Studio sulle politiche adottate dalle società giapponesi

Commenti

Transcript

Studio sulle politiche adottate dalle società giapponesi
PROGETTO ASIA ORIENTALE:
SVILUPPO E PROMOZIONE DEI PROCESSI DI
INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE FRIULANE
FOCUS GIAPPONE
Iniziativa realizzata nell’ambito del
Progetto “Asia Orientale”
finanziato dagli accordi ICE/Regione,
in collaborazione
con il sistema camerale regionale.
Segreteria organizzativa:
Camera di Commercio I.A.A. di Pordenone
Azienda Speciale ConCentro Ufficio Internazionalizzazione
Tel. 0434 381609 / Fax 0434 381636
[email protected] / www.pn.camcom.it
Studio sulle politiche adottate
dalle società giapponesi
relativamente al mercato del
contract in determinati paesi esteri
PROGETTO ASIA ORIENTALE:
SVILUPPO E PROMOZIONE DEI PROCESSI DI
INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE FRIULANE
FOCUS GIAPPONE
Iniziativa realizzata nell’ambito del
Progetto “Asia Orientale”
finanziato dagli accordi ICE/Regione,
in collaborazione
con il sistema camerale regionale.
Segreteria organizzativa:
Camera di Commercio I.A.A. di Pordenone
Azienda Speciale ConCentro Ufficio Internazionalizzazione
Tel. 0434 381609 / Fax 0434 381636
[email protected] / www.pn.camcom.it
Strategie di subfornitura dei
gruppi Giapponesi in Europa
Centrale e Orientale, Balcani,
Russia e Regione Mediterranea
N. 110808036
Istituto italiano per il commercio estero - (ICE)
Stud io sulle politiche adottate dalle
società giapponesi relativamente al
mercato del c ontract in determinati
paesi esteri
<Relazione finale>
14 novembre 2008
Marketing & Consultation
FUJI KEIZAI CO., LTD.
Divisione Marketing in Tokyo
Soprintendente & Consigliere delegato: Hiroshi Nabasama
Sanmaruco Bldg., 2-26-8 Nihonbashi Ningyo-cho
Chuo-ku, Tokyo 103-0013, Giappone
TEL.: 81-3-3664-5821
1
<PUNTI SALIENTI DELLO STUDIO>
I.
Tema
Le politiche adottate dalle società giapponesi relativamente al mercato del contract in determinati
paesi esteri.
II.
Obiettivi
Al fine di promuovere l’internazionalizzazione del contract sul territorio del Friuli-Venezia Giulia,
con il presente studio si è voluto raccogliere informazioni utili circa la rete distributiva e le
politiche di selezione degli arredi per il settore contract di grandi contraenti generali giapponesi o
uffici di progettazione edilizia che hanno già espanso o espanderanno i loro progetti in specifici
paesi esteri.
III. Argomenti
a. Prodotti
 Arredi in legno per contract.
b. Aree
 Europa centrale, Europa orientale, Balcani, Russia, Paesi sulle coste del Mediterraneo.
c. Industrie/società e associazioni target
i.
Associazioni collegate.
 Ministero dell’economia, del commercio e dell’industria, Ministero della finanza,
Ministero dell’assetto territoriale, delle infrastrutture e dei trasporti, Ministero degli
affari interni e delle comunicazioni.
 Associazione per lo sviluppo internazionale dell’industria del mobile giapponese,
Federazione dei mobilieri giapponesi, Overseas Construction Association of Japan Inc.1,
Association of Living Amenity2, ecc.
ii. Grandi contraenti generali giapponesi
 Taisei Corporation, Kajima Corporation, Shimizu Corporation, Takenaka Corporation,
Obayashi Corporation, ecc.
iii. Subcontraenti
iv. Uffici di progettazione edile
 Ishimoto Architectural & Engineering Firm, Inc., Nihon Sekkei, Inc., Yamashita Sekkei,
1 N.d.T.: associazione fondata nel giugno del 1955 e costituita dalle principali società edili giapponesi. Lo scopo
dell’associazione è quello di rafforzare i rapporti di cooperazione, fornendo agli imprenditori giapponesi il supporto
necessario alla promozione delle loro attività a livello internazionale.
2
N.d.T.: associazione che unisce più aziende giapponesi che trattano prodotti legati al comfort abitativo in generale.
2
Inc., Kume Sekkei, Co., Ltd., MHS Planners, Architects and Engineer, MEC Design
International, AXS SATOW Inc., etc.
v. Immobili
vi. Produttori
 Public Co., Ltd., ADAL Co., Ltd., TENDO Co., Ltd., Kariya Mokuzai Kogyo Co., Ltd.,
Marui Wood Industry Inc., CONDE HOUSE Co., Ltd., Fuji Furniture Co., Ltd., Kosuga
Co., Ltd.
IV. Metodo
 Interviste vis-à-vis a persone appartenenti alla classe manageriale di livello superiore, con
potere decisionale, operanti all’interno di sezioni quali l’arredamento d’interni e la
progettazione, l’estero, ecc., e a persone con potere decisionale operanti nell’ambito del
contract; interviste telefoniche per la raccolta di informazione supplementari.
 Interviste vis-à-vis, soprattutto, e interviste indirette a persone appartenenti alle
associazioni di settore.
 Raccolta d’informazioni pubbliche e di dati statistici.
 Buon uso delle relazioni sul marketing collegate all’argomento e pubblicate da
Fuji-Keizai.
V.
Periodo
 Settembre – novembre 2008.
3
<SOMMARIO>
Fase 1: Informazioni preliminari sulle industrie e sui mercati giapponesi
1
2
Industria del contract in Giappone
2
1.1
Definizione
2
1.2
Caratteristiche dell’industria del contract
2
Caratteristiche del sistema di produzione
3
2.1
Sistema integrato
3
2.2
Subappalto
3
2.3
Sistema cooperativistico
3
3
Analisi della concorrenza
5
4
Analisi della domanda di mercato
25
4.1
Andamento della domanda nel settore del mobile in Giappone
25
4.2
Andamento della domanda di arredi in legno in base all’articolo
28
4.3
Punti per la selezione dell’arredo destinato al contract
28
5
Statistiche sulle importazioni e le esportazioni tra Giappone e Italia
30
6
Posizione e ruolo degli arredi made in Italy
33
6.1
Andamento delle importazioni e delle esportazioni degli arredi in legno
33
6.2
Andamento delle importazioni e delle esportazioni dall’Italia
36
6.3
Posizione e ruolo dell’Italia
37
7
8
Informazioni supplementari sulle industrie e i mercati giapponesi
39
7.1
Norme e certificazioni
39
7.2
Mezzi di comunicazione
42
7.3
Giornali/riviste specializzate e fiere commerciali
42
Dati e cifre di riferimento
46
8.1
Andamento della produzione nazionale di cucine
46
8.2
Andamento dell’esportazione nazionale di cucine
50
Fase 2: contenuti del sondaggio
Risultati dello studio: punti principali
52
1
Situazione generale del mercato del contract all’estero
54
2
Ambiente, tendenza e prospettiva dei progetti esteri
56
3
Reperimento di contatti commerciali esteri
58
4
Situazione attuale dell’arredo per il contract nei progetti esteri
59
4.1
Flusso delle decisioni/responsabili delle decisioni
61
4.2
Fattori che influiscono sull’arredo per il contract
63
4.3 Andamento delle richieste di arredo per il contract (fabbricazione, design,
4
4.4
5
funzioni, materiali, ecc.)
64
Andamento recente dei prezzi del contract
64
Andamento del bisogno e della domanda di arredo per il contract relativamente ad
investimenti all’estero
65
6
67
Valutazione e posizione dell’arredo made in Italy all’interno di progetti esteri
Fase 3: casi studio
Situazione relativa alla conduzione del settore industriale edile e immobiliare all’estero
70
Situazione relativa alla conduzione del settore industriale edile e immobiliare in Europa
75
1
Obayashi Corporation
79
2
TOA Corporation
79
3
Zenitaka Corporation
80
4
Nishimatsu Construction Co., Ltd.
80
5
Starts Corporation, Inc.
81
6
General Development Industry Co., Ltd.
81
7
Mitsui Fudosan Co., Ltd.
82
8
Mitsubishi Estate Co., Ltd.
82
9
Ishimoto Architectural & Engineering Firm, Inc.
83
10 Yamashita Sekkei, Inc.
85
11 Taisei Corporation
87
12 Takenaka Corporation
90
13 Kajima Corporation
93
14 SHIMIZU Corporation
96
15 Hazama Corporation
98
Fase 4: suggerimenti
Suggerimenti
101
5
< Fase 1 >
Informazioni preliminari sulle
industrie e sui mercati giapponesi
7
1 Industria del contract in Giappone
1.1 Definizione
!"#$%&"#'+0%&1+.'2
())*'$+!"#$%&"#'
!"#$%&"#'+0%&1+/-3'
)#+4)-#*
!"#$%&"#'
;)<'+=3'
5-4.'36+/1-%#3
9)$&#-/&+ =3'
7%*'4)-#*6+4))8/-3'6
(-#*#)4'6+9-4%$'&6
91'3&+):+*#-0'#3
,'&-..%/+!"#$%&"#'
[Traduzione termini tabella:
- Furniture = Complementi d’arredo;
- Wooden forniture = C. d. in legno;
- Metallic forniture = C. d. in metallo;
- Furniture with legs = C .d. forniti di gambe;
- tables, chairs = tavoli, sedie;
- Furniture with case or board = C. d. con intelaiatura o assi;
- sideboard, bookcase, wardrobe, cabinet, chest of drawers = credenze, librerie, armadi, armadietti,
cassettoni;
- Home use = Uso abitativo;
- Contract use = Uso contract.]
L’arredo contract rappresenta quell’insieme di mobili in legno costituiti da gambe (tavoli e sedie) e
intelaiature o assi (credenze, librerie, armadi, armadietti, cassettoni, ecc.) per il settore del contract ovvero
per uso professionale, o detto anche “istituzionale” in gergo industriale, e comunque non abitativo.
1.2 Caratteristiche dell’industria del contract
In Giappone vi sono 8.516 produttori di mobili (dati del 2006) con 124.829 dipendenti. L’industria è
costituita principalmente da piccole aziende il cui numero di dipendenti si aggira in media attorno alle 15
persone. La maggioranza del produttori di legno possiede meno di 10 dipendenti. (vedere tabella 1)
Tabella 1 – Aziende suddivise per articolo, numero di dipendenti e
valore delle spedizioni della merce prodotta (2006)
8
#'&%1*.+/1A??
%#5,'8%%)
0+,"%1'(
0+,"%1'(
0+,"%1'(
0+,"%1'(
!"#$%&
!"#$%&
!"#$%&
!"#$%&
#+/"(+2*"&%
#+/"(+2*"&%
#+/"(+2*"&%
#+/"(+2*"&%
'(
'(
'(
'(
31 4''3)
31 4''3)
31 4''3)
31 4''3)
%)*+$,-).
%)*+$,-).
%)*+$,-).
%)*+$,-).
).-5#%/*)
).-5#%/*)
).-5#%/*)
).-5#%/*)
#%/*)
#%/*)
#%/*)
#%/*)
67-,,-'/18%/9
67-,,-'/18%/9
67-,,-'/18%/9
67-,,-'/18%/9
CHF1%#5,'8%%)
:''3%/13%);<1*+$,%1+/3
2.+-&)
:+&3&'$%<13&+G%&
:''3%/1)-3%$'+&3<
$'';2+)%1+/312+$-/%*
A?HAF1%#5,'8%%)
@?HFF1%#5,'8%%)
=>?
@A<=B>
>AC
@C<D==
@A>
E?<F>F
@D
CB<DB?
C>=
=<[email protected]
A>C
A?<CFF
AAA
@><BD?
=
[email protected]<=FA
A<CED
>E<CBC
>=D
@=<BAD
@>F
BC<F=>
AD
A><>?E
(Fonte: Ministero dell’economia, del commercio e dell’industria)
[Riproduzione e traduzione tabella]
4-9 dipendenti
10-19 dipendenti
20-99 dipendenti
N.
V. sped.
N.
N.
aziende
(milioni
aziende
V. sped.
di yen)
(milioni di
V. sped.
aziende
yen)
Più di 100 dipendenti
N. aziende
V. sped.
(milioni di
(milioni
yen)
di yen)
Scrivanie, tavoli e sedie in legno
830
21.853
314
24.588
213
70.939
25
46.560
Armadi, cassetti
438
8.824
134
10.499
111
23.650
8
12.891
1.475
37.464
385
28.615
239
64.983
15
13.307
Credenze, librerie e vetrine in
legno
Sebbene non esistano dati statistici sulle aziende produttrici di arredo per uso contract, secondo la
Federazione dei mobilieri giapponesi, le aziende che operano nel settore del contract sono
fondamentalmente di piccole dimensioni, con 5-10 dipendenti. Tuttavia l’arredo contract per grandi
strutture come hotel e aeroporti viene realizzato da produttori forniti di tecnologie, capitale adeguato e con
capacità produttiva. Quello invece per uso personale o abitativo, per negozi ed enti locali, viene realizzato
da piccole aziende.
2
Caratteristiche del sistema di produzione
Nell’industria del mobile per il contract il sistema di produzione si suddivide in tre principali categorie:
sistema integrato, subappalto e sistema cooperativistico. Poiché ai produttori viene richiesto di creare
un sistema che consenta di realizzare una certa varietà di prodotti, nonché piccole quantità di prodotti, e che
garantisca tempi di consegna brevi, sveltire la produzione rappresenta, per loro, un grosso problema.
2.1 Sistema integrato
Le sedie, i tavoli, gli armadi, ecc., realizzati dai mobilieri sono i principali elementi d’arredo per il contract
risultanti dal sistema di produzione integrato, reso efficiente grazie alla cooperazione con le società del
gruppo di appartenenza, e i loro stabilimenti nazionali ed esteri.
La TENDO CO., LTD., che gode di una grande reputazione in quanto produttrice di mobili d’alta qualità e
9
detentrice di tecnologia originale, è la sola ad aver avviato il proprio sistema di produzione integrato presso
lo stabilimento nazionale. Di fatto la maggior parte dei produttori più importanti non possiede un sistema
integrato come quello della TENDO, tuttavia ha saputo creare il proprio in collaborazione con le società del
proprio gruppo di riferimento. Ad esempio i prodotti della PUBLIC CO., LTD., grande azienda produttrice
di mobili per uso contract, vengono realizzati all’interno dello stabilimento nazionale in collaborazione con
le società del gruppo. L’ADAL CO., LTD., KARIMOKU, e la Maruni hanno avviato un sistema di
produzione integrato assieme ai loro stabilimenti esteri.
2.2 Divisione del lavoro
Per divisione del lavoro all’interno del sistema di produzione s’intende il tradizionale metodo giapponese di
subappalto, in base al quale il lavoro viene suddiviso tra le piccole e le medie aziende che vanno poi a
realizzare i prodotti. Tipicamente i subappaltatori non possiedono un loro canale di vendita e dipendono dal
produttore, il quale controlla tale sistema di suddivisione del lavoro. Tuttavia, a causa della globalizzazione,
molte aree di produzione si ritrovano disorganizzate, e di conseguenza rimangono sul territorio soltanto
alcune delle società di alto livello.
