1_Bando gara TOTEM Multimediali

Commenti

Transcript

1_Bando gara TOTEM Multimediali
AVVISO DI BANDO PUBBLICO PER L’AFFIDAMENTO CON
DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA DEL
FORNITURA E GESTIONE TOTEM MULTIMEDIALI – C.I.G. 6340405BB7
IL CRITERIO
SERVIZIO DI
Dato atto che il Comune di San Vincenzo nell’ambito della promozione e diffusione
dei servizi turistici ha intenzione di installare n° 2 totem multimediali che siano costantemente
gestiti sia per la manutenzione che per l’aggiornamento delle informazioni fornite agli utenti;
Visto il progetto di valorizzazione e promozione turistica del Comune di San vincenzo
per installazione 2 totem multimediali approvato con deliberazione della Giunta Comunale n°
135 del 26.05.2015;
Vista la determinazione dirigenziale n° 438 del 23.07.2015 con la quale si approva il
presente avviso nonché il capitolato speciale d’appalto bozza di contratto ;
Il Comune di San Vincenzo intende affidare la gestione del servizio di fornitura,
manutenzione ed assistenza di 2 totem multimediali in San Vincenzo indicativamente in
piazza Grandi e via Vittorio Emanuele II° (angolo via dell’Asilo).
Ritenuto opportuno procedere all’esperimento di specifica gara pubblica per
l’assegnazione del servizio di cui trattasi:
1) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: (indirizzo, numero di telefono e di fax, nonché
indirizzo elettronico) COMUNE SAN VINCENZO – via Beatrice Alliata n. 4 – 57027 - SAN
VINCENZO (LI), C.F. / P.IVA 00235500493. RECAPITI TELEFONICI: 0565/707235
(Geom. Paolo Cosimi – Ufficio Urbanistica), Tel. 0565/707231 (Dott.ssa Roberta Genghi
– Ufficio Turismo), Tel. / Fax 0565/707218 (Ufficio Gare e Contratti, Geom. Alessio
Toninelli).
Sito
internet:
www.comunesanvincenzo.li.it.
Indirizzi
e-mail:
[email protected];
[email protected];
[email protected]
2) OGGETTO DELL’APPALTO: fornitura, posa in opera, gestione e messa in esercizio di
totem multimediali.
3) DURATA DELL’APPALTO: ANNI 6 dalla dat del collaudo.
4) VALORE TOTALE DELL’APPALTO: Euro 60.000,00 (Euro sessantamila/00) oltre IVA.
5) PROCEDURA DI GARA: PROCEDURA APERTA
6) PREZZO A BASE D’ASTA: Euro 10.000,00 (Euro diecimila/00) oltre IVA annuali.
7) TERMINE PER LA RICEZIONE DELLE OFFERTE E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE:
SCADENZA DEI TERMINI: Il giorno 31 Agosto 2015 entro e non oltre le ore 13:00.
Luogo: presso l’Ufficio Protocollo del Comune di San Vincenzo, Via Beatrice Alliata n° 4 –
57027 San Vincenzo (LI), con apertura il Lunedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì dalle ore
10:00 alle ore 13:00, il Martedì ed il Giovedì dalle ore 15:00 alle ore 17:30 (Orario
pomeridiano 15:00 / 17:30 ESCLUSO MESI LUGLIO ED AGOSTO,UFFICI CHIUSI);
8) DATA E LUOGO DI APERTURA DELLE OFFERTE: Il giorno 01 Settembre 2015 alle
ore 09:00, presso sala aperta al pubblico del Palazzo Municipale del Comune di San
Vincenzo, Via Beatrice Alliata n° 4, San Vincenzo (LI);
9) MODALITÀ DI ACQUISIZIONE DEI DOCUMENTI DI GARA: UFFICIO URBANISTICA
(Geom. Paolo Cosimi), Tel. 0565/707235oppure UFFICIO TURISMO (Dott.ssa Roberta
Genghi), Tel. 0565/70731 oppure UFFICIO GARE E CONTRATTI (Geom. Alessio
TONINELLI) – Tel. 0565/707218 Fax 0565/707218. INDIRIZZO: Via Beatrice Alliata n° 4
– 57027 SAN VINCENZO (LI). INDIRIZZO E-MAIL: [email protected];
[email protected]; [email protected]
10) SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA E DIVIETI DI PARTECIPAZIONE: Sono ammesse
a partecipare imprese singole, raggruppate temporaneamente o che intendano farlo, i
consorzi ai sensi degli artt 34, 35, 36, 37 e che siano in possesso dei requisiti di cui agli
artt.38, 39, 41, 42, 43 e 47 del D.Lgs. 163/2006. Verrà inoltre applicata la disposizione
dell’art. 34 comma 2 del citato Decreto.
