Scheda dei dati di Sicurezza

Commenti

Transcript

Scheda dei dati di Sicurezza
Scheda dei dati di Sicurezza
Pagina: 1/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
SEZIONE 1: Identificazione della sostanza/della miscela e della società/impresa.
1.1. Identificatore del prodotto
Protectol® GA 50
1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati
Usi pertinenti identificati: Biocida
Per informazioni dettagliate sugli usi identificati del prodotto, si consulti l'allegato alla scheda dei dati
di sicurezza.
1.3. Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza
Ditta:
BASF SE
67056 Ludwigshafen
GERMANY
Indirizzo di contatto:
BASF Italia S.p.A.
Via Marconato 8
20811 Cesano Maderno (MB)
ITALY
Telefono: +39 0362 512-1
Indirizzo E-mail: [email protected]
1.4. Numero telefonico di chiamata urgente
International emergency number:
Telefono: +49 180 2273-112
SEZIONE 2: Identificazione dei pericoli
2.1. Classificazione della sostanza o della miscela
In accordo al Regolamento 1272/2008/CE (CLP)
Met. Corr. 1
Toss. acuta 3 (orale)
Pagina: 2/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
Toss. acuta 3 (inalazione - nebbia)
irr.pelle 1B
Resp.sens. 1
Skin sens. 1
1
Eco chronic 2
In conformità alla Direttiva 67/548/CEE o 1999/45/CE
Possibili pericoli::
Tossico per inalazione e ingestione.
Provoca ustioni.
Può provocare sensibilizzazione per inalazione e contatto con la pelle.
Altamente tossico per gli organismi acquatici.
Per il testo completo della classificazione non riportata per esteso in questa sezione, si consulti il
paragrafo 16.
2.2. Informazioni da indicare sull'etichetta
Globally Harmonized System, EU (GHS)
Pittogramma:
Avvertenza:
Pericolo
Indicazione di pericolo:
H290
H314
H331
H301
H334
H317
H411
H400
Può essere corrosivo per i metalli.
Provoca ustioni della pelle e gravi lesioni oculari.
Tossico se inalato.
Tossico se ingerito.
Può provocare sintomi allergici o asmatici o difficoltà respiratorie se
inalato.
Può provocare una reazione allergica della pelle.
Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
Molto tossico per gli organismi acquatici.
Consigli di prudenza (prevenzione):
Pagina: 3/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
P271
P280
P273
P260h
P284
P270
P264
P272
P234
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
Utilizzare soltanto all’aperto o in luogo ben ventilato.
Indossare guanti/indumenti protettivi e proteggere gli occhi/il viso.
Non disperdere nell’ambiente.
Non respirare la nebbia o i vapori.
Utilizzare un apparecchio respiratorio.
Non mangiare, né bere, né fumare durante l’uso.
Lavare accuratamente con acqua abbondante e sapone dopo l’uso.
Gli indumenti da lavoro contaminati non devono essere portati fuori dal
luogo di lavoro.
Conservare soltanto nel contenitore originale.
Consigli di prudenza (reazione):
P310
Contattare immediatamente un CENTRO ANTIVELENI o un medico.
P305 + P351 + P338
IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: Sciacquare accuratamente
per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole
farlo. Continuare a sciacquare.
P304 + P341 + P311
IN CASO DI INALAZIONE: In caso di difficoltà respiratoria, portare
l'infortunato all'aria aperta e mantenerlo a riposo in una posizione in cui
possa respirare normalmente. Chiamare un Centro Antiveleni o un
medico.
P303 + P361 + P352
IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE (o con i capelli): Togliere
immediatamente gli abiti sporchi di prodotto. Lavare con abbondante
acqua e sapone.
P301 + P330 + P331
IN CASO DI INGESTIONE: sciacquare la bocca. NON provocare il
vomito.
P362
Togliersi di dosso gli indumenti contaminati e lavarli prima di indossarli
nuovamente.
P391
Raccogliere il materiale fuoriuscito.
P390
Assorbire la fuoriuscita per evitare danni materiali.
Consigli di prudenza (conservazione):
P403 + P233
Tenere il recipiente ben chiuso e in luogo ben ventilato.
P405
Conservare sotto chiave.
P406.1
Conservare in recipiente resistente alla corrosione provvisto di
rivestimento interno resistente.
Consigli di prudenza (smaltimento):
P501
Smaltire il prodotto/recipiente in punti di raccolta per rifiuti pericolosi o
speciali.
