Imprese extraordinarie

Commenti

Transcript

Imprese extraordinarie
m
di Giampaolo Colletti*,
web
wwworkers, i lavoratori del web
@gpcolletti, [email protected]
L’Italia è una terra
straordinaria. L’hanno
capito bene gli stranieri
che hanno avviato qui
nuove imprese e startup
Il nostro esperto
1
* Giampaolo Colletti è un
giornalista e digital storyteller, esperto di nuove professioni del Web. Nel 2010 ha
fondato www.wwworkers.it,
community che aggrega migliaia di lavoratori della rete
e raccontata in “Wwworkers”,
edito da Gruppo24Ore.
2
Imprese extraordinarie
L
a storia di Suleman Diara (foto 1) inizia in un
villaggio del Mali, prosegue in Algeria, Libia, poi
la traversata del Mediterraneo e l’approdo in
Italia, con lo sfruttamento nelle campagne di Rosarno. Ma Suleman non s’è perso d’animo e si è spostato
in provincia di Roma, dove ha aperto una cooperativa
sociale per vendere yogurt biologico. «L’ho chiamata
Barikamà, che in bambarà vuol dire “resistente”. Proprio come noi. Ora abbiamo un sito che si può vedere
ovunque, anche in Mali» precisa Suleman.
coraggio, di esplorazione di nuovi mercati. Nell’Unione Europea il 6,7% della popolazione è rappresentata
da stranieri e in Italia gli occupati si attestano sui 2,3
milioni. La Fondazione Leone Moressa evidenzia come
le imprese condotte dai nati all’estero rappresentino
l’8,7% degli imprenditori totali, con un valore di 94
miliardi di euro. Se n’è parlato a Milano in Triennale,
durante l’evento Mix-storie di successi interculturali
promosso dalla Fondazione EYU.
L’App per gli stranieri. Bashkim Sejdiu, 30 anni, di
Dalle favelas a Torino. Liliam Altuntas (2) è nata in
una favela brasiliana e a Torino è diventata cake designer: oggi ha aperto la sua pasticceria Liliam Buffet,
ma l’impresa è partita tutta online su Liliambuffet.it.
«La nostra vetrina sin dall’inizio è stata Internet, perché sul Web i nostri clienti sin da subito hanno fatto
le ordinazioni». Liliam non dimentica le sue origini.
«Venti anni fa ero per strada e non avevo da mangiare.
Oggi sono in Italia e vendo cibo». Storie di riscatto, di
origine albanese (3) ha deciso di aiutare gli
immigrati con un’App. Il risultato? Oltre 5mila
download ogni mese e una trentina di richieste al giorno. L’App si chiama Infostranieri.
«Ho vissuto sulla mia pelle le difficoltà anche
burocratiche che esistono per gli stranieri, e
tutto questo ha segnato la mia vita». L’App
è in otto lingue ed è possibile richiedere un
supporto entro poche ore.
3
+ 3 storie di impresa dell’altro mondo in giro per l’Italia
1. Qui Maranello, Gustavo
Aguerrevengoa. Di giorno
meccanico e di notte designer.
Gustavo Aguerrevengoa, 35enne
argentino trasferitosi nel Modenese da
cinque anni, recupera pezzi di scarto
delle Ferrari e li trasforma in oggetti
di design. www.aguerrevengoa.com
2. Qui Roma, Roland Ruff
Ogni giorno sale in sella per migliaia
di chilometri. Perché pedalare per
Roland Ruff, 39enne ungherese
e romano d’adozione, significa
lavorare. Arrivato dall’Ungheria, ha
inventato un servizio di corriere in
bici. www.eadessopedala.it
3. Qui Cosenza,
Ali Mohammad
Hosseini
Convertire i rifiuti
portandoli a nuova
vita: questo è
l’obiettivo di Zeropet,
startup per il riciclo della plastica nata
nell’Università della Calabria. A pensarla, il
31enne iraniano Ali Mohammad Hosseini.
www.climatelaunchpad.org/finalists/zeropet
m
102 millionaire