Un incidente mortale 2001 - Centro.Friulano.Parapendio

Commenti

Transcript

Un incidente mortale 2001 - Centro.Friulano.Parapendio
11
2001
N°
78
Ciclostilato in proprio presso la sede sociale - UDINE – via Buia, 2/3 E-Mail [email protected] Redazione a cura di FRANCO BACCARA .
vela nuova, ho controllato male una aggiunga che le condizioni meteo
bretella, sono partito col casco erano tutt’altro che tranquille risulta
E’ accaduto il 2 novembre e ci tocca da slacciato, in decollo c' era più traffico evidente quale grosso guaio si stesse
vicino in quanto la vittima, Orfeo Turlon del solito ed io ero di fretta...).
profilando. La concomitanza dei fattori
stava trascorrendo una breve vacanza
Ma quello che è successo quel di squilibrio uomo-macchina e uomo
di volo con dei nostri amici del giorno non si può spiegare in maniera ambiente hanno senz’altro giocato un
Pordenonese.
così superficiale, ciascuno dei punti ruolo determinante in questo incidente.
elencati merita una riflessione.
4- Aspetto molto delicato. Fino a dove
Norma, 2 nov 2001 Questi i fatti:
ci si può spingere nei confronti di un
1. Il pilota aveva iniziato da autodidatta 1- Iniziare da soli, o con i suggerimenti altro pilota? E' una domanda a cui,
e solo da poco aveva conseguito di qualche amico, è il primo passo per sinceramente, non so rispondere
farsi male. A qualcuno questa afferma- perché la risposta è nella coscienza di
l' attestato
zione non piacerà, la troverà interes- ciascuno.
2. Era alla sua prima esperienza con sata o troppo drastica ma la verità è
5 e 6- Sono il risultato dei precedenti
una vela performance-avanzata, questa: solo frequentando fin dal primo
punti 2 e 3; E’ facile e banale dire
(Activa) ricevuta in prestito con la giorno una scuola certificata (meglio se
“avrebbe dovuto rilasciare i comandi
raccomandazione di usarlo con aderente agli standard Fivl), si ha la
...”, “avrebbe potuto...”. Una volta in
cautela; abitualmente volava una di certezza di avvicinarsi al volo nel modo
aria ha fatto tutto quello che ha creduto
classe inferiore
più corretto e sicuro possibile.
In giusto, il problema sta a monte: non
primo luogo perché le scuole avrebbe dovuto partire.
3. Si trovava in un luogo per lui nuovo
certificate, per quanto la legislazione 7- Perché non abbia azionato il
e al momento dell' incidente le condi
attuale sia carente in materia, quando paracadute di soccorso non lo
zioni aerologiche erano spinte con
aprono un corso di volo si assumono sapremo mai, certo se...
termiche sostenute
una grossa responsabilità nei con4. Altri piloti presenti, dopo alcune false fronti degli allievi e già questo garan- Conclusioni
- Il fatto che dall' analisi di un incid
partenze, gli avevano sconsigliato di tisce che l' aspetto sicurezza sarà sem
ente
pre in primo piano; il pilota che si mortale si finisca per ricavare suggeriandare in volo in quelle condizioni
improvvisa istruttore non ha invece
5. All' entrata in una termica forte una nessun obbligo verso l' amico cui menti di una banalità sconcertante fa
eccessiva azione sui comandi provo- insegna. In secondo luogo bisogna rabbia, perché dovrebbero essere cose
assimilate, automatiche... ma la mente
cava uno stallo asimmetrico
ricordare che il primissimo periodo di umana è strana.
