rapporto attivita` 2011

Commenti

Transcript

rapporto attivita` 2011
RAPPORTO ATTIVITA’ 2011
RAPPORTO ATTIVITA’ 2011
SMOM onlus (Solidarietà Medico Odontoiatrica nel Mondo), organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale
costituita nel 2004 con lo scopo di promuovere lo sviluppo umano e la salute nel mondo.
Nel corso del 2011 l’associazione attraverso le attività di cooperazione internazionale allo sviluppo realizzate,
ha consolidato la propria vocazione a promuovere la salute intervenendo a 360° su tutti i suoi fattori
determinanti. L’associazione impiega il 100% delle donazioni ricevute nel promuovere sviluppo e salute
costruendo scuole, abitazioni, portando acqua pulita, servizi igienici, centri sanitari e attività imprenditoriali
capaci di produrre reddito. La salute è un valore ma la sua sostenibilità è un costo sociale per la collettività,
può essere sostenuta dalle comunità locali solo investendo nei presupposti culturali, sociali ed economici allo
sviluppo. Perchè fame e povertà costituiscono ancora oggi la più importante minaccia alla salute nel mondo.
L’associazione ha operato in 18 paesi: Albania, Belize, Benin, Brasile, Burkina Faso, Etiopia, India, Haiti, Kenya,
Madagascar, Mongolia, Mozambico, Perù, Repubblica Centroafricana, Romania, Uganda e Zanzibar.
BURKINA FASO :
tasso di alfabetizzazione 35%, speranza di vita 53,2 anni, mortalità infantile 165 /1000.
A BOUSSOUMA nel centro-est del paese, sono iniziate le attività presso il centro di formazione e promozione di
attività produttive ‘SMOM’costruito nel corso del 2010 e gestito dall’associazione ‘Femmes actives de
Boussouma’. Dal mese di gennaio sono stati trasformati in ‘Passata di pomodoro’ 17 Tonnellate di pomodoro
coltivato dai contadini di Boussouma. Le 8.700 bottiglie da 700 gr prodotte, sono oggi consumate nelle migliori
ristorazioni del paese e commercializzate nei supermarket con grande soddisfazione delle 36 donne produttrici
e con un inaspettato generale orgoglio nazionale. Nel mese di agosto
vi è stata la formazione ed è iniziata la produzione di saponi al Burro
di Karité, mettendo in valore risorse umane e ambientali presenti.
Dieci donne hanno prodotto 1000 saponette che sono state diffuse
nel mese di dicembre in Italia riscontrando un grande interesse che
ha posto le premesse per una produzione di ben 10.000 saponette
nel 2012 fornendo lavoro a 15 donne per almeno 3 mesi.
Attualmente sono 360 le donne impiegate nelle attività produttive
del centro. Abbiamo posto le basi per molti altri progetti e per
valorizzare le attività del territorio grazie alla presenza del Camion
IVECO
donato
dalla
famiglia
Mari
D’Amico.
http://www.youtube.com/user/SMOMONLUS finanziatori Fondazione
Fondiaria SAI, Trafilatubi, Verallia e Maisha Marefu
A SABOU nel centro-ovest del paese presso il centro odontoiatrico
dotato di 2 unità operative, che SMOM ha strutturato presso
l’ospedale Francescano ‘Massimiliano Kolbe’, continuano le attività
assistenziali con la presenza settimanale dell’operatore locale e
periodica dei volontari italiani con l’obiettivo di assicurare
l’assistenza terapeutica e promuovere la riduzione della patologia
orale con interventi di prevenzione primaria e secondaria.
SMOM onlus Via A. Lecchi,9 – 20143 Milano C:F: 97372180154 – tel +39 02 8322272 www.smomonlus.org
1
RAPPORTO ATTIVITITA’ 2011
UGANDA
:
2
tasso di alfabetizzazione 74%, Speranza di vita 52 anni, mortalità infantile 135/1000.
