rassegna blogger pre-unpacking smau business brescia

Commenti

Transcript

rassegna blogger pre-unpacking smau business brescia
RASSEGNA BLOGGER PRE-UNPACKING
SMAU BUSINESS BRESCIA
- http://www.spedale.com
http://www.spedale.com/e-life/1043-unpacking-smau-brescia-2009/
Generalmente dico NO ad inviti come quello ricevuto da Mauro ma questa volta ho deciso
di fare uno strappo alla regola.
E’ oggettivamente difficile non essere incuriositi da un evento dedicato ai bloggers
(categoria alla quale non mi sento di appartenere, ecco perchè rifiuto) dal
nome Unpacking SMAU.
I blogger (ed io) avranno la possibilita’ di vedere l’allestimento dell’edizione “bresciana”
di Smau Business del 25-26 Marzo.
Il programma dell’evento sembra interessante:
•
•
•
incontro e scambio di idee con Pierantonio Macola, AD di SMAU
presentazione in anteprima dello studio sulle PMI della Lombardia del Politecnico
lunch mentre tutt’intorno gli addetti ai lavori montano il tutto
•
giro tra l’unpackaging dei vari stand con qualche sorpresa tecnologica presentata in
esclusiva ai blogger
Vi saprò dire…
Per chi invece è un vero blogger, forse può interessare sapere che in questo momento ci
sono ancora alcuni posti disponibili per partecipare all’evento. Basta andare
nell’apposita pagina dell’evento e leggere le informazioni.
http://www.spedale.com/e-life/1084-unpacking-smau-siamo-pronti/
Fra poco più di 1 ora inizia l’Unpacking Smau.
E’ la prima volta che partecipo ad un evento organizzato per i blogger (Mauro ancora non
ha capito che faccio di tutto ma non il blogger *LOL*) e sono curioso di ‘capire’ cosa si è
chiamati a fare.
Domanda: come si presenta un (vero) blogger a questo tipo di evento?
Mi porto carta e penna? nulla e confido sulla memoria? o mi devo presentare col Netbook
che fa figo? Bho.. vedremo!
Intanto una piccola considerazione su Smau Brescia.
Nei giorni scorsi ho ricevuto:
- la tessera d’onore da Smau.it
- la tessera VIP dall’AIB
- la tessera d’onore dalla School of Management
- telefonata del Politecnico di Milano per invito a SMAU
- telefonata del Politecnico di Milano per la partecipazione ai WorkShop
- diversi avvisi della manifestazione in generale da più fonti (Smau, Politecnico, AIB,
Camera Commercio…)
- diversi avvisi di ULTIMI POSTI DISPONIBILI
Sinceramente non ho capito come interpretare questa iper-comunicazione: mi reputano
importante (non credo) o sono messi male?!?
- http://robyww.blogspot.com
http://robyww.blogspot.com/2009/03/unpacking-smau-2009-brescia.html
Unpacking Smau è un evento dedicato ai blogger che avranno la possibilità di vedere in
anteprima l'allestimento della fiera Smau, per la prima volta a Brescia, e altri interessanti
anteprime che spero siano veramente interessanti. Altri dettagli e il programma è
visibile qui. Ci sono ancora alcuni posti disponibili, quindi blogger bresciani datevi da
fare!
Smau Business è un circuito di eventi itinerante, ideato da Smau e dalla School of
Management del Politecnico di Milano, per supportare le imprese del territorio nelle sfide
che il mercato impone oggi, sfruttando al meglio le tecnologie informatiche. L’approccio
innovativo, anziché partire dai fornitori di ICT, prevede la valorizzazione dei casi di
successo delle imprese utenti, quindi le PMI del territorio, che vengono presentati agli
imprenditori e decisori aziendali della stessa regione attraverso workshop da 50 minuti
sulle tematiche più attuali.
Il progetto Smau Business esce dalla logica di un unico grande evento in fiera a Milano
per andare incontro alle esigenze del mercato in modo capillare sul territorio.
Questa formula è gia’ stata testata con successo nel Veneto (a Padova nel maggio 2008)
e nel Mezzogiorno (a Bari alla fine di gennaio) con oltre 4.000 iscritti e 2.000 partecipanti
per ogni tappa, di cui circa il 60% piccole e medie imprese e il 40% rivenditori locali. Il
prossimo appuntamento è a Brescia il 25 e 26 marzo a Brixia Expo per una due giorni
dedicata alle imprese della Lombardia: Brescia infatti è baricentrica rispetto a tutta la
regione ed è posta in una zona molto vitale e ricca di piccole e medie aziende.
Il circuito proseguirà poi a Padova (6-7 maggio) e Parma (17-18 giugno), per arrivare
infine alla tappa classica di Milano (21-24 ottobre).
Per maggiori informazioni www.smau.it.
- http://www.scano.net
http://www.scano.net/eventi/unpacking-smau/
Raccolgo l’invito (generale a dire il vero) di flod e m’iscrivo anch’io all’evento Unpacking
SMAU, fissato per il 24 Marzo.
Quoto:
Il programma è piuttosto ricco:
- ci sarà un momento di incontro e scambio di idee con Pierantonio Macola, AD di SMAU,
seguirà una concentrata presentazione in anteprima dello studio sulle PMI della
Lombardia fatto dal Politecnico
- ci sarà un breve lunch mentre tutt’intorno gli addetti ai lavori montano il tutto
- ci sarà un giro tra l’unpackaging dei vari stand con qualche sorpresa tecnologica
presentata in esclusiva ai blogger
Cliccate l’immagine per il link al Wiki dell’evento.
A dire il vero le info più dettagliate sono sul blog di Mauro Chiarello.
Ci si vede là.
- http://bg2b.com
http://bg2b.com/2009/03/10/arcadia-vs-unpacking-smau/
Il 24 Marzo 2009 Arcadia, in rappresentanza di Bg2b.com sarà presente all’evento
Unpacking Smau 2009 Brescia (Link al Wiki informativo).
Siamo stati invitati da Mauro e abbiamo prontamente raccolto l’invito.
La tecnologia è parte integrante del nostro business, siamo molto sensibili a ciò che può
rendere più sicuro, celere e produttivo ogni songolo processo lavorativo e questo
Unpacking ci è parsa subito un’ottima opportunità per inserirci all’interno di un mondo che
oggi giorno assume un ruolo sempre più importante: il mondo che lega i blog alla
tecnologia rendendoli parte attiva e delegando loro ruoli sempre più importanti.
Ci aspettiamo una giornata produttiva, interessante, in grado di offrire spunti e situazioni
costruttive e … vi racconteremo cosa accadrà il giorno di Martedì 24 Marzo 2009.
- http://corobi.blogsome.com
http://corobi.blogsome.com/2009/03/10/unpackaging-smau-brescia-2009/
Nell’ambito di un nuovo progetto rivolto a studiare e comprendere i mercati territoriali,
Smau 2009, il Salone Internazionale dell’Information & Communications Technology, ha
deciso quest’anno di fare tappa in quattro città italiane (Bari,Brescia,Padova e Parma)
nelle quali rivolgersi agli operatori e agli imprenditori locali per presentare in modo più
diretto e più mirato le novità del vasto panorama tecnologico legato al mondo degli affari. Il
progetto si chiama Smau Business, e dopo la prima tappa barese di gennaio, verrà
proposto a Brescia il 25 e 26 Marzo. Un’altra novità assai interessante è che verrà
riservato un pre-evento, un “unpackaging“, riservato ad alcuni blogger che verranno
invitati, il giorno precedente l’apertura degli stand, a visitare i padiglioni durante la loro
preparazione assistendo ad una esclusiva presentazione concentrata delle novità più
importanti, discutendo con l’Amm.Del. della manifestazione e partecipando ad uno studio
sulle PMI lombarde effettuato del Politecnico, più altre sorprese che Mauro Chiarello,
punto di riferimento di questo evento ancora non ha svelato. L’iniziativa mi ha incuriosito
parecchio, nonostante non sia un professionista del settore ma solamente un
appassionato, ma visto che faccio parte comunque del mondo delle PMI e quindi in
qualche modo sono parte in causa, ho deciso di parteciparvi, accettando l’amichevole
invito di Ago, anche per constatare di persona quali e quante sono le reali aspettative
riposte nei blog da parte di questo tipo di manifestazioni.
- http://www.frame26.com
http://www.frame26.com/blog_Pag2.html
24 Marzo 2009... Brescia... SMAU!!!
Ma soprattutto, cos'è l' "Unpacking Smau"?
Diversi Blogger (ed io... un po' Webmaster, un po' Fotografo ma anche un po' Blogger)
avranno in anteprima l' occasione di assistere all' allestimento della fiera Smau.
Ma l' "allestimento" non sarà l' unica parte interessante della giornata...
