a milano

Commenti

Transcript

a milano
BARBARA D’URSO:
«Tanto poi esce il sole»
24 orenews.it
GENNAIO
Milano
Anno 2 - n.1/2012 • Periodico d’informazione e cultura
METODO CLASSICO
Tenuta Nuova Cà da Meo di Magda Pedrini, Via Pratolungo 163 - 15066 GAVI (AL) Italy
Tel. +39 0143 667923 Fax +39 0143 667929 www.magdapedrini.it • [email protected]
MANGIÀ EL PANATTON
DE SAN BIAS
(Taumaturgia contro i mali della gola e del naso)
Di San Biagio o San Biagio di
Sebaste si sa molto poco: fu
medico, vescovo e santo armeno
e morì martirizzato con un taglio
alla gola, nel 316. Gli sono stati
attribuiti diversi miracoli, tra cui
il salvataggio di un bambino che
stava soffocando dopo aver
ingerito una lisca di pesce. Fu
venerato in tutta Italia ed in
particolare a Milano. La mattina
del 2 febbraio, festa di S. Biagio, i
milanesi sono sempre andati in
chiesa a ricevere la benedizione
ed a baciare la reliquia «de San
Bias, protettor de la gola e del
nas». Poi, ritornati a casa, era uso
«poccià in del latt» quella fetta
del panettone di Natale che, in
quel giorno, ciascuno, con una
piccola rinuncia di gola, aveva
volontariamente lasciata intatta
sulla tavola imbandita e, quindi,
conservata e riposta con molta
cura. L'usanza è ancora
abbastanza viva e viene sfruttata
dalle case produttrici di dolciumi
che, per smaltire le scorte
avanzate dalle vendite natalizie,
offrono due confezioni (una
fresca e l’altra rafferma) al prezzo
di una, nei giorni
immediatamente precedenti la
festa del santo.
24 orenews.it
Milano
Periodico d’informazione e cultura
Anno 2 - No. 1 Gennaio 2012
6
9
10
11
12
15
16
17
19
20
22
9
24
26
27
28
29
30
31
32
47
34
35
38
40
42
43
44
47
48
49
50
51
52
53
55
56
31
58
60
IL PERSONAGGIO
Barbara D’Urso: «Tanto poi esce il sole»
ARTE E CULTURA
Teatro alla Scala, Don Giovanni
La Contee d’Hoffmann
Excelsior
Cartellone teatri
Galleria Vittorio Emanuele: Milano “ritrova” il suo salotto
The cube, per sognare con gusto…
Leo Longanesi, editore, scrittore, artista…
Lo spirito umanitario del Rotary
Pixar. 25 anni di animazione
Cartellone mostre
IN FIERA
A Milano il 92° salone internazionale della casa
Esposizione internazionale canina una storia lunga 47 anni
Cartellone concerti
EXPO CHE VERRÀ
Anche la Francia a Expo Milano 2015
MILANO & FASHION
Parte da Milano la scommessa sull’Italia di Triumph
L’eleganza nel cuore di Milano
Botteghe storiche
Emporio Armani
Giorgio Armani
La moda di Federica Neri
MILANO SI RACCONTA
Insieme per il bene dei bambini di Haiti...
Tibet, “Duepunti di vista” a Milano
Un gran galà di Natale
Ecco la nuova Classe M targata Mercedes-Benz
Via Poma, anteprima in Cattolica
Arte, estro e talento…
Libri e CD
MILANO COME STAI?
I rimedi dell’omeopatia
“Adulti” e vaccinati
Un’oasi di pace e di benessere
Con Lipomassage il mio corpo si rimodella dove voglio io
GIARDINI MAGICI
Via libera alla stevia!
MILANO GOURMET
A Milano il pane si chiama “michetta”
Concediamoci un po’ di dolcezza
SPORT E SPETTACOLO
Un sogno diventato realtà
Race in the city, lo sci di fondo a Milano
ANDATA E RITORNO
Una città da scoprire, Torino
Torino Film Festival
62 OROSCOPO 2012
Gennaio 2012
Direttore Responsabile
Dario Bordet
Direttore Editoriale
Alessandro Trani
Hanno collaborato
Evelina Flachi
Marie Bordet
Renata De Lucia
Valentina Ferrario
Giuseppina Lisa Manno
Cristiano Messina
Angela Minutillo
Sergio Mondonico
Francesco Picazio
Milena Polidoro
Foto Editor Nick Zonna
Servizi delle pagine 15, 19, 27, 30, 31,
da 34 a 42, 44, 45, 60 e 61
Si ringraziano:
Margherita Caligiuri – 9Art
Ufficio Stampa Teatro alla Scala
Ufficio Stampa Provincia di Milano
Progetto Grafico e impaginazione
Patrizia Colombo
Pubblicità, Promozione
Pubbliche Relazioni
Le Roy Advertising - Milano
Carlo Kauffmann
Dante Colombo
Edizioni
Le Roy srl
Viale Brianza 24 - Milano
Tel. 02.26140913 • [email protected]
www.24orenews.it
Stampa
Bieffe Industria Grafica
(Recanati – MC)
Periodico mensile
Reg.Trib di Milano (in attesa di reg.)
Distribuzione Gratuita
Desideriamo informarLa che i suoi dati personali
raccolti direttamente presso di lei o fornitici saranno utilizzati da parte di “24orenews.it Milano”
nel pieno rispetto dei principi fondamentali dettati
dalla direttiva 95/46/CE e dal D.lgs. 171/98 per
la tutela della Privacy nelle Telecomunicazioni e
dalla direttiva 97/07/CE e dal d.lgs. 185/99
Eventuali detentori di copywriting sulle immagine - ai quali non siamo riusciti a risalire - sono
invitati a mettersi in contatto con: Le Roy srl
Credits copertina mese dicembre
(foto di Barenboim): Marco Brescia
2012 AUGURI
Da qualche giorno è nato il nuovo anno, come sempre fra
qualche preoccupazione, buoni propositi e tante speranze.
Dobbiamo dirvi con soddisfazione che il compiaciuto e crescente
interesse manifestatoci da voi, cari lettori, mese dopo mese,
continua ad alimentare il nostro entusiasmo e ci spinge a volervi
regalare sempre più piacevoli emozioni. Grazie a voi abbiamo
anche aumentato e migliorato la nostra distribuzione, tanto da
essere presenti nei più importanti centri culturali, artistici e
museali della nostra città.
Un anno quindi che vogliamo vivere con voi con grande
passione, offrendovi un prodotto editoriale sempre più ricco di
interessanti servizi che non vi facciano mai perdere di vista ciò
che è successo né tantomeno ciò che Milano si “prepara a vivere”.
Non a caso il personaggio di copertina di questo primo numero
del 2012 è la bella e brava Barbara D’Urso, autrice di un libro
ricco di emozioni e di sentimenti forti ma soprattutto con un
titolo che vogliamo fare nostro e che speriamo sia il vostro
pensiero per l'anno appena iniziato: «Tanto poi esce il sole».
BUON 2012 a tutti.
Carlo Kauffmann
24oreNews
5
IL PERSONAGGIO
TANTO POI
ESCE IL SOLE
uasi un modo per dire che anche
se tutto va male, prima o poi le cose
miglioreranno. È il titolo del terzo
libro della bella conduttrice Barbara D’Urso, che racconta il difficile rapporto con il padre e ricorda
il rigore della mamma, scomparsa
dopo una lunga malattia quando Barbara aveva solo
11 anni. Dopo “Debole è la carne”, una raccolta di
interviste a celebri personaggi del mondo dello spettacolo e “Più forti di prima”, 15 storie di donne ribellatesi alla violenza alla quale erano sottoposte,
l’instancabile Barbara ha scelto di parlare di sè ed
in particolare della sua infanzia, attraversando ricordi
ricostruiti in gran parte grazie ai racconti di parenti
e amici. «Non ricordavo che le cose dolorose, quelle
belle non le ho ritrovate neanche con l’analisi. Così
Q
6
24oreNews
quest’estate ho chiamato gli zii, gli amici d’infanzia.
La parte più divertente sono stati i miei primi fidanzatini, la parte dolorosa è stata tutto il resto: ho scoperto molte cose che non sapevo, altre sono rimaste
senza risposta».
Le poche immagini della mamma ammalata
Incancellabili sono le immagini della mamma ammalata ma Barbara, oltre a questo, di lei non ricorda
quasi nulla: «Mi hanno raccontato che mamma era
- come me - rigorosissima nell’educazione. Ogni sera
dovevo mangiare alle sette e mezzo in punto e senza
distrazioni: se combinavo una marachella venivo
chiusa nello stanzino e per sgridarmi agitava nell’aria
un cucchiaio di legno, anche se era costretta in un
letto. Era il suo modo di educarmi e di amarmi perdutamente».
Le severe punizioni di papà
Anche sul papà emergono ricordi non piacevoli,
come le “scudisciate” sulla schiena con il frustino
da cavallo, una volta che a 15 anni Barbara rientrò
a casa in ritardo. «Ma c’erano anche altre umiliazioni.
Un episodio che non c’è nel libro riguarda quando,
una sera a tavola, io gli risposi male, lui prese la
zuppiera e me la rovesciò sulla testa, con tutti gli
spaghetti, capperi e olive che mi scendevano addosso!». Oggi però la nota conduttrice, che sa cosa vuol
dire gestire dei figli, legge nei comportamenti del
padre quelli di un genitore nel tentativo di proteggere
dal mondo la sua bella figlia quindicenne, già troppo
carina e al centro dell’attenzione dei ragazzi.
Una bellezza nostrana
Una donna strepitosa, dotata di una bellezza nostrana
che non risente dell'avanzare del tempo. È sicuramente il sogno proibito di tutti gli uomini italiani,
giovani e non. Conduttrice televisiva, attrice e giornalista, Maria Carmela D'Urso (è questo il suo vero
nome) nasce a Napoli il 7 maggio 1957 da una famiglia benestante. Rimasta orfana della madre all'età
di 11 anni, appena diciottenne parte per Milano per
tentare di entrare nel mondo della moda, seppur con-
tro il parere del padre, con il quale non ha mai avuto
un rapporto facile. Dopo un periodo passato a fare
la modella la D’Urso si accorge che la TV la attira,
e che lei attira la TV. Debutta come showgirl nel
1977, con il nome di Barbara, su Telemilano 58 (che
nel 1980 cambierà la denominazione in “Canale 5”)
con il programma “Goal”, accanto a Diego Abatantuono, Teo Teocoli, Giorgio Porcaro e Massimo Boldi.
Lavora anche come annunciatrice televisiva e valletta
al fianco di Claudio Lippi. Negli anni ’80 raggiunge
un discreto successo come attrice sul grande schermo
e in numerose serie televisive. Sono di questo periodo
anche i servizi fotografici per le riviste Playboy e
Playmen nei quali la d'Urso appare senza veli. Una
lunghissima gavetta fino alla vera consacrazione nel
nuovo millennio, come conduttrice televisiva. Grazie
alla conduzione di trasmissioni di successo come il
Grande Fratello e la Fattoria, Barbara D’Urso ha modo di farsi conoscere e imporsi al grande pubblico
italiano per la sua simpatia, il suo essere giusta e
imparziale e la sua prorompente femminilità. Dal
2008, debutta con successo nella fascia mattutina
di “Mattino Cinque”, e prosegue ottenendo alti ascolti
anche a “Lo show dei record”, “Pomeriggio Cinque”
e “Domenica Cinque”.
24oreNews
7
ARTE E CULTURA
DON GIOVANNI
Wolfgang Amadeus Mozart
Dal 7 Dicembre 2011 al 14 Gennaio 2012
Durata spettacolo: 3 ore e 15 minuti
Don Giovanni: I PROSSIMI APPUNTAMENTI
3 4, 12, 14 gennaio - ore 20.00
3 8 gennaio - ore 15.00
P
recedute dall'Inno di Mameli sono
risuonate alla Scala di Milano le note
del Don Giovanni, l'opera di Mozart che
ha inaugurato la stagione del teatro milanese nel tradizionale appuntamento della
festa di Sant'Ambrogio, il 7 dicembre. E alla fine
sono stati almeno 12 i minuti di applausi per la direzione di Barenboim e la regia di Carsen. Caldi applausi dai due presidenti della Repubblica e del
Consiglio insieme sullo stesso palco (non era mai
successo prima d’ora). Applausi agli interpreti, a
Barbara Frittoli, a Giuseppe Filianoti e ad Anna
Netrebko, straordinaria e stra-applaudita sotto una
pioggia di fiori. Fiori anche per Bryn Terfel (Leporello) e per Peter Mattei (Don Giovanni). Persino il
regista Carsen è stato accolto da dei «bravo» insistiti
(quasi mai il regista viene applaudito alla prima).
Meritatissimi applausi a Barenboim, che ha ricevuto
però anche qualche fischio, certamente da chi voleva
proprio farsi notare.
24oreNews
9
ARTE E CULTURA
LES CONTES
D’HOFFMANN
Jacques Offenbach
Dal 15 Gennaio al 5 Febbraio 2012
Durata spettacolo: 3 ore e 40 minuti
Q
uando nel 1851 Offenbach, il “Mozart
degli Champs-Élysées”, il re dell’operetta e del can can, assistendo al drame-fantastique “Les Contes d’Hoffmann”
di Jules Barbier e Michel Carré, all’Odéon
di Parigi, aveva pensato che poteva essere un soggetto bellissimo per un’opera, non poteva certo immaginare che quella sarebbe stata proprio l’ultima
che avrebbe scritto. Fu il suo capolavoro, secondo
alcuni esperti, non finito a causa della sua morte
nell’ottobre del 1880. L’opera debutterà nel febbraio
del 1881 all’Opéra-Comique con uno straordinario
successo. Il lavoro “incompiuto” passò attraverso
diverse mani: i dialoghi parlati vennero trasformati
in recitativi, per molto tempo ci furono esecuzioni
nelle quali l’ordine degli atti veniva invertito, o un
atto veniva soppresso o alcune pagine venivano spostate da un atto all’altro. L'opera di Offenbach rende
omaggio, in chiave fantastica, allo scrittore prediletto
dal compositor,e raccontandone la storia degli amori
infelici con la freschezza tipica dell’operetta unita
a toni di intensa malinconia. Un bellissimo spettacolo di Robert Carsen, che fa da specchio a Don
Giovanni e vive di suggestivi cambi di scena a vista,
in un’atmosfera da sogno. Protagonista è Ramón
Vargas (Hoffmann). Nel cast spiccano, inoltre, Ekaterina Gubanova (La Muse), Ildar Abdrazakov (Dapertutto) e William Shimell. Rachele Gilmore, Genia
Kühmeier e Nino Surguladze interpretano i tre amori
infelici del poeta.
10
24oreNews
Les contes d'Hoffmann: I PROSSIMI APPUNTAMENTI
3 10 gennaio - ore 18.00 - Conferenza Prima delle Prime
3 15, 17, 19, 21, 24, 27 gennaio - ore 19.30
3 1, 3 febbraio - ore 19.30; 5 febbraio - ore 15.00
Fine del III Atto "La morte di Antonia" dell’opera
Les contes d'Hoffmann, durante la prima
produzione all’Opéra-Comique a Paris nel 1881
EXCELSIOR
A
lla Scala, nel 1881, il sipario si aprì
su Excelsior, una “azione coreografica,
storica, allegorica e fantastica in 6 parti
e 11 quadri” che celebrava il trionfo della
Luce e della Civiltà sull’Oscurantismo. Su
libretto e coreografia di Luigi Manzotti, musica di
Romualdo Marenco e scene di Alfredo Edel, ecco
il battello a vapore, la pila di Volta, il telegrafo, il
canale di Suez, il traforo del Moncenisio: un’esaltazione delle conquiste del Progresso scientifico e
tecnologico che unisce e affratella i popoli. Excelsior fu un successo straordinario, con oltre 100 repliche sin dalla prima stagione e tournées in tutto
il mondo proprio per la sua valenza simbolica e allegorica, incarnazione dello spirito dei tempi. La
nuova versione firmata nel 1967 da Crivelli, Dell’Ara, Carpi, Coltellacci - alla Scala dal 1974 - ha
alleggerito la costruzione, l’orchestrazione, la pantomima e l’organico dell’originale (le comparse erano più di 500) ma mantiene intatto l’estro del ballo
manzottiano e il sapore antico dello spirito italiano
in danza. Roberto Bolle aprirà questa nuova stagione di balletto.