6. La vita entrava in vite piatta negativa attività fornisce al novello Icaro una 1- Voglio invitare tutti a riflettere
stabile mentre il pilota continuava a sorta di “imprinting”, ossia una visione profondamente su cosa significa
trazionare i comandi nel tentativo di del volo nella sua globalità, una forma improvvisarsi istruttori per “aiutare” un
riprendere il controllo fino all' impatto mentis, che il pilota si porterà dietro amico. Se volete davvero aiutarlo
per il resto della “carriera” e che condi7. Il pilota non ha neanche provato a zionerà pesantemente tutto il suo fategli fare un biposto (se siete abilitati)
e mandatelo da quella che reputate la
lanciare l' emergenza
modo di concepire questo sport. Solo migliore scuola del pianeta! (dopo aver
Sembra il riassunto delle cose da le scuole, e gli istruttori che in esse controllato che sia una scuola
- certificata)
non fare mai e invece, purtroppo, tutto operano, hanno l' esperienza neces
saria
per
svolgere
questo
delicato
questo ha portato alla morte di una
2- Ricordate la “catena degli eventi” e
persona. Come è stato possibile? Non compito che, per certi aspetti, è cercate di limitare al massimo i “punti
è facile dare una risposta, e questa sicuramente più importante della deboli” del vostro programma di volo.
risposta
sarà
sempre
parziale, semplice preparazione tecnica. Il Ogni
dettaglio
può
diventare
parapendio, tecnicamente, è alla fondamentale, non sottovalutatelo! In
incompleta.
La prima cosa che risalta è che se si portata di chiunque, è di una facilità fin dei conti state per andar per aria,
fosse verificata una sola delle estrema. Purtroppo è proprio questa mica a fare una passeggiata...
condizioni di cui sopra, anziché tutte grande semplicità che può indurre a 3- USATE L' EMERGENZA!E' sempre
insieme,
il
tutto
si
sarebbe sottovalutarne i rischi. Solo affidan- difficile decidersi, per i motivi più vari,
probabilmente risolto solo con un dosi a persone che operano professio- ma quando vi rendete conto di non
grosso spavento. E' stata la cosiddetta nalmente si può essere ragionevol- saper che fare e di agire a caso, è il
“catena degli eventi” a determinare mente certi di avere il giusto approccio momento di prendere quella benedetta
l' esito dell' incidente. Ricordate bene:a questo sport.
maniglia e tirarla più lontano che
un incidente di regola non è mai 2 e 3- E' evidenteche, per l' esperienza potete. E' meglio lanciare una volta in
dovuto ad un unico, gigantesco, che si presume avesse maturato, più che una volta in meno, è lì apposta.
insormontabile problema o errore; è quell'ala era troppo spinta, senza
sempre la somma di tante stupidaggini contare che la volava per la prima volta
Fabio Loro e Franco Baccara
e inezie a portare guai grossi (ho la e non la conosceva affatto. A questo si
Un incidente mortale
Cx sociale: qualche statistica al concludersi dell’8° edizione
START
Distanza volo più
lungo
anno n° voli tot km media
km
km
Gemona
1995
1996
1997
1998
1999
2000
2001
Bernadia
1995
1996
1997
1998
1999
2000
2001
Lijak
1994
1995
1996
1997
1998
1999
2000
2001
Caneva
78
3.171
40,7
78,0
6
10
1
5
11
15
30
265
349
17
159
409
582
1.390
44,2
34,9
17,0
31,8
37,2
38,8
46,3
68,2
67,0
17,0
46,0
54,0
60,0
78,0
49
1.831
37,4
78,0
6
6
5
4
7
9
12
144
274
162
138
312
271
530
24,0
45,7
32,4
34,5
44,6
30,1
44,2
45,7
72,0
36,0
56,0
77,0
49,0
78,0
40
1.534
