Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere

Commenti

Transcript

Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
"Il mio stile è tutt'altro che fisso. Soprattutto, ho sempre cercato di sfruttare al massimo tutti gli
errori del mio avversario – un principio fondamentale che non ho mai abbandonato.
Indirettamente, questo mi ha portato a modificare continuamente il mio stile di combattimento, e
così facendo ho dato ai miei avversari l'impressione di avere tanti metodi diversi." 1/9
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
Ho ricevuto dal prof. William Gaugler, che fu allievo di Aldo Nadi e si diplomò Maestro presso
l'Accademia Nazionale di Scherma di Napoli, un articolo sulla tecnica schermistica
dell'indimenticato campione. Non ho studiato inglese, ma ho voluto tentare ugualmente di
tradurre il tutto, per non aspettare l'anima gentile di turno. E anche per curiosità, e un po' per
sfida. Il risultato, eccolo qua, insieme alla versione originale: conto sulla vostra indulgenza per
gli errori che non mancherete di scoprire. Qualcuno, però, è solo apparente: ho dovuto in
qualche punto modificare il testo per renderlo compatibile con la terminologia italiana, e rendere
così più comprensibili le azioni tecniche descritte.
Gaugler, come tutti gli allievi di Aldo Nadi, è un grande ammiratore della tecnica e della
personalità, invero non facile, del suo celebre Maestro. Chi aveva visto all'opera Aldo – ne ho
conosciuto qualcuno – non aveva esitazioni a definirlo un campionissimo. Per alcuni, era stato
anche più forte del fratello Nedo, un'icona della scherma mondiale e dello sport italiano.
Nell'articolo si fa riferimento a qualche raro filmato su Aldo Nadi. Se cercate su Youtube, ne
trovate due. Nel primo, qui
{youtube} 5JigsNa3u_s {/youtube}
lo vedete mentre tira di spada e daga, presso la Sala Lacaze, nel 1934.
Nel secondo, qui
{youtube} IjlPgU1mOHs&NR=1 {/youtube}
si vede qualcosa del funerale di Lucien Gaudin, il più famoso schermitore francese dell'epoca, e
una parte dell'assalto che oppose i due campioni a Parigi, nel 1922, quando Aldo Nadi iniziò la
carriera professionistica. L'assalto lo vinse Gaudin, che giocava in casa, e aveva preteso ed
ottenuto di dettare tutte le regole. Ma la borsa era favolosa, e Aldo accettò tutto. Perse la
qualifica di dilettante, e quindi la possibilità di partecipare ad altre Olimpiadi: in quelle di
2/9
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
Anversa aveva vinto tre medaglie d'oro, con le squadre, e una d'argento, nel fioretto individuale,
dietro il fratello, che vinse cinque medaglie d'oro. Perse anche l'assalto e, subito dopo, tutti i
soldi, al tavolo da gioco. Sul match si riempirono pagine e pagine, e conservo numerosi articoli
che ne parlano, sviscerandolo stoccata per stoccata. Ne sorse una polemica rovente: tutta
pubblicità. Pensate che all'evento assistettero, si dice, circa cinquemila spettatori paganti. Altri
tempi, e forse altre idee.
Ma torniamo al filmato che, per qualche strano motivo, è stato riprodotto a rovescio: per cui
Gaudin, che era mancino, e indossa calzoni neri, vi appare come destro, mentre Aldo Nadi
sembra mancino.
Vi propongo perciò un terzo filmato che ristabilisce la verità, ma è un po' più breve, tratto da un
documentario francese del 1922.
{youtube} e0h6JgGkBxU {/youtube}
Per completezza, e per chi ancora non lo sapesse, William Gaugler è Professore emerito di
Archeologia Classica presso l'Università di San Josè, in California.
3/9
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
Gaugler, appassionato e valente etruscologo - ha scritto vari libri sull'argomento -, ha fondato il
" Fencing Master Program " presso la stessa Università che è l'unica, negli U.S.A., ad offrire la
preparazione e la certificazione per i maestri di scherma. Ha scritto vari libri sulla scherma
tradotti in molte lingue. Fra questi, il suo trattato "La Scienza della Scherma" tradotto anche in
italiano, come "La Storia della Scherma" e il "Dizionario di terminologia schermistica" tradotti e
stampati a suo tempo per conto dell'Aims.