In accordo al Regolamento 1272/2008/CE (CLP)
Componente(i) determinante(i) il pericolo per l'etichettatura: GLUTARALDEIDE
In conformità alla Direttiva 67/548/CEE o 1999/45/CE
Direttiva 1999/45/CE
Simbolo(i) di pericolo
T
Tossico.
Pagina: 4/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
N
Pericoloso per l'ambiente.
Frasi 'R'
R23/25
R34
R42/43
R50
Frasi 'S'
S26
S36/37/39
S45
S61
Tossico per inalazione e ingestione.
Provoca ustioni.
Può provocare sensibilizzazione per inalazione e contatto con la pelle.
Altamente tossico per gli organismi acquatici.
In caso di contatto con gli occhi, lavare immediatamente e
abbondantemente con acqua e consultare un medico.
Usare indumenti protettivi e guanti adatti e proteggere occhi/viso.
In caso di incidente o di malessere consultare immediatamente il
medico (se possibile, mostrargli l'etichetta).
Non disperdere nell'ambiente. Riferirsi alle istruzioni speciali/ schede
informative in materia di sicurezza.
La classificazione è stata realizzata secondo il metodo di calcolo della Direttiva preparati pericolosi
1999/45/CE.
Componente(i) determinante(i) il pericolo per l'etichettatura: GLUTARALDEIDE
2.3. Altri pericoli
In accordo al Regolamento 1272/2008/CE (CLP)
Il prodotto non soddisfa i requisiti per la classificazione come PBT
(persistente/bioaccumulativo/tossico) e vPvB(molto persistente/molto bioacculativo).
SEZIONE 3: Composizione/Informazioni sugli ingredienti
3.1. Sostanze
Non applicabile
3.2. Miscele
Carattere chimico
GLUTARAL; GLUTARALDEHYDE; 1,5-PENTANEDIAL (contenuto (W/W): 50 %), acqua (contenuto
(W/W): 50 %)
Componenti pericolosi (GHS)
In conformità al Regolamento (CE) Nr. 1272/2008
Pagina: 5/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
GLUTARAL; GLUTARALDEHYDE; 1,5-PENTANEDIAL
contenuto (W/W): >= 50,3 % - <=
Met. Corr. 1
51 %
Toss. acuta 3 (orale)
Numero CAS: 111-30-8
Toss. acuta 3 (inalazione - nebbia)
Numero CE: 203-856-5
irr.pelle 1B
Numero di registrazione REACH:
Resp.sens. 1
01-2119455549-26
Skin sens. 1
Numero Indice: 605-022-00-X
1
Eco chronic 2
H290, H314, H331, H301, H334, H317, H411,
H400
Componenti pericolosi
In conformità alla Direttiva 1999/45/CE
GLUTARAL; GLUTARALDEHYDE; 1,5-PENTANEDIAL
contenuto (W/W): >= 50,3 % - <= 51 %
Numero CAS: 111-30-8
Numero CE: 203-856-5
Numero di registrazione REACH: 01-2119455549-26
Numero Indice: 605-022-00-X
Simbolo(i) di pericolo: T, N
Frasi 'R': 23/25, 34, 42/43, 50
Nel caso in cui siano contenuti componenti pericolosi, il testo integrale delle classi di pericolo, delle
categorie di pericolo, dei simboli di pericolo, delle frasi R e delle frasi H è riportato nel capitolo 16.
SEZIONE 4: Misure di primo soccorso
4.1. Descrizione delle misure di pronto soccorso
Sostituire immediatamente gli indumenti contaminati. In caso di pericolo di perdita di conoscenza
sistemare e trasportare su un fianco in posizione stabile; eventuale respirazione artificiale. I
soccorritori devono preoccuparsi per la propria protezione.
In caso d'inalazione:
Riposo, aria fresca, soccorso medico. Provvedere immediatamente all' inalazione per aerosol di
corticosteroidi.
In caso di contatto con la pelle:
Lavare immediatamente a fondo con molta acqua, applicare una benda protettiva sterile, consultare
un dermatologo.
In caso di contatto con gli occhi:
Sciacquare immediatamente a fondo per 15 minuti sotto acqua corrente tenendo le palpebre aperte,
consultare un medico oculista.
In caso di ingestione:
Risciacquare la bocca immediatamente e bere 200-300 ml d'acqua, rivolgersi al medico.
