Rapporto annuale 2012 - amnesty :: Rapporto annuale

Commenti

Transcript

Rapporto annuale 2012 - amnesty :: Rapporto annuale
ACQUISTA
ACQUISTA ONLINE
ONLINE >>
Europa e Asia Centrale
12
DUEMILA
Finlandia
5_EUROPA & ASIA CENTRALE_amnesty 2012 10/05/12 14.24 Pagina 457
EUROPA E ASIA CENTRALE
A fine anno, un comitato di esperti, incaricato dal governo nel 2009 di esaminare la legislazione vigente sullo stupro, non aveva ancora presentato le proprie conclusioni. Tuttavia, a maggio il governo ha presentato proposte per aumentare le pene detentive per lo
stupro commesso da un estraneo. È stata espressa la preoccupazione che tali proposte
avrebbero inopportunamente rafforzato l’idea che lo stupro sia un crimine minore laddove
vittima e perpetratore si conoscono.
DISCRIMINAZIONE – ROM
A marzo, la Corte suprema ha dichiarato illegale l’espulsione nel 2010 di due uomini
rom provenienti dalla Romania, solo perché abitavano illegalmente in parchi o edifici
pubblici. La decisione di espellerli era stata criticata da vari politici e membri della società civile in quanto considerata discriminatoria. In conseguenza della decisione della
Corte, il governo ha annullato gli ordini di espulsione nei confronti di altri 14 rom di origine romena.
RAPPORTI DI AMNESTY INTERNATIONAL
Amnesty International welcomes commitment to observe the principle of non-refoulement
but regrets unwillingess to reform legislation on anti-terrorism and rape (EUR
18/001/2011)
FINLANDIA
REPUBBLICA DI FINLANDIA
Capo di stato: Tarja Halonen
Capo del governo: Jyrki Katainen
(subentrato a Mari Kiviniemi a giugno)
Pena di morte: abolizionista per tutti i reati
Popolazione: 5,4 milioni
Aspettativa di vita: 80 anni
Mortalità infantile sotto i 5 anni: 3,2‰
Sono emerse nuove informazioni sul possibile coinvolgimento della Finlandia nei programmi di rendition e detenzione segreta gestiti dagli Usa. Con le procedure accelerate
per la determinazione dello status, i richiedenti asilo sono stati sottoposti a trattamenti
iniqui e molti sono stati detenuti in strutture inadatte. Sono rimasti inadeguati i servizi
per le donne e le ragazze vittime di violenza.
Rapporto annuale 2012 - Amnesty International
457
5_EUROPA & ASIA CENTRALE_amnesty 2012 10/05/12 14.24 Pagina 458
RAPPORTO 2012
RIFUGIATI, MIGRANTI E RICHIEDENTI ASILO
Le procedure accelerate di determinazione dello status di rifugiato previste dalla legge
sugli stranieri hanno continuato a fornire una protezione inadeguata ai richiedenti asilo,
inclusa la mancata possibilità di esercitare, dall’interno del paese, il diritto di ricorso
sospensivo.
A gennaio, la Finlandia ha interrotto il trasferimento di richiedenti asilo in Grecia ai sensi
del regolamento Dublino II, in seguito al pronunciamento della Corte europea dei diritti
umani che ha rilevato che la Grecia non aveva un sistema d’asilo efficace (cfr. Grecia).
Tuttavia, sono ripresi i rimpatri forzati verso la capitale irachena Baghdad, nonostante le
persone rimpatriate fossero a reale rischio di persecuzione o di altre forme di danno grave.
Le autorità finlandesi non sono state in grado di fornire statistiche complete e attendibili
circa il numero dei migranti irregolari e richiedenti asilo detenuti durante l’anno. Tuttavia,
ha destato preoccupazione il fatto che molti degli arrestati fossero trattenuti in strutture
detentive della polizia, in violazione di quanto previsto dagli standard internazionali. In
questi casi, molti erano detenuti in strutture miste per donne e uomini, insieme a persone
sospettate di reati. Sono stati detenuti anche minori richiedenti asilo, compresi minori
non accompagnati.