Giancarlo Toran
ALDO NADI - IL SUO METODO PER VINCERE
di
William M. Gaugler
4/9
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
Aldo
secolo.
rimase
per
gli
Stati
praticamente
Nella
è
Uniti,
stato
sua
dove
maturità,
ampiamente
imbattuto
si
dedicò
fu
senza
per
12
rivali
anni
in
consecutivi
come
tutte
all'insegnamento,
e
lo
tre
schermidore
le
fino
armi,
al
fioretto,
più
ritiro
per
competitivo
spada
nel
ilera
resto
1935
e
della
sciabola,
del
la
sua
partenza
20°
vita.
e
le
In
competizioni,
Beppe
lezione.
fioretto
armi
un
documento
Nadi,
sono
e
All'età
sciabola,
stati,
sono
italiane
di
intitolato
undici
infatti,
stato
e
internazionali.
ho
presentato
diciottenni".
a
"My
vinto
giovani
Fencing
ilesclusivamente
mio
in
sotto
pubblico
Nato
primo
Record",
iera
diciotto
a
torneo
Livorno,
all'età
Nadi
anni
a
di
Milano,
in
ha
d'età.
cinque
Italia,
scritto:
Isuo
illa
secondi
nel
anni:
Campionato
"Ho
1899,
ililnel
vinto
mio
classificati
e
allievo
una
maestro
d'Italia
sessantina
di
in
Junior
mi
mio
entrambe
ha
padre,
dato
di
di
Dal
campione
misurarsi
periodo
sconfisse
(1922,
e
internazionali
tutti
scontro
armi,
Roger
1920
iprecisione
rivali,
dal
fioretto,
sulla
in
Ducret
1924
Aldo
con
14
cui
ad
campioni
pedana,
lui.
le
eccezione
al
10/4),
(1926,
due
trasformò
1927,
Considerava
massime
dei
René
e
la
francesi,
spada,
senza
così
cosiddetta
professionisti,
del
rapidamente
Haussy
Aldo
suo
subire
12/5).
potenze
ogni
tra
ha
irapido
età
colpo
(1925,
quali
Questi
una
regnato
schermistiche
che
d'oro
più
sola
contro
Lucien
fioretto,
schiacciò
uno
uomini
anziano,
come
sconfitta.
dei
di
Gaudin
scherma.
14/9),
lui
rappresentavano
campione
più
Nedo,
spietatamente
in
come
forti
Fino
Europa
(1920,
Georges
spadaccini
che
un
E
al
d'Italia
anche
insulto
1935,
erano
fioretto,
prudentemente
Buchard
ogni
la
dei
in
quando
l'Italia
personale.
dilettanti
crema
Italia
3/1),
professionisti
avversario
(1926,
Philippe
Nedo
degli
la
in
ha
Francia,
ha
Europa
spada,
evitato
schermidori
acconsentì
che
Cattiau
nelle
nel
osasse
Nadi
12/5)
al
uno
tre
ad
esibirsi
pubblicamente
con
Aldo
un
assalto
dimostrativo.
C'è
statica
Lucien
veloci
oggi,
quegli
ed
Gaudin
agonistica.
fra
iimbattibile
suoi
gli
uomini.
in
dicendo
atteggiamenti
azione,
Ma
queste
ea
non
chi
eleganti
sport
persone
metterebbe
è
la
non
cambiato
non
minima
sopravviverebbero
in
hanno
dubbio
molto
idea
mai
di
l'efficacia
da
visto
quanto
quei
schermidori
ai
giorni,
fossero
ritmi
Aldo
e
serrati
Nadi
che
dinamici,
come
la
e
della
sua
dei
fratelli
potenti
suoi
moderna
scherma
Nadi
Ho
nei
assicurare
scherma
esponeva
sforzo,
storia
1920
osservato
decenni
eSoprattutto,
probabilmente
1930
era
praticamente
ai
sua
successivi,
strettamente
che
lettori
ildurante
Maestro
velocità
recentemente
che
sarebbero
ho
c'è
nessun
assolutamente
Nadi
controllata,
visto
una
in
grande
stati
sono
azione
bersaglio,
la
maggior
efficaci
stati
e
ogni
differenza
abbagliante.
