Statuto - Associati a COE Linea Vita

Commenti

Transcript

Statuto - Associati a COE Linea Vita
Centro Operativo di Eccellenza
“LineaVita”
C.O.E. LineaVita
Cod. fiscale 95197570161
Tel 035 315315 (centralino)
[email protected]
www.coelineavita.org
In data odierna 22/05/2012, presso Bergamo in Via Bellafino n.22, si sono trovati i
seguenti signori componenti del direttivo:
-
Vitali Giancarlo
Matteazzi Giovanni
Venturella Piergiorgio
Morandi Giampiero
Sesini Stefano
I suddetti Signori si sono riuniti in consiglio per deliberare la modifica dello statuto
dell’associazione COE LINEAVITA.
STATUTO
ART.1) COSTITUZIONE E DENOMINAZIONE
L’Associazione Centro Operativo di Eccellenza - Linea Vita abbreviabile in C.O.E
LineaVita è stata costituita a livello Nazionale il 21/febbraio/2012, con sede ufficiale
operativa in via Bellafino nr. 22 24126 Bergamo.
L’Associazione Centro Operativo di Eccellenza Linea Vita intende utilizzare la sigla
“C.O.E. LineaVita”, che risulterà il logo ufficiale; il Centro risulta in eccellenza e per
ruoli pertinenti in merito alla definizione stessa, per le procedure specialistiche e
soprattutto per la organizzazioni di informazione, formazione ed addestramento.
L’Associazione mediante deliberazione del Consiglio Direttivo , può: istituire uffici
distaccati, sedi territoriali, comitati, gruppi tecnici e scientifici, organismi professionali e
centri tecnici operativi, costituire proprie società di servizio e assumere partecipazioni in
società e in organizzazioni ai fini del raggiungimento degli obbiettivi associativi.
1
ART.2) IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo risulta costituito da 5 a n. 9 Soci; per il primo triennio il Consiglio
Direttivo è costituito dai 5 soci fondatori; dopo il 3^ anno l’assemblea procederà ad
elezione del nuovo Consiglio Direttivo previa definizione del numero che resterà in carica
per n.36 mesi. I soci fondatori fanno parte di diritto al consiglio direttivo, ogni altro membro
del direttivo può essere rieletto per al massimo 3 mandati; le elezioni si svolgono in modo
democratico con procedure stabilite dal regolamento associativo nel rispetto dei disposti
del Codice Civile. Saranno ammesse deleghe nei limiti di 1 per Socio votante a termini di
regolamento.
Il Consiglio Direttivo Nazionale procederà alle elezioni delle cariche sociali (Presidente,
Vicepresidente, Segretario, Tesoriere, Coordinatore del G.T.O. )
Le cariche di segretario e tesoriere potranno essere ricoperte dalla stessa persona
nominata dal consiglio direttivo.
La funzione di Coordinatore può essere ricoperta anche da chi svolge altre cariche sociali.
Al presidente compete la legale rappresentanza.
Il consiglio direttivo è convocato formalmente dal presidente stabilendo l’ODG.
Non sono ammesse deleghe. Assume decisioni a maggioranza dei presenti, e in caso di
parità il voto del Presidente vale doppio.
ART.3) OGGETTO ASSOCIATIVO
L’Associazione “C.O.E. LineaVita”, si costituisce per un preciso progetto di:
divulgare informazione e formazione corretta in rispetto alle norme tecniche
preposte in materia di sicurezza in difesa degli operatori che svolgono attività nelle
costruzioni e lavori “in quota”; con intenzione di proporre precisi programmi di
formazione e addestramento efficace presso i Centri tecnici operativi costituiti dal
consiglio direttivo
promuovere l’aggiornamento e l’avanzamento tecnico scientifico anche mediante
attività d’informazione e di formazione in grado di favorire il continuo miglioramento
culturale e professionale ai ruoli pertinenti di Preposto, Direttore Tecnico attestato di
cantiere, Datore di Lavoro, Professionisti attivi nella materia quali Coordinatori della
progettazione ed esecuzione, RSPP, ASPP;
valorizzare le figure professionali operanti nel campo della sicurezza nei lavori in
quota e nello specifico contro le cadute dall’alto;
sviluppare costanti rapporti con la pubblica opinione,con i mass media, e con gli
organi decisionali locali, nazionali,comunitari internazionali, proponendosi come
punto di eccellenza operativo tecnico;
collaborare con istituzioni nazionali e internazionali, gruppi di ricerca, università. per
lo studio e l’emanazione di normative, linee guida, standard di riferimento, buone
prassi sempre nel settore specialistico di “C.O.E. LineaVita”;
2
riconoscere, qualificare e pubblicizzare aziende produttrici, imprese, figure
professionali, operatori del settore, secondo procedimenti di condizioni di
“eccellenza”;
sviluppare progetti e programmi di formazione innovativi con tecniche di tipo
virtuale, interattivo, comportamentale, E-Learning, fumettistico e video;
sviluppare una ricerca statistica delle cause principali di incidenti sul lavoro e fornire
con l’analisi del valore un contributo alle imprese;
promuovere e sostenere borse di studio a studenti meritevoli di progetti e
innovazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro nello svolgimento delle
attività del lavoro in quota;
operare in sinergia con Associazioni sindacali Datori di Lavoro e lavoratori,
Associazioni professionali di riferimento, nell’ambito sicurezza e prevenzione;
partecipare ai gruppi di ricerca, Gruppi Tecnici, anche di natura europea sempre
per il settore specifico dell’Associazione “C.O.E. LineaVita”,
Istituire a sostegno, conforto tecnico per operatori del settore precisi processi di
addestramento consequenziali a precisi processi di formazione;
Stabilire convenzioni assicurative con primarie compagnie aventi clausole e
coperture adeguate e convenienti tra quelle disponibili a mercato per la
formulazione di polizze RCA, RCO e tutela legale per i propri associati.
