SOC_019_Casa di Alice- Affidamento gestione

Commenti

Transcript

SOC_019_Casa di Alice- Affidamento gestione
COMUNE DI GROTTAMMARE
PROVINCIA DI ASCOLI PICENO
AREA 1 AFFARI GENERALI
DETERMINAZIONE N. 19 del 03-04-2012
del Registro SERVIZIO ASSISTENZA PERSONA
OGGETTO: DETERMINAZIONE A CONTRATTARRE PER AFFIDAMENTO
GESTIONE CSER “CASA DI ALICE” (PER SOGGETTI CON DIAGNOSI
SPECIFICA DI AUTISMO) MEDIANTE PROCEDURA APERTA, CON
CONTESTUALE APPROVAZIONE DEGLI ATTI DI GARA E
PRENOTAZIONE IMPEGNO DI SPESA.
CIG 4123896AA0 -
Il Responsabile del Servizio, Di Carlantonio Dott.ssa Antonietta,
Premesso:
- che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 29.03.2012, per l’approvazione del bilancio 2012;;
- che il Comune di Grottammare è capofila della rete dei Comuni che gestisce il CSER “Casa di Alice”, che
ospita utenti con diagnosi specifica di autismo;
- che, in particolare, il Servizio Assistenza alla Persona predispone tutti gli atti necessari per la gestione
economica-organizzaztiva del Centro stesso;
- che per la gestione del funzionamento e delle attività del Centro sono necessarie professionalità specifiche
propriamente per la tipologia di utenza con diagnosi specifica di autismo;
- che tali servizi, in quanto qualificabili come servizi socio assistenziali/sanitari rientrano tra quelli classificati
nell’Allegato II B del D.Lgs. n. 163/2006 con la seguente Categoria di Servizio = 25-Servizi Sanitari e
sociali – Rif. CPC 93-Servizio di Assistenza Sociale;
- che tali servizi, in quanto ricondotti ad un sistema funzionale (complesso di servizi istituzionali, interazione
con strutture ed altri servizi, ecc.), devono essere acquisiti con modalità tali da consentirne l’utilizzo in tempo
reale dal momento della stipulazione del contratto, onde dare continuità al servizio stesso mantenendone i
livelli qualitativi;
Tenuto conto:
- che in relazione ai servizi che si intendono appaltare non sono attive convenzioni stipulate da CONSIP o da
altri soggetti qualificabili come centrali di committenza ai sensi degli articoli 26 della legge n. 488/1999 e
dell’art. 59 della legge n. 388/2000;
- che, pertanto, l’amministrazione deve sviluppare un processo autonomo di acquisizione di tali servizi anche
considerate le caratteristiche specialistiche del servizio stesso;
Considerato:
- che l’art. 20, comma 1 del codice dei contratti pubblici (D.Lgs. n. 163/2006) stabilisce che l’aggiudicazione
degli appalti aventi per oggetto i servizi elencati nell’Allegato II B è disciplinata esclusivamente dall’articolo
68 (specifiche tecniche), dall’articolo 65 (avviso sui risultati della procedura di affidamento), dall’articolo 225
(avvisi relativi agli appalti aggiudicati) dello stesso codice;
- che tale disposizione prefigura per le stazioni appaltanti la definizione di processi di affidamento dei servizi
fondati su un complesso di regole che possono essere elaborate autonomamente, senza necessario
riferimento al codice dei contratti pubblici;
- che il processo di selezione dei potenziali aggiudicatari dell’appalto di servizi per l’affidamento della
gestione del CSER “Casa di Alice” (per soggetti con diagnosi specifica di autismo) deve in ogni caso
essere impostato nel rispetto dei principi di pubblicità, trasparenza, divieto di discriminazione, parità di
trattamento e proporzionalità dettati dall’ordinamento comunitario e configurati come principi generali
dell’attività contrattuale delle amministrazioni pubbliche dall’art. 2 del D.Lgs. n. 163/2006;
- che in relazione all’appalto è stato predisposto, ai sensi dell’art. 26, comma 3 del D.Lgs. n. 81/2008, il
documento unico di valutazione dei rischi interferenziali (DUVRI), da definire successivamente alla fase di
aggiudicazione;
- che i costi per la sicurezza relativi all’esecuzione dell’appalto, ammontano ad €. 847,00, comprensivi di iva;
- che per l’individuazione del soggetto con il quale verrà stipulato il contratto relativo alla prestazione di
“affidamento gestione CSER “Casa di Alice”“si procederà mediante procedura aperta rivolta a
cooperative sociali iscritte agli albi regionali così come previsto dalla DGR 1133/2003;
- che il processo di selezione e di valutazione delle offerte sarà fondato, per l’esame della parte tecnicoqualitativa delle proposte dei concorrenti, su elementi che permettano l’esplicitazione effettiva delle capacità
progettuali e gestionali degli offerenti in relazione al servizio in appalto;
- che per i servizi compresi nell’Allegato II B le disposizioni contenute negli artt. 20, 21 e correlativamente 27
del D.Lgs. n. 163/2006 non stabiliscono forme di pubblicità preventiva, rimettendo alle stazioni appaltanti la
definizione delle stesse, nel rispetto del principio di adeguata pubblicità;
