cammini di fede.it

Commenti

Transcript

cammini di fede.it
1335-Esec-Cartoguida_camfede
11-06-2007
11:28
Pagina 1
cartina map
cammini di fede.it
20
Enogastronomia
varietà e ricchezza degli ambienti naturali sono segnalate dall’articolato sistema di Aree Protette (Parchi, Riserve, Oasi) istituite
dal Ministero dell’Ambiente, garanzia di protezione della natura,
ma anche di una corretta e maggiore fruibilità del territorio attraverso la presenza di centri d’informazione, con itinerari naturalistici attrezzati anche per i visitatori meno abili e disponibilità di
visite guidate e attività sportive quali trekking, equitazione e
biking.
tra piatti tipici e ghiotte occasioni per apprezzarli, i prodotti della
terra sono sempre il risultato di lontane tradizioni a cui hanno
contribuito anche l’impegno delle abbazie con l’opera di bonifica
dei campi, perfezionamento delle pratiche agronomiche, tutela dei
metodi di produzione. Oggi, in occasione di sagre o anche presso i
produttori locali, è possibile acquistare un’ampia varietà di prodotti
tipici, molti dei quali garantiti da prestigiosi marchi di qualità.
Conservation areas
there are a wide variety of natural environments, grouped together in a complex
network of Conservation Areas (Parks, Nature Reserves, Oases) established by
the Ministry for the Environment to protect the landscape, but also to ensure an
increased and appropriate usage of the territory. This has been achieved by constructing well-equipped information centres and accessible tourist trails for all
visitors, and by organising guided tours and sporting activities such as trekking,
horse riding and mountain biking.
Le terre dell’olio
Comuni e borghi
Towns and villages
the cities and villages associated with the sacred places along the routes still
hold great fascination for the visitor. With their ancient urban layouts, they bear
witness to a process of civilisation lasting many centuries, fostered by the work
of the Benedictine monks and the Franciscan friars. Amongst these places are
towns awarded the marks of the Orange Flag www.touringclub.it/-
percorrendo le “Strade dell’Olio extravergine di oliva” ci s’immerge nel paesaggio dell’olivo e nella cultura della lavorazione
dei suoi frutti, tra le Città dell’olio, segnalate per la loro produzione di eccellenza, musei, eventi e produttori locali dove degustare questo prezioso prodotto, in particolare l’olio DOP, sia
esso della Sabina o in Umbria.
borghi e città dei luoghi sacri conservano il fascino di antiche
geometrie urbane e testimoniano il secolare processo di civilizzazione promosso proprio dall’opera dei monaci benedettini e dei
frati francescani. Tra questi, località premiate per la loro eccellenza con i marchi della Bandiera Arancione www.touringclub.it/-
bandiere_arancioni and of the ANCI Most Beautiful Italian Villages www.borghitalia.it, all of which manage to preserve a “human perspective” by offering a
range of visitor services and a welcoming atmosphere, firmly grounded in the
principles of environmental protection and sustainable tourism.
Local wine and food
the area boasts many delicacies and there are numerous opportunities to sample them at festivals.These products are the result of age-old traditions, many of
which were refined by the abbeys as the monks worked to develop the land, to
perfect agricultural practices and to protect methods of production.Today at festivals and on visits to local producers, travellers can purchase a great variety of
local products, many of which have been awarded prestigious marks of quality.
The land of oil
following the “Extra-virgin Olive Oil Routes” the traveller is immersed in the culture of the olive tree and the harvesting of its fruits.The routes lead from the socalled Cities of Oil, noted for their excellent products, to museums, events and
local olive growers open for tastings, in particular of the DOP quality oil, which
is pressed in both the Sabine and the Umbrian regions.
Contenuti, creatività e grafica a cura di
Aree protette
This map represents the territory currently covered by the two
Routes of Faith: the St. Francis Walk and the Benedictine Way.
Aside from the towns and villages that are home to the sanctuaries, basilicas, monasteries and abbeys described overleaf, the
map also highlights:
Foto: Steve McCurry, Renato Cerisola, Archivi fotografici APT Frosinone e APT Rieti
bandiere_arancioni e di Borghi più belli d’Italia ANCI www.borghitalia.it, mantengono una “prospettiva umana”, con
servizi e accoglienza radicati sui principi della tutela del paesaggio e della sostenibilità turistica.
Stampato su carta con marchio europeo di qualità ecologica ECOLABEL
rf. n. IT/011/04 e certificata FSC Mixed Sources COC-000010
Questa mappa presenta il territorio attualmente interessato dai
due Cammini di fede: il Cammino di Francesco e la Via Benedicti.
Oltre alle singole città che ospitano santuari, basiliche, monasteri
e abbazie, rappresentati e descritti sul retro, la mappa evidenzia:
Luoghi di fede,
tra aree protette
e percorsi di qualità.
Places of worship,
conservation areas
and tourist trails
of the highest quality.
Si ringraziano:
Provincia di Frosinone, Provincia di Perugia, Provincia di Rieti,
Provincia di Roma, Provincia di Terni
REGIONE LAZIO
REGIONE UMBRIA
APT FROSINONE
APT RIETI
Progetto co-finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico
a sostegno dei Sistemi Turistici Locali
ora Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento
per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo
e
Tever
Gubbio
Per specificità e composizione degli itinerari,
le 20 tappe indicate possono essere associate
Macerata
www.camminidifede.it I
www.camminodifrancesco.it I www.viabenedicti.it
Umbertide
a quattro macro-aree geografiche,
per agevolare una pianificazione più approfondita
nza
Pote
dei percorsi in ciascuna di queste:
1. Assisi e Umbria meridionale
Gualdo Tadino
2. la Sabina (Rieti)
Perugia
1
2
3
4
4. la Ciociaria (Frosinone)
To define the itineraries more clearly, the 20 stages and stops
Assisi
Lago
Trasimeno
SS
have been associated with four different geographical
Eremo
delle Carceri
7
14
macro-areas, to allow for a more thorough planning
of any route through each of them:
E 45
1. Assisi and southern Umbria
Parco Regionale
di Colfiorito
Parco Regionale
del Monte
Subasio
2. The Sabine region (Rieti)
3. Rome and the Aniene Valley
SS 7
5
4. The Ciociaria region (Frosinone)
Foligno