Il programma (L'evento avrà inizio alle ore 11:30 e terminerà verso le 15:30):
•
•
•
Ci sarà un momento di incontro e scambio di idee con Pierantonio Macola (AD di
SMAU), seguirà una concentrata presentazione in anteprima dello studio sulle PMI
della Lombardia fatto dal Politecnico
Ci sarà un breve lunch mentre tutt' intorno gli addetti ai lavori montaneranno il tutto
Ci sarà un giro tra l'unpackaging dei vari stand con qualche sorpresa tecnologica
presentata in esclusiva ai blogger
Sei un vero Blogger e vorresti partecipare anche Tu?
Clicca qui ed iscriviti al volo, perchè i posti liberi sono ancora pochi.
Io e la mia Nikon saremo li... e Tu?
Ne approfitto per ringraziare Mauro Chiarello e Matteo Ranzi (Trade Marketing Sr.
Manager di Ingram Micro) per l' invito.
PERCORSI DELL'INNOVAZIONE. DALL' IDEA AL BUSINESS
La scommessa sul futuro vinta da Smau
"Percorsi Dell'Innovazione. Dall'Idea al Business", è l'area dedicata a tutte quelle forme di
innovazione concrete capaci di trasformarsi in imprese.
Percorsi dell'innovazione ospita start up e spin off, centri di ricerca e università, parchi
scientifici e distretti tecnologici locali e tutte le realtà che contribuiscono a dare valore
all'ecosistema dell'Innovazione attive nei diversi settori, dall' ICT alla robotica, dalle
nanotecnologie all' aerospazio, dalle biotecnologie al software design, e costituite da
giovani ricercatori/imprenditori pronti a sfidare ogni rischio mettendo in campo tutte le loro
risorse, il loro tempo, la loro convinzione e l'entusiasmo.
Tra le giovani imprese presenti a Brixia Expo mercoledi' 25 e 26 marzo segnaliamo:
Met, start up di Monza che si occupa di supportare le piccole e medie imprese
tecnologicamente innovative per trasformare il loro potenziale in successi di mercato.
Cosmos di Varese che mira alla realizzazione di una soluzione software per lo sviluppo di
sistemi operativi personalizzabili e portabili che sfruttano le caratteristiche delle nuove
piattaforme di sviluppo.
MoVoLo.com, invece è una venture internazionale con sedi in Italia, Lettonia e India che
sta creando la prossima generazione di motori di ricerca per chi viaggia. Grazie ad un
innovativo sistema di algoritmi proprietari e di data mining il motore è in grado di trovare le
soluzioni migliori per viaggiare tra 2 punti nel globo ed emettere tutti i biglietti necessari
con un solo click.
Koinup (http://www.koinup.com) è un social network, realizzato da una start up bresciana,
che connette tra loro utenti di diversi mondi virtuali. I membri di Koinup hanno la possibilità
di condividere contenuti collegati alle loro vite virtuali, scoprire ciò che avviene nei mondi
virtuali e gestire con un unico servizio amicizie e account che provengono da più mondi
virtuali.
WorkCity.org, invece è un portale Internet, gestito da un giovane imprenditore romano,
che consente ad ogni libero professionista di gestire la propria fatturazione elettronica.
L'obbiettivo che si prefigge è fornire servizi di fatturazione elettronica e contabilità
ponendosi sul mercato come concreta e più economica alternativa agli studi
commercialisti.
Visup, start up milanese nata nel 2007 presenterà un un'applicazione innovativa che
supera i formati tradizionali della diffusione di immagini sul web. La soluzione si propone
come uno strumento che permette una efficace fruizione di vari contenuti: mappe,
fotografie, immagini vettoriali, diagrammi, illustrazioni.
- http://www.myweb20.it
http://www.myweb20.it/Eventi-web-2009/unpackaging-smau-brescia-2009.html
SMAU Business, evento per fare incontrare ICT, PMI locali e PA in varie città italiane, dal
25 al 26 marzo fa tappa per la prima volta a Brescia.
Perché questo evento e perché proprio a Brescia?
Perché, in un momento difficile come quello attuale, la ricetta vincente per rilanciare le
imprese è proprio quella di creare valore, facendo incontrare tra loro le varie realtà
imprenditoriali e mostrando loro come le nuove tecnologie e l'innovazione possono essere
un efficace volano per creare nuove e promettenti opportunità di business; inoltre sarà
anche un'occasione per promuovere alcune startup locali.
Il tutto verrà presentato non con un linguaggio stretto da addetti ai lavori ma, al contrario,
accessibile a tutti e che aiuti a comprendere queste opportunità.
Verranno esposti dati e trend di mercato sulla ICT e casi di successo di aziende locali che
hanno già adottato con successo soluzioni tecnologiche innovative a supporto del proprio
business e come strumento per fare la differenza.
SMAU crede molto nell'edizione bresciana, tant'è che prevede di riproporre l'evento ogni
anno.
Sono previsti oltre 35 incontri da 50 minuti con autorevoli speaker: di questi relatori io
personalmente ammetto di conoscerne pochi, però ci sono alcuni speech che secondo me
meritano parecchio e a cui vi consiglio di assistere, senza nulla togliere agli altri.
Uno è quello di Roberto Scano, che parlerà di accessibilità e normative nelle P.A. che
vogliono introdurre soluzioni web collaborative
Un altro è quello di Marco Camisani Calzolari, che parlerà della sua innovativa visione di
marketing e comunicazione per le imprese moderne, in quelle che definisce “le 4 direzioni
della comunicazione” (ho il libro e vi assicuro che vale la pena ascoltare questi concetti).
Eccezionalmente, SMAU aprirà la giornata del 24 aprirà in anteprima i suoi cancelli a un
ristretto numero di blogger selezionati (tra cui ci sono anche io, grazie alla segnalazione di
Roberto Co e all'invito di Mauro Chiarello) per un evento chiamato Unpackaging SMAU.
Avremo la possibilità di partecipare a un incontro con l'AD di SMAU, Pierantonio Macola,
di assistere a uno studio sulle PMI della Lombardia fatto dal Politecnico e, dulcis in fundo,
di fare un giro tra l'unpackaging dei vari stand con qualche sorpresa tecnologica che ci
verrà presentata in esclusiva (ma sulle quali per ora c'è stretto riserbo e su cui anche noi
siamo all'oscuro).
State quindi sintonizzati che vi forniremo notizie su tutto.
Qualche dato finale: l’Italia oggi investe nell'ICT appena il 2% del PIL, ultima nazione a
livello mondiale; in compenso la Lombardia è la regione dove le imprese credono
maggiormente nell'utilizzo delle nuove tecnologie e nell'innovazione.
Quello che mi aspetto da questa manifestazione è che le imprese ne escano più stimolate,
arricchite, che imparino a comunicare meglio, a fare community tra di loro e a mettere in
comune le risorse, che non abbiano infondate paure dei cambiamenti ma che li
perseguano con occhi e mentalità nuovi, che vedano le nuove tecnologie non come costi
ma come opportunità imprescindibili e improrogabili per ottimizzare i processi esistenti, per
svilupparne di nuovi e per non rimanere esclusi dal mercato.
Per molte realtà comprendere questo significa porre le basi per la propria sopravvivenza,
poiché i presupposti per non arrivare alla fine del 2009 ci sono.
In definitiva, spero che molte di queste aziende, all'edizione del prossimo anno, possano
venire qui a raccontare il loro caso di successo, ricordando che, chi comincia ora, tra un
anno si troverà in posizione privilegiata rispetto ai competitor.
- http://weworldweb.blogspot.com
http://weworldweb.blogspot.com/2009/03/unpacking-smau-brescia-2009.html
Unpacking Smau Brescia 2009 è l' anteprima dell’appuntamento bresciano di SMAU
riservata ai blogger. SMAU sperimenta l'interazione con il mondo della blogosfera ed invita
i blogger a scoprire in anteprima le novità legate all'evento che si svolgerà nei giorni
successivi.
Smau Business Brescia è dedicato all’ICT e all’innovazione, rivolto agli imprenditori delle
piccole e medie imprese italiane e agli operatori locali, si terrà mercoledì 25 e giovedì 26
Marzo alla fiera di Brescia.
UNPACKING SMAU avrà luogo al Brixia Expò Martedì 24 Marzo 2009 dalle ore 11:30 fino
alle 15:30. Il programma è ricco di incontri e momenti di scambio di idee dove sarà
possibile conoscere in anteprima tutte le novità legate all'evento.
In particolare alcuni momenti saranno;
-incontro con Pierantonio Macola, AD di SMAU
-presentazione dello studio sulle PMI della Lombardia del Politecnico
-lunch mentre tutt’intorno gli addetti ai lavori montano il tutto
-presentazione in esclusiva ai blogger di alcune novità tecnologiche
Per partecipare all'evento è necessario iscriversi indicando: Nome Cognome e l' indirizzo
del proprio blog. Mauro Chiarello si preoccuperà di comunicarlo a SMAU che vi invierà il
Badge necessario per partecipare all'evento. Ad oggi sono rimasti ancora pochi posti,
potete controllare la disponibilità qui.
