italie pieces ntegrazione europea

Commenti

Transcript

italie pieces ntegrazione europea
BEI
ONE
P U B L I C A T I O N S
EUROPEA
O P E R A T I O N S
UE
ITALIE
IT
FONDS
BEI
SOUS-FONDS
PUBLICATIONS
SERIES
EVENEMENTIELLES
SOUS-SERIES
OPERATIONS UE
DOSSIERS :
ITALIE
PIECES
NTEGRAZIONE EUROPEA
DATES
VERSIONS LINGUISTIQUES :
IT
N T E G R A Z I
FINANZIA/VENTI
IN
ITALIA
Lavorare
per
l'integrazione
europea
'i>%^^6
BANCA
EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI
L'istituzione finanziaria dell'Unione europea
LA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI
Lo Banco europea per gli investimenti (BEI), l'istitu­
A l settore dell'energia 5 6 8 milioni di ecu, destinati
zione finanziaria
in particolare allo sviluppo del potenziale idroelettrico,
dell'Unione Europea istituita nel
1 9 5 8 dal Trattato di Roma, ha per missione il finan­
alle reti di teleriscaldamento, olla valorizzazione di
ziamento, α medio e lungo termine, di progetti miran­
giacimenti di idrocarburi nel Mezzogiorno, e al
ti all'integra­
zione
allo
trasporto e distribuzione di gas naturale.
ed
sviluppo
dell'Unione.
Le attività della Banca sono
concentrate
La sede della BEI a Lussemburgo
principalmente
nei
Paesi
Membri dell'Unione Europea. La BEI, inoltre, partecipa attivamente all'applicazione della politica di cooperazione internazionale dell'Unione nei confronti
A l l o protezione dell'ambiente ed al miglioramento
dell'Europa Centro-Orientale, dell'area mediterra-
della qualità della vita, 201 milioni di ecu; in partico-
nea, dell'Africa dei Caraibi e del Pacifico, cosi" come
lare sono stati finanziati: l'estensione delle reti idriche,
dell'Asia e dell'Americo Latina . Nel corso del 1 9 9 5
la raccolta ed il trattamento delle acque di scarico,
i finanziamenti concessi sono ammontati α 2 1,4 mi­
lavori di riassetto urbano.
liardi di ecu. l'Italia si é confermata, nel 1 9 9 5 , al primo posto tra gli Stati utilizzatori dei fondi della Banca,
I mutui individuali α favore del settore industriale, am­
con finanziamenti per 3 4 3 5 milioni di ecu, cosi" sud-
montano α 3 1 4 milioni di ecu; riguardano investi­
divisi;
menti in numerosi settori: legno, corta, ceramica,
chimica, automobile, fibre ottiche per le telecomuni­
cazioni, elettrodomestici, tessile, alimentare.
A numerosi istituti intermediari, circa quaranta, distri­
buiti sul territorio nazionale, sono stati accordati
prestiti globali per 1 1 6 4 milioni di ecu, per il finan­
ziamento di PMI, 2 4 milioni dei quali specificamente
destinati alla ricerca e sviluppo.
A l settore dei trasporti 9 4 0 milioni di ecu, destinati
allo sviluppo delle reti prioritarie transeuropee, ferroviarie, autostradali, aeroportuali.
Al
settore delle telecomunicazioni sono andati
2 4 7 milioni di ecu per l'ammodernamento delle
reti.
^ms
BEhEIB
DEN EUROP/tlSKE INVESTERINGSBANK
EUROPÄISCHE INVESTITIONSBANK
ΕΥΡΩΠΑΪΚΗ ΤΡΑΠΕΖΑ ΕΠΕΝΔΥΣΕΩΝ
ι
î
EUROPEAN INVESTMENT BANK
B A N C O EUROPEO DE INVERSIONES
BANQUE EUROPEENNE D'INVESTISSEMENT
B A N C A EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI
EUROPESE INVESTERINGSBANK
B A N C O EUROPEU DE INVESTIMENTO
EUROOPAN INVESTOINTIPANKKI
EUROPEISKA INVESTERINGSBANKEN
'
'
;
ISTITUTI BANCARI ITALIANI CHE GESTISCONO PRESTITI GLOBALI BEI
(Settembre 1998)
Intermediari diretti :
ι
BANCA ANTONIANA POPOLARE VENETA
BANCA CARICE
BANCA CENTRALE Dl CREDITO POPOLARE (CENTROBANCA)
BANCA COMMERCIALE ITALIANA
BANCA MEDIOCREDITO (CRT)
BANCA NAZIONALE DEL LAVORO (BNL)
BANCA PER I FINANZIAMENTI A MEDIO E LUNGO TERMINE (INTERBANCA)
BANCA POPOLARE DELL' EMILIA ROMAGNA
BANCA POPOLARE Dl BERGAMO
BANCA POPOLARE Dl MIUNO
BANCA POPOLARE Dl VERONA - BANCO S.GEMINIANO E S.PROSPERO