SS 3
Marsciano
Montefalco
Trevi
Ascoli Piceno
Parco Nazionale
Monti Sibillini
Ner
a
Bevagna
Basilica
di S. Scolastica
SS 3
09
Basilica
di S. Benedetto
SS 2
Via
S
Vallo di Nera
Todi
Santuario
di Monteluco
E
45
SS 3
SS
20
SS 675
A1
Configni
Greccio
Orvinio
SS
2487
M. Velino
5
SS 4
11
2
Subiaco
A 24
SS
Tivoli
e
1853 Liri
M. Autore
Monastero
di S. Benedetto
e
en
Ani
ROMA
Capranica Prenestina
SS 6
1
Anagni
Veroli
RR Lago
di Canterno
24
Sora
2241
La Merta
RR Lago
di Posta Fibreno
82
Nemi
Arpino
SS
62
Isernia
7
Frosinone
Velletri
14
8
SS
FROSINONE
A1
Ceccano
7
S S 20
Oasi WWF
Giardini di Ninfa
Abbazia
di Montecassino
SS 6
E 45
Cassino
Sermoneta
SS
7
Sezze
Priverno
Pontecorvo
A1
2050
M. MilettoA1
SS
85
1536
Cisterna
SS 1
SS 1
RR Lago di
S. Giovanni Incarico
E 45
E 45
CASSINO
Latina
Eremo
delle Carceri
82
Liri
Nettuno
SS
1
Basilica
di S. Benedetto
SS 630
Anzio
SS
SS
652
S. Donato Val Comino
Abbazia
di Casamari
SS 6
Castel
Gandolfo
SS
SS
0
65
7
Collepardo
1
SS
7
RR Decima
Malafede
Fiuggi
SS
Sangro
Certosa
di Trisulti
E 45
Lago
Albano
SS
Fiumicino
Oasi WWF
di Collepardo
155
A1
Frascati
2283
M. Greco
Parco Naz. Abruzzo,
Lazio e Molise
5
15
Parco Regionale
Castelli Romani
SS 411
SS
A 90
E 80
SS
A 1 dir
Parco Regionale
Appia Antica
Lido di Ostia
0
A 90
Monastero
di S. Scolastica
69
Abbazia di S. Paolo
Fuori le Mura
5
SS
SS
Santuario
della Mentorella
en
Ani
Santuario di
S. Francesco a Ripa
www.romaturismo.it
www.umbria-turismo.it
Monti Simbruini
RR Marcigliana
5
www.apt.rieti.it 2793
Sulmona
M. Amaro
www.apt.frosinone.it
Parco Regionale
VICOVARO
MANDELA
SS
www.viabenedicti.it
Convento
di S. Cosimato
Vicovaro
RR Macchia
di Gattaceca
SS 4
o
o
Collalto
Sabino
A25
Parco Regionale
Monti Lucretili
ROMA NORD
FIANO ROMANO
www.camminodifrancesco.it
Castel di Tora
Lago
del Turano
Scandriglia
Via Salaria
E 45
ra
RR Montagne
della Duchessa
SS 4
A1
Parco Regionale
BraccianoMartignano
Pes
ca
Monastero
di S.Filippa Mareri
Borgo S. Pietro
Lago
del Salto
Castello
di Roccasinibalda
Fara in Sabina
RR Tevere-Farfa
SS 3
S a lt
Farfa
Bracciano
Chieti
L'Aquila
A24
o
Turan
Poggio Mirteto
Mompeo
Montopoli
di Sabina
Castelnuovo di Farfa
Abbazia
di Farfa Poggio
Moiano
Oasi Legambiente
Selva
di Marcigliana
Parco Regionale
Veio
SS 4
Poggio Catino
Tever
e
PONZANO ROMANO
SORATTE
Santuario
de La Foresta
Casperia
Stimigliano
Civita Castellana
Rieti
Terminillo
Santuario
di Fontecolombo
Torri in Sabina
Magliano Sabina
S.M. in Vescovio
MAGLIANO SABINA
Tempio Votivo
francescano
SS 156
E 45
Viterbo
RR Lago Lungo
e Ripasottile
Santuario
francescano
2914
Gran Sasso
2216 M. Terminillo
s
ORTE
Poggio Bustone
SS
Narni
Pescara
Labro
79
SS
Amelia
3
SS 3 1
Ner
a
5
E4
e Monti della Laga
Santuario
di S. Giacomo
Veli n o
Montefiascone
Cascata
delle
Marmore
75
SS 6
ere
Tev
Piediluco
Valenza
S. Maria
della Pace
Gran Sasso
Leonessa
Chiesa
di S. Francesco
Terni
Oasi WWF
di Alviano
Lago
di Bracciano
9
Vel
in
Convento
di S. Francesco
Parco Nazionale
Rifugio WWF
Lago Secco
4b
i
Parco Regionale
fluviale del Tevere
2458
Amatrice
Parco Regionale
fluviale del Nera
A1
E 45
Tronto
ala
r ia
Norcia
804
Spoleto
SS 4
2478
M. Vettore
20
837
eo
Dati aggiornati al 1° giugno 2007
1290 M. Subasio
48
SS 4
Tra la natura e l’immenso.
SS 3
3. Roma e Valle dell’Aniene
48
SS
7
Fondi
SS
Sabaudia
Terracina
213
N Volturn
o
1533
Teano
Formia
Gaeta
Città dell'Olio
City of Oil
Borghi più belli d'Italia
Most Beautiful Italian Villages
Bandiera Arancione
Orange Flag
1335-Esec-Cartoguida_camfede
11-06-2007
11:28
Pagina 2
Tempio
Francescano al
Terminillo Rieti
Eremo
delle carceri
Assisi
Assisi
Chiesa
di San Francesco
Terni
Santuario
Francescano
Monteluco
di Spoleto
Santuario
de La Foresta
Rieti
Convento di
San Giacomo
a Poggio
Bustone
Roma
Rieti
Chiesa
di San Francesco
Piediluco
Santuario
di Fontecolombo Rieti
Santuario
di Greccio
Le 10 tappe di questo emozionante itinerario - originariamente
localizzato solo nel territorio di Rieti in un’area di circa 80 km
tutti percorribili a piedi - conducono ad Assisi, città natale di san
Francesco, a Roma o viceversa, percorrendo la Valle Santa reatina,
per rivivere idealmente il cammino spirituale del santo.
ampliata e ristrutturata più volte
nei secoli successivi.
DA VEDERE:
La facciata esterna, risalente al primitivo
insediamento e recentemente restaurata,
l’elegante campanile decorato con
ceramiche policrome verdi e blu,
i preziosi dipinti e affreschi che decorano
le tre navate interne tra cui quelli
cinquecenteschi della Cappella Paradisi
realizzati da Bartolomeo di Tommaso.
CONVENT OF ST. FRANCIS IN TERNI
Elevated to the status of “Franciscan
Sanctuary” in 2004, the church towers over
the historical centre of Terni. It was originally
constructed according to a design by Filippo da
Campello between 1265 and 1288, on the site
of the St. Cassian Oratory, which was donated
to St. Francis by Bishop Rainerio, then
extended and renovated over the next
centuries.
HIGHLIGHTS: The facade, dating back to the
first settlement and recently restored, the bell
tower with its blue and green ceramic tiles, the
precious paintings and frescoes that adorn the
three naves, including those in the Paradise
Chapel painted by Bartolomeo di Tommaso
in the sixteenth century.
The 10 stages of this exciting itinerary - originally located solely in
the Rieti region and covering an area of around 80 km that could be
explored entirely on foot - lead from Assisi, birthplace of St. Francis,
to Rome and back again, following the Sacred Reatine Valley and
allowing visitors to relive the Saint’s original spiritual journey.
1
Eremo delle Carceri,
Assisi
Monteluco (800 m slm), la collina
che lo spettacolare “Ponte delle Torri”
unisce alla città di Spoleto.
DA VEDERE: la chiesa, dedicata
a san Francesco e a santa Caterina,
che conserva ancora le minuscole
cellette del 1218 e la pietra utilizzata
dal santo come giaciglio; le grotte
dove hanno soggiornato alcuni santi
e il panorama della magnifica
valle spoletina.
FRANCISCAN SANCTUARY OF
MONTELUCO NEAR SPOLETO
The Sanctuary rises up out of the dense
vegetation of the “sacred wood” covering
the Monteluco (800 m above sea level),
the hill joined to the city of Spoleto
by the spectacular “Bridge of Towers”.
HIGHLIGHTS: the Church, dedicated to St.
Francis and St. Catherine, which still contains
the tiny cells from 1218 and the stone used by
the Saint as his pillow; the caves, which were
home to a number of saints, and the view of
the magnificent Spoleto valley.
