UNICLIC ISTRUZIONI DI POSA IT Uniclic

Commenti

Transcript

UNICLIC ISTRUZIONI DI POSA IT Uniclic
UNICLIC
ISTRUZIONI DI POSA
IT Uniclic
PREFAZIONE
Prima di cominciare a installare la nuova pavimentazione è opportuno dedicare del tempo alla preparazione. Leggere per intero le
presenti istruzioni e per eventuali chiarimenti contattare il proprio rivenditore.
Preliminari
Il sottofondo deve essere asciutto, liscio e livellato. Eventuali irregolarità superiori a 2 mm/metro lineare devono essere livellate
prima dell’installazione.
Livello di umidità
La guida deve essere asciutta. Con una guida legata con
cemento, il tasso di umidità è del 2,5% max. (secondo il
metodo CM), mentre con una guida legata con anidrite è dello
0,5%. Le indicazioni relative al tempo di asciugatura di una
guida stesa di recente sono di + 1,5 settimane per centimetro
di spessore, con una ventilazione sufficiente. Per spessori
superiori a 6 cm, occorre prevedere almeno altre 3 settimane
per ogni cm in più. Come precauzione contro l’umidità residua,
applicare una barriera antiumidità in polietilene di 0,2 mm.
Sovrapporre le giunture per 30 cm e sigillarle con nastro in
plastica. Estendere il sottofondo fin sopra le pareti. Dopo avere
installato i battiscopa, tagliare il sottofondo lungo il margine
superiore dei battiscopa.
Sottofondi
Di solito occorre rimuovere le pavimentazioni preesistenti;
soltanto quelle in vinile possono essere lasciate in posizione.
Questa pavimentazione in legno deve essere poggiata su
un sottofondo appropriato. Qualora si preveda di utilizzare
una schiuma in polistirene, questa dovrà avere una densità
compresa tra 25 e 30 kg/m3. Come regola generale, i listoni
dei pavimenti in legno vanno posati nel senso della lunghezza
della stanza. In caso di installazione sopra doghe preesistenti,
i nuovi listoni in legno andranno posati perpendicolarmente
rispetto alla direzione delle vecchie doghe.
Acclimatazione
Almeno 48 ore prima della posa, il pavimento in legno deve
essere conservato, ancora imballato, nell’ambiente in cui dovrà
essere installato.
Condizioni per la posa in opera
La temperatura ambiente deve essere di 17°C minimo e, durante
l’acclimatazione e la posa, l’umidità relativa nella stanza deve
essere compresa tra il 30 - 60%. Verificare che, una volta messo
in posa il nuovo pavimento, vi sia spazio sufficiente per aprire
e chiudere le porte. La massima lunghezza di posa consentita
è di 12 m, e di 8 m la larghezza. Nell’eventualità di misure
maggiori, oppure se la stanza non è di forma rettangolare, può
essere necessario utilizzare dei giunti di dilatazione intermedi.
Ogni singola stanza deve essere separata dall’altra mediante
un giunto di dilatazione inserito nelle aperture per le porte tra
le stanze. Non collocare oggetti pesanti, ad esempio focolari
aperti, mobili da cucina o scaffali massicci, sopra il pavimento
in legno, per non compromettere l’assestamento naturale di
questi pavimenti e provocare la formazione di fessure lungo
i giunti.
UTENSILI
L’utilizzo degli utensili adatti e in buono stato semplifica
l’operazione e contribuisce a ottenere risultati ottimali.
Possono occorrere i seguenti utensili: blocco di battuta, riga,
squadra, sega (a denti fini), coltello affilato (per regolazioni
di precisione ecc.), martello, blocchetti distanziatori, matita,
palanchino, menaruola e punta (per praticare i fori intorno ai
tubi). La punta deve essere di 20 mm più grande rispetto al
diametro del tubo (9B).
Altri accessori necessari
Rosette per tubi, foglio di plastica HDPE antinvecchiamento
spesso 0,2 mm e sottofondo appropriato.
La finitura migliore lungo le incorniciature consiste nel tagliare
le basi delle incorniciature come mostra la figura 9A. In questo
caso, per eseguire il taglio all’altezza esatta utilizzare un
pannello sottoformato.