BANCO AMBROSIANO VENETO
BANCO Dl NAPOLI
CARIVERONA BANCA
GRUPPO CARIPLO (CARIPLO. CARIME ED ALTRI)
CASSA Dl RISPARMIO Dl PADOVA E ROVIGO
CASSA Dl RISPARMIO Dl PARMA E PIACENZA
CASSA Dl RISPARMIO IN BOLOGNA
CONSORZIO Dl CREDITO PER LE OPERE PUBBLICHE (CREDIOP)
CREDITO BERGAMASCO
CREDITO ITALIANO
ENTE FINANZIARIO INTERBANCARIO (EFIBANCA)
GRUPPO MONTE DEI PASCHI Dl SIENA (MPS. MC. TOSCANO, BANCA TOSCANA e INCA)
ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO Dl TORINO
ISTITUTO MOBILIARE ITALIANO - IMI
MEDIOBANCA - BANCA Dl CREDITO FINANZIARIO
MEDIOCREDITO CENTRALE
MEDIOCREDITO Dl ROMA
MEDIOCREDITO LOMBARDO
MEDIOVENEZIE BANCA
ROLO BANCA 1473
'
Intermediari indiretti via Mediocredito Centrale :
BANCA AGRICOLA MANTOVANA
BANCA DEL MONTE Dl LUCCA
BANCA DEL SALENTO
BANCA ITALEASE
BANCA POPOLARE COMMERCIO E INDUSTRIA
BANCA POPOLARE Dl ASOLO E MONTEBELLUNA
BANCA POPOLARE Dl BRESCIA
BANCA POPOLARE VICENTINA
BANCA S.PAOLO Dl BRESCIA
BANCA SELLA
BANCO Dl SARDEGNA
CASSA Dl RISPARMI Dl LIVORNO
CASSA Dl RISPARMIO Dl ALESSANDRIA
CASSA Dl RISPARMIO Dl ASTI
CASSA Dl RISPARMIO Dl FERRARA
CASSA Dl RISPARMIO Dl FIRENZE
CASSA Dl RISPARMIO Dl LUCCA
CASSA Dl RISPARMIO Dl PESCARA E Dl LORETO APRUTINO
CASSA Dl RISPARMIO Dl PISA
CASSA Dl RISPARMIO Dl SAN MINIATO
CASSA Dl RISPARMIO Dl TERAMO
CASSA Dl RISPARMIO Dl TRIESTE
CASSA Dl RISPARMIO Dl UDINE E PORDENONE
CREDITO AGRARIO BRESCIANO
CREDITO EMILIANO
ICCREA
IRFIS
MEDIOCREDITO ABRUZZESE E MOLISANO
MEDIOCREDITO DELL'UMBRIA
MEDIOCREDITO FONDIARIO CENTRO-ITALIA
MEDIOCREDITO FRIULI VENEZIA GIULIA
MEDIOCREDITO TRENTINO ALTO ADIGE
MEDIOSUD
MELIORBANCA ,00, Boulevard Konrad Adenauer · L-2950 Luxembourg - Tél. : |-3521 43 79-1 - Tx: H 3530 bnkeu lu - Fax: (-352) 43 7704
H320 Vidéoconférence: (-352) 43 93 67
i
;
,
,
'
ι
\
ι
I
i
'
I
'
|
1
;
Intermediari indiretti via CARIPLO (in corso di perfezionamento):
BANCA MONTE Dl PARMA
CARIME
CASSA Dl RISPARMIO DELLA PROVINCIA Dl VITERBO
CASSA Dl RISPARMIO DELLA SPEZIA
CASSA Dl RISPARMIO Dl ALESSANDRIA
CASSA Dl RISPARMIO Dl ASCOLI PICENO
CASSA Dl RISPARMIO Dl CARRARA
CASSA Dl RISPARMIO Dl CITTA Dl CASTELLO
CASSA Dl RISPARMIO Dl FERMO
CASSA Dl RISPARMIO Dl RIETI
MEDIOCREDITO DEL SUD
Intermediari indiretti via IMI (in corso di istruttoria):
BANCA POPOLARE Dl SONDRIO
BANCA REGIONALE EUROPEA
CASSA Dl RISPARMIO Dl UDINE E PORDENONE
FINANZIAMENTO DEI PROGETTI
in lineo semplificativa, la BEI finanzia sia progetti di grande dimensione, il cui costo convenzionalmente supera
i 25 milioni di ecu, per il tramite di prestiti individuali, sia le iniziative di minori dimensioni, finanziate attraverso
i «prestiti globali». I finanziamenti dello Banco di norma non superano il 5 0 % del costo del progetto. II progetto
è definito come un investimento ben identificato e delineato, avente uno scopo specifico, determinato nel tempo
e finalizzato olla realizzazione di obiettivi aventi valenza tecnica e / o economica. 1 progetti devono inoltre
rientrare tra gli obiettivi strategici della Banca, («eleggibilità»] del progetto, quali il rafforzamento economico
delle aree di sviluppo regionale, il supporto olle PMI, l'energia, l'ambiente, ecc..
PRESTITI GLOBALI
I «prestiti globali» sono delle linee di credito α medio-lungo termine aperte α favore di intermediari finanziari
operanti α livello nazionale e regionale per erogare crediti di importo unitario poco elevato α favore di inve­
stimenti scelH d'intesa con la BEI conformemente ai suoi criteri.
Sono finanziabili i progetti realizzati nei settori dell'industria, agro-industria, dei servizi, inclusa lo distribuzione,
nonché la ricerca e sviluppo e le infrastrutture.
