La Famiglia Morgano, Capri

Commenti

Transcript

La Famiglia Morgano, Capri
CLUSTER ALBERGHIERI
La Famiglia Morgano, Capri
Nell’isola
più
bella del
mondo
A Capri la famiglia Morgano gestisce
229 camere distribuite tra il Grand Hotel
Quisisana (148 camere),
l’Hotel La Scalinatella (30 camere),
Casa Morgano (27 camere), l’Hotel Flora
(24 camere), alberghi di categoria 5 stelle
i primi tre, 4 stelle l’ultimo. Il Grand
Hotel Quisisana fa parte dei Leading
Hotels of the World. I lettori di una nota
rivista turistica internazionale nel 2007
hanno giudicato l’Hotel La Scalinatella
il miglior albergo del mondo, gli stessi
lettori avevano giudicato il Grand Hotel
Quisisana l’albergo ideale in Italia
Renato Andreoletti, Alberta Carlesso
58
HOTEL
DOMANI
l u g l i o
2 0 0 9
59
HOTEL
DOMANI
l u g l i o
2 0 0 9
CLUSTER ALBERGHIERI
La Scalinatella
(nelle foto)
appartiene alla
famiglia Morgano
dal 1962. È un
piccolo hotel di
grande charme
che offre un
soggiorno
davvero esclusivo
C
apprezzare come uno dei più valenti direttori della allora mitica
Costa Azzurra e della Provenza. Mio padre Mario aveva 18 anni
e voleva diventare ingegnere. Dirottò su studi di giurisprudenza
a Genova, più brevi, per conseguire comunque una laurea e nel
frattempo aiutare la madre Angelina. È stato il bisnonno Giuseppe a gettare le basi della nostra fortuna come albergatori. È stato
lui subito dopo la prima guerra mondiale a edificare a Capri l’albergo di famiglia, il Morgano & Tiberio Palace, che oggi è diventato un JW Marriott.”
Mario Morgano è nato nel 1919, lo stesso anno di mio padre Celestino. Entrambi sono andati militari di leva nel 1939. L’anno successivo, quando avrebbero dovuto andare in congedo, Benito Mussolini ebbe la brillante idea di dichiarare guerra a Francia e Gran
Bretagna. Mario e Celestino furono obbligati a restare in divisa.
Mio padre finì in Russia dove scampò per un miracolo (e sei mesi
di ospedale a Verona per le conseguenze della ritirata nella steppa a 40 gradi sotto zero). “La loro è stata una generazione che ha
sofferto la fame, il freddo, la guerra ma che ha avuto anche una
voglia di vivere che non li ha mai abbandonati” racconta Nicolino Morgano a proposito dei suoi genitori. “Mio padre Mario ha 90
anni e continua a seguire l’attività di famiglia, idem mia madre Pina (Giuseppina), che di anni ne ha 84. Si sono sposati nel 1948 e
hanno avuto quattro figli: Enrico nel 1949, Lucia nel 1951, Gianfranco nel 1955, io nel 1956. Siamo impegnati tutti nella gestione
degli alberghi della nostra famiglia, anche Gianfranco che è stato
medico e ora è Direttore Generale del Grand Hotel Quisisana.”
Mario e Pina Morgano tornano a Capri e prendono in mano le sorti dell’attività alberghiera di famiglia. “Il primo acquisto risale al
apri, nel Golfo di Napoli, di fronte a Sorrento, è un’icona mondiale del turismo.
Non esiste praticamente personaggio del
jet set internazionale – politico, industriale, fi nanziere, artista, sportivo – che non vi
abbia messo piede almeno una volta nella
vita o che addirittura non vi abbia comprato casa.