38,3
68,0
156
305
81
315
132
71
226
248
52,0
33,9
27,0
39,4
33,0
23,7
45,2
49,6
52,0
61,4
38,0
57,0
49,0
38,0
54,0
68,0
1.081
40,0
127,0
3
9
3
8
4
3
5
5
27
1994
1995
1996
1997
2
7
5
3
52
185
160
123
26,0
26,4
32,0
41,0
26,0
42,7
38,0
82,0
1998
2000
2001
5
3
2
197
274
90
39,4
91,3
45,0
49,0
127,0
51,0
START
Distanza
volo più
anno n° voli tot km media
km
lungo km
Aviano
1994
1995
1996
1997
1998
1999
2000
Maniago
1996
1998
Musi
1995
1996
1997
1998
2000
Stoll
1996
Altro
1994
1995
1996
2000
2001
Totale
27
899
33,3
82,0
6
8
7
2
1
2
1
105
269
249
61
23
110
82
17,5
33,6
35,6
30,5
23,0
55,0
82,0
30,0
61,3
66,0
35,0
23,0
63,0
82,0
10
293
29,3
49,0
1
9
19
274
19,0
30,4
19,0
49,0
6
210
35,0
69,0
2
1
1
1
1
50
25
30
36
69
24,9
25,0
30,0
36,0
69,0
29,0
25,0
30,0
36,0
69,0
4
100
25,0
35,0
4
100
25,0
35,0
15
463
30,9
58,0
5
5
1
3
1
169
106
58
98
32
33,8
21,3
58,0
32,7
32,0
56,0
34,0
58,0
46,0
32,0
9.582
37,4
127,0
256
9582 i km macinati nel
corso di questi 8 anni
Gemona lo start point
privilegiato: con oltre il
30% dei voli e quello
che mediamente a
registrato percorsi più
lunghi con un valore di
40,7 km
Da Caneva invece
sono partiti i voli più
lunghi (la traversata del
Friuli, ricordate?) con
un primato ancora
imbattuto di 127 km
Nel 2001
sono stati battuti i nostri
precedenti record di
distanza con partenza
da: Gemona,
Bernadia,
Lijak
E’ stato raggiunto un
nuovo massimo per
voli dichiarati (50) e
per partecipanti (14)
Congratulazioni!
a tutti i piloti che hanno
contribuito a questo
successo con la loro
partecipazione
Da sinistra:
Pirata
Gion
Ale
In terra
Machigiana
giocano sul
grandioso
decollo
Tre Pizzi
con vento
finalmente
“giusto” dopo
3 giorni di
vento
proibitivo
tale da
distruggere
le palette del
Sint Wind
del m.te
Cucco
Subasio: un posto fantastico, spazi infiniti
ed erbetta tipo campo da golf! (anche nei
campi da golf ci sono le cacche di
cavallo???)
Anche oggi i piu’ arditi partono
speranzosi alle ricerca di un voletto
niente popo’ di meno che a Castelluccio!
Torneranno senza volo ma carichi di
salamini di Norcia (i famosi coglioni di
Norcia!)
Cenone a Spoleto….e triche triche
31/10 ore 18.00 Gli scalmanati trache!!!
partecipanti alla gita sociale si ritrovano
per la partenza verso il M.te Cucco, 3/11 Il vento ci perseguita, siamo un po’
preceduti dal Pirata (che partito alle 6.30 giu’ col morale, alcuni partono la mattina Grande festa legionaria di fine
aveva già fatto il suo primo volo umbro) e presto per fare gonfiaggi, altri vanno a stagione il 28 ottobre, oltre ogni
dal Bachi (già alle prese con gli visitare le grotte, altri ancora vanno ad piu’ rosea previsione:
affogare la delusione nel vino locale!!
“antipastini di cinghiale!!”)
Molti iscritti, 30 kg di castagne
Ore 24.00 circa arriviamo felici a La sera pero’ ci riprendiamo subito: gran consumate e…piu’ di un litro di
destinazione; l’ostello è molto bello, cenone con Karaoke e balli fino all’alba! Il vino a testa!!! Imbriaghi!!!
seratone riporta l’allegria alle stelle!!
nuovo e proprio sotto il decollo.
La gara di centro non ha avuto
Anche il decollo è sotto….sotto le nubi!!!!
storia,
due centri perfetti per lo
4/11 E’ l’ultimo giorno, le famigliole ci
Partiamo subito con una birretta ed
lasciano già la mattina perché il vento è sloveno Yuri che si è aggiudicato
affettati locali.
ancora sostenuto, qualche telefonata ai 6 bottiglie, buon secondo il Ceo.