Dal 20 Gennaio al 9 Febbraio 2012
Durata spettacolo: 2 ore e 20 minuti
Excelsior: I PROSSIMI APPUNTAMENTI
3 18 gennaio - ore 18.00 - Anteprima per i giovani
3 20, 22, 25 gennaio - ore 20.00
3 2, 4 e 9 febbraio - ore 20.00; 4 febbraio - ore 14.30
24oreNews
11
CARTELLONE TEATRI
TEATRO NUOVO
HEIDI il musical
Heidi è uno dei personaggi dei
cartoon forse tra i più conosciuti
dai bambini: la storia della piccola montanara, da sempre, rappresenta valori quali Amore per
la vita, Ottimismo, Altruismo,
Amicizia, Spontaneità ed Allegria. Heidi è una bambina molto
allegra che vive con il nonno tra
le montagne svizzere a contatto
con una natura incontaminata.
Il suo carattere vivace e altruista
la fa essere la beniamina di tutti
e fa sempre divertire tutti quelli
che la circondano. La commedia
musicale non è però solo questo:
è comicità, con le gag di una Signorina Rottermayer comicissima, nella sua serietà; canzoni
deliziose ed orecchiabili per tutti;
è danza, acrobazia e scenografie
coloratissime. In Heidi ritroveremo tutti i personaggi diventati
celebri grazie al cartoon degli
anni ‘70 ed ancora oggi spesso
trasmesso, amatissimi dai bambini. Un vero piacere per gli occhi e per il cuore: un immancabile appuntamento per chi vuole
12
24oreNews
tornare a sognare ancora o non
ha mai smesso di farlo.
Dal 3 all’8 gennaio
TAP DOGS
Arriva in Italia uno show di pura
adrenalina applaudito da oltre
11 milioni di spettatori nei più
importanti teatri del mondo che
combina la forza e la potenza
muscolare di straordinari performer con la precisione e la ritmica
contagiosa del tip tap rivisto in
chiave moderna! Danzatori australiani in jeans o calzoncini corti, canottiere o camicie a scacchi
che si levano e annodano in vita
con aria da muratori e camionisti. Il risultato è un battito incalzante, travolgente dove si mescolano un tempismo portentoso
ad un magnetismo animale e decisamente erotico. Utilizzano svariati attrezzi di supporto alle loro
coreografie: palloni da basket,
elastici e tiranti estensibili, barre
d’acciaio, oltre, naturalmente, al
legno del pavimento che percuotono con una tale energia da farlo risuonare come acciaio.
Dal 10 al 15 gennaio
PARSONS DANCE COMPANY
David Parsons, vera e propria icona della "Post Modern Dance"
statunitense, dagli anni 80 intrattiene il pubblico di tutto il
mondo con una danza piena di
energia e positività, acrobatica
e comunicativa al tempo stesso.
Quest'ultimo spettacolo è il risultato di una straordinaria teatralità e di un lavoro fisico che si
trasforma in virtuosismo e leggerezza.
Dal 31 gennaio al 5 febbraio
TEATRO ELFO PUCCINI
PAOLO POLI - Il mare
Paolo Poli prende spunto dai racconti di una grande scrittrice italiana del Novecento, Anna Maria
Ortese, per farci viaggiare nei primi decenni del secolo tra esistenze grame e facili speranze, colonialismi da operetta e fughe
d’amore verso orizzonti marini.
Figure e figurine di un’italietta
arrancante nella storia dove le
canzonette fanno la parte del
leone, sullo sfondo delle multicolori scene di Lele Luzzati e con
i coloratissimi costumi di Santuzza Calì. Il suo tocco lieve e irriverente incanta e sorprende senza sosta, ora con maliziose divagazioni canore, ora con cambi di
costumi e scene che percorrono
ogni epoca e cromatismo.
Dal 24 gennaio al 5 febbraio
TEATRO MANZONI
VINCENZO SALEMME
L'astice al veleno
Commedia brillante dell'attore/ regista campano coi collaudati meccanismi comico-farseschi che l'han
reso famoso. Protagonisti sono
Barbara e Gustavo: lei è un'attricetta, amante delusa del regista
dello spettacolo con cui sta per debuttare, lui invece è un pony express che consegna doni per il Natale imminente. La vicenda è ambientata nel teatro in cui sta provando Barbara, nella giornata del
23 dicembre. Il titolo richiama il
piano diabolico di Barbara per
mettere fine alla sua relazione con
il regista, ma l'arrivo di Gustavo
complica le cose. Il ritmo incalzante
delle battute sarà ammorbidito dai
passaggi musicali cantati dai personaggi in scena. Il tutto condito
dalle incursioni di un astice vivo
da cucinare, ma che nessuno ha il
coraggio di ammazzare. Uno spettacolo che porterà una ventata di
festosa allegria.
Dal 31 gennaio al 5 febbraio
TEATRO DELLA LUNA
L'ARCA DI GIADA
Arriva nei principali teatri d'Italia
l'atteso e spettacolare musical
fantasy in 3D live che affascinerà
e stupirà il pubblico di tutte le età.
Tra realtà e fantasia si esibiscono
circa 26 talentuosi artisti: cantanti,
ballerini e acrobati diretti dal famoso coreografo Kristian Cellini.
In evidenza nel cast il tenore di
fama mondiale Piero Mazzocchetti, alla sua prima esibizione in un
musical, e il ballerino Leon, reduce
dal successo di Amici. Lo spetta-
SO TUTTO SULLE DONNE
Il titolo racconta abbastanza, tre
ragazzi, allora ventenni, trascorrevano un intero pomeriggio a
dibattere, a confrontarsi a fantasticare sul loro argomento preferito: le donne! All'epoca si parlava di aspettative e speranze!
Dal 26 gennaio al 12 febbraio
colo è scritto da Daniela Fusco e
diretto dal maestro Toni Verde,
che ha composto le musiche tra
le melodie dell’opera lirica e la
grinta dell’opera rock.
Dal 2 febbraio al 5 febbraio
TEATRO MARTINITT
DUE MARITI
E UN MATRIMONIO
La vicenda si snoda praticamente in un pomeriggio e il racconto
di un matrimonio mancato svi-
luppa un meccanismo ad orologeria che crea situazioni comiche che a colpi di scena precipita in un sorprendente epilogo. Il tema si potrebbe definire
"l'amore al tempo della crisi",
ma non è solo la crisi economica
quella che coinvolge i protagonisti, ma soprattutto quella dei
valori, quella femminile, quella
familiare, quella delle relazioni
e chi più ne ha più ne metta.
Dal 5 al 22 gennaio
INDIRIZZI
TEATRO NUOVO
Piazza San Babila, 1
TEATRO ELFO PUCCINI
Corso Buenos Aires, 33
TEATRO MANZONI
Via Alessandro Manzoni, 42
TEATRO DELLA LUNA
Via G. Di Vittorio, 6 - Assago
TEATRO MARTINITT
Via Riccardo Pitteri, 58
ARTE E CULTURA
GALLERIA VITTORIO EMANUELE:
THE CUBE, PER SOGNARE CON GUSTO…
Se vi trovate in piazza del Duomo a Milano e
alzate lo sguardo, in cima al palazzo accanto alla
Galleria Vittorio Emanuele, una insolita
struttura catturerà tutta la vostra attenzione. Si
tratta di “The Cube”, un piccolo ristorante con
vista mozzafiato sul Duomo, dotato di una
struttura architettonica al limite
dell'immaginabile, itinerante, progettato e
finanziato dalla multinazionale svedese
Electrolux. Arriva da Stoccolma e ripartirà per
Londra una volta lasciata Milano. Fino al
prossimo 26 aprile i milanesi potranno vivere un
piccolo sogno nel pranzare o cenare al “The
Cube”, nella cornice di un incantevole
panorama. The Cube abbina la cucina “stellata”
dei più noti chef, che si alterneranno durante le
varie settimane ai servizi e al design più
innovativi. Il ristorante dispone di 18 posti e
quindi è indispensabile la prenotazione.
MILANO “RITROVA”
IL SUO SALOTTO
Dopo 50 anni il "salotto di Milano"
si è rifatto il look per accogliere dal
nuovo anno milanesi e turisti in tutto
il suo splendore. Milano ritrova una
delle sue “vetrine” migliori, la Galleria Vittorio Emanuele II, che raccorda il Duomo e La Scala. Molto
soddisfatti gli assessori comunali:
Lucia Castellano e Franco D’Alfonso
si sono complimentati con il Team di
giovani restauratori che hanno lavorato ininterrottamente per completare
l’opera come promesso, in 210 giorni,
mentre Cristina Tajani ha voluto premiare con una targa i 35 restauratori
guidati da Milena Maitani. L'intervento di restauro conservativo della
pavimentazione della Galleria è stato
effettuato dall'Amministrazione comunale con la supervisione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano, in
coordinamento con l'Unione del
Commercio e l'Associazione Salotto
di Milano. A questo intervento seguirà la sistemazione della pavimentazione dei portici settentrionali e
meridionali con termine nell'aprile
2012, per una superficie complessiva
restaurata di 6.300 mq.
24oreNews
15
MILANO DI CARTA
LEO LONGANESI,
EDITORE, SCRITTORE, ARTISTA…
dava un nuovo settimanale di grande notorietà: “Il borghese”.
ra questo il titolo di una
bella mostra in suo onore, organizzata a Palazzo
Reale a Milano, tra la
fine del 1996 e l'inizio del 1997,
per ricordare al pubblico la sua
variegata produzione artistico/letteraria. Nel 2005, in occasione del
centenario della nascita, le Poste
Italiane hanno emesso un francobollo commemorativo del grande
Leo Longanesi.
E
Libertà di pensiero
Nella sua breve, ma intensa vita,
Longanesi verrà ricordato certo per
la sua produzione letteraria, per
aver dato vita ad una fra le più note case editrici italiane, per i suoi
16
24oreNews
elzeviri taglienti, ma anche come
ideatore delle tante pubblicazioni
di successo che contribuirono a
sviluppare il mercato dei periodici
in Italia. Nel 1937 usciva a Roma
il primo numero di “Omnibus”:
una data importante nella storia
del giornalismo italiano, in quanto
con questo settimanale di Longanesi nasceva il modello di periodico “a rotocalco” fino ad allora
pressoché sconosciuto in Italia. Fu
sospeso dalla commissione di censura del regime fascista nel 1939,
per «la troppa libertà di pensiero
del suo fondatore». Nel 1950, insofferente allo sviluppo poco corretto, secondo lui, della nuova democrazia italiana, Longanesi fon-
Libri, tanti libri
Vastissima la sua produzione letteraria, a volte realizzata con collaborazioni importanti come quella
con Mino Maccari ed altri per
“L'almanacco di strapaese” del
1922 o, nel 1941,con Vitaliano
Brancati per “Il piccolo dizionario
borghese”. Da ricordare comunque,
nel ’48 “In piedi e seduti”, nel ‘51
“IL Destino ha cambiato cavallo”,
nel ‘53 “Ci salveranno le vecchie
zie?”. Nel 1973 Rusconi pubblica
“I borghesi stanchi” una raccolta
di disegni di Leo Longanesi, con
la prefazione di Indro Montanelli.
Addio leo
Leo Longanesi muore a Milano,
nel suo ufficio, colto da un infarto,
ma prima di esalare l'ultimo respiro ebbe il tempo di scrivere su
un pezzo di carta trovato sulla sua
scrivania: “...come avevo sempre
sperato, alla svelta e fra i miei aggeggi”. Era il 27 settembre 1957,
terminava a poco meno di sessant'anni la vita di un uomo libero,
coraggioso, certo controverso,
grande editore, scrittore, artista,
che merita un posto di rilievo nella
nostra “Milano di carta”.
Lo spirito
umanitario del Rotary
a Fondazione Rotary è
un’associazione senza
fini di lucro la cui
missione consiste nell’aiutare i Rotariani a
promuovere la comprensione, la buona
volontà e la pace nel
mondo attraverso il
miglioramento della
salute, il sostegno all’istruzione e l'alleviamento della povertà.
Il Rotary International
è costituito da circa
34.000 Rotary club in
tutto il mondo i cui
soci formano una rete
globale di imprenditori, professionisti e
L
InvIto alla cena
benefIca
a favore dell’opera
cardInal ferrarI
Il prossimo 30 gennaio, come ogni
anno, il rotary club buccinasco
San biagio centenario organizza
una cena benefica aperta a tutti,
previa prenotazione, presso l’opera
cardinal ferrari di Milano in via
boeri al 3. obiettivo dell’incontro è
quello di raccogliere fondi per la
storica e prestigiosa Istituzione
Milanese che dal 1912 si occupa di
dare sostegno ai meno fortunati
con tutta una serie di servizi dediti
alla persona disagiata. la cena
benefica sarà improntata
all’insegna della cucina tradizionale
Milanese, le prenotazioni sino ad
esaurimento posti si ricevono allo
02.48888313 (Sig.ra cristina).
leader della comunità
che dedicano volontariamente tempo e
talento al servizio delle loro comunità e del
mondo, e che nel frattempo stringono amicizie solide e durature. Il motto del Rotary
«Servire al di sopra di
ogni interesse personale» rappresenta lo
spirito umanitario che
anima gli oltre 1,2 milioni Rotariani di tutto
il mondo.
Il Rotary Club
Buccinasco Centenario
È il 27 luglio 2004
quando il club viene
ufficialmente costitui-
to dal Presidente internazionale Glenn. E.
Estess in quel di
Evanston, USA; è il 2°
Rotary Club del Centenario costituito nell’area Europa/Africa
ed il 60° Club del Distretto 2050. La notizia tanto attesa, espletate tutte le formalità
richieste, sia in ambito
locale sia europeo, arriva al primo Presidente del Club, Maurizio Giudice, nei primi giorni di agosto e
viene immediatamente trasmessa a tutti i
21 soci fondatori. Il
Presidente attuale è il
dott. Maurizio Arceri
alla funzione di segretario Franco Meletti e
nella figura del Prefetto, Claudio Bianchi.
La conviviale si tiene
al lunedì presso il Royal Garden Hotel in
via Giuseppe di Vittorio, ad Assago.
24oreNews
17
MILITALIA
51a Fiera del collezionismo militare
19-20 maggio
CALENDARIO FIERE 2012
VINILMANIA
76a Fiera del disco da collezione
11-12/2, 1213/5 e 13-14/10
MOSTRA-SCAMBIO
di auto, moto, ciclo, ricambi e
accessori d'epoca
17-19/2 e 16-18/11
HOBBY MODEL EXPO SPRING
EDITION
13a Fiera di modellismo
25-26 febbraio
DEBALLAGE INDOOR
(riservato ai commercianti)
Mercato di rifornimento per
antiquari della fiera Brocantage
19/1, 9/2, 15/3, 12/4, 10/5, 7/6, 13/9,
11/10, 8/11 e 13/12
ITALIA VACANZE
38a Rassegna specializzata dei mezzi
e delle attrezzature per le vacanze
all'aria aperta
2-4 marzo
BYBLOS
Mostra mercato del libro antico e del
novecento, della stampa d'epoca e
della cartofilia
20-21 gennaio
SCIENZA & NATURA EXPO
Fiera della scienza, della tecnica,
delle scienze naturali e degli
strumenti scientifici
31 marzo-1 aprile
BROCANTAGE-Top Antiques
Fiera del collezionismo, delle
curiosità e delle occasioni di
antiquariato
20-22/1, 10-12/2, 16-18/3, 13-15/4,
11-13/5, 8-10/6, 14- 16/9, 12-14/10,
9-11/11, 14-16/12
NOVEGRONOVECENTO
13-15 aprile
RADIANT AND SILICON
Rassegna di elettronica, informatica
e radiantismo
28-29 gennaio
31 marzo-1 aprile
26-27 maggio
21-23 settembre
AUTOCOLLECTION
MOSTRA SCAMBIO
4-6 maggio
BORSA SCAMBIO
Giocattoli-Modellismo e Bambole
d'epoca
28/4, 17/6, 2/9 e 2/12
FESTIVAL DEL FUMETTO
8° Salone del fumetto e dei
videogames
4-5 febbraio
PER INFORMAZIONI
Il calendario per ora è
provvisorio e potrà
subire delle variazioni
Parco Esposizioni Novegro
Segreteria: via Novegro Segrate (MI)
tel. 02-70200022 o 02-7562711
www.parcoesposizioninovegro.it
DEMOGARDEN
C'è un mondo da tagliare
8-10 settembre
HOBBY MODEL EXPO
36a Rassegna specializzata di
modellismo
29-30 settembre
NOVEGRO PHOTO VideoCINE
22-23 settembre
29-30 settembre
BIMBINFIERA
Il più importante salone per
mamme, papà e bambini
6-7 ottobre
MILITALIA
52a Fiera del collezionismo militare
3-4 novembre
CULTER EXPO
10a Fiera del coltello sportivo e da
collezione
3-4 novembre
L'AGO MAGICO
Mostra mercato del ricamo e del
merletto
9 -11 novembre
PREZIOSA
12a mostra mercato di minerali,
bigiotteria, gemme, gioielleria,
fossili, conchiglie
10-11 novembre
MILANO DANZA EXPO
23-25 novembre
ARTE E CULTURA
PIXAR.
