sito progetto lettura, scrittura, teatro la didattica del

Commenti

Transcript

sito progetto lettura, scrittura, teatro la didattica del
Istituto S.Vincenzo
Erba
Scuola primaria paritaria parificata
LETTURA,
SCRITTURA,
TEATRO…
…LA DIDATTICA
DEL FARE
1
BISOGNI
Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni
aleggiano sulla realtà scolastica circa l’allarmante abbandono
della lettura nella nostra società e tra i giovani, il collegio dei
docenti si è interrogato sull’argomento cercando di elaborare un
progetto che proponga l’interiorizzazione dell’importanza
educativa e formativa della lettura.
A progetto iniziato, il corpo docente è venuto a conoscenza del
Protocollo di Intesa “Amico libro” che il Ministero della
Pubblica Istruzione ha sottoscritto con Upi (unione province
italiane), Anci (associazione nazionale comuni italiani) e Aie
(associazione italiana editori) nel dicembre 2007. Esso ha
offerto una ulteriore conferma della necessità contingente del
percorso intrapreso e rafforzato il progetto grazie ad alcuni
input proposti dal Protocollo, raccolti e declinati nella nostra
realtà scolastica.
J.J. Rousseau quando si è posto il problema di insegnare a
leggere a Emilio ha risposto che il problema prioritario,
essenziale, anzi esclusivo, era paradossalmente solo quello di
far nascere l’amore della lettura.
In quest'ottica il compito della scuola è quello di accendere gli
interessi idonei a far emergere il bisogno e il piacere della
2
lettura, per avviare i bambini alla comprensione e alla
padronanza della complessità del fenomeno linguistico,
attraverso la pianificazione di interventi opportuni, pluralità di
itinerari e strategie di incentivazione dell’attività di lettura
mediante un progetto specifico.
Il progetto si prefigge il superamento della lettura inserita
nell'ambito specifico dell'educazione linguistica per connotarsi
come obiettivo più ampio di formazione della persona sotto
l'aspetto cognitivo, affettivo- relazionale e sociale, inserendo la
lettura in attività teatro – musicali e laboratoriali.
La lettura non sarà offerta come un fatto isolato, bensì un
insieme ricco di esperienze positive
positive e significative, di possibilità
creative ed espressive il cui risultato finale sarà un vissuto
attivo e coinvolgente, espresso attraverso una rappresentazione
teatrale.
Tali proposte e attività attiveranno e svilupperanno tre
elementi base per la mente: l'identificazione, l'immaginazione e
il fantasticare, inoltre saranno l'occasione per l'esercizio delle
doti di intelligenza, capacità d’espressione, sensibilità e
creatività..
3
SOGGETTI COINVOLTI
Il progetto nasce e si sviluppa in verticale, perciò coinvolge
tutte le classi della scuola primaria.
primaria
FINALITÀ EDUCATIVE E FORMATIVE
Promuovere un atteggiamento positivo nei confronti della
lettura motivando al piacere della stessa;
favorire l'avvicinamento affettivo, emozionale e
plurisensoriale al libro;
prendere coscienza e rafforzare le proprie capacità
linguistiche, motorie e vocali;
sviluppare l’abilità di collaborazione in piccolo, medio e
grande gruppo;
fornire le competenze e le capacità necessarie per realizzare
un rapporto attivo - creativo e costruttivo con il libro.
ATTIVITÀ DI CLASSE
DISCIPLINARI
LABORATORIALI
lettura dell’insegnante
lettura ad alta voce e
silenziosa da parte degli
alunni
conversazioni esplicative e/o
rievocative
giochi di ruolo e di simulazione
drammatizzazioni
con
recitazioni espressive
illustrazioni in sequenza
4
giochi di ruolo e di realizzazione di plastici
simulazione
manipolazione e rielaborazione accostamento alla lettura di
di storie
proverbi e brevissime canzoni in
lingua dialettale con il
supporto della Cumpagnia di
Nost di Canzo
invenzione di storie