11) REQUISITI MINIMI PER LA PARTECIPAZIONE:
- requisiti di carattere generale: quelli previsti dall’art. 38 del D.Lgs. 163/2006 e dell’art.
1 bis comma 14 della Legge 383/2001 (Allegato A);
- requisiti di carattere giuridico e morale:
a) essere iscritti alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura;
b) non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative di cui all’articolo 38 del decreto
legislativo n. 163/2006;
c) non aver reso, nel triennio antecedente, false dichiarazioni per la partecipazione o
l’aggiudicazione di gare d’appalto;
d) essere in regola con le norme che disciplinano il diritto dei soggetti disabili a norma
della legge n. 68/1999 e successive modificazioni ovvero indicazione dei motivi per cui
non si è soggetti all’osservanza delle suddette norme;
e) essere in regola con le norme di cui alla legge 18 ottobre 2001, n. 383 (piani
individuali di emersione);
f) non trovarsi in alcuna delle cause ostative all’ammissione all’appalto previste dalla
legge 31 maggio 1965, n. 575 e successive modificazioni.
In caso di partecipazione in ATI i requisiti di carattere giuridico e morale dovranno
essere posseduti da ciascuna Impresa costituente il raggruppamento; i requisiti di carattere
tecnico ed economico dovranno essere posseduti dal raggruppamento nel suo complesso,
fermo restando che la Capogruppo dovrà possederli in misura non inferiore al 60% e
ciascuna delle mandanti in misura non inferiore al 20%.
Soltanto i requisiti di carattere tecnico ed economico di cui ai punti h) e i), dovranno essere
posseduti da ciascun componente il raggruppamento.
12) AVVALIMENTO: Le imprese potranno avvalersi dell’istituto dell’Avvalimento ai sensi
dell’art. 49 del D.Lgs. 163/2006. Se accertate dichiarazioni mendaci, si procederà
all’esclusione del concorrente e all’escussione della cauzione provvisoria oltre che agli
ulteriori adempimenti di cui al citato art. 49. Il concorrente e l’impresa ausiliaria sono
responsabili in solido delle obbligazioni assunte con la stipula del Contratto.
Si precisa che in caso di ricorso al presente istituto si applicano le disposizioni
concernenti divieti contenuti nell’art. 49 del D.Lgs. 163/2006 e più precisamente:
- non è ammesso che più di un concorrente si avvalga della stessa impresa
ausiliaria a pena di esclusione di tutti i concorrenti che se ne sono avvalsi;
- non è consentita la partecipazione contemporanea dell’impresa ausiliaria e
dell’impresa che si avvale dei requisiti di quest’ultima a pena di esclusione di
entrambe le imprese;
- un concorrente può avvalersi di più imprese ausiliarie per il medesimo requisito;
A pena di esclusione, tutte le dichiarazioni e la documentazione indicate dal citato
art 49, comma II lettera dalla a alla f (compresa) dovranno essere inserite nella
busta A “Documentazione”.
13) SUBAPPALTO: non consentito;
14) MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA: Per partecipare alla procedura,
codesta Spettabile Ditta far pervenire al seguente indirizzo:
COMUNE DI SAN VINCENZO
UFFICIO PROTOCOLLO
VIA BEATRICE ALLIATA, 4 – 57027 SAN VINCENZO (LI)
un plico, idoneamente sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura, contenente Nr. 3
buste, identificate dalle lettere “A”, “B” e “C”, come di seguito precisato.
Il plico dovrà recare all’esterno l’intestazione e l’indirizzo del mittente e la seguente dicitura:
“GARA PER L’AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA E GESTIONE TOTEM
MULTIMEDIALI – C.I.G. 6340405BB7”.
I plichi, a pena di esclusione, devono pervenire entro, e non oltre il termine perentorio
delle ore 13:00 del giorno 31 AGOSTO 2015.