Qui, fin dal 1205, san Francesco
e i suoi seguaci si “carceravano” per
dedicarsi alla contemplazione e alla
preghiera: una piccola cappella, alcune
grotte e qualche “rifugio in cannucce
e fango”. Oggi mostra un bellissimo
cortiletto triangolare, il refettorio
e la chiesa da cui si accede alla grotta
di san Francesco.
DA VEDERE: le grotte che hanno
ospitato i primi eremiti francescani
e il cosiddetto “albero degli uccelli”,
un antichissimo leccio sotto il quale,
secondo la tradizione, il santo
predicava ai volatili.
HERMITAGE OF THE PRISONS
IN ASSISI
Here from 1205 onwards, St. Francis and his
followers “imprisoned” themselves and gave
their time to contemplation and prayer: a small
chapel, some caves and a few “mud and straw
refuges”. Today there is an attractive triangular
courtyard, the refectory and a church, which
leads to the Cave of St. Francis.
HIGHLIGHTS: the caves in which the first Franciscan
hermits lived and the so-called “tree of the birds”,
an ancient oak tree under which, according to
legend, the Saint preached to the birds.
Tra la natura e l’immenso.
XIII-XV sec.
Edificata tra la fine del XIII secolo
e il 1338, come si legge nell’epigrafe
posta sulla facciata d’ingresso,
la chiesa sorge oggi nel centro del
paese a ricordo della visita del santo
a Piediluco nel 1217. Vi si accede
attraverso una lunga e ripida scalinata
costruita probabilmente a protezione
dalle frequenti incursioni dell’acqua
del vicino lago.
DA VEDERE: All’esterno risaltano
la facciata in pietra romanico-gotica con
i suoi bassorilievi e il campanile a vela
ottocentesco che ha sostituito quello
originale danneggiato dal terremoto del
1785. L’interno, a unica navata, accoglie
pregevoli opere tra cui si segnalano un
crocifisso ligneo del Quattrocento del
Buon Gesù e alcuni dipinti e affreschi
del XVI secolo. Nel 1999 la chiesa è
stata eletta a “ Santuario francescano”.
Elevata a “Santuario francescano”
nel 2004, la chiesa sorge nell’attuale
centro storico di Terni. Edificata
originariamente su disegno di Filippo
da Campello tra il 1265 e il 1288 nel
luogo dove sorgeva l’oratorio di san
Cassiano, donato dal vescovo
Rainerio a san Francesco, è stata
Sorge nella fitta vegetazione del
“bosco sacro” che ricopre il
XIII-XV sec.
4
Chiesa di San
Francesco
a Piediluco
3
Convento
di San Francesco
a Terni
2
Santuario francescano
Monteluco di Spoleto
Santuario di San
Francesco a Ripa
Roma
XIII-XV-XIX-XX sec.
XIII-XIX sec.
CHURCH OF ST. FRANCIS IN
PIEDILUCO
Built between the end of the XIII century and
1338, as detailed in the inscription on the
facade at the entrance, today the church is
situated at the centre of Piediluco and
commemorates a visit by the Saint to the
village in 1217. It is accessible via a long and
steep flight of steps, probably constructed to
protect from frequent flooding by the nearby
lake. HIGHLIGHTS: The exterior boasts a stone
Romanesque-Gothic facade with bas-reliefs
and a nineteenth century bell tower, built to
replace the original which was damaged in
the earthquake of 1785. The church’s interior
has a single nave and contains a number of
precious works of art, including a fifteenth
century wooden cross, representing “Buon
Gesù”, and paintings and frescoes from the
XVI century. In 1999 the church was declared
a “Franciscan Sanctuary”.
5
Santuario di
S. Giacomo,
Poggio Bustone
Il santuario e, più in alto il Sacro
Speco, sovrastano il centro di Poggio
Bustone, il paese del “buon giorno
buona gente”, che il santo raggiunse
nel 1209. Qui, tra verdi boschi da cui
si può ammirare il paesaggio della
valle reatina con la Riserva naturale
dei laghi Lungo e Ripasottile,
Francesco ebbe la visione che
confermò il perdono dei peccati
giovanili.
DA VEDERE: il convento, fondato
tra il 1235 e il 1237, e la chiesa di S.
Giacomo Maggiore della metà del
1400; sei cappellette, risalenti al 1650
e il Sacro Speco, il “romitorio
superiore”, la grotta dove Francesco
pregava, ora inglobata in una chiesetta
incassata sotto un blocco roccioso
e nascosta dalla fitta vegetazione.
SANCTUARY OF ST. JAMES
IN POGGIO BUSTONE
The sanctuary and the Sacro Speco look down
on the town of Poggio Bustone, where, on his
visit in 1209 St. Francis greeted the villagers
with the words “Good day, good people”.
Here, amongst the verdant woodlands with
their splendid view across the Reatine valley
and the Nature Reserve of the Lungo and
Ripasottile Lakes, Francis had the vision
XIII-XV-XVII sec.
which confirmed forgiveness for his past sins.
HIGHLIGHTS: the convent, founded between
1235 and 1237, and the Church of St. James
Major from the mid 1400s; six chapels,
dating back to 1650 and the Sacro Speco,
the hermit’s cave in which St. Francis prayed,
which today has been incorporated into a
small church nestled beneath a rocky outcrop
and hidden by thick vegetation.
6
Tempio francescano
al Terminillo, Rieti
Il tempio è sul Monte Terminillo
a 1.623 metri di quota. Nato dalla
volontà di testimoniare la
consacrazione di san Francesco a
Patrono d’Italia avvenuta il 18 giugno
1939 da parte di Pio XII, il Tempio
Votivo Nazionale è il risultato di
un’intensa e lunga attività di lavori
dal 1949 al 1964.
DA VEDERE: la facciata a capanna
in pietra d’Assisi rosa e bianco-rosa,
un’imponente scultura raffigurante
san Francesco e il campanile alto 52
metri; internamente custodisce
mosaici, sculture, arredi sacri e
un’urna con parte delle reliquie
del santo.
FRANCISCAN TEMPLE
AT TERMINILLO
The temple is on Mount Terminillo near
Rieti, at an altitude of 1623 metres.
Born of a desire to commemorate the
consecration of St. Francis as patron saint
of Italy by Pope Pius XII on the 18th of June
1939, the National Votive Temple was
the result of a long period of intense work
between 1949 and 1964.
HIGHLIGHTS: The sloping facade in pink and
white Assisi stone, an imposing sculpture
of St. Francis and the 52 metre bell tower;
inside there are mosaics, sculptures,
religious decorations and an urn containing
some of the Saint’s remains.
7
Santuario de
La Foresta, Rieti
Nel 1225 san Francesco giunse a Rieti
per farsi curare gli occhi dai medici
di papa Onorio III. In attesa
dell’operazione chiese ospitalità,
secondo la tradizione, a un prete nella
XX sec.
chiesina di sanFabiano e per lui compì
il miracolo dell’uva. Qui oggi sorge
il santuario de La Foresta che appare
come un grande caseggiato rurale
circondato da querceti e da castagneti.
DA VEDERE: affreschi del primo
Trecento e sulle vetrate il Tau tanto
caro a Francesco; la grotta dove
Francesco pregava e dove nel 1224
compose il Cantico delle Creature
o almeno parte di esso.
LA FORESTA SANCTUARY NEAR RIETI
In 1225 St. Francis reached Rieti to seek
medical attention from the doctors of Pope
Honorius III for a problem with his eyes. It is
said that whilst waiting for his operation,
he asked for hospitality from a priest in the
small church of St. Fabian and carried out
the miracle of the grapes for him. Today the
La Foresta Sanctuary is here, resembling a
great country house, surrounded by
woodlands of oak and chestnut.