L’avventura turistica di Capri ha precedenti assai illustri da quando Cesare Ottaviano Augusto vi giunse oltre 2000 anni fa e decise di costruirvi una villa delle dimensioni di una reggia. Vi dimorò nell’ultima parte della sua vita il suo successore, Tiberio Giulio Cesare Augusto, che vi si trasferì nel 27 dopo Cristo e vi rimase pressoché ininterrottamente per sette anni. La costa di Capri
è frastagliata con numerose grotte e cale che si alternano a ripide scogliere. Le grotte, nascoste sotto le scogliere, furono utilizzate in epoca romana come ninfei delle sontuose ville che vennero costruite qui durante l’impero. La più famosa è senza dubbio la
Grotta Azzurra. Caratteristici di Capri sono i celebri Faraglioni,
piccoli isolotti rocciosi a poca distanza dalla riva che creano uno
spettacolare effetto scenografico e paesaggistico.
“I Morgano sono capresi da sempre e dei capresi hanno nel sangue l’arte di accogliere e di ospitare che hanno esportato anche
in tutto il mondo quando sono emigrati per lavoro” spiega Nicolino Morgano, quarta generazione di albergatori. “Mio nonno Enrico negli anni Trenta dirigeva il Grand Hotel Miramare a Sanremo. Morì nel 1938 dopo una splendida carriera professionale che
lo aveva portato in giro per il mondo. Il fratello del nonno, Nicolino Morgano, ultimo figlio della mitica Donna Lucia, intanto si fa
60
HOTEL
DOMANI
l u g l i o
2 0 0 9
1958 con l’Hotel La Pazziella, acquisito di recente dal Royal Group
di Teresa Naldi. La Scalinatella è stato acquistato nel 1962. Erano case costruite sul fianco della montagna che venivano progressivamente ampliate e diventavano veri e propri alberghi. La Pazziella arrivò a 18 camere, la Scalinatella idem.”
Nel 1968 Mario Morgano vende l’albergo di famiglia, il Morgano
&Tiberio Palace, per poter acquistare la casa a fianco e ampliare
la Scalinatella. Nel 1969 La Scalinatella viene portata a 30 camere: tutte fronte mare con ampie terrazze, la maggior parte con due
bagni. Tutto l’albergo è pavimentato con ceramica, idem camere e
bagni, questi ultimi fasciati con ceramica fino al soffitto. L’hotel
scende lungo il declivio della montagna con ampie terrazze, sulle
quali è stata installata anche una suggestiva piscina panoramica
riscaldata a sfioro. L’ultima realizzazione riguarda la palestra che
si affaccia direttamente sulla piscina. Si pranza all’aperto nel ristorante che è stato ricavato sulla terrazza che divide La Scalinatella da Casa Morgano. Sulla stessa terrazza c’è anche la seconda
piscina riscaldata a sfioro.
Nel 1980 a Capri accade un avvenimento che mette a rumore l’isola: è in vendita l’Hotel Quisisana, albergo di 148 camere, simbolo
di Capri fin dal 1866. I Morgano riescono ad acquistarlo nel 1981.
Per farlo, vendono La Pazziella. “Mio padre aveva 61 anni ma, come sempre, la sua mente è proiettata nel futuro” racconta Nicolino
Morgano. “Gli anni non gli hanno mai pesato e soprattutto non lo
hanno mai frenato nella realizzazione dei suoi sogni. Mio padre è
poliglotta ed è dotato di una cultura straordinaria. Ha conosciuto
SCHEDA ALBERGO
La Scalinatella
Via Tragara, 8 - 80073 Capri
Tel +39 0818370633
Fax +39 0818378291
[email protected]
www.scalinatella.com
Direttore Generale: Nicolino Morgano
Camere: 30
American Bar
Lunch Restaurant
Fitness center
Piscina scoperta riscaldata
Gli interni,
curati nei
minimi dettagli
e con pezzi
d’antiquariato
sparsi ovunque,
ricordano più
l’atmosfera di
un’elegante
dimora privata
che un hotel
CLUSTER ALBERGHIERI
La Scalinatella scende lungo
il declivio della montagna con
ampie terrazze affacciate sul
mare. In questa foto, la zona
bar e, in basso, l’area fitness
e conosce i più grandi personaggi della storia contemporanea. Va
sottolineato anche il ruolo di mia madre Pina. Dietro a un grande
uomo c’è sempre una grande donna. Lo sappiamo bene noi figli.”
