Documento di valutazione dei rischi SOMMARIO

Commenti

Transcript

Documento di valutazione dei rischi SOMMARIO
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 1 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
SOMMARIO
DESCRIZIONE................................................................................................................................................... 2
RISCHI PER LA SICUREZZA ........................................................................................................................... 7
01
VIE DI CIRCOLAZIONE, STATO DEI PAVIMENTI E DEI PASSAGGI............................................. 7
02
PRESENZA DI SCALE ED OPERE PROVVISIONALI...................................................................... 8
03
RISCHI TRASMISSIBILI DERIVANTI DALL’USO DI ATTREZZATURE DI LAVORO ...................... 9
04
LUOGHI DI DEPOSITO ................................................................................................................... 10
05
RISCHI ELETTRICI.......................................................................................................................... 11
06
APPARECCHI A PRESSIONE E RETI DI DISTRIBUZIONE .......................................................... 12
07
APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO............................................................................................... 12
08
CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO ............................................................................... 13
09
RISCHIO D’INCENDIO E/O D’ESPLOSIONE ................................................................................. 13
10
ALTRI RISCHI PER LA SICUREZZA .............................................................................................. 18
RISCHI PER LA SALUTE ............................................................................................................................... 18
11
ESPOSIZIONE AD AGENTI CHIMICI ............................................................................................. 18
12
ESPOSIZIONE AD AGENTI CANCEROGENI E/O MUTAGENI ..................................................... 18
13
ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI......................................................................................... 18
14
RISCHI FISICI.................................................................................................................................. 18
14.1
RUMORE ..................................................................................................................................... 18
14.2
CAMPI ELETTROMAGNETICI .................................................................................................... 19
14.3
INFRASUONI ............................................................................................................................... 19
14.4
ULTRASUONI .............................................................................................................................. 19
14.5
MICROCLIMA .............................................................................................................................. 19
14.6
RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI .......................................................................................... 19
14.7
ILLUMINAZIONE NATURALE ED ARTIFICIALE ........................................................................ 19
15
ESPOSIZIONE A RADIAZIONI IONIZZANTI................................................................................... 19
16
ALTRI RISCHI PER LA SALUTE..................................................................................................... 20
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE............................................................................................... 20
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 2 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
DESCRIZIONE
Trattasi di un palazzo distribuito su quattro piani come riportato nelle planimetrie di seguito riportate, le
attività svolte all’interno sono principalmente di carattere impiegatizio in genere e di gestione della biblioteca.
Il personale che gravita presso l’edificio risulta essere costituito da dipendenti del Consiglio Regionale.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 3 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 4 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 5 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 6 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 7 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
RISCHI PER LA SICUREZZA
01
VIE DI CIRCOLAZIONE, STATO DEI PAVIMENTI E DEI PASSAGGI
La circolazione delle persone avviene generalmente in condizioni di sicurezza; all’interno dei vari locali e
lungo i percorsi esistenti, infatti, non è previsto il transito dei mezzi e le dimensioni delle vie di circolazione
sono tali da non costituire pericolo, prive di ostacoli a terra e adeguatamente illuminate in carenza di luce
naturale. La pavimentazione si presenta ovunque regolare e non si individuano altre criticità.
o
Per le necessarie operazioni di pulizia della pavimentazione, è possibile che occasionalmente si
concretizzi il rischio di scivolamento e conseguenti cadute.
Probabilità
Danno
Rischio (P x D)
1
2
2
Misure di prevenzione e protezione
⇒ Normalmente è prevista la pulizia della pavimentazione dei locali al di fuori dell’orario di lavoro.
Qualora tale condizione non sia rispettata per esigenze particolari, sarà necessario segnalare il
pericolo di scivolamento.
o
È possibile la presenza di materiale a terra (faldoni di carta, scatoloni depositati temporaneamente, etc);
la loro presenza può costituire un rischio per le persone che accedono al reparto, relativamente alla
possibilità di inciampo, ma anche alla possibilità di contusioni specie agli arti inferiori in caso di urti
accidentali.