Pagina: 6/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
4.2. Principali sintomi ed effetti, sia acuti e che ritardati
sintomi: I sintomi e gli effetti noti più importanti sono descritti in etichetta (vedi sezione 2) e/o nella
sezione 11., Ulteriori sintomi sono possibili
4.3. Indicazione della eventuale necessità di consultare immediatamente un medico
oppure di trattamenti speciali
Trattamento: nel trattamento sintomatico (decontaminazione, funzioni vitali) non sono noti antidoti
specifici. Profilassi per edema polmonare. Controllo medico per almeno 24 ore.
SEZIONE 5: Misure antincendio
5.1. Mezzi di estinzione
Estinguenti adatti:
schiuma, acqua nebulizzata, polvere di estinzione, diossido di carbonio
5.2. Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela
ossidi d'azoto, Ossidi di Carbonio
Le sostanze citate possono liberarsi in caso di incendio.
5.3. Raccomandazioni per gli addetti all'estinzione degli incendi
Misure particolari di protezione:
Indossare un respiratore autonomo e un indumento di protezione.
Ulteriori informazioni:
I residui dell'incendio e l'acqua di estinzione contaminata devono essere eliminati rispettando le
normative locali.
SEZIONE 6: Misure in caso di fuoriuscita accidentale
6.1. Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure in caso di
emergenza
Evitare l'inalazione. Evitare il contatto con la pelle, gli occhi e gli indumenti.
6.2. Precauzioni ambientali
Non immettere nelle fognature, nelle acque di superficie e nelle acque sotterranee.
6.3. Metodi e materiali per il contenimento e per la bonifica
Grandi quantità: Aspirare meccanicamente il prodotto.
Residui: Raccogliere con materiali assorbenti (ad es. sabbia, segatura, legante universale, farina
fossile). Smaltire il materiale raccolto secondo la normativa vigente in materia.
6.4. Riferimenti ad altre sezioni
Le informazioni relative al controllo dell'esposizione/protezione personale e le considerazioni sullo
smaltimento sono riportate alle Sezioni 8 e 13
Pagina: 7/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
SEZIONE 7: Manipolazione e stoccaggio
7.1. Precauzioni per la manipolazione sicura
Provvedere ad una buona aerazione e ricambio d'aria nei magazzini e nei luoghi di lavoro. Evitare la
formazione di areosoli.
Protezione antincendio ed antiesplosione:
Prevedere misure contro la formazione di cariche elettrostatiche - tenere lontano da fonti di ignizione
- mettere a disposizione un estinguente.
7.2. Condizioni per lo stoccaggio sicuro, comprese eventuali incompatibilità
Ulteriori informazioni sulle condizioni di stoccaggio: Tenere il recipiente ben chiuso in luogo ventilato.
Conservare sotto un gas inerte.
Conservare a temperatura non superiore 40 °C.
Stabilità allo stoccaggio:
Temperatura di immagazzinaggio: <= 25 °C
Durata di stoccaggio: 12 Mesi
Il dato relativo alla durata dello stoccaggio riportato nella scheda di sicurezza, non ha alcun valore
come garanzia sulla validità delle proprietà di applicazione.
7.3. Usi finali particolari
Vedi lo/gli scenario(i) di esposizione in allegato a questa scheda di sicurezza.
SEZIONE 8: Controllo dell'esposizione/Protezione individuale
8.1. Parametri di controllo
Componenti con valori limite da rispettare sul posto di lavoro
111-30-8: GLUTARAL; GLUTARALDEHYDE; 1,5-PENTANEDIAL
VLC 0,05 ppm (OEL (IT))
Riferimento valore limite:ACGIH
Componenti con PNEC
111-30-8: GLUTARAL; GLUTARALDEHYDE; 1,5-PENTANEDIAL
acqua dolce: 0,0025 mg/l
acqua di mare: 0,00025 mg/l
emissione saltuaria: 0,006 mg/l
impianto di depurazione: 0,8 mg/l
Sedimento (acqua dolce): 5,27 mg/kg
Sedimento (acqua di mare): 0,527 mg/kg
suolo: 0,03 mg/kg
Componenti con DNEL
111-30-8: GLUTARAL; GLUTARALDEHYDE; 1,5-PENTANEDIAL
operatore: Esposizione a lungo termine - Effetti locali, Inalazione: 0,25 mg/m3
Pagina: 8/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
8.2. Controlli dell'esposizione
Equipaggiamento di protezione personale
Protezione delle vie respiratorie:
In caso di sviluppo di gas o vapori. Filtro per gas/vapori di composti organici (Punto d'ebollizione >65
°C, ad es. EN 14387, Tipo A). Proteggersi nel caso di sviluppo di vapori/aerosoli. Filtro combinato
gas/vapori organici e particelle solide e liquide (ad es. EN 14387 Tipo A-P2).
