CURRICOLO GEOSTORICO Organizzazione

Commenti

Transcript

CURRICOLO GEOSTORICO Organizzazione
CURRICOLO GEOSTORICO
Rielaborazione dal curricolo di storia di A. Brusa presentato il 29 settembre a S. Benedetto, dagli esiti dei Workshop attivati in seno
alla medesima iniziativa di studio e dalla lettura/disamina delle parti delle Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2012.
Organizzazione due cicli
Finalità
Scala
Primo ciclo:
2 anni di infanzia + 3/2 anni primaria
 È propedeutico all’itinerario
successivo
 Coadiuva la concettualizzazione
del tempo e dello spazio (costruisce il senso dello spazio e
del tempo)
 Promuove l’analisi del fatto storico con l’ausilio delle fonti e
dei documenti
 Favorisce l’analisi del fenomeno geografico con il supporto
dell’osservazione diretta e
dell’indagine mediata/immediata, con attenzione alle relazioni
 Comprendere il presente, conoscere il passato
Multiscalarità spazio-temporale con attenzione specifica a quella vicina- vissuta- locale
Caratteristiche
Impostazione aperta, messa in evidenza
della diversità.
Uso dei tempi
Funzioni dei tempi
Presente - passato
Si parte dall’indagine sul tempo sullo
spazio presente, ci si pongono delle
domande e si possono attivare delle ricerche sul passato sull’altrove presente
per rispondere ai quesiti.
Es. La famiglia: oggi, ieri qui, oggi altrove = diversità.
Tema comune alle due prospettive disciplinari
Impostazione
Articolazione
Strutture mobili
Secondo ciclo:
2/3 anni primaria + 3 anni secondaria
 È più sistematico e specifico
 Consolida la concettualizzazione del
fatto storico e dello spazio
 Consolida la capacità di analisi del
fatto storico con l’ausilio delle fonti e
dei documenti
 Consolida la capacità di analisi del
fatto storico con del fenomeno geografico con il supporto
dell’osservazione diretta e
dell’indagine mediata/immediata, e
specifica messa in risalto delle interdipendenze
 Comprendere il presente attraverso il
passato per progettare il futuro
Transcalarità spaziale e cronospazialità con
specifica messa in risalto dell’interazione tra
il qui/l’altrove, il vicino/il lontano nello spazio e nel tempo
Impostazione aperta, dominanza di scambi,
incroci, multidimensionalità e complessità del
fatto/fenomeno, problematica 1
Presente – passato – presente - futuro
Si parte dal presente, ci si pongono delle domande, si fa un’inchiesta sul passato per avere
elementi di conoscenza sostenuti dal ragionamento critico e utili alla progettazione del
futuro.
Tema problema comune alle due prospettive
disciplinari con coinvolgimento di competenze di Cittadinanza e Costituzione (Educazione
civile – formazione del cittadino del mondo,
sguardo planetario).
Libera
Riferimento a 4 snodi periodizzanti2
all’interno dei quali individuare temiproblemi affrontabili dal punto di vista geostorico
 Laboratorio sul PRESENTE (giustifica anticipazioni sul programma)
1
Indicatori di qualità, di riferimento nella progettazione e nello sviluppo degli itinerari formativi: transcalarità, discontinuità, processualità, decentramento e pluralità di punti di vista, relazione-correlazione sistema, attivismo, responsabilità.
2
Ominazione, neolitizzazione, industrializzazione, globalizzazione e mondializzazione = in corrispondenza dei quali si
sono svolte grandi trasformazioni nel rapporto tra uomo e ambiente (si pensi, ad esempio, all’utilizzo della risorsa energetica dominante in ciascun lungo periodo e alle conseguenze che il cambiamento di approvvigionamento energetico ha avuto negli ecosistemi!).
1

Abilità cardine
Concetti cardine –
gangli a duplice/triplice dimensione disciplinare3
Abilità del decentramento
Sguardo comune
Laboratorio sul PATRIMONIO/sul paesaggio (attraverso l’indagine del passato
fornisce le spiegazioni di fatti storici/fenomeni geografici rilevanti e significativi)
Concettualizzare il tempo e lo spazio
Saper costruire quadri di civiltà
Organizzare lo spazio e il tempo
Indagare fatti e fenomeni utilizzando una
Orientarsi nello spazio e nel tempo
prospettiva plurima
Rappresentare lo spazio e il tempo
Interpretare carte geografiche, grafici, tabelle
Leggere carte geografiche
e altri testi discontinui
Costruire quadri storico-sociali
Conoscere i fatti storici, i processi, le traRicavare informazioni da fonti
sformazioni, gli eventi che hanno portato al
Ricercare le tracce del passato nello spa- mondo d’oggi
zio/tempo presente
Saper ragionare in modo critico
Progettare lo spazio e il tempo futuro con una
gestione sostenibile
Lo spazio
Genere-generazione
Il tempo
Bisogno-risorsa
La famiglia
Ambiente – sistema territoriale
Il gruppo sociale
Rapporto uomo-ambiente e rispettive espresLe regole
sioni (nicchia ecologica, territorio, paesagLa biodiversità fisico culturale
gio)
L’ecosistema – l’ambiente
Popolazione
Genere-generazione
Centro-periferia
Bisogno-risorsa
Città
Regione
Confine
Forme di governo
Stato, impero
Conflitto
Clima
Industrializzazione (inquinamento)
Colonialismo
Migrazione
Sviluppo
Globalizzazione
Patrimonio culturale e ambientale
Comprendere che la realtà è diversa a
Coordinare più e diverse prospettive della reseconda della prospettiva
altà, inclusa la propria, in un sistema integrato
Cittadinanza attiva
Avvertenze
 curare le relazioni tra storia e geografi evitando le improduttive sovrapposizioni = coordinamento
 basare la relazione sull’intima connessione tra i popoli e le regioni in cui loro vivono = raccordo
TEMI-PROBLEMI COMUNI A STORIA E GEOGRAFIA
Uso di diverse forme di energia
Migrazioni
Difesa degli elementi naturali
Conquista di territori
Trasformazione dell’ambiente naturale
Custodia e trasmissione del sapere
Sviluppo tecnologico
Codici e mezzi di comunicazione
Conservazione di beni e di cibo
Nascita e sviluppo delle credenze e delle ritualità
Divisione del lavoro
Norme
Differenza sociale
Governo e sue forme
Conflitti
3
Individuati dalla disamina incrociata delle parti delle Indicazioni Nazionali corrispondenti, rispettivamente, alla storia
e alla geografia.
2