Nella zona produttiva della Prefettura di Shizuoka vi sono due tipi di produttori: quelli che dispongono di un
sistema di produzione integrato, Kiritsu Mokko compresa, e quelli che adottano il sistema del subappalto,
Hagiwara.org compresa. Il cambiamento introdotto dalla divisione del lavoro nella produzione è
simboleggiato dal fatto che, dopo il collasso del boom speculativo, la Fujiwara Co., Ltd., la Horizumi
Mokkojo Inc., ecc., che erano state subappaltatrici dei produttori a capo del sistema di divisione del lavoro,
hanno iniziato a produrre i prodotti finali e a sviluppare un loro canale di vendita. Attualmente questi
produttori si stanno muovendo verso un tipo di produzione che consente di fabbricare sia grandi che piccole
quantità di articoli in risposta alle diverse necessità dei consumatori.
2.3 Sistema cooperativistico
Il sistema di produzione cooperativistico sfrutta la rete delle società locali specializzate. La T.I.P.,
Tokushima Interior Products, una cooperativa costituita da ca. 30 produttori locali, promuove attività come
la ricezione di ordini collettivi per progetti legati al contract, la ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti, la
raccolta d’informazioni, la promozione alle vendite, ecc. Ad esempio la maggior parte dei membri, fatta
eccezione per la FUJI FURNITURE CO., LTD., capace di produrre quantitativi di una certa entità, è
costituita da società che producono sia molteplici che piccole quantità di articoli. I membri ricevono ordini
per la fabbricazione di complementi d’arredo per il contract da hotel, enti pubblici, ospedali, ecc.
3 Analisi della concorrenza
Analizzando la situazione dei produttori di mobili per il contract presenti sul territorio giapponese, i
problemi di mercato rilevati si possono collocare entro quattro categorie: forza, debolezza, opportunità, e
minacce, come indicato nella tabella 3.1.
10
Tabella 3.1 – Analisi SWOT1 dei produttori di arredo per il contract
Forza
Debolezza
・ Esiste un gruppo di piccole e medie aziende
・ Sebbene i produttori siano in grado di fornire
produttrici all’interno del comparto industriale
prodotti finiti, non sono altrettanto capaci di
locale che può fornire prodotti di alta qualità.
elaborare una presentazione di grande attrattiva e
・I
produttori
possono
fornire,
in
maniera
sono inesperti nel campo delle vendite.
・ Il numero delle aziende e dei dipendenti cala di
autonoma, prodotti finiti.
・ Essi dispongono di una tecnologia superiore per
quanto riguarda il controllo della qualità che è
stata migliorata nel tempo attraverso un’attenta
anno
in
anno,
dato
che
evidenzia
l’indebolimento delle industrie locali.
・ I costi del lavoro sono più elevati rispetto a
quelli dei paesi asiatici, pertanto è difficile
risposta alle richieste esigenti dei clienti.
attuare la riduzione dei costi di produzione.
Opportunità
Minacce
・ Il design e la qualità vengono valutati più di
・ A causa della crescente incertezza rispetto
quanto i Giapponesi non si aspettino.
all’economia mondiale, provocata dalla crisi
・ La polarizzazione nei modelli di consumo è in
fase
di
sviluppo,
ovverosia
un
finanziaria
degli
USA,
l’investimento
in
generico
attrezzature da parte delle società nazionali si sta
consumatore giapponese possiede un proprio
riducendo, portando così a un’ulteriore calo del
senso del valore che può portarlo a spendere
mercato del mobile per uso contract.
cifre considerevoli per merci speciali; lo stesso
・ La capacità produttiva e tecnologica dei paesi
consumatore tende, invece, a comprare prodotti a
asiatici, capaci di produrre articoli a prezzi bassi,
buon mercato, se questi non sono considerati
sta migliorando.
altrettanto speciali.
・ Le società con prodotti europei di alta qualità
stanno sviluppando il loro marchio a livello
globale, e stanno espandendo il loro campo
d’azione verso i prodotti di fascia media.
La tabella 3.2 riporta le vendite e il tasso di crescita dei principali produttori di arredo per contract (il tasso
di crescita delle vendite del 2007 viene confrontato con le vendite del 2006). Rispetto all’anno precedente le
vendite dell’ADAL sono aumentate del 10,2%, mentre quelle della KOSUGA sono diminuite dell’8,3%.
1
N.d.T.: strumento di pianificazione strategica usato per valutare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e
le minacce di un progetto o di un’impresa. L'analisi può riguardare l'ambiente interno o esterno di
un'organizzazione. La metodologia SWOT differenzia gli elementi d’influenza in fattori di natura esogena
(sociali, politici, economici, ... ) ed endogena ( posizionamento concorrenziale, situazione finanziaria, ... ).
11
Tabella 3.2 – Vendite annue dei principali produttori di arredo per il contract
Nome azienda
Vendite 2006
Vendite 2007
Tasso di crescita
milioni di yen
milioni di yen
%
Public
7970
8204
2,9
ADAL
5536
6100
10,2
TENDO
4940
4726
-4,3
Kariya Mokko Kogyo
4760
4701
-1,2
Maruni Mokko
4200
4000
-4,8
CONDE HOUSE
4051
4133
2,0
Fuji Furniture
3936
3939
0,1
KOSUGA
3510
3220
-8,3
Tutti i maggiori produttori sono aziende leader nell’industria del contract, con vendite annue superiori ai 3
miliardi di yen.
La tabella 3.3 sottostante indica la posizione dei produttori concorrenti. I tassi di crescita delle vendite sono
accompagnati da un “+” (più) o da un “–” (meno) per fornire un quadro dei target principali.
La zona A comprende l’ADAL e la PUBLIC le cui vendite sono aumentate. Ciò che caratterizza queste
aziende produttrici è un sistema di produzione integrato in uso presso i loro stabilimenti, e l’adozione di un
sistema semi-personalizzato comprendente l’uso dei cataloghi. Per quel che riguarda le attività legate alla
somministrazione di alimenti e bibite (compresi i ristoranti per famiglie), esse vendono prodotti a prezzi più
accessibili e consegnano la merce in 10-20 giorni.
La zona B comprende i produttori di arredo per il contract i cui potenziali clienti sono ospedali, case di cura
per anziani, e uffici. La Fuji Furniture, la Kariya Mokko Kogyo e la TENDO producono sedie eccellenti, p.
es. sedie confortevoli altamente funzionali e sedie alla moda. In risposta al calo del mercato del mobile per
uso contract, la Fuji Furniture e la Kariya Mokko Kogyo stanno allargando l’orizzonte dei loro affari e si
stanno interessando ai complementi d’arredo contract per uso abitativo. Anche la TENDO, le cui vendite di
mobili per il contract sono comunque robuste, ha in programma di fare lo stesso.
La zona C comprende quei produttori i cui potenziali clienti sono strutture che si sviluppano su vasta scala,
come gli hotel e i terminal aeroportuali. Tra di essi, in special modo la Maruni Mokko e la KOSUGA, da
tempo in attività, si sono classificate come aziende produttrici di prima classe nel campo dei mobili contract
per uso istituzionale. Le vendite della CONDE HOUSE hanno registrato un tasso di crescita positivo nel
2007, mentre quelle delle altre due società, la Maruni Mokko e la KOSUGA, sono scese rispetto all’anno
precedente. La Maruni Mokko ha accettato un investimento da parte della DEODEO Corporation, un
negozio di vendita al dettaglio di prodotti elettronici, data la crisi negli affari; le vendite deboli della
KOSUGA, invece, non danno ancora segno di un totale cedimento.
Ciononostante questi produttori hanno tentato nuovi approcci al mercato, sfruttando i loro punti di forza,
quali la tecnologia e il dimostrato rendimento. La CONDE HOUSE ha fondato un’alleanza commerciale con
12
un produttore italiano detentore di marchio d’alta qualità, e sta puntando a un’intensificazione della
produzione. La Maruni Mokko ha adottato la politica del rialzo dei costi di gestione dello stabilimento,
rafforzando la fornitura dall’OEM2. La KOSUGA ha istituito un’alleanza d’affari con un produttore italiano
di divani, e ha poi lanciato una produzione nazionale con licenza.
Tabella 3.3 – Posizione dei produttori concorrenti
[Traduzione termini tabella:
- Year-on-year sales increase (%) = Aumento delle vendite anno dopo anno;
- Fiscal 2006/2007 = Anno fiscale 2006/2007;
- Plus = Più;
- Minus = Meno;
- Stores/Restaurants = Negozi/Ristoranti;
- Hospitals/Warehouses = Ospedali/Magazzini;
- Office = Ufficio;
- Public institution = Istituzioni pubbliche;
- Hotels/Airports = Hotel/Aeroporti;
- A/B/C zone = Zona A/B/C,
- Main target = Target principale. ]
3.1 PUBLIC CO., LTD.
3.1.1 Dati principali
Sede sociale
5-2 Fukufune-cho, Nakagawa-ku, Nagoya city, Aichi - Tel. +81-52-653-3721
Anno di fondazione
1978
2
Capitale sociale
391,66 milioni di yen
N.d.T.: L'espressione Original Equipment Manufacturer (Produttore di apparecchiature originali), si utilizza nel
contesto dei processi produttivi industriali in cui una società acquista prodotti da altre società e li rivende come
parti di un prodotto proprio. Le società che hanno realizzato i prodotti originali vengono dette OEM.
13
Dipendenti
179
Vendite (risultati finanziari
8204 milioni di yen
anno fiscale 2007)
Attività
Produzione e vendita di sedie e tavoli per il contract
Stabilimento
Filiale
Società controllate
Public Toin Co., Ltd. (produzione)
Fukukawa Sowing Co., Ltd. (produzione)
Jushiyama Sowing Co., Ltd. (produzione)
Queen Co., Ltd. (vendita)
Alti Co., Ltd. (vendita)
Showroom
Tokyo, Nagoya, Osaka
Certificazione
ISO9001
3.1.2 Sistema produttivo e servizio offerto
La società realizza autonomamente il design dei propri prodotti ed è titolare del marchio originale “CRES.”
Stampa periodicamente il catalogo generale, sul quale i prodotti “CRES” vengono pubblicati ogni anno e
mezzo. Sullo stesso catalogo si trovano ca. 400 tipi di modelli base. Inoltre la società ha adottato una specie
di sistema d’ordine parziale denominato “Sistema di libera selezione”, secondo il quale i clienti possono
tranquillamente selezionare materiali, forme e colori. Con questo metodo i clienti scelgono componenti e
finiture in piena libertà, come se stessero utilizzando un sistema d’ordine. Per quanto riguarda le sedie
possono scegliere tutta una serie di rivestimenti, colori di telaio, e dimensioni; per i tavoli possono scegliere
entro una vasta gamma di piani, dimensioni, forme e colori.
Puntando a varie tipologie di prodotto, a una produzione di piccoli quantitativi e a tempi di consegna brevi,
la società ha ideato un sistema che le consente di evadere le commesse in cinque giorni lavorativi dalla data
di richiesta, a prescindere dalle quantità. Ciò è possibile grazie a un inventario di ca. 400 tipi di semilavorati,
i quali, al momento dell’ordine, vengono sottoposti alla fase di finitura definitiva. Il sistema produttivo
adottato dalla società, basato unicamente sull’evasione degli effettivi ordini in entrata, consente di non avere
mai merce finita in inventario, e la produzione si svolge presso lo stabilimento nazionale. La consegna viene
fondamentalmente garantita entro una settimana (10 gg. al massimo).
La Public Toin Factory, una consolidata azienda controllata, produce sedie e tavoli, utilizzando componenti
reperiti in casa o all’estero e poi inventariati e occupandosi del rivestimento, della pittura e della lavorazione
del legno, mentre appalta la fabbricazione delle sedie sotto la guida del Gruppo Public dal punto di vista
tecnologico e di controllo della qualità. La Fukukawa Sowing Co., Ltd., un’altra consolidata azienda
controllata, si occupa del taglio, tramite macchinari automatici, e della cucitura3, che è parte della linea di
produzione. La società controllata Jushiyama Sowing Co., Ltd. si occupa invece del rivestimento di elementi
d’arredo contract per uso contract.
3
N.d.T.: nell’originale è stato usato il termine “sowing”, che significa “semina”. Non essendo un termine
pertinente al contesto, si suppone possa trattarsi di un errore. Si è optato per “cucitura”, cercando di seguire il più
possibile il filo logico dell’autore.
14
"(7*%.6)0A04&0-.&-.5&[email protected]&.5)*(.0-7;
!"#$%&'&()&*%+,#**-./012.34'1
!"#$%&'&()&*%+5)4&./012.34'1
6)0'#84%
6)0'#84%
6#$7&8./012.34'1
B#4%0#)8&->.0C.D)0'#84&E*
!"#$%&'&()&*%+6#$7&8.90&-.:(840);
B#4%0#)8&->.0C.D)0'#84
!"#$%&'&()&*%+:#<#<(=(."0=&->.:(840);
!"#$%&'&()&*%+?#%@&;(A(."0=&->.:(840);
Figura 3.4 – Sistema produttivo della Public
[Traduzione termini tabella:
- Sales promotion in Aichi Area only = Promozione vendite solo nell’area di Aichi;
- Subsidiaries = Consociate;
- Products = Prodotti;
- Outsourcing of productive = Appalto produzione;
- Outsourcing of product = Appalto prodotti.]
La società reperisce materiali come legno, rattan, ecc. dal Sud-Est asiatico, dove invia i propri dipendenti ad
acquistare direttamente dalle aziende locali, e dall’Europa, servendosi di intermediatori commerciali.
La garanzia scade a un anno dalla data di acquisto. La società offre riparazioni gratuite per qualsiasi difetto
del prodotto apparentemente imputabile a un problema di fabbricazione, se il cliente ne da segnalazione
entro un anno.
La società offre prodotti ecocompatibili conformi alla legge sulla promozione dei cosiddetti “acquisti verdi”,
e, inoltre, si attiene alla classe F-four stars come contromisura alle emissioni di prodotti volatili organici
(VOC). Utilizza sia colori privi di formalina e di toluene sia colla priva o a basso contenuto di formalina.
Nota la F-four star class è un tipo di classe che identifica i materiali a bassa emissione di formaldeide ed è
autorizzata da JIS (Norme giapponesi per l’industria) e JAS (Norme giapponesi per l’agricoltura).
3.1.Clientela
I principali clienti sono i ristoranti singoli e le catene di ristoranti, che rappresentano il 50% delle vendite
totali.
3.1.4 Idee commerciali per affrontare il mercato del contract
I prodotti fondamentali sono i complementi d’arredo per uso contract (sedie e tavoli), e le vendite attraverso
15
i cataloghi costituiscono il 95% del totale.
I prodotti con un valor aggiunto, come p. es. quelli di qualità superiore o quelli con caratteristiche
ecocompatibili, sono stati aggiunti alla linea di produzione.
I suddetti complementi d’arredo per uso contract, prodotti dalla società, vengono utilizzati nelle attività
legate alla somministrazione di alimenti e bibite, come i ristoranti in generale, i cafè, i bar, i nightclub, ecc.,
o legate ai servizi di ospitalità, come gli hotel, i piccoli alberghi, ecc., e anche gli ospedali, le strutture di
assistenza per gli anziani, le università, gli uffici governativi, e così via.
