Voci e luci in Lessinia 2010 - Verona Giovani

Commenti

Transcript

Voci e luci in Lessinia 2010 - Verona Giovani
VOCI E LUCI IN LESSINIA 2012
Musica, teatro e cinema. Il 1 luglio ritorna il festival musicale che trasforma
in palcoscenico a cielo aperto i luoghi più suggestivi della montagna veronese e trentina
Diciassette appuntamenti di musica, teatro e cinema che abbracciano la montagna veronese e
trentina, arrivando quest’anno ad avvolgere di inattese sonorità le tre valli che si aprono ai Lessini:
Valpantena, Valpolicella e Val d'Illasi. Dal 1 luglio al 26 agosto, ritorna Voci e Luci in Lessinia,
la manifestazione che ha portato a esibirsi sul palcoscenico naturale della montagna scaligera e
trentina artisti di fama nazionale e internazionale: da Simone Cristicchi a Teresa De Sio e Cristina
Donà, fino alla band anglo-indiana The Dhol Foundation.
Tra i protagonisti dell'edizione 2012: la voce inconfondibile di Eugenio Finardi, la presenza
istrionica del “cantattore” Peppe Servillo, le contaminazioni sonore del polistrumentista Mauro
Pagani, l’originalità del cantautore Giorgio Conte. Da oltreoceano arrivano le sonorità della band
The Klezmatics, dall’Albania le note della Fanfara Tirana e dalla Mongolia il gruppo, al
femminile, delle Hulan. Un calendario di eventi che alterna grandi interpreti maschili del panorama
musicale italiano a proposte cantautoriali meno conosciute e preziosità musicali abbinate ad
altrettanti luoghi del Parco Naturale Regionale della Lessinia. Alcuni spettacoli sono accompagnati
dalle escursioni a piedi e in bicicletta del Camminaparco e del Pedalaparco, in compagnia delle
guide della Lessinia. Non solamente musica, ma anche cinema con le proiezioni della diciottesima
edizione del Film Festival della Lessinia.
Queste sono soltanto alcune delle novità della sesta edizione di Voci e Luci in Lessinia, la rassegna
realizzata da Comunità Montana della Lessinia e Parco Naturale Regionale della Lessinia con il
contributo dell’Assessorato alla Cultura, Identità Veneta e Manifestazioni Locali per il Tempo
Libero della Provincia di Verona, della Regione Veneto Direzione Pianificazione Territoriale e
Parchi Direzione Beni Culturali e con il sostegno del Comune di Ala e della Cassa Rurale Bassa
Vallagarina. La rassegna rientra tra i 1000 appuntamenti promossi da “Provincia in Festival” il
progetto dell’assessorato alla Cultura, Identità Veneta e Manifestazioni Locali per il Tempo Libero
della Provincia di Verona giunto all’ottava edizione. Il festival coordinato da Fondazione AtlantideTeatro Stabile di Verona fa parte del progetto “RetEventi Cultura Veneto” promosso dalla Regione
del Veneto per unire tutti i cartelloni degli eventi culturali estivi delle sette province. La direzione
artistica è affidata per il sesto anno consecutivo a Alessandro Anderloni con l’agenzia Àissa Màissa
e l’associazione Film Festival della Lessinia.
Voci e Luci in Lessinia inizia, domenica 1 luglio (alle 15), sotto le fronde de La Regina. Il faggio
secolare, che troneggia nel bosco a pochi passi da Sega di Ala, accoglie Giorgio Conte in un
concerto ispirato dal suo ultimo lavoro discografico: C.Q.F.P. Come Quando Fuori Piove. Canto,
chitarra e racconti del cantautore astigiano si accompagnano alle note del fisarmonicista Walter
Porro. L'itinerario musicale prosegue, domenica 8 luglio (alle 15) sui pascoli di Malga Derocon, a
Erbezzo, coi ritmi incalzanti delle terre albanesi. Protagonista è la vitalità della Fanfara Tirana,
composta da tre flicorni baritoni, tre percussionisti, trombe e clarinetti che si rincorrono in
crescendo con la voce del leader del gruppo, Niko Zela. Domenica 15 luglio, alle 21, la
cinquecentesca Villa della Torre di Fumane ospita in Valpolicella l'incontro tra lo strumentista
Mauro Pagani e il quintetto femminile di musiciste e cantanti della Mongolia Hulan. Sotto il titolo
L’azzurro cielo degli incontri si alternano le melodie della tradizione mongola alle canzoni di
Creuzà de mà di De Andrè, al quale Pagani fu legato da lunga collaborazione. Brani klezmer e
gitani, tangheade argentine e riletture di grandi classici si susseguono con leggerezza e brio nel
concerto del Rhapsodija Trio, in programma sabato 21 luglio (alle 21) nella Pesciara di Bolca, a
Vestenanova. Il trio è composto da musicisti che hanno fatto la storia della ricerca popolare della