Probabilità
Danno
Rischio (P x D)
2
2
4
Misure di prevenzione e protezione
⇒ È prevista l’immediata rimozione da terra di qualsiasi tipo di materiale che possa costituire possibilità
d’inciampo per le persone presenti all’interno del reparto.
o
Durante i giorni di accesso del pubblico agli uffici, le vie di transito, ed in particolare i corridoi, potrebbero
risultare affollati, pertanto sussiste il rischio di urti, inciampo, etc contro altre persone presenti in reparto.
Probabilità
Danno
Rischio (P x D)
2
1
2
Misure di prevenzione e protezione
⇒ Le persone dovranno attenersi alle normali regole di prudenza procedendo cautamente senza correre.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
02
o
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 8 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
PRESENZA DI SCALE ED OPERE PROVVISIONALI
Le varie zone dell’edificio sono collegate tra loro attraverso nuclei di connettivo orizzontale e
verticale: esistono dei dislivelli tra le diverse porzioni situate allo stesso piano, che causano
una certa difficoltà di collegamento. Tali dislivelli sono coperti, nel caso specifico da brevi
rampe di scale localizzate e/o più semplicemente da alcuni gradini, a volte anche da un unico
gradino. Inoltre all’interno del palazzo sono presenti delle vere e proprie rampe di scale fisse
per l’accesso ai piani superiori. Nonostante le scale siano dotate di parapetto anticaduta o
delimitate da due pareti, la relativa percorrenza determina, in genere, il rischio di inciampo
durante la salita ed il rischio di scivolamento durante la discesa con possibile successiva
caduta a terra con conseguenze di danno non trascurabili.
Probabilità
Danno
Rischio (P x D)
2
3
6
Misure di prevenzione e protezione
⇒ Per ridurre le possibilità di incidenti, gli addetti, consapevoli del rischio, evitino di correre lungo
i percorsi nei quali sono presenti dei dislivelli (es. gradini) o di attuare altri comportamenti
pericolosi per limitare eventuali situazioni di danno, inoltre sono informati nel percorrere le
scale servendosi del corrimano, specialmente durante la discesa;
⇒ durante il trasporto manuale di carichi (es. documentazione, fascicoli, etc.), la visuale non dovrà essere
compromessa, in modo tale da poter sempre valutare correttamente il piano di appoggio dei piedi;
⇒ quali ulteriori misure di prevenzione, per quanto tali dislivelli, coperti da brevi rampe di scale e talvolta
da uno o due gradini, siano costruiti in materiali non scivolosi, l’installazione di opportune strisce
antiscivolo, o altri analoghi dispositi, nel caso in cui non siano già stati predisposti;
⇒ è fatto assoluto divieto di depositare materiale, anche temporaneamente, in corrispondenza di tali
dislivelli presenti nell’edificio.
⇒ Inoltre dove possibile, si valuterà l’installazione sia di rampe rettilinee inclinate per eliminare il dislivello
verticale, in sostituzione dei gradini, sia di cartellonistica di sicurezza al fine di segnalare il rischio di
caduta.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
03
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 9 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
RISCHI TRASMISSIBILI DERIVANTI DALL’USO DI ATTREZZATURE DI LAVORO
Di seguito vengono riportati i rischi trasmissibili delle attrezzature presenti in reparto:
R
Rischi trasmissibili
Quando
(PxD)
⇒
o
Elettrocuzione
folgorazione
e/o
3 (1x3)
⇒
Nel caso in cui vi sia
contatto indiretto con parti
normalmente
non
in
tensione, ma che possono
trovarsi in tensione a causa
di un guasto d’isolamento.
Nel caso in cui vi sia
contatto diretto con parti
direttamente in tensione
(scatole
di
derivazione
aperte, conduttori scoperti
ecc.).
Dove
In prossimità di macchine,
impianti ed attrezzature a
funzionamento elettrico, in caso
di contatto.
Misure di prevenzione e protezione
⇒ Per ridurre la possibilità di incidenti alle persone presenti nell’edifico e/o danni alle cose, i lavoratori
sono addestrati ad impiegare le macchine e le attrezzature a disposizione conformemente a quanto
riportato nei relativi libretti d’uso ed a non modificarne in nessun modo alcuna parte o funzione.