Le piccole e medie imprese, come i Comuni, le Regioni e le Province, interessate α finanziare progetti mediopiccoli, dovranno rivolgersi all'isMluto intermediario di loro scelta, al fine di rapidamente accertare la finanziabilità del progetto di loro interesse.
Per ottenere i finanziamenti BEI destinati alle PMI è necessario rivolgersi direttamente ad uno degli istituti intermediari, la lista (novembre 1996) dei quali è qui allegata:
MUTUI INDIVIDUALI
(in miiioni di ecu}
Sviluppo
regionale 11 445
Γ er quanto attiene i mutui individuali per il settore industriale ο infrastrut­
turale, pubblico ο privato, comunque per importi che superino i 25 milio­
ni di ecu, ci si potrà rivolgere direttamente olla Direzione del Dipartimento Italia della BEI α Roma per l'istruttoria dello pratica.
nfrastrutture comunitarie 4 249
Ambiente 3 323
Energia 4 4 1 9
Industrio 1 030
PMI 3 655
11 dossier pre-istruttorio, da sottoporre in forma sintetica, riguarderà i
seguenti punti:
Promotore: informazioni generali e giuridiche sul promotore e sui principali
• · .· L-l
· I .· ·
I· I.- · ι
• L J . J II'
azionisti; bilanci relativi agli ultimi tre anni e budget dell anno m corso;
descrizione generale della organizzazione, stabilimenti, unità produttive ecc..
Suddivisione per settore dei finanziamenti BEI
in Italia dal 1991 al 1995
Progetto di investimento: descrizione tecnica del progetto. Effetti sullo capacità produttiva, effetti sull'ambiente,
valutazione dei costi, ecc..
Mercato: evoluzione dei dati produzione/vendite nel ll'ultimo triennio, effetti del progetto sulla posizione competitiva del promotore.
Aspetti finanziari: Pioni finanziari del progetto con indicazione degli eventuali contributi pubblici; previsioni
finanziarie α livello di conto profitti e perdite; evoluzione dello struttura dell'indebitamento finanziario; indica­
zione dell'intermediario creditizio e piano delle garanzie offerte.
ESAME DEI PROGETTI
Prima di procedere al finanziamento dei progetti, la BEI valuta l'economicità nonché la fattibilità tecnica e finanziaria di ogni operazione. Le valutazioni sono eseguite da gruppi interdisciplinari interni alla Banca, di norma
composti da un analista finanziario, un ingegnere ed un economista.
La BEI assicura in stretta cooperazione con il promotore un controllo costante del progetto, e, ove si rivelasse
necessario, esamina l'applicazione delle procedure delle gare d'appalto.
I tassi di interesse applicati -fissi ο variabili- riflettono i costi di raccolta della BEI sui mercati finanziari; tenendo
conto dello qualità AAA della Banca e del fatto che essa non ho scopo di lucro, sono tassi particolarmente interessanti per gli operatori.
La durata dei finanziamenti varia dai 4 ai 1 0 anni per l'industria e dai 4 ai 15 anni per le infrastrutture, sia in
lire che nelle principali valute internazionali.
Banca europea per gli investimenti
Direzione del Dipartimento Italia
Via Sardegna, 38
1-00187 Roma
TeL: 0 6 - 4 7 1 9 I
F a x : 0 6 - 4 2 8 7 3438
Videoconferenza: 48 9 0 5 5 26
Direttore: D.sso Carolina REID
Per informazioni ulteriori ci si può' rivolgere al
Dipartimento Comunicazione e Informazione
Banca europea per gli investimenti
100, bd. Konrad Adenauer
L-2950 Luxemburgo
Tel.:00-352-4379-1
F a x : 0 0 - 3 5 2 - 4 3 7 9 3189
Videoconferenza: 43 93 6 7
Internet http://www.bei.org
Dott. Manfredo PAULUCCI de CALBOLI

Documenti analoghi

BEI Info - European Investment Bank

BEI Info - European Investment Bank attraverso la rete locale di banche nell’Europa centro-orientale e nei Paesi candidati, e prevede di incrementare questo importo, qualora necessario, nel corso dei prossimi due anni. La Banca gesti...

Dettagli