musica est-europea: Maurizio Dehò al violino, Luigi Maione alla chitarra, Nadio Marenco alla
fisarmonica. Dal più famoso giacimento di fossili del mondo ci si sposta, domenica 22 luglio, in
Val d'Illasi. L'ex Cementificio di Tregnago ospita, alle 21, l'esibizione della band americana The
Klezmatics. È composta da giovani musicisti del Lower East Side di New York, considerati i
creatori di un nuovo klezmer che ha apportato sensibilità contemporanea al suono della tradizionale
musica delle feste ebraiche, combinando identità e misticismo con lo spirito del nostro tempo.
Musica antica e strumenti rari a Velo Veronese dove, sabato 28 luglio (alle 17), si esibiscono i
Musica Officinalis. I sei musicisti sposano la loro musica con la suggestione del luogo più magico
del Parco della Lessinia e suonano nel catino di roccia e faggi che sovrasta la voragine del Cóvolo
di Camposilvano. Domenica 29 luglio (alle 18) l'abbazia di San Moro, a San Mauro di Saline,
accoglie i virtuosismi del quartetto Energie Nove, formazione che nasce dall'incontro di quattro
prime parti dell'Orchestra della Svizzera italiana. Il mese di appuntamenti si conclude, martedì 31
luglio, con una tappa in Valpantena. Alle 21, la seicentesca Villa Arvedi di Grezzana fa da
palcoscenico allo spettacolo di parole e canzoni Fùtbol. Sulla scena, a raccontare di calcio e vita, il
partenopeo Peppe Servillo assieme ai due argentini Javier Girotto (al sax) e Natalio Luis
Mangalavite (al pianoforte).
Location singolare la Stalla del Modesto di Roveré Veronese, stupefacente esempio di architettura
popolare in pietra della Lessinia, che sabato 4 agosto (alle 15) fa da scenario al concerto di
Claudia Bombardella e Silvio Trotta. Sui prati delle contrade cimbre, una singolare formazione
che invita a viaggiare tra i ritmi incalzanti di brani balcanici e bretoni, passando dalla creazione di
quadri sonori dal sapore “felliniano”. Dal Veronese al Trentino, per raggiungere Malga Riondera a
Sega di Ala con l'esibizione dei Guitar Republic, in programma domenica 5 agosto alle 15. Con
tre chitarre, qualche oggetto e molta fantasia Sergio Altamura, Stefano Barone e Pino Forastiere –
tre “emigranti” da tre diverse regioni del sud-Italia – hanno fondato un'inconfondibile repubblica
sonora. Sabato 11 agosto (alle 15) gli Orti Forestali di Selva di Progno accolgono il “re del
tamburello” Alfio Antico. Il singolare artista, che ha vissuto fino a 18 anni facendo il pastore fra le
montagne dell’entroterra siracusano, è accompagnato dal musicista Puccio Castrogiovanni con
mandolino, mandola e marranzano. Insieme, per portare un soffio di Sicilia sui gradoni dell’antico
vivaio della Foresta di Giazza. Il rock d'autore di Eugenio Finardi è protagonista, domenica 12
agosto (alle 15), del concerto in calendario a Malga Podestaria. E tu lo chiami Dio è l’ultimo dei
titoli che ha consegnato alla storia presente della musica italiana. Con questo brano affronta il tema
della spiritualità come bisogno fondamentale dell’Uomo, a prescindere dalle scelte religiose o
filosofiche. Sui pascoli di Bosco Chiesanuova l'artista canta, si racconta e ricorda alcune tappe della
carriera musicale che lo pone tra le icone della musica cantuautoriale italiana. È un itinerario da
percorrere a piedi quello proposto, martedì 14 agosto (dalle 7 alle 13), ne Il cammino della
Grande Guerra. Da Cima Sparavieri alle trincee del Monte Agus in compagnia di due musicisti,
una cantante e due attori – Alessandro Anderloni, Raffaella Benetti, Silvio Castiglioni, Thomas
Sinigaglia, Emanuele Zanfretta – per intonare i canti contro la guerra di grandi musicisti e
cantautori del Novecento. La rassegna Voci e Luci in Lessinia si conclude con la diciottesima
edizione del Film Festival della Lessinia, al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova, dal 18 al 26
agosto. Il concorso cinematografico internazionale dedicato alla vita, alla storia e alle tradizioni in
montagna arriva alla maggiore età con proiezioni, concerti nella Piazza del Festival, incontri
letterari e stand enogastronomici con prodotti della Lessinia.
Per informazioni: Ufficio Iat Lessinia di Bosco Chiesanuova (Verona), telefono 045.7050088, email
[email protected], sito www.vocieluciinlessinia.it
Contatti per la stampa:
Marta Bicego
[email protected] - +39 340 1495248