Non saranno in alcun caso presi in considerazione i plichi pervenuti oltre il suddetto termine
perentorio di scadenza, anche indipendentemente dalla volontà del concorrente e anche se
spediti prima del termine medesimo; ciò vale anche per i plichi inviati a mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento, a nulla valendo la data di spedizione risultante dal
timbro postale dell’ufficio accettante. Tali plichi non verranno aperti e verranno considerati
non ammessi.
In ogni caso farà fede la data di ricezione presso il predetto ufficio di protocollo.
I plichi devono contenere al loro interno tre buste, a loro volta sigillate e controfirmate sui
lembi di chiusura, recanti all’esterno l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente
“A – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA”, “B – OFFERTA TECNICA”, “C –
OFFERTA ECONOMICA”.
15) DOCUMENTI DA PRESENTARE PER PARTECIPARE ALLA GARA:
Busta “A – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA” devono in essere contenuti, a
pena di esclusione, i seguenti documenti:
1. domanda di partecipazione alla gara, contenente i dati anagrafici del sottoscrittore,
l’indicazione della sua qualifica, nonché i dati identificativi dell’Impresa
(denominazione, ragione sociale, sede legale, numero di codice fiscale e partita IVA)
– Allegato A;
2. copia del “Capitolato D’appalto” – Allegato B, firmato e sottoscritto in ciascuna pagina
in segno di accettazione piena ed integrale delle clausole e prescrizioni in esso
contenuto;
3. copia della “Relazione Tecnica Illustrativa” – Allegato C, firmato e sottoscritto in
ciascuna pagina in segno di accettazione piena ed integrale delle clausole e
prescrizioni in esso contenuto;
4. dichiarazione resa e sottoscritta dal legale rappresentante relativa al possesso dei
requisiti di carattere giuridico e morale e requisiti generali – Allegato D.
La domanda di cui al punto 1. e la restante documentazione deve essere sottoscritta dal
legale rappresentante della ditta concorrente, può essere sottoscritta anche dai procuratori
dei legali rappresentanti dei concorrenti e, in tal caso, va allegata copia conforme
all’originale della relativa procura.
In presenza di A.T.I già costituita: deve contenere l’atto costituivo dell’associazione
temporanea di impresa e l’ atto unico con il quale le imprese conferiscono il mandato
speciale con rappresentanza ad una di esse designata quale capogruppo;
In presenza di A.T.I. da costituirsi: dichiarazione di associazione temporanea di impresa,
contenente l’individuazione della Società Capogruppo, l’indicazione delle singole parti del
servizio che saranno svolte da ciascuna società e relativa percentuale corrispondente alla
quota di partecipazione.
Busta “B – OFFERTA TECNICA” deve in essere contenere, a pena di non valutazione,
una consiste nella specifica tecnica del tipo di Totem Multimediale che l’impresa
partecipante alla gara intende realizzare, secondo quanto stabilito dall’art. 10 del capitolato
d’appalto lettera B – C – D e E.
Busta “C – OFFERTA ECONOMICA” deve in essere contenere l’offerta economica,
redatta su carta intestata dell’Impresa, con l’applicazione di una marca da bollo da €. 16,00,
sottoscritta dal legale rappresentante della Impresa partecipante, indicando il ribasso
percentuale, espresso in cifre ed in lettere, sul prezzo finito della fornitura e del servizio a
base d’asta, al netto d’IVA, secondo quanto stabilito dall’art. 10 del capitolato d’appalto.
N.B. L’OFFERTA TECNICA E L’OFFERTA ECONOMICA DEVONO ESSERE
SOTTOSCRITTE DAL RAPPRESENTANTE LEGALE DELL’IMPRESA PARTECIPANTE
A PENA DI ESCLUSIONE.
Qualora il firmatario dei documenti di gara e dell’offerta economica sia persona diversa dal
legale rappresentante, deve essere allegato un estratto, autenticato da Notaio, della
deliberazione con la quale i competenti organi dell’Impresa hanno conferito al firmatario
medesimo i relativi poteri, nel caso che tali indicazioni non risultino dal certificato della
CCIAA o equivalente.
In caso di discordanza tra il prezzo in cifre e quello in lettere, ai fini dell’aggiudicazione,
prevale l’importo più vantaggioso per l’Amministrazione. In caso di offerte recanti un
numero maggiore di 2 (due) cifre decimali, le cifre in eccesso sono oggetto di troncamento,
senza arrotondamento. L’offerta, redatta senza cancellature o abrasioni, non può
presentare correzioni valide se non espressamente confrermate e sottoscritte.