25 ANNI DI ANIMAZIONE
L
a mostra è arrivata in Europa (e in
anteprima a Milano) dopo un
lungo tour tra l’Australia e
l’Estremo Oriente. È promossa dal
Comune di Milano e prodotta dal PAC, 24
ORE Cultura - Gruppo 24 ORE e da
Mattei Digital Communication/ Meet The
Media Guru. Curata da Maria Grazia
Mattei, sarà visitabile fino al 14 febbraio.
Un percorso costruito con oltre 500 opere,
un viaggio attraverso la creatività e la
cultura digitale come linguaggio innovativo
applicato all’animazione e al cinema: dal
primo lungometraggio dedicato a “Luxo
Jr.” (1986) ai grandi capolavori come
“Monster & Co” (2001), “Toy Story” (1, 2 e
3), “Ratatuille” (2007), ”WALL•E”
(2008), “Up” (2009) sino a “Cars 2”
(2011) e con un’anticipazione di “Brave”,
in uscita nel 2012. In mostra lo
spettacolare patrimonio artistico creato per
ciascun film, fatto di disegni a matita e
pennarello, dipinti in acrilico, guazzo e
acquarelli, dipinti digitali, calchi, modelli
fatti a mano e pezzi in media digitali, tutti
lavori che raramente vengono mostrati al di
fuori dello Studio.
Stefano Boeri Assessore Cultura, Moda e
Design al Comune di Milano, Maria Grazia
Mattei curatore della mostra Italiana a
Milano e John Lasseter Direttore Creativo
di PIXAR Animation Studios
«L’ARTE SFIDA LA TECNOLOGIA
E LA TECNOLOGIA ISPIRA L’ARTE»
J. Lasseter
John Lasseter è una delle menti e delle personalità più influenti
ed importanti dell’era digitale moderna, basta pensare a quanto
ha cambiato e innovato il mondo dell’animazione negli ultimi
anni. Nato a Hollywood 54 anni fa, iniziò la sua carriera alla
Disney e proprio lì dentro scoprì e comprese (grazie a Tron) che
la tecnologia sarebbe stata il futuro dell’animazione. Purtroppo
all’epoca alla Disney non erano completamente d’accordo con il
giovane Lasseter e dopo alcune incomprensioni per un
cortometraggio si licenziò andando a lavorare per il reparto
animazione della Lucas Film che in seguito diverrà (grazie al
contributo fondamentale di Steve Jobs) la Pixar come la
conosciamo oggi.
24oreNews
19
CARTELLONE MOSTRE
GENNAIO
PALAZZO REALE
CEZANNE
Les atéliers du Midi
Fino al 26/02/2012
Palazzo Reale ospita
un'esposizione dedicata al
grande artista, nato ad Aixen-Provence nel 1839, che
ha come tema portante proprio la sua attività pittorica
in Provenza. Il percorso della mostra segue in modo
cronologico la biografia di
Cézanne e comprende circa
quaranta opere rappresentative delle diverse fasi della
sua ricerca pittorica: dai ritratti ai paesaggi en plein
air, alle nature morte.
Informazioni tel. 02.884.45181
ARTEMISIA GENTILESCHI
Storia di una passione
Una grande mostra monografica, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, dove si intrecciano la storia di una
donna e la passione di
un’artista protagonista del
Seicento europeo, Artemisia
Gentileschi. La mostra, forte
di oltre 40 opere e documenti inediti, si prefigge di
equilibrare i favori a ragione tributati all’eccellente
genitore Orazio Gentileschi,
20
24oreNews
TRIENNALE
DESIGN MUSEUM
e presenta al pubblico ogni
nodo essenziale e specifico
della pittura di Artemisia.
Fino al 29/01/2012
La "Transavanguardia"
Cinque artisti per raccontare
passato e presente dell'arte
italiana. Promossa dall'Assessorato Cultura, Expo, Moda,
Design del Comune di Milano
e dall’Assessorato alla Cultura
di Regione Lombardia, la mostra - curata da Achille Bonito
Oliva - riunisce tutti i protagonisti del movimento: Sandro Chia, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Nicola De
Maria e Mimmo Paladino.
Fino al 04/03/2012
MUSEO DIOCESANO
Oro, dai Visconti agli Sforza.
Smalti e oreficeria
nel Ducato di Milano
Per la prima volta, un’esposizione ripercorre la storia
dell’oreficeria del Ducato di
Milano tra il XIV e il XV secolo, testimoniando la sua
qualità il suo ruolo di predominanza, attraverso 60
capolavori provenienti dalle più prestigiose collezioni
pubbliche e private italiane
e internazionali, tra cui la
cattedrale tedesca di Essen,
il Louvre di Parigi e la National Gallery di Washington.
Fino al 29/01/2012
LE FABBRICHE DEI SOGNI
Uomini, idee, imprese e
paradossi delle fabbriche
del design italiano
L'iniziativa rende omaggio
al Made in Italy e celebra uomini, aziende e progetti che
hanno contribuito a creare
il sistema del design nazionale dal dopoguerra a oggi.
L'allestimento, curato da Alberto Alessi e Martí Guixé, si
ispira alle avventure di Alice
nel Paese delle Meraviglie:
in un'atmosfera suggestiva
e giocosa, gli oggetti entrano in dialogo con i progettisti e le storie dei protagonisti
si intrecciano con le loro biografie personali.
Fino al 26/02/2012
WOW SPAZIO FUMETTO
DYLAN DOG
25 anni nell'incubo. L'Indagatore dell'Incubo in mostra
Una mostra per celebrare i
25 anni dalla prima uscita
del fumetto nelle edicole:
"L’alba dei morti viventi",
che rende omaggio all'Indagatore dell'incubo e all'editore Sergio Bonelli, recentemente scomparso.
Fino all’15/01/2012
PINACOTECA
AMBROSIANA
Apocalittico Botticelli
La mostra, curata dal dott.
Alberto Rocca, presenta
due importanti opere del
pittore fiorentino. Grazie
ad uno scambio con la National Gallery di Londra, la
Natività Mistica è esposta
al fianco della “Madonna
del Padiglione” già parte
della collezione milanese.
Un prestito esclusivo reso
possibile dall'invio a Londra
del “Ritratto di Musico” di
Leonardo da Vinci che per
la prima volta esce dai confini italiani. L'opera del genio fiorentino è uno dei
pezzi fondamentali dell'esposizione “Leonardo da
Vinci pittore alla corte di
Milano” già definita la mostra del secolo.
Fino al 5/02/2012
BIBLIOTECA SORMANI
La notte prima di Natale.
Storie e immagini
di Babbo Natale
da San Nicola a Santa Claus
Una mostra su Babbo Natale, che ormai in tutte le culture è diventato il simbolo
delle feste legate alla Natività. Da dove arriva il vecchio con la barba bianca che
porta i regali ai bambini la
notte prima di Natale? Quali sono le radici storiche delle leggende fiorite attorno
alla sua magica figura? La
mostra ne documenta le trasformazioni nell’iconografia, nell’illustrazione dei libri
per bambini, nella narrativa
americana ed europea e
nella pubblicistica a partire
dal tardo Ottocento fino alla seconda metà del ‘900.
Fino al 10/01/2012
SPAZIO OBERDAN
PAC PADIGLIONE D'ARTE
CONTEMPORANEA
Quelli che restano. Stati
d’animo del paesaggio
contemporaneo.
Un’importante mostra che
mette a fuoco le indagini sul
paesaggio contemporaneo
da parte di alcuni tra gli artisti del nostro territorio ormai riconosciuti sulla scena
internazionale, promossa da
Provincia di Milano - Assessorato alla Cultura e Fondazione Club Lombardia. Il titolo boccioniano intende rilevare i nomi più rappresentativi anche a livello internazionale che hanno iniziato in Lombardia la loro carriera artistica e al contempo
si sono confrontati, attraverso differenti linguaggi artistici, con le molteplici accezioni dei concetti di spazio,
tempo e luogo.
Fino al 29/01/2012
PIXAR.
25 anni di animazione
«L’arte sfida la tecnologia e
la tecnologia ispira l’arte»
J. Lasseter.
Dopo il MOMA a New York
e un tour internazionale,
dall’Australia all’Estremo
Oriente, la mostra arriva in
Europa e in anteprima a Milano. Un percorso costruito
con oltre 500 opere, un
viaggio attraverso la creatività e la cultura digitale come linguaggio innovativo
applicato all’animazione e
al cinema: dal primo lungometraggio dedicato a Luxo
Jr.(1986) ai grandi capolavori come Monster & Co
(2001), Toy Story (1, 2 e 3),
Ratatouille (2007), Up (2009)
sino a Cars 2 (2011) e con
un’anticipazione di Brave,
in uscita nel 2012. In mostra
lo spettacolare patrimonio
artistico creato per ciascun
film, fatto di disegni a matita e pennarello, dipinti in
acrilico, guazzo e acquarelli,
dipinti digitali, calchi, modelli fatti a mano e pezzi in
media digitali, tutti lavori
che raramente vengono
mostrati al pubblico.
Fino al 14/02/2012
INFORMAZIONI
PALAZZO REALE
Piazza del Duomo, 12
Lun: 14:30-19:30
Mar-Mer-Ven-Dom: 09:30-19:30
Gio-Sab: 09:30-22:30
MUSEO DIOCESANO
Corso di Porta Ticinese, 96
Mar-Dom: 10:00-18:00
TRIENNALE
DESIGN MUSEUM
Viale Emilio Alemagna, 6
Lun: Mar-Mer: 10:30-20:30
Gio-Ven: 10:30-23:30
Sab-Dom: 10:30-20:30
WOW SPAZIO FUMETTO
Viale Campania, 12
Lun: Mar-Dom: 15:00-19:00
PINACOTECA AMBROSIANA
Piazza Pio XI, 2
Mar-Dom: 10:00-18:00
SPAZIO OBERDAN
Viale Vittorio Veneto, 2
Mar-Dom: 10:00-19:30
Mar e Gio: 10:00-22:00
BIBLIOTECA SORMANI
Via Francesco Sforza, 7
Lun-Sab: 14:00-19:00
PAC PADIGLIONE D'ARTE CONTEMPORANEA
Via Palestro, 14
24oreNews
21
IN FIERA
A MILANO
IL 92° SALONE
INTERNAZIONALE
DELLA CASA
Dopo il grande successo delle
precedenti edizioni milanesi, torna
dal 26 al 29 gennaio l’appuntamento
con il Macef, Salone Internazionale
della Casa, uno degli eventi di
maggior prestigio e richiamo della
Fiera di Milano. Un'occasione di
riferimento per i mercati nazionali ed
internazionali dei complementi
d’arredo e dell’oggettistica per la
casa. Importanti marchi che hanno
fatto la storia dell’home design come
Guzzini, Richard Ginori, TVS, WMF,
Lagostina si affiancano a molti altri
brand del comparto, altrettanto
prestigiosi. Tante proposte
interessanti e soluzioni d’effetto per
caratterizzare ogni ambiente della
casa con oggetti e complementi di
tendenza, ma anche etnici o di gusto
classico, con una attenzione
particolare per il Made in Italy.
ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE CANINA
UNA STORIA LUNGA 47 ANNI
Torna a Milano, nella sede fieristica di Rho, il 14
gennaio, l’ormai tradizionale Esposizione
Internazionale Canina, la kermesse annuale
interamente dedicata ai migliori amici dell’uomo con
due bellissime giornate di gare e spettacoli per un
pubblico di cinofili e curiosi. Una storia lunga 47 anni
per la più importante esposizione cinofila in Italia e
una delle principali per il centro-sud Europa. Raduni
di razza che vedranno coinvolte alcune tra le più belle
razze al mondo (Mastino napoletano, Border Collie,
Golden Retriever, Labrador, San Bernardo, Pastore
Belga, Bassotto, Terrier, Spitz, Levrieri, Schnauzer,
Bovari svizzeri, Pinscher e altri ancora). I cani si
contendono gli ambiti riconoscimenti assegnati da
una giuria internazionale di grande fama e prestigio.
Contemporaneamente, atletici cani con i relativi
padroni si cimenteranno in spettacoli appositamente
pensati per loro, misurandosi in entusiasmanti prove
di velocità, destrezza e agilità. Ad affiancare le gare,
una vasta vetrina di prodotti, accessori e servizi
dedicati alla cura, all'igiene e alla bellezza
dell’animale domestico per eccellenza, che rendono
questa manifestazione il più importante evento
fieristico in Italia per i prodotti dedicati al "Cane".
PM serramenti è una fabbrica
specializzata nella progettazione e
realizzazione di serramenti e prodotti
di alta qualità: finestre e porte in legno,
infissi in legno e alluminio, portoncini
d’ingresso, persiane e antoni in legno
lamellare, porte blindate, rivestimenti,
boiserie e complementi d’arredo.
PM Sas
via Fornace, 16
24050 Mornico al Serio (BG)
t. 035 844 665
f. 035 844 673
[email protected]
www.pmserramenti.it
showroom
PM Milano
Corso Plebisciti, 1
20129 Milano
Tel. 02 84568647
Fax 02 84568650
[email protected]
CARTELLONE CONCERTI
MATT BIANCO
Dove: Blue Note
Via Pietro Borsieri, 37
Quando: dal 12 al 14 gennaio
Duo pop-jazz-soul britannico
(Mark Reilly e Mark Fisher),
originariamente un trio, famosi soprattutto nella prima
metà degli anni 80 grazie a
brani come “Sneaking out the
back door”, “More than I can
bear”, “Don't blame it on that
girl” e “Wap-bam-boogie”.
POOH
Dove: Teatro Galleria
Legnano – Piazza S. Magno
Quando: 16 gennaio
L'album + recente (ottobre
2010) è “DOVE COMINCIA IL
SOLE” (ed omonimo singolo
24
24oreNews
TUTTI I CONCERTI INIZIANO ALLE ORE 21.00
in versione ridotta “radio
edit”). Dal vivo sono affiancati sul palco da Danilo Ballo (tastiere), Ludovico Vagnone (chitarre) e Phil Mer
(batteria).
THE NOTWIST
Dove: Magazzini Generali
Via Pietrasanta, 14
Quando: 18 gennaio
La band tedesca ai Magazzini
Generali per l'unica data italiana presenta “Sturm”. I bavaresi Notwist, dopo il successo dell'album indie rock
The Devil, You + Me, eseguono dal vivo i brani composti
per il film Sturm del cineasta
tedesco
Hans-Christian
Schmid sui crimini di guerra
dell'ex Jugoslavia. I Notwist
nascono in terra bavarese
quasi 20 anni fa: nel 1989 il
loro suono era ancora alimentato da un’estetica sonora viscerale più associabile all’hardcore metal che alle produzioni musicalmente differenziate e ad ampio raggio che
hanno reso il loro disco Neon
Golden un enorme successo
di critica e di pubblico nel
2002. I Notwist sono autori
di una musica estremamente
personale, una specie di alchimia non sollecitata in alcun modo dalle convenzioni
né da particolari scadenze,
come si può facilmente intuire dalla data di uscita del loro
ultimo lavoro.
GENNAIO
GIORGIA
Dove: Mediolanum Forum
Assago - Via Giuseppe Di Vittorio, 6
Quando: 24 gennaio
Anticipato dal singolo “il mio
giorno migliore”, a settembre è uscito il suo ottavo album d'inediti “Dietro le apparenze”.
ANTONELLA RUGGIERO
Dove: Teatro Elfo Puccini
Corso Buenos Aires, 33
Quando: 23 gennaio
Dal '75 all '89 voce inconfondibile dei Matia Bazar con innumerevoli successi commerciali. Poi la carriera solista e
un'intensa attività concertistica con recital che vanno dalla
musica classica a quella jazz.