Importante! Prima dell’installazione, ispezionare
le doghe alla luce del sole per rilevare eventuali
danni o difetti visibili; controllare anche il colore
e la finitura di superficie. Non si accettano
reclami dopo la posa in opera dei pavimenti.
IT - 1
Istruzioni per la posa
in opera del pavimento
(posa flottante)
Uniclic può essere sistemato sul
piano di posa per rotazione o per
scivolamento
A: Nel senso della lunghezza dei pannelli:
metodo di posa normale = rotazione.
Quando i pannelli non possono essere
sollevati (ad esempio sotto il telaio della porta o sotto gli
elementi del termosifone), vanno incastrati.
Non tentare di installare il giunto Uniclic colpendolo una sola
volta, occorre dare una serie di colpi leggeri. Cominciare con
una sequenza di colpi delicati su un’estremità del pannello
finché non s’incastra e poi ripetere l’operazione circa 30 cm
più avanti, fino a incastrarne per intero il lato lungo. Per evitare
di danneggiare le doghe non colpire con forza eccessiva.
B: Il lato corto dei pannelli può essere incastrato solo
colpendolo. Si descrive di seguito l’installazione del pannello
4 (2A, 3, 3a, 4, 5, 5a, 6A & 6B). In primo luogo ruotare
nel senso della lunghezza il pannello 4 nei pannelli 1 e 3.
Poi incastrare un sottoformato o la parte avanzata di un
altro pannello sul giunto dei pannelli 4 e 2, onde evitare
danneggiamenti quando si batte il pannello 4 per incastrarlo
nel 2. Poi battere con delicatezza il pannello 4 nel 2 e rimuovere
il sottoformato per utilizzarlo sul giunto corto successivo.
Per sua natura, il legno si dilata e si contrae in base alle
variazioni del tasso di umidità presente nell’aria; per questo
motivo occorre lasciare uno spazio di dilatazione di 8-10 mm
che consenta la naturale espansione del pavimento (3b). Lo
spazio di dilatazione va lasciato lungo l’intero perimetro del
pavimento, anche intorno alle finiture delle porte, in prossimità
di tubi, scale ecc. Per ambienti più ampi, lo spazio di dilatazione
deve essere di almeno 1,5 mm per ogni metro di larghezza del
pavimento. Lo spazio di dilatazione sarà rifinito con battiscopa
o profili di finitura.
Posa in opera delle prime file
1: Applicare sopra il piano di posa in cemento
una barriera antiumidità in polietilene
spessa 0,2 mm. Sovrapporre le giunture per
30 cm e sigillarle con nastro in plastica.
La barriera antiumidità deve estendersi
oltre le pareti. La parte superiore del
foglio in plastica va tagliata dopo la posa
del battiscopa. Applicare un sottofondo
IT - 2
di schiuma in polistirene, 25-30 kg/m3, sopra la pellicola di
polietilene spessa 0,2 mm.
Cominciare con le prime due file di doghe sul lato della parete
lunga e procedere da destra a sinistra, come mostra la figura
2A.
I pannelli devono essere orientati in modo che il lato con la
linguetta sia rivolto verso la parete. Per ottenere il giunto di
dilatazione corretto rimuovere tutte le linguette dalla prima fila.
Rimuovere anche la linguetta corta della prima doga (2B).
Con un normale filo, verificare che le doghe della seconda fila
siano state allineate ben dritte nel senso della lunghezza. Al
caso raddrizzarle battendole con il blocco di battuta.
Posa in opera del resto del parquet
Cominciare la fila 3 con la doga di compensazione a partire
dalla doga 5. Tenere in conto lo sfalsamento
di 50 cm e verificare di tanto in tanto che le
file siano ben dritte (7).
Le ultime file
Se si è già calcolato in anticipo che l’ultima
fila dovrà essere di larghezza inferiore a
5 cm, è preferibile tagliare nel senso della
lunghezza sia la prima sia l’ultima fila di
doghe in modo che nessuna delle due sia
troppo stretta (8).