Nel caso in cui il concorrente si trovi in una situazione di controllo ai sensi dell’art. 2359 del
Codice Civile con altro concorrente alla presente gara, dovrà inserire nel plico C),a pena di
esclusione, un’ulteriore busta chiusa contenente i documenti utili a dimostrare che la
situazione di controllo non ha influito sulla formulazone dell’offerta.
La mancanza di anche una solamente delle prescrizioni e della documentazione
indicate comporta l'automatica esclusione dalla gara.
16) CONTROLLO A CAMPIONE: ai sensi di quanto disposto dall’art. 48 del D.Lgs. 163/06,
la stazione appaltante effettuerà controlli in ragione al possesso delle effettive
caratteristiche di natura economica - finanziaria e tecnico-organizzativa nella misura non
inferiore al 10% delle offerte presentate, arrotondate all’unità superiore, mediante
sorteggio pubblico. Le stesse, entro 10 giorni dall’inoltro della richiesta (via fax al quale
dovrà seguire fax di avvenuto ricevimento), dovranno produrre i documenti richiesti.
L’ente si solleva dalla responsabilità ove, per qualsivoglia imprevisto, la documentazione
non pervenga nei dovuti termini.
17) Lingua in cui devono essere redatte le offerte: LINGUA ITALIANA.
18) CRITERI DI ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI.
Il punteggio sarà assegnato tenendo conto dei seguenti parametri e nel rispetto dei
criteri indicati nel capitolato d’oneri:
PARAMETRI PER L’ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI
A
B
C
D
E
Offerta economica
Offerta Tecnica
Progettazione sftware
Assistenza aggiuntiva successiva
Formazione
Totale
PUNTEGGIO
MASSIMO
40
40
10
5
5
100
L’offerta tecnica dovrà essere redatta in un numero massimo di 10 pagine formato
A4, con carattere Times new roman o Arial, dimensione 12.
Prima di procedere all’esame e valutazione delle offerte tecniche, la commissione di
gara renderà noti in seduta pubblica i criteri della loro valutazione.
In caso di parità la gara verrà aggiudicata tramite sorteggio.
19) AMMESSI AD ASSISTERE ALLA APERTURA DELLE OFFERTE: SEDUTE DI GARA
APERTE AL PUBBLICO: legali rappresentanti delle ditte concorrenti o delegati muniti di
atto formale di delega.
20) CAUZIONI E GARANZIE RICHIESTE: L’offerta dei concorrenti deve essere corredata da
una cauzione provvisoria di €. 1.200,00 (Euro milleduecento/009), pari al 2% calcolato
sul valore posto a base di gara di €. 60.000,00 (Euro sessantamila/00), costituita con le
modalità e nel rispetto delle prescrizioni di cui all’art. 75 del D.Lgs. 12.04.2006, n. 163. La
garanzia dovrà avere validità e scadenza non inferiore a 180 giorni dalla data prevista
per le presentazione delle offerte.
L’impresa aggiudicataria dovrà presentare, prima della stipula del contratto, una
cauzione definitiva pari al 10 % dell’importo della fornitura al netto dell’offerta presentata,
in base a quanto stabilito dall’art. 113 del D.Gls 163/2006. La fidejussione bancaria od
assicurativa,dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva
escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 gg. A semplice richiesta
della stazione appaltante La garanzia definitiva è ridotta al 50% per le imprese o ditte
che presentino la certificazione di cui alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000
rilasciata dagli organismi accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI
EN 45000.
21) POLIZZA ASSICURATIVA. L’Impresa dovrà provvedere a sua cura e spese
all’assicurazione obbligatoria per legge di tutte le maestranze da essa dipendenti.
L’impresa riconosce, altresì, essere di sua esclusiva compentenza e spettanza l’iniziativa
dell’adozione di tutti i mezzi opportuni per evitare qualsiasi danno che possa colpire le
cose e le persone. Pertanto, esonera l’Amministrazione da ogni responsabilità, anche
verso terzi, per infortuni e danni che potessero verificarsi in dipendenza diretta dal
proprio operato. Il massimale non dovrà essere inferiore ad €. 2.500.000,00 (Euro
duemilionicinquecentomila/00).
22) CONDIZIONI DI GARA: Pagamenti, penali ed altre condizioni: vedi capitolato
d’appalto.