L’Hotel Quisisana viene trasformato per tornare a essere uno dei
simboli di Capri nel mondo sia dal punto di vista estetico che per
la qualità dei servizi offerti, oltre che per l’inappuntabile eccellenza dell’accoglienza e dell’ospitalità che lo contraddistinguono.
“Molte camere sono dotate di doppi bagni, come la Scalinatella.
Se si pensa che questo concetto mio padre l’ha sviluppato alla Scalinatella fin dal 1969, è incredibile il fiuto e la lungimiranza che
ha dimostrato. Un’altra caratteristica dei nostri alberghi riguarda
la famiglia Morgano, che è sempre presente anche quando, come
al Quisisana, c’è un direttore. Il cliente apprezza la presenza dei
proprietari: si sente trattato come un re.”
Nel 1985 la Ciga (Compagnia Italiana Grandi Alberghi), allora
proprietà del fi nanziere Bagnasco, propone al Quisisana di far
parte in maniera integrale della sua rete commerciale, invece che
essere semplicemente rappresentato. I Morgano decidono di uscire dalla Ciga ed entrare nei Leading Hotels of the World. “È stata una sfida. L’abbiamo vinta assieme agli amici della LHW, consorzio alberghiero che contende la palma di migliore brand nel
lusso a prestigiose catene come Four Seasons, Ritz Carlton e The
Waldorf=Astoria Collection.”
Nel 1994 un nuovo acquisto: Casa Morgano, 27 camere, a fianco
della Scalinatella. “La villa di fianco alla Scalinatella era in vendita e si prospettava che la frazionassero in appartamenti. Intervenne mio padre, d’accordo con tutti noi figli, e l’acquistò trasformandola nella sorella gemella della Scalinatella. Casa Morgano e
la Scalinatella non sono affiliati ad alcun marchio internazionale”
spiega Nicola Morgano. “Sono case piccole, di grande charme, che
curano la clientela in maniera unica. Vantiamo un tasso di fidelizzazione assai significativo, tra il 60 e il 70 per cento, con periodi
di soggiorno che superano tranquillamente la settimana. I nostri
ospiti di solito prenotano la vacanza successiva al momento della
62
HOTEL
DOMANI
l u g l i o
2 0 0 9
63
HOTEL
DOMANI
l u g l i o
2 0 0 9
CLUSTER ALBERGHIERI
partenza. Si garantiscono in questo modo la stessa camera cui sono abituati. La Scalinatella è considerata la seconda casa dei nostri ospiti: il loro indirizzo privato quando soggiornano nella nostra
isola. Nel 2004 a Capri abbiamo acquistato infine un altro albergo, l’Hotel Flora, un delizioso albergo di 24 camere di categoria 4
stelle a fianco del Grand Hotel Quisisana.”
Nel 2007 La Scalinatella è stato giudicato l’albergo più bello del
mondo dai lettori di una nota rivista turistica internazionale, gli
stessi lettori avevano giudicato il Grand Hotel Quisisana l’albergo ideale in Italia.
“Mio padre Mario non ha potuto diventare ingegnere civile ma l’arte gli è rimasta nel cuore e l’ha dimostrata nella progettazione e nel
rifacimento dei nostri alberghi, che sono sue creature. L’attenzione
al dettaglio è il segreto dell’eccellenza come pure la manutenzione
continua degli alberghi e il rifacimento costante delle camere, che
avviene per lotti ogni 10 anni. In questo modo gli alberghi sono in
continua trasformazione e l’investimento rientra nel budget complessivo dell’impresa. Nel rinnovamento degli alberghi procediamo attraverso l’autofinanziamento. Ciò ci consente di mantenerci
indipendenti sul piano finanziario e nello stesso tempo di offrire
prodotti sempre nuovi, continuamente aggiornati sia sotto l’aspetto estetico che dal punto di vista tecnologico: nel corso degli anni
abbiamo introdotto i fan coil per la climatizzazione durante tutto
l’anno, i pannelli solari per riscaldare l’acqua sanitaria, i televisori plasma/lcd con i programmi Sky, la gestione informatica del
gruppo, lo sviluppo del sito web in Internet di ogni singolo albergo.