⇒ Si ricorda inoltre che non è possibile utilizzare attrezzatura non di proprietà dell’Ente quali ventilatori,
fornellini, etc; nell’eventualità sarà necessario chiedere il permesso al proprio superiore.
⇒ È prevista la Verifica periodica dell’impianto di terra (DPR 462/01).
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
04
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 10 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
LUOGHI DI DEPOSITO
All’interno del reparto sono presenti scaffalature ed armadi, adibiti all’immagazzinamento dei fascicoli
cartacei che determinano rischi specifici per le persone che si trovano a transitare o sostare nei pressi, come
riportato nella seguente tabella.
Stoccaggio e prelievo dei materiali:
Rischi trasmissibili
R
Misure di prevenzione e protezione
(PxD)
Al fine di tutelare l’incolumità dei presenti, il sistema di sicurezza dell’Ente
prevede:
o
Rischio
di
caduta
accidentale
dei
materiali prelevati o
depositati manualmente
4 (2x2)
⇒
il divieto di avvicinarsi all’operatore durante le fasi di prelievo o deposito
manuale dei materiali;
⇒
la valutazione preventiva della percorribilità delle vie di transito;
⇒
l’informazione e la formazione dell’addetto sui rischi trasmissibili
dall’attività svolta e sulle necessarie misure di prevenzione e protezione
correlate;
⇒ verifica del carico massimo applicabile sui ripiani prima di stoccare i
2
materiali (etichette di portata massima espressa in kg/m );
o
Rischio di
strutturali.
o
Rischio di ribaltamento.
o
Rischio
di
caduta
improvvisa dei materiali
accatastati, ad esempio
per cedimenti strutturali
dei sistemi di trattenuta
del materiale cartaceo,
in caso di sovraccarico.
Per ridurre la possibilità di incidenti alle persone e/o danni alle cose, i
lavoratori sono a conoscenza della necessità di non sovraccaricare i ripiani,
inoltre il sistema di sicurezza dell’Ente prevede:
cedimenti
3 (1x3)
⇒
il divieto per tutte le persone, compreso l’operatore, di arrampicarsi
sulle scaffalature per raggiungere i ripiani più alti;
⇒
il divieto per tutte le persone di sostare nei pressi delle scaffalature
durante le operazioni di deposito e prelievo dei materiali;
⇒
lo stoccaggio dei materiali più pesanti sui ripiani più bassi delle
scaffalature e degli armadi;
⇒
l’informazione e la formazione dell’addetto sui rischi trasmissibili
dall’attività svolta e sulle necessarie misure di prevenzione e protezione
correlate;
⇒ un programma di manutenzione e verifica dello stato di conservazione
delle scaffalature.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
05
o
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 11 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
RISCHI ELETTRICI
Anche se all’interno del reparto non si ravvisano particolari problemi connessi a questo fattore di rischio,
non può essere del tutto esclusa la possibilità di contatti indiretti fra parti del corpo umano e parti
divenute in tensione a seguito di malfunzionamenti o guasti d’isolamento non tempestivamente
individuati.
Probabilità
Danno
Rischio (P x D)
1
3
3
Misure di prevenzione e protezione
⇒ Al fine di garantire i requisiti di base di sicurezza elettrica, gli impianti in funzione
sono stati oggetto di progettazione ed installazione secondo la regola dell’arte e
conformemente alla normativa vigente (legge 186/68, legge 46/90 o D.M. 37/08,
Norme C.E.I., marcatura CE, ecc.).
⇒ Quale ulteriore garanzia per la sicurezza delle persone, in ottemperanza a quanto
disposto dal D.P.R. 462/01 (entrato in vigore il 23 gennaio 2002), concernente le
verifiche ispettive degli impianti di terra, degli impianti di protezione contro le
scariche atmosferiche e degli impianti nei luoghi con pericolo di esplosione, l’Ente
provvede a richiedere periodicamente la verifica di tali impianti all’A.R.P.A. ovvero ad
Organismi Abilitati dal Ministero delle Attività Produttive.