- che in relazione alla procedura di selezione del contraente sarà richiesto all’Autorità per la Vigilanza sui
Contratti Pubblici di lavori, servizi e prestazioni il Codice di identificazione del procedimento di selezione del
contraente, denominato anche Codice Identificativo Gare (CIG), in base a quanto previsto dall’art. 1 della
deliberazione del 3 novembre 2010 (relativa ai contributo per l’anno 2011) della stessa Autorità e si
provvederà al pagamento del contributo dovuto;
- che il CIG sarà richiesto anche in relazione a quanto previsto dall’art. 3 della legge n. 136/2010 in ordine
alla tracciabilità dei flussi finanziari nell’ambito degli appalti pubblici;
- che risulta quindi necessario prenotare anche l’impegno di spesa, in relazione al dato economico sopra
individuato, il quale costituisce base d’asta per la procedura di gara;
Visto il Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;
Visto il Decreto Legislativo 165/2001;
Visto il vigente Regolamento di Contabilità del Comune;
Visto il vigente Regolamento per l’esecuzione di lavori in economia e per l'effettuazione di forniture di
beni e servizi in economia di contabilità del comune;
Visto il vigente Regolamento dei Servizi Sociali del Comune;
Determina
1. - di avviare le procedure di selezione del contraente per l’affidamento del servizio di gestione del CSER
“Casa di Alice” approvando qui gli allegati sotto le lettere A), B), C), D) :
A) Bando
B) Capitolato
C) Schema domanda di partecipazione
D) Schema di Contratto
2. - di attivare la gara, stabilendo:
2.1.) che la selezione dei contraenti sarà realizzata mediante procedura aperta rivolta a cooperative sociali
di tipo A iscritte al registro regionale, con valutazione delle offerte secondo il metodo dell’offerta
economicamente più vantaggiosa, per un valore complessivo presunto di €.. 224.871,12, iva 4%
compresa;
2.2.) che che i costi per la sicurezza relativi all’esecuzione delle prestazioni oggetto dell’appalto, sono
ammontanti ad €.. 847,00, iva 21% compresa;
2.3.) che la pubblicizzazione dell’appalto sarà realizzata mediante pubblicazione sul sito web oltre che
all’albo pretorio on line del Comune;
3. - di dare atto che l’affidamento in oggetto avrà durata annuale con decorrerà a far data dal 01.07.2012 al
30.06.2013;
4. - di prenotare l’impegno della spesa di €. 225.718,12, relativa a far fronte alle obbligazioni derivanti dal
presente provvedimento, imputandola come segue :
€. 112.435,56 al Cap. 1943 art 0 ad oggetto: “L.R. 18/96 Centro per disabili gravi”, del bilancio 2012,
gestione competenza;
€. 847,00 al Cap. 1943 art 0 ad oggetto: “L.R. 18/96 Centro per disabili gravi”, del bilancio 2012,
gestione competenza;
€. 112.435,56 al Cap. 1943 art 0 ad oggetto: “L.R. 18/96 Centro per disabili gravi”, del bilancio 2013,
gestione competenza;
5. - di dare atto che, ai sensi dell’art. 26, comma 3-ter del D.Lgs. n. 81/2008, il Servizio Assistenza alla
Persona ha predisposto il DUVRI, che costituisce parte integrante del progetto dell’appalto la cui
definitiva stesura sarà allegata al contratto;
6. - di dare atto che a seguito del presente provvedimento sarà richiesto all’Autorità per la Vigilanza sui
Contratti Pubblici di lavori, servizi e prestazioni il Codice di identificazione del procedimento di selezione
del contraente, denominato anche Codice Identificativo Gare (CIG), in base a quanto previsto dall’art. 1
della deliberazione del 3 novembre 2010 (relativa ai contributo per l’anno 2012) della stessa Autorità;e si
provvederà al pagamento del contributo dovuto;
7. - di trasmettere copia della presente :
a) al Servizio Contabilità, per i successivi provvedimenti di competenza;
b) al Servizio Segreteria Generale per la pubblicazione all'Albo Pretorio;
02 aprile 2012
Il Responsabile del Servizio
Di Carlantonio Dott.ssa Antonietta
___________________________
SERVIZIO FINANZIARIO
VISTO DI REGOLARITA’ CONTABILE
Il sottoscritto Responsabile del Servizio Finanziario, a norma dell’art. 151, comma 4 del Decreto Legislativo
18/08/2000, n. 267,
appone il proprio visto
relativo alla regolarità e copertura finanziaria della spesa necessaria, per l’annualità 2012, imputata ed
impegnata come segue:
€. 112.435,56 al Cap. 1943 art 0 ad oggetto: “L.R. 18/96 Centro per disabili gravi”, del
bilancio 2012, gestione competenza, periodo 01.07.2012 -31.12.2012;
€. 847,00 al Cap. 1943 art 0 ad oggetto: “L.R. 18/96 Centro per disabili gravi”, del bilancio
2012, gestione competenza, oneri per la sicurezza;
€. 112.435,56 al Cap. 1943 art 0 ad oggetto: “L.R. 18/96 Centro per disabili gravi”, del
bilancio 2013, gestione competenza, periodo 01.01.2013 -30.06.2013;
Impegno n. ……./2012
Impegno n. ……./2012
Impegno n. ……./2013
Data: _____________
IL RESPONSABILE
DEL SERVIZIO FINANZIARIO
__________________________________