I miei genitori per Natale si sono sempre regalati a vicenda mobili
di antiquariato che finiscono regolarmente nei nostri alberghi. È
accaduto anche quando è stata chiusa un’importante villa storica
dell’isola e i suoi arredi vennero messi all’asta: li abbiamo acquistati in gran parte e sono rimasti a Capri, nei nostri alberghi. Il
concetto del Genius Loci ci appartiene da sempre: credo sia una
caratteristica intrinseca degli isolani, fieri e orgogliosi delle proprie radici particolari. Capri inoltre è un’isola solo dal punto di vista geografico: in realtà è diventata il buen retiro del meglio dell’intelligenza, della finanza, della moda, della politica internazionali. Personaggi come Pablo Neruda, Ernest Hemingway, Jean Paul
Sartre, Aristotele Onassis, Jacqueline Bouvier Kennedy, Giovanni
Agnelli, Valentino Garavani, Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle sono sempre stati di casa a Capri. Oggi lo sono gli
esponenti della nuova aristocrazia degli affari, della politica, della
moda, dell’arte e dello spettacolo. Nessun luogo al mondo vanta una
concentrazione di negozi di lusso e di griffe come quelli che sono
assiepati attorno alla Piazzetta e lungo le principali vie che vi si
diramano. Riusciamo a restare vivi e vegeti sul mercato mondiale
del turismo perché offriamo un’accoglienza e un’ospitalità davvero uniche sia come alberghi che come territorio. Siamo riusciti a
far installare una condotta idrica subacquea tra l’isola e il continente che ha risolto l’annoso problema dell’acqua, stiamo cercando di ottenere lo stesso per l’elettricità anche per poterci collegare
con la rete elettrica nazionale in vista dell’adozione di sistemi di
produzione di elettricità dal sole da parte dei privati il cui eccesso
dovrebbe essere venduto alla rete nazionale, cosa oggi non possibile. Stiamo cercando di convincere il Comune di Capri della necessità di arrivare a un concetto di turismo programmato secondo la logica del Turismo del Bello, che connota l’isola di Capri. Il
Le camere, solari e spaziose, hanno il pavimento in ceramica e le testiere
dei letti realizzate a mano da artigiani locali
64
HOTEL
DOMANI
l u g l i o
2 0 0 9
Bello non è solo una concezione estetica e filosofica: riguarda settori economici come la moda, l’auto, le moto, l’enogastronomia (dove il bello si coniuga con il buono e il genuino). L’Italia è forte in
tutti questi settori, in alcuni è leader mondiale, e deve continuare
a esserlo anche nel futuro. L’isola deve essere aperta dal punto di
vista del turismo a tutte le fasce sociali ma in una logica di programmazione degli arrivi e delle presenze secondo un concetto di
sostenibilità dell’impatto del turismo che è a vantaggio di tutti: dei
residenti, degli operatori turistici, degli stessi turisti. Il turismo è
industria ma è industria del bello e la bellezza dell’isola va mantenuta e preservata sia dal punto di vista del territorio e della sua
urbanizzazione che dal punto di vista dei flussi turistici che il territorio può accogliere e ospitare. Il nemico del turismo a volte è il
turismo stesso, quando rifiuta le regole del senso comune e della
convivenza civile, che in un’isola in particolare vengono messe in
discussione ogni volta che si afferma la sindrome del formicaio. Il
turismo è un’attività economica assai complessa che fattura decine di milioni di euro solo sulla nostra isola. Riguarda gli albergatori e i loro collaboratori come i negozianti, i ristoratori come gli
agricoltori, i bagnini come i pescatori e i naviganti delle società di
trasporti navali. Va salvaguardato e soprattutto continuamente riqualificato verso l’alto. Esattamente come si sta facendo nel resto
dell’industria. Oggi si sta sul mercato mondiale solo se ci si connota per la qualità e l’eccellenza dei propri prodotti e della clientela che li acquista. Tutto il resto è demagogia e ignoranza. L’eccellenza di Capri, e il suo posizionamento unico sul mercato mondiale, è stata dimostrata anche durante questa crisi, che a Capri
non si è pressoché avvertita. Ciò si è tradotto in ricchezza diffusa
per il territorio, per chi lavora negli alberghi come nei ristoranti e
nei negozi, per il sistema di trasporti da e per l’isola, per la stessa funicolare di Capri, per lo Stato italiano cui paghiamo le tasse.