Considerare le misure di gestione del rischio come delineato nello scenario di esposizione.
Protezione delle mani:
Guanti resistenti ai prodotti chimici (EN 374)
Materiali idonei anche per contatto diretto e prolungato (Raccomandazioni: fattore di protezione 6,
corrispondente a >480 minuti di tempo di permeazione secondo EN 374):
butilcaucciù - 0,7 mm spessore
nitrilcaucciù (NBR) - 0,4 mm spessore
A causa della grande molteplicità dei tipi, è opportuno osservare le istruzioni d'uso dei produttori.
Ulteriori indicazioni: le informazioni si basano sui nostri test, su dati bibliografici e sulle informazioni
dei produttori di guanti o si ricavano, per analogia, da sostanze di simile composizione. Bisogna
tener presente che, a causa di diversi fattori (ad es. la temperatura), la durata d'uso di un guanto di
protezione contro gli agenti chimici può essere in pratica notevolmente inferiore al tempo di
permeazione rilevato dai test.
Protezione degli occhi:
Occhiali a gabbia (p.e. EN 166) e visiera
Protezione del corpo:
Scegliere il mezzo protettivo idoneo secondo l'attività e l'esposizione, per es. grembiule, stivali,
indumenti idonei (in accordo con la norma EN 14605 in caso di spruzzi o EN 13982 in caso di
polveri.)
Misure generali di protezione ed igiene
Non respirare vapori/aerosoli. Evitare il contatto con la pelle, gli occhi e gli indumenti. Si devono
osservare le consuete misure precauzionali per la manipolazione dei prodotti chimici. In aggiunta alle
indicazioni di protezione personale, indossare indumenti da lavoro chiusi.
SEZIONE 9: Proprietà fisiche e chimiche
9.1. Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche fondamentali
Stato fisico:
Colore:
Odore:
Soglia odore:
Valore del pH:
liquido
da incolore a giallo
odore pungente
non determinato a causa del
potenziale pericolo per la salute per
inalazione
3,7
(50 %(m), 23 °C)
Pagina: 9/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
5,9
(acqua, 0,5 %(m), 23 °C)
Punto di fusione:
ca. -33 °C
Punto d'ebollizione:
101,5 °C
(987,1 hPa)
Punto di infiammabilità: > 95 °C
(50 %(m))
Senza punto di infiammabilità - la
misurazione è stata effettuata fino
alla temperatura indicata, la fiamma
di accensione si spegne.
Velocità di evaporazione:
I valori possono essere approssimati
in base alla Lege di Henry o alla
tensione di vapore.
Infiammabilità:
non si accende
Limiti inferiore di esplosione: 1,5 %(V)
Il prodotto non è stato analizzato: il
valore è stato calcolato mediante i
dati dei componenti.
Limiti superiore di esplosione: 50 %(V)
Il prodotto non è stato analizzato: il
valore è stato calcolato mediante i
dati dei componenti.
Temperatura di accensione:
395 °C
(50 %(m))
Tensione di vapore:
104,68 hPa
(50 °C)
Densità:
1,13 g/cm3
(20 °C)
Densità relativa:
1,13
(20 °C)
Solubilità in acqua:
miscibile
(20,2 °C)
Coefficiente di ripartizione n-ottanolo/acqua (log Kow): -0,36
(23 °C; Valore del pH: 7)
Autoaccensione:
non autoinfiammabile
(Direttiva 92/69 CEE, A.1)
(tazza chiusa)
(Direttiva 92/69/CEE, A.15)
(DIN 51757)
(picnometro)
(Direttiva 92/69/CEE, A.8)
(Metodo: altro)
Decomposizione termica: 110 °C
Prima reazione esotermica alla temperatura indicata.
Viscosità dinamica:
20 mPa.s
(DIN 53015)
(50 °C)
Viscosità, cinematica:
12,75 mm2/s
(25 °C)
Pericolo di esplosione: non esplosivo
(Direttiva 92/69/CEE, A.14)
Caratteristiche di comportamento al fuoco: Da valutazioni
basate sulla sua struttura, il prodotto
non è classificato come comburente.
9.2. Altre informazioni
Pagina: 10/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
capacità di autocombustione: la sostanza non é soggetta ad
autocombustione.
pKA:
La sostanza non si dissocia.