L’aggiudicatario entro dieci giorni dalla notifica della comunicazione dell’aggiudicazione,
che sarà effettuata con PEC, dovrà presentare le certificazioni comprovanti le
dichiarazioni di cui al presente avviso d’asta .
Prima della stipulazione dell’atto di concessione del servizio l’aggiudicatario dovrà
versare l’importo delle spese contrattuali e presentare le polizze assicurative e le
garanzie previste dal capitolato .
Non sono ammesse offerte per persona da nominare, né alcuna cessione
dell’aggiudicazione, fatte salve le rappresentanze legali previamente autorizzate nei
modi dovuti e le procure speciali. Si sottolinea come l’offerta sarà vincolante per la ditta
aggiudicataria per il periodo di validità della gara mentre lo sarà per l’amministrazione
comunale solo al momento dell’approvazione definitiva dei necessari impegni di spesa.
Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta.
In caso di
decadenza dall’aggiudicazione da parte della ditta aggiudicatarie a causa del mancato
rispetto di quanto sopra richiesto, l’Amministrazione si riserva la facoltà di procedere
all’aggiudicazione in favore della ditta che segue nella graduatoria del verbale di
aggiudicazione.
Per quanto non specificato si fa riferimento alle norme vigenti in materia.
23) DIVIETI DI PARTECIPAZIONE:
Sono esclusi dalla partecipazione, ai sensi dell'art. 38, comma 1, del D.Lgs. n. 163/2006 i
soggetti:
a) che si trovano in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato
preventivo, o nei cui riguardi sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali
situazioni;
b) nei cui confronti è pendente procedimento per l'applicazione di una delle
misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956 n. 1423 o di
una delle cause ostative previste dall'articolo 10 della legge 31 maggio 1965 n. 575;
L'esclusione e il divieto operano se la pendenza del procedimento riguarda il titolare o
il direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; il socio o il direttore tecnico se si tratta
di società in nome collettivo; i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società
in accomandita semplice; gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore
tecnico, se si tratta di altro tipo di società.
c) nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o
emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione
della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 del
codice di procedura penale, per reati gravi
in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale ovvero
condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un'
organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti
comunitari citati all'art. 45, paragrafo 1, direttiva CE 2004/18;
L'esclusione e il divieto operano se la sentenza o il decreto sono stati emessi nei
confronti: del titolare o del direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; del socio o del
direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo; dei soci accomandatari o del
direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice; degli amministratori muniti di
poteri di rappresentanza o del direttore tecnico, se si tratta di altro tipo di società.
d) che hanno violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all'art. 17 della legge 19
marzo 1990 n. 55;
e) che hanno commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in
materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro, risultanti
dai dati in possesso dell'Osservatorio;
f) che, secondo motivata valutazione della stazione appaltante, hanno commesso
grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione
appaltante che bandisce la gara; o che hanno commesso un errore grave nell'esercizio della
loro attività professionale, accertato con qualsiasi mezzo di prova da parte della stazione
appaltante;
g) che hanno commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli
obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o
quella dello Stato in cui sono stabiliti;
h) che nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara hanno reso
false dichiarazioni, risultanti dai dati in possesso dell'Osservatorio, in merito ai requisiti e alle
condizioni rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara;
i) che hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in
materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello
Stato in cui sono stabiliti;
l) che non presentino la certificazione di cui all'art. 17 della legge 12 marzo 1999 n.
68, salvo il disposto del comma 2;
m) nei cui confronti è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9,
comma 2, lettera c), del decreto legislativo dell'8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che
comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti
interdittivi di cui all'articolo 36-bis, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223,
convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248;
m-bis) nei cui confronti sia stata applicata la sospensione o la revoca
dell'attestazione SOA da parte dell'Autorità per aver prodotto falsa documentazione o
dichiarazioni mendaci, risultanti dal casellario informatico.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
24) TRACCIABILITA’ DEI PAGAMENTI - Legge n° 136 del 13.08.2010 – Art. 3
Tracciabilità dei flussi finanziari:
Comma 3. I pagamenti in dipendenza del contratto sia in conto, sia a saldo, sono effettuati
mediante accredito su conto corrente bancario apposito o postale acceso presso banche o
presso la Società Poste Italiane s.p.a., ai sensi dell’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n.
136.
