PRIMA STAZIONE: Gesù è condannato a morte

Commenti

Transcript

PRIMA STAZIONE: Gesù è condannato a morte
PRIMA STAZIONE: Gesù è condannato a morte
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo / perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo
Dal Vangelo secondo Marco (15, 13; 15, 15)
Ed essi di nuovo gridarono: “Crocifiggilo!”.
Pilato, volendo dare soddisfazione alla folla, rimise in libertà per loro Barabba e, dopo aver
fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso.
Meditazione
Nella condanna a morte di Gesù c’è una condanna a morte della vita, della verità e della libertà.
Tuttora, in molte parti del mondo, questa condanna cerca di soffocare chiunque disturbi o
infastidisca con la sua testimonianza cristiana. Con l’odio, l’incomprensione, l’ignoranza si mira
a cancellare, a far tacere le voci che chiedono giustizia e verità, libertà e rispetto per ogni uomo.
Un cammino doloroso si apre ogni volta che “il mondo” vuole decidere della vita o della morte
dell’essere umano.
Silenzio per meditazione personale
Preghiamo e rispondiamo: Ascoltaci, o Signore
- Perdonaci, Padre, quando non abbiamo praticato la giustizia e l’amore. Preghiamo…
- Fa’, o Padre, che tutti coloro che occupano cariche di governo siano guide responsabili
dei loro popoli. Preghiamo…
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo
come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.
Ti saluto, o Croce Santa, che portasti il Redentor;
gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor

Documenti analoghi