⇒ Per ridurre ulteriormente i rischi elettrici, è prevista la collaborazione di tutti i
lavoratori, in merito all’individuazione visiva di danneggiamenti o rotture di cavi
elettrici, prolunghe, prese od altri componenti elettrici, con successiva segnalazione
del problema riscontrato al preposto.
⇒ Divieto assoluto di effettuare qualsiasi intervento sugli impianti elettrici e sulle attrezzature elettriche
nonché modificare prolunghe prese e/o spine da parte di personale non autorizzato.
⇒ Divieto di effettuare collegamenti elettrici ad “albero di natale”; tale collegamento
determina sollecitazioni a flessione sugli alveoli delle prese, fino a provocare l’uscita
del frutto fissato alla scatola con griffe ed è, inoltre, pericoloso perché può provocare
sovratemperature localizzate, con pericolo di incendio.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
06
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 12 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
APPARECCHI A PRESSIONE E RETI DI DISTRIBUZIONE
Presso il reparto è presente una rete di distribuzione del metano per l’alimentazione delle caldaie. La
valutazione dei rischi di esplosione ed incendio verrà effettuata nei successivi paragrafi.
07
APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO
Per l’accesso al reparto è presente un ascensore. I lavoratori sono edotti sul corretto utilizzo dell’ascensore,
nella fattispecie:
o
•
non salire più persone di quelle previste dalla targhetta di utilizzo;
•
quando le porte sono in movimento di chiusura, non si deve contrastare il loro movimento inserendo
le mani per impedirne la chiusura;
•
negli ascensori occorre astenersi dal fumare;
•
occorre avvisare se il piano ascensore non è a livello col piano esterno;
•
chiamare la manutenzione quando si avvertono rumori inconsueti.
•
in caso di incendio non si devono utilizzare gli ascensori, se occupati, si devono abbandonare al più
presto;
•
se nell’edificio non vi sono persone è opportuno non prendere l’ascensore oppure prenderlo a turno
lasciando una persona al piano;
•
in caso di arresto dell’ascensore mantenere la calma ed utilizzare i pulsanti di allarme od il citofono;
•
non premere continuamente il pulsante di chiamata ascensore; se è tutto in regola l’impianto
provvede da solo e nel caso di manovra a prenotazione si evita che l’ascensore raggiunga i piani
molte volte con conseguente accentuazione dell’usura;
•
controllare attentamente che le porte di piano siano debitamente chiuse;
•
non urtare con carichi le porte di piano e di cabina ed in special modo le serrature; le deformazioni
possono ingenerare malfunzionamenti e pericoli.
Il rischio residuo per le persone può concretizzarsi in situazioni di panico, dovute ad arresti improvvisi
dell’apparecchio durante la corsa (mancanza di energia elettrica).
Probabilità
Danno
Rischio (P x D)
1
2
2
Misure di prevenzione e protezione
⇒ Divieto di utilizzare l’ascensore salvo nei casi di necessità, dovuta ad esempio a casi di disabilità o di
trasporto di materiali. In tali casi è comunque prevista la presenza di personale edotto sul corretto
utilizzo, all’interno dell’ascensore.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
08
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 13 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO
Le vie di circolazione sono riservate esclusivamente al passaggio delle persone.
09
RISCHIO D’INCENDIO E/O D’ESPLOSIONE
Il primo elemento di valutazione del pericolo di incendio consiste nel verificare l’eventuale presenza di
materiali solidi, liquidi e gassosi, che potrebbero bruciare sviluppando fiamme, fumo e calore, ossia generare
fenomeni esplosivi. Nel caso in esame, considerato quanto sopra descritto, i materiali pericolosi ai fini
dell’incendio possono essere riassunti, così come segue:
documenti cartacei all’interno degli uffici (mediamente circa 150kg per locale);
arredi in legno;
pavimento in moquette ed in legno (vedi planimetria allegata);
biblioteca (vedi planimetria allegata);
I materiali combustibili e/o infiammabili sopra individuati dovranno essere tenuti a debita distanza dalle
sorgenti di ignizione di seguito riportate, al fine di evitare ogni principio d’incendio:
impianto elettrico;
apparecchiature elettriche (PC, fotocopiatrici, stampanti, ecc.);
eventuali fumatori.
