ufficio elettorale - Comune San Gimignano

Commenti

Transcript

ufficio elettorale - Comune San Gimignano
COMUNE DI SAN GIMIGNANO
Città del patrimonio mondiale, culturale e naturale d ell’UNESCO
T o wn o f U N E S C O W o r l d C u l t u r a l a n d N a t u r a l H e r i t a g e
5 3 0 3 7 S a n Gi m i g n a n o ( S I) - P i a z z a D u o m o , 2 - T e l . 0 5 7 7 9 9 0 1
C . F . e P . IV A 0 0 1 0 2 5 0 0 5 2 7 - w w w . c o m u n e . s a n g i m i g n a n o . s i . i t
ORDINANZA N.30 del 8.04.2014
NORME PARTICOLARI IN MATERIA DI CIRCOLAZIONE E SOSTA
- VIA BONDA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE
Visto il Decreto del Sindaco n 24 del 24/06/2009 con il quale la sottoscritta è stata nominata Responsabile del Servizio
di Polizia Municipale,
Vista la richiesta del 04.04.2014 presentata dal Ambrogetti Mauro in qualità di legale rappresentante della ditta
Ambrogetti via S Lucia 33/1 Loc Riofreddo Verghereto (FC) con la quale si richiede fino alla conclusione dei lavori di
ripristino movimento franoso in via Bonda lato Porta San Giovanni e comunque fino al 31.12.2014 il divieto di sosta
negli stalli ubicati in via Bonda, per deposito attrezzature e materiali
VISTA la propria Ordinanza 10 del 12/02/2014 avente ad oggetto : “Norme particolari di circolazione in via Bonda”
VISTO il parere favorevole dei competenti uffici Comunali
Ritenuto pertanto opportuno istituire nel tratto interessato ,il divieto sosta con rimozione per il periodo richiesto ,al
fine di consentire il regolare svolgimento dei lavori
visto l’articolo 6, 4° lett. b) e 5° lett. d) richiamati dall’articolo 7, 3°, l’articolo 37, 3° del D.Lgs. 285/92 e ss.mm;
visto l’articolo 107 del D. Lgs 267/2000;
Ordina
– Dal giorno 8.04.2014 fino al 31.12.2014 e comunque fino al termine dei lavori sarà istituito in Via Bonda :
La Sosta vietata con applicazione della sanzione accessoria della rimozione compreso i veicoli al seguito di
portatori di handicap nella parte di carreggiata di via Bonda adibita a parcheggio, per deposito attrezzature e
macchinari inerenti l’area di cantiere adibito al consolidamento del movimento franoso che ha interessato la via in
questione. La delimitazione dell’area interessata dal presente provvedimento avverrà con l’apposizione di segnaletica
stradale
Per l’esecuzione dei lavori la ditta operatrice, dovrà provvedere:
A ben delimitare il cantiere
con l’apposizione all’estremità di esso di segnaletica e luci ad intermittenza e
specificatamente: La zona cantiere dovrà essere completamente delimitata con barriere protettive.,
Alla collocazione e manutenzione della segnaletica prevista dal CDS e dal regolamento di attuazione, relativa alla
posizione del cantiere;
Tale provvedimento dovrà essere reso noto agli utenti della strada, mediante apposizione di regolare segnaletica .
Per l’esecuzione di tali lavori la ditta esecutrice dovrà mantenere per tutto il periodo dei lavori efficiente la segnaletica
prevista dal D.M- delle infrastrutture del 10/07/2002, oltre a rispettare le norme in materia di sicurezza per i cantieri, e
qualora sia ripristinato il transito, provvedere che questo avvenga nel rispetto della normativa vigente. Obbligo di
ripristino della sede viaria In conseguenza dei lavori non venga danneggiato il suolo pubblico e non venga in alcun
modo manomessa la segnaletica stradale esistente
Collocazione e manutenzione della segnaletica prevista dal CDS e dal regolamento di attuazione, relativa alla posizione
del cantiere
Che gli operatori che intervengono nella zona della strada interessata ai lavori siano costantemente visibili tanto agli
utenti della strada che ai conducenti di eventuali macchine operatrici gli stessi sono tenuti ad indossare capi di
abbigliamento ad alta visibilità di classe 3 o 2 conformi alle disposizioni di cui D.M. 9/6/1995 o alla norma UNI EN
471.Alla sorveglianza della sicurezza degli operatori e degli utenti della strada, a seguito del posizionamento del
cantiere, dovrà curare il Direttore dei lavori ed il Responsabile di cantiere i quali saranno ritenuti responsabili sia
civilmente che penalmente per ogni incidente a persone o cose.
Per giustificati motivi di pubblico interesse o di sicurezza stradale il Comune di San Gimignano può revocare o
modificare il presente provvedimento in qualsiasi tempo o imporre altre condizioni senza che il richiedente possa
avanzare alcuna richiesta di indennizzo a titolo di danni o rimborso spese
Di ogni danno arrecato alla strada e ai suoi accessori come alle persone agli animali alle cose in genere sia ritenuto
responsabile sia civilmente che penalmente il richiedente il quale esonera ora per allora il Comune di San Gimignano da
ogni e qualsiasi molestia o spesa, che comunque potessero derivare da parte di terzi
Ditta esecutrice dei lavori: Ambrogetti Verghereto (FC)
Rimarranno in essere tutte quelle norme non in contrasto con la presente
AVVISA
COMUNE DI SAN GIMIGNANO
Città del patrimonio mondiale, culturale e naturale d ell’UNESCO
T o wn o f U N E S C O W o r l d C u l t u r a l a n d N a t u r a l H e r i t a g e
5 3 0 3 7 S a n Gi m i g n a n o ( S I) - P i a z z a D u o m o , 2 - T e l . 0 5 7 7 9 9 0 1
C . F . e P . IV A 0 0 1 0 2 5 0 0 5 2 7 - w w w . c o m u n e . s a n g i m i g n a n o . s i . i t
Che l’Ordinanza viene rilasciata senza pregiudizio dei diritti dei terzi, verso i quali risponde esclusivamente la ditta
esecutrice dei lavori, la quale solleverà il Comune di San Gimignano da qualsiasi molestia o gravame
Dispone
Che copia del provvedimento sia notificata al richiedente ed alla ditta esecutrice dei lavori
Il presente provvedimento sarà pubblicato all’Albo Pretorio del Comune. Eventuali modifiche formeranno comunque
parte integrante della presente ordinanza ancorchè non citate. Spetterà a chi di dovere e per quanto di competenza,
osservare e far osservare quanto disposto con il presente provvedimento.
Il Responsabile del procedimento è il Comandante la Polizia Municipale Dott.ssa Edi Salvadori
Avverte altresì
che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso amministrativo ai sensi dell’articolo 27, 3° del
D.Lgs. 285/92 e ss.mm. (nuovo Codice della Strada) al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, che decide in
merito, entro sessanta giorni e con le formalità stabilite nell’articolo 74 del D.P.R. 495/92 (regolamento di attuazione
del nuovo Codice della Strada);
IL COMANDANTE
Dott. ssa Edi Salvadori
San Gimignano 08.04.2014