straordinariamente
riproposti
ilabbandonato.
parte
suo
settimana,
qualsiasi
dei
tra
supportano
Infatti,
migliori
Nadi
quando
periodo
e
credo
precisa,
di
ialtamente
schermitori
nostri
gambe
sono
ilavanti,
di
che
mio
tempo.
campioni
la
stato
igomito
era
punto
sua
più
olimpici,
scorrevole
Alcuni
suo
guardia
forti
di
attuale.
vista.
allievo,
spadaccini
e
dei
classica
posso
filmati
e
La
e
senza
inoltre,
sua
della
dal
non
Qual
nell'esecuzione
Nedo,
contrastare
era
secondo
la
chiave
a
causa
Aldo,
delle
per
della
azioni,
ilpadre
successo
una
sua
combinata
macchina
abilità
fenomenale
meccanica
con
scherma
un
di
senso
emovimento
Aldo
grande
tattico
Nadi?
La
risposta
prevedibile
sviluppato.
è:
grande
eppure
Suo
precisione
difficile
fratello
da
contemporanei,
era
completamente
imprevedibile.
velocità.
Aldo,
invece,
secondo
iche
suoi
In
fisso.
un
modificare
l'impressione
come
sulla
ogni
riflesso
schermistiche.
comprendevano
sottolineato
lezione,
"The
principio
azione
scherma
già
di
Living
al
ile
un
fine
continuamente
suo
fondamentale
era
l'importanza
un
di
Sword"
classica.
La
di
illustre
seguita
avere
combattimento
le
sviluppare
lezione
ho
finte
sempre
[L'autobiografia
tanti
L'accento
logicamente
triple,
di
portava
ilche
metodi
utilizzare
destrezza
e
cercato
e
non
maestro,
e
parate
stile
automaticamente
era
progressivamente
diversi."
ho
dalla
in
di
di
posto
di
mai
e
e
combattimento
combattimento,
sfruttare
che
Aldo,
finezza.
risposte
sua
Ma
sulla
ildella
Ndt],
suo
contraria.
ildi
sistema
al
precisione
composte.
metodo
massimo
portava
Nadi
dal
azioni
enuovo
semplice
In
Indirettamente,
ha
di
così
pedagogico
questo
insegnamento
l'allievo
scritto:
e
Eppure
tutti
facendo
sulla
gli
al
modo,
"Il
economia
a
errori
complesso,
concepire
mio
Maestro
e
ho
azioni
questo
la
del
dato
stile
di
solidamente
lezione
Aldo
mio
di
è
ha
ai
complesse
mi
intere
movimento,
con
tutt'altro
miei
lascia
avversario
sempre
ha
era
azioni
avversari
portato
frasi
illa
fondato
intuire,
nella
che
da
consentirgli
e
le
loro
anticipare
contrarie
penetravano
ilmio
seguito,
sia
nella
di
un'azione
mente
dell'allievo
con
la
pratica
quotidiana,
dall'avversario.
fuori
maestri
questo
allievi
contatto,
all'interno
fossero
liberando
errore
equilibrio
a
aspetto
tradizionali,
liberate.
restare
scendendo
schermistico
le
della
ha
lame,
esi
sollevato
del
Ilschermidori,
coscia
vicino
vulnerabile.
L'avversario,
momento
esponeva
combattimento,
della
in
all'avversario
anteriore,
e,
una
ilche
vecchia
pertanto,
piede
ideale
guardia
E
illo
generalmente
bersaglio
ilriconosciuto
anteriore
Maestro
lama
generazione,
per
scherma
dichiarando
molto
che
colpire,
verso
avesse
che
da
bassa,
mediocre,
l'alto,
in
era
terra
molto
osserva
posizione
in
che
chiuso
facile
e
Italia
pronti
per
mantenendo
attento
la
scherma
un
da
Nadi,
al
la
e
a
eretta,
in
contrario,
passo
colpire
lui
misura,
colpire
agli
Francia,
è
avviata,
quando
aspetti
aidi
facendo
ilimmediatamente,
con
stretta
mantenendo
nell'istante
braccio
Aldo
rifiutavano
sia
un
concreti,
la
trovandosi
coupé.