RASSEGNA BLOGGER POST-UNPACKING
SMAU BUSINESS BRESCIA
- http://blog.felter.it/
http://blog.felter.it/2009/03/unpacking-smau-business-brescia.html
Dopo una giornata densa di impegni, cerco di mettere per iscritto quello che mi è passato
per la testa durante questo evento.
L’obbiettivo dichiarato era quello di portare alcuni blogger sul campo dello Smau Business
appuntamento di Brescia, per tastarne l’erba, sentirne il profumo e riceverne un giudizio.
In effetti la visita non ha riguardato tutta la fiera, ma un paio di zone particolari della
stessa:
la zona Percorsi dell’innovazione e la zona Ingram Micro.
Questo ci ha permesso di evitare inutili stand in costruzione e di andare dove qualcuno era
già operativo.
Primo tra tutti l’AD di SMAU, Macola in cui ho visto una energia che non può venire
semplicemente dal suo ruolo istituzionale. Ho la sensazione che gli piaccia quello che sta
facendo, una specie di traguardo raggiunto. Complimenti a lui.
Sembra abbia dato una sterzata all’evento SMAU, portandolo verso un missione più
“service” per le PMI rispetto a quella divulgativa alle masse che aveva qualche anno fa.
Dal clima riscontrato (non come temperatura, quella era decisamente fredda) direi che la
scelta sta pagando.
Ora bisognerà vedere se Brescia nello specifico, sarà un mercato valido, viste anche le
statistiche presentate che la danno ben sopra la media in quanto ad appeal tecnologico.
Le due aree visitate erano un po’ l’una il contrario dell’altra.
Da un lato alcune aziende nuove, avviate da meno di 18 mesi e in vetrina grazie ai
Percorsi dell’innovazione e dall’altro alcuni tra i più grossi vendor presentati da Ingram
Micro.
Ho trovato alcuni prodotti interessanti e altri meno da entrambe le parti, segno che è la
capacità che conta, non la storia o la dimensione.
Quello che non siamo riusciti a verificare è invece la parte che riguarderà i vari workshop,
che si preannunciano l’altro core della manifestazione. E’ ovvio sia così, ma è comunque
un peccato.
In conclusione credo proprio che una manifestazione come Smau Business, con la doppia
anima workshop/showroom sia di interesse per la maggior parte di professionisti, piccole e
medie imprese. Infatti finito l’Unpacking sono andato presso un’altra società e ho scoperto
che sono pronti ad una visita in massa dello Smau nei prossimi due giorni.
Il coinvolgimento dei blogger è di certo un plus, dubito che nel breve periodo possa fare la
differenza, però a mio parere è intelligente cercare comunque un confronto.
C’erano esperienze diverse, punti di vista diversi, spero siano stati utili.
- www.mavero.it
http://www.mavero.it/2009/03/24/unpackaging-smau-brescia-2009-live/
Siamo a Smau, Brixia Expò, in questo momento stiamo assistendo all’evento Unpackaging
Smau Brescia e di seguito la diretta Live dell’evento:
Smau mira a diventare vetrina di incontro per start-up - domanda\offerta
Smau vuole investire concretamente nello sviluppo di start-up innovative:
1. Futuro delle imprese
2. Futuri espositori
n° 6 Start-Up Bg\Bs presenteranno i loro prototipi di business in anteprima rispetto a tappa
ufficiale Smau
Step Finale: INGRAM MICRO Pad: Alcuni Vendor presenteranno prodotti in anteprima
IMIT:
Presentazione Ranzi, chi è IMIT e cosa fa.
Kick Off MACOLA PIERANTONIO AD SMAU
Smau vuole conoscere meglio il mercato tecnologico attraverso l’esperienza dei blogger.
Smau esiste da 45 anni e la mission da sempre è legata al cambiamento, è diventato un
MARCHIO che insieme al politecnico di Milano vuole essere utilizzato in modo alternativo.
Segue filmato presentazione:
Tutto parte nel 2000\2001:
(Filmato inizia con problemino audio … problemi dei live event!!!)
WEBBIT, la woodstock del popolo internet:
2001\2003
3 giornate
15.000 partecipanti
600 workshop da 50 minuti
oltre 400 relatori
oltre 70 gare e contest
record di 136 ore davanti al computer
Stand by problema tecnico!!!
Internet Party (conditi da termini leggermente obsoleti), parte il filmato di studio aperto e
delle varie testate giornalistiche.
Webbit, la woodstock del web, un filmato presenta l’evento che non molti anni or sono
sembrò presentare il futuro in perfetto stile 2001 Odissea nello spazio!
Sono trascorsi solo pochi anni e l’evoluzioni a cui siamo andati incontro è stata notevole, il
filmato nella sua semplicità, mi ha fatto riflettere e … ricordare!
Perchè questo filmato?
Talento, conoscenza, competenza … elementi che se presenti possono lasciar intravedere
il futuro dei songoli individui, professionale e non solo.
Webbit è un modello che Smau vuole riprendere, anzi, si parla di un nuovo Weebit, a
Milano, nel Giugno 2010, decisione definita 48 ore fa …!
Il Format di Webbit dev’essere adeguato e riallineato al nuovo panorama Italiano, qui
nasce l’esperienza con il Politecnico di Milano, osservatori dedicati il cui vero valore è
quello di indagare i fenomeni italiani … esistono? Se esistono qual’è la loro reale
penetrazione nel territorio italiano?
Rapidità, relazione, contenuti … poca dispersione … concretezza … questo è l’aspetto a
quale si direziona Smau e con questa strada vuole interfacciarsi meglio con la PMI.
L’evento Unpackaging bresciano vuole avvicinare Smau al mondo dei Blogger, dev’essere
utile a raccogliere idee, ossservazioni e nuovi stimili utili a preparare al meglio l’evento
Milanese.
Ore 12:15 Politecnico di Milano
Maturità ICT strumento per valutare l’evoluzione del parco tecnologico delle imprese e
della loro infrastruttura ICT.
In lombardia sono presenti imprese … IMMATURE … pochi investimenti. Qual’è il loro
contributo all’innovazione? Questa è la voce da valutare e soprattutto valorizzare.
Imprese ristagnanti (1\3), poco propense all’innovazione, più conservatrici e meno
avvezze ai cambiamenti.
Imprese (1\3) attive verso il cambiamento ma allo stesso tempo con almpio margine di
cambiamento.
L’ultimo terzo di imprese, convivono con le tecnologie e le utilizzano come leva strategica,
potendo contribuire concretamente nell’innovazione attiva.
12:20
Case history di aziende locali: Gefran, Tempini, Opera Labori sono alcuni esempi di
queste tematiche.
Aziende che hanno introdotto e implementato infrastrutture ICT per ottimizzare il loro
business, la loro produttività, ma soprattutto rafforzarsi sul mercato.
L’utilizzo di sistemi evoluti, p.e. bberry, permette a queste aziende di ottimizzare al meglio
il loro lavoro, ma soprattutto di monitorare live l’operatività del loro reparto vendite.
Cosa si aspetta SMAU dai blogger: evento one 2 one, il blogger è una risorsa che vuole
essere conosciuta e informata. Offrire anticipazioni al mondo della rete e ottenere benefici
dalla rispettiva viralizzazione.
12:30 … si mangia … a dopo!
http://www.mavero.it/2009/03/24/unpacking-smau-brescia-2009-considerazioni-1/
La giornata si è conclusae con essa anche l’evento unpacking.
Cosa mi ha lasciato questa giornata? Ovviamente non solo gadget, che nel loro piccolo
fanno sempre piacere.
Ho visto SMAU sotto un nuovo punto di vista, una forma aziendale diversa che si stacca
dal solito immaginario della fiera da gadget e adesivi.
Smau crede molto nelle nuove imprese e confida molto nella partecipazione del nostro
mondo, il mondo dei blogger e questa giornata è stato il primo tassello di un puzzle che
potrebbe prender forma strada facendo.
Macola, l’AD di Smau ha lasciato la porta aperta a tutti noi blogger invitandci a segnalere
idee e suggerimenti per cambiare e migliorare SMAU e questa apertura è stata
positivamente raccolta credo da tutti i partecipanti.
Nei prossimi giorni pubblicherò il materiale raccolto durante questa giornata, anzi potrebbe
esserci anche una mia piccola intervista unitamente a quelle di Wolly e Delymith (che ha
provato invano a fondere un Toshiba!!!).
Un ringraziamento va anche a IMIT e a Matteo Ranzi con il quale ho avuto la possibilità di
veder prender forma questo evento, l’unpacking Smau, il primo di una lunga serie?
To be continued…
http://www.mavero.it/2009/03/26/unpacking-smau-samsung-3d/
Martedì non è stata solo una giornata anti infortunistica, fra i vari prodotti siamo stati
TUTTI deliziati dal monitor 3D si Samsung basato su tecnologia NVIDIA. Stilosissimo!