A Capri nessuno si permette di non emettere scontrini fiscali, per
esempio. Le tasse a Capri le pagano tutti.”
nella zona secca) e palestra, oltre a una piscina coperta riscaldata
di 18 metri di lunghezza con idrogetti e lettini subacquei, una piscina scoperta circolare di 18 metri di diametro anch’essa riscaldata, un parco con palme, pini marittimi e cedro del libano al confine
con l’ampia terrazza proiettata verso il mare e i faraglioni antistanti, otto sale riunioni da 10 a 500 partecipanti, tre ristoranti (il Quisi, gastronomico, la Colombaia, informale con servizio alla carta, il
Rendez-Vous per snack veloci).
Le 148 camere sono suddivise in sette tipologie: Standard (13), Superior (24), Deluxe (23), Deluxe special (41), Junior Suite (32), Appartamenti (6), Suite Speciali (9). Alcune sono anche comunicanti. L’albergo ha apertura stagionale da marzo a novembre. Direttore
del Grand Hotel Quisisana è il sorrentino Alessio Lazazzera, classe 1970, una splendida carriera in hotel di prestigio; dirige l’albergo da sette anni.
IL GRAND HOTEL QUISISANA
Nel 1845 il Quisisana fu edificato come sanatorio da un medico
scozzese che aveva scoperto le qualità terapeutiche del clima dell’isola. Si chiamava George Sidney Clark. Abile e attento ai quattrini da buon scozzese, Doctor Clark vent’anni dopo, nel 1866, tolse
il camice da medico e vestì la redingote, in pratica trasformò il sanatorio in pensione. Una camera doppia con vista sul mare costava
circa 10 lire al giorno. Fu il suo maggiordomo, Federico Serena, a
subentrare all’eccentrico scozzese alla sua morte portando il Quisisana alla dignità di albergo, e negli anni a venire di grande albergo.
I Morgano, famiglia storica di Capri e spesso rivale dei Serena, lo
hanno fatto diventare il simbolo per definizione di Capri. Collocato
a due passi dalla famosa Piazzetta, di categoria 5 stelle lusso, l’albergo dispone anche dell’unico teatro presente sull’isola, l’ex salone
dei ricevimenti, capace di ospitare fino a 350 persone. Del lusso il
Grand Hotel Quisisana ha le caratteristiche che contano: uno staff
di 250 persone per 148 camere, room service e servizio di portineria 24 ore al giorno, trasferimento da e per l’aeroporto in limousine
piuttosto che in elicottero, servizio internet gratuito ad alta velocità
nelle camere (con cavo di rete) e copertura wifi nelle aree pubbliche, un’area benessere di 550 metri quadrati con spa (calidarium,
hammam, sauna nella zona umida, cabine per trattamenti estetici
HOTEL LA SCALINATELLA, CASA MORGANO
Piccoli, eleganti, meravigliosi. Difficile resistere agli aggettivi
quando si devono descrivere i due alberghi confinanti, l’Hotel La
Scalinatella e Casa Morgano, con le ampie camere disseminate lungo i declivi della montagna, a cinque minuti a piedi dalla Piazzetta (in una zona particolarmente riparata e silenziosa), la ceramica
come regina incontrastata degli spazi comuni come delle camere
e dei bagni, che fascia fino al soffitto, gli ampi terrazzi aggettanti
65
HOTEL
DOMANI
l u g l i o
2 0 0 9
Nelle foto,
Casa Morgano,
altro gioiello
dell’omonima
famiglia, acquisito
nel 1994 e situato
a fianco della
Scalinatella
CLUSTER ALBERGHIERI
verso il mare e i faraglioni (“I nostri ospiti spesso non vanno neppure al mare, preferiscono la tranquillità della camera” spiega Nicola Morgano. “Escono dall’albergo il mattino presto o dopo il tramonto, quando i turisti non ci sono ancora o sono già andati via e
l’isola gli appartiene totalmente. Amano la tranquillità della loro
camera come se fossero nella loro villa al mare. Quando vanno in
barca, l’hanno prenotata da tempo: trattano i pescatori come amici di famiglia perché li conoscono da sempre”).