KAMPALA ultimato il primo anno del corso universitario triennale per odontotecnici attivato presso l’Università di
Kampala con 23 studenti: 12 gli odontotecnici e 11 gli studenti del quinto anno di odontoiatri . In un paese di 34 milioni
di abitanti con un sistema sanitario di riferimento per un’area geografica che conta 140 milioni di abitanti, SMOM
affiancata dallo SNO CNA con Pino Ieluzzi e dall’azienda De Giorgi, ha
realizzato il sogno di poter emancipare l’Odontoiatria di un grosso paese
africano entrando nella sua storia sanitaria. In Uganda sono presenti solo 3
odontotecnici diplomati, siamo riusciti a organizzare insieme all’Università
Makerere di Kampala un corso universitario che dal 2013 laurererà 12
odontotecnici. In un paese con pochi Odontoiatri in cui si effettua
un’Odontoiatria spesso estrattiva, SMOM ha integrato l’opera preventiva che
già svolgeva dal 2007 in Uganda nell’ambulatorio dell’ospedale di Angal, la
possibilità di poter eseguire riabilitazioni protesiche orali. Il progetto è stato
reso possibile dallo straordinario lavoro di Giacomo Babaglioni,
odontotecnico italiano che rimarrà in Uganda 4 anni per garantire le lezioni di
tecnica dentale e con la sua presenza a Kampala ha garantito la riuscita
dell’organizzazione del corso. Il corso triennale si tiene presso le aule del
College of Health Sciences del Department of Dentistry e del laboratorio
‘Carlo De Giorgi’ dell’ospedale universitario Mulago Hospital un policlinico
con 1600 posti letto un nosocomio di riferimento nazionale. Il laboratorio
costruisce protesi dentali anche per il reparto di odontoiatria dell’ospedale
in cui si formano gli odontoiatri ugandesi. l'equipaggiamento del laboratorio
è stato inviato dall'Italia e scrive Giacomo Babaglioni: ’I quattro volontari
SMOM arrivati a Kampala per sistemare l'equipaggiamento hanno fatto un
lavoro superlativo. Ora la struttura all'interno del Mulago Hospital e'
comoda e funzionale sia per l'insegnamento sia per il servizio... un laboratori
allo stato dell'arte si dice, dotato di tutti gli annessi che fanno la differenza e
senza rivali nella zona dell'Africa Orientale -Kenya, Tanzania, Burundi,
Ruanda che con il nuovo nato Sud Sudan fanno 6 nazioni con circa 140 milioni
di persone. Durante la settimana dell’odontoiatria ugandese, dal 21 al 26
novembre, vi è stata l’inaugurazione ufficiale del corso con l’invio di una
delegazione di SMOM, CNA-SNO e AMICI DI BRUGG. Si organizzano una
serie di conferenze condotti dal dr. Adriano Barichella responsabile del
progetto e dal Prof. Loris Prosper. Le autorità ugandesi hanno risposto
dando l’importanza che merita un avvenimento storico per la sanità e
l’istruzione del loro paese. Ministro della Sanità, i massimi dirigenti del
Ministero dell’Istruzione, dell’Università Makerere, del Mulago Hospital,
della scuola delle scienze sanitarie e del dipartimento di Odontoiatria. La
delegazione italiana è stata sollecitata dal Ministro della Sanità ugandese e
dall’Ambasciatore italiano a proseguire il lavoro iniziato seguendo la crescita
culturale di una nuova categoria di professionisti, aiutando l’apertura di
centri odontotecnici nelle varie province del paese e favorendo l’arrivo di
aziende italiane. Quindi il progetto di rafforzamento delle istituzioni
ugandesi è solo all’inizio….
ANGAL – Provincia di Nebbi del nord-ovest dell’Uganda. Presso l’ospedale
rurale St. Luke’s di Angal nell’ambulatorio odontoiatrico strutturato
nell’aprile del 2007 continuano le missioni di odontoiatri per l’affiancamento
del personale locale odontoiatrico, un Dental Assistant e un' assistente dentale,
che quotidianamente promuovono la salute orale comunitaria. IL progetto
è condotto in collaborazione con l’associazione italiana ‘Amici di Angal’ e
con il suo presidente dr. Mario Marsiaj che ci ha coinvolto e sovraintende
alle attività ospedaliere dagli anni 60’.
SMOM onlus Via A. Lecchi 9 – 20143 Milano C.F. 97372180154 - tel.: +39 02 8322272 www.smomonlus.org
2
RAPPORTO ATTIVITITA’ 2011
KENYA
3
- tasso di alfabetizzazione 74%, Speranza di vita 53 anni, mortalità infantile < 5 aa 128/1000.
