la viola organista lo strumento di leonardo da vinci

Commenti

Transcript

la viola organista lo strumento di leonardo da vinci
LA VIOLA ORGANISTA
LO STRUMENTO DI LEONARDO DA VINCI
MARIN MARAIS (1656-1728)
Les Voix humaines (En rondeau) Deuxiême Livre de Pièces de viole (trascr. P. Gouin)
ADAM JARZĘBSKI (ca. 1590-1649)
Concerto primo (trascr. S. Zubrzycki)
CARL FRIEDRICH ABEL (1723-1787)
Allegro WKO 205
Un pezzo per viola sola WKO 208
MONSIEUR DE SAINTE-COLOMBE (ca. 1640-ca. 1700)
Concerto XLIV – Concert à deux violes égales (trascr. S. Zubrzycki)
Tombeau Les Regrets
Quarillon
Les Pleurs
Joye des Elizées
Les Elizées
HEINRICH IGNAZ FRANZ VON BIBER (1644-1704)
Mystery Sonata n. 1 “The Annunciation”
MARIN MARAIS (1656-1728)
Les Folies d’Espagne – Pièces de viole du Seconde Livre, 1701 (trascr. S. Zubrzycki)
La sera è grata, oggi, a fin di maggio,
per onorar l’ingegno e la memoria
di quei che ricordiamo come un saggio,
la Viola organista, che ha portato
con lungo viaggio, infin da quel paese
che molto ha con l’Italia coltivato
un punto fermo nella nostra storia,
d’odierna EXPO nume tutelare,
di scienza vivo simbol senza boria,
rapporti fin da quando, a più riprese
architetti italiani, già formati
nel solco ed ideal d'amor cortese,
invito sempiterno ad indagare
le varie strade dell’uman destino,
condotti, dalla mente, ad inventare
si videro a Cracovia utilizzati
nel disegnar, del Rynek, il mercato:
Zubrzycki costruttor! Sìan ringraziati
percorsi e, ancor, strumenti, che al Divino
ch’è dentro ad ogni uomo diano voce,
testimoniando quel che di più fino
i suoi intendimenti, che han portato
a ritrovar, e realizzar, quei suoni
che mente leonardesca avea pensato!
abita il viver nostro, quella “noce”
ch’elevi il nostro sguardo a quella Luce
ch’illumina la via, fino alla foce!
Le macchine, i disegni, le invenzioni
del Codice che Atlantico è nomato,
grazie alle sue sì provvide attenzioni
Parliamo di Leonardo, che riluce
nel mezzo di quell’importante lista,
dei geni, di chi il mondo alfin conduce!
ed al lavor costante, dedicato
per tre solerti anni al bel progetto
che oggi viene quivi presentato,
Parliamo di Leonardo l’umanista
vinciano e universale al tempo stesso,
che ha aperto grandi strade alla conquista
perchè noi ne godiamo, con diletto,
ritrovan vita e strada per il mondo!
Ciò “pare degno, ad uomo d’intelletto”,
di quell’uomo moderno, che a lui spesso
nei secoli a venir si è riferito,
nel suo cammin di scienza, ed anche
adesso
d’ogni avveduto plauso, a tutto tondo,
e d’ogni ammirazione che sincera
nel cuor ci nasca, moto dal profondo!
riconoscente a lui guarda rapito,
e coglie l’occasion di realizzare
qualche progetto da lui concepito...
Costruttore ed esecutore Sławomir Zubrzycki
Per questo noi possiamo oggi ascoltare
il suono affascinante e inusitato
d'uno strumento dalle doti rare,
Allor sia ricordata sempre questa sera
come speciale evento, che ci dona
la gioja d’un incontro, quella vera:
polacca settimana si incorona,
Zubrzycki costruttore ci conduce,
la Viola organista egli ci suona!
MdC
La Viola Organista, lo strumento inventato da Leonardo da Vinci
Costruita in tre anni dal musicista polacco Sławomir Zubrzycki, è l’unica viola organista al
mondo adatta all’esecuzione in concerto. È uno strumento a corda con tastiera e quindi
unisce il suono della viola da gamba con la tecnica della tastiera, secondo i disegni di
Leonardo da Vinci nel Codice Atlantico del 1488. La viola organista è stata presentata da
Sławomir Zubrzycki per la prima volta nel 2013 a Cracovia ed è stata accolta subito con
grande entusiasmo dal pubblico, dai giornalisti e dalla critica polacca e all’estero (BBC, The
Telegraph, France 24, Deutche Radio Kultur, Corriere della Sera, MSN, Oman Daily
Observer, Hindustan Times, Taipei Times). Nel 2014 è stato in tournée europea a