Adsorbimento/acqua - suolo: log KOC: 0,76
(altro)
Tensione superficiale:
68 mN/m
(OECD-Guideline 115)
(20 °C; 1 g/l)
Distribuzione
sostanza in esame
La sostanza/il prodotto non é messo in
granulometrica.:
commercio o usato in forma solida o
granulare.
Massa molecolare:
100,12 g/mol
SEZIONE 10: Stabilità e reattività
10.1. Reattività
Nessuna reazione pericolosa se si rispettano le prescrizioni/indicazioni per lo stoccaggio e la
manipolazione.
Corrosione dei
metalli:
Formazione di gas
infiammabili:
Effetto corrosivo per i metalli.
Note:
In presenza di acqua non si
formano gas infiammabili.
10.2. Stabilità chimica
Il prodotto è stabile se si rispettano le prescrizioni/indicazioni per la manipolazione e lo stoccaggio. A
temperature elevate e sotto pressione, il prodotto può essere instabile.
10.3. Possibilità di reazioni pericolose
Reazioni con ammine. Reazione esotermica.
10.4. Condizioni da evitare
Evitare ogni fonte di ignizione: calore, scintille, fiamme libere. Vedi SDS Sezione 7 - Manipolazione e
Stoccaggio.
10.5. Materiali incompatibili
Materie da evitare:
ammine
10.6. Prodotti di decomposizione pericolosi
Prodotti di decomposizione termica:
monossido di carbonio, diossido di carbonio
Pagina: 11/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
SEZIONE 11: Informazioni tossicologiche
11.1. Informazioni sugli effetti tossicologici
Tossicità acuta
Valutazione di tossicità acuta:
Altamente tossico dopo breve inalazione. Molto tossico dopo singola ingestione. Debolmente tossico
per contatto cutaneo.
Dati sperimentali/calcolati:
DL50 ratto (orale): ca. 158 mg/kg (OECD - linea guida 401)
CL50 ratto (inalatoria): 0,48 mg/l 4 h (OCSE - linea guida 403)
E' stato testato un aerosol.
DL50 ratto (dermale): > 2.000 mg/kg (OECD - linea guida 402)
I dati si riferiscono ad una soluzione acquosa diluita della sostanza.
Irritazione
Valutazione dell'effetto irritante:
Corrosivo!danneggia pelle e occhi.
Dati sperimentali/calcolati:
Corrosione/irritazione della pelle coniglio: Corrosivo. (Linea guida OECD 404)
I dati si riferiscono ad una soluzione acquosa diluita della sostanza.
Gravi danni oculari/irritazione oculare coniglio: danni irreversibili (test di Draize)
I dati si riferiscono ad una soluzione acquosa diluita della sostanza.
Sensibilizzazione delle vie respiratorie/della pelle
Valutazione dell'effetto sensibilizzante:
Possibile sensibilizzazione dopo contatto ripetuto. La sostanza agisce da agente sensibilizzante per
via inalatoria.
Dati sperimentali/calcolati:
Prova epicutanea aperta (OET) porcellino d'India: sensibilizzazione della pelle
I dati si riferiscono ad una soluzione acquosa diluita della sostanza.
Mutagenicità sulle cellule germinali
Valutazione di mutagenicità:
La sostanza si è rivelata mutagena in diversi test sui batteri e colture cellulari; un tale effetto non è
però stato confermato in esperimenti su mammiferi.
Cangerogenicità
Valutazione di cancerogenicità:
Pagina: 12/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
In esperimenti su animali, con somministrazione a lungo termine di elevate concentrazioni in acqua
potabile, la sostanza non si è rivelata cancerogena. In esperimenti su animali con somministrazione
per via inalatoria a lungo termine, la sostanza non si è rivelata cancerogena.
tossicità riproduttiva
Valutazione di tossicità per la riproduzione:
I risultati di studi su animali non evidenziano effetti di danneggiamento della fertilità.
Tossico per lo sviluppo.
Valutazione della teratogenità:
Test su animali non hanno evidenziato danneggiamenti fetali.
Tossicità specifica per organi bersaglio (esposizione singola)
Valutazione STOT singola:
Sulla base dei dati disponbili, non é attesa alcuna tossicità specifica degli organi bersaglio dopo una
singola esposizione.
Tossicità di dose ripetuta e tossicità specifica per organi bersaglio (esposizione ripetuta)
Valutazione della tossicità in seguito a somministrazione ripetuta:
Dopo ripetute somministrazioni l'effetto principale è l'irritazione locale. La sostanza può danneggiare
in caso di inalazione ripetuta le vie respiratorie primarie, come dimostrato dai test su animali.