misura
di
insegnava
misura
un
flesso
un
passo
in
movimento
le
di
cui
e
èie
è
e
lame
così
ilInfatti,
affrontare
giusta
la
per
indietro
le
risultato
ai
spada
suoi
mentre
un
in
eche
attimo
nato
e
si
di
Le
carriera
alla
Non
quella
compostezza.
poi
con
poi".
quarta,
azioni
richiedere
linea
appena
IlNadi
bassa,
movimento
agonistica
esterna
che
facendola
la
si
l'avversario
di
Faceva
al
lama
erano
eseguire
fianco,
bassa.
circolare
erano
partiva
ripetere
eseguire
rivelate
Questo
regolarmente
l'azione
la
braccio
in
per
perdeva
senso
particolarmente
fino
all'allievo
un
èfratello
di
completamente
stato
ad
allungo,
ottenere
insegnate
vista,
ilda
questa
movimento
cerchio
ma
si
efficaci
rapidità
lasciava
solo
azione
ai
in
disteso
suoi
senso
quando
più
per
di
dapprima
prendere
allievi:
ampio
esecuzione
Aldo
e
antiorario
immobile.
Nadi
ad
insegnato
punta
dal
da
esempio,
dalla
e
fermo,
panico
dell'arma
Aldo
controllo
corso
da
linea
diceva:
legando
ilAldo
efino
Nadi
della
coupé
perdeva
alta
era
perfetto,
nel
"L'affondo,
sua
già
verso
ildominato
sotto,
fioretto.
suo
diretta
lunga
per
sua
ferro
cioè
rotazione
Successivamente,
tentava
coupé
come
di
del
legare
la
lama,
una
polso
la
finta,
ilaperto
fissa
dalla
lama
coupé
seguita
sul
quarta
dell'allievo
sotto
bersaglio,
da
alla
era
una
terza
in
eseguito
orario
girasse
cavazione
quarta.
posizione
della
in
orizzontalmente
E
tempo:
successivamente
lama
stretta
(un
doveva
quarto
in
al
altre
petto,
essere
sotto
di
parole,
in
giro
l'allievo
senso
ilquesto
accompagnato
in
mentre
senso
imparava
dell'avversario.
l'insegnante
antiorario),
a
da
usare
una
il–eiao
non
restava
l'avversario
esponendo
infine,
di
quarte
finta
fosse
la
in
era
cavazione
o
quarta
rivolta
in
terza,
così
coordinata
si
senso
precipitava
la
al
per
subito
sua
bersaglio,
sopra
orario,
la
con
linea
finta.
dopo
poteva
ofosse
l'avanzare,
proteggere
di
quella
Se
e
la
alta
ilhanno
parata
la
braccio
anche
finta
alla
di
terza
in
la
di
cavazione
era
servire
modo
completamente
sua
seconda,
da
stata
linea
una
come
abbastanza
sopra,
cavazione
di
con
ilimpeccabile,
piede
esterna-bassa
finta
disteso.
parata
per
senso
non
profonda
in
provocare
si
senso
di
In
orario,
muovesse
quarta
con
opposto.
e
una
convincente,
con
una
elusa
caso
parata
l'affondo.
parata
da
la
a
che
mano
una
di
semplice
seconda,
E,
punta
La
utilizzare.
all'esterno.
modo
impulsivamente.
posizione
che
Scegliendo
l'avversario
E
di
ilinterno
Maestro
quest'ultima
la
avvertisse
consigliava
quarta,
finta
l'allievo
dipendeva
maggiormente
ai
suoi
avrebbe
studenti
da
quale
la
diretto
minaccia,
di
delle
tirare
la
sua
due
sempre
esemplici,
finta
fosse
parate
più
"un
spinto
l'avversario
all'interno;
po'
più
ad
agire
da
la
vicino",
preferisse
terza,
in
più
Nel
in
eseguire
cavazione
utilizzato
risposta.