A giugno, il Comitato delle Nazioni Unite contro la tortura ha espresso preoccupazione
per sezioni della legge sugli stranieri che consentono la detenzione preventiva se uno
straniero è sospettato di aver commesso un reato.
VIOLENZA CONTRO DONNE E RAGAZZE
I servizi per le vittime di violenza sono rimasti inadeguati. Ciò si è verificato in parte a
causa della prolungata mancanza di norme che impongano ai comuni di fornire sostegno
alle vittime. Di conseguenza, considerata la presenza di due sole strutture di supporto
alle vittime di stupro e l’assenza di centri ai quali le donne possano rivolgersi autonomamente, le esigenze delle vittime non sono state soddisfatte in tutto il paese.
Inoltre, poiché i rifugi per le vittime di violenza domestica erano finanziati dai servizi
per la protezione dell’infanzia, hanno ospitato principalmente donne con figli e non
hanno accettato donne affette da disturbi mentali. Ciò ha posto molte persone vulnerabili
a rischio di ulteriore violenza.
Sono state espresse preoccupazioni sull’adeguatezza del previsto stanziamento di 14
milioni di euro, per il piano d’azione nazionale contro la violenza sulle donne, approvato
nel 2010. Organizzazioni della società civile hanno sostenuto che tale cifra sarebbe stata
insufficiente a garantire la piena ed efficace applicazione del piano.
458
Rapporto annuale 2012 - Amnesty International
5_EUROPA & ASIA CENTRALE_amnesty 2012 10/05/12 14.24 Pagina 459
EUROPA E ASIA CENTRALE
CONTROTERRORISMO E SICUREZZA
Sono emerse nuove informazioni in merito a un certo numero di aerei legati ai programmi
Usa di rendition e detenzione segreta, atterrati in Finlandia tra il 2001 e il 2006. Uno
dei velivoli fu fotografato all’aeroporto Helsinki-Vantaa il 20 settembre 2004 e, lo stesso
giorno, sarebbe atterrato in Lituania. Il governo lituano ha riconosciuto che, tra il 2002
e il 2004, nel paese erano stati stabiliti due siti segreti della Cia. In precedenza, la Finlandia era stata collegata a tre voli di rendition e a “falsi piani di volo”.
GIUSTIZIA INTERNAZIONALE
A settembre è iniziato il processo di appello dinanzi alla corte d’appello di Helsinki per il
caso di François Bazaramba, accusato del crimine di genocidio, commesso in Ruanda nel
1994. Alcune delle udienze si sono tenute in Ruanda e Tanzania per facilitare la deposizione delle testimonianze e consentire ai giudici di visitare località pertinenti al caso.
PRIGIONIERI DI COSCIENZA
Obiettori di coscienza al servizio militare hanno continuato a essere incarcerati per aver
rifiutato di svolgere il servizio civile alternativo a causa della sua durata punitiva e discriminatoria. Non è variata la durata del servizio civile alternativo di 362 giorni, più del
doppio rispetto al più breve periodo di servizio militare, che dura 180 giorni.
RAPPORTI DI AMNESTY INTERNATIONAL
Finland: Further investigation into USA rendition flights needed (EUR 20/001/2011)
FRANCIA
REPUBBLICA FRANCESE
Capo di stato: Nicolas Sarkozy
Capo del governo: François Fillon
Pena di morte: abolizionista per tutti i reati
Popolazione: 63,1 milioni
Aspettativa di vita: 81,5 anni
Mortalità infantile sotto i 5 anni: 3,9‰
Il nuovo istituto del difensore dei diritti ha iniziato la propria attività. Le indagini su denunce di tortura e altri maltrattamenti, inclusi decessi in custodia, sono rimaste inadeguate. I rom hanno continuato a essere sgomberati con la forza. È entrata in vigore una
legge che vieta di indossare in pubblico qualunque indumento che nasconda il volto.
Molti richiedenti asilo sono stati lasciati senza casa e nell’indigenza.
Rapporto annuale 2012 - Amnesty International
459