HIGHLIGHTS: early fourteenth century
frescoes and windows bearing Francis’
beloved Tau; the cave where Francis prayed
and where, in 1224, he composed all or
part of the Canticle of the Creatures.
8
Santuario
di Fontecolombo, Rieti
Il santuario, situato sul monte
Rainiero a pochi chilometri da Rieti,
deve, secondo la leggenda, il nome
allo stesso Francesco che, ispirato
da una fonte d’acqua limpidissima,
considerò questo luogo la fonte dove
i suoi fratelli (colombe) avrebbero
dissetato il proprio spirito. Qui nel
1223, dopo 40 giorni di digiuno, dettò
la Regola bullata a frate Leone e qui si
trova la cella dove nel 1225 subì la
dolorosa cauterizzazione agli occhi
“senza che il fuoco gli facesse male”.
DA VEDERE: lo speco, la grotta
dove egli ebbe la visione di Cristo
che approvava la Regola, la cappella
della Madonna detta anche della
Maddalena, sulle cui pareti figurano
affreschi del XII secolo e il Tau
dipinto secondo la tradizione
da Francesco.
XIII-XV-XVII sec.
SANCTUARY OF FONTECOLOMBO,
RIETI
According to legend, the Sanctuary on Mount
Rainiero, a few kilometres from Rieti, owes its
name to Francis himself, who was inspired by a
clear spring to choose this as a place where his
brother monks (doves) could quench their
spiritual thirst. Here in 1223, after a fast of 40
days, he dictated the Regula Bullata to Friar
Leon and later, in his cell in 1225, he
underwent a very painful cauterisation of the
eyes “without the flame hurting him”.
HIGHLIGHTS: the Speco, the cave where
Francis had his vision of Christ approving the
Regula, the Chapel of the Madonna, also
called the Chapel of the Magdalene, with its
walls decorated with frescoes from the XII
century and the Tau, painted, according to
tradition, by Francis himself.
9
Santuario
francescano Greccio
Qui, tra fitti boschi da cui si domina
l’intera Valle Santa di Rieti, Francesco
stabilì una dimora e nel 1223 lanciò
un grande messaggio di pacificazione,
rievocando la Nascita di Cristo,
istituendo la tradizione del Presepe.
La visita inizia proprio dalla Grotta
del presepio, trasformata nel 1228 in
cappella: sopra il piccolo altare un
affresco del XIV-XV secolo di scuola
giottesca che rappresenta la Natività
di Betlemme e il Presepio di Greccio.
Dalla cappella si accede al nucleo più
antico: il refettorio, la cella di
Francesco e, salendo al primo piano,
l’oratorio di san Bonaventura.
DA VEDERE: chiesa di san
Francesco, della prima metà del
Duecento, con arredi, affreschi e
quadri, in particolare un ritratto di
san Francesco, molto veritiero, che lo
ritrae mentre si deterge gli occhi
malati; chiesa della Vergine
Immacolata, edificata nel 1959, con
una collezione di presepi provenienti
da tutto il mondo. Borgo e santuario
rientrano tra i siti dell’UNESCO
Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
FRANCISCAN SANCTUARY AT
GRECCIO
Here, amongst the dense woodlands that cover
the whole of the Sacred Valley of Rieti, Francis
established a settlement and in 1223 he sent
XIII-XV sec.
out a great message of pacification, by
recreating the Birth of Christ, thus beginning
the tradition of the living Nativity scene. A visit
to the sanctuary begins in the Nativity Cave,
transformed into a chapel in 1228: above the
small altar is a fresco from the XIV-XV
centuries, of the school of Giotto, which
portrays the Nativity in Bethlehem and the
Nativity Scene in Greccio. From the chapel,
visitors pass into the ancient heart of the
sanctuary: the refectory, St. Francis cell and,
moving up to the first floor, the oratory of St.
Bonaventure.
HIGHLIGHTS: the Church of St. Francis, built in
the first half of the thirteenth century, with its
decorations, frescoes and paintings, in
particular a very life-like portrait of St. Francis,
depicting the Saint as he bathes his diseased
eyes; the Church of the Immaculate Virgin,
built in 1959, with its collection of nativity
scenes from all over the world. Both the village
and the sanctuary are designated UNESCO
World Heritage Sites.
10
Santuario
di San Francesco
a Ripa, Roma
Fondata nel secolo XI la chiesa fu
dedicata a san Francesco dopo la sua
permanenza nel 1219 mentre era in
visita al papa. L’edificio attuale è il
risultato di lavori di ristrutturazione
avvenuti tra il 1600 e il 1700.
DA VEDERE: sculture, mosaici,
marmi policromi, decorazioni e
stucchi; la statua della beata Ludovica
Albertoni, scolpita da Gian Lorenzo
Bernini, una tavola col santo (XIII
secolo) attribuita a Margaritone
d’Arezzo e la tomba di Giorgio
De Chirico.
SANCTUARY OF ST. FRANCIS A RIPA
Founded in the XI century the Church was
dedicated to St. Francis after he stayed
there in 1229, on a visit to the Pope.
The current building is the result of
renovation work between 1600 and 1700.
HIGHLIGHTS: sculptures, coloured marbles,
decoration and plasterwork; the statue
of the blessed Ludovica Albertoni, work
of Gian Lorenzo Bernini, a painting
of the Saint (XIII century) attributed
to Margaritone d’Arezzo and the tomb
of Giorgio De Chirico.
XIII sec.
XI - XVIII sec.