1/11 causa condi meteo avverse Sint Wind e una lieve speranza si Anche gli aquiloni di Carlo,
accontentiamo subito gli assetati di accende: il decollo 3 Pizzi ha “solo” 30 seppure con poco vento, hanno
cultura visitando i sassi di Gubbio e all’ora di vento da Nord!! Via, si parte!! E fatto divertire grandi e piccoli.
il vento cala a 26!! Finalmente si vola: il
Perugia.
decollo è stupendo, grandissimo, erbetta E per finire il discorsone di Miro
I più speranzosi vanno a visitare i decolli perfetta, sassi inesistenti, vento laminare – Nimis centro de mondo, centro
stupendi del M.te cucco. Ci ritroviamo la che permette tutti i giochetti. Ci spariamo de europa!!- e di Adriano!!
sera per una gran mangiata all’ostello: due belle planate e una bottiglia di bianco
Garzie a tutti, alla prossima!!
cinghiale, formaggi tipici e il pane caldo per festeggiare!!
(ho già dimenticato il nome!!).
La gita finisce qui, purtroppo la meteo
E dopo cena a cantare in camera fino non ci ha sostenuto ma le giornate (e le
alle 3!
serate soprattutto) sono state fantasti2/11 Bel tempo ma vento da Nord a 70 che!!! Alla prossima gita….on the road
all’ora!! Niente voli anche per oggi, visita again!!
ad Assisi ma passando per il decollo del
R.
On the road
again…
parapendisti
in Umbria
Calda
calda
la…castagna
!!!
Ecco i
partecipanti:
Bio
e Angela,
il Baki,
il Pirata,
io
e Monika,
Elena, Gion,
Ale,
Sergio con
tutta la
famiglia,
AnnaMaria,
Armando
e Annalisa
con la
picinina,
Ceo
e Cinzia,
Gianni
Stecchino
Righel
Meduno
2 dicembre 2001
Il consueto appuntamento
per ripassare le tecniche
ed eseguire il ripiegamento dell’emergenza
sotto il controllo di occhi esperti
prova di EFFICIENZA
Venerdì 23 novembre
Ritrovo – iscrizioni ore 12:00
In decollo all’Agriturismo
(dopo l’assemblea)
con la formula ormai collaudata
In palestra a Vedronza
Ore 20:30
Programma:
Decollo e via dritti in massima efficienza verso il punto di
aggiramento che verrà indicato, sgancio di precisione del
testimone su bersaglio e via dritti in direzione ferrovia.
Premiazione sia per la precisione di sgancio che per le vele
con maggiore efficienza categoria open e Standard (o DHV
fino a 1-2). E poi ... una bicchierata per tutti
LA DATA E’
CAMBIATA!!
Sabato 1 dicembre
!#"%$#& ('*) +-,#& ./"0#132 4#65& 798
Mossa – GO – via Zorutti 18
Tel 0481-808693
Prezzo indicativo Lit. 35 000
Si prega di confermare la presenza almeno una
settimana prima
Tombola:
in palio un PIROPIRO
ed altri ricchi premi
CX:
in palio un GPS mod.SP24XC
VIA LIBERA ALLE FOTO IN VOLO
Finalmente una buona notizia, una modifica alla legge che regolamenta il volo libero, modifica che toglie
uno dei divieti che ci venivano imposti: quello di eseguire riprese fotografiche o filmati in volo (... lo sapevate,
vero, che c’era questo divieto...). Col DPR 367/2000 questo divieto viene abrogato e ciascuno è libero di
fotografare liberamente dall’alto nel rispetto della privacy (non è una battuta, ma quanto espresso nel DPR
citato). E allora via con gli scatti a manetta, magari badando ad evitare le zoomate nelle vicinanza di piscine
... mai mai, che ci sia la biondona in topless che si sente defraudata della sua privacy. In realtà il discorso
privacy è più articolato e complesso: se ci limitiamo a panorami e all’uso del grandangolare possiamo andar
tranquilli
FB

Documenti analoghi