leydi: il ricordo di stelios lainakis

Commenti

Transcript

leydi: il ricordo di stelios lainakis
LEYDI: IL RICORDO DI STELIOS LAINAKIS
In ricordo del nostro comune amico, Leydi Roberto […] .Con lui ho stabilito,
nonostante la differenza di età, durante il mio soggiorno in Italia , da subito un
rapporto intenso di amicizia, di stima ed affetto e di interessi musicali comuni.
Ricordo ancora con emozione, tra i tanti episodi, i suoi sei soggiorni a Creta .
Girando tutta l'isola, abbiamo scoperto insieme e registrato suoni, in parte da me,
come suonatore di liuto e bousouki, già conosciuti ma anche nuovi, che la gente
dell' isola e gli anziani musicisti, scavando nella memoria , hanno ricordato,
cantato e suonato per noi. Le nostre ricerche sulla musica popolare cretese sono
durate circa vent'anni, durante i quali, con l'aiuto delle associazioni culturali di
Kissamos e la partecipazione di musicologi greci, sono stati organizzati importanti
convegni etnomusicologici. Il risultato di queste nostre ricerche è stato la
pubblicazione di due libri sulla musica popolare cretese.
Ma, oltre che appassionato ricercatore scientifico di musiche popolari, vorrei
ricordare l'amico Roberto come organizzatore, dal 1977, di spettacoli musicali in
importanti teatri italiani (al Comunale di Bologna, alla Fenice di Venezia, al
S.Ferdinando di Napoli, a Sassari, Cremona e in altre città) ove lui, affascinando il
pubblico, con la sua grande cultura musicale, presentava la musica popolare della
mia isola. Alla sua presentazione seguiva il concerto , nel quale io, con il liuto,
accompagnavo altri musicisti, in particolare i raffinati violinisti cretesi assai noti
come Papadakis o Naftis e altri. Tutto ciò ha contribuito a far conoscere la musica
di Creta non solo come musica folkloristica per i turisti, ma anche come cultura,
tradizione e scienza musicale di un popolo.
A lui, che ricordo con nostalgia, va la mia gratitudine per i bellissimi giorni passati
insieme e per quello che mi ha insegnato […]
Stelios Lainakis