1. Eremo delle Carceri
Assisi
Hermitage of the Prisons, Assisi
2. Santuario francescano
Monteluco di Spoleto
Franciscan Sanctuary of Monteluco
3. Convento di San Francesco
a Terni
Convent of St. Francis in Terni
4. Chiesa di San Francesco
a Piediluco
Church of St. Francis in Piediluco
5. Santuario di S. Giacomo
Poggio Bustone
Sanctuary of St. James in Poggio Bustone
6. Tempio francescano al Terminillo
Rieti
Franciscan Temple in Terminillo, Rieti
7. Santuario de La Foresta
Rieti
La Foresta Sanctuary, Rieti
8. Santuario di Fontecolombo
Rieti
Sanctuary of Fontecolombo, Rieti
9. Santuario francescano
Greccio
Franciscan Sanctuary in Greccio
10. Santuario di San Francesco a Ripa
Roma
Sanctuary of St. Francis a Ripa in Rome
Ordine Order
Frati Francescani minori
Clarisse Missionarie
del Santissimo Sacramento (francescane)
Franciscan Friars Minor
Missionary Poor Clares
of the Blessed Sacrament (Franciscans)
Ordine Order
Frati Francescani minori
Franciscan Friars Minor
Ordine Order
Padri salesiani
Salesian Fathers
Ordine Order
Sede diocesana della parrocchia
di Piediluco
Seat of the Diocese of the Parish
of Piediluco
Ordine Order
Frati Francescani minori
Franciscan Friars Minor
Ordine Order
Frati Francescani minori
Franciscan Friars Minor
Ordine Order
Frati Francescani minori
Franciscan Friars Minor
Ordine Order
Frati Francescani minori
Franciscan Friars Minor
Ordine Order
Frati Francescani minori
Franciscan Friars Minor
Ordine Order
Frati Francescani minori
Franciscan Friars Minor
Visite Visits
Aperto tutto l’anno
Open all year round
(9.00/12.00 - 15.00/18.00)
Visite Visits
Aperta tutto l’anno
Open all year round
(08.00/12.00 - 16.00/18.30)
Convento S. Francesco di Monteluco
06049 Spoleto (PG)
Tel e Fax 0743.40711
Probandato 0743.40735
e-mail: [email protected]
www.assisiofm.org/it/
Chiesa di San Francesco
Piazza San Francesco, 12
05100 Terni
Tel. 0744.42.57.53
e-mail: [email protected]
www.diocesi.terni.it
Visite Visits
Aperto tutto l’anno
Orario estivo: 08:00/12:00 - 15:00/19:00
Orario invernale 08:00/12:00 - 15:00/18:00
Ingresso gratuito
Open all year round
Winter: 08:00/12:00 -15:00/19:00
Summer: 08:00/12:00 -15:00/18:00
Entrance free
Visite Visits
guidate solo su prenotazione
Da settembre a maggio
ore 8.00/12.00 16.00/19.30
Luglio-agosto ore 8.00/22.00
Guided visits by appointment only
From September to May
08:00/12:00 -14:00/19:30
July and August 08:00/22:00
Santuario francescano
Convento San Giacomo apostolo
P.le Missioni Francescane
02018 Poggio Bustone (RI)
Tel. 0746.688916
www.apt.rieti.it/
Convento San Francesco
Via dei Villini,65
02017 Monte Terminillo (RI)
Tel. 0746.261191
e-mail: [email protected]
www.parrocchiaterminillo.org
Visite Visits
Aperto tutto l’anno
Orario invernale:
08:30/12:00 - 14:30/18:00
Orario estivo:
08:30/12:00 - 15:00/19:00
Ingresso gratuito
Open all year round
Winter: 08:30/12:00 -14:30/18:00
Summer: 08:30/12:00 -15:00/19:00
Entrance free
Visite Visits
Aperto tutto l’anno
Orario invernale:
08:00/12:00 - 15:00/19:00
Orario estivo:
08:00/12:00 - 15:30/20:00
Ingresso gratuito
Open all year round
Winter: 08:00/12:00 -15:00/19:00
Summer: 08:00/12:00 -15:30/20:00
Entrance free
Visite Visits
Aperto tutto l’anno
Orario invernale:
9.00/12.45 - 15.00/17.45
Orario estivo:
9.00/12.45 - 15.00/18.45
Ingresso gratuito
Open all year round
Winter: 09:00/12:45 -15:00/17:45
Summer: 09:00/12:45 -15:00/18:45
Entrance free
Santuario francescano
Santa Maria de La Foresta
02100 La Foresta (RI)
Tel. e Fax 0746.200085
www.apt.rieti.it/
Santuario francescano di Fontecolombo
02100 Rieti
Tel. 0746.210125
Fax 0746.210157
www.apt.rieti.it/
Visite Visits
Aperta tutto l’anno
(fer 7.00/12.00 - 16.00/19.00)
(Messa 7:30 9:00 18:30)
Giorni festivi
7.00/13.00 - 16.00/19.30
(Messa 7:30 9:00 10:00 11:00
12:00 18:30)
Open all year round
Weekdays 07:00/12:00 - 16:00/19:00
(Mass 07:30 9:00 18:30)
Sundays and holidays
07:00/13:00 - 16:00/19:30
(Mass 7:30 9:00 10:00 11:00
12:00 18:30)
Visite Visits
Aperto tutto l’anno
Open all year round
(9.00/12.00 - 14.30/16.30)
Eremo delle Carceri
Via Santuario delle Carceri
06081 Assisi (PG)
Tel. 075.812301 - fax 075.812301
e-mail: [email protected]
www.eremocarceri.it/
Visite Visits
Aperta tutto l’anno (Orario messe nei
giorni festivi: ore 10.00 e ore 18.00)
Open all year round (Mass times for
Sundays and holidays: 10:00 and 18:00)
Chiesa di San Francesco
Corso R. Salvati, 63
05038 Piediluco (TR)
Tel. 0744.368118
e-mail: [email protected]
www.diocesi.terni.it
Norcia
Roma
Abbazia di
S. Paolo fuori le mura
Roma
Chiesa di
S. Scolastica
Norcia
Abbazia
di S. Maria
Farfa
Basilica
di San
Benedetto
Norcia
Monastero
di S. Scolastica
e Sacro Speco
di S. Benedetto
Subiaco
This itinerary takes the visitor to the “original” Benedictine
monasteries, each marking a stage in a journey filled with
spirituality and culture. From Norcia to Montecassino, passing
through the Sabine region and Rome, the traveller is guided through
the sites that played host to the life and activities of St. Benedict,
his fellow monks and his many successors.
La basilica è impreziosita dalla facciata
in stile gotico del XIV secolo che
raffigura la “Madonna con Bambino
tra angeli”, con le statue di san
Benedetto e santa Scolastica nelle due
nicchie laterali, oltre a un elaborato
rosone centrale.
DA VEDERE: la chiesa principale,
dalle pareti adorne di pitture
seicentesche, e la cripta, con frammenti
di affreschi trecenteschi e resti di
antiche mura di epoca romana.
BASILICA OF ST. BENEDICT IN
NORCIA
The Basilica boast an impressively decorated
Gothic facade from the XIV century, which
represents the “Madonna and Child with
Angels”. The niches either side of the door
contain sculptures depicting St. Benedict and
St. Scholastica and there is an elaborate rose
window at the centre.
HIGHLIGHTS: the main church, its walls
adorned with seventeenth century pictures,
and the crypt with fragments of fourteenth
century frescoes and the remains of an old
Roman wall.
2
Chiesa di S. Scolastica,
Norcia
La chiesa sorge dove la santa fondò il
secondo ordine benedettino e visse
fino al ricongiungimento con il fratello
Benedetto a Cassino, avvenuto nel 529.
Collocata nello splendido Parco
Tra la natura e l’immenso.
X –XIV- XVIII sec.
XIV-XVI -XVIII sec.
VI-VIII–XI– XV-XVII sec.
Abbazia di
Montecassino
Cassino
Certosa di Trisulti
Collepardo
Questo itinerario conduce attraverso i monasteri benedettini “delle
origini” a percorrere le tappe di un viaggio ricco di spiritualità e di
cultura che, da Norcia a Montecassino, passando per la Sabina e per
Roma, guida il visitatore attraverso i luoghi in cui si concentrarono
la vita e l’attività di san Benedetto, di altri monaci e dei suoi
numerosi successori.
1
Basilica di
San Benedetto, Norcia
Santuario di San Francesco a Ripa
Piazza di San Francesco d’Assisi, 88
00153 Roma
Tel. ab. 06.5819020
Tel. e Fax uff. parr. 06.5881331
e-mail:SanFrancescodAssisi[email protected]
VicariatusUrbis.org
Frosinone
Santuario
della Mentorella
Capranica
Prenestina
Convento di
S. Cosimato e grotte
Benedettine
Vicovaro
Santuario francescano del Presepio
Via San Francesco, 1
02040 Greccio (RI)
Tel. 0746.750127
e-mail: [email protected]
www.apt.rieti.it/
Nazionale dei Monti Sibillini, risale al
XVI-XVIII secolo.
DA VEDERE: il soffitto ligneo, una
lunetta con la Madonna in trono con il
Bambino e due angeli e un ciclo di
affreschi quattrocenteschi recentemente
scoperti, con gli episodi salienti della
vita di san Benedetto.