SPIN DOCTORS
Dove: - Bloom
Mezzago (MB) - Via Curiel 39
Quando: 29 gennaio – ore 22.00
L'album “A Pocket Full of
Kryptonite” compie vent'anni e con esso uno dei
pezzi cardine dei primissimi
anni '90, “TWO PRINCES”,
portato al sucesso da uno
dei gruppi più curiosi del
panorama alternative rock,
in grado di vendere 7 milioni di copie con il disco
d'esordio e poi sparire.
Ora, con due decadi alle
spalle, l'album viene ristampato in un'edizione limitata
speciale, e per festeggiare
un compleanno così importante, la band newyorchese
ha deciso di includere una
tappa italiana al loro prossimo tour.
BLACK KEYS
Dove: Alcatraz
Via Valtellina, 21
Quando: 30 gennaio
Duo statunitense indie-rock
(voce e chitarra+batteria) con
10 anni d'attività alle spalle
e 7 album pubblicati, con “El
camino” quello + recente
uscito a ottobre.
MARTHA REEVES
and the VANDELLAS
Dove: - Blue Note
Via Pietro Borsieri, 37
Quando: dal 31 gennaio
al 1 febbraio
Una leggenda del soul e del
R&B, uno dei punti di forza
della mitica etichetta Mo-
town. Innumerevoli le hit nel
periodo del loro massimo
splendore, dal 1963 al 1967:
tra le tante “Heatwave”, “Nowhere to run”, “Jimmy Mack”
e il cavallo di battaglia “Dancing in the street”.
THE MUSICAL BOX
Dove: - Teatro degli Arcimboldi
Viale dell’Innovazione, 20
Quando: 27 gennaio
Importantissimo evento musicale: con il capolavoro dei
Genesis "The lamb lies down on Broadway" Tour 2012,
ritorna l'affascinante e spettacolare concerto rock de
"The Musical Box", che vede alla ribalta musicisti quali
Denis Gagne, Mark Laflamme, Sebastien Lamothe, Francois Gagnon e Dave Myers. L'ambizioso progetto dei
Musical Box nasce dal proposito di ricreare le stesse atmosfere degli storici concerti dei Genesis, riprodotte
attraverso un meticoloso studio dei live set anni '70
della celebre band. Il risultato è uno spettacolo unico,
assolutamente da non perdere!
CHE VERRÀ
ANCHE
LA FRANCIA
A EXPO
MILANO 2015
Anche la Francia aderisce a Expo
Milano 2015, portando a 67 il numero di partecipanti ufficiali all'Esposizione Universale di Milano. A darne notizia il Commissario Generale dell’Expo Milano
2015 Roberto Formigoni e il
Commissario Straordinario dell’Expo Milano 2015 Giuliano Pisapia, entrambi mostrando piena
soddisfazione per l’importante
adesione di un altro grande Pae«La Francia, unita all’Italia da se. La peculiarità del tema “Nuintensi legami in tutti gli ambiti, trire il pianeta, energia per la vidimostra un attaccamento ta” ha giocato un ruolo strategico
particolare nei confronti nella scelta operata da uno dei
Paesi produttori agridell’evento e del tema, che principali
coli in Europa e nel mondo, come
costituisce la più grande sfida che ha evidenziato lo stesso presideni governi devono rilevare oggi» te Nicolas Sarkozy nella lettera
Nicolas Sarkozy di adesione: «La Francia, unita
all’Italia da intensi legami in tutti
gli ambiti, dimostra un attaccamento particolare nei confronti
dell’evento e del tema, che costituisce la più grande sfida che i
governi devono rilevare oggi».
Formigoni e Pisapia rinnovano
dunque il proprio impegno per
garantire massima visibilità e respiro internazionale a Expo 2015.
«L’obiettivo di raggiungere entro
fine dell’anno la quota di 50 partecipanti ufficiali continua ad essere superato di slancio. Assicureremo occasioni straordinarie di
confronto e scambio universale
con tutti i popoli, i sistemi politici,
culturali e imprenditoriali, le comunità scientifiche del mondo
nell’intento di cucire intorno all’Esposizione Universale quella
veste di appeal, intelligenza e innovazione indispensabile per catturare l’attenzione di milioni di
persone da tutto il mondo» afferma il Commissario Generale Formigoni.
Per Giuliano Pisapia, Commissario Straordinario, «L'adesione
della Francia a Expo dimostra
la validità e l'apprezzamento internazionale del nostro progetto.
L'Esposizione del 2015 si arricchisce così di una grande Nazione, che porta a 67 il numero totale dei Paesi che hanno aderito.
Questo è un livello di partecipazione mai ottenuto in precedenza
a più di tre anni dalla data di inizio di Expo. Si rafforza anche un
importante rapporto di amicizia
tra Milano, l'Italia e il Paese
d'Oltralpe».
Dall’alto in senso
orario: Nicolas
Sarkozy, Roberto
Formigoni e
Giuliano Pisapia
26
24oreNews
MILANO & FASHION
T
riumph punta
forte sulla capitale italiana del
fashion. Poco
più di un mese fa, lo storico
gruppo elvetico della lingerie e del beachwear ha
infatti inaugurato con un
grande evento un flagship
store in piazza Cordusio,
nel cuore della città. Milano, per una sera, ha reso
omaggio alla femminilità,
alla seduzione, alla storia
del costume della donna:
un evento unico che ha ripercorso, attraverso immagini storiche ed evocative,
l’evoluzione della percezione della femminilità.
Triumph ha festeggiato i
suoi 125 anni e la sua storia è indissolubilmente legata alla storia della donna,
alle sue conquiste e ai
grandi cambiamenti sociali
e di costume di cui è stata
Parte da Milano
la scommessa sull’Italia
di Triumph
protagonista. Una festa che
ha coinvolto la piazza e,
all’interno del nuovo spazio, tanti ospiti (più di 300
persone, tv e fotografi) che
hanno festeggiato l’opening
di un luogo davvero unico
e fashion. Madrina d’eccezione e guest star della serata è stata la bellissima
Maria Grazia Cucinotta.
Dessous Lounge Triumph,
con vista Duomo
Il piano terra, aperto con
cinque vetrine su Piazza
Cordusio, ospita lo shop
Triumph di circa 200 mq
con tutti i prodotti del marchio: Triump, Hom, Sloggi
e Valisere. Da qui, attraverso un impianto scala-ascensore, si sale al piano superiore che ospita invece la
nuova “Dessous Lounge”,
uno spazio di 500 mq con
una spettacolare vista Duomo, adibito non solo a negozio, ma anche a showroom e location per eventi. Lo
spazio è strutturato come
un grande loft senza soluzioni di continuità, caratterizzato dagli elementi decorativi originali, soprattutto
serramenti e colonne di
ghisa in puro stile Liberty.
2012: dieci nuove aperture
Quello italiano è un mer-
cato prioritario per lo sviluppo retail del marchio.
«Nel 2011 – spiega Olga
Iarussi, AD di Triumph
Italia – abbiamo messo a
segno 7 aperture di monomarca di proprietà in Italia
e un’altra decina è prevista
per il 2012, in top location
di città come Milano, Firenze e Roma. Nel 2012
partirà poi il progetto di
franchising nelle città più
piccole e al Sud, e proseguirà lo sviluppo del travel
retail, iniziato quest’anno
con le stazioni centrali di
Torino e Milano. L’obiettivo è aprire a Roma Termini, Verona e Venezia».
In alto: Maria Grazia Cucinotta con Javier
Van Tefelen World Financial Director
of Triumph e Olga Larusi A.D. Triumph
24oreNews
27
MILANO & FASHION
L’ELEGANZA
NEL CUORE
DI MILANO
Fontana 6 ha creato uno showroom di moda per l’uomo elegante con
capi e accessori selezionati per persone esigenti e raffinate, tanto da
farne un vero e proprio “total look maschile”. Soddisfa in particolare le
esigenze dei clienti di “taglia forte” disponendo di soluzioni adeguate
fino alla taglia 85! Fontana 6 è sempre alla ricerca di tessuti pregiati,
delle rifiniture migliori e delle ultime tendenze della moda, mirando al
miglior rapporto qualità-prezzo e proponendo capi esclusivamente made
in Italy. Un negozio su due piani dove trovare capi firmati Zegna, Cerruti,
Nardelli e Ing. Loro Piana, solo per citarne qualcuno, in grado di soddisfare una clientela oggi non più solo italiana, ma anche internazionale.
Grazie ad un vasto assortimento di abiti e raffinati accessori, si possono
scegliere le migliori soluzioni per soddisfare ogni esigenza del vestire
elegante, del casual più moderno, dell’abito da cerimonia più chic. La
moda uomo ha trovato casa da Fontana 6.
FONTANA 6
TAGLIE GRANDI
ED EXTRALUNGHE
Piazza Fontana, 6
Milano
www.fontana6.it
BOTTEGHE STORICHE
Oggi Provini è una realtà per il motociclista, impegnandosi fattivamente con il Motoclub della Polizia Locale,
nei corsi di guida sicura e rappresentando i migliori
marchi dei produttori di sicurezza per il motociclista.
Sicurezza per il motociclista
Via Vitruvio, 9 - Milano
Tel. 02.29529859
Fax. 02.2047382
[email protected]
www.provinimoto.it
Presente da più di 50 anni, la Sintolvox è un punto di riferimento
per professionisti quali antennisti, installatori e riparatori di apparecchi elettronici, ma non solo. La Sintolvox nasce nel 1954
per commercializzare apparecchi radio-televisivi e parti staccate.
Da allora la sua tipologia di prodotti e servizi offerti si è ampliata
a tutto ciò che concerne l'elettronica, adeguandosi all'avvento
delle nuove tecnologie.
SERVIZI PARTICOLARI:
• Riparazioni radio e TV
• Componenti elettronici
• Installazione antenne TV-Sat
È presente sul mercato da oltre 10 anni e dal
2004 e diventata Show Room I.Q.P. Mitsubishi
Electric climatizzazione, diventando punto di
riferimento per l'area di Milano e dintorni. La
garanzia del nostro successo è rappresentata
da più di 2000 impianti installati, sia nel settore residenziale che in quello commerciale.
Con i nostri servizi, Vi raggiungiamo direttamente presso la vostra abitazione o la vostra
azienda garantendo la professionalità e l'esperienza dei nostri tecnici.
* Sopralluoghi e preventivi gratuiti
* Installazione curata in ogni suo particolare
* Garanzia “2 anni + 1 anno”
* Pagamenti personalizzati
* Detrazione del 36% ai fini irpef
* Assistenza e manutenzione
Via Privata Asti, 12 (di fianco teatro Nazionale)
Milano • Tel. 02462237-Fax 02462860
e mail: [email protected]
Via G. Govone 40 - Milano
Tel./Fax 02.34.91.584
e-mail: [email protected]
New Optica House
Nasce nel 1992 con il primo obiettivo di uscire fuori dalla solita commercializzazione
proponendo occhiali artigianali - occhiali vintage - occhiali ricercati e tutto quel mondo
che la gente non ha ancora scoperto. Precursori che vendono da vent’anni occhiali
diversi, personalizzati e sconosciuti ai più. New Optical House ha deciso di anticipare
ancora i tempi facendo un salto ulteriore di 10 anni in avanti e da Febbraio proporrà alla
sua clientela un servizio esclusivo: MY WEAR – un occhiale ad personam - grazie alla
possibilità di scelta da parte del cliente della combinazione di materiali, della
combinazione di colori, di forme alla possibilità di disegnare in sede la forma sul viso per
un occhiale unico e personalizzato al 100%. New Optical House è situato in zona Navigli
e porta avanti questo progetto proprio in una zona di Milano, cuore di artisti ed artigiani.
Via Vigevano 41 - Milano
Tel. 02 58111722 www.maxbrunello.it - [email protected]
MILANO & FASHION
A
rmani gioca con le
forme e con un solo
colore: il nero.
Assoluto
protagonista, è usato dal
cappello fino alle calzature. Le
modaiole avranno il look che
desiderano basta che sia “total
black” e che abbia la firma del
re indiscusso della moda
milanese. La donna Armani è
dark, misteriosa, con occhiali da
sole e copricapo che quasi le
copre il viso. Le modelle
sembrano uscite da un film dai
tratti noir, coperte da tessuti
differenti come il velluto, il
panno dalla texture opaca e il
mongolia. Lo stesso Armani
racconta che l'ispirazione parte
da suggestioni e storie di
spionaggio e si declina nel
colore che le ragazze indossano
più frequentemente, il nero
appunto. Decine di look con
pantalone e gonne di tutte le
fogge, forme e lunghezze. Giochi
di sovrapposizioni. Cappottoni
lunghissimi dai quali si
intravvede il piede nudo.
Ghette. Gambali. Mocassini o
sandali. Il brand sembra
puntare sulla praticità
prediligendo pantaloni dal taglio
maschile alle gonne, proposti
anche nella variante in pelle,
nuovo trend del nuovo anno.
Grande eleganza e femminilità,
che si riscontra in ogni
creazione dalla più sensuale alla
più mascolina.
MILANO & FASHION
GIORGIO ARMANI
AUTUNNO/INVERNO 2011/2012
I
l rosa pallido, il cipria, il grigio chiaro
ed il nero sono i colori proposti da Giorgio Armani in questa collezione che è
un trionfo di raffinatezza e bellezza, un
vero e proprio spettacolo di eleganza, femminilità e classe! Splendidi capi di altissima manifattura, molto vicini all’haute couture, dai
tagli moderni e femminili. La donna Giorgio
Armani è meravigliosamente chic, incantevole,
impeccabile e romantica: ogni capo mira a far
esaltare il corpo femminile con delicatezza e
gran classe.
Una donna sensuale… seducente…
irresistibile…
I pantaloni lunghi fin sopra la caviglia sono il
capo dominante di una ricca collezione che
rende la donna elegantemente sensuale. Numerosi i capi in pelliccia dai colori delicati come il cipria o in “total black”, i deliziosi cappottini dal taglio chic e raffinato, con cerniera
frontale a doppia apertura e tessuto in organza
arricciato. Per non dimenticare le stupende le
giacche corte con apertura trasversale e bottoni
grandi, da indossare con pantaloni eleganti, o
i completi e tailleur con pantaloni, dai tagli
eleganti e in tessuti fluidi che accarezzano delicatamente le curve femminili esaltandone la
forma. Di gran classe gli scialle molto grandi,
in tessuti morbidi con frange, indossati sopra
i tailleur e gli abiti lunghi.
Gli abiti lunghi e corti Giorgio Armani stupiscono per la bellezza dei tessuti e stoffe luccicanti, meravigliose creazioni di ricami scintillanti e inserti preziosissimi, nonchè per
l’estrema cura dei particolari.
24oreNews
31
MILANO & FASHION
La moda di
FEDERICA NERI
Grand Hotel
Principe Di
Savoia. Festa
di Natale di
Paola e
Alberto Neri
I
l mese scorso, in occasione delle festività natalizie, Paola
e Alberto Neri, nota famiglia della Milano bene, hanno organizzato un indimenticabile galà dinner nei salotti dell’Hotel
Principe di Savoia, per festeggiare con gli amici. Una famiglia ecclettica, la Neri, nella quale si insinuano passioni
“tecniche”, come l’informatica, o artistiche come la moda.
Nel corso della serata siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla
figlia Federica, geniale stilista di moda, estrosa e frizzante che a
Montecarlo, 5 anni fa, ha tenuto a battesimo il nuovo brand “CROOM”. «Nasceva un modo di vivere la moda - ci ha raccontato
Federica - come una trasformazione di noi stessi, un gioco di colori,
gioia e intensa vitalità positiva. Le mie emozioni più forti, il colore
rosso, lo charme del mondo romantico, il lusso grintoso, lo chic urbano, ricco di allure, sono queste le componenti per una collezione
che adotta sempre un linguaggio immediato e riconoscibile». Un
mood contemporaneo già adottato da grandi star di Hollywood ma
diverso perché propone un look per i vari momenti della giornata
e non più solo per le stagioni. Federica Neri, direttrice creativa del
marchio, viaggiatrice del mondo, appassionata del bello, della
natura e attenta osservatrice, unisce la sua capacità stilistica ad
una sensibilità estremamente raffinata. La donna che veste C-ROOM è la donna che fa moda. «In questo momento delicato per la
nostra società - continua Federica - riusciranno ad affermarsi tutti
coloro che avranno idee, voglia di reinventare i loro capi, che vorranno continuare a trasmettere sogni, perché la moda è comunque
voglia di sognare. C-ROOM vuole dare un segno di realtà e vestire
questi sogni: per questo stiamo lavorando alle prossime passerelle
con grande determinazione ed entusiasmo».
