scheda x libro Diritti:Layout 1

Commenti

Transcript

scheda x libro Diritti:Layout 1
«Non tacere.» Diritti dell’infanzia
diritti negati, diritti violati, diritti restituiti
Una proposta, un libro da scrivere insieme:
bambini, ragazzi, gruppi, insegnanti... di molti Paesi del mondo
Perché un libro sui diritti negati?
La Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e le leggi, in quasi tutti i Paesi del mondo, indicano come diritti
fondamentali:
quelli legati alla sopravvivenza, ossia i diritti
-a non essere discriminati
-alla registrazione e al nome
-alle cure dei genitori, o in assenza, dello Stato
-alle cure mediche
-a un livello di vita sufficiente
-a una vita piena e dignitosa anche se disabili
-al riposo, al tempo libero, al gioco
quelli legati alla “cittadinanza”, ossia il diritto
-all’educazione
-alla libertà di espressione, di associazione, di informazione
-a vivere secondo la propria cultura, religione, lingua
-a esprimere opinioni ed essere presi in considerazione
infine, il diritto fondamentale alla tutela contro ogni forma di abbandono, negligenza, discriminazione, violenza,
sfruttamento, riduzione in schiavitù.
Per non parlare delle forme di sfruttamento violento, fino alle forme meno visibili ma devastanti di abbandono
psicologico e affettivo che fanno precipitare tanti bambini, bambine e adolescenti nella solitudine, nella marginalità, nel disagio psichico, o ne fanno vittime o artefici di violenza.
Occorre far presenti diritti altrettanto importanti sul piano formativo: diritto al gioco libero, all’autonomia, all’espressione, a un adeguato riposo, alla lentezza, a scoprire,…
Rendere visibili le violazioni, sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, valorizzare le buone pratiche,
contribuire a diffondere la cultura dei diritti, sono gli obiettivi che si propone questo libro.
In che modo il libro prende forma?
Attraverso una selezione dai racconti, riflessioni, testimonianze, resoconti delle ricerche e dei lavori che i
bambini e i ragazzi svolgeranno, in molte classi e scuole di tanti Paesi del mondo.
Per comporre il libro, che sarà multilingue, attendiamo dunque – a partire dalla vostra riflessione sui diritti negati/diritti restituiti – racconti, disegni, fotografie, resoconti di interviste, proposte.
Il libro sarà pubblicato, a cura del Movimento di Cooperazione educativa e della FIMEM, (Federation Internationale Mouvements Ecole Moderne), e distribuito nel luglio 2014 in occasione del convegno internazionale
a Reggio Emilia «Sguardi che cambiano il mondo. Abitare insieme le città delle bambine e dei bambini».
www.freinet-fimem.org - www.mce-fimem.it MCE via dei Sabelli 119 00185 Roma tel. 06 4457228
Istruzioni per partecipare
1. Possono partecipare e inviare testi i bambini e e i ragazzi di età compresa tra i 6 e i 15 anni.
2. I testi vanno inviati in formato word, completi di nome, cognome, età, classe frequentata e indirizzo dell’Autore e/o della scuola.
3. Se si utilizzano documenti, articoli di giornale o rivista va ciatata correttamente la fonte e la data.
4. Le fotografie e i disegni vanno numerati, con eventuali didascalie di riferimento, e raccolte in cartella separate dal testo. Di ciascuna immagine va indicato l’autore o fonita refernza/provenienza (evitando immagini
che possono creare problemi di diritti)
5. Se si tratta di ricerche per sole immagini con didascalie occorre inviarlo in pdf.
6. Nel libro potranno rientrare, inoltre, testimonianze di adulti (insegnanti, operatori) su azioni intraprese dalla
scuola o da altre istituzioni per “restituire” i diritti negati a bambini, bambine, adolescenti vittime di violenze.
Tempi
I materiali vanno inviati entro il 31 marzo 2014. Dopo tale data altri testi non saranno accettati, dovendo iniziare la scelta e la redazione dei testi che saranno pubblicati.
Criteri di selezione
Alla stesura del libro partecipano con i loro contributi di ricerca e informazioni ragazzi e insegnanti di vari Paesi
europei ed extraeuropei. Il libro sarà quindi composto di testi nelle singole lingue originali. I testi saranno
scelti in base ai seguenti criteri:
-bellezza
-rappresentatività e attinenza al tema dei diritti
-espressività e capacità di rendere esperienze reali di vita –felici, infelici, di lotta, di solidarietà...– dei bambini
-l’utilizzabilità di questi testi/ricerche a scuola, per ulteriori ricerche e lavori di altri ragazzi
Informazioni
In allegato è fornito pdf con il testo della Convenzione ONU dei Diritti dei bambini. Altro materiale per ricerca
e informazione viene fornito su richiesta all’indirizzo.....
Dove inviare i materiali
Sede MCE VENETO, via Ciardi 41, Mestre (VE) tel. 041 952362
alla attenzione di Gian Carlo Cavinato [email protected]
www.freinet-fimem.org - www.mce-fimem.it MCE via dei Sabelli 119 00185 Roma tel. 06 4457228

Documenti analoghi