caso
immediatamente,
in
da
e
cui
la
Aldo
circolata,
risposta
l'attacco
dopo
con
non
ogni
di
coupé
ritorno
con
attacco
la
stata
sotto,
in
massima
guardia
con
immediata,
semplice
affondo,
velocità,
in
avanti
o
parato
Nadi
composto,
un
e
nuovo
aveva
da
avversario
affondo.
fosse
addestrato
attacco
stato
con
che
Questo
parato
iorario.
cavazioni,
suoi
arretra
metodo
schermitori
dall'avversario
o
ritarda
uno-due
era
stato
la
ad
Gliritirata,
avevano
preferibilmente
schermidori
facevano
sempre
parte
di
francesi
insistito,
filo,
del
mantenendo
repertorio
del
sin
passato
dai
tempi
delle
cioè
avevano
azioni
più
ildi
contatto
antichi,
un
italiane.
debole
del
di
rispondere
ferro,
In
per
realtà,
"come
l'utilizzo
maestri
un
di
fulmine".
risposte
della
scuola
ritardate,
italiana
coupé
provengono
lezione
la
mano
sopra,
di
dall'alto,
in
Nadi
supinazione,
prevedeva
o
eera
esterno,
l'ha
chiamata
come
sempre
ha
in
ideato
quinta:
posizione
la
parata
una
assomigliava
parata
e
risposta,
terza
che
alta
è
alla
per
come
ogni
parata
una
tipo
omonima
barriera
di
attacco.
contro
di
sciabola,
Contro
ilame
colpi
ilcosì
ma
che
(fig.
1).
con
Nell'eseguire
parata
piccola
soluzione
semplici
"scomparendo
pausa
ela
di
quelle
continuità.
la
possibile
parata
di
contro,
nel
espiegato
E
tra
risposta,
raccomandava
pavimento"
la
come
parata
la
ille
Maestro
quarta
e
eilla
di
risposta,
combinazioni
sporgersi
eilprovocare
consigliava
contro
di
in
modo
quarta,
avanti
diai
parate
che
suoi
allievi
terza
che
risposta.
seguisse
includevano
di
abbassarsi
Anzi,
l'altra
voleva
quelle
con
quasi
la
la
senza
più
doppia
sia
combinazioni
attacco,
trovata
le
linee
contro
e
una
deviata
alte,
combinazione
uno
di
sia
quarta
dalla
"scudo
quelle
sua
e
terza.
d'acciaio".
basse,
linea
dicome
parate
Inoltre,
iniziale.
come
L'istante
partiva
amava
la
contro
eparata
in
continuava
particolarmente
cui
diin
la
terza,
lama
seconda
fino
avversaria
a
le
quando
combinazioni
e
quarta.
e
iniziava
contro
la
lama
Chiamò
a
che
avversa
penetrare
terza,
coprivano
queste
eAldo,
era
la
in
un
Tra
di
quarta,
le
azioni
seguito
sul
ferro,
da
Aldo
colpo
insegnava
di
filo
al
fianco,
legamento
e
la
battuta
di
diretta
enella
ill'una
trasporto
incontro,
quarta
einsegnata
terza
seconda,
col
pugno
(fig.
2),
simultanei.
seguita
logiche.
contropressione,
azione
secondo
essere
anche
con
diretta
ilera
Battuta
un
cavazioni
da
in
corto
quindi
elusa
e
da
Per
quarta
salto
una
una
finta:
esempio,
che
saltello
con
poteva
o
finta
erano
botta
circolate.
e
serviva
come
avrebbe
una
botta
dritta,
inun
dritta.
servire
coordinati
cavazione.
avanti,
dritta
come
per
Sia
trasporta
dovuto
Costruiva
provocare
con
Nedo
con
un
in
prima,
La
interrompere
salto
trampolino
modo
finta
da
che
gambe
battuta
su
quarta
avanti
per
per
Aldo
una
che
entrambe
flesse,
diretta
coupé.
idi
Nadi
in
suoni
illancio
affondo,
seconda,
filo
avevano
queste
in
corpo
semplice
di
eE
quarta
dirigere
per
una
la
questi
oparata,
in
l'allievo,
l'affondo
azioni,
balestra.