Pericolo in caso di aspirazione
non applicabile
Altre indicazioni sulla tossicità
I dati tossicologici sono validi per la sostanza anidra.
SEZIONE 12: Informazioni ecologiche
12.1. Tossicità
Valutazione della tossicità acquatica:
Molto tossico (tossicità acuta) per gli organismi acquatici. Sono possibili dei disturbi all'attività di
degradazione dei fanghi attivi, a seconda delle condizioni locali e delle concentrazioni esistenti,
durante l'immissione in depuratori biologici.
Il prodotto non è stato testato. I dati si riferiscono ad una preparazione o ad una miscela nella quale
la sostanza è presente in concentrazione inferiore.
Ittiotossicità:
CL50 (96 h) 39 mg/l, Cyprinodon variegatus (test di tossicità acuta sul pesce, statico)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione nominale.
Pagina: 13/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
CL50 (96 h) 9,4 mg/l, Lepomis macrochirus (test di tossicità acuta sul pesce, statico)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione nominale.
Invertebrati acquatici:
CE50 (48 h) 5,75 mg/l, Daphnia magna (Test di tossicita' acuta con Daphnia, statico)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione nominale.
CE50 (96 h) 0,75 mg/l, Crassotrea virginica (altro, Flusso.)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione determinata analiticamente.
CL50 (96 h) 5,5 mg/l, Mysidopsis bahia (OPP 72-3 (EPA-direttive), Flusso.)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione determinata analiticamente.
Piante acquatiche:
CE50 (72 h) 0,6 mg/l (tasso di crescita), Desmodesmus subspicatus (OECD - linea guida 201,
statico)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione determinata analiticamente.
NOEC (72 h) 0,025 mg/l, Desmodesmus subspicatus (OECD - linea guida 201, statico)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione determinata analiticamente.
CE50 (72 h) 0,92 mg/l (tasso di crescita), Skeletonema costatum (ISO/DIS 10253)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione nominale.
Microorganismi/Effetti sui fanghi attivi:
CE20 (30 min) ca. 15 mg/l, fango attivo, domestico (OECD - linea guida 209, aerobico)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione nominale.
Tossicità cronica sui pesci:
NOEC (97 d) 1,6 mg/l, Oncorhynchus mykiss (vedere testo libero, Flusso.)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione nominale.
Tossicità cronica per gli invertebrati acquatici:
NOEC (21 d) 2,5 mg/l, Daphnia magna (OECD - linea guida 202, parte 2, semistatico)
Le indicazioni dell'azione tossica si riferiscono alla concentrazione determinata analiticamente.
piante terrestri:
CE20 (19 d) > 450 mg/kg, Vicia sativa (OECD - linea guida 20)
12.2. Persistenza e degradabilità
Valutazione di biodegradabilità ed eliminazione (H2O):
Facilmente biodegradabile (secondo criteri OECD).
Considerazioni sullo smaltimento:
90 - 100 % riduzione del DOC (28 d) (OECD 301 A (nuova versione)) (aerobico, fango attivo,
domestico)
Valutazione della stabilità in acqua:
A contatto con l'acqua, la sostanza si idrolizza lentamente.
Dati sulla stabilità in acqua (idrolisi):
t1/2 > 1 a (50 °C), (Direttiva 92/69/CEE, C.7, pH7)
Pagina: 14/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
A contatto con l'acqua, la sostanza si idrolizza lentamente.
12.3. Potenziale di bioaccumulo
Valutazione del potenziale di bioaccumulo:
Dato il coefficiente di ripartizione n-ottanolo/acqua (log Pow) non è prevedibile un notevole accumulo
negli organismi.
Potenziale di bioaccumulo:
In base al coefficiente di ripartizione n-ottanolo/acqua (log Pow) non c'è da aspettarsi una
accumulazione negli organismi.
12.4. Mobilità nel suolo (e altri comparti se disponibili)
Valutazione trasporto tra reparti ambientali:
La sostanza non evapora nell'atmosfera dalla superficie dell'acqua.
Un assorbimento alla fase solida del terreno è possibile.
12.5. Risultati della valutazione PBT e vPvB
Secondo l'Allegato XIII del Regolamento (EC) N.1907/2006 concernente la registrazione, la
valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH): Il prodotto non
soddisfa i requisiti per la classificazione come PBT (persistente/bioaccumulativo/tossico) e
vPvB(molto persistente/molto bioacculativo). Autoclassificazione
12.6. Altri effetti nocivi
La sostanza non è elencata nel Regolamento (EC) 1005/2009 sulle sostanze che riducono lo strato
di ozono.