32
24oreNews
MILANO SI RACCONTA
INSIEME
PER IL BENE
DEI BAMBINI
DI HAITI...
L’arte, la mondanità
e la beneficenza
In alto: Martina Colombari; sopra: un momento
dell’asta benefica; sotto: la dottoressa Francesa Turci
della Fondazione Rava con la testimonial della
Fondazione; a destra: Mario Bombacigno
Responsabile di UniCredit Private Banking per la
Lombardia e Edoardo Didero A.D. ArtNetWorth
U
niCredit, ArtNetWorth e Fondazione Francesca
Rava hanno organizzato insieme, lo scorso mese,
“Art for Haiti”, una serata-evento a scopo benefico, presso la Sala Conferenze del Palazzo UniCredit, vicino a piazza del Duomo. Durante la serata si è svolta un’asta d’arte contemporanea, il cui ricavato è
stato in parte devoluto alla Fondazione Francesca Rava. Il fine
dell’evento era infatti quello di raccogliere fondi per il reparto
maternità dell’Ospedale pediatrico NPH Saint Damien luogo in
cui ogni anno ad Haiti, paese in cui il tasso di mortalità materna
e neonatale è tra i più alti al mondo, vengono salvate migliaia
di mamme ed i loro bambini. Un’ottima iniziativa per far del
bene con l’arte. All’evento hanno partecipato Martina Colombari,
testimonial della Fondazione Francesca Rava, Mario Bombacigno, Responsabile Private Banking di UniCredit per la Lombardia, Edoardo Didero, AD di ArtNetWorth e Francesca Turci
della Fondazione Rava. L’asta era composta da 55 lotti (gentilmente concessi da 19 gallerie partner) di un valore compreso
tra i 400 e i 30.000 euro. Una selezione di oltre 50 opere di alcune figure dello scenario italiano e internazionale dal secondo
dopoguerra a oggi, artisti tra i più interessanti nel panorama
dell’arte moderna e contemporanea, che abbracciava sia autori
storicizzati del calibro di Arnaldo Pomodoro ed Arman, passando
per due opere di Haring e Warhol, che una rappresentativa di
eccellenza tra gli emergenti italiani ed internazionali (da Paolo
Troilo a Francolino, da Ron English a Riccardo Gusmaroli). Le
opere sono state certificate da ArtNetWorth, società leader per
la valutazione di patrimoni artistici, unico ente riconosciuto dal
Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
“DUEPUNTI DI VISTA”
TIBET A MILANO
ercoledì 23 novembre nel cuore di Milano, nella prestigiosa cornice settecentesca del Palazzo
Visconti, ha avuto luogo l’evento
“Duepunti di Vista”, una serata benefica a favore dei bambini tibetani,
promossa dall’associazione no profit
“Tibet House Foundation Italy” e
da “Duepunti”, marchio di gioielleria che sostiene un importante
progetto di charity nei confronti dei
Tibetan Children’s Villages (T.C.V.)
M
di Dharamsala in India.
T.C.V. è un'istituzione no profit per
la cura e l'educazione dei bambini
tibetani in esilio, orfani e bisognosi,
fortemente voluto dai Dalai Lama.
In vendita fotografie e opere, tutte
ispirate al mondo del Tibet, di una
decina tra artisti e fotografi tra cui
Renato Missaglia, Nico Bonometti,
Enrico Pescantini e Stefano Puviani, che hanno donato alcune loro
opere, oltre ad alcuni manufatti provenienti dal T.C.V. e agli anelli in
silicone e diamante della collezione
Mostra di arte
e fotografia a
Palazzo Visconti.
Serata benefica
a favore dei
bambini del Tibet
24oreNews
35
MILANO SI RACCONTA
DUEPUNTI
Fran
cesc
a Se
nett
e
Madali
na Ghe
nea
Sotto: Maurren
Salmona, Raffaella
Zardo e Jacov
Joshach di
BluWhiteGroup
DuePunti è il marchio di gioielleria che
ha deciso di sostenere il Tibetan
Children’s Village attraverso una
campagna di raccolta fondi
cominciata a inizio autunno con una
donazione di diecimila euro a favore dei
Villaggi dei Bambini Tibetani, e proseguita
poi con la scelta dal 1 ottobre 2011 di
donare 1 euro per ogni anello Duepunti
venduto sino al 31 gennaio 2012.
Giambattista Merigo, Elhen Nonini e Emanuele Vai
Duepunti, creati per l’occasione in
tre nuovi colori che richiamano il
Tibet. Il ricavato delle vendite
è stato interamente devoluto
ai Tibetan Chidren’s Villages.
Cristina Parodi
Tanti personaggi e dame
della “Milano che conta”
L’evento è stato un
successo al di là di
ogni aspettativa e ha
visto la partecipazione
di più di trecento persone tra imprenditori,
dame della Milano che
conta e tanti personaggi della moda, dello
spettacolo e del mondo giornalistico. Per citarne qualcuno:
36
24oreNews
Cristina Parodi,
Raffaella Zardo, Francesca
Versace, Madalina Ghenea,
Francesca Senette, Daniela
Javarone, Patrizia Gancia, Alberto
Fortis, Michi Gioia, Veridiana Mallmann e Ana Laura Ribas.
Tibet House Foundation
La Tibet House Foundation è un’associazione no profit nata a Brescia
grazie alla volontà e all'entusiasmo
di alcuni volontari e il cui scopo
principale è quello di aiutare il popolo Tibetano in esilio, specie i
bambini esuli del Tibet che oggi,
in circa 16.000 vivono in India in
alcuni centri (T.C.V.) fondati dal
XIV° Dalai Lama.
MILANO SI RACCONTA
UN GRAN GALÀ
DI NATALE
A
pochi giorni dalla festa
del Santo Natale 2011,
Daniela Javarone ha
voluto festeggiare con
soci e ospiti nel proprio salotto degli Amici della Lirica,
in un galà prenatalizio al Principe
di Savoia. Ospiti d’eccezione Silvana Giacobini e Cesarina Ferruzzi:
la Giacobini, che guida la nota rivista "Diva e Donna", ha presentato
il suo ultimo libro mentre Cesarina
Ferruzzi ha presentato il libro con
cui ha voluto raccontare la propria
storia, con le vicende che l’hanno
resa protagonista delle pagine di
cronaca degli ultimi due anni.
La settima anima
Ad “aprire le danze”, con la classe
che la contraddistingue, è stata
l’impeccabile padrona di casa che,
dopo aver ringraziato gli ospiti, ha
invitato il critico Enrico Groppali
ad introdurre "La settima anima"
(Cairo Editore) per poi lasciare il
racconto all’autrice del libro, Silvana Giacobini. Si tratta di un’indagine tra gli oscuri corridoi del
Vaticano e i salotti del bel mondo
dell’alta società della capitale, dove si muovono ecclesiastici corrotti, imprenditori ricattabili e grandi
38
24oreNews
famiglie dai torbidi segreti. Un altro romanzo appassionante dell’ex
direttrice di “Chi” che, tratteggiando con mano sicura l’affresco del
nostro passato remoto, fa un impietoso ritratto del nostro presente,
fra donne spietate e coraggiose e
uomini schiacciati da un potere
che li divora.
Il cielo a sbarre
La direttrice più chiacchierata dei
femminili e dei gossip nel corso
della presentazione, ha introdotto
il libro “Il cielo a sbarre” di Cesarina Feruzzi, che ha tratto ispirazione da una vicenda personale,
un’esperienza traumatica da cui è
uscita fortificata. Il ricavato della
Da sinistra in senso orario:
Cesarina Feruzzi, Silvana Giacobini
e Daniela Javarone con i due libri
presentati; Sergio Fracchia
e Marinella Cucciardi;
Chiara Colombani e Particia Kieran;
Alessandra Repeni Arton e Silvana
Fiolini; Miriam e Angiolino Belleri
con l’Assessore Matteo Salvini; Marco
Garavaglia vice direttore generale
di Cairo Publishing e Alessandro Trani
direttore 24OreNews Milano
vendita del libro è andato alla Fondazione Exodus di Don Antonio
Mazzi. Daniela Javarone ha invitato i propri ospiti a non dimenticare mai i meno fortunati, le tantissime persone che sono al limite
della sopravvivenza, e a tendere
loro una generosa mano in ogni
modo possibile.
Un panettore “esplosivo”
Sarebbe lungo l’elenco dei personaggi
presenti al galà. Per citarne alcuni,
Evelina Flachi, Mariolina Maioli, Miranda Valentino, Alviero Martini,
Giordana Mill, Paola Neri, Carla Nani
Mocenigo, Daniela Cuzzolin, Dorina
Paplova, Patrizia Kieran, Chiara Colombani, Larissa Paramonov (moglie
del console russo) e Marco Garavaglia
(vice direttore generale della Cairo
Publishing). Durante l’evento, sono
stati presentati anche alcuni splendidi gioielli di Patrizia Kieran (Chimere). Per chiudere il bell’incontro,
un grosso panettone fiammeggiava
mentre intorno le dame si stringevano
per lo scatto di una bella foto.
24oreNews
39
MILANO SI RACCONTA
ECCO LA NUOVA
CLASSE M TARGATA
MERCEDES-BENZ
Serata di benvenuto per il nuovo
SUV del marchio della stella
G
rande successo per un evento all’insegna dell’avventura e del rispetto per
l’ambiente, fil rouge della serata che
ben incarnano lo spirito della nuova
vettura della Casa di Stoccarda, dotata
di sistema “BlueEFFICIENCY” che
consente prestazioni di prim’ordine a
fronte di emissioni ridotte. Nella suggestiva cornice del
Mercedes-Benz Center più esteso del sud Europa è stata
presentata a Milano, lo scorso novembre, la nuova Classe
M, ultima edizione di un SUV che coniuga comfort, sicurezza ed eleganza con le caratteristiche tecniche di
un fuoristrada. Tra i modelli di successo della Casa della
Stella, la terza generazione della Classe M si distingue,
ora, anche per efficienza energetica, tagliando i consumi
del 25% rispetto alle serie precedenti: il nuovo SUV
Mercedes è in grado di percorrere fino a 1.500 chilometri
con un pieno. Oltre alla moderna tecnologia del sistema
BlueEfficiency e alla funzione «Eco star-stop» di serie,
sulla nuova generazione M compare il cambio automatica
7 marce 7G-Tronic plus. Anche gli ingranaggi degli assi
ad attrito ridotto, lo sterzo elettro-meccanico e gli pneumatici con bassa resistenza al rotolamento contribuiscono
alla riduzione dei consumi.
Una mobilità sostenibile
La serata, presentata da Kristen Reichert, si è aperta
con un momento istituzionale di benvenuto dell’Amministratore Delegato di Mercedes-Benz Milano, Radek
Jelinek. L’AD, ricordando che «è stato Karl Benz a inventare l'automobile nel 1886», ribadisce il primato
tecnologico del marchio tedesco: «i modelli Merce-
MIKE HORN
JELINEK RADEK
des-Benz sono già estremamente parchi nei consumi
e puliti: le tecnologie di propulsione da noi introdotte
sul mercato a beneficio dei nostri Clienti e dell'Ambiente sono parte integrante della nostra strategia per
una mobilità sostenibile». Ad impreziosire ulteriormente la serata le immagini di Florian Wagner, fotografo
tedesco di fama internazionale, e un momento dedicato
alla performance dal vivo “Africa Tribale Show”.
Sostenibilità e avventura al debutto
della terza generazione di Classe M
Ospite d’eccezione il campione di sport estremi Mike
Horn, sudafricano, attualmente impegnato nel progetto
PANGAEA, sponsorizzato da Mercedes: un giro del
mondo in barca a vela il cui obiettivo è mostrare ai giovani i luoghi più belli del mondo per far loro scoprire
la fragilità degli ecosistemi e l’impatto delle attività
umane sull’ambiente. «Coltivo questa passione sin da
piccolo - ci spiega Mike - spinto dalla voglia di esplorare
per conoscere e scoprire cosa c’è al di là dei monti e
del mare. La natura è fantastica e ci insegna moltissimo:
il sapore dell’avventura espone a tanti pericoli, perciò
ALESSANDRO TRANI, MIKE HORN E DARIO BORDET
bisogna essere ben preparati ad affrontarli. Ho vissuto
le più grandi emozioni della mia vita scalando montagne,
attraversando oceani, continenti, il Rio delle Amazzoni,
e quando ho raggiunto il Polo Nord durante la notte artica, camminando 12 ore al giorno, trainando una pesante slitta di 160 kg nelle temperature estreme dell'Artico, quasi sempre nel buio più totale». All’evento
Mercedes, Mike ha con sé la moglie Cathy e le figlie
Annika e Jessica. Nella sua ultima spedizione, a titolo
quasi di vacanza, le aveva coinvolte portandole tutte
proprio al Polo Nord. Mike ci congeda con una battuta,
che è un pò la sua filosofia: «L'impossibile esiste solo
finché non troviamo un modo di renderlo possibile».
24oreNews
41
MILANO SI RACCONTA
Roberto Faenza
VIA POMA, ANTEPRIMA
IN CATTOLICA
I
l regista Roberto Faenza e l’attore Silvio Orlando,
insieme al produttore Pietro Valsecchi, al direttore
Fiction Mediaset Giancarlo Scheri e al professore
di Storia della televisione Aldo Grasso, hanno
presentato presso l’Università Cattolica, il giorno prima
della messa in onda, “ll delitto di via Poma”, il film tv
su uno dei delitti più misteriosi della nostra storia. La
fiction ricostruisce la storia dell'omicidio di Simonetta
Cesaroni, uccisa con 29 coltellate il 7 agosto 1990.
«Quarantotto ore, lo becchiamo e tutti in ferie», riferisce
il commissario all’ispettore Montella, interpretato da
Silvio Orlando, unica figura di fantasia del film. Sono
invece passati 21 anni dall’estate romana del 1990,
quel pomeriggio del 7 agosto, quando Simonetta Cesaroni venne brutalmente massacrata da mani che an-
cora oggi rimangono senza nome. Indagini infinite, un
portiere accusato di omicidio e poi scarcerato, il caso
finito in un vicolo cieco a metà anni ‘90 e poi riaperto
nel 2004, la difficoltà degli inquirenti di violare la
coltre di segreti e bugie dei principali protagonisti. Un
percorso accidentato nel quale troverà la morte, questa
volta però per suicidio, una delle figure più importanti
della vicenda, Pietrino Vanacore, il portiere dello stabile
in via Poma dove Simonetta visse le ultime ore della
sua vita. È proprio con la scena del suicidio di Vanacore, nel 2010, che si apre il film, a Torre Ove, sulla
spiaggia dove l’uomo porrà fine ad anni di sofferenze
e di sospetti. Al termine della scena, Faenza ci porta
indietro nel tempo, in quella giornata che segnò il tragico destino di Simonetta.
SIAMO FIERI DI QUESTO LAVORO
Silvio Orlando vede nella “pietas” del suo personaggio la
chiave «per entrare in empatia con il dolore dei parenti della
vittima. È la prima volta che mi avvicinavo a una storia vera,
ma la sceneggiatura mi ha tranquillizzato perché non segue
l’aspetto più cruento e morboso della vicenda». Faenza si dice
«ammirato per il coraggio di Mediaset». «Siamo fieri di questo
lavoro. Una tv commerciale deve raccontare queste storie. È
utile accendere i riflettori su una vicenda così complicata»,
afferma Scheri. «Io mi sono sempre trovato al centro di grandi
casini, dal Portaborse ad oggi». «Apprezzo il coraggio di
Faenza», conclude Orlando.
Pietro Valsecchi, Silvio Orlando, Giancarlo Scheri, Aldo Grasso
Ecco i giovani vincitori
del XXI Concorso
Musicale della
Società Umanitaria
ARTE, ESTRO E TALENTO…
L
a Sala Verdi del Conservatorio
gremita di gente. La Giuria del Concorso entusiasta. I premiati visibilmente in tensione. In un parola, una serata
straordinaria. Anche per noi dell’Umanitaria, che abbiamo
seguito passo passo l’andamento di questo Concorso di Esecuzione
Musicale - II Edizione Internazionale, è stato un successo. Da quest’anno possiamo vantare la prestigiosa collaborazione del Ministero
degli Affari Esteri che, insieme agli Istituti Italiani di Cultura all’estero, ha organizzato una bella tournée per i “nostri” musicisti.