semplice
una
posizione
o
movimenti,
ola
ilterza
di
colpo
predilezione
ancora
aggiungendo
avvertendo
esplosivo
Come
poteva
parata
sulla
perfetta
una
lama
ain
loro
linea
di
essere
volta,
per
che
quarta
euna
di
variazioni
volta
piedi,
alta.
la
guardia
seguiva.
poteva
seguita
battuta
eludibili
o
da
La
fossero
di
stessa
terza,
e
con
pavimento
5/9
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
L'arresto
del
ferro
per
diQuindi,
Nadi
sulla
l'avversario
ad
eseguire
unappena
uno-due
con
un
spostamento
(fig.
3).
propensione
avversa.
linea
l'avversario
che
la
sua
sialta.
distende
lama
Poi,
avanzando,
di
eincoraggiare
l'avversario
una
deviandola
aver
rapidamente
leggera
un
intenzione
minimo
elinea
con
per
con
pressione
ilesterna
per
questa
accenno
corpo
forte
di parare
chiudere
opposizione,
abbassato
azione,
inad
dialta
terza
quarta.
rapido
laera
si
linea
per
distende
einsegnato
Non
spostamento
einclinato
ottenere
con
l'avversario
unil colpo
braccio
in
una
avanti.
accenna
all'interno,
finta
resta
innervoso
portando
tempo
di
infilzato.
cavazione
alla
Dopo
per
all'esterno,
cavazione,
il convincere
aver
ferro
L'arresto
all'interno,
osservato
verso
incontrando
braccio
èlaterale
la lama
sulla
la
eseguito
Come
completamente
spingere
incautamente
osservate
piedi
bassa
ferro,
Schermidori
pararla,
[contro]parata
riserva,
che
come
molti
e
pronta
in
ben
l'avversario
sfioravano
in
controtempo,
schermitori
una
più
precedenza,
profilata.
emuovevano
eper
disteso,
in
sofisticati,
battuta,
risposta,
fretta,
l'uso,
la
alla
Questo
superficie
italiani
arma
per
che
se
quindi
fine
oefine
capaci
con
quindi
necessario.
poi
poteva
della
approccio
in
del
ricorrendo
un
rispondere.
linea
del
di
passato,
erano
contrattacco
pista,
essere
utilizzare
eNedo
punta
tattico
prevedibili.
costringendolo
Aldo
anticipata
Ndt.],
la
sul
sue
spingeva
in
battuta
Nadi
ebersaglio.
potevano
controtempo:
mantenendo
azioni
Ilper
avanzava
passo
e per
contrastata
per
l'avversario
preferite,
provocare
essere
L'obiettivo,
disperazione
avanti
illa
verso
corpo
finta
che
doveva
contrastati
con
ad
l'avversario
la
erano
in
naturalmente,
in
la
eseguire
cavazione
tempo
aposizione
cavazione
essere
reagire
già
con
era
state
un'azione
con
corto,
la
indi
tenuta
inera
tempo
guardia
ben
iltempo.
braccio
con
di
sul
[e
i Così,
perché
l'arma
una
finta
chi
inessi
linea,
tirava
si
aGaugler
di
volte
scherma
eseguendo
con
con
cautela
Aldo
piccole
epavimento,
ma
ealle
metodicamente
rapide
Nadi
era
cavazioni,
costantemente
inNazionale
avanti,
alternate
in
indotto
occasionalmente
modo
ad
ipnotizzante,
arretrare,
con
con
reale
solo
un
dell'attacco.
dubbio:
profonda
dove
Ma
improvvisa,
ealla
quando
non
a
sarebbe
minacciare
c'era
alcun
arrivata?
un
modo
bersaglio
sottrarsi
esposto,
all'inevitabile
per
distrarre
stoccata!
dal
bersaglio
C'era
Dr.
William
M.
di
Scherma
Membro
d'onore
dell'Accademia
di
Scherma
di
Napoli
Maestro
6/9
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
7/9
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
8/9
Un mito da 5000 spettatori. Il suo metodo per vincere
Scritto da William Gaugler. Introduzione di Giancarlo Toran
Lunedì 30 Agosto 2010 12:53
9/9

Documenti analoghi