12.7. Indicazioni supplementari
parametro addizionale
Domanda chimica di ossigeno (COD): 1.385 mg/g
Domanda biochimica di ossigeno (BOD) Durata d'incubazione 5 d: 235 mg/g
Composti organici alogenati adsorbibili (AOX):
Il prodotto non contiene alogeni organici.
SEZIONE 13: Considerazioni sullo smaltimento
13.1. Metodi di trattamento dei rifiuti
Incenerire in idoneo impianto rispettando comunque la normativa locale.
Non può essere specificato il codice rifiuto conforme al catalogo europeo dei rifiuti poichè esso
dipende dall'uso.
Pagina: 15/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
In conformità con il catalogo Europeo dei rifiuti, il codice rifiuto deve essere specificato sulla base di
un accordo tra lo smaltitore, il produttore e l' autorità.
Imballaggi contaminati:
Gli imballi contaminati devono essere svuotati in modo ottimale e poi, dopo un adeguato lavaggio,
possono essere destinati al riutilizzo.
SEZIONE 14: Informazioni sul trasporto
Trasporto via terra
ADR
Numero ONU
Nome di spedizione
appropriato ONU:
Classi di pericolo connesso
al trasporto:
Gruppo d'imballagio:
Pericoli per l'ambiente:
Precauzioni speciali per gli
utilizzatori:
UN2922
LIQUIDO CORROSIVO TOSSICO, N.A.S. (contiene
GLUTARALDEIDE)
8, 6.1, EHSM
II
si
Codice di restrizione in galleria: E
RID
Numero ONU
Nome di spedizione
appropriato ONU:
Classi di pericolo connesso
al trasporto:
Gruppo d'imballagio:
Pericoli per l'ambiente:
Precauzioni speciali per gli
utilizzatori:
UN2922
LIQUIDO CORROSIVO TOSSICO, N.A.S. (contiene
GLUTARALDEIDE)
8, 6.1, EHSM
II
si
Nessuno noto
Trasporto navale interno
ADN
Numero ONU
Nome di spedizione
appropriato ONU:
Classi di pericolo connesso
al trasporto:
Gruppo d'imballagio:
Pericoli per l'ambiente:
Precauzioni speciali per gli
utilizzatori:
Trasporto su navi cisterna
della navigazione interna:
UN2922
LIQUIDO CORROSIVO TOSSICO, N.A.S. (contiene
GLUTARALDEIDE)
8, 6.1, EHSM
II
si
Nessuno noto
Non valutato
Pagina: 16/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
Trasporto via mare
Sea transport
IMDG
IMDG
Numero ONU:
Nome di spedizione
appropriato ONU:
Classi di pericolo connesso
al trasporto:
Gruppo d'imballagio:
Pericoli per l'ambiente:
Precauzioni speciali per gli
utilizzatori:
UN 2922
LIQUIDO
CORROSIVO
TOSSICO, N.A.S.
(contiene
GLUTARALDEIDE)
8, 6.1, EHSM
II
si
Inquinante marino:
SI
Nessuno noto
UN number:
UN proper shipping
name:
Transport hazard
class(es):
Packing group:
Environmental
hazards:
Special precautions
for user:
Trasporto aereo
Air transport
IATA/ICAO
IATA/ICAO
Numero ONU:
Nome di spedizione
appropriato ONU:
Classi di pericolo connesso
al trasporto:
Gruppo d'imballagio:
Pericoli per l'ambiente:
Precauzioni speciali per gli
utilizzatori:
UN 2922
LIQUIDO
CORROSIVO
TOSSICO, N.A.S.
(contiene
GLUTARALDEIDE)
8, 6.1
II
Non è richiesto
alcun simbolo di
pericolosità
ambientale
Nessuno noto
UN number:
UN proper shipping
name:
Transport hazard
class(es):
Packing group:
Environmental
hazards:
Special precautions
for user:
UN 2922
CORROSIVE
LIQUID, TOXIC,
N.O.S. (contains
GLUTARALDEHYD
E)
8, 6.1, EHSM
II
yes
Marine pollutant:
YES
None known
UN 2922
CORROSIVE
LIQUID, TOXIC,
N.O.S. (contains
GLUTARALDEHYD
E)
8, 6.1
II
No Mark as
dangerous for the
environment is
needed
None known
Trasporto alla rinfusa secondo l'allegato II di
MARPOL 73/78 ed il codice IBC
Transport in bulk according to Annex II
of MARPOL73/78 and the IBC Code
regolamento:
Spedizione approvata:
sostanza inquinante:
Categoria d'inquinamento:
Tipo di nave cisterna:
Regulation:
Shipment approved:
Pollution name:
Pollution category:
Ship Type:
Non valutato
Non valutato
Non valutato
Non valutato
Non valutato
Not evaluated
Not evaluated
Not evaluated
Not evaluated
Not evaluated
Pagina: 17/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
SEZIONE 15: Informazioni sulla regolamentazione
15.1. Norme e legislazione su salute, sicurezza e ambiente specifiche per la sostanza
o la miscela
Riferimenti normativi (Italia): Legge nr. 52 del 03/02/97, D.M. 28/04/97 , D.M. 04/04/97, Decr.