CHURCH OF ST. SCHOLASTICA,
NORCIA
The Church stands on the site where the
Saint founded the second Benedictine order
and lived until joining her brother Benedict at
Cassino, in 529. Situated in the splendid
Sybilline Mountains National Park, the
Church dates back to the XVI - XVIII century.
HIGHLIGHTS: the wooden ceiling, a lunette
housing a sculpted group of the Madonna
and Child with two angels and a recently
discovered cycle of fifteenth century frescoes,
depicting important episodes from the life of
St. Benedict.
3
Abbazia di S. Maria di
Farfa, Fara in Sabina
Ambientata tra gli uliveti e i boschi
della Sabina, è tra i gioielli
architettonici laziali. Fondata dai
monaci intorno alla metà del VI secolo
sulle rovine di una villa romana e
ricostruita nel 680, l’Abbazia
“imperiale” visse il massimo splendore
tra l’VIII e il XII secolo grazie alla
protezione di Carlomagno e dei suoi
successori. Farfa fu un importante
centro di cultura con un famoso
scriptorium, contribuendo non poco
allo sviluppo dell’agricoltura e
dell’allevamento transumante.
Abbazia di
Casamari
Veroli
DA VEDERE: nella chiesa l’elegante
portale gotico, il soffitto ligneo a
cassettoni del 1492, vari affreschi e
oggetti d’arte gotica e rinascimentale,
nella controfacciata il Giudizio finale,
olio su muro di scuola fiamminga del
1561; la cripta semianulare con un
sarcofago romano del II secolo, la
torre campanaria, nel chiostro grande
una statua in bronzo di san Benedetto,
il museo e la biblioteca.
ABBEY OF ST. MARY IN FARFA,
FARA IN SABINA
Nestling between olive groves and woods,
the Abbey is one of the architectural jewels
of the Lazio region. Founded by monks in the
VI century on the ruins of a Roman villa and
reconstructed in 680, the “imperial” Abbey
enjoyed a golden age between the VIII and
XII centuries thanks to the protection of
Charlemagne and his successors. Farfa was
an important centre of culture, with its
scriptorium, and contributed to the
development of agriculture and breeding of
livestock.
HIGHLIGHTS: the elegant Gothic portal in the
church, the wooden lacunar ceiling from
1492, various frescoes, Gothic and
Renaissance works of art and an oil painting
from 1561 of the Flemish school, depicting
the Final Judgement; the semi-annular crypt
with a II century Roman tomb, the bell tower,
a bronze statue of St. Benedict in the large
cloister, the museum and the library.
4
Abbazia di S. Paolo
fuori le mura Roma
Pochi chilometri fuori dalle mura
aureliane sorgono l’abbazia
benedettina di San Paolo “fuori le
mura” e l’omonima basilica, una delle
quattro basiliche di Roma, la più
grande dopo San Pietro. Dedicata
all’apostolo Paolo che qui, secondo la
tradizione, subì il martirio e fu poi
sepolto sotto l’altare maggiore, ha
condiviso la storia dell’annessa abbazia.
DA VEDERE:
chiostro romanico-cosmatesco di
Pietro Vassalletto, basilica con l’abside
decorato da mosaicisti veneziani,
facciata con i mosaici e pregevoli
affreschi interni di Pietro Cavallini,
baldacchino gotico innalzato sul
sepolcro dell’Apostolo, di Arnolfo di
IV-XII-XIX sec.
Cambio; la biblioteca con la preziosa
“bibbia carolingia” e il museo con
testimonianze paleocristiane del luogo.
ABBEY OF ST. PAUL OUTSIDE THE
WALLS IN ROME
Just a few kilometres outside the Aurelian
Walls stands the Benedictine abbey of St.
Paul “Outside the Walls” and the Basilica of
the same name, one of the four basilicas of
Rome, the largest after St. Peter’s. The
basilica and abbey are dedicated to the
apostle Paul who, according to legend, died
a martyr and was buried beneath the main
altar.
HIGHLIGHTS: the Romanesque and
Cosmatesque cloister by Pietro Vassalletto,
the apse of the basilica, with Venetian
mosaics, the mosaic-decorated facade and
valuable frescoes on the interior by Pietro
Cavallini, the raised Gothic canopy above the
Apostle’s tomb, by Arnolfo di Cambio; the
library with its precious “Carolingian Bible”
and the museum with evidence of the site’s
Paleochristian past.
5
Convento di S.
Cosimato e Grotte
benedettine, Vicovaro
Nella fantastica natura dell’attuale
Parco Regionale dei Monti Lucretili, a
strapiombo sulla valle dell’Aniene,
intorno al 520 san Benedetto fu
chiamato da alcuni monaci per essere il
loro abate. Nel VI secolo i suoi seguaci
eressero una chiesa e un monastero
dedicati ai ss. medici Cosma e
Damiano.
DA VEDERE: la chiesa con gli
affreschi di scuola umbra e un
crocifisso ligneo del Cinquecento; le
grotte sono estremamente suggestive.
CONVENT OF ST. COSIMO AND THE
BENEDICTINE CAVES AT VICOVARO
Deep in the fantastic natural landscape of
the Regional Park of the Lucretili Mountains,
towering above the Aniene Valley, is the
place where in 520 Benedict was called to
be abbot to a group of monks. In the VI
century, his followers built a church and
monastery dedicated to the healing saints,
Cosmas and Damian.
HIGHLIGHTS: the church with its frescoes of
the Umbrian School and a wooden crucifix
from the sixteenth century; the caves are
particularly interesting.
IV-XIII-XVII sec.
VI X XVI sec.
6
Santuario della
Mentorella Capranica
Prenestina
Sorge su di uno sperone roccioso dei
Monti Prenestini, a 1.220 metri di
quota. È tra i più antichi d’Italia e
d’Europa (IV sec.), particolarmente
caro a papa Giovanni Paolo II.
Raggiungibile dal piccolo centro di
Guadagnalo, frazione di Capranica
Prenestina, attraverso il “Sentiero
Wojtyla”.
DA VEDERE: la grotta naturale in cui
il Santo visse per due anni, la statua
lignea della Madonna delle Grazie e
del Bambino, un altorilievo del XII
secolo di scuola laziale tra le massime
espressioni della scultura lignea della
regione.
SANCTUARY OF THE MENTORELLA,
CAPRANICA PRENESTINA
The Sanctuary rises up on a rocky outcrop in
the Prenestine Hills, at 1220 metres in
altitude. It is one of the oldest in Italy and
Europe (IV century) and was loved by Pope
John Paul II. It is can be reached via the
village of Guadagnalo, along the “Wojtyla
Path”.
HIGHLIGHTS: the cave where the Saint lived
for two years, a statue of the Madonna of
the Graces and Child, a Latian school highrelief from the XII century, one of the best
examples of wooden sculpture in the area.
7
Monasteri di S.
Scolastica
e di S. Benedetto del
Sacro Speco, Subiaco
Nella valle sublacense, solcata dalle
limpide acque dell’Aniene, oggi Parco
Regionale dei Monti Simbruini, san
Benedetto trascorse circa trent’anni
costituendo una comunità monastica
composta da tredici monasteri, dodici
dei quali ex novo. Qui, sullo scorcio
del V secolo, Benedetto visse
l’esperienza eremitica testimoniata dal
monastero di S. Benedetto del Sacro
Speco sorto sulla grotta ove si ritirò in
meditazione per circa tre anni.
DA VEDERE: le due
piccole chiese sovrapposte, il
convento e una serie di cappelle e
grotte, con pregevoli elementi
architettonici e numerosi affreschi; il
monastero di Santa Scolastica, tra i più
antichi monasteri benedettini al
mondo e unico sopravvissuto dei
tredici originari, sede nel 1464 della
prima tipografia italiana; la chiesa, il
campanile romanico, i tre meravigliosi
chiostri e la ricchissima biblioteca.