Favorire rapporti di correttezza, lealtà e trasparenza professionale tra gli associati,
nella consapevolezza del ruolo sociale svolto a tutela della Salute e Sicurezza dei
lavoratori e nell’interesse delle Imprese e dei Committenti.
Per raggiungere i suoi fini e rispondere alle esigenze del corpo sociale il centro operativo
può creare strutture proprie o utilizzare quelle esistenti sul territorio e/o collaborare con
altre organizzazioni o società italiane,europee, ed internazionali private e pubbliche
operanti nel settore della sicurezza dei lavori in quota e contro le cadute dall’alto.
ART.4) I SOCI
Possono aderire all’Associazione “C.O.E. LineaVita”, quali ASSOCIATI, i fabbricanti di
dispositivi di protezione contro le cadute dall’alto per i lavori in quota, gli installatori di
dispositivi di ancoraggio, Professionisti attivi nella materia quali coordinatori della
progettazione ed esecuzione, RSPP e ASPP certificati ed abilitati secondo i requisiti
previsti per le attività in quota, esperti per la prevenzione delle cadute dall’alto, specialisti
e tutte le persone fisiche e giuridiche, private o pubbliche che svolgono attività di
prevenzione in sicurezza e anche interessati nello specifico alla sicurezza dei lavori in
quota.
3
ART.5) RAPPORTO ASSOCIATIVO
1. Il rapporto associativo nasce con l’accoglimento della domanda di adesione quale
socio previa verifica a cura degli organi abilitati dell’associazione.
2. Il numero dei soci è illimitato.
3. Possono diventare soci le persone giuridiche e/o le persone fisiche che si
riconoscano nel presente statuto ed abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e
svolgano attività previste all’Art.4 indipendentemente dall’appartenenza politica e
religiosa, sesso, cittadinanza, appartenenza etnica e professione.
4. Agli aspiranti soci sono richiesti l’accettazione dello statuto, il godimento dei diritti
civili e il preciso rispetto di civile convivenza professionale nell’ambito del C.O.E.
LineaVita.
5. Gli aspiranti soci devono presentare domanda al Consiglio Direttivo, comunicando
le proprie generalità unitamente alla dichiarazione di accettazione dello statuto, del
regolamento interno e delle deliberazioni degli organi sociali; idoneo “curriculum
vitae” deve dimostrare sostanza e volontà tecnico operativa nel settore.
6. Il rapporto associativo può essere risolto dal socio, mediante comunicazione scritta
di recesso, che produce effetti al termine dell’anno in corso o dall’anno successivo,
a seconda che detta comunicazione pervenga nei primi nove mesi o negli ultimi tre
anni dell’anno.
7. Il rapporto associativo può essere risolto in qualunque momento mediante
deliberazione del consiglio Direttivo, per motivi gravi e secondo il codice
deontologico approvato dal consiglio direttivo e in base a indicazioni del collegio
probiviri.
ART.6) QUOTE ASSOCIATIVE
La quota associativa annuale viene stabilita dal consiglio direttivo e ratificata
dall’assemblea dei soci fondatori. Possono essere stabilite quote differenziate per
specifiche categorie di soci.
La qualifica di socio dà diritto a:
partecipare a tutte le attività promosse dal Centro Operativo;
ricevere informazioni tecnico operative in tempo reale;
ricevere bollettino informativo del Centro Operativo;
ottenere un percorso di privilegio economico per le attività di formazione ed
addestramento;
aderire alle polizze assicurative proposte per gli associati “C.O.E. LineaVita”.
ART.7) ORGANI SOCIALI
Gli organi dell’Associazione sono:
l’assemblea
il consiglio direttivo
collegio dei probiviri
revisori dei conti (eventuali)
per quanto non definito nel presente statuto, competenze, prerogative, responsabilità e
compiti degli organi associativi possono essere definiti ed integrati in documenti
specificamente approvati dall’assemblea dei soci.
La rappresentanza legale dell’Associazione è in capo al presidente nominato dal consiglio
direttivo.
4
Art. 8) Assemblea
1. L’Assemblea è costituita dai Soci di cui all’Art. 4, in regola con il pagamento della quota
associativa.
