
misura la capacità di ragionamento verbale ed
include l'abilità di ragionamento analogico e
generale, con integrazione e sintesi di
differenti tipi di informazioni.
Comprensione (CO: 4.0-7.3): valuta la
conoscenza e la comprensione delle
motivazioni alla base di fatti comuni, di
comportamenti abituali e regole sociali.
Somiglianze (SO: 4.0-7.3): misura la base dei
concetti, la loro corretta formazione, con la
capacità di distinguerne le caratteristiche
essenziali da quelle non essenziali, utilizzando
un ragionamento verbale.
29
05/04/2011
VELOCITA’ DI PROCESSAMENTO
Ricerca di simboli (RS, 4.0-7.3):
coinvolge la discriminazione visiva, la
memoria visiva a breve termine, la
coordinazione visuomotoria, la
flessibilità cognitiva; richiede anche
capacità di attenzione-concentrazione.
Cifrario (CR: 4.0-7.3): valuta
soprattutto l'attenzioneconcentrazione, ma è influenzato dalla
rapidità motoria.
LINGUAGGIO GENERALE
•
•
Vocabolario recettivo (VR: 2.6-3.11;
opzionale per 4.0-7.3): valuta la
comprensione di termini e di
istruzioni verbali, attraverso la
memoria a lungo termine.
Denominazione di immagini (DI:2.63.11; e opzionale per 4.0-7.3): valuta
la conoscenza cristallizzata
attraverso la memoria a lungo
termine.
30

Documenti analoghi

La scala WISC III

La scala WISC III Le tabelle di QI • Per ciascun soggetto è stata calcolata la somma dei punteggi ponderati dei 5 subtest verbali (eccetto memoria di cifre), dei 5 subtest di performance (eccetto Ricerca di simboli...

Dettagli

Scarica la brochure della WISC-IV

Scarica la brochure della WISC-IV punteggi compositi: un Quoziente Intellettivo Totale (QIT) per rappresentare le capacità cognitive complessive del bambino, e 4 punteggi aggiuntivi – l’Indice di Comprensione verbale (ICV), l’Indic...

Dettagli

WISC IV - Facoltà di Scienze della Formazione

WISC IV - Facoltà di Scienze della Formazione (I), definita come la capacità di individuare caratgoli subtest - se adegua- teristiche implicite (ad esempio, regole, processi, rmettono di misurare le categorie ecc.) alla base di un problema spe...

Dettagli