L’associazione MAISHA MAREFU che opera all’interno di SMOM onlus nel corso dell’anno ha organizzato in Italia
diversi eventi di raccolta fondi con la partecipazione di centinaia di persone che con il loro contributo hanno permesso
la raccolta di ingenti risorse economiche per progetti a favore di diverse
comunità svantaggiate africane. In Africa la sua principale attività è a
sostegno e in collaborazione con la Gallmann Memorial Foundation
(GMF) della famosa scrittrice Kuki Gallmann nel Western Laikipia , nord
del Kenya. Il progetto Land of Hope prevedono la costruzione di un
centro polifunzionale con un investimento di 43.000,00 € nel 2011. Nel
centro vi è una nursery, un poliambulatorio, un orto, un centro
sportivo e un centro di lavoro per le mamme Pokot, Samburu e Turkana
che gravitano nella zona. L’obiettivo di MAISHA MAREFU e della
Gallmann Memorial Foundation e' far diventare il centro un faro
interculturale per le generazioni future di convivenza pacifica. Le tre
etnie spesso si confrontano armi alle mani per il possesso di un pascolo
o di una pozza d’acqua. A tal proposito MAISHA MAREFU ha finanziato
la costruzione di un pozzo nella zona per portare acqua a 4 comunità
diverse. A EMBU l’associazione ha ristrutturato nel corso dell’anno un
orfanotrofio, fornito ai bimbi ospiti del centro cibo e vestiti e
provveduto a erogare adozioni a distanza per una spesa complessiva nel
2011 di 22.600,00 €. Inoltre si sono presi accordi e raccolto le risorse
economiche per il rifacimento edilizio di una piccola e cadente scuola
nella foresta che accoglie 180 bambini molto poveri che verrà
completata nel corso del 2012. Ci piace ricordare la grande pace e
armonia e il senso di appartenenza ad un comune ideale che ha colorato le giornate africane delle 6 amiche al lavoro,
visibili
in
foto
.http://www.youtube.com/watch?v=EfamtI5bMAg
www.maishamarefu.it
//picasaweb.google.com/cappelletti.cristina/MaishaMarefuAgosto2011?authuser=0&authkey=Gv1sRgCIuZ5KWjlLfDpgE&feat=directlink
Altre attività hanno visto lo straordinario attivismo dei partecipanti in molteplici attività e con il finanziamento del
centro di formazione e sviluppo di attività generatrici di reddito della saponeria presso la comunità delle donne di
Boussouma in Burkina Faso.
MARALAL L’ambulatorio odontoiatrico presso il dispensario dei Padri della
Consolata ha continuato a erogare prestazioni solo in presenza delle missioni
di Odontoiatri dall’Italia, a favore delle comunità stanziali e nomadi del
difficile territorio del Samburu District. Le missioni hanno inoltre monitorato
le realizzazioni dei 2 pozzi con relative fontane di erogazione costruiti a
seguito di gravi stagioni di siccità e carestia per favorire la pacificazione delle
antiche rivalità territoriali fra le etnie Samburu e Pokot.
LIKONI L’ambulatorio Odontoiatrico nella periferia di Mombasa strutturato
da SMOM con attrezzature nuove nel 2005 e lasciato al personale locale nel
2007 perché pienamente sostenibile, ha rallentato le sue attività a causa del
mal funzionamento delle attrezzature aggredite dall’incredibile concentrazione di calcio dell’acqua. Il dr. Paolo
Bologna che ha continuato a frequentare lo studio ci sollecita a provvedere a rinnovare o riabilitare le attrezzature.
REP. CENTROAFRICANA - tasso di alfabetizzazione 49%, Speranza di vita 47 anni, mortalità infantile 73/1000.
Quattro milioni di abitanti con circa 10 dentisti abilitati residenti praticamente tutti nella capitale. Nel paese sono assenti strutture
assistenziali, personale qualificato e programmi per la formazione e promozione di
interventi di educazione preventiva. Abbiamo iniziato uno studio di fattibilità per la
realizzazione a Bangui, capitale del paese di un corso di formazione per infermieri
generici e per specialisti in Odontostomatologia. Non esistono nel paese corsi di
formazione specifici, gli operatori sono laureati in medicina o sono stranieri. Le lezioni
si potranno realizzare presso un centro sanitario in costruzione che prevede un
reparto odontoiatrico per le cure e la attività didattiche. Si susseguono presso
l’ambulatorio odontoiatrico aperto dall’associazione ‘Amici del Centroafrica’ con la
collaborazione di SMOM a Bouzum, presso il centro sanitario nella parrocchia di Padre
Aurelio a molte ore dalla capitale, le attività assistenziali .
SMOM onlus Via A. Lecchi 9 – 20143 Milano C.F. 97372180154 - tel.: +39 02 8322272 www.smomonlus.org
3
RAPPORTO ATTIVITITA’ 2011
HAITI –
4
tasso di alfabetizzazione 61%, Speranza di vita 56 anni, mortalità infantile < 5 aa 54/1000.
