Visualizza - Erre.Gi. srl

Commenti

Transcript

Visualizza - Erre.Gi. srl
Caratteristiche:
carbone: in granuli a base minerale
trafilato in cilindretti da 3/5 mm.
carboni
speciali: impregnati al carbonato di potassio
o specifici per gas tossici e radio isotopi.
Voce di capitolato:
carbone vegetale atto
all’adsorbimento di odori, vapori,
solventi organici
Il Chemviron Carbon 205 E è un carbone a base minerale trafilato, disponibile in cilindretti da 3 o 4 mm, con buon livello
di attivazione, studiato in particolare per l’adsorbimento fisico in fase gassosa di sostanze organiche volatili.
In virtù della sua struttura dei pori controllata , è idoneo per successive rigenerazioni
Alla luce delle sue caratteristiche trova applicazione nei seguenti settori:
•
•
•
•
ADSORBIMENTO DEI SOLVENTI IMPIEGATI NEI PROCESSI DI VERNICIATURA E TRATTAMENTI SUPERFICIALI
RIMOZIONE ODORI
INDUSTRIA DELLA CARTA
INDUSTRIA TIPOGRAFICA
Caratteristiche:
Processo di attivazione
Vapore
Densità
g/cc
0.53
Umidità all’imballaggio
% in peso
3
Superficie specifica totale (metodo BET)
m2/g
900
Contenuto di ceneri
% in peso
10
Durezza
%
97
Indice di iodio
mg/g
850
Indice di tetracloruro di carbonio
% in peso
45
Indice di benzene
% in peso
25
Perdite di carico
Vedere diagramma
I dati indicati rappresentano una media della produzione degli ultimi anni.
Le specifiche delle modalità di prova sono disponibili a richiesta
Imballo:
Il Chemviron Carbon 205 E è normalmente fornito in sacchi da 25 kg realizzati in tre strati.
Le forniture vengono effettuate in lotti da 20 sacchi posizionati su pallets e fissati con polietilene termoretraibile.
1- ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA E DELLA SOCIETA’ / IMPRESA.
INFORMAZIONI SUL PRODOTTO :
Carbone attivo in granuli, cilindretti o polvere attivato con vapore
NOME COMMERCIALE DEL PRODOTTO:
La presente si applica ai seguenti prodotti:
205 E, 205 EA, 207 E, 209 E-LD, 210 E-LD, 207 EA,
338, 607, 205C, 207 C, 208 C, 208 CP, AR1, AR2,
208 E (AP 3-60), 207 AP, AXR1, FG3, FG5, DCL 200
INFORMAZIONI DELLA SOCIETA’ :
Chemviron Carbon Ltd
Lockett Road ,Ashton-in-Makefield , Lancashire
WN4 8DE United Kingdom
B.M.D. SRL
Via Dorando Petri snc
00011 Bagni di Tivoli ROMA ( Italia )
IDENTIFICAZIONE DELLA SOCIETA’ :
U.K. REGISTRATION N° 2908113
NUMERO TELEFONICO DI EMERGENZA :
0044 1942 275400
0039 0774 379230
2 COMPOSIZIONE / INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI
DESCRIZIONE CHIMICA :
Carbone Minerale e vegetale
INGREDIENTI:
Sostanze
CAS n°
NIOSH n°
% in peso
Carbone attivo
7440-44-0
FF5250 000
< 100
3- INDICAZIONE DEI PERICOLI
PERICOLI PER LA SALUTE UMANA:
INALAZIONE : Rif. par. 4
CONTATTO CON LA PELLE : Rif. par. 4
CONTATTO CON GLI OCCHI : Rif. par. 4
INGESTIONE : Rif. par. 4
PERICOLI PER LA SALUTE UMANA - EFFETTI CRONICI : Nessuno Conosciuto
PERICOLI PER L’AMBIENTE : Nessuno
PERICOLI FISICI E CHIMICI : Il Carbone Attivo può prendere fuoco
4- MISURE DI PRONTO SOCCORSO
INALAZIONE
L’inalazione di polvere di carbone attivo può causare irritazione alle vie respiratorie inducendo a tosse e starnuti. Non
causa alcun effetto pericoloso. Qualora si manifestassero problemi si consiglia di trasportare la persona all’aria aperta e,
se necessario, somministrare ossigeno.
CONTATTO CON LA PELLE
Il carbone può causare leggere irritazioni cutanee; il lavaggio con acqua e sapone è sufficiente per alleviare tali irritazioni.
CONTATTO CON GLI OCCHI
Il contatto con la polvere di carbone attivo può causare irritazione; lavare immediatamente gli occhi con copioso flusso di
acqua per almeno 15 minuti.
INGESTIONE
L’ingestione di carbone attivo potrebbe irritare l’apparato digerente, in ogni caso non sono state rilevate conseguenze pericolose e non si consiglia di indurre il vomito.
ALTRE INFORMAZIONI
Nessuna
Deve essere evitata la prolungata e ripetitiva esposizione a questi prodotti
5- MISURE ANTINCENDIO
MEZZI DI ESTINZIONE:
Acqua, anidride carbonica, schiuma e prodotti chimici secchi.
MEZZI DI ESTINZIONE DA EVITARE
Nulla di specifico.
PARTICOLARI PERICOLI DI INCENDIO ED ESPLOSIONE
Forti ossidanti, per esempio l’ozono, possono agire da catalizzatori nella combustione.
EQUIPAGGIAMENTO PROTETTIVO
In caso di incendio utilizzare indumenti protettivi completi e maschere antigas a pieno facciale di tipo CEN o NIOSH.
Tuta e guanti puliti aiutano a ridurre il rischio di irritazione della pelle dovuto a prolungata esposizione con polvere di
carbone attivo.
6- MISURE IN CASO DI FUORIUSCITA ACCIDENTALE
PRECAUZIONI PERSONALI
Il carbone attivo bagnato può ridurre l’ossigeno nell’aria e questo può costituire un pericolo per le persone che operano in
piccoli ambienti non ventilati.
PRECAUZIONI AMBIENTALI
Qualora si debba operare in contenitori o filtri contenenti carbone attivo andrà monitorizzato il contenuto di ossigeno
dell’aria. Si consiglia di autorizzare preventivamente il personale per dette operazioni.
METODI DI PULIZIA
In caso di spandimento del materiale pulire con la scopa e riutilizzare se non inquinato.
7- MANIPOLAZIONE E STOCCAGGIO
MANIPOLAZIONE E STOCCAGGIO
Si raccomandano occhiali di sicurezza con protezione laterale durante la movimentazione. In locali in cui la aspirazione
sia insufficiente sono indicati occhiali aderenti e a tenuta.
In caso di alta concentrazione di polvere nell’aria è consigliato l’uso di respiratori di tipo approvato come CEN
o NIOSH. L’impiego di tuta e guanti puliti aiutano a ridurre il rischio di irritazioni della pelle per un prolungato contatto
con la polvere di carbone attivo.
CONDIZIONI DI STOCCAGGIO
Immagazzinare in luoghi asciutti e lontano da fonti di odore
8- CONTROLLO DELL’ESPOSIZIONE / PROTEZIONE INDIVIDUALE
Rif. par. 7
9- PROPRIETA’ FISICHE E CHIMICHE
ASPETTO
Nero, inodore, granulare
COLORE
Nero
CARATTERISTICHE
Inodore
PUNTO DI EBOLLIZIONE
N.A.
PUNTO DI FUSIONE
N.A.
PUNTO DI INFIAMMABILITA’
N.A.
UNTOINFIAMMABILITA’
N.A.
LIMITE DI ESPLOSIVA IN ARIA
N.A.
TENSIONE DI VAPORE (at 20°C)
N.A.
DENSITA’ RELATIVA
N.A.
SOLUBILITA’ IN ACQUA
insolubile
pH (20°C)
6-8
COEFFICIENTE DI RIPARTIZIONE
N.A.
VISCOSITA’ (25°c)
N.A.
DENSITA’ APPARENTE
0.43 - 0.48 g/ml
PUNTO DI CONGELAMENTO
N.A.
PUNTO DI SCORRIMENTO
N.A.
10- STABILITA’ E REATTIVITA’
STABILITA’ :
Il carbone attivo è stabile alla temperatura comune di immagazzinamento.
CONDIZIONI DA EVITARE :
Il carbone attivo bagnato può ridurre l’ossigeno nell’aria e questo può costituire un pericolo per le persone che operano in
piccoli ambienti non ventilati.
Si consiglia di autorizzare preventivamente il personale per dette operazioni.
MATERIALI DA EVITARE :
Forti ossidanti, per esempio l’ozono, possono agire da catalizzatori nella combustione.
PRODOTTI DI DECOMPOSIZIONE PERICOLOSI :
Ossido di Carbonio, Anidride Carbonica
11- INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE
Nell’uso comune non sono stati riscontrati effetti dannosi alle persone.
12- INFORMAZIONI ECOLOGICHE
Il carbone attivo non ha effetti particolari sull’ambiente
13- CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO
RESIDUO TOSSICO O PERICOLOSO :
Nessuno
TRATTAMENTO DEL RESIDUO :
Riferirsi alla Normativa vigente in funzione delle sostanze trattate con il carbone attivo
14- INFORMAZIONI SUL TRASPORTO
Le normative relative al trasporto di materiali pericolosi ( es.: ADR / RID ) non si applicano al carbone attivo
15- INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE
Il materiale non è ritenuto pericoloso dalle Direttive CEE 67/ 458
16- ALTRE INFORMAZIONI
Data di emissione : 31.01.1997
N° telefonico di emergenza : U.K. 0044 1942 275400
:Italia 0039 774 379230
La Chemviron Carbon Ltd e la B.M.D. srl hanno posto la massima cura ed il meglio delle proprie conoscenze alla compilazione della presente scheda, ma non si assumono la responsabilità di errori ed omissioni che vi possono essere contenute.

Documenti analoghi