Per quanto riguarda il mercato della ristorazione, i cui maggiori clienti sono gli sportivi/artisti, è in corso un
certo processo di sviluppo riguardante vari di tipi di strutture orientate al concetto di alta qualità, quale
segno evidente di un elevato valore aggiunto, e al concetto di benessere sostenibile come stile di vita
(LOHAS4). Il mercato dell’assistenza sociale e sanitaria (ospedali per anziani, centri di cura giornalieri,
ecc.) si sta invece espandendo.
Nell’ottobre del 2007 la società ha lanciato “arti”, una marca di complementi d’arredo di alta qualità
utilizzata negli hotel, negli uffici, nei ristoranti, nelle cliniche dotate di spa, e così via. La società sta infatti
tentando di espandere il proprio giro d’affari nell’ambito del contract, formando agenti di vendita che
trattino mobili di grande qualità.
In risposta alla crescente polarizzazione dei bisogni dei clienti, la Public ha scelto di bilanciare il vertiginoso
aumento del costo dei materiali grezzi rivedendo i propri prezzi.
3.2 ADAL CO., LTD.
3.2.1 Dati principali
Sede sociale
13-2 Kanenokuma, 3-chome, Hakata-ku, Fukuoka city, Fukuoka
Tel. +81-92-504-4141
Anno di fondazione
1968
Dipendenti
174
Capitale sociale
Vendite (risultati
182,25 milioni di yen
6100 milioni di yen
finanziari anno fiscale
2007)
Attività
Stabilimento
Filiali
Società controllate
Produzione e vendita soprattutto di sedie e tavoli per il contract
Fukuoka
Tokyo, Nagoya, Osaka, e altre (12)
Shanghai kyoei Factory
Shanghai kousyu kogeilin Factory
Wood-kogei co., Ltd.
Showroom
Certificazione
4
Fukuoka Factory
ISO9001
N.d.T.: movimento nato negli Stati Uniti, ora dilagato in Giappone. Lohas (lifestyles of health and
sustainability) si può riassumere in cinque punti: vita sana, cure sanitarie alternative, sviluppo spirituale della
persona, vita ecologica.
16
3.2.2 Sistema produttivo e servizio offerto
Nel novembre del 2007 la società ha costruito il proprio stabilimento a Shanghai Shanghai Kyoei Factory),
dove produce complementi d’arredo destinati al settore del contract: hotel, ristoranti, strutture di assistenza
sanitaria per anziani, e così via. I prodotti principali comprendono sedie, banchi per bar, e qualsiasi tipologia
di tavolo per sale d’attesa, saloni d’albergo, cafè e ristoranti. Ogni fase di produzione, dalla pittura al
rivestimento della sedia, viene eseguita presso lo stabilimento, sulla base delle specifiche giapponesi. Alcuni
tecnici giapponesi vengono trasferiti a Shanghai.
!"!#$%&'($#)"'
&,=.:,2</67$:;$>2:0,<=
*+,-./0/12/3.4+516751/$89:3/$;1<=:29
Figura 3.5 – Sistema produttivo dell’ADAL
[Traduzione termini tabella:
- Subsidiaries = Consociate;
- Outsourcing of product = Appalto prodotti.]
La società stabilisce i tempi di consegna dopo aver ricevuto la richiesta d’ordina da parte del cliente, basata
su disegni tecnici o semplici schizzi. In genere la consegna di un tavolo o di un banco bar avviene in 2-3
settimane.
La garanzia è di un anno dalla data di acquisto.
La società non offre alcun servizio di assistenza.
3.2.3 Clientela
L’ADAL vanta un’ampia rete di clienti: più di 30 hotel, come lo JAL Resort Sea Hawk Hotel Fukuoka,
l’Hotel Nikko Naha Grandcastle, l’Hotel Nikko Osaka, e il Nishitetsu Inn Hakata; più di 15 attività legate
alla somministrazione di alimenti e bibite, come il Restaurant Shanghai Suntory, il CoCoICHIBANYA, e il
Kisoji; più di 70 aziende che vendono servizi alle persone, come stazioni termali, sale d’attesa aeroportuali,
appartamenti, centri di assistenza sanitaria per anziani, karaoke bar, scuole, comprese le università, le
palestre, ogni dormitorio della Kyushu Electric Power Co., Inc., e altri ancora.
3.2.4 Idee commerciali per affrontare il mercato del contract
La produzione di elementi d’arredo per uso contract dell’ADAL si divide in tre gruppi: prodotti pubblicati
sul catalogo generale (conformi alle normative riguardanti quelle attività legate alla somministrazione di
17
alimenti e bevande, inclusi i ristoranti a conduzione familiare), prodotti “ATIC 5” (prodotti con un elevato
valore aggiunto e dal design alla moda destinati ad un target medio-alto), e complementi d’arredo per il
contract (arredo per strutture di una certa grandezza, come gli hotel e i ristoranti).
I prodotti realizzati per il contract vengono utilizzati sia dalle attività commerciali, p. es. dagli hotel, dai
ristoranti, centri fieristici, ecc., sia dalle strutture pubbliche, come le scuole, gli ospedali, ecc. Di recente la
domanda da parte di attività legate alla somministrazione di alimenti e bibite e da parte di uffici è
aumentata.
Nell’agosto del 2007 la Shanghai Kosyu Kogeihin Factory, società produttrice (acquisita nel 2007), si è
unita a una società commerciale americana che vende complementi d’arredo, nello specifico tratta ripiani
per l’esposizione di prodotti in fiera e nei negozi a livello mondiale. La Shanghai Kosyu Kogeihin Factory
produce gli elementi d’arredo seguendo le specifiche inviategli dalla società americana. In questo modo
l’ADAL può implementare la propria capacità produttiva ed espandere la rete di vendita, realizzando
complementi per i negozi.
3.3 TENDO CO.,LTD.
3.3.1 Dati principali
Sede sociale
1-3-10 Midarekawa Tendo Yamagata Japan 994-8601 - Tel. +81-23-653-3121
Anno di fondazione
1948
Dipendenti
317
Capitale sociale
Vendite (risultati
300 milioni di yen
4726 milioni di yen
finanziari anno fiscale
2007)
Attività
・ Produzione e vendita di complementi in legno per il contract (mobili curvi in
compensato)6
・ Produzione e vendita di elementi in legno per il settore auto
Stabilimento
Filiali
Presso la Tendo
Tokyo, Osaka, Fukuoka, Sapporo, Nagoya, Hiroshima
Società controllate
Showroom
Certificazione
Yamagata, Tokyo, Osaka
ISO 9001 (sede sociale e stabilimento
3.3.2 Sistema produttivo e servizio offerto
La TENDO realizza i propri articoli sfruttando una tecnologia d’alto livello per quanto riguarda il
compensato, la stessa con cui produce i noti sgabelli “Butterfly” (farfalla), il cui design è stato ideato da Sori
Yanagi. Il compensato si ottiene dalla sovrapposizione di numerosi fogli di legno sottili, che vengono
incollati tra loro, trattati col calore e pressati all’interno di uno stampo che gli conferirà, poi, la forma
5
N.d.T.: acronimo non ben identificato; potrebbe trattarsi del Advanced Technology Innovation Center, dunque
di un centro di ricerca per l’innovazione tecnologica a sostegno delle aziende.
6
N.d.T.: la frase originale in inglese non è chiara.
18
desiderata, e via dicendo.
La società dispone di un sistema di produzione integrato che coinvolge le varie fasi di elaborazione
dell’ordine: ricevimento commessa, progetto, invio, fabbricazione, ispezione, fino ad arrivare alla consegna
nello stabilimento della sede principale. Il sistema adottato consente una certa flessibilità produttiva, per cui
è possibile fabbricare sia un articolo singolo che migliaia di articoli.
I tempi di consegna dei complementi per il contract sono di 2-3 mesi, in quanto la produzione parte dopo il
ricevimento dell’ordine.
Viene fornita una garanzia per qualunque incidente che possa rientrare nelle categorie per le quali è
applicabile la legge di responsabilità civile per danno da prodotto da parte della PL Indemnification Mutual
Insurance7 e del SA FU System of Federation of Japan Furniture Manufactures Association8.
Dovesse verificarsi un qualsiasi malfunzionamento durante il normale utilizzo del prodotto, i termini di
garanzia sono i seguenti:
・ garanzia di 1 anno (aspetto esteriore e finitura della superficie: scolorimento e usura del
rivestimento);
・ garanzia di 2 anni (componenti rimovibili: cassetti, porte e parti meccaniche, p. es. pistoncini a
gas);
・ garanzia di 3 anni (struttura: problemi connessi alla struttura e alla resistenza del prodotto).
3.3.3 Clientela
La società registra numerose forniture a strutture pubbliche, uffici, ecc.; fornisce anche banchi per uffici
governativi, scaffalature per biblioteche, ecc. I clienti principali sono:
Tipologia
Uffici pubblici
Clienti
Tokyo Metropolitan City Hall / [Municipio
Fabbricazione e design
Kenzo Tange Associates
della città di Tokyo]
Kagoshima Prefecture Office / [Ufficio
AXS SATOW INC.
Prefettura in Kagoshima]
Uffici, gruppi e
Nagoya International Convention Hall /
strutture pubbliche
[Centro congressi internazionale in Nagoya]
International Airline Terminal of Fukuoka
NIKKEN SEKKEI Ltd.
Azuma Sekkei Co., Ltd.
Airport / [Terminal internazionale
dell’aeroporto di Fukuoka]
Strutture ricettive,
Hotel New Otani Hakata
TAISEI CORPORATION
impianti turistici, e
Historical Museum of Kagawa / [Museo di
Nikken Space Design Ltd.
locali commerciali
storia in Kagawa]
Prefecture (shop) / [Negozio Prefettura]
7
8
N.d.T.: mutua assicurazione d’indennizzo.
N.d.T.: Federazione produttori di mobili giapponesi.
19
Strutture dedicate alla
Kobe Town Library / [Biblioteca in Kobe
cultura e
Town]
Yasui Architects & Engineers, Inc.
all’istruzione
Strutture ricreative
Chukyo Race Course / [Ippodromo in
YAMASHITA SEKKEI INC.
Chukyo ]
3.3.4 Idee commerciali per affrontare il mercato del contract
Data la diminuzione della richiesta di complementi d’arredo per il contract da parte di hotel e strutture
pubbliche, la società si sta dedicando ora a progetti riguardanti gli uffici delle aziende private. Produce
principalmente arredi per sale conferenze.
Visti i recenti sviluppi economici, si prevede che il mercato dell’arredo per uffici subirà un certo declino,
pertanto la TENDO si sta concentrando sulla domanda relativa ai componenti d’arredo contract per uso
abitativo, puntando soprattutto alle fasce benestanti.
3.4 KARIYA MOKUZAI KOGYO CO., LTD. GRUPPO KARIMOKU
3.4.1 Dati principali
Sede sociale
40-3, Sarushinden-niku, Ogawa, Higashiura-cho, Chitagun, Aichi
Tel. +81-562-83-4111
Anno di fondazione
1947
Dipendenti
221
Capitale sociale
Vendite (risultati
45 milioni di yen
4701 milioni di yen
finanziari anno fiscale
2007)
Attività
Stabilimento
Filiali
Produzione di arredo contract
Higashiura
(KARIMOKU Inc.) Sapporo, Tokyo, Yokohama, Nagoya, Hiroshima, Shikoku,
Fukuoka, e altre (19)
Società controllate e
affiliate
TOYOAKE MOKKO CO., LTD. (produz. credenze, vetrine, compl. per salotti)
HIGASHIURA KARIMOKU CO., LTD. (produz. compl. per salotti e sedie)
HIGASHIURA KARIMOKU CO., LTD. HANDA FACTORY (produz. tavoli per
salotti, tavoli tatami/tavoli bassi)
AICHI KARIMOKU CO., LTD. (produz. credenze e tavoli per salotti)
AICHI KARIMOKU CO., LTD. KINUURA FACTORY (produz. armadi)
GIFU CABINET CO., LTD. (produz. tavoli per salotti, scrivanie e tav. bassi)
GIFU KARIMOKU CO., LTD. (produz. sedie e tav. per ristoranti)
CHITA KARIMOKU CO., LTD. (produz. componenti mobili in legno)
KARIMOKU AKITA CO., LTD. (produz. componenti mobili in legno)
TAISEI SANGYO CO., LTD. (produz. componenti mobili in legno)
KARIMOKU (Malesia) SDN. BHD. (produz. componenti mobili in legno)
Showroom
20
(Karimoku Group) Sapporo, Saitama, Fukuoka, e altre (14)
Certificazione
ISO 9001
3.4.2 Sistema produttivo e servizio offerto
La Kariya Mokuzai Kogyo Co., LTD. è il cuore del Gruppo Karimoku, il quale è costituito da 7 società
produttrici, 4 società di fornitura dei materiali, compreso lo stabilimento in Malesia, e 1 società
commerciale incaricata delle vendite.
La società segue la tendenza dei clienti rispetto allo sviluppo dei prodotti sfruttando il proprio sistema
integrato, a partire dal reperimento dei materiali, passando per la fase della fabbricazione, fino ad arrivare
alla vendita.
La Kariya Mokuzai Kogyo Co., LTD. offre un servizio di assistenza che comprende interventi di riparazione
su vasta scala per hotel, ristoranti, e così via. Il Gruppo Karimoku è in grado di eseguire riparazioni in base
alle esigenze del cliente tramite l’assegnazione di tecnici muniti di certificato di autorizzazione valido su
tutto il territorio emesso dalla Prefettura di Aichi. Il Gruppo ha inoltre costruito un capannone per le
riparazioni e offre servizi di manutenzione locale servendosi di propri automezzi.
Dovesse verificarsi un qualsiasi malfunzionamento durante il normale utilizzo del prodotto, i termini di
garanzia sono i seguenti:
・ garanzia di 1 anno (aspetto esteriore e finitura della superficie: scolorimento e usura del
rivestimento);
・ garanzia di 2 anni (componenti rimovibili: cassetti, porte e parti meccaniche, p. es. pistoncini a
gas);
・ garanzia di 3 anni (struttura: problemi connessi alla struttura e alla resistenza del prodotto).
3.4.3 Clientela
La società vende principalmente a strutture per anziani e sanitarie, hotel, golf club, ristoranti, uffici privati e
pubblici.
3.4.4 Idee commerciali per affrontare il mercato del contract
Il settore vendite per il contract della Karimoku Furniture Sales Co., Ltd. dispone di 3 basi: una a Kanto,
una a Chubu, e una a Kansai.
La società non produce complementi d’arredo contract per un uso legato esclusivamente al medesimo
settore, ma anche per un uso abitativo privato. Infatti sta conducendo una campagna vendite per promuovere
soprattutto questa seconda opzione, dando spazio ai centri per gli anziani, alle strutture sanitarie, agli hotel,
ai golf club, ecc.
3.5 Maruni Wood Industry Inc.
3.5.1 Dati principali
Sede sociale
21
24 Shirasago, Yuki-cho, Saeki-ku, Hiroshima - Tel. +81-829-40-5095
Anno di fondazione
1928
Dipendenti
310
Capitale sociale
Vendite (risultati
100 milioni di yen
4200 milioni di yen
finanziari anno fiscale
2007)
Attività
Produzione e vendita di mobili
Stabilimenti
Hatsukaichi Factory (Hiroshima)
Saeki Factory (Hiroshima)
Yamaguchi Factory
Filiali
Tokyo, Osaka, Nagoya, Hiroshima, ecc.