07/09/02, (Attuazione della Direttiva 2001/58/CE) , D.Lgs. nr. 65 del 14/03/03, (Attuazione delle
Direttive 1999/45/CE e 2001/60/CE); Direttiva 2006/8/CE (D.M. 03/04/07). Direttiva 67/548/CEE e
successivi adeguamenti.
15.2. Valutazione della sicurezza chimica
Valutazione sulla Sicurezza Chimica eseguita
SEZIONE 16: Altre informazioni
Valutazione delle classi di pericolo in base ai criteri GHS (versione più recente).:
irr.pelle 1B
Eco chronic 2
1
Toss. acuta 3 (orale)
Toss. acuta 3 (inalazione - nebbia)
Resp.sens. 1
Skin sens. 1
Met. Corr. 1
Toss. acuta 5 (dermale)
Non utilizzare in forma di aerosol.
Testo integrale dei simboli di pericolo, indicazioni di pericolo e delle frasi R se menzionato come
componente pericoloso al capitolo 3:
T
Tossico.
N
Pericoloso per l'ambiente.
23/25
Tossico per inalazione e ingestione.
34
Provoca ustioni.
42/43
Può provocare sensibilizzazione per inalazione e contatto con la pelle.
50
Altamente tossico per gli organismi acquatici.
Met. Corr.
Corrosivo per i metalli.
Toss. acuta
Tossicità acuta
irr.pelle
Corrosione/irritazione della pelle
Resp.sens.
sensibilizzazione delle vie respiratorie
Skin sens.
sensibilizzante della pelle
Tossicità acuta per l'ambiente acquatico
Eco chronic
Tossicità cronica per l'ambiente acquatico.
H290
Può essere corrosivo per i metalli.
H314
Provoca ustioni della pelle e gravi lesioni oculari.
H331
Tossico se inalato.
H301
Tossico se ingerito.
H334
Può provocare sintomi allergici o asmatici o difficoltà respiratorie se
Pagina: 18/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
H317
H411
H400
inalato.
Può provocare una reazione allergica della pelle.
Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
Molto tossico per gli organismi acquatici.
I dati contenuti in questa scheda di sicurezza si basano sulla nostra esperienza e sulle nostre
conoscenze attuali e si riferiscono solo ai requisiti di sicurezza del prodotto. I dati non descrivono in alcun
modo le proprietà del prodotto (specifiche di prodotto). Nessuna proprietà, nè idoneità del prodotto per
qualsiasi utilizzo specifico, possono essere dedotte dai dati contenuti in questa scheda. E' pertanto
responsabilità del cliente del prodotto, assicurarsi che ogni diritto proprietario e ogni normativa vigente
vengano osservati.
Sul margine sinistro i punti esclamativi indicano le variazioni rispetto la versione precedente.
Pagina: 19/19
BASF Profilo di Sicurezza secondo Regolamento 1907/2006/CE
Data / rielaborata il: 06.05.2013
Prodotto: Protectol® GA 50
Versione: 14.0
(ID.Nr. 30136889/SDS_GEN_IT/IT)
Data di stampa 05.12.2014
Allegato: scenari espositivi
Indice
1. Uso in prodotti biocidi
PC8
****************
1. Breve titolo dello scenario espositivo
Uso in prodotti biocidi
PC8
Controllo dell'esposizione e misure di gestione dei rischi
Scenario espositivo considerato
Descrittori d'uso coperti
In accordo con l'Articolo 15(2) del Regolamento
REACh(CE) n. 1907/2006, non è necessario effettuare la
stima dell'esposizione e la caratterizzazione del rischio per
sostanze utilizzate esclusivamente in prodotti biocidi, che
rientrano nel campo di applicazione della Direttiva 98/8/CE
****************

Documenti analoghi