La Bidonville di Waf Jeremie a Port au Prince ha iniziato a cambiare volto. Le risorse economiche post terremoto, la presenza di Suor
Marcella e il nostro piccolo aiuto, hanno garantito la possibilità di costruire altre
100 case che si sono aggiunte alle 122 già ultimate nel 2010. VILAJ ITALIEN ‘Il
villaggio italiano’, si è arricchito di una scuola e di un centro sanitario dove SMOM
ha aperto e sostiene un servizio Odontoiatrico gratuito. L’associazione ha inviato e
messo in opera le attrezzature odontoiatriche necessarie e con l’assunzione di
personale locale garantisce cure alla popolazione della bidonville. Nel corso del
2011 inoltre si sono inviate e
messe in opera le attrezzature
odontoiatriche di due presidi
sanitari importanti a Port au
Prince, presso l’ospedale dei
Padri Camilliani e il centro sanitario dei Padri Scalabriniani. Nell’ambulatorio
attrezzato di Waf Jeremie l’igienista dentale Roberto Raucci ha garantito con la
sua presenza l’avviamento di un programma di educazione preventiva e la
possibilità di altri interventi. Abbiamo assunto un dentista e un’assistente locale
che quotidianamente garantiscono cure gratuite alla popolazione indigente di
Port au Prince. Abbiamo inoltre posto le basi per altri interventi nelle zone rurali
dell’isola caraibica.
TANZANIA
tasso di alfabetizzazione 72%, Speranza di vita 55 anni, mortalità infantile < 5 aa 104/1000.
In Tanzania, e più precisamente sull’isola di Unguja a Zanzibar, è stato attivato nel 2011 un ambulatorio odontoiatrico
nel villaggio di Kitope. Ci sono voluti un anno e mezzo di preparativi perché la cosa potesse partire e svariati viaggi
organizzativi. Il coinvolgimento della Diocesi di Zanzibar nella figura del
Vescovo Shao ha consentito una più agevole realizzazione delle varie fasi del
progetto, dallo sdoganamento al trasporto in loco dell’equipaggiamento, al
reperimento della logistica necessaria ad assistere i futuri volontari . All’inizio
dell’anno è stato spedito un container pieno di tutta l’attrezzatura necessaria e
a giugno dello stesso anno una missione apposita di 2 persone ha raggiunto il
villaggio per montare il tutto e renderlo funzionante. L’ambulatorio è stato
aperto ad agosto con un’inaugurazione ufficiale alla presenza del Vescovo e di
alcune autorità locali. I lavori sono iniziati da subito con la presenza costante di
un odontoiatra locale diplomatosi a Dar es Salaam: un assunzione in piena
regola con tanto di stipendio. La presenza ininterrotta poi dei volontari italiani
nell’ambulatorio per i primi 6 mesi ha consentito di ottenere un buon livello
delle capacità operative e della qualità di ciò che veniva trattato.
Parallelamente a questo discorso si è voluto dare inizio ad un piano di
prevenzione nelle scuole limitrofe con il coinvolgimento dei bambini della zona.
I bambini, tutti in età tra i 2 e i 15 anni, hanno risposto bene a questo stimolo.
Sono stati distribuiti spazzolini e sono state fatte lezioni di igiene dentale. La
regione ha un bacino d’utenza potenziale di circa 5000 persone, essendo la
zona priva di agglomerati urbani importanti. La popolazione può raggiungere
l’ambulatorio situato all’interno di una Missione Cattolica a piedi o con dei
mezzi pubblici. Il costo dell’intera realizzazione è previsto in circa 30-35.000
euro tra pianificazione, realizzazione e mantenimento. I volontari italiani
assicureranno la loro presenza in maniera costante fino alla fine di gennaio
2012., mentre per i successivi 6-12 mesi le missioni saranno previste più
diradate. Ad oggi i costi residui necessari sono principalmente le spese vive
dei materiali , lo stipendio del Dental Officer e il progetto prevenzione nelle
scuole. Quest’ultimo prevede le visite e le cure ad un costo forfettario a
trattamento. Queste esigenze economiche vengono soddisfatte direttamente
dall’Italia alla fine di ogni mese.
-
SMOM onlus Via A. Lecchi 9 – 20143 Milano C.F. 97372180154 - tel.: +39 02 8322272 www.smomonlus.org
4
RAPPORTO ATTIVITITA’ 2011
INDIA -
5
tasso di alfabetizzazione 66%, Speranza di vita 64 anni, mortalità infantile < 5 aa 47/1000.