Società controllate e
affiliate
Maruni Furnishing Inc. (settore vendite per arredo contract)
Maruni Steria Inc. (settore vendite per arredo abitazioni private)
Kagu-Maruni SDN. BHD Malesia
Dalian Maruni Wood Eorks Co., Ltd. China
Showroom
Certificazione
Tokyo, Osaka, Sendai, Hiroshima, Fukuoka
ISO 14001
3.5.2 Sistema produttivo e servizio offerto
Per quanto riguarda il settore del contract all’interno del Gruppo Maruni, la Maruni Furnishing Inc. si
occupa delle vendite, ed è dunque incaricata della relativa promozione per il canale del contract. Segue tutte
le fasi commerciali, dal ricevimento ordini alla consegna. Organizza incontri con i clienti, si occupa della
parte progettuale e inoltra richieste alla produzione. I mobili per il contract vengono realizzati presso gli
stabilimenti in Malesia e in Cina: presso lo stabilimento cinese si producono tavoli e sedie per sale da
pranzo secondo un sistema di produzione integrato, che va dalla fase di reperimento dei materiali grezzi fino
alla fase della finitura. Lo stabilimento malese produce invece parti per i complementi delle sale da pranzo e
dei salotti, armadi e mobili la cui versione finita viene realizzata dalla Maruni Wood Industry Inc.
!"#$%&'/001',%1$)2#3',%-.
D0%2#"-2'($#%&2$#I
!"#$%&'($#%&)*&%+',%-.
G#01$-2'H#1I#
45678!597:,';<:.'=><
?!"@"3)&"A
!"%$J"-2$#I'0J'<&%&%+';I2'M'F&N&%+
;I2E'D"L&%I2'"%1'O"#2)
G#01$-2'H#1I#
<"@&"%'!"#$%&'/001'B0#C)'D0.E'F21.
?D*&%"A
!"%$J"-2$#I'0J'K"[email protected]'"%1'D*"&#)
Figura 3.6 – Sistema produttivo del Gruppo Maruni
[Traduzione termini tabella:
- Contract furniture = Mobili contract;
22
- Product order = Ordine prodotto;
- Manufacture of Dining set, Living set, Cabinet and parts = Produzione di complementi d’arredo per sale
da pranzo, salotti, armadi e componenti;
- Manufacture of Table and Chairs = Produzione di tavoli e sedie.]
La società offre un servizio riparazioni limitatamente ai mobili per il contract, siano essi provenienti dagli
stabilimenti del gruppo che da stabilimenti di altre società.
Inoltre si sta adoperando per ridurre le VOC, come p.es. la formaldeide.
3.5.3 Clientela
La Maruni Wood Industry Inc. registra abbondanti forniture a hotel famosi, come l’Hilton Tokyo Bay,
l’Hilton Osaka, l’Hilton Nagoya, e il Kobe Sheraton & Towers. Fornisce mobili per il contract da utilizzare
nelle sale d’attesa, nei saloni e nelle camere d’albergo, nei ristoranti e nei bar.
3.5.4 Idee commerciali per affrontare il mercato del contract
In seguito all’entrata nel mercato giapponese di mobili a basso prezzo importati dall’estero, le vendite della
Maruni Wood Industry Inc. hanno subito un ristagno e la società è entrata in crisi, finché nel 2006 ha potuto
godere del supporto derivatogli da alcuni fondi predisposti per risollevare le società in difficoltà economiche.
Al momento la Maruni si sta riprendendo attingendo dalle sue stesse risorse, e sta ricevendo il 100% degli
investimenti da parte di società locali, compresa la DEODEO, negozio di vendita al dettaglio di elettronica.
Poiché è difficile riuscire ad espandere le vendite di mobili per uso contract solamente attraverso i suoi
contatti, la società sta sviluppando canali di vendita solidi, rafforzando la fornitura da parte di OEM.
Negli ultimi anni, per quel che concerne i mobili per uso contract, il bisogno di rinnovamento degli arredi
delle camere d’albergo e degli arredi dei ristoranti è aumentato. La società offre, dunque, un servizio
dedicato soltanto ai prodotti per il contract. È molto importante, soprattutto per strutture come gli hotel,
aperte 365 giorni l’anno, poter contare su tecnici esperti in grado d’intervenire senza difficoltà anche
durante l’apertura al pubblico.
3.6 CONDE HOUSE Co., Ltd.
3.6.1 Dati principali
Sede sociale
6 Nagayama-cho, Asahikawa city, Hokkaido - Tel. +81-166-47-1188
Anno di fondazione
1968
Capitale sociale
160 milioni di yen
Dipendenti
329
Vendite (risultati finanziari
4051 milioni di yen
anno fiscale 2007)
Attività
Stabilimento
Filiali
Società controllate e
23
Produzione e vendita di complementi d’arredo per uso contract e uso abitativo
Presso sede Conde House: Asahikawa (Hokkaido)
Hokkaido (2), Sendai, Tokyo, Tokai, Kanazawa, Osaka, Fukuoka
CONDE HOUSE SAPPORO
affiliate
CONDE HOUSE YOKOHAMA
CONDE HOUSE NAGOYA
CONDE HOUSE KYOTO
CONDE HOUSE USA showroom per arredatori d’interni
CONDE HOUSE EUROPE showroom in Germania
COSINE
IA Institution
Showroom
Hokkaido (3), Sendai, Tokyo, Yokohama, Nagoya(2), Kanazawa, Osaka, Kyoto,
Fukuoka
Certificazione
ISO9001
3.6.2 Sistema produttivo e servizio offerto
La sede principale in Hokkaido è dotata di un proprio stabilimento, direttamente collegato ai settori
dell’assistenza e della vendita. Per i prodotti altamente specializzati la società ha inoltre instaurato uno
stretto rapporto di collaborazione con uno stabilimento esterno (di proprietà della Asahikawa Furniture
Industrial Cooperative Society). In questo modo, potendo sorvegliare l’intero processo, dal reperimento dei
materiali, passando per la lavorazione, l’assemblaggio, fino alla spedizione, la Conde House ha creato un
sistema produttivo molto stabile che le permette di fabbricare grandi e piccole quantità di prodotti. Il suo
sistema d’ordine è veramente flessibile e le consegne sono rapide, di conseguenza può evadere celermente
anche ordini individuali, come quelli per i mobili contract.
La società è inoltre coinvolta in un rapporto d’affari con l’ARFLEX JAPAN LTD., la quale offre un marchio
italiano di mobili di elevata qualità: “ARFLEX”. L’ARFLEX ha in programma di costruire una nuovo
stabilimento ad Asahikawa nell’autunno 2008, il quale dovrà specializzarsi nella produzione di divani e sofà,
e la CONDE HOUSE affiderà così la produzione di tutti i divani all’ARFLEX entro l’autunno 2009. D’altro
canto la consolidata produzione di armadi e tavoli resterà alla CONDE HOUSE. Entrambe le società
produrranno gli articoli nella cui fabbricazione si sono specializzate attraverso un sistema efficiente che
permetterà loro di rafforzare il controllo qualità.
La CONDE HOUSE ha istituito un servizio riparazioni/riproduzione per articoli di propria fabbricazione,
come sedie, divani e sofà, con rivestimenti usurati, cuscini a molla danneggiati, parti in legno graffiate,
pittura deteriorata, ecc.
Come misura di sicurezza e rispetto verso l’ambiente la società ha scelto di adottare compensato e colla
privi di formaldeide (classe “F****”). In aggiunta utilizza pitture senza VOC, come il toluene e lo xilene.
3.6.3 Clientela
La CONDE HOUSE fornisce merce a strutture pubbliche, sanitarie, ricreative, hotel, ecc. Vende mobili per
il contract ad infrastrutture locali quali il Sapporo Prince Hotel e il Padiglione Kansai della National Diet
Library9. Per quanto riguarda il mercato estero fornisce complementi al ristorante del Pacific Bell Park10.
9
N.d.T.: archivio nazionale e museo d'arte moderna situato vicino al Palazzo Imperiale.
24
3.6.4 Idee commerciali per affrontare il mercato del contract
La parte di produzione specializzata in complementi per il contract copre ca. il 30% delle vendite totali.
Le filiali e le affiliate in Giappone hanno al loro interno un proprio reparto vendite per il contract. Quando
vengono costruiti hotel o strutture pubbliche, esse programmano i lavori generali di finitura interna,
eseguono le progettazioni CAD per poi formulare delle proposte di arredo contract, pianificano azioni di
vendita mirando alle imprese di costruzione, e gestiscono la consegna e l’installazione. Inoltre si occupano
di promozione alle vendite, nonché della programmazione e della vendita di mobili in legno per uso
professionale, puntando ai produttori legati al settore degli uffici.
3.7 FUJI FURNITURE CO., LTD.
3.7.1 Dati principali
Sede sociale
1-1 Kaminoki Yabu, Itano-cho, Itano-gun, Tokushima - Tel. +81-88-672-5511
Anno di fondazione
1959
Dipendenti
307
Capitale sociale
Vendite (risultati finanziari
330 milioni di yen
3939 milioni di yen
anno fiscale 2007)
Attività
Stabilimento
Filiali
Produzione e vendita di mobile per il contract
Presso sede Fuji Furniture: Tokushima
Sapporo, Sendai, Tokyo, Nagoya, Osaka, e altre (8)
Società controllate
Showroom
Certificazioni
Tokushima, Sapporo, Osaka
ISO9001, ISO14001
3.7.2 Sistema produttivo e servizio offerto
La società ricorre alla produzione integrata, organizzata presso la sede in Tokushima, per la fabbricazione
dei propri prodotti principali, come le sedie in legno, i divani e i sofà, i tavoli, ecc..
La FUJI FURNITURE appartiene alla cooperativa TIP (Tokushima Interior Products), costituita da 27
produttori locali. La TIP promuove attività come la ricezione di ordini collettivi per progetti legati al
contract, la ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti, la raccolta d’informazioni, la promozione alle vendite,
ecc. La maggior parte dei suoi membri, fatta eccezione per la FUJI FURNITURE CO., LTD., capace di
produrre in serie, è costituita da piccole e medie aziende che producono molteplici e piccole quantità di
articoli, tuttavia realizzano mobili per il contract destinati a grandi strutture pubbliche, avvalendosi della
loro competenza.
La consegna dei prodotti per il contract è di 3 sett.- 1 mese e mezzo.
La garanzia dura 1 anno a partire dalla data di acquisto e copre qualsiasi difetto o danno dovuto a problemi
imputabili alla fabbricazione, purché il prodotto sia stato usato normalmente.
10
25
N.d.T.: stadio di S. Francisco.
La società utilizza compensato, assi in fibra, pannelli in truciolare, colla a basse emissioni di formaldeide
(“F****”) e priva di toluene e xilene, e pitture prive di formaldeide e di qualsiasi sostanza chimica nociva,
come il toluene, lo xilene, e l’etilbenzene.
3.7.3 Clientela
La società vende molto nell’area occidentale del Giappone, specialmente nella Prefettura di Tokushima:
ospedali, hotel, golf club, impianti turistici, strutture pubbliche, ecc.
Tipologia
Clienti
Ospedali
Kobe Central Hospital
Toyohashi Municipal Hospital
Hotel
Kyoto Hotel
Hotel Clement Tokushima
Royal Hotel (Osaka)
Golf club
Shido Country Club
Golf Club Daiju (Aichi)
Strutture pubbliche
Bunka-no-Mori Museum
Uffici pubblici
Tokushima City Government Office
Tokushima Prefecture Government Office
3.7.4 Idee commerciali per affrontare il mercato del contract
La società propone i suoi prodotti per il contract nell’area ovest del Giappone, e in special modo nella
Prefettura di Tokushima. Inoltre evade anche ordini inviatigli dalla TIP per il medesimo tipo di prodotto
sopra descritto
3.8 KOSUGA CO., LTD.
3.8.1 Dati principali
Sede sociale
Higashi-nihonbashi Green Bld., 2-8-3 Higashi-nihonbashi, Chuo-ku, Tokyo –
Tel. +81-3-3862-6711
Anno di fondazione
1930
Capitale sociale
Dipendenti
169
Vendite (risultati finanziari
anno fiscale 2007)
Attività
Stabilimento
Filiali
Società controllate e
Produzione e vendita di mobile per il contract
KOSUGA JOETSU FACTORY
Osaka, Fukuoka, Sapporo, Nagoya
KOSUGA HAWAII INC.
affiliate
Showroom
26
Tokyo, Osaka, Nagoya
90 milioni di yen
3220 milioni di yen
Certificazioni
3.8.2 Sistema produttivo e servizio offerto
La Kosuga, produttrice di mobili che, in qualche modo, subentra alla Shinbashi Furniture per la sua grande
reputazione di azienda moderna, con base a Tokyo, è specializzata nella produzione di arredi contract in
stile occidentale. I prodotti sono di alta qualità e non vengono forniti soltanto a famosi hotel giapponesi,
bensì anche agli hotel delle Isole Hawaii e dell’Isola di Guam.
Le sedie e i tavoli vengono realizzati presso lo stabilimento in Joetsu, mentre gli armadi vengono realizzati
nel secondo stabilimento adiacente al suddetto.
La Kosuga intrattiene dal 2007 rapporti d’affari con la Cierre Imbottiti s.r.l, produttrice italiana di divani, e
ha avviato una produzione nazionale, dietro concessione di licenza, presso lo stabilimento in Joetsu.
Qualsiasi produzione viene lanciata soltanto dopo aver ricevuto un ordine. I termini di consegna per i mobili
contract sono di 2-3 mesi, in quanto, come sopra detto, la fabbricazione dei prodotti dipende dal
ricevimento di una commessa.
Il periodo di garanzia, durante il quale i controlli sul prodotto sono gratuiti, è di 1 anno.
Il servizio di assistenza (p. es. riparazione e sostituzione dei rivestimenti) riguarda solamente i prodotti
Kosuga, incluse sedie, divani e sofà, dietro pagamento.
La società utilizza compensato, colla e pittura appartenenti alla classe “F****” ovvero a basse emissione di
formaldeide.
3.8.3 Clientela
La Kosuga vanta un ampio raggio di fornitura per quel che riguarda i mobili per il contract, soprattutto per
gli hotel e i ristoranti, nonché per i grandi magazzini, le strutture per anziani, i golf club, ecc. I maggiori
clienti sono:
Tipologia
Hotel e ristoranti
Clienti
Tokyo Hilton International (Tokyo)
Prince Hotel Naeba (Niigata)
ANA Hotel Manza Beach Hotel (Okinawa)
Hyatt Regency Osaka (Osaka)
Hotel Okura (Guam)
Prince Hotel Hawaii (Hawaii)
Navi passeggeri
Asuka
Lady Crystal
Oceanic Grace
3.8.4 Idee commerciali per affrontare il mercato del contract
La società dispone di un dipartimento dedicato al mercato nazionale del contract, che sviluppa attività di
vendita rivolte a contraenti generali, uffici di progettazione, progettisti, ecc. La KOSUGA HAWAII INC. si
occupa invece del mercato estero.
Prima di giungere alla sua concreta realizzazione, il progetto edilizio di un hotel affronta un percorso di
27
2-3 anni, durante il quale è possibile scoprire chi è/sono il/i progettista/i e presentare una proposta per
l’arredo degli interni. Questo è l’iter seguito anche dalla Kosuga. In caso di gara d’appalto, deve, assieme ad
altri offerenti, affrontare una competizione tariffaria; ma qualora il progettista dia priorità all’immagine,
allora la società può appellarsi ai risultati ottenuti dai suoi prodotti ed elencarne i vantaggi allo scopo di
aggiudicarsi la gara.