MONASTERY OF ST. SCHOLASTICA
AND ST. BENEDICT OF THE SACRO
SPECO
In the Valley of Subiaco, near the crystal
waters of the Aniene, in the current Regional
Park of the Simbruini Mountains, St. Benedict
spent thirty years establishing a community
of thirteen monasteries. On the eve of the V
century, Benedict lived here as a hermit. This
experience is commemorated by the
Monastery of St. Benedict of the Sacro Speco
(Holy Cave), on the site of the cave where he
spent three years in meditation.
HIGHLIGHTS: two small overlapping
churches, the convent and a series of chapels
and caves, valuable architectural elements
and numerous frescoes; the Monastery of St.
Scholastica, one of the oldest Benedictine
monasteries in the world, the only remaining
monastery from the original thirteen and the
site in 1464 of the first Italian printing press;
the church, the Romanesque bell tower, the
three cloisters and the well-stocked library.
8
Certosa di Trisulti a
Collepardo
A 825 metri di quota nei secolari
boschi di querce dei Monti Ernici, a
ridosso del Parco Nazionale
d’Abruzzo, sorge l’abbazia di S.
Bartolomeo, fondata da san Domenico
da Sora in XI secolo. Agli inizi del
XIII secolo Innocenzo III sostituì
i benedettini con i certosini di Casotto
in Piemonte. Nel 1947 passò ai
cistercensi di Casamari. Il meraviglioso
complesso architettonico, nonostante
vari restauri, conserva lo stile romanicogotico originario.
DA VEDERE: la chiesa di san
Bartolomeo, il chiostro, la sala
capitolare ma soprattutto l’antica
farmacia, opera settecentesca di Filippo
Balbi, ora trasformata in museo; qui
i monaci lavoravano le erbe e le spezie
VI-XIV-XVIII sec.
dei monti circostanti per estrarne
medicine, essenze e aromi.
CARTHUSIAN MONASTERY OF
TRISULTI AT CASAMARI
At an altitude of 825 metres, deep in the
ancient oak woodlands of the Hernici Hills,
on the border of the National Park of
Abruzzo, stands the Abbey of St.
Bartholomew, founded in the XI century by
St. Dominic of Sora. At the start of the XIII
century, Innocence III replaced the
Benedictines with Carthusian monks from
Piemonte. In 1947 the monastery was
passed to the Cistercian monks of Casamari.
The architectural complex still retains its
original Romanesque-Gothic style.
HIGHLIGHTS: the Church of St. Bartholomew,
the cloister, the chapter house and the
ancient pharmacy, work of Filippo Balbi in
the 1700s and now a museum; here the
monks work with herbs and spices from the
hills to produce medicines, essences and
perfumes.
9
Abbazia di Casamari,
Veroli
Gioiello dell’architettura gotica
italiana, la prima fondazione risale
intorno al 1035/6, edificata dai
benedettini sui resti dell’insediamento
romano di Cereatae Marianae, “casa”
del celebre condottiero romano Caio
Mario, anche se l’etimologia non è
scontata. Tra il 1149 e il 1151 vi si
insediarono i cistercensi dell’abbazia
francese di Clairvaux e, nel 1151,
Eugenio III consacrò la nuova chiesa.
DA VEDERE: la chiesa a tre navate, il
chiostro, l’aula del capitolo, il
refettorio, la fornitissima biblioteca e il
museo-pinacoteca con resti d’epoca
romana e numerosi dipinti.
ABBEY OF CASAMARI IN VEROLI
A wonderful example of Gothic Italian
architecture, the first foundations date back
to around 1035/6, built by the Benedictines
on the remains of the Roman settlement of
Cereatae Marianae, “house” of the
commander Caius Marius. Between 1149
and 1151 Cistercian monks from the French
Abbey of Clairvaux settled there and, in
1151 Eugene III consecrated the new church.
HIGHLIGHTS: the church with three naves,
the cloister, the chapter house, the refectory,
the library and the museum and art gallery
XI-XVIII sec.
XI-XIII sec.
containing Roman artefacts and many
paintings.
10
Abbazia di
Montecassino Cassino
L’abbazia è l’epicentro mondiale della
devozione benedettina ed è
monumento nazionale dal 1866. Qui,
giunto nel 529, il santo maturò il
progetto monastico che fu racchiuso
nella nuova più completa Regula. I
monaci da sempre vi hanno praticato
medicina, musica e scienze filosofiche,
trascrivendo opere dell’antichità greca
e latina. L’abbazia attuale è una
ricostruzione di come era prima dei
bombardamenti che la distrussero nel
1944.
DA VEDERE: l’ingresso della nuova
chiesa, consacrata da Paolo VI nel 1964,
con tre portali, due laterali, opera del
Canonica nel 1951, e uno centrale,
originale, risalente al secolo XI;
all’interno marmi policromi e
pregiatissimi stucchi dorati, tele e
affreschi; la cripta con le spoglie di san
Benedetto e della sorella Scolastica; nel
museo preziosi codici miniati, testi e
documenti come il “placito cassinese”, tra
i più antichi in lingua volgare, del 960.
ABBEY OF MONTECASSINO, CASSINO
The abbey is the centre of the world’s
Benedictine devotion and a national
monument since 1866. After he came here in
529, the Saint finished the project that
would become the new Regula. The monks
practised medicine, music and philosophy
here and transcribed ancient Greek and Latin
texts. The current abbey was reconstructed
after bombs destroyed it in 1944.
HIGHLIGHTS: the entrance to the church,
consecrated in 1964 by Paul VI, with three
portals, two to the side, built in 1951, and an
original central one from the XI century; the
interior with multicoloured marbles and gold
stuccos, paintings and frescoes; the crypt
with remains of St. Benedict and his sister
Scholastica; in the museum are precious
illuminated manuscripts and documents like
the “Placito Cassinese”, one of the earliest
texts in Italian vernacular.
VI-XI-XIV-XVII-XX sec.
1. Basilica di San Benedetto
Norcia
Basilica of St. Benedict in Norcia
2. Chiesa di S. Scolastica
Norcia
Church of St. Scholastica in Norcia
3. Abbazia di S. Maria di Farfa
Fara in Sabina
Abbey of St. Mary in Farfa, Fara in Sabina
4. Abbazia di S. Paolo fuori le mura
Roma
Abbey of St. Paul Outside the Walls, Rome
5. Convento di S. Cosimato
e Grotte benedettine Vicovaro
Convent of St. Cosimo and Caves Vicovaro
6. Santuario della Mentorella
Capranica Prenestina
Sanctuary of Mentorella
7. Monasteri di S. Scolastica e di
S. Benedetto del Sacro Speco Subiaco
Monasteries of St. Scholastica and St.Benedict
8. Certosa di Trisulti
a Collepardo
Carthusian Monastery of Trisulti, Collepardo
9. Abbazia di Casamari
Veroli
Abbey of Casamari, Veroli
10. Abbazia di Montecassino
Cassino
Abbey of Montecassino, Cassino
Ordine Order
Benedettini
Benedictines
Ordine Order
Benedettini
Benedictines
Ordine Order
Monaci Benedettini Cassinesi
Cassinese Benedictine Monks
Ordine Order
Frati Francescani Minori
Franciscan Friars Minor
Ordine Order
Congregazione dei monaci
Resurrezionisti polacchi
Congregation of Polish
Resurrectionist Monks
Ordine Order
Monaci Benedettini Sublacensi
Benedictine monks of Subiaco
Ordine Order
Monaci Benedettini Cistercensi di Casamari
Benedictine and Cistercian monks of Casamari
Ordine Order
Monaci Benedettini Cistercensi di Casamari
Benedictine and Cistercian monks of Casamari
Ordine Order
Monaci Benedettini Cassinesi
Benedictine and Cistercian monks of Casamari
Visite Visits
Aperta tutto l’anno (9.00/18.00)
Open all year round (9:00/18:00)
Durante la giornata possono esserci
delle prove di canto nella cripta
During the day there may be choir
practice in the crypt
Visite Visits
Aperta tutto l’anno (9.00/18.00)
Open all year round (9:00/18:00)
Ordine Order
Monaci Benedettini Cassinesi
Cassinese Benedictine Monks
Prodotti Products
All’interno non c’è vendita di prodotti ma
a Roma è presente Ai Monasteri, piazza
delle Cinque Lune, 76, tel 06.68802783,
uno dei più forniti negozi italiani
che vendono prodotti delle abbazie
No products are available for purchase at the
Abbey itself, but Ai Monasteri, in Piazza delle
Cinque Lune, 76, tel.: 06 68802783, is one of the
best shops in Italy for buying products from the abbeys.