Stockholm Early Music Festival, Mantta Music Festival, Ghent festival of Flanders,
Wratislavia Cantans, Copernicus Festival, Kotor Art Festival, Musica Anima, Almo Collegio
Borromeo Concerts, Five O’clock - Polskie Radio Pr. 2, Oraz Polish Music Days in Turchia.
Il concerto è organizzato dal Consolato Generale di Polonia in Milano e Milano Classica,
nell’ambito della Settimana di Cultura Polacca.
SŁAWOMIR ZUBRZYCKI, nato a Cracovia, si è laureato nel 1988 presso l’Accademia di
Musica di Cracovia, dove ha studiato pianoforte nella classe di Tadeusz Zmudzinski, e
musica moderna nella classe di Adam Kaczyński. Dopo aver ricevuto una sovvenzione dal
Programma Fulbright, ha continuato a studiare pianoforte presso il Boston Conservatory of
Music sotto la supervisione di Janice Weber nel 1990-91. Il pianista ha inoltre sviluppato le
sue doti artistiche, partecipando a corsi di perfezionamento tenuti da: Victor Merzhanov,
Michael Lewin, Jerome Lowenthal, Włodzimierz Obidowicz, Johann Sonnleitner
(clavicembalo). Nel 1987 ha vinto il premio al Polish Piano Art Festival di Słupsk. Sławomir
Zubrzycki si è esibito in concerto sia come solista - con Polish Radio Symphony Orchestra,
Cracow Philharmonic Orchestra, Capella Cracoviensis, Torun Chamber Orchestra, Imperial
College London Sinfonietta – sia in formazioni da camera con il Quartetto di Olga
Szwajgier, Gwendolyn Bradley, Jadwiga Gadulanka, Andrzej Hiolski, in Polonia, Germania,
Gran Bretagna, Spagna, Ucraina e Stati Uniti. Ha realizzato numerose incisioni per Polskie
Nagrania e per la Radio e Televisione polacca. Come un presentatore, compositore e
direttore musicale ha collaborato con la televisione polacca alla produzione di programmi
educativi, come Wszystko gra (“Tutta la musica per le mie orecchie”, una serie di conferenze
su strumenti musicali per TVP 1 e TVP Polonia) e Sesame Street (versione polacca per TVP
2). Ha partecipato a numerosi festival, tra cui: Poznań Primavera della Musica, Musica nella
Vecchia Cracovia, Audio-Art a Cracovia, Fest der Kontinente a Berlino, Visiting Artist Series
al Berklee College of Music di Boston, I Colori di Polonia, Varsavia Croce Culture Festival,
Suoni a Colonia e Varsavia, Edinburgh Festival Theatre. Si è specializzato nell’esecuzione di
musica contemporanea, dalla dodecafonia al teatro strumentale, all’improvvisazione e alla
performing art. È stato docente presso l’Accademia estiva di Musica Contemporanea di
Avantgarde Tirol in Austria (2005, 2007). Insegna nella classe di pianoforte presso la Scuola
di Musica Statale “Fryderyk Chopin” a Cracovia.
Oltre alla serie di conferenze televisive, il suo duraturo interesse per la progettazione e
costruzione di strumenti musicali lo ha portato costruire una riproduzione fedele del
clavicembalo di Johann Silbermann del 1775. Lo strumento, che è considerato l’antenato del
pianoforte, è nato nel laboratorio di Sławomir Zubrzycki nel 1994. Nel 2009 ha iniziato
un’approfondita ricerca sulle tracce di una vera rarità: la ricostruzione della viola organista, lo
strumento disegnato da Leonardo da Vinci, rimasto per secoli quasi dimenticato.
XXIII STAGIONE CONCERTISTICA 2014-2015
________________________________________________________________________
Palazzina Liberty – Largo Marinai d’Italia, Milano
domenica 31 maggio ore 21.00
Nell’ambito di Forse quel giorno – Settimana di Cultura Polacca
MOŻE W TYM DNIU – Omaggio a Wisława Szymborska
In collaborazione con Consolato Generale di Polonia in Milano
LA VIOLA ORGANISTA
LO STRUMENTO DI LEONARDO DA VINCI
Musiche di
M. Marais, A. Jarzębski, C.F. Abel,
M. de Saint-Colombe, H.I. von Biber
Costruttore ed esecutore Sławomir Zubrzycki
____________________________________________________________________________________________________