VIJARAWADA città dell’Andhra Pradesh, continua l’attività assistenziale avviata nel 1999 presso la casa d’accoglienza
e formazione per bambini di strada Deepas Nivas . Si susseguono le missioni
dei volontari che in tre periodi dell’anno garantiscono le cure odontoiatriche
ALLIPALLY zona rurale dell’Andhra Pradeh presso l’efficiente ambulatorio
odontoiatrico composto da 2 poltrone e laboratorio protesico si assistono i
ragazzi dell’istituto e la popolazione rurale dei villaggi dal 2006. E’ in corso un
ampliamento della struttura sanitaria con un nuovo progetto medico e
pediatrico. I volontari che si susseguono hanno garantito in questi anni più di
8.000 prestazioni documentate
KOLAYAD – Nel Kerala in collaborazione con le Suore Domenicane si è
aperto il 2011 è stato un anno importante per il nostro progetto"Un prato per l'India" finalizzato ad aiutare in campo
terapeutico- preventivo la comunità. Nel corso dell'anno con donazioni di privati, cene, ed altri interventi si sono
raccolti circa 13.000,00 € che ci hanno permesso di ottimizzare lo studio del dispensario nella missione. E’ stato
comprato il generatore elettrico, l'autoclave, il depuratore della acqua e la lampada fotopolimerizzante. Attraverso le
suore abbiamo assunto un medico odontoiatra locale che ci garantisce gli interventi nella struttura per dare continuità
al progetto. La struttura muraria è gradevole, tutto piastrellato con livello igienico buono. Nel territorio,ci sono ben 11
scuole, dalle materne alle superiori, molte gestite da enti religiosi che abbiamo potuto contattare per cominciare un
lavoro di prevenzione che è stato veramente soddisfacente. Si è preparato uno spettacolo teatrale con tanto di
scenografia, pupazzi, cloun ed altro che ha interessato e coinvolto molto i bambini dalla materna agli 11-12 anni con
soddisfazione degli insegnanti. Nelle varie repliche, fatte in scuole diverse,abbiamo coinvolto circa 1000 bambini nei
giorni di nostra permanenza, con disappunto di scuole e ragazzi che non abbiamo potuto
raggiungere per motivi di tempo.
ROMANIA
– SIGHET Il responsabile del progetto Maurizio Pianella ha coordinato durante
l’anno le diverse missioni di odontoiatri per la promozione della salute orale presso la parrocchia.
L'edentulia parziale è la normalità già nei giovani adulti e i denti distrutti sono tanti già all’età
adolescenziale. Purtroppo non riusciamo a stabilizzare l’intervento con personale qualificato locale e
quindi le missioni si susseguono L’assistenza odontoiatrica ai bambini dell’orfanotrofio, sostenuta dalla
SMOM è a supporto dell’intervento dell’associazione S.O.S. Bambini che da molti anni operano a Sighet.
Purtroppo il grosso del lavoro è endodontico su molari distrutti di adolescenti, alternativa alle facili
estrazioni a cui sono avvezzi i dentisti locali.
PERU’
Tasso di alfabetizzazione 89 %, Speranza di vita 70 anni, mortalità infantile < 5 aa 28/1000.
Gli ambulatori di San Marcos e di Lima nel Barrio Rimac sono oramai autonomi da tempo,
con personale qualificato che collabora col progetto oramai da molti anni. Continua l’invio
di personale specialistico italiano per le attività di monitoraggio, educazione preventiva sul
territorio e l’invio di risorse economiche per la cura delle persone senza redito.
l’Odontoiatra Ruggiero Gambatesa oramai da un anno in Perù:"Per quanto riguarda il
lavoro nell’ambulatorio odontoiatrico di Rimac da Suor Concetta il Dott. peruviano
Alfredo lavora bene ed è veloce. Tranquillamente tratta 10 carie in 3-4 ore. lo studio del
barrio di Rimac è un piccolo miracolo, un'oasi nel deserto...un progetto validissimo e
Alfredo è un onesto e preparato collega. E' oltretutto molto esperto con i bambini...il
master che ha fatto lo ha elevato molto a livello professionale." Nella missione di San
Marcos a 3000 metri sulle Ande della Cordigliera Blanca sono l’odontoiatra Simone
Cannatella e l’igienista Chiara vi rimarranno qualche mese.
ALBANIA - Arameras
Le Suore Camilliane con cui abbiamo collaborato molti
anni hanno lasciato la missione e siamo in attesa di stabilire con la Caritas
Albanese nazionale come condurre le attività assistenziali alla popolazione in
futuro. In attesa di nuovi accordi abbiamo continuato a inviare missioni di
odontoiatri per l’assistenza alla popolazione.
SMOM onlus Via A. Lecchi 9 – 20143 Milano C.F. 97372180154 - tel.: +39 02 8322272 www.smomonlus.org
5
RAPPORTO ATTIVITITA’ 2011
6
BELIZE – Centro America
Risorse Umane ogni 10.000 abitanti: medici 8.1; dentisti 0.9 In Belize ci sono più di 5,500
bambini abbandonati (pop. tot paese 330 mila), vittime di abusi e prostituzione.