Si presenta con uno schermo da 22 pollici che grazie a un particolare rivestimento, unito a
un software e degli speciali occhialini sviluppati da NVIDIA; vi permette di visualizzare le
immagini di oltre 350 videogiochi percependo la terza dimensione.
Per quanto riguarda le altre caratteristiche tecniche abbiamo:
- risoluzione massima da 1680×1050px.
- rapporto di contrasto pari a 1:20.000
- luminosità 300cd/m2
- tempi di riposta di 3ms.
SyncMaster 2233RZ è il nome in codice di questo gioiello, alcuni hanno provato a fraggare
… peccato che il buon commerciale Samsung avessa pocanzi fatto piazza pulita degli
avversari, doveva pur ingannare il tempo! Poco importa ci si è sfogati sui cadaveri altrui e
l’effetto è davvero realistico.
Un nuovo modo di fare gaming, entri nella scena e vivi ogni singolo frame, non ho idea di
cosa mi sia successo, ma questa tecnologia e questi occhialini … creano dipendenza,
aiutatemi, sono Samsung Maniac!
http://www.mavero.it/2009/03/26/unpacking-smau-toshiba-techair-che-roba-ragazzi/
Benone, è pronto il video, come non pubblicarlo anche sul mio blogghettino?
Grazie a questi 5 minuti scarsi potrete anche voi assaporare l’essenza di questa giornata,
particolare, diversa, stimolante, sotto certi aspetti unica.
Ieri sera iniziavo a sistemare le foto dell’evento e la mia memoria mi ha portato ai momenti
TOSHIBA e TECHAIR, il primo lo conoscete tutti, il secondo, produce borse porta PC
davvero stupende, a partire da un sistema AirBag per la protezione dagli urti (Graziano ha
testato Live la caduta del trolley con dentro il suo notebook accesso! Grande Graziano!!!),
fino ad arrivare ad un sistema di codiceseriale univoco su ogni borsa e a qualsivoglia
tipologia di gadget, brand forse poco noto a molti di Voi, ma credetemi, DA VALUTARE
SERIAMENTE.
Toshiba ha mostrato fra i vari prodotti il suo TECRA A10, un computer che può cadere (e
ce lo hanno mostrato) senza rompersi, diciamo che rispetto al metro di altezza discusso in
fiera, sul loro sito parlano di 70 centimetri … ma è pur sempre una buona scrivania e
credetemi, in fiera ha fatto davvero un bel volo!
Ma non è tutto, Elena ha rovesciato un bicchiere d’acqua direttamente sul TECRA A10 e
questo ha continuato a lavorare, ecco, in questi casi il sistema garantisce 3 minuti di
operatività per poter salvare i task aperti e chiudere il sistema, abbiamo temuto solo per i
tempi di shut down di Vista, ma questa è un’altra storia!!!
P.S.: naturalmente Elena non ha compiuto un gesto di ribellione contro questo notebook, è
stata la PRESCELTA del gruppo e sotto invito di Toshiba ha compiuto il gesto eclatante!!!
Grande Elena!
Sicuramente chi cerca robustezza, solidità e prestazioni potrà trovare nell’accoppiata
TECRA A10 di Toshiba e nelle fantastiche borse di Graziano, le TechAir, un mix vincente
fra robuistezza e sicurezza.
Dimenticavo, in caso di urto il Toshiba, sposta automaticamente la testina dall’Hard Disk
per evitare danneggiamenti, il tutto grazie ad un sensore di spostamento e controllo
dell’asse.
- http://www.spedale.com
http://www.spedale.com/e-life/1095-unpacking-smau-brescia-2009-riassunto/
Ieri l’Unpacking Smau Brescia 2009.
Come già scritto altrove, ho visto cose che cose che voi umani vedrete solo da oggi: un
monitor 3D, una startup del futuro, un notebbok resistere ad una caduta e all’acqua, uno
scanner alimentato da USB, un netbook con più di 9 ore di autonomia e ha visto anche
scrivere unpUcking sul cartellone delle dediche (riguardandolo oggi mi sono convinto che
sia stato un errore voluto…!)
Ho incontrato nuovi amici (i blogger sono persone quasi normali!!!), avuto modo di
scambiare idee e apprezzare alcuni ragionamenti.
Presenti (ma sono sicuro che mi manca qualcuno) Roberto Filippini Roberto Felter
Agostino Caniato Tiziano Fogliata Mauro Chiarello Marco Scano Roberto Favini Elena
Franco Paolo Valenti Francesco Merli Francesco Lodolo Alberto De Rui Cristiano Belli
Roberto Co
Spero nei prossimi giorni di riuscire a raccontare qualcosa di più!
- http://robyww.blogspot.com
http://robyww.blogspot.com/2009/03/video-unpacking-smau-brescia-2009.html
Ieri, seppur quasi al volo, ho partecipato all'evento Unpacking SMAU Brescia 2009. E'
stata una nuova iniziativa molto interessante e coinvolgente per pochi bloggers. Abbiamo
potuto scoprire le nuove idee di alcune aziende start-up che presentavano in anteprima i
loro prodotti-servizi. Ho conosciuto con piacere lo staff di Smau e l'amministratore
delegato Pierantonio Macola, che ho trovato tra l'altro anche molto simpatico e alla mano
(cosa non certo abituale per i manager italiani).
Purtroppo ho perso la parte finale dedicata ai prodotti tecnologici dei vari vendor
internazionali e quindi spero che il prossimo anno ripetano questa piacevole e simpatica
iniziativa.
Ricordo ancora le prime visite alla fiera Smau di Milano negli anni 80 e ieri ho vissuto una
piacevole giornata con amici, accompagnati dall'organizzatore della fiera più importante
delle mie passioni tecnologiche.
Ecco il contributo video dell'evento Unpacking, e grazie Mauro per l'invito.
Forse anche in Italia qualcuno inizia a pensare che noi bloggers abbiamo qualcosa da dire
e da fare, e insieme possiamo contribuire al successo di un evento o di un prodottoservizio-idea.
- http://www.fogliata.net
http://www.fogliata.net/tag/unpacking-smau-brescia-2009/
Ieri, nel corso dell’Unpacking SMAU a Brescia, ho avuto modo di assistere ad una breve
presentazione di Closr, un servizio concepito per facilitare la gestione di immagini ad alta
risoluzione sul Web.
Closr permette di effettuare l’upload di un’immagine in formato jpg, png o gif e di ottenere
un widget che è possibile inserire sul proprio sito o sulle varie piattaforme di blogging e
social networking. Tale widget consente di visualizzare l’immagine a tutto schermo,
potendola ingrandire in modo da osservare comodamente anche i minimi particolari.
Le possibili applicazioni per un simile strumento sono molteplici, basti pensare al settore
medico o a quello dell’arte. Al momento non sono ancora disponibili le API che permettono
di integrare le funzionalità di Closr all’interno di altre soluzioni, anche se tale opzione è in
programma per il futuro.
Ecco un esempio ottenuto con Closr con un’immagine da 3008×2000 pixel*:
*Closr è particolarmente indicato per immagini con una risoluzione ben superiore a
questa.
Attualmente è possibile registrarsi ed utilizzare gratuitamente Closr senza alcun limite in
termini di banda e spazio occupato. Dopo averlo provato potete anche inviare preziosi
feedback Daniele Galiffa ed al suo team, fornendo suggerimenti che potrebbero essere
utili per le versioni future di questo utile servizio.
DOPO L’UNPACKING SMAU DI BRESCIA
Sono appena rientrato dalla giornata passata alla fiera di Brescia tra gli stand in fase di
allestimento dello SMAU. L’evento di oggi, definito Unpacking SMAU, ha visto la
partecipazione di numerosi blogger (bresciani e non) ed è stato un primo tentativo di
stabilire un contatto tra questi due mondi.
Pierantonio Macola, AD di Smau, ha illustrato i prossimi passi della strategia di SMAU,
fatta di un numero maggiore di eventi locali focalizzati a diffondere maggiormente la
cultura IT (e non solo) nel mondo delle imprese. Oltre a ciò per l’anno prossimo è prevista
anche una nuova edizione del Webb.it, una manifestazione fortemente orientata ai
giovani.
Pare forte l’interesse di SMAU di coinvolgere maggiormente i blogger in questo processo.
Nel corso della conversazione che ho avuto con Pierantonio Macola sembra che ci sia
l’interesse di rendere i blogger partecipi non solamente come pubblico, ma anche come
parte attiva nei vari eventi. Sicuramente si tratta di definire le metodologie ed i formati più
adatti per presentare determinati contenuti indipendenti (rispetto a quelli veicolati dai
vendor) al mondo della piccola/media impresa italiana.
Le impressioni complessive su questo evento sono state sicuramente positivo e spero che
gli obiettivi illustrati e le idee esposte vengano perseguiti in futuro.
- http://www.paolo.valenti.name
http://www.paolo.valenti.name/2009/03/25/unpacking-smau-09-brescia-portatore-sano-ditecnologia/
Quando Mauro mi ha chiamato per propormi di partecipare all’unpacking di SMAU 09
Brescia, confesso che mi è venuto il magone.