Prodotti Products
Rivendita di prodotti dell’Abbazia
(erboristeria e liquoreria)
Herbal products and liqueurs from the Abbey
Prodotti Products
Nella rivendita di liquori si possono
acquistare l’Amaro Centerbe, l’Alpestre,
le Gocce Imperiali e il Trisulti Brandy
Liqueurs for sale including the Amaro
Centerbe, the Alpestre, Imperial Drops
and Trisulti Brandy
Prodotti Products
È possibile acquistare vari liquori
e preparati medicamentosi quali l’Acqua
profumigena, la Lavanda Imperiale
e la Tintura di Casamari
It is possible to buy liqueurs and medicinal
preparations such as perfumed water,
Imperial Lavender and Casamari Tincture
Prodotti Products
Rivendita prodotti dai monasteri
benedettini di tutta Italia
Sale of products from Benedictine
monasteries across the whole of Italy
0743.817090 (uffici del Comune)
0743.817090 (uffici del Comune)
Prodotti Products
Nel cortile del monastero si trova l’antica
erboristeria, ove è possibile acquistare i
prodotti preparati secondo le antiche
ricette dei monaci: tisane, unguenti,
creme, liquori, olio, miele e marmellate
In the courtyard of the monastery is an ancient
herbalist’s shop. All the products for sale are made
according to the monks’ ancient recipes: tisanes,
pomades, creams, liqueurs, oil, honey and jams
Visite Visits
Aperta tutto l’anno Open all year round
Abbazie ed erboristeria: dal martedì
alla domenica 10.00/13.00 - 15.30/18.00
Chiusa il lunedì
Monastery and shop: from Tuesday to Sunday
10:00/13:00 - 15:30/18:00. Closed Mondays
Abbazia di Santa Maria di Farfa,
02030 Farfa (RI)
Tel. 0765.277065 - 0765.277315;
Fax. +39 0765.277191
e-mail: [email protected]
www.abbaziadifarfa.it/
Visite Visits
Aperta tutto l’anno Open all year round
Basilica: 07.00/18.30
(ora legale) - 18.00 (ora solare)
Chiostro: 9.00/13.00 - 15.00/18.00
Pinacoteca: dal lunedì al sabato:
9.00/13.00 - 15.00/18.00
Basilica: 07:00/18:30
In summer - 18:00 (daylight hours)
Cloister: 9:00/13:00 - 15:00/18:00
Gallery: from Monday to Saturday
9:00/13:00 - 15:00/18:00
Abbazia di San Paolo Fuori le Mura
Via Ostiense, 186
00100 Roma
Tel. 06.5410341
Visite Visits
Aperti tutti i giorni, tutto l’anno.
Necessaria la guida per visitare le grotte
Open all year round
Only guided visits to the caves
Convento di San Cosimato
Borgata San Cosimato
00029 Vicovaro (RM)
Tel. 0774.492391
Fax: +39 0774.492583
e-mail: [email protected]
www.sancosimato.priminet.com/
Visite Visits
Aperta tutto l’anno
Giorni feriali: 8.00/13.00 -15.00/19.00
Domenica e festivi: 8.00/19.00
Open all year round
Weekdays: 8:00/13:00 -15:00/19:00
Sundays and holidays: 8:00/19:00
Santuario Madre delle Grazie
Via della Mentorella, 1
00030 Capranica Prenestina (RM)
Tel/Fax: 06.95471899
e-mail: [email protected]
Speco - Monastero di San Benedetto del
Sacro Speco - Loc. Sacro Speco - 00028
Subiaco RM Tel. 0774.85039 –
e-mail: [email protected]
www.benedettini-subiaco.org
Visite Visits
Aperta tutto l’anno dalle 9 alle 12.30 e
dalle 15 (15.30 estivo) alle 18.30
(19.30 estivo); ingresso libero
Open all year round, free entrance.
S. Scolastica VI-XVI -XVIII sec.
Monastero di S. Scolastica
Loc. Santa Scolastica - 00028 Subiaco (RM)
Tel. 0774.85569
Visite Visits
Aperta tutto l’anno: 9.00/12.30 - 15.30/19.00
Open all year round
Archivio e Biblioteca aperti per scopo di studio
e nei giorni feriali: 9-18; sabato 9-12.30
Archive and Library open for study weekdays
9-18 and Saturdays 9-12.30
Visite Visits
Aperta tutto l’anno.
Open all year round.
Aprile-settembre:
9.30/12,00 - 15.30/18.30
Ottobre-marzo:
9.30/12,00 - 15.30/17.30
April - Sept.: 9:30/12:00 - 15:30/18:30
Oct. - March: 9:30/12:00 - 15:30/17:30
Certosa e Biblioteca statale di Trisulti
03010 Collepardo (FR)
Tel. 0775.47024
Visite Visits
Aperta tutto l’anno.
Open all year round.
9.00/12,00 - 15.00/18.00.
Visita guidata da concordare con anticipo.
Guided tours by prior arrangement
Biblioteca Library:
Orario: lun-ven. 08.30/18.30 Mon-Fri
sab 08.30/12.30 Saturday
Tel: 0775.282800
I monaci di Casamari celebrano
la loro liturgia in canto gregoriano
Gregorian Chants
Abbazia di Casamari
Via Maria, 03029 Veroli (FR)
Tel. 0775.282371 Fax 0775.283215
e-mail: [email protected]
www.casamari.it
Visite Visits
Aperta tutto l’anno
Open all year round.
8.30/12,30 – 15.30/17,30(18,30)
Per le visite guidate sono disponibili
guide autorizzate (Tel. 0776.311529)
Authorised guides available for visits
Nel periodo invernale il Museo
è aperto soltanto la domenica
In winter the museum is only open
on Sundays
Abbazia di Montecassino
03043 Cassino (FR)
Tel. 0776.311529
Fax 0776.312393 - 0776.311643
email: [email protected]
www.montecassino.it

Documenti analoghi

santuari e conventi francescani della valle santa the franciscan

santuari e conventi francescani della valle santa the franciscan The Sanctuary and the Sacro Speco overlook the villag e of the “buon giorno”, named after the greeting “goo d day, good people!” St. Francis used when he entered the Reatine Valley for the first tim...

Dettagli