Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi

Commenti

Transcript

Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi
giovedì, 16 marzo 2017 (309)
Cinema
Teatri
Qual Buon Vento, navigante! » Entra
Manifestazioni
Monumenti
Musei
Oasi
Associazioni
Gruppi musicali
Ricette tipiche
Informazioni utili
Inserzioni
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1961 del 31 maggio 2004
La seconda settimana di Farefestival
Articoli della stessa rubrica
La seconda settimana della V^ edizione di FareFestival, rassegna organizzata dal Settore Cultura del Comune di
Pavia in collaborazione con la Società dell'Accademia di Voghera, si apre, Mercoledì 2 Giugno (nel cortile del
Castello Visconteo di Pavia) con il concerto di Omar Pedrini.
Da solo oppure assieme ai suoi Timoria, Omar Pedrini vanta collaborazioni con prestigiosi artisti italiani e stranieri
di qualsiasi disciplina: lo scrittore Aldo Busi, il pittore Marco Lodola, Matteo Guarnaccia (il padre della
psichedelia italiana), Leon Mobley (musicista di Ben Harper), il regista Alejandro Iodorowsky, Bertrand Cantat
dei Noir Desir, Eugenio Finardi, Gianna Nannini e Ligabue.
Omar ha condiviso il palco con C.S.I., Jovanotti e Nomadi nel concerto per il Dalai Lama.
"Nell'estate del 1967 c'è stata la Summer of Love di San Francisco" - ricorda Omar - " è nato il movimento hippie: mi piace pensare che quello
spirito abbia contagiato anche me e che mi sia rimasto dentro ancora oggi".
Dalla fine degli Anni 80 Omar Pedrini è il leader assoluto dei Timoria: oltre a suonare la chitarra, infatti, è autore dei
testi e delle musiche. La sua leadership si completa nel 1998 (con l'album "Senza tempo") quando diventa il cantante
del gruppo al posto del transfuga Francesco Renga. I Timoria di Omar Pedrini hanno conquistato due dischi d'oro
("Viaggio senza vento" del 1993 ed "El Topo Grand Hotel" del 2001): nel 2002 la pubblicazione del doppio cd dal vivo
"Timoria Live" coincide con l'annuncio che il gruppo si ferma per una pausa di cinque anni. In questo periodo Omar
Pedrini coltiva il suo progetto solista già sperimentato nel 1996 con l'album "Beatnik": scrive il libro di poesie "Acqua
d'amore ai fiori gialli", recita da protagonista nello spettacolo teatrale "Il poema a fumetti" di Dino Buzzati, compone la
colonna sonora del film "Un Aldo qualunque" (al quale partecipa anche come attore). Dal 1997 Pedrini é direttore
artistico del Brescia Music Art, il festival della contaminazione fra le arti. L'esperienza del Brescia Music Art si riflette
nel programma settimanale "Contaminazioni" che Omar conduce nel biennio 1999-2000 su Match Music. Nel 2004
partecipa al Festival di Sanremo con il brano "Lavoro inutile".
Con i Timoria aveva gareggiato due volte: nel 1991 con "L'uomo che ride" (aggiudicandosi il Premio della Critica) e nel 2002 con il brano "Casa
mia".
Conclusa la gara sanremese, esce il suo secondo album solista: "Vidomàr".
Venerdì 4 Giugno si prosegue con il concerto di Frankie Hi Nrg.
Francesco Di Gesù, in arte Frankie Hi-NRG MC, rapper torinese esordisce agli inizi degli anni Novanta con il singolo
Fight da faida, seguito dall'album Verba manent (1993) portando così la cultura hip hop nella realtà italiana. Con
l'uscita del terzo singolo, Quelli che benpensano, complice una trasmissione televisiva condotta dal comico Paolo
Rossi, critica e pubblico rimagono positivamente impressionati, tanto da assegnarli il Premio Italiano della Musica
come miglior canzone del 1997. Il suo secondo album, La morte dei miracoli (1998), ha testi duri e diretti, senza
metafore o ipocrisie. Il rapper firma poi la prefazione del libro di David Foster Wallace e Mark Costello, Il rap spiegato
ai bianchi (Minimum fax, 2000), si occupa della realizzazione di video musicali e dirige con Riccardo Sinigallia La
descrizione di un attimo (2000) dei Tiromancino, vincitore del Premio Videoclip Italia come miglior clip dell'anno.
Frankie-Hi-Nrg- Mc non solo è il più rappresentativo rapper italiano, ma è l'uomo che del rap italiano - del quale
qualcuno contesta addirittura l'esistenza in quanto "italiano" - sta costruendo una identità ben più complessa di quella frammentata che vive nei
villaggi parziali, nelle posse, nei centri sociali
Ero un autarchico è il titolo del terzo album, frutto di sette anni di esperienze maturate. Frankie attacca dall'interno lo show-biz, la televisione, la
smania di rivedere la Costituzione. "Spero che la gente capisca che non importa da dove parlo, ma di cosa parlo".
Con questi due concerti il programma di Fare Festival si sposta dalla world music (Noa e Omara Portuondo) al rock d'autore e al rap, per passare
poi, con il programma dell'ultima settimana, al blues, la canzone d'autore e il jazz.
Ce n'è per tutti i gusti.
Furio Sollazzi
Pavia, 31/05/2004 (1961)
RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.
MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti
» Da settembre la nuova stagione del
Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli
Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano
» Borghi&Valli: ecco il cartellone
» Un soffio è la mia voce
» Festival Ultrapadum: numero 23!
» La Grande Arte al Cinema
Vedi archivio
Altri articoli attinenti
» Notti Acustiche 2017
» Una serata con Bach
» Elisir d'Amore
» Le metamorfosi della musica al
Borromeo
» PaviaPhone: le uscite di marzo
» Carnevale in musica
» VersidiVersi
» Il sax di Ada Rovatti illumina Mortara
» I colori della Spagna
» La fiaba d'amore di Eros e Psiche
» Le nuove uscite del nuovo anno
» Ruben Micieli per Viaggi al TeSS
» Concerto orchestra Città di Vigevano
» Electromiles
» Al Borromeo il duo Sollini-Barbatano