Credeteci: sono soddisfazioni. Ma nulla vale quanto le emozioni che
ci regalano ogni anno i partecipanti del nostro Concorso, ragazzi e
ragazze che spesso cominciano la loro carriera proprio in via Daverio
(è successo per Anna Tifu, Alberto Nosé, Mariangela Vacatello e
tanti altri). Quest’anno sono arrivati da ben diciassette paesi europei.
In tutto una cinquantina di musicisti, età media venticinque anni:
c’erano pianisti, violinisti, sassofonisti, arpisti e fisarmonicisti che
si sono esibiti da solisti, in duo, in trio o in quartetto. Tutti ospitati
da tante famiglie milanesi, che si sono messe a disposizione, aprendo
le loro case a questi giovani (a loro la nostra gratitudine). Li abbiamo
seguiti, ascoltati, scrutati tra porte, tende e vetrate, perdendoci nella
tensione degli archetti, nella ricchezza delle melodie, per la profondità del ritmo. Ed ecco i nomi dei vincitori, ex equo: Alice BACCALINI (pianoforte, Conservatorio “G. Verdi” - Milano), Rika MASATO (violino) e il Duo Atyopsis Alexandre SOUILLART (sassofono)
e Matthieu ACAR (pianoforte), tutti e tre provenienti dal Conservatoire National Supérieur Musique et Danse - Parigi.
«
IL VASTISSIMO SALONE NON BASTÒ
AD ACCOGLIERE IL PUBBLICO…
»
Sabato sera il Gran Concerto.
Ci spostiamo in una delle sale
più rappresentative di tutta
Milano, la Sala Verdi del
Conservatorio, consci che
proprio qui si tennero la
maggior parte dei grandi
concerti del Teatro del Popolo,
con musicisti del calibro di
Stravinskij, di Poulenc e di
Rubinstein. E guardando la sala
stipata di pubblico, ci siamo
ricordati della cronaca del
concerto verdiano dell’ottobre
1913, quando “il vastissimo
salone non bastò ad accogliere
il pubblico enorme che dopo
aver occupati i duemila posti
disponibili, si addensava in
piedi per le gradinate,
riversandosi infine nel piccolo
salone da cui si poteva udire se
non scorgere l’imponente
massa dei trecento esecutori
sotto la direzione del maestro
Serafin”.
Ecco, oggi come ieri, i posti
vuoti si contavano sulle dita; e
chi c’era lo potrà confermare: il
concerto dei vincitori non lo
dimenticheremo facilmente.
LIBRI E CD
LIBRERIA RIZZOLI
Milano, Galleria Vittorio Emanuele II
ENZO MICCIO (22/11)
“MATRIMONIO DA FAVOLA” (Rizzoli)
Enzo Miccio, il più famoso wedding planner italiano, accompagnato dall’affascinante Cristina
Parodi, ha presentato il suo libro edito da Rizzoli, che già promette di diventare un grande
classico per ogni futura sposa e per tutte le romantiche sognatrici che credono nell'amore e,
soprattutto, nel matrimonio perfetto.
PHILIPPE DAVERIO (12/12)
“IL MUSEO IMMAGINATO” (Rizzoli)
Philippe Daverio, uno dei più popolari uomini di cultura europei, inventa la sua collezione d’arte, scrivendo di alcuni capolavori di tutti i tempi: dalla Nascita di Venere di Botticelli alla Canestra di frutta
di Caravaggio. Un viaggio in un museo immaginato,
una galleria di dipinti descritti da una penna irriverente e graffiante. E spiega: «È Il
gioco dell’invenzione d’un museo
ideale, un luogo dove le muse
possano seguire l’ipotesi d’una
idea; un museo necessariamente
concreto: ci si cammina, anche
se solo virtualmente».
ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA
Milano, via Brera 28
MARGHERITA HACK (15/12)
“UNA MARGHERITA ROSSA”
La nota astrofisica fiorentina all’Accademia per presentare il
suo ultimo libro, accanto a Ginevra Trinchieri e Stefano
Pizzi, pro rettore dell’Accademia e dell’Osservatorio
Astronomico di Brera. Un incontro per conoscere Margherita
Hack oltre la scienza: la nostra più celebre astrofisica
racconta con intensità la sua vita, parla di etica e valori mai
perduti, di crisi morale, ma anche di speranze nel futuro.
44
24oreNews
FORUM FNAC
Milano, via della Palla, 2
PAOLA MARELLA (5/12)
“ARREDO CASA DISPERATAMENTE”
(Rizzoli)
Real
Time,
Cielo,
La7D... le nuove reti del
digitale terrestre creano
nuove star che gli editori
italiani fanno a gara per
accaparrarsi. Sì, perché
dopo il successo in tv,
conduttori come Paola
Marella o Enzo Miccio
sono destinati al successo anche
in libreria. Sarà così per Paola
Marella, arrivata in tutte le librerie con un manuale per rinnovare la propria casa senza spendere
cifre da capogiro, di semplice
lettura, ricco di indicazioni stilistiche e suggerimenti pratici.
Spazio Mondadori Multicenter
Milano, Piazza Duomo
BARBARA D’URSO (18/12)
“TANTO POI ESCE IL SOLE” (Mondadori)
Non era proprio la Barbara d’Urso che siamo abituati a conoscere dalla televisione e dai giornali,
quella che abbiamo visto accanto a Mauro Coruzzi (in
arte Platinette) la sera del 4
dicembre. Questo libro porta
alla luce le sue ferite più intime, i suoi dolori più segreti,
ma in ogni pagina, anche la
più tragica, passa una vena di
forza, la spinta a reagire, a
guardarsi intorno e poi dentro
di sé, e a sorridere. A tenere
sempre viva la speranza che
qualunque cosa accada, alla
fine poi esce sempre il sole.
ALESSANDRA AMOROSO (5/12)
“CINQUE PASSI IN PIÙ” (Sony Music)
La giovane cantante Alessandra Amoroso ha incontrato il pubblico e firmato le copie del suo
nuovo album. Dopo un ep e 2 album, oltre 600
mila copie vendute e 2 tour di successo che hanno riempito i palasport di tutta l’ Italia, Alessandra Amoroso si appresta a fare un altro passo
importante … anzi 5! “Cinque passi in più” è infatti il nuovo album di Alessandra, 5 brani inediti
e tutti i suoi successi dal vivo immortalati durante
l’indimenticabile serata del Forum d’Assago.
MUSEO FONDAZIONE LUCIANA MATALON
Milano, Foro Buonaparte 67
VITTORIO FELTRI (1/12)
“IL VITTORIOSO” (Feltrinelli)
Vittorio Feltri riesce con acuta abilità e consolidata esperienza a semplificare anche i concetti
più difficili e articolati, e afferma: «nel buttare
giù un titolo, è inutile andare in cerca di complicazioni, giochi di parole, espressioni gergali.
Basta la semplicità». Emerge nel libro un Feltri
in versione vita privata: ipocondriaco, intollerante all’uso del computer, pigro, malinconico,
altruista, disinteressato alle ferie, insomma, un
anticonformista, un uomo mai banale e scontato
e imprevedibile perfino a se stesso.
PIERO DELLA FRANCESCA
“PICCOLO RITRATTO DI GIOVANE CON IL CAPPELLO ROSSO”
ESPOSIZIONE DEL DIPINTO (06/12 - 23/12)
È stata inaugurata dal Prof. Vittorio Sgarbi la
mostra del prestigioso dipinto del Maestro d’Arte del ‘400 Piero della Francesca: lo stesso
Sgarbi aveva svelato la paternità dell’opera alla
Biennale di Venezia. «Giannetto col cappello
rosso – spiega Sgarbi - ci appare nel taglio di
una fototessera, per identificare non una persona, ma un animo. I facili riscontri con i guerrieri nella battaglia di Massenzio, certificano la
clamorosa e inequivocabile autobiografia di Piero della Francesca. Il
perfetto rapporto fra la
dimensione della testa e
il busto sono tutte conferme dei teoremi geometrici di Piero, negli
anni della sua maturità,
espressa in un implacabile furore matematico».
HOTEL PARIGI
Centro Benessere
benessere, rinnovandolo nello
stile e nell’offerta. Situato al
quinto piano con una vista
mozzafiato sul golfo ligure, lo
splendido centro Benessere, offre
ogni tipo di trattamenti: estetici e
rilassanti. I metodi seguiti sono
2: Maurice Messèguè e
Fisiosphere.
Per maggiori informazioni
circa le promozioni
e i pacchetti,
vi invitiamo a visitare
il sito internet
dell’Hotel Parigi, all’indirizzo
www.hotelparigi.com e
www.benesserehotelparigi.com
METODO
MAURICE MESSÈGUÈ
Il metodo Maurice Messèguè,
è specializzato in fitoterapia,
sfruttando le potenzialità cosmetiche delle piante per
creare prodotti non solo estetici, ma soprattutto curativi. I
suoi prodotti fitocosmetici sono il risultato di una paziente
ricerca. I laboratori Messeguè
garantiscono il più alto rispetto per l'equilibrio naturale del
corpo e della mente.
L’
Hotel Parigi,
situato nel cuore di
Bordighera, sul
Lungomare
Argentina, propone
nella sua nuovissima Spa
interessantissimi pacchetti
benessere. Nato agli inizi del
secolo scorso, splendido esempio
di architettura liberty. L’albergo
si è arricchito negli anni di
molteplici servizi creati per
incontrare i nuovi stili di vacanza
e soddisfare tutte le esigenze dei
suoi ospiti. L’Hotel Parigi ha
recentemente restaurato il centro
Fisiosphere
Il metodo Fisiosphere punta su
una nuova filosofia del benessere,
un progetto che pone al centro
l’individuo e i suoi desideri.
L’offerta Remise en forme
Maurice Messegue comprende
oltre ai tradizionali trattamenti
anche una visita medica
d’ingresso, un consulto con
l’erborista per la preparazione
specifica delle cure fitoterapiche
e impostazione di diete, che il
ristorante dell’Hotel permette
facilmente di seguire grazie a
menu studiati ad hoc per queste
tipologie di regimi alimentari.
Melodia d’acqua invece è un
pacchetto Fisiosphere che
comprende 6 percorsi blu spa con
thalassoterapia, percorso kneipp,
sauna, bagno turco, doccia
emozionale, grotta di sale, un
rituale esfoliante corpo con Sali
marini e noccioli d’albicocca oltre
a moltissimi altri trattamenti.
Un’ospitalità familiare, ma nello
stesso tempo raffinata caratterizza
l’Hotel Parigi, pensata per farvi
trascorrere un soggiorno rilassante
e rigenerante.
MILANO COME STAI?
I RIMEDI DELL’OMEOPATIA
H
o parlato finora di bambini trattando patologie
abbastanza comuni per
questa fascia di età e di
patologie più importanti come la
dermatite atopica o la bronchite
asmatica che hanno una terapia, solo sintomatica con la medicina tradizionale, ma che rispondono bene
all'omeopatia costituzionale. Altrettanto dicasi di piccole patologie
comportamentali. Lo scopo di questi
miei articoli è quello di far conoscere l’Omeopatia Unicista o Costituzionale, che “non è” quella che
comunemente si definisce “Omeopatia”. Per essere Omeopati Unicisti accreditati e quindi iscritti all’albo occorre dimostrare e documentare di avere affrontato una formazione molto seria e articolata. Ritengo che per il pubblico - e per
gli stessi medici - il messaggio più
convincente possa essere l’esposizione scientificamente rigorosa ma
proposta in modo lieve, di un caso
concreto, sempre documentabile
con una cartella clinica che ne riporti l’iter con assoluta fedeltà…
Il caso della Signora Liliana…
Otto anni fa venne in visita una bella signora, minuta, sorridente ma
molto sofferente. Aveva una dermatite al volto un pò deturpante, una
palese difficoltà nella deambulazione e nelle funzioni motorie, e una
tumefazione dolorante in alcune
delle articolazioni grandi e piccole.
La Signora è affetta da “artrite reumatoide”, una malattia autoimmune
invalidante per la quale non esistono cure veramente efficaci e quelle
palliative possono avere effetti collaterali pesanti. Il “metotrexate”,
un chemioterapico che la signora
stava assumendo in compresse, era
il responsabile della dermatite. Tra
i possibili effetti collaterali di questo farmaco è riportata anche l’insufficienza renale. Dopo l’accurata
visita omeopatica le ho prescritto
Sulfur, o Sulphur. Il follow-up ha
confermato che questo è il suo rimedio costituzionale, con evidenti
e progressivi miglioramenti. Adeguando la terapia, cambiando cioè
la diluizione, il numero di gocce e
di assunzioni di Sulfur, gradualmente la sintomatologia è scomparsa.
Dopo il “metotrexate” i reumatologi
le hanno prescritto ”arava”, un farmaco immunosoppressore. Spontaneamente, un pò per volta, la signora Liliana ha smesso di assumere
anche questo secondo farmaco! La
sua “artrite reumatoide” è tenuta
sotto controllo da Sulfur che lei ha
sempre con sè anche quando va in
palestra.
E i reumatologi che la seguono
continuano a ripeterle che
l’Omeopatia è “acqua fresca”…
Dr.ssa Angela Minutillo Bertanza
SPECIALISTA IN PEDIATRIA
OMEOPATA UNICISTA
Milano, Via Eustachi 40
Segrate, Via dell’Orchidea 8
Telefono: 02-2131008
[email protected]
24oreNews
47
MILANO COME STAI?
‘ADULTI
E VACCINATI’
Non è più solo
un modo di dire
«Dottore, dottore
la mia vicina
ha il virus delle
papille umane…»
«…se le stringo la mano lo posso prendere... ho letto su internet
che é gravissimo … e dire che sembra così perbene ... chissà con
quanti sarà andata per prenderlo». Ricevo questa chiamata di
prima mattina, mentre accompagno a scuola la figlia più grande
e rimango un attimo perplesso. Capisco poi che la paziente si riferisce all'HPV o “papilloma virus umano”. Internet è un gigante
veicolo di informazioni da interpretare però in modo corretto e
sempre dopo aver verificato l’attendibilità della fonte: in campo
medico, crea talvolta più ansie che chiarimenti. L'HPV é un virus
ad esclusiva trasmissione sessuale, uno dei pochi virus di cui è
noto che possa provocare alcune forme di tumore: nell'uomo raramente ai genitali esterni, nella donna più di frequente a livello
vulvo-vaginale e del collo dell'utero. I portatori di HPV hanno un
rischio più alto di sviluppare nel tempo una lesione tumorale.
«Signora,
può stare
tranquilla…»
Rispondo quindi alla paziente rassicurandola sul fatto che l’HPV
può essere contratto solo attraverso rapporti sessuali. La informo
poi che da qualche anno esiste un esame (vira-pap) a completamento del pap-test tradizionale, in grado di diagnosticare la presenza del virus anche se il pap-test è negativo. A questo punto la
paziente mi chiede: «ma che terapia devo consigliare alla mia
vicina per guarire così, sa, sono più tranquilla anch’io?». Rispondo
che non esiste una specifica terapia farmacologica, l’unico atteggiamento corretto é il monitoraggio nel tempo. Nei casi in cui la
lesione arrivi ad un livello di gravità alto si interviene chirurgicamente o con il bisturi o con il laser. «Ma c’é un modo dottore per
prevenire l’infezione?», chiede a questo punto rassegnata la paziente. Rispondo che la migliore prevenzione é avere rapporti con
pochi partner, usare comunque il condom e fare prima possibile
il vaccino ormai disponibile per impedire di contrarre il virus nelle
sue 4 forme più aggressive e quindi la maggior parte dei tumori
del collo dell’utero. L’ASL lo esegue gratuitamente a tutte le pazienti
che compiono 12 anni. «Va bè dottore, stasera allora posso mangiare
il capretto dalla mia vicina ora che sono più tranquilla! Ah dimenticavo, posso invitarla così le spiega tutto?».
Dottor Cristiano Messina
SPECIALISTA IN GINECOLOGIA
ED OSTETRICIA
Studi Medici Vercelli
Milano, Corso Vercelli 7
tel. 02.4986912
www.studimedicivercelli.it
UN’OASI DI PACE
E DI BENESSERE
«Cosa c’è oltre l’anima? Il corpo»
D
alle considerazioni
scaturite da questa
frase di un anonimo
del Settecento parte
la filosofia dello
Studio Estetico Beauty Club che pone,
quale suo obiettivo, il benessere di
chi vuole migliorare il proprio aspetto fisico e, insieme, curare lo spirito
attraverso momenti di relax totale.