Compatibilità con riscaldamento a
pavimento
Questa pavimentazione in legno può essere messa in posa su
sistemi di riscaldamento inseriti nella base cementizia. Il calore
può essere generato da acqua calda o resistenze elettriche.
NON sono adatti all’uso con il riscaldamento a pavimento
il legno di faggio e il legno acero che presentano valori di
dilatazione elevati.
La temperatura superficiale massima della pavimentazione in
legno non deve superare 27°C in qualsiasi punto della stanza.
Impianti di riscaldamento a pavimento di recente
installazione
La guida di cemento deve essere conforme allo standard
DIN 18353 e alle istruzioni sulla costruzione di pavimenti
riscaldanti emesse dal Zentralverband ZHK. Il tempo minimo
di attesa per la messa in posa di una pavimentazione dopo
l’installazione della guida è di 21 giorni. Se il parquet viene
messo in posa mediante incollaggio è imperativo colmare i
giunti o le spaccature presenti nel cemento, utilizzando una
resina sintetica bicomponente. I giunti di dilatazione forniti dal
produttore dell’impianto di riscaldamento vanno conservati.
Trascorsi almeno 21 giorni è possibile mettere in funzione
l’impianto di riscaldamento a pavimento. La temperatura
dell’acqua riscaldante può essere aumentata progressivamente,
aggiungendo 15°C al giorno fino a raggiungere la temperatura
massima di 45°C. Mantenere la temperatura di 45°C per
almeno sette giorni consecutivi e poi ridurla gradatamente di
15°C al giorno, fino ad arrivare sotto i 25°C.
Lasciare spento l’impianto di riscaldamento per sette giorni e
poi rimetterlo in funzione per quattro giorni, aumentando di
nuovo gradualmente la temperatura fino a raggiungere i 45°C.
Ridurre nuovamente la temperatura fino a 25°C. Questa è la
procedura minima necessaria per stabilizzare la guida. Ogni
giorno supplementare è utile per ridurre l’umidità della guida e
rendere più sicura la posa.
Infine è possibile cominciare la posa in opera della
pavimentazione, secondo le istruzioni riportate sopra. Durante
la posa la temperatura dell’acqua deve restare stabile a 25°C.
La temperatura di superficie della guida deve essere di minimo
18°C e l’umidità relativa durante la posa deve essere compresa
tra il 30 e il 60%. Queste condizioni devono essere mantenute
per almeno cinque giorni dopo la posa del parquet.
Importante!
L’azienda respinge qualsiasi responsabilità in assenza di sottoscrizione e registrazione del protocollo sul
riscaldamento.
Impianti di riscaldamento a pavimento
preesistenti
Qualora l’impianto di riscaldamento a pavimento incorporato
nella guida sia stato già utilizzato per svariate stagioni si
consiglia, prima di procedere con la posa in opera del parquet,
di portare la temperatura dell’acqua riscaldante a 45°C e
mantenerla su questo valore per sette giorni consecutivi. Poi
IT - 3
riportare la temperatura a 25°C. Data la ricca gamma di
impianti di riscaldamento a pavimento disponibili sul mercato,
in caso di dubbi, è opportuno rivolgersi al rivenditore oppure
al fornitore dell’impianto.
Condizioni climatiche interne
Un ambiente gradevole per le persone è adatto anche ai
pavimenti di legno duro. Si consiglia una temperatura ambiente
di 20°C e un’umidità relativa compresa tra il 30 e il 60%
per l’intero arco dell’anno. Occorre particolare attenzione
durante la stagione invernale in cui l’utilizzo del riscaldamento
può RIDURRE eccessivamente l’umidità relativa. Onde evitare
l’essiccamento del legno, che può causare piccole fessure
sui giunti del parquet, si consiglia vivamente di utilizzare un
umidificatore elettrico idoneo non appena si comincia a
mettere in funzione l’impianto di riscaldamento.