Per i progetti su vasta scala collaborano 2 o 3 produttori di mobili per contract. Solitamente il progetto viene
suddiviso per ambienti, p. es. il ristorante, la sala da pranzo, ecc., ciascuno dei quali viene affidato ad un
produttore. Nel caso in cui uno di essi non fosse in grado di affrontare il lavoro con le sue sole forze, può
acquistare l’arredo da terzi e poi consegnarlo. Anche la Kosuga si è trovata ad acquistare da altre aziende e a
consegnare la merce assumendosene la responsabilità. Non può tuttavia rispondere del montaggio per il
quale si rende necessaria un certa competenza. La Kosuga consegna 2 mesi in anticipo rispetto all’apertura
dei locali senza ritardi.
28
4 Analisi della domanda di mercato
4.1 Andamento della domanda nel settore del mobile in Giappone
Il valore del mercato del mobile in Giappone è pari a circa 1.760 miliardi di yen (2006), cifra che
rappresenta il complesso delle vendite registrate dalle statistiche industriali e delle importazioni di
complementi d’arredo rilevate dalle statistiche commerciali. In generale, se il mercato dei complementi
d’arredo ad uso domestico è influenzato dal numero di nuove abitazioni private, dalle dinamiche
demografiche e dal numero di matrimoni, la domanda del mercato del contract è per lo più legata al trend
delle costruzioni immobiliari destinate principalmente ad ospitare uffici.
Tabella 4.1 Mercato del mobile in Giappone. Unità: milione di yen
Anno
Categorie
vendite
Valore delle
arredi in legno
arredi in metallo
Subtotale
Valore delle
i
importazion
arredi in legno
arredi in metallo
Subtotale
Totale
2003
2004
2005
2006
2007
1.047.700
1.005.600
990.600
965.400
477.200
468.500
477.800
483.300
1.524.900
1.474.100
1.468.400
1.448.700
188.771
190.800
206.691
221.338
227.883
77.032
77.069
83.901
91.846
91.490
265.803
267.869
290.592
313.184
319.373
1.790.703
1.741.969
1.758.992
1.761.884
(Fonte: Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria e Ministero delle Finanze - Giappone)
Come mostra la Figura 4.2, l’indice di crescita delle superfici destinate alla costruzione di immobili già in
fase di realizzazione mette in evidenza un trend crescente sin dal 2003. Tuttavia, nel 2007 il suddetto trend è
stato interessato da una brusca flessione. Per quanto riguarda invece il mercato del mobile ad uso domestico,
fatta eccezione per l’anno 2004 durante il quale si è registrata una significativa differenza tra la domanda e
l’offerta, il trend del settore edile segue un andamento per lo più in linea con la domanda di complementi
d’arredo.
29
(*"*$
!-"*$
!*"*$
&")$
-"*$
("'$
*",$
*"*$
!"*$
*"&$
%&"'$
%("+$
%-"*$
%!*"*$
!"#$
*"($
%!*"($
%!-"*$
%(*"*$
%!&"'$
(**(
(**#
(**&
(**-
./001231452062789/:9;<2=0;>[email protected]?90;2A?51?4:
(**,
(**+
B0C4>[email protected]?2062681;9?814
Floor Area of Building Construction Strated: Superficie destinata alla costruzione di immobili già in fase di
realizzazione – Domestic market furniture: Mercato interno degli arredi
Figura 4.2 Grafico del rapporto di crescita su base annua tra la domanda di immobili e il mercato del mobile
in Giappone
Fonte della Fuji-Keizai Co., Ltd., utilizzatrice delle seguenti pubblicazioni: “Statistics on Building
Construction Starts”1 (Ministero del Territorio, delle Infrastrutture e dei Trasporti), “Industrial Statistics”2
(Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria ), “Trade Statistics of Japan”3 (Ministero delle
Finanze)
Nella fase di analisi della domanda di contract, la Figura 4.3 riporta il costo stimato delle costruzioni edili
già avviate e suddivise in base alla tipologia dell’investitore. Per quanto concerne gli uffici pubblici e le
imprese, che costituiscono l’obiettivo principale, se da un lato gli investimenti relativi alla prima tipologia di
attori hanno fatto registrare un trend decrescente nel corso dell’ultimo decennio, gli investimenti nel settore
edile da parte delle imprese sono stati invece interessati da una crescita costante a partire dal 2004,
raggiungendo la cifra di 15 trilioni e 560 miliardi di yen nel 2006. L’anno successivo, il totale degli
investimenti nel settore edile da parte delle aziende è stato pari a 13 trilioni e 300 miliardi di yen, ovvero
all’85.5% degli investimenti dell’anno precedente, cifra quasi equivalente a quella registrata nel 2004.
La flessione degli investimenti nel settore immobiliare da parte degli uffici pubblici è legata alle difficoltà
di natura finanziaria, pertanto è da escludere qualsiasi sostanziale aumento di investimenti da parte degli
stessi.
Diverso è il caso delle imprese, i cui investimenti sono invece legati alla situazione economica,
ovvero all’andamento della domanda nel settore immobiliare. Si prevede che la crisi finanziaria originata
dalla crisi dei mutui subprime negli Stati Uniti porti ad un deterioramento del quadro economico giapponese
1
N.d.T.:“Statistiche sul settore edile nell’ambito della realizzazione di nuovi immobili”.
2
N.d.T.:“Statistiche industriali”.
3
N.d.T.:“Statistiche sul commercio in Giappone”.
30
con un conseguente calo degli investimenti nel settore edile da parte delle imprese.
'&!#!!!
'%!#!!!
'$!#!!!
'"!#!!!
'!!#!!!
&!#!!!
%!#!!!
$!#!!!
"!#!!!
!
'((&
'(((
"!!!
,-./01
"!!'
"!!"
"!!)
"!!$
"!!*
234567089:;:<=>[email protected]:[email protected]:134567089
"!!%
"!!+
B7C0D0C-6/9
Public: Settore Pubblico – Companies & Organisations except companies: Imprese & Enti
eccetto le imprese – Individuals: Settore Privato
Figura 4.3 Stima del costo delle costruzioni edili già avviate e suddivise in base al tipo di investitore
(Unità: 100 milioni di yen)
Fonte: Ministero del Territorio, delle Infrastrutture e dei Trasporti
Tabella 4.4 Stima del costo delle costruzioni edili già avviate e suddivise in base al tipo di investitore
Tipologia di investitore
Totale
Imprese & Enti
Settore pubblico
Settore privato
eccetto le imprese
Costo di
Superficie
costruzione
Costo di
Superficie
stimato
Anno
1000
100 mil. yen
Costo di
Superficie
costruzione
stimato
1000
costruzione
Costo di
Superficie
stimato
1000
100mil. Yen
100 mil. yen
costruzione
stimato
1000
100 mil. yen
1998
195.997
324.345
18.030
42.532
87.135
134.906
90.832
146.907
1999
194.278
320.491
16.947
39.059
82.616
127.907
94.714
153.526
2000
200.259
315.611
15.721
35.203
93.495
133.589
91.043
146.819
2001
181.093
282.713
14.522
30.078
86.039
124.407
80.532
128.228
31
2002
172.344
267.813
13.162
28.963
82.139
118.129
77.044
120.720
2003
173.096
264.547
12.437
25.704
84.661
119.806
75.998
119.038
2004
181.505
273.405
9.766
19.397
96.398
135.258
75.340
118.749
2005
186.058
280.269
9.261
17.751
104.505
147.516
72.293
115.001
2006
188.875
288.426
8.236
16.369
108.508
155.610
72.131
116.447
2007
160.991
248.943
7.358
14.640
91.661
133.078
61.972
101.224
Fonte: Ministero del Territorio, delle Infrastrutture e dei Trasporti
32
4.2 Andamento della domanda di arredi in legno in base all’articolo
La tabella 4.5 riporta la produzione interna e le vendite di complementi d’arredo in legno suddivise in base
alla tipologia dell’articolo. Osservando le percentuali di vendita, le sedie e gli scaffali ne coprono circa il
20% e rappresentano le categorie di complementi d’arredo maggiormente richieste, seguite da scrivanie e
tavoli, la cui percentuale di vendita si attesta invece intorno al 10%. Unitamente a sedie, divani e sofà, anche
tavoli e sedie da sala sono oggetto di una continua richiesta.
Per quanto concerne invece le importazioni di complementi d’arredo in legno (come riportato in Tabella
4.6) e con l’eccezione della categoria “scaffali” interessata da una flessione che si protrae di anno in anno, si
è registrata una crescita pari al 3% e, nell’ambito degli arredi in legno, quelli destinati alle cucine hanno
evidenziato un incremento del 12%, la percentuale di crescita più elevata. Tra le categorie di complementi
d’arredo importati, le sedie costituiscono l’articolo maggiormente richiesto.
Benché il mercato nazionale del mobile sia in fase di contrazione, le importazioni di complementi d’arredo
aumentano di anno in anno (come illustra la Tabella 4.1). È singolare il fatto che tra gli articoli importati più
di recente figurino non soltanto mobili di grande qualità realizzati da case produttrici rinomate, ma anche
arredi di medio livello, generalmente venduti sul mercato europeo e americano, e complementi d’arredo
originali a basso costo, realizzati per il mercato giapponese. In generale, le importazioni di arredi hanno
pertanto registrato una crescita, riconducibile a diversi fattori: (i) le svariate e specifiche esigenze del cliente,
unite all’orientamento verso prezzi più bassi e una buona qualità di prodotto non possono essere soddisfatte
soltanto dai prodotti interni; (ii) si assiste alla delocalizzazione della produzione in paesi asiatici, dove il
costo è inferiore, e alla crescita delle aziende OEM; (iii) i principali rivenditori specializzati nella vendita di
complementi d’arredo unitamente ai negozi di mobili hanno progressivamente sviluppato e consolidato le
importazioni di prodotti originali mediante legami con produttori esteri di mobili.
Tabella 4.5 Produzione nazionale e vendita di complementi d’arredo in legno in base all’articolo 2007
Quantità prodotta
Vendite
Quantità
Numero
Tasso percentuale
Numero
di produzione
Valore
Milioni di
Tasso
yen
percentuale di
per articolo
Cassettiere
Totale scaffali in legno
Armadi
Altri tipi di scaffali
Totale scrivanie e tavoli in legno
vendita
per articolo
51.958
0.8%
53.037
3.835
2.4%
1.470.912
21.7%
1.503.938
33.125
21.0%
1.258.132
1.280.286
26.552
212.780
223.652
6.573
467.357
15.837
406.948
6.0%
Scrivanie in legno
159.648
174.559
5.384
Tavoli in legno
247.300
292.798
10.453
1.161.470
34.929
471.697
22.161
Totale sedie in legno
Sofà
1.053.709
15.5%
405.781
33
10.0%
22.1%
Sedie da sala
536.665
578.784
10.391
Altri tipi di sedie
111.263
110.989
2.377
Letti in legno
Altri tipi di mobili in legno
696.727
10.3%
656.562
23.566
14.9%
3.107.613
45.8%
3.121.041
46.757
29.6%
Fonte: Ministro dell’Economia, del Commercio e dell’Industria.
Tabella 4.6 Valore delle importazioni di complementi d’arredo in legno per articolo 2007.
2006
2007
Valore
Valore
(Milioni di yen)
(Milioni di yen)
63.381
64.910
102.4%
28.5%
Arredi in legno per uffici
2.069
2.117
102.3%
0.9%
Arredi in legno per cucine
9.792
10.957
111.9%
4.8%
18.821
18.845
100.1%
8.3%
902
753
83.5%
0.3%
Altri tipi di mobili
126.373
130.302
103.1%
57.2%
Subtotale
221.338
227.883
103.0%
23.825
25.017
105.0%
11.0%
221.362
227.908
103.0%
100.0%
Sedie in legno
Arredi in legno per camere da letto
Arredi in legno con scaffali
Parti di mobili in legno
Totale
Tasso percentuale
Tasso di crescita
delle importazioni
(2007/2006)
per articolo
Fonte: Ministro delle Finanze - Giappone
4.3 Punti per la selezione dell’arredo destinato al contract
Secondo i produttori di arredi per il contract, le imprese giapponesi selezionano e scelgono i complementi
d’arredo per il contract sulla base di tre fattori: (i) il prezzo, (ii) i termini di consegna e (iii) la qualità del
prodotto, incluso il design.
34
5 Statistiche sulle importazioni e le esportazioni tra Giappone e Italia
Tabella 5.1 Statistiche sulle esportazioni di complementi d’arredo in base all’articolo (2007)
Articoli
Arredi in legno
Sedute
Valore delle
Valore
esportazioni
percentuale delle
(1.000 yen)
esportazioni
Sedute diverse da quelle per giardino o da campeggio,
0
0.0%
trasformabili in letti
Sedie, con struttura in legno, imbottite
Sedie, con struttura in legno, non imbottite
0
0.0%
2.661
3.0%
Mobili di
Mobili in legno per uffici
0
0.0%
altro tipo
Mobili in legno per cucine
0
0.0%
Mobili in legno per camere da letto
0
0.0%
5.867
6.7%
8.528
9.7%
41.492
47.2%
7.334
8.4%
839
1.0%
Altri mobili in legno
Subtotale
Arredi in metallo
Sedute
Sedie girevoli ad altezza regolabile
Sedie con struttura metallica, imbottite
Sedie con struttura metallica, non imbottite
Mobili di
Mobili in metallo per uffici
2.299
2.6%
altro tipo
Mobili in metallo (ferro o acciaio), esclusi quelli per uffici
9.797
11.2%
Mobili in metallo, esclusi quelli per uffici, realizzati a partire
266
0.3%
da metalli di base diversi
Subtotale
Arredi in altri materiali
62.027
70.6%
559
0.6%
0
0.0%
Sedie, altri tipi
1.289
1.5%
Mobili di
Mobili in plastica
1.055
1.2%
altro tipo
Mobili in bambù o malacca
0
0.0%
1.820
2.1%
4.723
5.4%
9.5%
Sedute
Sedie in bambù o malacca
Sedie in vimini o in materiali simili
Mobili in altri materiali, incluso vimini o materiali simili
Subtotale
Parti
Sedute
Parti di sedie
8.309
Mobili di
Parti di mobili
4.233
4.8%
altro tipo
Subtotale
TOTALE
12.542
14.3%
87.820
100.0%
Fonte: Ministero delle Finanze - Giappone
Tabella 5.2 Statistiche sulle importazioni di complementi d’arredo in base all’articolo (2007)
Articoli
Valore delle
Valore
importazioni
percentuale delle
importazioni
35
(1.000 yen)
Arredi in legno
Sedute
Sedie, trasformabili in letto, rivestite in pelle
Sedie, trasformabili in letto, rivestite in altri materiali
Altri tipi di sedie, con struttura in legno, imbottite, rivestite in
7.825
0.05%
26.253
0.16%
2.238.069
13.24%
pelle
Altri tipi di sedie, con struttura in legno, imbottite, rivestite in
1.565.421
9.26%
altri materiali
Sedie, con struttura in legno di altro tipo
352.396
2.09%
Mobili di
Mobili in legno per uffici
65.818
0.39%
altro tipo
Mobili in legno per cucina
151.641
0.90%
Mobili in legno per camera da letto
113.661
0.67%
33.776
0.20%
60.666
0.36%
3.455.416
20.45%
8.070.942
47.75%
96.564
0.57%
230.992
1.37%
1.517.224
8.98%
Mobili con scaffalatura (esclusi armadi e librerie), realizzati
per essere appesi, fissati alle pareti o addossati l’uno contro
l’altro)
Altare buddista
Mobili in legno di altro tipo
Subtotale
Arredi in metallo
Sedute
Sedie girevoli ad altezza regolabile, rivestite in pelle
Sedie girevoli ad altezza regolabile, rivestite in altri materiali
Sedie, con struttura in legno, imbottite, rivestite in pelle
Sedie, con struttura metallica, imbottite, rivestite in altri
850.659
5.03%
materiali
Sedie, con struttura metallica, rivestite in pelle
289.078
1.71%
1.058.983
6.27%
23.439
0.14%
858.170
5.08%
4.925.109
29.14%
0
0.00%
Sedie in bambù o malacca
3.685
0.02%
Sedie in vimini o in materiali simili
3.480
0.02%
940
0.01%
Sedili in marmo, esclusi quelli rivestiti in pelle
0
0.00%
Sedili, rivestiti in pelle, esclusi quelli in marmo
45.757
0.27%
Sedili, esclusi quelli in marmo, non rivestiti in pelle
451.198
2.67%
Mobili di
Mobili in plastica
353.007
2.09%
altro tipo
Mobili in bambù o malacca
0
0.00%
Mobili in marmo
100.716
0.60%
Mobili di altro tipo
685.664
4.06%
Sedie, con struttura metallica, rivestite in altri materiali
Mobili di
Mobili in metallo per uffici
altro tipo
Altri tipi di mobili in metallo
Subtotale
Arredi in altri materiali
Sedute
Sedie girevoli ad altezza regolabile, in malacca
Sedili in marmo, rivestiti in pelle
36
Articoli
Subtotale
Valore delle
Valore
importazioni
percentuale delle
(1.000 yen)
importazioni
Parti
1.644.447
9.73%
498
0.00%
37.199
0.22%
Parti di sedili, altri tipi
756.674
4.48%
Mobili di
Parti di mobili in metallo
384.028
2.27%
altro tipo
Parti di mobili in legno
1.022.421
6.05%
59.702
0.35%
2.260.522
13.38%
16.901.020
100.0%
Sedute
Parti di sedili in pelle utilizzati sui motoveicoli
Parti di sedili in pelle, esclusi quelli utilizzati sui motoveicoli
Parti di mobile di altro tipo
Subtotale
TOTALE
Fonte: Ministero delle Finanze - Giappone
37
6 Posizione e ruolo degli arredi made in Italy
6.1 Andamento delle importazioni e delle esportazioni degli arredi in legno
Nel 2007, il valore delle esportazioni di complementi d’arredo in legno ha raggiunto i 2.2 miliardi di yen,
mentre quello delle importazioni di arredi in legno è stato di 227.8 miliardi di yen.