Le testiere dei letti fatte a mano dagli artigiani locali, l’arredo elegante ma anche borghese perché borghese è la nuova aristocrazia del denaro, pezzi di antiquariato sparsi ovunque per connotare l’albergo senza appesantirlo, la spaziosità solare delle camere,
sottolineata dal candore delle pareti e del letto, i soffitti a crociera come messaggio subliminale (“Sei a casa, non in albergo”), la
grande discrezione unita alla non meno attenta efficienza di tutto il personale, La Scalinatella e Casa Morgano (entrambi diretti
da Nicolino Morgano) offrono un soggiorno decisamente esclusivo
con tutti i vantaggi del servizio alberghiero 24 ore al giorno, senza l’inevitabile invasione che comporta l’alloggiare in un grande
albergo sia pure di lusso. La Scalinatella e Casa Morgano vanno
oltre il lusso: offrono un soggiorno esclusivo.
n
Casa Morgano (nella foto) e la Scalinatella vantano un tasso di
fidelizzazione tra il 60 e il 70 per cento, con periodi di soggiorno
che superano la settimana
FORNITORI
Progettista:
Arch Claudio Stabile
con Mario Morgano
Abbattitori di temperatura:
Silko
Sottovuoto:
Tecnovac
Interior Designer:
Margiotti Giuseppina (mamma)
Serramenti:
Yale
Impresa edile:
Porta Costruzioni
Porte automatiche:
Sesamo
Impianti elettrici:
Salvia Alessandro & Rosato Ciro
Portoncini camere:
Fael
Climatizzazione:
Porpora Alessandro
Serrature:
Yale
Impianto antincendio:
Ing. Carmine Salerno
Arredi parti comuni:
mobili antichi
Attrezzature antincendio:
Sadi
Divani:
Alfonso Ramo
Software di gestione:
Fidelio
Arredi camere:
Mobili vari antichi
Sanitari:
Ideal Standard
Lenzuola e piumini:
Mascioni
Sedie:
antiche
Biancheria camera, spugne,
accappatoi:
Mascioni Hotel Collection
Arredi e attrezzature convegni: Schönhuber Franchi
Linea cortesia:
Viva Igiene
Tessuti d’arredo:
Rivolta & Carmignani
Phon a muro:
Eolis JVD
Tovagliati:
Mascioni
Telefoni:
Telecom, Besaline
Lampadari e punti luce:
antichi
Materassi:
Simmons
Accessori bagni:
Ideal Standard & Novellini
Tv:
Philips
Radiatori a muro:
Fabiana
Programmi Tv:
Sky
Posaterie:
Sambonet
Frigobar:
Dometic
Porcellane:
Broggi
Arredi esterni:
Unopiù
Arredo verde e giardino:
Unopiù
Climatizzazione:
Siemens
Segnaletica e insegne:
Artemide
Tappeti:
Paracchi
Marmi:
Testi - Fratelli
Ascensori:
Schindler
Moquette:
Liuni
Casseforti:
Cerutti
Pavimenti:
La Peruta Ceramiche
Telefonia:
Phillips
Serramenti:
Yale
Computer:
IBM
Attrezzature Spa:
Serafini
Cucine:
Electrolux
Attrezzature palestra:
Technogym
66
HOTEL
DOMANI
l u g l i o
2 0 0 9

Documenti analoghi

Alla scoperta di Capri

Alla scoperta di Capri Una vista senza eguali sulla Certosa di San Giacomo, arredi antichi e camere finemente curate (molte delle quali con doppi servizi), sono soltanto alcune delle caratteristiche di questo albergo, co...

Dettagli