SMAU per quelli della mia età rappresenta molte cose, la vetrina dell’informatica e della
tecnologia, una fiera gigantesca dove sembrava di essere nel mondo dei balocchi e tutto
questo è morto anni fa.
SMAU mi ricorda ancora le presentazioni e le finali dei tornei che organizzavo con il
GH22, insomma come tutti i vecchi mi ricorda la gioventù
La curiosità era tanta, capire che strada SMAU stia intraprendendo è un occasione che
non ho voluto perdere e quindi ieri sono andato a Brescia e ho partecipato all’evento.
Non farò una recensione di tutto quello che è stato perchè già altri partecipanti lo stanno
facendo, personalmente mi limito ad esprimere le mie impressioni.
SMAU sta sperimentando, cerca un nuovo format al passo con i tempi e cerca di
avvicinarsi alle realtà imprendotoriali locali per avvicinarli alla tecnologia. In ogni tappa
propone alcune startup locali legate alla tecnologia, offrendo una vetrina a queste nuove
iniziative almeno in ambito locale e ritengo molto interessante questo aspetto e anzi
investirei molto di più.
Delle sei stratup presenti ben 5 hanno un modello di business che prevede servizi/prodotti
a valore aggiunto tale da essere pagato dagli utenti, un qualcosa di “strano” visto che
ormai ogni volta che si parla di modello di business la risposta è monocorde: “google
adsense”. Magari non tutte usciranno dalla fase di startup ma, il fatto che almeno cerchino
di produrre/offrire un prodotto/servizio che l’utente possa apprezzare tanto da pagarlo è
veramente molto interessante e certamente sinonimo di ricerca e preparazione. A mio
avviso chi si affida come modello di Business a google adsense è solo uno che ci prova,
se la va la va, anche perchè sostenere un azienda solo con la pubblicità è molto ma molto
complesso e prevede un ottima organizzazione dei contenuti.
L’unica startup che fonda il modello di business sulla pubblicità in realtà è una community
di viaggi, con circa 20.000 iscritti (non ho indagato su quanti attivi in realtà) che ora prova
a monetizzare il tutto con la pubblicità.
A tutte le 6 startup auguro il migliore successo perchè ho visto persone motivate con tanta
voglia di fare, che la forza sia con voi!
L’AD di SMAU, Pierantonio Macola, sta cercando di comprendere al meglio il Web 2.0 e
per questo motivo ha invitato alcuni blogger, il suo desiderio è quello di comprendere
come i Blogger possano interagire e aiutare SMAU nella sua evoluzione e questo lo trovo
qualcosa di interessante e differente dal solito approccio delle Aziende ai blogger, non si è
messo in cattedra ma ha ascoltato con interesse le critiche e i suggerimenti e visto che ero
li gli ho proposto di partecipare al WordCamp per toccare con mano il significato della
parola condivisione e (ora lo frego per bene :-)) ha anche accettato con gioia di mettersi
in gioco tenendo uno speech. Trovo tutto questo molto intelligente e serio, non ha messo
al lavoro una squadra di consulenti per studiare il fenomeno e poi leggerselo
comodamente sul suo divano ma, ha deciso di vedere con i propri occhi quello di cui si
parla.
Ho apprezzato molto questo evento proprio perchè è un laboratorio, un prodotto/servizio in
divenire e credo che nel giro di un poco di tempo potrà tornare ad essere lo SMAU,
portatore sano di tecnologia
- http://www.delymyth.net
http://ww.delymyth.net/node?page=1
- http://www.pseudotecnico.org/blog
http://www.pseudotecnico.org/blog/2009/03/24/unpacking-smau-brescia-2009-2/
Eccomi di ritorno dall’evento Unpacking Smau a Brescia: prima di tuffarmi nel lavoro
arretrato, ci tengo a fare un paio di considerazioni rapidissime, in attesa di lasciar
“depositare” riflessioni più specifiche su alcuni argomenti (start-up, futuro di Smau, prodotti
visti):
•
•
un ringraziamento a Mavero (preciso che è sopravvissuto al pranzo, anche se dalla
copertura live non si direbbe), ad Anna e tutto lo staff di Smau per la cordialità e la
perfetta organizzazione;
fa ben sperare l’interesse espresso dall’amministratore delegato di Smau
Pierantonio Macola (nella foto) verso il mondo dei blogger. Il fatto stesso che parli di
“blogger” e non di “blog” è, in un certo senso, cosa buona.
A presto, lavoro permettendo, per le altre considerazioni.
P.S. non aspettatevi altre foto: l’incontro si è tenuto in una fiera in pieno allestimento,
c’erano decine di altre macchine fotografiche e scattare a 1600 ISO non è la mia massima
aspirazione
http://www.pseudotecnico.org/blog/2009/03/25/unpacking-smau-brescia-2009-leriflessioni/
Per darvi un’idea di massima, ecco un breve riassunto di come si è svolta la giornata:
•
•
•
•
•
ritrovo alle 11.30 al centro fiera di Brescia;
presentazione introduttiva a cura di Pierantonio Macola (amministratore delegato di
SMAU), Andrea Gaschi e Giuliano Faini di Osservatori ICT (Politecnico di Milano);
pranzo e visita alla sezione Percorsi dell’innovazione, discussione con i
rappresentanti di alcune start-up italiane;
sezione unpackaging (Ingram Micro) dedicata alla presentazione di alcuni prodotti
(case Antec, monitor Samsung, eeepc e notebook Asus, borse TechAir, stampanti
Xerox, notebook , telecamere e proiettori Toshiba)
chiusura evento (16.30)
Due cose mi hanno sinceramente colpito di Pierantonio Macola: l’entusiasmo e la
disponibilità. Non è da tutti i giorni trovare una persona così aperta alla discussione: se
l’interlocutore è di questo tipo, ci sono buone speranze per il futuro.
In sostanza questo è il futuro di SMAU:
•
tornare a concentrare l’attenzione sulla piccola e media impresa (PMI), soprattutto
negli eventi locali (come Brescia e Bari);
•
ripetere nel 2010 l’esperienza del Webb.it, cercare di coinvolgere i giovani e
sostenere l’eccellenza.
L’intenzione è quella di coinvolgere i blogger – intesi come fonte indipendente di opinioni –
nella discussione. Problema: come farlo? Ecco un paio di spunti di riflessione (senza la
presunzione di parlare a nome di tutti).
Sono un blogger, non un giornalista: scrivere sul blog non rappresenta il mio lavoro né
una fonte di guadagno, scrivo sul blog per il piacere di farlo e di condividere le mie
esperienze con altre persone. Per questo motivo non sarò mai interessato ad asettiche
rassegne stampa: se vuoi coinvolgermi nella discussione, la comunicazione deve essere
personale. Stai discutendo con una persona, non una categoria. Da questo punto di vista,
la gestione dell’Unpacking Smau di Brescia è stata ottima.
I blogger non sono tutti uguali: in Italia molti blog sono di impostazione tecnica, scritti da
sistemisti, tecnici, web-designer, sviluppatori, ecc. ecc. Anche i blogger non tecnici sono
spesso dei geek allo stadio terminale. Se vuoi coinvolgere il blogger nella presentazione di
un prodotto, devi tenere conto di questo fattore: la maggior parte dei prodotti che vai a
presentare li ho già apprezzati o odiati su Engadget, anche se in Italia arriveranno tra
qualche mese. Certo, rimane il vantaggio non indifferente di poterli toccare e vedere con
mano (ad esempio non mi ero ancora reso conto delle effettive dimensioni dell’Asus
EeeBox, o non mi ero mai interessato alla tecnologia solid ink di Xerox). In sostanza, la
comunicazione deve essere tarata sulla platea (con i dovuti compromessi).
Come ha sottolineato Tiziano, rimane da capire se la PMI sia interessata all’opinione dei
blogger
- http://www.scano.net
http://www.scano.net/it/unpacking-smau-the-day-after/
Eccoci quà, purtroppo in ritardo a causa della mole clamorosa di lavoro arretrato, alle
considerazioni sull’evento di Brescia del 24 Marzo.
L’impressione generale è stata davvero buona: l’evento, pur con le difficoltà logistiche di
un padiglione in pieno allestimento, si è svolto in modo fluido e molto fruibile. Complimenti
davvero ad Anna Micossi e Pierantonio Macola di SMAU.
Mi ha colpito in particolare la parte riguardante le startup, dove ho potuto vedere alcuni
progetti davvero interessanti, soprattutto quello di Daniele Galiffa di Closr.it, un tool dal
potenziale a mio avviso enorme. Ho il sospetto che per certi versi neppure loro si rendano
ancora conto del giocattolo che hanno in mano, ma decisamente (e noto di non essere il
solo), questa è la novità più interessante che ho visto.