uso di mezzi e strumenti
informatici per l’elaborazione
di documenti scritti o disegnati
allestimento e uso della
biblioteca
elaborazione e stesura di
articoli da editare sulle testate
locale e provinciale
ATTIVITÀ
ATTIVITÀ ALL’ESTERNO DELLA CLASSE
interventi di sensibilizzazione presso la biblioteca comunale e le
librerie territoriali con attività di lettura animata, anche grazie
al supporto di esperti
proiezione di film sceneggiati da libri di narrativa per ragazzi
letti
fruizione di rappresentazioni teatrali tratte da libri letti
5
svolgimento del percorso teatro – musicale “LIBRIAMOCIÊ
LIBRIAMOCI con il
supporto della cooperativa onlus “Biscroma” di Canzo
attraverso:
drammatizzazioni con recitazioni espressive;
esecuzione corali e strumentali di brani musicali di generi e
stili attinenti, geograficamente e storicamente, alle storie
rappresentate;
realizzazioni scenografiche
produzione di un DVD
lezione concerto “Pierino e il lupo” di Prokofiev
METODOLOGIA
Le proposte educativo - didattiche sono volte a favorire e
valorizzare l’integrazione tra le diverse esperienze cognitive e
culturali del bambino e si articolano, quindi, nei vari settori
dell’ambito dei linguaggi e della comunicazione, dell’espressione
motoria e artistica, riconoscendo pari valore formativo alla
lettura, alla scrittura, all’animazione motoria e al suono.
Le strategie metodologiche si basano sulla valorizzazione
delle potenzialità di tutti gli alunni, sulla creazione di
situazioni motivanti all'ascolto, alla lettura e alla produzione,
sulla valorizzazione del gioco, quale mezzo privilegiato per
6
l'attivazione e lo sviluppo del processi cognitivi e di
apprendimento.
I docenti individuano costantemente momenti e luoghi per
favorire e stimolare l’ascolto, regolandone gradatamente i
tempi, creando un’atmosfera di aspettativa, proponendo testi
adeguati all’età e agli interessi degli alunni, con l’uso di
mediatori ludici, analogici, iconici,simbolici e multimediali.
DURATA
Il progetto vede uno svolgimento nell’arco dell’intero anno
scolastico 2007 - 2008.
PRODOTTI FINALI
L’espressione più completa ed esplicita
esplicita avverrà con la messa
inscena
inscena dello spettacolo “LIBRIAMOCI”. Esso è un percorso
integrato e sequenzialmente logico, ma suddiviso in tre momenti
per essere il più aderente possibile agli interessi e ai bisogni
delle diverse fasce d’età della scuola primaria, infatti, le classi
prima, seconda e terza
rappresentano la storia
“ Il castello incantato”,
7
le quarte mettono in scena
la storia
“I cavalieri della tavola
rotonda”
le quinte rappresentano la storia
“ Un viaggio in mongolfiera”.
La sua messa in scena avrà luogo presso il cinema – teatro
Excelsior di Erba, inoltre le espressioni musicali, corali e
strumentali verranno riproposte dagli alunni, come spettacolo di
piazza, durante l’iniziativa estiva dei “mercoledì serali erbesi
2008”.
In collaborazione con la scuola secondaria di primo grado del
nostro istituto comprensivo, in occasione della Festa d’Europa
2008 verrà allestita una mostra in cui saranno esposti i lavori
8
realizzati nei curricola delle varie discipline per il progetto in
questione, in quanto l’argomento propulsore è la comunicazione
con i suoi mezzi di diffusione.
Il presente progetto è risultato vincitor
vincitore
itore al concorso “Scuola
in scena”promosso
scena”promosso dalla Provincia in collaborazione con il
Teatro sociale As.Li.Co, quindi la scuola primaria
S.Vincenzo rappresenterà lo spettacolo anche presso il Teatro
Sociale Como in data 17 maggio alle ore 14.
A cura dei docenti Pina Giuditta, Barzaghi Eliana e Montuori Gabriella
per l’equipè docenti scuola primaria Ist.S.Vincenzo
La coordinatrice educativo – didattica
Dott.ssa Maria Valtulini Vegezzi
9