Alla luce di quanto sopraesposto, visti i criteri di classificazione stabiliti dall’allegato I del D.M. 10/03/1998
(linee guida per la valutazione dei rischi d’incendio nei luoghi di lavoro), si ritiene di classificare il Palazzo
Bacino Orseolo a Livello di RISCHIO MEDIO.
Per facilitare ulteriormente l’individuazione dei locali a maggior rischio in caso d’incendio si riporta la
planimetria di Palazzo Bacino Orseolo con le zone a rischio d’incendio.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 14 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
RIP.
C.T.
BIBLIOTECA
INGRESSO
LOCALI
TECNICI
RIP.
WC WC
LEGENDA
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 15 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
ANTI
WC
UFFICIO
UFFICIO
UFFICIO
UFFICIO
WC
UFFICIO
LOCALI
TECNICI
ANTI
UFFICIO
UFFICIO
UFFICIO
UFFICIO
LEGENDA
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Sezione 02.2
Documento di valutazione dei rischi
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Pagina 16 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
UFFICIO
WC
UFFICIO
ANTI
UFFICIO
UFFICIO
UFFICIO
WC WC
ANDITO
UFFICIO
ANDITO
UFFICIO
UFFICIO
UFFICIO
UFFICIO
LEGENDA
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 17 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
SALA
ATTESA
UFFICIO
WC
UFFICIO
UFFICIO
ANDITO
WC
CALDAIA
RIP.
UFFICIO
UFFICIO
ANDITO
UFFICIO
UFFICIO
UFFICIO
LEGENDA
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
10
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 18 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
ALTRI RISCHI PER LA SICUREZZA
Non sono individuabili altri rischi per la sicurezza.
RISCHI PER LA SALUTE
11
ESPOSIZIONE AD AGENTI CHIMICI
Non sono individuabili problemi rispetto a questa tipologia di rischio.
Conseguentemente, il rischio chimico per le persone presenti all’interno del reparto può considerarsi
IRRILEVANTE.
12
ESPOSIZIONE AD AGENTI CANCEROGENI E/O MUTAGENI
Non si ritiene significativo il rischio di esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni per il lavoratore.
13
ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI
Non si ritiene significativo il rischio di esposizione ad agenti biologici per il lavoratore.
14
RISCHI FISICI
14.1
RUMORE
All’interno dei locali l’esposizione al rumore è al di sotto del limite degli 80 dB(A) e non si ravvisano pertanto
rischi per la salute delle persone.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
14.2
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 19 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
CAMPI ELETTROMAGNETICI
Non sussistono problemi rispetto a questa tipologia di rischio.
14.3
INFRASUONI
Non sussistono problemi rispetto a questa tipologia di rischio.
14.4
ULTRASUONI
Non sussistono problemi rispetto a questa tipologia di rischio.
14.5
MICROCLIMA
Non vengono rilevati particolari problemi relativi a questo fattore di rischio, in quanto i locali risultano
convenientemente riscaldati durante l’inverno. In estate, eventuali situazioni di disagio termico vengono
attenuate con l’utilizzo di condizionatori presenti nello stabile.
14.6
RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI
Non sussistono problemi rispetto a questa tipologia di rischio.
14.7
ILLUMINAZIONE NATURALE ED ARTIFICIALE
Non vengono rilevati particolari problemi relativi a questo fattore di rischio.
15
ESPOSIZIONE A RADIAZIONI IONIZZANTI
Non sono presenti sorgenti radiogene, conseguentemente non esiste rischio in merito.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.
Documento di valutazione dei rischi
ai sensi D.Lgs. 81/08
Scheda di reparto
16
Sezione 02.2
Emissione 01
Revisione 01 del 13/05/2010
Pagina 20 di 20
PALAZZO BACINO ORSEOLO
ALTRI RISCHI PER LA SALUTE
Non sono rilevabili ulteriori rischi trasmissibili alle persone presenti all’interno del reparto.
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE
Non è previsto l’impiego di DPI.
_____________________________________________________________________________________________
POLISTUDIO Società di Ingegneria S.p.A.

Documenti analoghi