I paesi asiatici costituiscono la principale area produttiva per le imprese del Giappone, oltre ad essere anche
tra le più importanti destinazioni per le esportazioni. Sebbene i paesi europei continuino ad importare
complementi d’arredo in legno, negli ultimi anni si è registrato un moderato aumento delle esportazioni da
parte degli stessi. Anche l’America settentrionale costituisce un altro mercato di sbocco per le esportazioni.
(Figure 6.1 e 6.2)
%#"!!#!!!
%"!#!!!#!!!
%#!!!#!!!
%!!#!!!#!!!
$#"!!#!!!
$"!#!!!#!!!
$#!!!#!!!
$!!#!!!#!!!
"!!#!!!
"!#!!!#!!!
!
!
%!!% %!!& %!!' %!!" %!!( %!!)
*+,-
./0123
%!!% %!!& %!!' %!!" %!!( %!!)
410567*830,9-
*+,-
./0123
410567*830,9-
Figura 6.1 Valore delle esportazioni di complementi
Figura 6.2 Valore delle importazioni di complementi d’arredo
d’arredo in legno suddivisi per regione (1.000 yen)
in legno suddivisi per regione (1.000 yen)
Fonte: Ministero delle Finanze - Giappone
I principali paesi esportatori di mobili in legno includono America, Cina, Hong Kong, Corea e Taiwan.
(Figura 6.3) L’America ha conservato la propria posizione di leader in termini di valore di esportazioni e nel
2006-2007, in seguito all’accresciuta domanda di alloggi, il volume delle esportazioni è significativamente
aumentato. Cina e Hong Kong sono salite sul podio dei tre principali esportatori in conseguenza
dell’aumento della domanda interna, superando la Corea. L’Italia occupa attualmente il 22o posto.
Dall’altra parte, per quanto concerne invece i paesi importatori, i primi 5 posti della classifica sono
totalmente occupati da paesi asiatici, mentre l’Italia figura al 6o posto. Come mostra la Figura 6.4, la Cina è
stata interessata da un tasso di crescita esponenziale quale area produttiva per le imprese giapponesi, seguita
dal Vietnam. La produzione in Tailandia e Malesia ha invece subìto un leggero rallentamento. Secondo
quanto messo in luce dallo studio condotto dall’International Development Association of the Furniture
38
Industry of Japan4 (IDAFIJ), il motivo alla base del calo nella domanda di complementi d’arredo prodotti
in Italia è costituito dall’aumento del valore dell’euro.
*!!#!!!
"$!#!!!#!!!
)!!#!!!
"!!#!!!#!!!
(!!#!!!
*!#!!!#!!!
'!!#!!!
&!!#!!!
(!#!!!#!!!
%!!#!!!
&!#!!!#!!!
$!!#!!!
$!#!!!#!!!
"!!#!!!
!
!
$!!$ $!!% $!!& $!!' $!!( $!!)
+,74892
./012
:20;21
$!!$ $!!% $!!& $!!' $!!( $!!)
341567415
<=2>?
./012
<[email protected]
:/20>[email protected]
D2>2?C02
A09=12B
<=2>?
Figura 6.3 Valore delle esportazioni di complementi
Figura 6.4 Valore delle importazioni di complementi
d’arredo in legno per paese (1.000 yen)
d’arredo in legno per paese (1.000 yen)
Fonte: Ministero delle Finanze - Giappone
Le Figure 6.5 e 6.6 mettono in luce l’andamento delle esportazioni e delle importazioni dei paesi europei.
Per diversi anni, le esportazioni verso l’Europa sono state interessate da un tasso di crescita elevato, come
nel caso della Germania, della Francia e dell’Inghilterra. In seguito alla crescente contrazione della
domanda interna in Giappone, negli ultimi anni i produttori giapponesi hanno cominciato a rivolgersi ai
mercati esteri, coadiuvati dall’International Development Association of the Furniture Industry of Japan. Le
attività di promozione condotte hanno portato ad una crescita delle esportazioni verso l’Europa, sebbene il
volume sia ancora contenuto, come sottolineato dall'IDAFIJ.
Le importazioni dall’Europa si sono mantenute intorno ai 25 miliardi di yen negli ultimi 5-6 anni, periodo
durante il quale non hanno risentito dell’aumento del valore dell’euro e degli emergenti prodotti asiatici. Ciò
significa che la richiesta di complementi d’arredo europei in Giappone è rimasta stabile.
L’Italia ha conservato il suo status incontrastato di paese leader nella produzione di mobili in tutta Europa,
sebbene le importazioni di arredi in legno dall’Italia diminuiscano di anno in anno. L’Italia continua
comunque a rappresentare il principale paese europeo per le importazioni di complementi d’arredo da parte
del Giappone. Peraltro, le esportazioni verso l’Italia hanno invece subìto una flessione e la stessa è scivolata
dal 3o posto del 2002 al 7o del 2007, vedendo indebolita la propria posizione come paese di esportazione.
4
N.d.T.: Associazione per lo Sviluppo Internazionale dell’Industria del Mobile in Giappone
39
"!!#!!!
"&#!!!#!!!
+!#!!!
"$#!!!#!!!
*!#!!!
"!#!!!#!!!
)!#!!!
(!#!!!
*#!!!#!!!
'!#!!!
(#!!!#!!!
&!#!!!
&#!!!#!!!
%!#!!!
$!#!!!
$#!!!#!!!
"!#!!!
!
$!!$ $!!% $!!& $!!' $!!( $!!)
!
$!!$ $!!% $!!& $!!' $!!( $!!)
,-./012
5167-89:61;8</
@-1/0.A
,-./012
5167-89:61;8</
DE061
B70>2
3.014=-8-.>018?
B70>2
@-1/0.A
C<>018
=<.F02
Figura 6.5 Valore delle esportazioni di complementi
Figura 6.6 Valore delle importazioni di complementi
d’arredo in legno per paese europeo (1.000 yen)
d’arredo in legno per paese europeo (1.000 yen)
Fonte: Ministero delle Finanze - Giappone
40
6.2 Andamento delle importazioni e delle esportazioni dall’Italia
Come illustrato nella Tabella 6.7, il volume delle importazioni dall’Italia è di proporzioni significative. Nel
2007, mentre le esportazioni verso l’Italia non superavano gli 88 milioni di yen, le importazioni dallo stesso
paese raggiungevano i 16.9 miliardi di yen. Della totalità dei complementi d’arredo importati dall’Italia, gli
arredi in legno coprono circa il 50%, per un valore di circa 8.1 miliardi di yen. Secondo le statistiche sulle
esportazioni e importazioni degli ultimi 6 anni, se da un lato le esportazioni verso l’Italia sono aumentate a
iniziare dal 2004, a partire dallo stesso anno le importazioni dall’Italia sono state invece interessate da una
flessione, fatta eccezione per il 2006 durante il quale il volume delle esportazioni è rimasto invariato. Le
esportazioni verso l’Italia sono aumentate in conseguenza dell’accresciuta domanda di parti di mobili e di
complementi d’arredo metallici in Italia, mentre le importazioni di arredi dall’Italia sono diminuite in
seguito a una diminuita richiesta di complementi d’arredo italiani in legno in Giappone.
Tabella 6.7 Esportazioni verso l’Italia e importazioni dall’Italia di complementi d’arredo in Giappone
Valore delle esportazioni (Unità: 1.000 yen)
Totale
Valore delle importazioni (Unità: 1.000 yen)
Totale
Valore
percentuale
Arredi in legno
anno
Valore
percentuale
Arredi in legno
delle
delle
esportazioni
importazioni
2002
39.622
11.279
28.5%
19.146.087
11.625.060
60.7%
2003
34.565
5.669
16.4%
20.981.303
12.132.430
57.8%
2004
51.145
8.747
17.1%
20.225.269
11.047.637
54.6%
2005
54.858
5.620
10.2%
18.542.933
9.866.591
53.2%
2006
72.502
6.871
9.5%
18.676.776
9.577.844
51.3%
2007
87.820
8.528
9.7%
16.901.020
8.070.942
47.8%
"!!#!!!
"!!#!!!
+!#!!!
+!#!!!
*!#!!!
*!#!!!
)!#!!!
)!#!!!
(!#!!!
(!#!!!
'!#!!!
'!#!!!
&!#!!!
&!#!!!
%!#!!!
%!#!!!
$!#!!!
$!#!!!
"!#!!!
"!#!!!
!
$'#!!!#!!!
$!#!!!#!!!
$!#!!!#!!!
"'#!!!#!!!
"'#!!!#!!!
"!#!!!#!!!
"!#!!!#!!!
'#!!!#!!!
!
'#!!!#!!!
!
$!!$$!!%$!!&$!!'$!!($!!)
,-./0
$'#!!!#!!!
!
$!!$$!!%$!!&$!!'$!!($!!)
1--234567849.783
,-./0
41
1--234567849.783
Total: Totale - Wooden furniture: Arredi in legno
Total: Totale - Wooden furniture: Arredi in legno
Figura 6.8 Esportazioni verso l’Italia: valore degli arredi in
Figura 6.9 Importazioni dall’Italia: valore degli arredi in
legno (1.000 yen)
legno (1.000 yen)
Fonte: Ministero delle Finanze - Giappone
6.3 Posizione e ruolo dell’Italia
In generale, i complementi d’arredo europei fanno dell’origine della produzione, del design, della qualità e
della funzionalità del prodotto il loro punto di forza. Negli ultimi anni si è assistito ad un miglioramento
generale degli arredi asiatici – realizzati principalmente attraverso una produzione OEM o attraverso le
importazioni – il cui design richiama quello dei complementi d’arredo giapponesi. La Tabella 6.10 riporta le
caratteristiche in base al paese d’origine e alla regione.
Il settore industriale ha rivelato come sia ancora estremamente positiva la valutazione dei complementi
d'arredo made-in-Italy e come considera il design altamente creativo e l'attenzione al dettaglio – mancanti
invece nei prodotti di altri paesi – come il punto di forza dell'arredo di origine italiana. Alcuni produttori
giapponesi hanno stretto e consolidato rapporti commerciali con produttori o designer italiani, come nel
caso della CONDE HOUSE, che ha siglato un accordo commerciale con la Arflex Japan, filiale giapponese
di una rinomata azienda italiana di complementi d’arredo di alta qualità, e la KOSUGA, che ha lanciato una
produzione a livello nazionale, in collaborazione con il produttore italiano di divani cierre imbottiti s.r.l. In
tal modo, il design e l’attenzione al dettaglio del prodotto italiano hanno influenzato i produttori di mobili
giapponesi.
Tabella 6.10 Caratteristiche per paese e regione
Caratteristiche
Paese e Regione
Italia
・ Le tecniche di produzione sono buone, ma il suo vero punto di forza è il design.
Gli arredi sono pertanto della più elevata qualità.
・ I complementi d’arredo di alta qualità uniti ad un design creativo sono molto
apprezzati in Giappone.
・ Gli arredi in stile moderno e classico, dal prezzo accessibile, stanno prendendo
sempre più piede tra i giovani.
Germania
・ Il suo punto di forza è rappresentato dai complementi d’arredo in stile moderno e
contemporaneo, la maggior parte dei quali presenta una qualità e una funzionalità
di elevato profilo, sebbene i prezzi siano più alti.
Nord Europa
・ La sua caratteristica è un design semplice e moderno.
・ Il materiale principale è il legno liscio, la finitura è accurata e conferisce al
prodotto un aspetto di elevata qualità.
U.S.A
・ Complementi d’arredo dalla struttura massicia, realizzati in legno in stile
42
Caratteristiche
Paese e Regione
moderno, e arredi in stile tradizionale.
・ Ormai affermata la produzione di mobili da assemblare, disponibili sul mercato a
prezzi accessibili.
ASEAN
・ Arredi in legno prodotti in Tailandia, Indonesia, Malesia e Vietnam che offrono
un accettabile livello di qualità nonostante i costi estremamente contenuti.
・ Una qualità più elevata e una maggior attenzione al design distinguono questi
arredi da quelli cinesi.
Cina
・ È il principale paese produttore di complementi d'arredo destinati al Giappone.
Le importazioni di arredi in legno a basso costo hanno subìto un’impennata in
seguito alle accresciute importazioni da parte delle imprese giapponesi e in
seguito alla produzione OEM.
・ Vantaggi competitivi quali “buona qualità” a “basso costo”.
Taiwan
・ Tradizionalmente, i principali complementi d’arredo sono quelli realizzati in
metallo e destinati ad impieghi pressp uffici.
