Giambattista Basile - Simone per la scuola

Commenti

Transcript

Giambattista Basile - Simone per la scuola
Giambattista Basile
Nato a Napoli intorno al 1575, da famiglia di modeste condizioni, Giambattista
Basile seppe elevarsi ad alto rango sociale grazie alle sue capacità e al suo spirito
di iniziativa.
Da giovane fu alle dipendenze della Repubblica di Venezia come soldato mercenario, prestando servizio tra Venezia e Candia (oggi Creta). Ebbe così occasione
di entrare anche in contatto con il mondo della cultura veneziana, frequentando
l’Accademia degli stravaganti. Amico del conterraneo Giulio Cesare Cortese, poeta
dialettale, scrisse la prefazione della sua Vaiasseide. Rientrato a Napoli nel 1608,
prestò servizio alla corte del principe Luigi Carafa, al quale dedicò la commedia Le
avventurose disavventure, ma presto lasciò nuovamente la sua città, per seguire
la sorella Adriana, grande cantante dell’epoca, alla corte dei Gonzaga a Mantova.
Qui entrò a far parte dell’Accademia degli oziosi e diede alla stampa alcune raccolte
di poesie (odi, madrigali, ecloghe di argomento sacro). Con il ritorno definitivo a
Napoli si pose al servizio di signori e principi della nobiltà partenopea, grazie al
cui appoggio poté dedicarsi alla sua opera principale, quella raccolta di favole in
dialetto napoletano che lo avrebbe reso celebre in Italia e in Europa, ma che fu
pubblicata solo alcuni anni dopo la sua morte, avvenuta nel 1632.
1

Documenti analoghi