PROGRAMMA e REGOLAMENTO JUNIOR CLUB

Commenti

Transcript

PROGRAMMA e REGOLAMENTO JUNIOR CLUB
PROGRAMMA e REGOLAMENTO JUNIOR CLUB
ESTATE 2011
Il soggiorno riservato ai ragazzi è studiato per proporre una
vacanza divertente e indimenticabile,
ma soprattutto per
garantire la tranquillità dei genitori che hanno scelto di
affidare i loro figli al nostro centro di vacanza estivo.
I corsi di sci o snowboard, svolti sotto la guida di esperti
istruttori coadiuvati da personale addetto all’assistenza sui
campi da sci, garantiscono il massimo della professionalità e
sicurezza.
Uno speciale staff - composto sia da maestri di sci che da
competenti animatori - si preoccupa, invece, di sorvegliare e
intrattenere costantemente i partecipanti allo Junior Club con
attività ludico-educative, che mirano non solo al divertimento, ma
anche alla creatività e alla socializzazione.
La
presenza
di
un
medico
e
di
un’attrezzata
infermeria
garantiscono, inoltre, un’adeguata tutela della salute dei piccoli
ospiti.
Al fine di agevolare il compito di sorveglianza ai minori non è
consentito:
 Intrattenersi sui campi di sci, al di fuori del normale
orario delle lezioni, senza la sorveglianza dei Maestri e
Assistenti Pirovano;
 Uscire dall’albergo senza la sorveglianza del personale
preposto all’assistenza e animazione;
 Bere bevande alcoliche e superalcoliche;
 Riunirsi in gruppi oltre gli orari stabiliti per il termine
delle attività ed il rientro in camera per il riposo notturno
indicati in calce al presente regolamento.
Qualora il partecipante allo Junior Club tenga un comportamento
contrario alle regole di correttezza e civiltà, o non conforme
agli usi, Pirovano sarà costretta ad allontanarlo, informandone
tempestivamente la famiglia. Nel caso di danni arrecati ai beni
dell’albergo ne sarà richiesto il risarcimento.
Programma attività
Mattino: scuola sci e snowboard
Il personale di assistenza e animazione provvederà alla sveglia
del mattino, di norma alle ore 6.50, e seguirà i ragazzi durante
la prima colazione servita dalle ore 7.00 alle ore 8.00. L’inizio
dei corsi è previsto alle ore 8.15, momento in cui i ragazzi
saranno affidati ai nostri maestri per la pratica dello sci o
dello snowboard.
Al termine delle lezioni rientro in albergo per il pranzo previsto
di norma alle ore 12.30 (qualora le 4 ore di lezione giornaliera
si svolgessero tutte di mattino, l’orario del pranzo sarà
posticipato alle ore 13.00).
Alle ore 14.00 appuntamento con i Maestri Pirovano per le lezioni
pomeridiane fino alle ore 16.30 circa.
Rientro in albergo per la merenda,
servita al bar con ricco
buffet di dolci, e inizio delle attività ludico educative e
sportive, quali ad esempio:
 Corso di nuoto;
 Corsi di ginnastica, step, acquagym;
 Passeggiata al vicino Rifugio Garibaldi per scoprire flora e
fauna del Parco Nazionale dello Stelvio;
 Passeggiata
alla
scoperta
dei
camminamenti
e
trincee
risalenti alla Prima Guerra Mondiale;
E ancora:






Torneo di ping-pong – anche nelle ore serali;
Torneo di calciobalilla – anche nelle ore serali;
Torneo di calcetto;
Torneo di pallavolo;
Spazio con laboratorio creativo;
Giochi di società e preparazione di uno spettacolo
cabaret.
di
Attività serali:
La cena è servita alle 19,30. Il personale di assistenza e
animazione informerà i partecipanti allo Junior club circa le
attività serali previste:
 Baby dance per i più piccoli;
 Giochi di gruppo in discoteca;
 Serata Film;
 Serata cabaret.
I più piccoli (fascia di età 8 / 14 anni non compiuti)
termineranno le attività entro le ore 22.15, i più grandi (fascia
di età 14 / 18 anni non compiuti) entro le ore 23.30.
Il termine delle attività corrisponde all’obbligo di rientro in
camera per il riposo notturno.
SERVIZIO AUTOBUS
Il servizio è operativo nel periodo 12 giugno/17 luglio 2011, con
partenza alla domenica da Milano: alle ore 8.45 dalla FF.SS. di
Porta Garibaldi, oppure alle 9.15 dalla Stazione Centrale (lato
Hotel Gallia, Piazzetta IV Novembre). Il rientro a Milano è
previsto tra le 18.00 e le 20.00 della domenica successiva. La
prenotazione è obbligatoria e si effettua telefonando agli uffici
di Sondrio (tel.0342/21.00.40) entro il giovedì precedente la
partenza. Quota individuale viaggio andata e ritorno euro 70,00.
Un ns. incaricato seguirà i minori sia durante il viaggio di
andata che durante quello di ritorno.
Il personale dell’albergo alle ore 08.45, orario della partenza da
FF.SS. Porta Garibaldi, si metterà in contatto con l’incaricato
al transfert per verificare la presenza di tutti i minori che
hanno richiesto il servizio pullman.
In caso di assenze i clienti mancanti saranno contattati dalla
direzione dell’albergo (tel.0342/90.44.21) per accertare se si
tratti di ritardi o defezioni. Lo stesso avverrà per la partenza
da FF.SS. Stazione Centrale prevista per le ore 9.15.
In particolare, per la partenza da FF.SS. Centrale in caso di
assenze ci si preoccuperà di verificare eventuali ritardi dei
treni in arrivo dalle località di provenienza dei clienti.
Se i ritardi fossero tali da non consentire un’attesa da parte del
nostro pullman (orario massimo di partenza ore 9.45), l’incaricato
transfert attenderà in stazione i minori non accompagnati per poi
portarli allo Stelvio con altri mezzi.
La domenica successiva, per il pullman in partenza alle ore 14.30
circa dallo Stelvio per Milano il nostro incaricato ,coadiuvato
dal personale dell’albergo, controllerà che siano caricati tutti i
bagagli e che, giunti alle FF.SS. Centrale e Porta Garibaldi,
siano presenti i genitori o chi ne fa le veci ad attendere i
minori.
I minori che devono proseguire da soli in treno saranno invece
guidati all’interno della stazione Centrale ed indirizzati ai
binari di partenza.
Allo scopo di facilitare le operazioni sopra descritte è opportuno
siano forniti all’atto della prenotazione i contatti telefonici
sia dei genitori sia del minore, sempre che dotato di proprio
telefono cellulare.
Gentili Famiglie,
sono Marianna, maestra di sci e assistente dei Vostri ragazzi al Pirovano, al Passo dello
Stelvio. Il mio lavoro consiste nel seguirli 24 ore su 24.
Partendo dalla sveglia del mattino, mi assicuro che i ragazzi facciano una consistente
colazione, che siano vestiti in modo adeguato ad affrontare la giornata sulle piste da sci e che
abbiano messo la crema protettiva, indispensabile per prevenire gli effetti dannosi del sole,
amplificati a 3.000 metri di quota dal riverbero sulla neve.
Dopo questo primo controllo provvedo ad accompagnarli al deposito sci, li aiuto a mettere
gli scarponi, verifico che tutti abbiano preso sci o tavola, bastoncini, guanti, casco e occhiali anti
UV. Terminata questa fase di preparazione all’attività sportiva li consegno ai loro maestri.
Essendo io stessa maestra di sci, non li abbandono nemmeno durante le quattro ore
giornaliere di lezione. Collaboro, infatti, alle sessioni di scuola dei miei colleghi, intervenendo per
seguire quei bambini che, ad esempio, hanno difficoltà nello svolgere uno specifico esercizio, ciò per
evitare che l’attività dell’intera classe sia rallentata. Se invece qualcuno necessita della toilette o
si sente poco bene lo riporto in albergo.
A fine lezione attendo i ragazzi allo ski room, li aiuto a depositare gli attrezzi negli
appositi armadietti riscaldati e poi li accompagno alle camere affinché si preparino per il pranzo.
Stesso iter nel pomeriggio, quando la scuola sci pratica l’orario spezzato di lezione.
Terminata merenda si partecipa alle attività di intrattenimento organizzate dallo staff
d'animazione: giochi in piscina, tornei di pallavolo, di calcetto, ping pong, escursioni ... dopo
cena tutti in sala video a guardare le riprese delle proprie performance sciistiche, per capire gli
errori commessi e, soprattutto, in che modo porvi rimedio.
Anche la sera non mancano comunque mai situazioni di divertimento e aggregazione
proposte dai nostri coinvolgenti animatori.
A partire dalle ore 22.15, scaglionato per fasce di età, inizia il "coprifuoco"...tutti a letto,
per essere pronti al massimo delle forze per la giornata seguente...
Genitori, tranquilli… veglio su di loro anche oltre l’orario del “coprifuoco”, vagando nei
corridoi dei piani destinati ad alloggiare i minori fino a quando non sono certa che “Morfeo” non
sia giunto a darmi il cambio!
Vi aspetto numerosi!
Marianna
P.S.: Ovviamente non sono sola, altri colleghi maestri mi coadiuvano, insieme ad esperti
animatori, nell’assistere e intrattenere i ragazzi dello Junior Club.