Il progetto “Rainbow Belize” condotto dalla psicologa Caterina Vetrò copre 3 aree di intervento: la
prima riguarda la promozione di modelli di agricoltura sociale ecosostenibile a livello regionale,
laddove i beneficiari sono per lo più giovani a rischio, bambini/ adolescenti attualmente in carico ad
orfanotrofi, bimbi abusati/ abbandonati di cui il paese purtroppo vanta statistiche preoccupanti. I
dati ufficiali riportano oltre 6mila bambini ed adolescenti (su una popolazione tot di 330mila) vittime
di abusi fisici, sessuali, tratta internazionale di minori e affiliazione a gangs nei ghetti della capitale. IL
CONTESTO D’INTERVENTO 2: educazione di strada nei ghetti di Belize City ; educazione di strada con
musica tradizionale indigena e creazione di una piccolo laboratorio di produzione di percussioni nel
villaggio indigeno garifuna di Seine Bight. IL CONTESTO D’INTERVENTO 3: Interventi di formazione su
community awareness / prevenzione/ tecniche di counseling di 2 ONG locali e leader comunitari
sulla crescente casistica di suicidi / omicidi di minori. In conseguenza della sempre più gravosa
situazione di suicidi giovanili ed omicidi tra minori che ha messo in ginocchio i leader comunitari,
disarmati di fronte alla brutalità che caratterizza il Paese (da gennaio 6 suicidi e 45
tentati suicidi in un’area di soli 50 km). www.rainbowbelize.org .
RELAZIONE ATTIVITA’ 2011
Il filo conduttore che unisce i singoli progetti “Rainbow Belize” è il recuperoprevenzione di situazioni di elevato rischio psicosociale cui bambini e minori
sono gravemente esposti: crack in età giovanissima (anche a 8 anni),
prostituzione minorile, tratta di minori e traffico di organi, reclutamento nel
narcotraffico centroamericano, vita di gang.. (un quadro statistico del
contesto d’intervento in cui operiamo è riportato in appendice).
Le principali metodologie utilizzate da Rainbow Belize:
 la promozione di modelli di agricoltura sociale e orticolturaterapia quali programmi di riabilitazione per il recupero emozionale / psicosociale di minori a rischio
 l’educazione di strada (musica e danze tradizionali indigene) quale alternative positive alla vita di strada,
che sempre si riflettono in un maggior benessere complessivo della persona
 la formazione di ONG locali e leader comunitari su queste tematiche per sensibilizzare all’azione su disagio
minorile e giovanile.
EDUCAZIONE MUSICALE DI STRADA, SEINE BIGHT VILLAGE
Il progetto riguarda l’educazione di strada di bimbi e giovani attraverso la musica e danza tradizionale, nel villaggio
indigeno del popolo Garifuna di Seine Bight. Seine Bight è un villaggio con problemi di povertà, violenza e salute nei
più piccoli.
L’educazione alla musica e danza tradizionale indigena è un prezioso alleato nel recupero di bambini e giovanissimi dai
rischi della strada (crack, criminalità, violenza e prostituzione..). E’ stato realizzato un laboratorio per la costruzione
artigianale di percussioni e strumenti, tramite microcredito. Il reddito generato supporterà l’attività di insegnamento e
le performance dal vivo di Ubafu Art Company. La Vendita del DVD documentario realizzato sta generando i primi
redditi. BARZAKH FALAH – IL CENTRO ECOSOSTENIBILE PER BAMBINI ABBANDONATI,
Il progetto Rainbow Belize sta implementando la creazione di un centro di accoglienza per bambini / adolescenti
abusati, abbandonati e a rischio (5,500 su popolazione totale paese 300.000, UNICEF), secondo il modello della
fattoria solidale ecosostenibile al 100%: Sono terminati i lavori di costruzione -con la tecnica dei sacchi di terra- del
grande laboratorio cucina e delle cupole-alloggio. È stato avviato il progetto agricolo che servirà a garantire autosostentamento alimentare e un piccolo reddito generato dall’elaborazione e vendita di erbe aromatiche e thè presso il
mercato locale. Proseguono a cadenza settimanale le sessioni di orticoltura-terapia, in cui 25 bambini e adolescenti a
rischio trovano un luogo di cura e riabilitazione nel “giardino terapeutico di pace”. Ed anche il programma di orti
scolastici nei villaggi vicini prosegue con grande impegno.
La sensibilizzazione delle istituzioni sulla tutela psicologica dei minori prosegue assiduamente, nonché la formazione
psicosociale delle ONG partners locali.
Costo progetto 15,000 € Sponsors: EMP Mailorder Italia, Hibu, Real Vision production, On the Road
SMOM onlus Via A. Lecchi 9 – 20143 Milano C.F. 97372180154 - tel.: +39 02 8322272 www.smomonlus.org
6
RAPPORTO ATTIVITITA’ 2011
7
MOZAMBICO
tasso di alfabetizzazione 48%, Speranza di vita 42 anni, mortalità infantile 130/1000.