・ Negli ultimi anni, un crescente numero di produttori di mobili di Taiwan hanno
delocalizzato la propria produzione in Cina.
43
7 Informazioni supplementari sulle industrie e i mercati giapponesi
7.1 Norme e certificazioni
1 Norme
Il marchio JIS in base alla legge sulle norme industriali
La legge sulle norme industriali stabilisce gli standard di qualità dei prodotti industriali, standard che
prendono il nome di Japanese Industrial Standards (JIS). In seguito alla revisione della suddetta legge, tutti
i prodotti industriali che recano il marchio JIS devono soddisfare le nuove norme del sistema di marcatura
JIS a partire dall’ottobre 2005. Tutte le certificazioni JIS esistenti saranno effettive entro la fine del mese di
settembre 2008, dopo il quale sarà possibile esporre e applicare il marchio JIS.
Precedente marchio JIS
Nuovo marchio JIS.
Marchio SG
La Consumer Product Safety Association 5 stabilisce gli standard necessari a garantire la sicurezza di quei
prodotti potenzialmente pericolosi a causa della struttura o dei materiali con cui sono realizzati. Nel settore
degli arredi, figurano articoli quali seggioloni, seggiolini per bambini, letti a castello, armadietti da cucina,
cassapanche per bambini, sedie prive di gambe (per arredamenti tatami) e così via. Qualora uno di questi
prodotti riceva la certificazione del rispetto di detti standard di sicurezza attraverso una verifica condotta
facoltativamente dall’azienda, sarà possibile applicare sul prodotto il marchio “SG” (Safety Goods), ovvero
“Prodotto Sicuro”. Qualora il consumatore finale riporti lesioni o perda la vita a causa di qualsiasi falla nel
prodotto recante il marchio SG, lo stesso riceverà un risarcimento pari a 100 milioni di yen pro capite.
Marchio SG
Marchio SAFU
La Federazione Mobilieri Giapponesi ha istituito il marchio SAFU che viene facoltativamente esposto dalle
imprese. La sigla “SF”, abbreviazione dei termini inglesi Safety Furniture, (“Arredi Sicuri”), viene esposta
dalle imprese che aderiscono al sistema SAFU. Detto sistema prevede la copertura e il risarcimento dei
danni recati al consumatore in caso di incidenti causati da qualche difetto di produzione del mobile e per i
5
N.d.T.: Associazione per la sicurezza del prodotto e del consumatore
44
quali l’azienda produttrice risulterebbe civilmente responsabile.
Marchio SAFU
Le linee guida sulla formaldeide
Tre diversi gruppi operanti nel settore degli alloggi, degli impianti e degli elettrodomestici (Japan
Construction Material & Housing Equipment Industries Federation, Association of Living Amenity e Japan
Association of Kitchen and Bath) hanno formulato le linee guida per le indicazioni visive integrando metodi
di indicazione sulla diffusione della formaldeide, in base ad una revisione del Building Standards Act
entrato in vigore nel luglio 2003, al fine di agevolare la conferma in cantiere. (In vigore a partire da marzo
2003).”
Il marchio “F
(F 4 stelle)” indica lo standard più elevato di formaldeide (la quantità della diffusione di
formaldeide è inferiore a 0.3 mg/unità di scarto6) e del quale è obbligatoria l'applicazione su qualsiasi
articolo JIS prodotto in stabilimenti giapponesi.
Prodotti: parti di alloggi, attrezzatura, apparecchiatura, depositi di materiali di costruzione
contenenti formaldeide.
Esempi: porte per interni, partizioni movibili, porte di armadietti, credenze per salotti, mobili per
ingressi, cucine, armadi, bagni, mobili privi di ante, per sottotetto, ecc.
Inoltre, nel 2003, la Federazione Mobilieri Giapponesi ha iniziato ad utilizzare il marchio Environmental
Friendly (“Eco-compatibile”) applicato dalle aziende consociate sui prodotti destinati ad ambienti interni.
L’obiettivo è quello di offrire al consumatore complementi d’arredo per interni rispettosi dell’ambiente,
prevedendo l’apposizione del marchio Environmental Friendly sui prodotti il cui materiale di realizzazione
soddisfi gli standard in materia di diffusione della formaldeide.
Gli arredi che riportano il detto marchio sono realizzati con compensato, pannelli in fibra, truciolare e colla
F
6
stelle o F
stelle, unitamente a vernici prive di formaldeide.
N.d.T.: Nella versione inglese era presente la dicitura “0.3 mg/litter”, in questa sede tradotta in “0.3 mg/unità di
scarto". E’ tuttavia possibile che vi sia stato un errore di battitura e che il termine “litter” indicasse in realtà
l’unità di misura “litro”.
45
Marchio Environmental Friendly
2 Certificazioni
Garanzia
È relativamente contenuto il numero dei produttori di mobili sul territorio nazionale che offrono al
consumatore un sistema di garanzia ben definito. Inoltre, per quanto concerne il servizio di manutenzione,
gli stessi sono soliti limitarla ai propri prodotti..
Per quanto attiene a questioni riconducibili alla responsabilità del produttore, è generalmente condiviso il
concetto che la responsabilità della garanzia del prodotto entro un anno dalla consegna dello stesso debba
ricadere sul rivenditore o sulla casa produttrice. Nel caso di articoli prodotti in grandi quantità, quali arredi
per uffici, esistono svariati casi di emissione di garanzie. Se il periodo di validità della garanzia per i mobili
in genere è compreso tra 1 e 3 anni, quello per il contract è, nella maggior parte dei casi, di 1 anno. La
garanzia prevede il rimborso delle spese sostenute o la sostituzione gratuita.
Servizio di manutenzione e riparazione
Molte imprese offrono servizi di manutenzione e riparazione sulla base del costo reale dell'intervento.
Iniziativa nel settore degli arredi domestici
Come nuova iniziativa nel settore dell’arredo, la Federazione Mobilieri Giapponesi ha lanciato la rete
“ripara e riutilizza” che offre servizi di riparazione di mobili sull’intero territorio del Giappone. Detta rete
stabilisce a livello nazionale i termini di garanzia nel settore degli arredi ad uso domestico e le società di
riparazione designate dalla stessa rete rispondono a ciascuna richiesta di intervento da parte di consumatori
e rivenditori di mobili.
46
7.2 Mezzi di comunicazione
Secondo il Ministero degli Interni e delle Comunicazioni, il tasso di utilizzo della rete internet da parte delle
imprese è pari al 98.7% (dato rilevato alla fine del 2007). L’83.6% della totalità delle imprese dispone di un
proprio sito internet e per le imprese relativamente piccole che occupano tra i 100 e i 299 dipendenti e che
hanno un proprio sito internet la percentuale è pari a 78.2%. Emerge pertanto come i siti web siano
ampiamente utilizzati dale imprese come mezzo informativo.
La Figura 7.2 illustra l’utilizzo dell’e-commerce.
Benché non si disponga di dati statistici sull’industria del mobile, se da un lato le grandi e medie imprese
del tessuto industriale utilizzano internet come mezzo di comunicazione, dall’altro esiste ancora un elevato
numero di aziende che ancora non dispone di un proprio sito web e che utilizza per lo più il telefono e il fax.
Secondo quanto messo in luce dallo studio condotto dal Japan Electronic Data Interchange Council7,
l’industria del mobile non ha promosso le infrastrutture necessarie lungo l’intero tessuto industriale,
pertanto l’impiego di sistemi EDI (Electronic Data Interchange8) rimane ancora limitato.
*#*$
*#*$
"*#*$ !*#*$ '*#*$ +*#*$ ,**#*$
-./0123415./
%%#,$
-./0123415./
67/38741325/9
%%#)$
67/38741325/9
:27/0;.21715./
%'#)$
<=.>?07>[email protected] A
B?175>@ 127C?
%%#*$
D5/7/457>
[email protected] 7/C
.1=?20
"*#*$ !*#*$ '*#*$ +*#*$ ,**#*$
:27/0;.21715./
<=.>?07>[email protected] A
B?175>@ 127C?
%'#)$
D5/7/457>
%+#,$
[email protected] 7/C
.1=?20
!"#"$
!%#&$
&"#'$
()#"$
!&#%$
(*#+$
Figura 7.1 Percentuale di utilizzo internet da parte delle
Figura 7.2 Percentuale di utilizzo dell'e-commerce da parte
industrie
delle industrie
Fonte: Ministero degli Interni e delle Comunicazioni
Construction: Edilizia
Manufacturing: Industria manufatturiera
Transportation: Trasporti
Wholesale & Retailers: Grande distribuzione e Distribuzione al dettaglio
7
N.d.T.: Comitato per lo scambio di dati in forma elettronica del Giappone
8
N.d.T.: Scambio di dati in forma elettronica.
47
Financial: Finanza
Services and others: Servizi e altro
7.3 Giornali/riviste specializzate e fiere commerciali
(1) Giornali/riviste specializzati
Titolo
Casa editrice e Contenuto
Kenchiku-Gijutsu
Kenchiku
Gijutsu
/
Architectural
Rivista specializzata per professionisti quali imprenditori, designer, esperti di
Technology
interni/esterni ecc. e rivolta al mondo dell’architettura e alle industrie del settore.
Kindaikenchiku-sha Co., Ltd.
Rivista specializzata per professionisti - imprenditori, designer, industrie del settore
Contemporary architecture
-
che raccoglie aggiornamenti e tendenze nel mondo dell’architettura,
dell’edilizia, della progettazione di uffici, ecc.
Shinkenchiku-sha
Shinkenchiku / New Architecture
Raccoglie principalmente lavori di costruzione di edifici istituzionali, tranne quelli
ad uso abitativo, realizzati da architetti giapponesi.
Shinkenchiku-sha
JA / The Japan Architect
Rivista specializzata che raccoglie articoli sull’architettura giapponese ed è
organizzata sulla base delle tipologie degli immobili.
Shinkenchiku-sha
Rivista specializzata dedicata ad architetti internazionali, suddivisi in base al paese
a+u / Architecture and Urbanism
e al tipo di architettura realizzata.
A.D.A. EDITA Tokyo Co.
GA JAPAN
Rivista specializzata ricca di immagini. La versione “GA JAPAN” è destinata al
Giappone mentre “GA DOCUMENT” è rivolta ai paesi d’oltremare.
Nikkei Business Publications Inc.
Nikkei architecture
Rivista specializzata per l’industria dell’architettura, inclusi costruttori edili,
progettisti, architetti, designer di interni/esterni, ecc.
Kindaikagu Publications
Kindaikagu
/
Contemporary
L’unica rivista giapponese specializzata dedicata agli arredi realizzati in metallo,
Furniture
legno o in nuovi materiali e allo studio e all’analisi della tecnologia e del design.
Nikkei Business Publications Inc.
Nikkei Design
Raccoglie tutti i prodotti correlati al design, arredi compresi.
(2) Fiere
<Fiere in Giappone>
Nome
Città
Prodotti
Frequenza
Giappone
Interior Festival
Rivolta a
Acquirenti
Arredi e interni
Annuale
/ Tokyo
Professionisti
48
-
Nome
Città
Prodotti
Woodworking
Giappone
Macchine per la lavorazione del legno, prodotti in legno,
Machinery World
/ Tokyo
Frequenza
Rivolta a
Tokyo
Acquirenti
-
Annuale
materiali e attrezzature correlati.
Professionisti
Fair
Giappone
Japan Life Fair
Acquirenti
Arredi (soltanto made- in- Japan) e interni.
/ Chiba
Professionisti
Complementi
d’arredo,
apparecchi,
attrezzature
per
Giappone
JAPAN SHOP
-
Annuale
Acquirenti
esercizi commerciali. Design, esposizioni, insegne, servizi,
-
Annuale
/ Tokyo
Professionisti
ecc.
Attrezzature e strumenti da cucina, arredi e interni di
Giappone
HOTERES
Acquirenti
design, servizi da tavolo, piatti e posateria, servizi igienici,
/ Tokyo
JAPAN
-
Annuale
Professionisti
macchine da caffè, vetrine, ecc.
International
Arredi, illuminazione, divani, tendaggi, servizi da tavolo,
Giappone
Home
Fashion
Acquirenti
utensili da cucina, prodotti per il bagno, decorazioni,
/ Tokyo
Fair/IHF
-
Annuale
Professionisti
interni.
Giappone
Design Festa
Arte, arredi di design, audio, progettazione, moda, ecc.
Semestrale
Tutti
/ Tokyo
Materiali per architettura e interni, arredi, prodotti e servizi
IPEC/INTERIOR
Giappone
/ Tokyo
PRO EX CO
commerciali,
apparecchiature
e
arredi
da
ufficio,
apparecchiature e servizi per gli anziani, servizi e prodotti
Acquirenti
-
Annuale
Professionisti
per la manutenzione, prodotti e servizi per l’ambiente,
proposte e opere realizzate da designer, architetti e artisti.
Vasche da bagno, vasche idromassaggio, doccie, lavandini,
arredi, bagni turchi, saune, prodotti per l’idroterapia,
Giappone
AQUA & SPA
/ Tokyo
asciugamani, coperte, accappatoi, lenzuola, uniformi,
Acquirenti
-
Annuale
Professionisti
sistemi per il trattamento dell’acqua, sistemi di filtraggio e
circolazione dell’acqua, sistemi di pulizia, apparecchiature
per la pulizia, ecc.
Arredi da interni per il contract, altri prodotti connessi al
settore degli arredi, materiali per restauro, carte da parati,
IFFT/interior
Giappone
lifestyle living
/ Tokyo
rivestimenti per pavimenti, materiali di vario tipo, cucine e
attrezzatura da cucina, bagni, attrezzatura varia, tessuti per
Annuale
Tutti
la casa, tessuti per interni, tessuti da utilizzare su prodotti,
servizi da tavola, arnesi da cucina, articoli da regalo,
prodotti per interni.
Materiali in legno, ceramica, materiali in plastica, in
Architecture
+
Giappone
Acquirenti
metallo, materiali compositi, pietra da costruzione, interni,
Construction
Annuale
/ Tokyo
esterni, design, progettazione, costruzione, attrezzatura,
Materials
informazioni, pubblicazioni, consulenza, ecc.
49
Professionisti
-
Nome
Città
Prodotti
Frequenza
Rivolta a
Locali per la vendita, servizio di intermediazione, società
immobiliari, coordinatori di filiali, agenzie di affittanza,
Store
Giappone
Development
/ Tokyo
Show
GIS, sistema di previsione vendite, servizi di consulenza
per l’individuazione di siti, valutazione ambientale,
Acquirenti
-
Annuale
Professionisti
finanza, risparmio energetico e riduzione dei costi,
architettura, tecniche di costruzione, interni, promozione,
sicurezza.
Giappone
Materiali edili di importazione, attrezzatura per abitazioni,
Total Living Show
Acquirenti
-
Annuale
/ Fukuoka
materiali da costruzione, interni.
Professionisti
La principale fiera del colore del Giappone. Soluzioni di
Giappone
Color Session
/ Tokyo
design e proposte di colore, elettrodomestici, prodotti,
servizi
colorati,
sanitari,
materie
interni/esterni,
prime,
cancelleria, materiali
strumenti
di
colorazione,
materiale
da
costruzione,
Annuale
Tutti
Annuale
Tutti
apparecchiatura per uffici.
Style
Housing
Expo
Giappone
Alloggi,
/ Tokyo
accessori per gli interni, esterni, altro.
elettrodomestici,
Giappone
Interior Lifestyle
Acquirenti
Beni di consumo, articoli da regalo e arredi.