Beauty Club è il regno dell'armonia,
sinonimo di qualità e attenzione per
il cliente: un mondo tutto al femminile dove le donne possono concedersi una pausa, un regalo, una coccola, sotto la guida attenta e dolcissima della titolare, Maria Luisa
Icardi, che da quasi quarant'anni
governa con serietà e competenza
questo angolo di paradiso.
Un ambiente sereno dove, accompagnati da un sottofondo di musica
classica e soft, vengono eseguiti i
vari trattamenti con prodotti professionali di elevata qualità, da personale altamente competente e costantemente aggiornato secondo le
tecnologie più all'avanguardia. Si
spazia nella cura del viso, con pro-
grammi personalizzati per pelli giovani o più mature, per cuti fragili,
sensibili, iperattive, che comprendono tutte le tecniche tradizionali
accanto a quelle più innovative come il Beauty lifting, l'Acido Glicolico e Salicilico, il Mini lift. Si passa
poi ai massaggi per rivitalizzare il
corpo con trattamenti che si diversificano in base alle necessità:
quelli manuali comprendono il Tensioriflessogeno, il Plantoriflessogeno, il Connettivale, il Neurotendinomuscolare, il Presso trazionale,
il Drenaggio linfatico e il Cranio
sacrale. L'ausilio di macchinari e
tecniche all'avanguardia sono previsti per il Traxator, il Contour wrap,
l'Electrodin. Senza trascurare mani
e piedi: a manicure e pedicure accuratissime si uniscono veri e propri trattamenti di bellezza con impacchi caldi al burro di karité. Per
consentire la continuità dei trattamenti è garantita la consulenza e
vendita di prodotti domiciliari.
BEAUTY CLUB, un'oasi di pace e
di benessere nel cuore di Città Studi,
a pochi minuti dal centro di Milano.
BEAUTY CLUB - Studio Estetico
Via Luigi Mangiagalli, 5 (V.le Romagna) MILANO - Tel. 02 2663595
24oreNews
49
MILANO COME STAI?
“Con Lipomassage iL mio Corpo
si rimodeLLa dove vogLio io”
La stimolazione
anti-cellulite
LIPOMASSAGE
BY ENDERMOLOGIE
RULLI MOTORIZZATI
INDIPENDENTI
PLICA CUTANEA
(ROLL)
AZIONE PROLUNGATA
SUI TESSUTI ADIPOSI
Informazioni e prenotazioni:
SLIM LINE
Milano - Via Plinio 34
Tel. Studio: 02 2951.2251-2867
50
24oreNews
Il segreto dell’efficacia del Lipomassage by Endermologie
deriva dall’azione diretta sul tessuto adiposo.
La ricerca LPG ha evidenziato che il Lipomassage favorisce la lipolisi. Grazie alla sensibilizzazione dei ricettori B (beta), gli adipociti sono stimolati e si riducono le adiposità localizzate. Inoltre
il Lipomassage stimola i fibroblasti (rassodamento) e aumenta gli
scambi liquidi (drenaggio).
Una tecnologia che amplifica le competenze del vostro
operatore
L’efficacia del trattamento si basa su tecnologie e metodiche esclusive LPG e sul livello di competenza e formazione dell’operatore.
Quest’ultimo deve avere seguito una formazione LPG specifica
per offrirvi il massimo delle potenzialità del Lipomassage.
Anche per gli uomini …
Il Lipomassage è altrettanto efficace sui grassi resistenti mascolini:
maniglie dell’amore, addome, schiena e petto…
Ancora più efficace laddove l'esercizio fisico e l'alimentazione controllata da soli non bastano
Avete provato di tutto per perdere le vostre rotondità antiestetiche.
Malgrado ciò, la vostra linea conserva ancora adiposità localizzata
e cellulite. Il Lipomassage, tecnica specifica di Endermologie, è
la soluzione ai problemi di grasso localizzato. È un “trattamento
non invasivo, indolore e dagli effetti scientificamente dimostrati”.
Per i migliori risultati!
A seconda dei casi si consigliano cicli di 10 trattamenti da 35
minuti 1-2 volte la settimana.
Per un buon mantenimento bastano 1o 2 trattamenti al mese.
N
VIA LIBERA ALLA STEVIA!
L’Europa approva
il nuovo edulcorante
a zero calorie per le bibite
PROPRIETÀ PRINCIPALI
• non causa diabete
• non contiene calorie
• non altera il livello di zucchero nel sangue
• non ha tossicità (al contrario dei dolcificanti sintetici)
• non provoca carie e placca dentale (non avendo zuccheri)
• non contiene ingredienti artificiali
• può essere usata per cucinare
IMPIEGHI MEDICI
• diabete, obesità, iperattività, pressione alta, ipoglicemia, indigestioni;
• può giovare alla pelle, diminuendo l'intossicazione dell'organismo provocata dallo zucchero raffinato
• aiuta a mettere a tacere la "fame psicologica" di carboidrati (pane, pasta, ecc.) e di dolci
• fornendo una gradevole soddisfazione primaria (il dolce), può
aiutare a ridurre i bisogni compulsivi di fumare e bere alcool.
e avevamo parlato nel numero di novembre 2011 di
24orenews Milano, quando
la Stevia, già autorizzata in
molti Paesi, non lo era ancora in Europa. E invece,
proprio da metà novembre,
anche la Commissione Europea ha finalmente autorizzato l’uso della Stevia: finalmente
anche noi potremo utilizzarla al posto dello
zucchero e coltivarla. L’edulcorante che da
ora in poi potrà essere utilizzato nei Paesi
dell’Unione Europea per dolcificare bibite
analcoliche di ogni tipo, deriva dalle foglie
della pianta “Stevia rebaudiana” e ha un
grande vantaggio, quello di dolcificare senza
calorie. Anche Coca-Cola Europe ha accolto
favorevolmente la decisione della Commissione Europea di approvare l’uso della Stevia
come edulcorante nei prodotti alimentari e
nelle bevande. Secondo Coca Cola infatti
tale decisione “apre la strada per offrire più
bevande con un ottimo gusto e meno calorie”.
Le bibite saranno così un pò meno dannose.
Per tutte queste “buone ragioni”, ne era stata
vietata la vendita e la coltivazione ponendo
l’accento sul fatto che un suo metabolita, lo
steviolo, poteva essere cancerogeno. Nel
2004, un gruppo di ricercatori belgi, in un
simposio internazionale sulla sicurezza dello
steviolo, ne smentì la sua cancerogenicità
perché secondo gli esperti, tale sostanza non
verrebbe assorbita direttamente dall’intestino, ma degradata dai batteri del colon e in
gran parte eliminata con le urine. La Stevia
dunque non fa proprio male a nessuno …se
non alle multinazionali…
PER LE PRODUZIONI CASALINGHE
POTETE RICHIEDERE LE PIANTINE A:
[email protected]
DR.SSA GIUSEPPINA LISA MANNO
24oreNews
51
A MILANO
IL PANE
SI CHIAMA “MICHETTA”
Nonostante sia considerato da tutti
un pane povero, è un pane che riassume
in sé tutta la logica del gusto
e della buona tavola
er iniziare questo 2012 con leggerezza,
abbiamo pensato di parlarvi di una delle
pagnotte più leggere che esistano: la “michetta”. È il pane dei milanesi, per definizione. Ci identifica, insieme al risotto, all’ossobuco
e alla cotoletta, nel panorama gastronomico italiano
e internazionale. L'industria cinematografica e quella
pubblicitaria hanno cavalcato la popolarità di questo
tipo di pane, inesistente altrove, proponendolo dove
si volesse trasmettere l'idea di bontà e di esaltazione
dei gusti. Nasce intorno alla metà del 1700: i funzionari dell’Impero Austro-Ungarico, cui faceva capo la
Lombardia dopo il trattato di Utrecht del 1713, portarono con loro a Milano alcune novità alimentari che
i milanesi fecero talmente proprie da divenire tradizionali, come il famoso (a quel tempo…) “Kaisersemmel”, un piccolo pane dalla forma a rosetta che pesava
dai 50 ai 90 grammi. I risultati non furono, però, incoraggianti: infatti il progenitore della michetta a Milano non rimaneva, come a Vienna, fresco e fragrante
fino a sera: con l’umidità lombarda si rammolliva velocemente divenendo “gommoso”. Fu così che i mae-
P
52
24oreNews
stri panificatori milanesi si adoperarono con grande
impegno per creare quel pane unico, la nostra michetta, le cui caratteristiche l’hanno reso famoso. Privando quel pane della mollica per svuotarlo, alleggerirlo e renderlo “soffiato”, lo resero fragrante e digeribile, garantendone una migliore conservazione.
Il termine michetta nasceva dal diminutivo utilizzato
dai milanesi per chiamare il “Kaisersemmel” ossia
“micca”, “michetta”. La consistenza croccante della
michetta dura solo poche ore dalla cottura, poi diventa
molle, elastica e gommosa, se conservata in un sacchetto in cui non può respirare, oppure si indurisce
nel tempo (al punto da poter essere agevolmente grattugiata). Nonostante sia considerato da tutti un pane
povero, è un pane che riassume in sé tutta la logica
del gusto e della buona tavola: la pagnotta più leggera
del mondo senza l’aggiunta di alcun additivo chimico
o di grassi, è considerata un prodotto perfettamente
idoneo per una giusta ed equilibrata dieta alimentare
moderna. È ottima da gustare farcita con salumi o formaggi; il vino deve abbinarsi al cibo che accompagna
o alla farcitura.
MILANO GOURMET
ConCediamoCi
Un pÒ di doLCeZZa...
I
l termine scientifico con il
quale si indica il cacao,
“theobroma cacao” (in greco
"cibo degli dei"), venne assegnato da Carlo Linneo nel 1735.
Non pochi studi dimostrano il potenziale “preventivo/terapeutico”
del cioccolato fondente. Inoltre secondo l’OMS, il cioccolato non è da
evitare nel regime dietetico dei bambini, nei quali assume anche importanza sotto il profilo dell’induzione
di comportamenti positivi. La corretta conoscenza del cioccolato pertanto, lungi dall’enfatizzarne alcune
inconfutabili proprietà benefiche,
rappresenta una manna dal cielo per
abbattere definitivamente un tabù
alimentare e far sentire noi consumatori meno colpevoli per l’introduzione nelle loro abitudini alimentari
del cioccolato, evitando pensieri negativi legati alla sua assunzione.
BOERI, UNA “DOLCE”
ECCELLENZA LOMBARDA
Per scoprire qualità e tradizione nella produzione del cioccolato ci troviamo nel laboratorio di una delle
più note cioccolaterie artigianali di
Milano, la “Boeri”. Grazie ad particolare e sofisticata lavorazione di
ogni tipo di cioccolato, la Boeri è in
grado oggi di soddisfare qualsiasi tipo di richiesta: dal piccolo cioccolatino a marchio ai soggetti tridimensionali sviluppati a tema. Non è una
classica cioccolateria ma è una fucina di idee atte a soddisfare il mondo della gadgettistica con creazioni
artistiche ed uniche di cioccolato.
La storia iniziata dalla famiglia Gerosa con i famosi cioccolattini (i Boeri), si è poi trasformata in un laboratorio di produzioni mirate sempre
più a soddisfare le esigenti richieste
di lavorazione ad arte per l’immagine
dei clienti. Spazio alla fantasia, il
gadget natalizio si trasforma in cioccolato. Tra i banchi si possono notare
campioni di confezioni per stilisti,
aziende farmaceutiche, banche e
clienti nazionali e internazionali che
si avvalgono della grande maestria
della Boeri anche se una nuova iniziativa, uno spaccio interno, vuole
promuovere e far gustare queste
“opere di cioccolato” a tutti e non
solo ai grandi clienti.
Abbandoniamoci al piacere della
cioccolata. Boeri, la scelta giusta
per ogni occasione.
BOERI srl
via Bartolomeo Sestini, 32
Milano
Tel. 02 66220174
www.boeri.it
24oreNews
53
N
egli eventi di ogni genere, per ogni tipo di
azienda, in ogni tipo di
luogo si aggirano diverse figure professionali. Le più visibili sono i clienti
– ovvero coloro che decidono di
organizzare l’evento e i “target”
(collaboratori, giornalisti o altre
figure) invitati a partecipare alle
attività.
L’OFFICINA
degli EVENTI
e poi ci sono quelli…
Che si mettono in Officina a fare il pre evento, l’evento e il post evento.
Che si vedono poco, che arrivano sempre un po’ prima e vanno via sempre un po’ dopo…
Che si va beh poi ci si mette d’accordo, ma intanto vieni tu.
Che se c’è un problema o una situazione un po’ così, magari si riesce a risolvere.
Che lavorano non con seriosità, ma la serietà yes please.
Che lavorano con e per tutti e per questo sono professionisti in Officina.
Che, nel loro massimo splendore, l’Ambrogino non lo vinceranno mai.
Che non si deve fare sempre qualcosa di originale per forza.
Che Marco Rollo che è officina eventi.
Che Luca Tosi è il maestro di tutti.
Che Giorgio Gibellini con un mouse in mano fa miracoli per montare video e audio.
Che Ludovico Pasini, che se proprio dobbiamo giocare facciamolo in modo intelligente.
www.officinaeventi.com
SEMPRE IN MOVIMENTO ED IN CONTINUO
FERMENTO CREATIVO CI SONO QUELLI…
Che materialmente ideano, progettano e sviluppano
l’evento. Sono loro, dietro le quinte, il fondamentale
anello di congiunzione tra l’esigenza di comunicazione
del cliente e la messa in opera del progetto che diventa appunto un evento, ovvero un avvenimento unico
perché tarato proprio su quella specifica esigenza. Tali
“loschi” figuri che si aggirano nel sottobosco sopraffino della produzione sono i designer, i grafici, i creativi, gli allestitori, i montatori video, i copywriter, i
formatori esperienziali e i comunicatori. Lavorano in
squadra, con tutti e per tutti, sempre pronti a dare solida e palpabile concretezza alle loro idee e a risolvere
– quelli che sono in Officina eventi
SPORT E SPETTACOLO
STORAGE TRANSPORT EXPRESS PARCEL
C
laudio Albini nel cuore ha sempre
avuto un sogno: i rally. Prima di tuffarsi nell’avventura motoristica ha
operato nel campo del trasporto urbano prima con la telegraf e nel 2008 insieme a
Catia Dello Iacovo fondano la Step Italy, un’azienda flessibile specializzata nella gestione via terra
dei trasporti e di spedizioni espresso, per qualsiasi destinazione in Italia ed Europa. La grande
passione per le corse automobilistiche su strada
di Claudio e, grazie anche all’aiuto di Catia, fa
si che nel gennaio 2011 nasca a pochi passi da
Bergamo, la Rally Sport Evolution Team.
Da Monza a Monte Carlo
Claudio Albini, Catia Dello Iacovo e la Rally
Sport Evolution Team hanno partecipato lo scorso anno al Rally Show di Monza, disputato dal
24 al 27 novembre, con la Renault New Clio
R3C maxi, gara ormai diventata famosa per la
partecipazione di personaggi famosi nel campo
sportivo e non quali Valentino Rossi, Capitan
Ventosa, Cremonini. Il risultato ottenuto dal nostro equipaggio, composto da Riccardo Bellotti,
giovane driver piacentino già impegnato con il
team nel campionato italiano nel 2010 e il presentatore di Sky e Antenna tre Lombardia Thomas Incontri, al suo debutto assoluto in veste
di navigatore, hanno ottenuto un lusinghiero 4°
posto su undici partecipanti nella loro classe di
appartenenza, ed il 39° posto assoluto. La nuova
stagione per il team bergamasco avrà come inizio
la partecipazione alla gara più importante e famosa nel campo rallystico: 80 rally di Montecarlo, dal 17 al 22 Gennaio 2012. L’equipaggio
impegnato sarà composto da Marco Arici, driver
bergamasco, vincitore quest’anno del campionato Irs classe N4, ed Emanuele Inglesi co pilota
di rinomata esperienza, che abitualmente corre
con il forte pilota bergamasco Matteo Gamba.
Arici e Inglesi porteranno in gara una Mitsubishi
Lancer Evo X della MFT Motors.
Claudio può continuare a sognare!