Ottima anche l’idea dei ragazzi di workcity.org, un servizio di gestione della contabilità
online che, a parte un ActiveX che ha riscosso pochi consensi in giro, a me pare piuttosto
interessante, e che potrebbe rappresentare un’ottima soluzione per molti professionisti e
piccole aziende — che non dimentichiamoci, costituiscono pur sempre la stragrande
maggioranza dell’imprenditoria in Italia.
Dal punto di vista personale, poi, mi ha fatto piacere conoscere finalmente di persona
alcuni blogger che seguo da parecchio. Un saluto particolare quindi va a Francesco,
Elena, Tiziano, Paolo, Mauro, Roberto, e Roberto(postoditacco) .
- http://weworldweb.blogspot.com
http://weworldweb.blogspot.com/2009/03/unpacking-smau-brescia-2009_25.html
Unpacking Smau Brescia è stato l'evento dedicato ai blogger per far conoscere in
anteprima le novità legate a Smau Business Brescia 2009, fiera dedicata all’ICT e
all’innovazione che si svolge oggi e domani presso il Brixia Expò.
L'obbiettivo dell'Unpacking è stato quello di stabilire un contatto diretto con il mondo dei
blogger per renderli partecipi come soggetti attivi e propositivi negli eventi targati Smau
che si susseguiranno fino ad arrivare nel 2010 con l'edizione rinnovata di Webb.it
Pierantonio Macola, AD di Smau, ci ha dato il benvenuto illustrando il nuovo percorso
intrapreso dalla manifestazione: sensibilizzare le PMI italiane ed offrire una maggiore
consapevolezza delle potenzialità e dei vantaggi offerti dall'ICT. L'information
communication technology come strumento irrinunciabile per migliorare la gestione dei
processi e far crescere ed affermare le PMI italiane.
Macola ha sottolineato che il rapporto tra Smau e i Blogger deve rimanere
indipendente, un voce nuova ed esterna all'organizzazione, in grado di consigliare ma,
soprattutto di giudicare le scelte intraprese da Smau con lo scopo di migliorare il suo
percorso e raggiungere gli obiettivi attesi.
Dopo un ottimo rinfresco, sono stati presentati ai blogger i percorsi dell'innovazione dall'idea, al business. Un'area del padiglione completamente dedicata a nuove sturtup
italiane, invitate ad esporre allo Smau business di Brescia in modo gratuito per farsi
conoscere e trovare partner e nuovi clienti per crescere ed affermarsi nel mercato.
Matteo Ranzi, Trade Marketing Senior Manager di Ingram Micro ci ha introdotto nella
zona unpacking di Ingram, il maggior distributore mondiale di tecnologie. All'interno
dell'area alcuni vendor (Antec, Samsung, Nvidia, Asus, TechAir, Xerox, Toshiba) ci
hanno presentato in anteprima alcuni prodotti interessanti.
I prodotti che hanno catturato maggiormente la mia attenzione sono stati:
La tecnologia 3D vision di Nvidia che permette attraverso un Kit composto da monitor +
occhiali di videogiocare in tre dimensioni. (seguirà un post separato)
Gli zaini e le borse per notebook di Techair, brand che offre un sistema brevettato di
bolle d’aria che garantisce l'integrità dei portatili trasportati e tante altre caratteristiche
interessanti che potete leggere qui.
Unpacking Smau Brescia è stato molto interessante, mi ha dato l'opportunità di
conoscere l'evento da "addetto ai lavori". L'atmosfera informale, la possibilità di parlare
direttamente con gli organizzatori ed esprimere idee ed opinioni, è stato per me molto
stimolante.
Non posso non citare tutti i blogger con cui ho avuto modo di parlare e confrontarmi,
persone molto interessanti che condividono con me la passione per questo fantastico
mondo.
Roby Web World
Roberto Felter
Tiziano Fogliata
Mavero
Marco Scano
Roberto Favini
DElyMyth
Andrea Spedale
Wolly
Francesco Merli
Francesco Lodolo
Alberto De Rui
Cristiano Belli
Roberto Co
Un ringraziamento particolare va Mavero per avermi coinvolto nell'iniziativa e ad Anna
Micossi e Valentina Schiappadini per l'ottima organizzazione.
- http://blog.direte.it
http://blog.direte.it/2009/03/25/unpacking-smau-brescia-2009-considerazioni-finali/
Dopo la raffica di post sconclusionati fatti ieri, è il caso di fare un paio di considerazioni “a
freddo”.
1. Non sono decisamente portato per il blogging live… forse una donna (che sa fare
più cose contemporaneamente) sarebbe più portata.
2. Non avevo partecipato prima ad un evento organizzato da un’azienda in favore di
blogger e temevo mi sarei trovato corrotto con mille gadget e ammenicoli inutili per
drogare post e commenti ma così non è stato. A parte la graditissima borsa Tech
air che penso proporremo anche ai nostri clienti (semplice e geniale il buco per le
cuffie, la tasca per l’iPod ed il seriale per quando si smarrisce la borsa con il PC.
Ovviamente in Italia non funzionerà, ma l’idea è buona).
Dicevo, il tutto è avvenuto nella giusta sobrietà ma non si aveva nemmeno
l’impressione si andasse al risparmio. Riscaldamento a parte: con la scusa dei
muletti avanti ed indietro le porte erano sempre aperte e c’era un freddo becco!
3. Visti i miei pregiudizi non mi sarei aspettato partecipasse ad un evento del genere
l’amministratore delegato di Smau in persona. Era più semplice lasciare il tutto ad
un’agenzia di marketing specializzata in buzz/blog/2.0ware vario. Al limite mi sarei
aspettato un signore in giacca e cravatta un po’ borioso con l’aria da “io ce l’ho
fatta, altro che voi blogger con buon tempo tra le mani”. Ed invece ho avuto il
piacere di conoscere Pierantonio Macola, inventore all’epoca del webb.it ed oggi
AD di SMAU, una persona con idee chiare in testa, che sa comunicarle ed
estremamente alla mano. Bravi anche i suoi collaboratori.
4. Condivido il suo tentativo di cambiare volto ad una manifestazione. Bella la scelta di
dare spazio attraverso Percorsi dell’innovazione alle giovani start up.
5. I portatili cadono. Se ne sono accorti anche allo SMAU… simpatico l’accostamento
nel padiglione Ingram Micro in cui da una parte Graziano Martin di Tech air buttava
per terra il suo trolley con dentro un portatile in stand by che si apriva come se
niente fosse. Due banchi più in là Toshiba presentava un notebook della linea
Tecra e lo faceva cadere dal tavolo. Oltre a versarci un bicchiere d’acqua sulla
tastiera, ovviamente. A parte un momento in cui si temeva l’effetto demo alla Bill
Gates, il povero portatile si è riacceso prontamente senza nemmeno un graffio sulla
scocca.
Bel prodotto: ma non comprate prodotti rientrati dalla fiera… lo faranno cadere
parecchie volte!
6. Mi ha fatto piacere reincontrare (quasi) Luca di Tavolinux. Se non altro ho
conosciuto il babbo (che è uguale).
7. Se non odiassi i vari Skype, MSN ecc mi comprerei il monitor Samsung 2263dx con
un piccolo LCD da 7” (come l’arancina che a volte si trova dentro l’arancia più
grande). Se giocassi invece prenderei il monitor 3D di Samsung…
8. Vere star dell’evento i Poken che spacciava Elena. Sono dei simpatici aggeggini
che se avvicinati tra loro si scambiano in un wireless promiscuo biglietti da visita,
account di Facebook e compagnia briscola. Se non li avete ancora siete degli
sfigati. Io pure.
L’ultima considerazione. Cos’è Smau Brescia 2009? Non si rivolge tanto agli operatori del
settore IT ma alle PMI ed è questa la vera novità dell’evento.
Questa l’agenda degli eventi. Andateci se siete appassionati di IT, ma andateci soprattutto
se avete un’impresa.