MARRERE nella provincia di Nampula SMOM ha contribuito a riabilitare l’ospedale Diocesano inviando attrezzature e
medici specialisti completamente assenti a quella latitudine. L’iniziatore di
questa collaborazione è stato il Prof. Luigi Bosco che dal 2000 è stato uno
dei pochi chirurghi a operare in questa provincia mozambicana grande
quanto diverse regioni italiane. Nel corso del 2011 sono state eseguite circa
1200 visite mediche, con ecografie cardiologiche, addominali e vascolari,
per mano del dott. Zobbi, che ha assicurato la sua presenza per 6 mesi. Nel
settembre 2011, assieme al prof. Bosco ed al dott. Piantoni, si è dato corso
alla sistemazione delle camere di degenza della chirurgia, che, come altri
reparti, ora si presenta in condizioni strutturali di buon livello. Da circa 6
mesi funziona anche una radiologia generale, anche se con poca attività,
mentre il reparto di cure odontoiatriche ha già iniziato a pieno ritmo vari tipi di interventi di terapia conservativa,
oltre a quella di normale estrazione. Sono in funzione anche i reparti di maternità e pediatria, grazie alla presenza di 2
ostetriche e di una suora francescana medico-pediatra, mentre tutta
l'attività di medicina generale è seguita da suor Maria Pedron per la parte di
patologia malarica e tbc, come pure per il primo screening di AIDS, che
viene successivamente preso in carico da una struttura specialistica
adiacente alla struttura ospedaliera. Attualmente l'ospedale di Marrere
viene classificato come Hospital Geral, il 2°miglior ospedale della provincia
di Nampula. A poche centinaia di metri funziona la facoltà universitaria di
scienze mediche, con un corso di preparazione per tecnici odontoiatri, ma è
completamente assente qualunque tipologia di odontotecnica e protesica.
Nel corso del 2012 sarà urgente l'invio di materiali per il laboratorio di
analisi ematologiche per esami di routine e terapia anticoagulante, che
stanno alla base delle più necessarie e frequenti terapie farmacologiche. Ricordo che il precedente materiale
acquistato e inviato per un nuovo laboratorio è stato dirottato all'ospedale di Quelimane a nostra insaputa.
La prematura scomparsa di Luigi Bosco, socio fondatore di SMOM, ha privato tutti noi di una guida importante, anche
per i rapporti con le autorità mozambicane, oltre che per la perdita di un
amico e del miglior chirurgo generale di tutto l'ospedale. La chirurgia viene
ora seguita dal dott. Valera. Di Luigi Bosco si può ricordare la grande
professionalità, prima come primario chirurgo in vari ospedali, e da ultimo
come primario chirurgo a Ivrea. In Africa ha lavorato dalla fine degli anni 90
fino alla sua morte nell'ottobre 2011. Per la SMOM ha operato ad Haiti,
dopo essere rientrato da Sri Lanka, dove aveva lavorato sotto le bombe
dell'ultimo periodo di guerra civile. La sua passione e determinazione ha
regalato al Mozambico l'Ospedale di Marrere insieme al forte ed in
sostituibile intervento della Fondazione Teresa Regojo, che ha ristrutturato i
vari reparti. Luigi Bosco è morto “con il bisturi in mano”, visto che ha operato fino a 15 giorni prima di rientrare in
Italia, dove è morto al S. Raffaele. Averlo seguito e curato in condizioni difficili a Marrere, riuscendo a riportarlo in
patria, tra molte apprensioni e difficoltà lungo il viaggio, è stato per me e per Zobbi una grande soddisfazione e
consolazione, pur sapendo che la situazione non avrebbe potuto avere molte speranze.
ETIOPIA -
tasso di alfabetizzazione 42%, Speranza di vita 56 anni, mortalità infantile 109/1000.
ABOBO - Regione di Gambela nella parte ovest dell'Etiopia a circa 800 km da Addis Abeba. Massimo Pozzi è il nuovo responsabile
del progetto che prevede l’affiancamento al personale locale del servizio odontoiatrico. Qui da circa 10 anni è presente una
struttura sanitaria nata dall'accordo fra la Chiesa Cattolica e il Governo locale gestita
dalla dottoressa Maria Teresa Reale (da 20 anni in Africa). L’ infermiere locale
Wondimu e la sua assistente Amesenech assicurano l’assistenza odontoiatrica per 2
mattine alla settimana. Riteniamo che, date le capacità dell'infermiere , la sua
determinazione a studiare e quindi a migliorare la propria attività, la presenza
costante di colleghi odontoiatri italiani che per 15 giorni ogni tre o quattro mesi si
possano recare nell'Health Center di Abobo, possa portare ad una completa
indipendenza gestionale del terapeuta locale.