UN SOGNO
DIVENTATO REALTÀ
PER INFORMAZIONI:
Rally Sport Evolution Team
Nembro, via Vasvecchio n.6
tel. 035.4127139
cell. 335.6877003
Step Italy
Milano, via Martinengo 27
Tel. 02.70208241
24oreNews
55
SPORT E SPETTACOLO
raCe in THe CiTY,
Lo sCi di Fondo
a miLano
A
ncora pochi giorni e la Coppa del Mondo FIS
di sci di fondo arriverà finalmente nella metropoli lombarda, il 14 e 15 gennaio 2012.
Mentre tutta Milano è tappezzata di manifesti
pubblicitari, dagli stendardi sparsi per le vie di grande
transito alle affissioni in numerosi punti della metropolitana, sale l’adrenalina nei confronti di un evento assolutamente unico nel suo genere, che porterà a Milano
i più grandi atleti dello sci di fondo mondiale per competere in quattro gare sprint. La sprint è la disciplina
che, più di ogni altra in questo sport, richiama lo spirito
della pura competizione e con la Race in the city la gara
giungerà nel pieno centro della metropoli milanese, in
uno scenario unico: il Parco Sempione nel centro storico,
in prossimità del Duomo e del Castello Sforzesco.
MAXI-SCHERMI
Il comitato organizzatore predisporrà due maxi-schermi. Saranno
in funzione per i giorni 13, 14 e 15 gennaio in concomitanza
dell'apertura del villaggio nordico. Uno è posizionato in piazza
Castello (15mq), a sinistra della fontana guardando il castello, fra
il villaggio nordico e l'area di competizione nel parco Sempione.
Il secondo schermo (50mq) è posizionato in piazza del Cannone
verso l'arco della Pace rivolto verso la tribuna e gli altri spazi per
il pubblico. Sullo schermo in piazza del Cannone saranno
presentate le quattro gare con informazioni e intrattenimento da
circa un'ora prima dell'inizio delle gare.
56
24oreNews
Il miglior biglietto da visita per Expo 2015
Un’attesa febbrile condivisa dalle istituzioni e in
particolare dalla Regione Lombardia. «Si tratta
di un evento straordinario – dichiara
dell’Assessore allo Sport e Giovani, Monica
Rizzi – che renderà Milano e la Lombardia
capitale mondiale dello sci nordico. Con la Race
in the city, lo sci di fondo accenderà i riflettori
internazionali sull’enorme ricchezza in termini
di storia, architetture, tradizioni, offerta
turistica, appeal del capoluogo meneghino: non
solo perché su questo insolito circuito
gareggeranno grandi campioni capaci di
richiamare il pubblico delle grandi occasioni,
ma anche perché, trattandosi di gare valide per
la Coppa del Mondo FIS di sci di fondo, le
immagini di Milano rimbalzeranno sulle
televisioni di tutto il mondo». Cresce la curiosità
nei confronti della Race in the city da parte di
pubblico e appassionati anche all’estero, con
centinaia di appassionati dal Nord Europa in
rotta verso Milano. Inizia a prendere forma
anche il piano di iniziative collaterali, con un
villaggio nordico che sarà allestito in via
Beltrami a partire da venerdì 13 gennaio. E
ancora, un programma di iniziative riservate a
scuole e sci club: «Una fitta serie di eventi
chiuderà il cerchio - afferma Monica Rizzi -,
disegnando una bellissima cartolina di Milano e
della nostra Lombardia da inviare ai destinatari
di tutto il mondo. Quale miglior biglietto da
visita in vista di Expo 2015?».
STORAGE TRANSPORT EXPRESS PARCEL
La società di servizi
che va di moda
Presa e consegna per sfilate, mostre, fiere, manifestazioni.
Inviti, omaggi, presentazioni ma anche servizi navetta per
un trasporto comodo e puntuale.
Trasporti delicati di fiori, valige e documenti. Professionisti
per servizi fiduciari e trasporto di documenti riservati.
Step Italy, un tacco avanti!
contatti
02 70208241
www.stepitaly.it
Una città da scoprire
TORINO
58
24oreNews
ANDATA E RITORNO
H
o vissuto a Torino per quasi sei anni
(erano gli anni ’70) e, quando vi sono
ritornato un anno fa, ho scoperto una
nuova città, da vedere, da vivere, della
quale tornare ad innamorarsi. Una città
rimessa a nuovo, dove la sua innata eleganza sabauda risplende nelle vetrine dei suoi negozi
più chic, dei suoi caffè storici che "profumano" di tradizioni antiche e di quelli più moderni che parlano il
linguaggio del cambiamento che si percepisce ovunque.
Il MITO e i Saloni Internazionali
Torino ha saputo sfruttare nel migliore dei modi l'occasione avuta di poter ospitare le Olimpiadi Invernali
del 2006 e, quasi per magia, la città ha assunto una
nuova veste per vivere il futuro consapevole comunque
e sempre del suo passato di ex Capitale d'Italia. Da
qualche anno, la città ospita due grandi manifestazioni
ormai di dimensione internazionale: Il Salone del Libro,
appuntamento di grande “spessore” con il mondo letterario, fatto anche di straordinari incontri con gli autori
e Il Salone del Gusto, realizzato
e voluto per far capire a tutti cosa significa "amore, cultura,
passione per la propria terra",
idea che non poteva che vedere
protagonista Carlo Petrini e il
"suo" Slow Food. E così queste
due manifestazioni ci riportano
a quanto si diceva circa il cambiamento della città con i giovani primi protagonisti. Senza
voler dimenticare MITO, che
vede Torino e Milano unite per
proporre d’estate ricchi eventi
musicali ed artistici, offrendo la
possibilità di scoprire o riscoprire due città uniche, bellissime ed affascinanti.
Corre il Po… tra fantastici Monumenti, Palazzi e Piazze
Lasciatemi dire che ci sono tante straordinarie cose
in questa Torino che meritano assolutamente almeno
una visita. La Mole Antonelliana, simbolo della città,
piazza Castello, il Palazzo Reale e i suoi giardini, il
Teatro Regio, il Palazzo Madama, il Duomo intitolato
a San Giovanni, patrono della città, che custodisce
la Sacra Sindone, il parco del Valentino con il suo castello, lo straordinario Museo Egizio, secondo solo a
quello del Cairo, il Teatro Carignano, lo spettacolo
che ti offre la collina di Torino che trovi dolce e gra-
devole al di là del Po. E poi l'estrema eleganza di
Piazza San Carlo e di via Roma con i suoi portici e i
suoi negozi raffinati dove fare shopping... senza dimenticare mai a Torino le sue cioccolaterie e le sue
"botteghe" di formaggi. Che vi avevo detto? Torino
merita assolutamente una visita e un lungo week end
sarebbe la scelta migliore per "vivere" questa città
"magica", non solo perchè si è sempre respirata l'aria
delle arti magiche, ma perchè oggi la si deve osservare
con la voglia di scoprirla passo dopo passo, camminando per le sue strade e stradine e i viali e le piazze
e i giardini, ricordandosi ogni tanto di volgere il proprio sguardo per seguire lo scorrere delle acque del
Po e sognare con le sue storie e le sue favole.
Sotto i portici di Torino
ho incontrato uno scolaretto.
Garrone? Nobis? Il muratorino
che della lepre rifà il musetto?
Come le pagine vecchie e care
del vecchio Cuore, sempre belle,
le vecchie strade diritte e chiare
si somigliano come sorelle.
Torino, Torino
il Po e il Valentino
le colline incantate
per farci le passeggiate
di fine settimana,
e la Mole Antonelliana
in mezzo alle cartoline
illustrate.
(G. Rodari)
ANDATA E RITORNO
Torino
FILM
FESTIVAL
Penelope Cruz
D
opo un’intensa settimana di proiezioni internazionali e importanti ospiti del calibro
di Penelope Cruz e Laura Morante, si è concluso lo scorso 3 dicembre il Torino Film
Festival (TFF), giunto alla sua 29esima edizione e per
la terza volta consecutiva diretto dal regista Gianni
Amelio. La cerimonia di chiusura si è tenuta al Cinema
Reposi ed è stata condotta dall'attrice Maria Cassi, attrice teatrale riconosciuta a livello internazionale. Il
festival, nato nel 1982 come festival Internazionale Cinema Giovani, nel 1998 ha assunto il nome di Torino
Film Festival ed è diventato uno dei festival cinematografici più importanti in Italia. Le proiezioni e gli incontri hanno luogo nelle più importanti sale cinematografiche del centro di Torino, città che per prima ha
portato il cinematografo nel nostro paese.
60
24oreNews
Aki Kaurismaki regista riceve
il Gran Premio Torino
da Gianni Amelio Presidente Tff
Vince un film islandese
Il cinema emergente, remoto, vitale, in cerca di
spazi per farsi conoscere e apprezzare: vince l’Islanda pop degli Anni Ottanta di “Either way” (Miglior Film), e poi le “17 ragazze” della provincia
francese incinte descritte da Delphine e Murie Coulin, (Premio speciale della Giuria) ex-aequo con
“Ok, enough, goodbye”, in cui Rania Attieh e Daniel Garcia raccontano un Libano inedito, lontano
dalle cronache dei tg, fatto di bamboccioni, solitudini disperate e amicizie inattese.
La giuria per il Concorso Internazionale Lungometraggi, riservato a registi alla prima, seconda o
terza opera, era composta da Jerry Schatzbeg, Michael Fitzgerald, Valeria Golino, Brillante Mendoza
e Hubert Niogret. Un po’ di «amaro in bocca» resta
per il cinema italiano che «anche se non ha vinto
nulla, esce comunque bene dalla competizione, ma
soprattutto dal panorama delle sezioni collaterali
e dei documentari», ha detto Gianni Amelio.
Luciana Littizzetto
Amelio: «C’erano altri bei film ma lo spirito del Tff
è aiutare il cinema emergente»
Il direttore del Tff Gianni Amelio è contento, il verdetto della giuria guidata dal regista americano Jerry
Schatzberg ha colto al volo il senso e lo scopo della
rassegna: «Sono state fatte scelte molto coerenti con
lo spirito del Festival, la giuria ha deciso di porre
l’attenzione su film di ragazzi che, per riuscire ad
affermare il proprio talento, hanno bisogno dell’effetto volano di un premio. È un responso di tendenza, perfettamente in linea con il significato della
manifestazione». La forza del Tff sta nell’impronta
con cui è nato: «La nostra è una rassegna che può
davvero spingere un ragazzo a fare il suo secondo
film». Insomma, le stelle possono attendere, i giovani talenti no. Per questo qui si sa sempre, esattamente, a che cosa serve un festival.
Laura Morante
Valeria Golino
Charlotte Rampling
ATTORI E REGISTI
DI CALIBRO INTERNAZIONALE
C'e da dire che ancora una volta a Torino si sono fatti
i miracoli, se si considera che il budget era di soli 2
milioni. Nonostante il budget limitato, sono stati
portati al Tff film importanti e costosi presentati in
anteprime europee se non internazionali come il film
di apertura con Brad Pitt, di Bennett Miller, "Moneyball" e quelli di chiusura, “Albert Nobba" di Rodrigo
Garcia, e "Twixt", l'ultimo horror gotico del grande
Francis Ford Coppola. Per non dire delle centinaia di
film inediti e non, spesso difficilmente vedibili altrove,
che il pubblico ha giustamente saputo premiare.
Martin Compston
Renate Krossner
Hasteinn Gunnar Sigurdsson
LE STELLE DEL 2012
ARIETE 21.3 - 20.4
Aspettatevi un buon 2012. Un grande
miglioramento delle vostre finanze già
prossimi giorni, ma soprattutto tra
maggio e luglio. Positivo l’Amore. Molti
single troveranno l’anima gemella.
Potrete avere momenti “molto caldi”
con il vostro partner o coniuge a causa
delle vostre divergenze di pensiero, ma
la vita familiare rimarrà molto felice.
LEONE 23.7 - 22.8
SAGITTARIO 22.11 - 21.12
Vi distinguerete con il vostro originale
modo di fare, pieno di energia e di
contagioso entusiasmo: le vostre iniziative
verranno accolte da tutti con grande
attenzione. Quest’anno aumenterete il
vostro fascino e capacità di seduzione:
avrete l’occasione di sfoggiare il meglio di
voi stessi, in tutti i campi.
Nel 2012 la vostra stabile vita
sentimentale potrà essere sconvolta
dalla inaspettata ricomparsa (dal
nulla) di un vecchio amore,
intenzionato a riaccendere più che
mai l’antica passione. Scarse le novità
sul lavoro, che rimarrà stabile
nonostante i tempi difficili.
Continuerete ad essere prudenti nelle
spese, ma non vi farete mancare
nulla.
VERGINE 23.8 - 22.9
TORO 21.4 - 21.5
Dopo i problemi di lavoro dello scorso
anno, l'Oroscopo Toro 2012 vi predice
fortuna e un’eccellente carriera, siate
però preparati ad una gran quantità di
lavoro. L'influsso di Giove e degli altri
astri favoriranno un 2012 pieno di
soddisfazioni in ogni campo. Successo
negli affari, specie verso la fine dell'anno.
Un inizio brillante in questo 2012: che
finalmente vi offrirà la relazione stabile
e duratura che desiderate da tempo.
Miglioreranno i non facili rapporti con
alcuni colleghi di lavoro: scompariranno
antiche rivalità cedendo il posto a
rapporti leali e positivi. Cercate però di
rilassarvi, concedendo più spazio alle
emozioni ed occupatevi di più del vostro
benessere.
GEMELLI 22.5 - 21.6
Un 2012 vivace ed energico pieno di
progetti, azioni e nuovi sogni per voi
Gemelli, che vivrete un’insolita routine
ad inizio anno e poi in primavera avrete
piacevoli novità e imprevisti. Il vostro
ruolo attivo a livello sociale non passerà
certo inosservato, ma attenzione a non
esagerare in tracotanza e protagonismo.
Aspettatevi una grande attività negli
ultimi mesi dell’anno.
BILANCIA 23.9 - 22.10
CANCRO 22.6 - 22.7
Le posizioni planetarie potranno portare
grandi cambiamenti nella vostra vita,
rendendola molto movimentata anche
se non estranea a situazioni difficili. Voi
nati nel segno del Cancro siete lunatici
sognatori ed affrontate con raro
ottimismo gli imprevisti. Mantenete la
calma, sarete piacevolmente sorpresi: si
tratterà solo di una fase di transito
verso una vita migliore.
SCORPIONE 23.10 - 21.11
Il nuovo anno sarà ricco di prospettive e
di possibilità e prevede una serenità
mai da voi raggiunta prima. Il vostro io
interiore si troverà in perfetto accordo
con l'ambiente esterno. È però tempo di
retrospezione: è il momento giusto in
cui rivedere la vostra vita e la vostra
carriera. Potrete rivalutare alcune cose
e cercare di adattarvi a nuove
circostanze di vita.
I primi tre mesi del 2012 vi porteranno
ghiotte occasioni che potranno
condizionare il resto dell’anno, che sarà
in ogni caso positivo. Bene il lavoro,
anche se non proprio a gonfie vele. La
vostra salute sarà come sempre di ferro.
Buona anche la sfera sentimentale e
affettiva, anche se qualche volta
l’atmosfera apparirà troppo surriscaldata.
CAPRICORNO 22.12 - 21.1
Nel 2012 avrete molte energie che
spenderete con successo in molti
campi. Vi dedicherete con maggior
impegno al lavoro ottenendo meritati
riconoscimenti, ma questo non dovrà
assolutamente sacrificare la vostra
sfera sentimentale ed affettiva.
Trascorrete molto più tempo con tutte
le persone a cui tenete.
ACQUARIO 22.1 - 19.3
Cercate quest’anno di avere meno
esitazioni e siate più spontanei. Le
problematicità in affari dello scorso
anno cesseranno per sempre, ma se
rimarrete restii a nuove idee e
persone non riuscirete a superare
una situazione oramai stagnante.
Importanti novità in Amore, non
trascurate la vostra salute.
PESCI 20.2 - 20.3
Il 2012 inizierà positivamente, porterà
cambiamenti favorevoli e piacevoli
sorprese anche per le vostre tasche.
La situazione sentimentale ed
affettiva andrà sicuramente
migliorando: l’incertezza dei mesi
scorsi scomparirà grazie all’arrivo di
una serena stabilità nella vostra vita.
Nel firmamento di Milano
c’è una Stella per te
…e le Stelle, si sa, hanno nome di Dei e forma
e luce di Gioielli. Quale Stella hai scelto? Quale
Nome ti ha illuminato? E quale Gioiello nasconde in sé? Ecco, ora è il momento di entrare
nel Paradiso degli Orafi Lombardi e…