2. Compete all’ Assemblea ordinaria:
a) nominare il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Revisori dei Conti (eventuale) ed il
Collegio dei Probiviri;
b) approvare il bilancio consuntivo ed il conto economico di previsione;
c) ratificare la quota associativa annuale;
d) approvare la relazione annuale del Consiglio Direttivo sull’attività svolta e sui
programmi futuri.
3. Compete all’Assemblea straordinaria:
a) deliberare le modificazioni dello Statuto;
b) deliberare sullo scioglimento dell’Associazione.
Art. 9) Convocazioni e deliberazioni
1. Le Assemblee ordinarie e straordinarie devono essere convocate con avviso scritto,
spedito per posta o con mezzo elettronico o diffuso tramite il portale dell’Associazione
o pubblicato sui mezzi di comunicazione associativi almeno 15 giorni prima
dell’adunanza, indicante gli argomenti all’ordine del giorno.
2. L’Assemblea ordinaria, da convocare almeno annualmente, è validamente costituita,
in prima convocazione, quando siano presenti o rappresentati la maggioranza dei Soci
e, in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei Soci presenti o
rappresentati.
3. L’Assemblea straordinaria è validamente costituita, in prima convocazione, quando
siano presenti o rappresentati almeno i 3/5 dei Soci e, in seconda convocazione,
qualunque sia il numero dei Soci presenti o rappresentati, con l’esclusione di quanto
previsto all’art. 7 comma 3b (scioglimento dell’Associazione) per cui è richiesto il voto
espresso dalla metà più uno degli associati.
4. Le deliberazioni sono prese a maggioranza dei voti.
5. Le modalità delle votazioni sono stabilite di volta in volta dall’Assemblea, salvo per le
nomine del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori dei Conti e del Collegio dei
Probiviri che devono avvenire per scrutinio segreto.
6. Il Socio che è impossibilitato a partecipare all’Assemblea, può comunque delegare,
per iscritto, un altro Socio, e ciascun Socio non può essere portatore di più di una
delega di Soci in regola col pagamento della quota associativa.
7. I lavori dell’Assemblea sono diretti dal Presidente e verbalizzati dal Segretario.
Art. 10 – Collegio dei Revisori dei Conti (eventuale)
1. Il Collegio è composto da due membri effettivi e un supplente, scelti anche tra i non
Soci, purché professionisti qualificati iscritti negli albi di competenza della sede
dell’Associazione e durano in carica tre anni.
2. I membri del Collegio eleggono tra loro il Presidente, con libero procedimento.
3. Il Collegio controlla la regolare tenuta dei conti dell’Associazione, applicando le regole
professionali stabilite dalla legge per l’attività di Revisore dei Conti.
Art. 11) Collegio dei Probiviri
1. Il Collegio dei Probiviri è composto da tre componenti effettivi e da due supplenti, scelti
anche tra i non soci, che non ricoprono cariche associative istituzionali, e rimane in
carica per tre anni.
2. I componenti effettivi nominano, tra loro, il Presidente, con libero procedimento.
5
3. Al Collegio dei Probiviri è demandata la decisione arbitrale delle controversie che
possano insorgere tra i Soci e tra Soci e gli Organi dell’Associazione, per violazione dei
doveri associativi e/o legati allo svolgimento dell’attività professionale, secondo le
modalità previste dal Codice Deontologico.
4. Al Collegio dei Probiviri è demandato il compito di comminare le sanzioni disciplinari
secondo l’articolo 5 dello Statuto e secondo le regole previste dal Codice Deontologico.
5. Le decisioni del Collegio dei Probiviri sono vincolanti ed inappellabili.
ART.12) GRUPPO TECNICO OPERATIVO (G.T.O.)
Il gruppo tecnico operativo (G.T.O.) presieduto dal Coordinatore e composto da soci
previa verifica delle loro capacità e conoscenza da parte del Consiglio Direttivo.
Il gruppo operativo sarà l’organo tecnico di controllo dei documenti tecnici validati
dall’Associazione, valutazioni tecniche, contenuti dei corsi, seminari e d’informazione,
redazione delle buone prassi.
La convocazione del gruppo operativo deve effettuarsi mediante comunicazione con posta
elettronica contenente l’ordine del giorno, il luogo, la data e l’orario prima dell’adunanza.
Il consiglio direttivo può a suo insindacabile giudizio revocare la nomina di membro del
G.T.O. in caso vengano riscontrate inadempienze e contrasti con le finalità
dell’associazione mediante semplice comunicazione scritta.
ART.13) DEONTOLOGIA
Il socio riconosce il codice Deontologico approvato dall’Associazione e l’operato dei
probiviri.
Con votazione unanime viene accettata la modifica.
Letto, sottoscritto e approvato.
Bergamo
-
22/05/2012
Vitali Giancarlo
Matteazzi Giovanni
Venturella Piergiorgio
Morandi Giampiero
Sesini Stefano
DDDDDDDDDDD..
.DDDDDDDDDDD.
DDDDDDDDDDD..
DDDDDDDDDDD..
DDDDDDDDDDD..
6

Documenti analoghi