A.s.D. BASKET COSTA x l`Unicef

Commenti

Transcript

A.s.D. BASKET COSTA x l`Unicef
A.s.D.
BASKET COSTA x l’Unicef
Cod. F.I.P. 006237 – Cod. C.O.N.I. 014811
Via G.Di Vittorio, 4 / 23845 COSTAMASNAGA – LC
C.F./P.IVA 01417790134
Spett./li
Sig.Ragnolini Enrico (Presidente CRL)
Sig.ra Albini Angela (Cons.Federale – Att.Femminile)
Sig. Bellondi Alberto (Resp.Ufficio Gare)
Sig. Pini Antonio (Consigliere Regionale)
Data, 5 Marzo 2009
OGGETTO: Miglioramento situazione Campionati Giovanili Femminili Open
Vorrei porre alla vostra attenzione, sia per l’incarico che ricoprite che per la stima personale
che ripongo in voi, una questione per me importantissima e che potrebbe dare stimolo ad un
miglioramento qualitativo dei Campionati Giovanili Femminili d’Eccellenza e quindi della qualità
tecnica delle singole squadre ed atlete. Cercherò di essere sintetico, tralasciando particolari anche
importanti, sperando che l’interesse vi porti alla ricerca di un approfondimento che si può sviluppare
solo tramite colloquio diretto
Partiamo dalla situazione attuale. I campionati in oggetto, che sono meglio di niente, languono
a causa di 2 questioni:
a) qualità non omogenea
b) scarsa qualità e quantità degli arbitri designati.
Esempi di questa situazione:
a) troppe gare in tutti e 3 i campionati finiscono con scarti non accettabili per un torneo di
qualità, costringendo le società a trasferte importanti per gare inutili (sia per chi gli scarti li
subisce, sia per chi li distribuisce) e la classe arbitrale ad annoiarsi e quindi a disamorarsi
completamente ad un movimento che già gode di scarsissima considerazione
b) troppe gare saltano a causa di rinunce arbitrali o disorganizzazioni causati dalla scarsa
attrattiva che queste gare hanno nei confronti di arbitri e designatori. Riguardo le gare saltate
chiedete a Bellondi; un esempio semplice del disinteresse è invece questo: il 14 febbraio 2009
Campionato U15 Open Femminile Lussana Bergamo (2°class.) e Basket Costa (4° class.) si
incontrano sul campo di Bergamo, arbitra la gara SERVALLI M. (BG) che però ha già arbitrato la
precedente gara sullo stesso campo (2 gare consecutive). Finisce la nostra gara ed inizia una
gara U15 Ecc.Maschile (campionato che qualifica ad Interzona come quello Femminile,
Bluorobica 4°class e Progetto Giovani 5°class.) arrivano 2 (due) arbitri “freschi” (FOTI D. (MI) - BETTINI
P. (MI) che anche solo come aspetto non sembravano nemmeno appartenenti alla stessa
organizzazione. Per capirci, in meglio. A voi conoscere la categoria di riferimento dei 3 arbitri in
esempio, io non ho dubbi a riguardo.
Soluzioni: io vedo questa che può salvare capra e cavoli.
o Diminuzione del numero delle gare d’Eccellenza Femminile (con attribuzione anche
formale di questa dicitura), 8 squadre al massimo rispetto al totale del movimento
femminile mi sembra più che adeguato. La qualificazione all’Eccellenza può essere fatta
o tramite Intertoto o da mini gironi di qualificazione ( per i dettagli della formula sono a
completa disposizione).
o Permetteremmo così l’attribuzione di 2 (due) arbitri per le U19 più Ufficiali di Campo
(con 24”) e Commissario Arbitrale.
o Per U17 e U15 a conclusione di un campionato gestito in parte come ora (1 arbitro ma
da Eccellenza) si potrebbero fare delle finali ad 8 dove in 2 week-end successivi (con
doppio arbitraggio, Ufficiali di Campo e Commissario) si designino le 3/4/5 qualificate
alle fase Nazionale.
Attendendo le Vs considerazioni in merito vi saluto cordialmente.
----------------------------------Ranieri Fabrizio
ASD Basket Costa x l’Unicef - 23845 Costamasnaga (LC) – Via G.Di Vittorio 4 – Tel. 031855315 - Fax 031561010
internet: http://www.basketcostaweb.com – e.mail: [email protected] - cell. 3485118166