Comma 4. L’appaltatore ha l’obbligo di comunicare alla stazione appaltante,
tempestivamente e, comunque, entro sette giorni dalla loro accensione, gli estremi
identificativi dei conti correnti di cui al precedente comma 1 nonché, nello stesso termine, le
generalità ed il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di essi.
Comma 5. A pena la nullità assoluta del presente contratto è fatto obbligo all’appaltatore, di
osservare, in tutte le operazioni ad esso riferite, le norme sulla tracciabilità dei flussi
finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136.
Comma 6. In tutti i casi in cui le transazioni sono state eseguite senza avvalersi di banche o
della Società Poste Italiane s.p.a. sarà avviata la comunicazione e la procedura per la
clausola risolutiva.
Comma 7. Per quanto non previsto nel presente atto si applicano le disposizioni del codice
dei contratti emanato con D.Lgs. 12.04.2006, n. 163.
Comma 8. Qualsiasi clausola difforme da quelle contenute nel presente articolo è sostituita
di diritto a quelle eventuali del presente contratto o del capitolato speciale.
25) AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA. Il concorrente dichiarato provvisoriamente
aggiudicatario verrà invitato a produrre, entro e non oltre 30 gg. naturali e consecutivi
dalla richiesta, la seguente documentazione:
- Cauzione definitiva del 10 % dell’importo finale;
- Copia della polizza di RCT/O;
- Eventuale atto costitutivo del R.T.I.
26) REVOCA DELL'AGGIUDICAZIONE: Qualora il concorrente aggiudicatario non produca,
entro il termine indicato nella comunicazione di aggiudicazione, la documentazione
richiesta o non risulti in possesso dei requisiti dichiarati all'atto della presentazione
dell’offerta, l’amministrazione procederà alla revoca dell’aggiudicazione, ponendo a Suo
carico le spese per l’espletamento della nuova procedura di gara.
27) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Il responsabile del procedimento è il geom.
Paolo Cosimi, responsabile UOA urbanistica ed attività produttive.
28) NORME SULLA PRIVACY: Ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, si
precisa che le informazioni e i dati richiesti saranno utilizzati strettamente per gli
adempimenti relativi alla procedura di appalto e saranno conservati negli archivi del
Comune di San Vincenzo (LI).
29) INFORMAZIONI: Per chiarimenti sulla gara, i concorrenti dovranno inoltrare apposita
richiesta al seguente numero di fax 0565 - 707256 ed indirizzata al UFFICIO
URBANISTICA (Geom. Paolo Cosimi), Tel. 0565/707235 oppure UFFICIO TURISMO
(Dott.ssa Roberta Genghi), Tel. 0565/70731 oppure UFFICIO GARE E CONTRATTI
(Geom. Alessio TONINELLI) – Tel. 0565/707218 Fax 0565/707218. Non saranno
accettate richieste di chiarimento che perverranno oltre il termine del sesto giorno
antecedente la data di scadenza della gara.INDIRIZZO: Via Beatrice Alliata n° 4 – 57027
SAN VINCENZO (LI). INDIRIZZO E-MAIL: [email protected];
[email protected]; [email protected]
Informazioni complementari:
 Si procederà alla individuazione, verifica ed eventuale esclusione delle offerte
anormalmente basse ai sensi degli art. 86 c. 2, 87 ed 88 del D.Lgs 12.04.2006, n. 163.
Congiuntamente all’offerta dovranno essere presentate le giustificazioni di cui agli articoli
sopraccitati;
 Si procederà all’aggiudicazione in presenza di una sola offerta valida;
 Gli importi dichiarati da operatori economici stabiliti in stati diversi dall’Italia (ex art. 47 del
D.Lgs 163/2006) qualora espressi in altra valuta dovranno essere convertiti in euro;
 Pubblicato in forma integrale, all’albo pretorio del Comune di San Vincenzo e sul sito
internet del Comune di San Vincenzo.
Allegati:
a)
b)
c)
d)
e)
Modello di domanda di partecipazione alla gara – Allegato A;
Capitolato d’Appalto - Allegato B;
Relazione Tecnica illustrative e progetto – Allegato C;
Modello per la dichiazione del possesso dei requisiti – Allegato D;
Documentazione fotografica luogo installazione – Allegato E;
f)
IL DIRIGENTE
SETTORE SERVIZI PER IL TERRITORIO ED
ATTIVITA’ PRODUTTIVE
(Geom. Andrea Filippi)