- http://corobi.blogsome.com
http://corobi.blogsome.com/2009/03/25/resoconto-smau-business-2009/
Ora che lo abbiamo “spacchettato”, lo Smau Business 2009 di Brescia può partire. Senza
dubbio non mancano idee innovative e interessanti, anche da parte dell’organizzazione,
dove sia l’A.D. Pierantonio Macola sia la responsabile eventi speciali Anna Micossi, con
tutto il loro staff, ci hanno accompagnato tra i settori Innovazione e Ingram Micro alla
scoperta non solo di prodotti appetibili dal mercato per il loro fascino, come il notebook
della Toshiba “annegato” nell’acqua e scaraventato a terra, senza il minimo danno per
l’hard disk, per via di un dispositivo di spostamento automatico della testina sensibile agli
urti, o alle borse Tech Air, autentiche protezioni per ogni dimensione di notebook, testate
direttamente, o allo schermo 3d della Samsung in grado di riprodurre in 3D anche normali
video, o ai particolari telai per server e Pc Antec, o ai toner ecologici della stampante
Xerox, addirittura commestibili, ma anche di idee e soluzioni in pieno sviluppo, come il
software per fatturazioni on-line della WorkCity, o la proposta a tutto campo di supporto
per le piccole aziende, dal finanziamento allo sviluppo tecnologico della Start up Met, o al
tentativo di proporre nuovi social network in grado di condividere più modi virtuali della
bresciana Koinup. Il tutto a disposizione di noi blogger, attori attivi di una realtà come
quella delle PMI bresciane e lombarde in genere che ancora forse non ha imparato a
credere in giusta misura nelle potenzialità della Blogosfera, ma che potrebbe far ricredere
anche grazie a questa prospettiva di collaborazione che può dare buoni frutti per tutti i
componenti del comparto tecnologia e non solo, proprio sulla base di una sinergica
collaborazione tra progetti, competenze, divulgazione e interazione. A livello personale mi
sarebbe piaciuto dare qualche sguardo a qualche nuova realtà ICT riguardanti i software
di gestione aziendale, ma bisogna considerare che non è facile gestire dei bloggers che
per natura fanno già fatica a seguire gli schemi della visita in piccoli gruppi, in quanto alla
fine ognuno tende a soffermarsi più lungamente presso i settori che li stimolano
maggiormente, senza lesinare domande e approfondimenti che inevitabilmente allungano i
protocolli e i tempi prefissati. Spero che Pierantonio e Anna, come promesso, ci informino
anche dopo lo Smau circa i risultati ottenuti anche da questa iniziativa, per verificare se
questi saranno pari alle attese oppure no.
- http://www.myweb20.it
http://www.myweb20.it/Eventi-web-2009/i-prodotti-di-unpackaging-smau-2009.html
Questa parte di presentazione è stata organizzata nell'area Ingram Micro, il maggior
distributore mondiale di prodotti tecnologici.
Ci sono stati mostrati in anteprima dei prodotti dalle caratteristiche particolarmente
innovative, quindi in linea con gli obiettivi dell'evento.
Fujitsu ha presentato nuovi modelli di stampanti della serie ScanSnap, caratterizzati dalle
dimensioni ridotte record e pensate per un uso in mobilità.
L’alimentazione avviene tramite rete elettrica oppure una comunissima presa a 12V da
accendisigari per auto.
Da aficionado di prodotti Asus, non ho potuto che apprezzare i suoi nuovi modelli di
monitor, notebook e netbook.
Tra questi, anche l'EeePc1000HE, dotato di disco allo stato solido, circa 4 ore di
autonomia (ovviamente dichiarate e raggiungibili in condizioni ottimali), connettività ai
massimi livelli, display da 10” in su e una tastiera degna di questo nome.
Sui notebook invece la tastiera è ancora la stessa del mio Asus Pro60Eseries da 13,3”,
quindi ho suggerito l’adozione di una tipo quella del MacBook o dei Sony Vaio (cioè con i
tasti a “mattoncino” senza aria tra ognuno e lo chassis), nonché la retroilluminazione
(preziosissima per le persone come me che lavorano spesso in condizioni di scarsa
illuminazione, evitando quindi di ricorrere a scomode lampade a led alimentate da presa
USB).
Udite udite, mi hanno anticipato che la retroilluminazione è in arrivo prestissimo anche
sulle tastiere Asus!
Un altro prodotto interessante di Asus è un monitor/pc touch screen dall’aspetto tipo iMac
in scala ridotta, adatto in esercizi commerciali, ricevitorie, magazzini, in casa (per gestire
l’entertainment o per prendere appunti al posto di appiccicare i biglietti adesivi al
frigorifero), semplicemente passando un dito sullo schermo.
L'azienda Tech Air ci ha mostrato invece borse per laptop praticamente a prova di
calamità naturale, curatissime nei minimi particolari e con caratteristiche pensate per gli
utilizzatori più esigenti (tipo me che sistematicamente porto lo zaino su una spalla sola e
regolarmente mi si scuce l’attaccatura).
Antipioggia, autiurto (imbottitura a bolle d’aria brevettata), scomparti regolabili, tasche
interne porta oggetti (es. cellulare o riproduttore audio), tasche estraibili (es. porta
documenti), tessuto in nylon rinforzato, anelli antifurto, matricola identificatrice in caso di
smarrimento, fessura per connettere gli auricolari con il riproduttore nella sacca, garanzia
a vita.
Scaraventato a terra con un notebook all’interno, questo non ha fatto una piega.
Disponibile in una gamma impressionante di modelli, colori e dimensioni, sia da uomo che
da donna, per giunta molto gradevoli anche dal punto estetico.
Xerox ha presentato soluzioni per la stampa che farebbero la felicità di ogni manager IT.
Parlo di stampanti laser della serie Phaser, caratterizzate dalla semplicità di utilizzo e di
manutenzione (il toner è stato sostituito da cubetti di inchiostro ricaricabili in qualsiasi
momento, come se fossero le pastiglie della lavastoviglie), dall’attenzione verso
l’ecosostenibilità, dai consumi ridotti di inchiostro e da prestazioni variabili a seconda del
modello, adatte sia a singoli uffici che ad aziende di medie dimensioni.
A mia precisa domanda, mi hanno stupito mostrando anche funzioni avanzate di
monitoraggio dei consumi di carta e di inchiostro, di alerting via email e SMS al
superamento di soglie di utilizzo e di scorta residua insufficiente, di tracciatura dell’utilizzo
da parte di ogni singolo indirizzo IP (utilissimo soprattutto in aziende di medie dimensioni
dove è molto sentita questa esigenza e al contempo è arduo mantenere questo controllo).
Avevo già visto recentemente soluzioni analoghe, ma erano a pagamento e richiedevano
l’installazione di software aggiuntivi sui server che gestiscono le stampe in azienda,
mentre qui è già parte integrante della stampante stessa.
Samsung ha presentato due monitor da 22” con caratteristiche multimediali avanzate.
Avendo già ben due monitor Samsung di queste dimensioni (ma senza webcam),
conoscevo già molte delle caratteristiche.
In più, il primo prevede una camera da 3 Mpx integrata, altoparlanti integrati e audio
surround, nonché la gestione fino a sette canali video
L’altro invece era un Syncmaster 2233, orientato al gaming e utilizzabile in coppia con
occhiali per visione in 3D per un’esperienza veramente coinvolgente (provati, sembra di
essere dentro il gioco).
Toshiba ha mostrato in funzione un proiettore con guida passo passo vocale, a prova di
utilizzatore “diversamente tecnologico” e con evidente sgravio del personale IT.
Include anche un ingresso USB e riproduce direttamente da chiavetta sia immagini che
video (Mpeg1 e 2), eventualmente applicando effetti di transizione (tipo Powerpoint, per
intenderci) tra una immagine e l’altra.
A pensarci bene, stupisce che sul mercato queste soluzioni non siano state proposte
prima, visto che già da anni esistono registratori digitali per home entertainment con
ingresso USB, così come le animazioni delle foto banalmente sono già presenti nelle
cornici elettroniche da salotto.
Spettacolare è stata invece la demo di un notebook quasi “indistruttibile” (un Tecra, per la
precisione), fatto cadere da un metro di altezza (con un bel botto) e su cui è stata
versato un bicchiere d’acqua sulla tastiera, ma uscito indenne da tutto ciò.
Questo perché contiene un accelerometro che parcheggia automaticamente le testine
dell’hard disk in caso di emergenza e anche perché i componenti interni sono protetti per
tre minuti dalle infiltrazioni di liquidi (tipicamente acqua o caffè, quindi non provate con
acidi e solventi), dando modo di salvare i dati.
Meno rilevante ma ugualmente interessante, invece, una microcamera con una
miniaturizzazione spinta all’estremo, grazie anche al fatto che il supporto di memoria è
costituito da schede SD estraibili. Costo: 200 Euro
I notebook Toshiba invece finalmente hanno una tastiera come si deve (e che non si
infossa premendo i tasti), con i tasti a mattoncino che a me piacciono tanto.
Una nota finale anche per Antec, che ha presentato soluzioni per l’insonorizzazione e il
raffreddamento dei case per pc.
http://www.myweb20.it/Eventi-web-2009/le-nuove-proposte-di-smau-2009.html
L'AD di Smau, Pierantonio Macola, ha dato il via all'evento Unpacking Smau 2009
ripercorrendo le tappe di Smau dal 2001 ad oggi, mostrando come si è passati dai 15 mila
partecipanti dell'evento Webbit ai 46 mila visitatori di Smau Milano 2008.
Mi hanno favorevolmente colpito l'entusiasmo e la determinazione con cui Macola ci
trasmetteva la sua visione (ovviamente positiva) del futuro per le PMI che sapranno
cogliere le opportunità legate all'innovazione e alle nuove tecnologie, con Smau che si
propone come vetrina e come facilitatore per l'incontro degli stakeholders e per
l'accelerazione del processo innovativo.
Qualcuno si chiederà: perchè coinvolgere 20 bloggers in questo pre-evento?