Precauzioni
Onde preservare la qualità e la bellezza del pavimento
in legno duro è indispensabile fare uso di tappi o feltrini di
protezione sotto le gambe di sedie e mobili. Per ridurre al
minimo l’ingresso di sporcizia, fango e umidità dall’esterno, è
opportuno fare uso di zerbini efficaci e adatti da collocare
sulla soglia esterna. Le sedie su rotelle e le sedie per ufficio
devono essere conformi allo standard DIN EN 12529, ovvero
devono essere provviste di rotelle morbide di tipo W; altrimenti
è opportuno installare appositi tappeti per ufficio.
Cura e manutenzione
Per la pulizia non adoperare panni né mop in microfibra.
PAVIMENTI LACCATI UV
Le pavimentazioni in legno Uniclic sono ricoperte da un
resistente rivestimento Mara-Thon, una lacca UV con ottime
proprietà antigraffio.
Si sconsiglia la levigatura e la verniciatura di un pavimento
appena installato in quanto i rivestimenti applicati a mano non
sono mai all’altezza del Mara-Thon applicato in fabbrica. Pulire
regolarmente il pavimento con un aspirapolvere e, in caso,
lavarlo con un panno umido. È possibile aggiungere all’acqua
di lavaggio poche gocce di un detergente non aggressivo.
Non versare mai acqua direttamente sul pavimento. Macchie
di olio, gomma e asfalto possono essere rimosse utilizzando
acqua ragia minerale.
PARQUET OLEATO
Subito dopo la posa
Il parquet viene oleato in fabbrica per garantire una protezione
prolungata. È importante aspirare la polvere e pulirlo con un
sapone apposito immediatamente dopo la posa in opera
(vedere le istruzioni generali di pulizia che seguono).
Istruzioni per la manutenzione dei parquet oleati
Il parquet oleato aggiunge alla casa un tocco naturale e di
comfort. Per conservarlo a lungo in condizioni ottimali è
importante curarlo nel modo giusto sin dall’inizio. Nel tempo
questo tipo di parquet acquista crescenti proprietà antiusura e
diventa più facile da curare in quanto il trattamento superficiale
forma una pellicola protettiva che tiene lontano lo sporco.
Pulizia e manutenzione generali
Pulire ogni giorno il pavimento utilizzando una scopa o un
aspirapolvere. I parquet devono essere puliti regolarmente
con un panno leggermente inumidito. I parquet oleati possono
essere puliti aggiungendo un detergente apposito. Oltre a
pulire il pavimento, i detergenti per parquet formano anche
una pellicola protettiva che tiene lontano lo sporco. Durante le
prime due settimane dopo la posa in opera, pulire più volte il
pavimento utilizzando una soluzione con il detergente finché
sulla superficie non si forma una pellicola protettiva. Non
versare mai acqua sul pavimento.
Pulizia intensa
Se il pavimento è molto sporco, utilizzare un detergente
aggressivo per legno. In seguito pulire immediatamente il
parquet con la soluzione detergente “normale” che formerà
nuovamente la pellicola protettiva.
Trattamenti successivi
Un pavimento che dopo un lungo periodo di utilizzo comincia a
ingrigirsi oppure opacizzarsi può essere rinnovato utilizzando
uno strato sottile di olio di manutenzione. Prima del trattamento
con l’olio, il pavimento deve essere pulito a fondo con un
detergente aggressivo per legno e poi lasciato asciugare per
4 - 8 ore. Applicare uno strato sottile di olio per pavimenti
in legno utilizzando un panno in cotone o una macchina
apposita. Quando il pavimento appare moderatamente lucido
la quantità di olio è sufficiente. Fare attenzione a non utilizzare
troppo olio. Concludere lucidando con cura il pavimento
con un panno di cotone morbido o un feltro per lucidatura.
Attendere quattro ore prima di camminare sul pavimento e
almeno 24 ore prima di pulirlo con un detergente apposito
per legno.
Attenzione
Onde evitare la combustione spontanea di panni, feltri ecc.
che contengono olio, è importante immergerli subito in acqua e
poi lasciarli asciugare all’aria. Per informazioni più dettagliate
sui prodotti per la cura e la manutenzione
dei pavimenti in legno rivolgersi ai rivenditori specializzati.
Prodotto da Unilin bvba – Divisione Flooring - Ooigemstraat 3, B- 8710 Wielsbeke, Belgio
IT - 4

Documenti analoghi