SHASHAMANE: si è concluso il progetto di affiancamento al personale locale del
dispensario dei Padri della Consolata, saltuariamente si potrà inviare personale
sanitario per attività di monitoraggio.
SMOM onlus Via A. Lecchi 9 – 20143 Milano C.F. 97372180154 - tel.: +39 02 8322272 www.smomonlus.org
7
RAPPORTO ATTIVITITA’ 2011
8
BENIN-MADAGASCAR-BRASILE AMAZZONICO-MONGOLIA-ISOLE SALOMONE e INDIA .
Continua l’instancabile attività del medico intinerante dr. Aldo Lo Curto, il quale
ogni anno per 8 mesi torna nei dispensari di cui si occupa da molti anni per
monitorare le attività di prevenzione e terapeutiche nei luoghi più inospitali.
In ITALIA continua l’attività organizzativa, interassociativa, editoriale e di
promozione di eventi e confronto sulle tematiche dello sviluppo e della
cooperazione fra i popoli. Nel corso del 2011 si è organizzato un V° Convegno di
Odontoiatria Essenziale per lo sviluppo della salute nel mondo nell’ambito del
prestigioso 54° Congresso Amici di Brugg.
Tutti i progetti in corso e quelli che stiamo programmando hanno
bisogno del vostro sostegno anche economico, attraverso il rinnovo della quota associativa 50,00 € (detraibile),
donazioni liberali e ricordatevi il 5 x 1000 - CF. 97372180154 alla prossima dichiarazione dei redditi.
L’associazione vive grazie a queste contribuzioni e può investire integralmente le risorse economiche donate sui
progetti a favore delle comunità svantaggiate.
SMOM Onlus - T: +39 028322272 Sede: via A. Lecchi, 9 – 20143 Milano – Italia - C.F. e P.IVA: 97372180154 e-mail:
[email protected] - www.smomonlus.org
Abbiamo organizzato il prossimo convegno con le altre associazioni di volontariato e cooperazione odontoiatrica
VI ° Convegno di Odontoiatria essenziale per lo sviluppo della salute orale nel mondo
Sabato 26 Maggio 2012
nell’ambito del 55° Congresso Amici di Brugg
Presiede: prof.ssa Laura Strohmenger
Coordina:
dr. Pino La Corte
Ore 9,30 Saluti Istituzionali
dr.Mario Iorio
Università degli Studi di Milano Centro di Collaborazione di Milano W.H.O.
Presidente SMOM onlus
-
Presidente Associazione Amici di Brugg
SALUTE ORALE GLOBALE E RAFFORZAMENTO DEI SISTEMI NAZIONALI
Ore 9.40 Global governance e disuguaglianze nella salute orale
dr. Guido Benedetti
Osservatorio Italiano sulla Salute Globale.
Ore 10,20 Sviluppo dei sistemi sanitari nazionali nei Paesi a basso reddito
dr. Luca Sarti
Medici con l’Africa CUAMM
Ore 11,10 Formazione universitaria per Odontotecnici in Uganda
Prof. Giacomo Babaglioni Odontotecnico cooperante SMOM onlus
Ore 12.00 Terapista dentale: figura paramedica fondamentale per la salute orale nel mondo
dr. Giordano Bordini Università degli studi di Milano
Ore 12.40 Pausa
SALUTE ORALE E ASSISTENZA TERAPEUTICA DEI PAZIENTI DISABILI IN ITALIA
.
Ore 14.10 Modalità di trattamento ambulatoriale
dr. Roberto Rozza
H. San Paolo Milano e Presidente S.I.O.H.
Ore 15.00 Prevenzione delle emergenze.
dr. Luigi Menozzi Ospedale Corberi.
Ore 15,50 Chiusura del convegno
Per donazioni
BANCA INTESA-SAN PAOLO IBAN IT71 B03069 09442 61526 1825 320
Conto Corrente Postale c/c n. 58161357 indica causale
SMOM onlus Via A. Lecchi 9 – 20143 Milano C.F. 97372180154 - tel.: +39 02 8322272 www.smomonlus.org
8
RAPPORTO ATTIVITITA’ 2011
SMOM onlus Via A. Lecchi 9 – 20143 Milano C.F. 97372180154 - tel.: +39 02 8322272 www.smomonlus.org
9
9

Documenti analoghi

settembre

settembre ospiti, 10 ragazzi della "Blind School" e 13 "speciali. Il lavoro svolto è stato soprattutto di prevenzione: a tutti i pazienti è stata fatta una detartrasi, poi sono state eseguite 29 tra otturazi...

Dettagli