La risposta è che, sia per Macola che per gli sponsor che hanno sposato questo evento, i
blog vengono visti come un punto centrale in un mondo in continua evoluzione come
quello del web 2.0 (vedi ad esempio alti e bassi di Second Life).
Viene quindi riconosciuto ai bloggers il ruolo di creazione e diffusione (volevo utilizzare il
termine “evangelizzazione” ma non volevo enfatizzare troppo) delle informazioni nel web,
direi quasi di propellente, sia per la loro vicinanza a chi utilizza prodotti e servizi tecnologici
quotidianamente, sia per i contatti con imprese più o meno grandi per l'introduzione di
queste soluzioni.
A dimostrazione di questo, devo dire che la giornata si è svolta in un clima informale, in cui
Macola si è calato in mezzo a noi per condividere le nostre stesse sensazioni; è stata una
esperienza positiva anche per noi, in quanto spesso purtroppo capita che, parlando da un
palco o in una sala riunioni, si perda un po' la visione sulla realtà e anche per chi vuole
proporre idee e suggerimenti diventa tutto più difficile. Complimenti!
Apro una parentesi anche per ringraziare Anna che ha reso possibile tutto ciò, svolgendo
in modo esemplare il ruolo di padrona di casa con la propria cortesia e la propria capacità
organizzativa.
Il formato dell'edizione 2009 introduce una personalizzazione spinta delle visite in modo
da favorire ulteriormente l'incontro con i soggetti interessati.
Ho trovato molto positiva l'introduzione dell'iniziativa “Percorsi Dell'Innovazione.
Dall'Idea al Business” all'interno della manifestazione, dove startup e spin-off con
proposte innovative e le PMI interessate ad esse avranno la possibilità di incontrarsi, di
scambiare idee, opinioni, suggerimenti e di sviluppare insieme nuove opportunità di
business.
Parlare con queste nuove realtà per comprendere il loro approccio innovativo al mercato e
come intendono sviluppare il loro modello di business è molto utile anche per chi ha buone
idee e non sa come promuoverle, oppure per aziende ancorate a modelli aziendali e
strategie non particolarmente adatti ad un mercato sempre più condizionato dalla rapida
evoluzione delle tecnologie e dei canali di comunicazione, con la consapevolezza che,
soprattutto in un momento difficile come quello attuale dove i margini sono sempre più
risicati, la differenza tra il successo e la crisi la faranno le idee innovative e la spinta
tecnologica.
La mia impressione finale è che tutti i soggetti che abbiamo incontrato hanno interpretato i
segnali provenienti dal mercato con molto pragmatismo, relegando gli “effetti speciali”
delle edizioni passate a offerte per le nicchie.
Sono infatti molti i servizi e i prodotti proposti all’insegna del contenimento dei costi di
gestione, della condivisione dei rischi d’impresa, dell’ottimizzazione dei flussi procedurali,
dell’ecosostenibilità, dell’utilizzo delle risorse in mobilità, del monitoraggio delle risorse e
degli sprechi e dei sistemi di sicurezza per la salvaguardia dei dati.
In sostanza, più efficienza che efficacia.
Per ulteriori dettagli su Smau 2009, ho realizzato altri due post in cui sviluppo
rispettivamente le proposte delle startup più interessanti e diversi prodotti tecnologici
particolarmente innovativi presentati in anteprima.
Le prossime tappe di Smau saranno Bari, Brescia, Padova e Parma (sul sito ci sono tutti i
dettagli).
http://www.myweb20.it/Eventi-web-2009/le-startup-di-unpackaging-smau-2009.html
Nell'ambito dell'iniziativa "Percorsi Dell'Innovazione. Dall'Idea al Business" organizzata
all'interno all'interno dell'evento Unpackaging Smau 2009, di cui ho già parlato nel
precedente post, io e gli altri blogger presenti abbiamo potuto conoscere alcune delle
proposte più interessanti presenti in questa edizione, con il vantaggio non indifferente di
poterlo fare in tutta tranquillità, di porre domande, di lanciare suggerimenti e quant'altro.
L'approccio generale di queste imprese è stato molto pragmatico, molto orientato alla
sostanza e poco agli effetti speciali, a mio avviso molto comprensibilmente, visto che i
segnali che fornisce il mercato dicono che in questo momento è questo quello che viene
richiesto.
In linea di massima quindi l'orientamento è quello di ridurre i costi di gestione delle PMI,
sia per le startup che si avvicinano ora al mercato che alle realtà già avviate ma che
soffrono il periodo di congiuntura.
Il focus e sul contenimento dei costi di gestione, sulla condivisione dei rischi d’impresa,
sull’ottimizzazione dei flussi procedurali, sull’ecosostenibilità, sull’utilizzo delle risorse in
mobilità, sul monitoraggio delle risorse e degli sprechi, sui sistemi di sicurezza per la
salvaguardia dei dati.
Una proposta veramente interessante è Closr, un servizio free per upload, zoom,
condivisione (sui più comuni social network) ed embedding di immagini ad alta
risoluzione (fino a 100 Mb).
Consente anche il tagging di porzioni delle immagini e attualmente non ha limiti di
storage.
Cosa molto importante, il materiale caricato sul loro server rimane di proprietà di chi l’ha
caricato, mentre si può scegliere se creare pagine pubbliche o riservate.
Lo scorrimento e lo zoom delle immagini è molto veloce e non appesantisce la
navigazione.
Può avere sicuramente uno sbocco in ambito medicale, mappe, beni culturali.
E’ prevista anche una versione business con funzioni aggiuntive (es. personalizzazione
del servizio) e meno limitazioni.
Il servizio viene fornito da VisUp, che fornisce già questa tecnologia di zooming a Pagine
Gialle Visual, tanto per dare un’idea.
Suggerimento mio: sarebbe fantastico se fornisse supporto anche verso il formato PDF
(quello abitualmente utilizzato dalle agenzie creative per passare i materiali ai publisher),
in aggiunta agli attuali JPG, PNG e GIF.
Met è una startup che offre i propri servizi sia ad altre startup ma anche ad aziende già
avviate.
Fornisce consulenza e sopporto sia finanziari che operativi che commerciali (es. sviluppo
business plan, individuazione clientela, ecc.), per le imprese che intendono sviluppare
business tecnologici innovativi, eventualmente intervenendo nelle loro equity con quote di
minoranza se il progetto è particolarmente promettente.
Si pone come interlocutore qualificato tra il mondo finanziario/strategico e quello
tecnologico, possedendo entrambe le competenze.
Una buona iniziativa è quella di MoVoLo, che offre un servizio di ricerca viaggi low cost,
semplicemente indicando località di partenza e di arrivo.
Un motore di ricerca interno scandaglia tutta una serie di offerte presenti sul web,
identificherà su mappe Google gli aeroporti più vicini alle due località indicate e proporrà
una lista di soluzioni vantaggiose.
Un sistema di pagamenti interno consente di selezionare una offerta e prenotarla
direttamente.
Un possibile sviluppo futuro a mio avviso potrebbe essere eventualmente lo sviluppo di
una community interna (sulla falsariga Try My Fashion per il settore della moda), sia per lo
scambio di informazioni ad esempio sulle offerte last minute che sulle impressioni di chi ha
già usufruito di un certo servizio.
Uno dei progetti più interessanti è senza dubbio quello di Work City (notare l'utilizzo del
protocollo https), praticamente una soluzione per la fatturazione elettronica (attiva e
passiva) in cloud computing.
Clienti, fornitori e commercialisti accederanno via web al servizio, ciascuno con la propria
utenza, e saremo noi a scegliere con chi condividere i nostri dati.
I documenti caricati, saranno ovviamente disponibili in tempo reale per le persone a cui
vogliamo trasmetterli, riducendo parecchio i tempi morti, soprattutto in caso di rettifiche o
di disguidi postali.
Cosa non di poco conto, sgrava parecchio dalle attività di emissione e conservazione delle
fatture elettroniche e non, nonché dall’esigenza di applicare una firma elettronica ai
documenti emessi (e chi conosce l’argomento sa benissimo quanto sia complessa e
onerosa la materia).
Il fatto che i dati sono conservati sul loro server può frenare l’approccio a molte imprese,
mentre in realtà è una soluzione che presenta diversi vantaggi: il fatto di cambiare il
proprio commercialista con un click, nel caso il suo operato non ci soddisfi, perché i dati
non sono in suo possesso.
Di più: la piattaforma è aperta e open source, le fatture sono scaricabili in PDF, include
grafici e statistiche (esportabili), avvisa il destinatario del documento via email o SMS
della disponibilità di quest’ultimo e varie altre funzionalità.
Non basta? Allora aggiungo che il servizio è gratuito, mentre con la versione business (a
pagamento) sono disponibili funzioni aggiuntive ad esempio sulla reportistica.
Praticamente ogni funzionalità di cui ho chiesto se era disponibile era già stata prevista da
loro.
Inutile aggiungere che prevede tutto quanto prescritto dalla legge in tema di tutela della
privacy.

Documenti analoghi