-
Annuale
/ Tokyo
Professionisti
Arredi e interni: design, coordinati, interni, spazi dedicati
Giappone
JAPANTEX
Acquirenti
alla cultura culinaria, tendaggi, tappeti, accessori per gli
-
Annuale
/ Tokyo
Professionisti
interni, carta da parati.
Giappone
Terme,
apparecchiatura per il relax, interni, attrezzature
SPA Festa
Acquirenti
-
Annuale
/ Tokyo
per ristoranti, macchine fitness.
Professionisti
<Fiere/Eventi locali>
Nome
Città
Fiera degli Interni
Giappone
di Ookawa
/
Prodotti
Arredi e interni
Frequenza
Annuale
Rivolta a
Acquirenti
-
Professionisti
Fukuoka
Fiera del Mobile
Giappone
di Ookawa
/
Arredi
Annuale
Acquirenti
-
Professionisti
Fukuoka
Fiera del Mobile
Giappone
di Hiroshima
/
Arredi
Annuale
Acquirenti
-
Professionisti
Hiroshima
Fiera del Mobile
Giappone
di Fuchu
/
Arredi
Annuale
Acquirenti
-
Professionisti
Hiroshima
Shizuoka Messe
Giappone
Arredi
Annuale
50
Acquirenti
-
Nome
Città
Prodotti
Frequenza
Rivolta a
Professionisti
/
Shizuoka
Fiera del Mobile
Giappone
di Asahikawa
/
Arredi
Annuale
Acquirenti
-
Professionisti
Hokkaido
Fiera del Mobile
Giappone
di Hida-Takayama
/ Gifu
Arredi
Annuale
Acquirenti
Professionisti
51
-
8 Dati e cifre di riferimento
8.1 Andamento della produzione nazionale di cucine
1 Definizione
(-.#&/, !"#$%&'
!"#$%&'
(&$#")'*+, !"#$%&'
System Kitchen: Cucina monoblocco
Kitchen: Cucina
Sectional Kitchen: Cucina componibile
Con il termine “cucina componibile” (Sectional Kitchen) si intende una cucina costituita da lavello, piano di
lavoro e piano cottura rifiniti nello stabilimento produttivo e posizionati successivamente in loco. Mentre la
cucina monoblocco (System Kitchen) viene assemblata integrando un insieme di singoli moduli con un
piano di lavoro sovrastante, la Sectional Kitchen si compone affiancando opportunamente i singoli moduli.
2 Andamento della produzione nazionale di cucine
Il valore del mercato nazionale delle cucine nell’anno 2007 è stato pari a 414 miliardi e 500 milioni di yen,
dei quali l’88% rappresentato dalle cucine monoblocco e il 12% da quelle componibili (Tabella 8.1).
Il mercato della cucina monoblocco ha subìto una contrazione degli ordini a partire dalla seconda metà del
2007, come conseguenza della diminuzione nel numero di nuove abitazioni. La cucina componibile,
impiegata per lo più per case in affitto, viene ora gradualmente sostituita dalla cucina monoblocco.
Nel settore delle cucine, la stessa casa produttrice offre diverse classi di prodotto, pertanto i prezzi variano
da svariate centinaia di migliaia di yen fino a meno di due milioni di yen, in base alla tipologia dei moduli
scelti. La cucina è diventata un ambiente dalle molteplici funzioni e molte di esse fungono anche da
“deposito” o da ambiente in cui rilassarsi. Inoltre, negli ultimi anni sono state apportate delle modifiche ai
modelli per migliorarne il design. Molte cucine di medio e alto livello come il modello open o a penisola
presentano interni di qualità che rispecchiano un layout libero.
52
Modello a Penisola
Modello I
Modello II
Modello L
(Fonte: Association of Living Amenity)
Per quanto riguarda le diverse classi di cucine, tra le quali i livelli medio e alto rappresentano più della metà,
i prodotti maggiormente richiesti come cucine contract e cucine destinate ad abitazioni recentemente
acquistate e ristrutturate hanno subìto una flessione a causa della ridotta crescita nella domanda di alloggi
nuovi o ristrutturati. Tuttavia, le cucine destinate principalmente ai nuovi complessi immobiliari e ad
abitazioni in vendita sono invece state interessate da una discreta crescita. (Figura 8.2)
Per quanto riguarda i modelli di cucine, la richiesta del modello I si attesta ancora su livelli elevati a causa
dell’esiguo spazio generalmente disponibile. Sfruttando l'esigenza del consumatore di unità di cottura
razionali e in grado di offrire una maggiore capienza, è tuttavia divenuto possibile installare cucine di
modello L, per le quali l’installazione risulta complessa, sulla stessa superficie del modello I grazie ad un
miglioramento della profondità e dello spazio necessari (Figura 8.3).
Per quanto riguarda i materiali impiegati nella realizzazione del piano di lavoro, la richiesta di marmo
artificiale, che ha superato quella dell’acciao inossidabile, è ulteriormente cresciuta - andando a
rappresentare il 60% circa della totalità - con l’introduzione sul mercato del lavello colorato e interamente
realizzato in marmo. Sebbene siano state aggiunte diverse tonalità più accese, il colore maggiormente
richiesto non è né il blu né il rosso, bensì il bianco. (Figura 8.4)
Per quanto riguarda il materiale di realizzazione dei singoli moduli, il legno rimane l’elemento principale.
(Figura 8.5)
Gli ultimi anni hanno visto un aumento della richiesta di cucine a induzione, dal momento che si sta
affermando sempre più il concetto di casa totalmente elettrica. Attualmente, il tasso di diffusione delle
cucine a induzione nelle abitazioni è pari al 10% e le stesse rappresentano oltre il 30% della totalità delle
cucine monoblocco.
53
Tabella 8.1 Mercato della cucina in Giappone
Cucina monoblocco
Quantità
Percentuale
rispetto
2004
2005
2006
2007
1.244.000
1.240.000
1.269.000
1.269.000
-
99.7%
102.3%
100.0%
351.000
379.000
377.000
365.000
-
108.0%
99.5%
96.8%
870.000
830.000
782.000
717.000
-
95.4%
94.2%
91.7%
60.000
58.000
54.000
49.500
-
96.7%
93.1%
91.7%
2.114.000
2.070.000
2.051.000
1.986.000
-
97.9%
99.1%
96.8%
411.000
437.000
431.000
414.500
-
106.3%
98.6%
96.2%
all’anno
precedente
Valore (milioni di yen)
Percentuale
rispetto
all’anno
precedente
Cucina componibile
Quantità
Percentuale
rispetto
all’anno
precedente
Valore (milioni di yen)
Percentuale
rispetto
all’anno
precedente
Totale
Quantità
Percentuale
rispetto
all’anno
precedente
Valore (milioni di yen)
Percentuale
rispetto
all’anno
precedente
(Fonte: Fuji-Keizai Co., Ltd.)
%&#
6"#
$"#
""#
!"#
788-1(9(:;<<,-(=1><-
?*>@<>1<
'()*+,- .()*+,-
Upper & middle grade: Livello medio-alto – Standard:
/*0-1)(2''()*+,-(-*345
Style: Modello
Standard
Figura 8.2 Cucina monoblocco per classe
Figura 8.3 Cucina monoblocco per modello
(Unità: 1 cucina)
(Unità: 1 cucina)
*Nota: Standard (meno di 400.000 yen), Classe media
*Nota: il Modello I è incluso nel modello II.
(400.000~750.000 yen), Classe alta (più di 750.000 yen)
54
56#
$%#
!"#
76#
&'()*)+),-./,'0-1 2(,)3-144.4(11-
2(,)3-144.4(11-
Artificial marble: Marmo artificiale – Stainless steel:
899:
Stainless steel: Acciao inossidabile – Wood: Legno
Acciaio inossidabile
Figura 8.4 Cucina monoblocco in base al materiale del
Figura 8.5 Cucina monoblocco in base al materiale dei
piano di lavoro (Unità: 1 cucina)
moduli (Unità: 1 cucina)
Fonte: Fuji-Keizai Co., Ltd.
55
8.2 Andamento dell’esportazione nazionale di cucine
1 Quadro delle attività dei produttori giapponesi all’estero
Tabella 8.6 Produzione e vendite all’estero dei produttori giapponesi
Sudest
Cina
Nord
Europa
asiatico
Takara-Standard
Note
America
Co.,
Cina e Singapore
Ltd.
Cleanup Corporation
Shanghai e Hong Kong
SUN
Approvvigionamento di parti per i
WAVE
Corporation
Panasonic
mercati esteri
Electric
Works Co., Ltd.
Nota:
Produzione e vendita locali,
Solo produzione locale,
Solo vendita locale
2 Quadro delle attività interne dei produttori esteri
Svariati marchi di cucine importate in Giappone sono di origine europea. La maggior parte di esse vengono
distribuite sul mercato dal rivenditore giapponese Select Shop. Marchi quali Siematic, Bulthaup e Miele
dalla Germania, Boffi dall’Italia, Mill’s Pride, Kraft Maid e Thomasville dall’America, HANSSEM dalla
Corea ecc. sono ormai entrati sul mercato giapponese che, tuttavia, rimane di dimensioni contenute.
56
< Fase 2 >
Contenuti del sondaggio
Risultati dello studio: punti principali
Le sedi delle società edili e degli studi di progettazione del Giappone si trovano principalmente in Asia,
dove raggiungono un numero complessivo di 382 unità, mentre la presenza giapponese in Europa si limita a
sole 15 società, incluse quelle di subappalto ed immobiliari, che dispongono di società controllate e di filiali
per un totale di 49 sedi, ovvero circa 1/7 della controparte asiatica.
La maggior parte dei 15 studi di progettazione aventi sedi all’estero e che occupano una delle prime 20
posizioni in termini di volumi di vendita non ha ricevuto alcun ordinativo dall’Europa e dal Medio Oriente.
Di 9 imprese edili aventi le proprie controllate o filiali in Europa, 4 si sono già ritirate dal mercato o si sono
dedicate a progetti di ingegneria civile e soltanto 5 possono vantare la realizzazione di progetti di edilizia in
Europa. Queste ultime hanno lavorato alla costruzione di stabilimenti e magazzini di aziende giapponesi
principalmente nell’Europa dell'Est e soltanto di rado hanno ricevuto ordini da parte di società o
organizzazioni non giapponesi.
In generale, l’impresa di costruzioni non si occupa degli aspetti inerenti gli interni, né della scelta o degli
ordinativi di fornitura di arredi, che vengono solitamente affidati dal cliente ad una società diversa (come ad
esempio a studi di progettazione e di design) o vengono scelti direttamente dallo stesso. È pertanto ben
difficile che all’impresa di costruzioni venga presentata una richiesta comprendente anche i complementi
d’arredo. Soltanto in due casi le società di costruzioni si sono occupate anche della selezione e/o del design
degli arredi: in un caso la società ha assegnato l’incarico a uno studio di progettazione europeo, mentre
nell’altro l’impresa di costruzioni ha provveduto in prima persona al design degli interni, affidando
successivamente la produzione ad un’azienda europea.
La prima delle due società è la Taisei Corporation che, incaricata di realizzare una struttura alberghiera, si è
rivolta ad uno studio di progettazione europeo chiamato a sua volta a selezionare il design e l’azienda
produttrice dei complementi d’arredo. La Taisei si è occupata degli aspetti previsti dall’accordo,
coordinando le offerte e inoltrando ordinativi, affidando però la cura del design ad una società in Europa,
ritenendo che soltanto una società europea sapesse individuare il produttore di arredi in grado di realizzare
un prodotto in linea con le aspettative della Taisei. L’intera attività è stata supervisionata dalla divisione
“design” per le filiali estere della sede principale in Giappone. La sede locale non era direttamente
responsabile della selezione del design, né dell’applicazione dell’accordo né dell’inoltro dell’ordine.
La seconda società è la Takenaka Corporation, secondo la cui politica sia gli arredi destinati alla reception
all’ingresso dell’edificio che ospita gli uffici sia gli arredi espositivi collocati all’interno dello stabilimento
devono dare l’idea di unicità e non di prodotti realizzati “in serie”, in quanto gli stessi arredi costituiscono il
biglietto da visita dell’azienda. La persona incaricata dell’individuazione del design più idoneo per
l’arredamento della sede locale progetta ed elabora svariate bozze per gli arredi dell’ambiente destinato ad
ospitare la reception e, a seguito dell’approvazione da parte del cliente, invia l’ordinativo a un’impresa
locale. La Takenaka affida alle società locali il servizio di manutenzione e riparazione, che non assegna però
ad imprese staniere. Le attività di stesura del progetto di design e la scelta del produttore outsourcer vengono
svolte dalla divisione design della Takenaka Europe GmbH e dalle sue filiali. La Takenaka Europe invia i
propri dipendenti incaricati curare gli aspetti inerenti il design, sul luogo in cui viene realizzata la struttura,
assicurando la presenza di personale qualificato e una direzione coordinata tra la sede principale in Germania
e le sue filiali, al fine di poter far fronte alla richiesta di un qualsiasi progetto di costruzione. Gli attori
principali che partecipano alla scelta del design e degli arredi sono pertanto la divisione design della sede
principale della Takenaka Europe in Germania e le sue filiali in Polonia (Wroclaw), nella Repubblica Ceca
(Praga) e in Ungheria (Budapest).
52
Di seguito vengono riportati i motivi per i quali gli studi di progettazione e le imprese di costruzioni
possono vantare soltanto pochi e limitati incarichi di scelta e ordinazione di arredi e interni.
Gli studi di progettazione nazionali che presentano un significativo volume di vendite non dispongono di
sedi in Europa e, conseguentemente, è ben difficile che possano ricevere specifici ordinativi da clienti
europei. Le principali attività svolte all’estero riguardano prevalentemente la Cina e il Sudest asiatico.
Inoltre, a causa della mancanza di sedi sul territorio europeo, le suddette società non sono molto conosciute
in Europa. Gli incontri di lavoro risultano molto costosi e i luoghi di incontro per i meeting sono sicuramente
più distanti rispetto a quanto avviene per la controparte europea.
Le società di costruzioni aventi sedi in Europa ricevono principalmente ordini inerenti la struttura edilizia e,
fondamentalmente, la loro politica non prevede il ricevimento di ordini di arredi e di interni. In linea di
massima, per quanto concerne i progetti di edilizia in Europa, per il cliente è norma affidare la parte relativa
agli interni e al design ad uno studio di progettazione e design. Pertanto, l’impresa di costruzioni non è solita
ricevere ordinazioni per questa tipologia di prodotti. Tuttavia, nel caso in cui riceva tali ordinativi, la stessa
inoltra una richiesta di subappalto ad uno studio di progettazione europeo.
Poiché gli studi di progettazione e le imprese di costruzioni non vantano se non qualche sporadico incarico
di scelta e fornitura di arredi, le stesse non hanno una conoscenza approfondita del trend della domanda del
mercato e dei prezzi dei complementi d’arredo. Perfino la Ishimoto Architectural & Engineering Firm, Inc.,
l’unico studio di progettazione di alto livello avente associate in Europa, affida la scelta degli arredi alle
aziende locali. Pertanto, né gli studi di progettazione né le imprese edili si occupano in prima persona della
scelta dei complementi d'arredo e della conseguente ordinazione.
Le imprese di costruzioni giapponesi operano principalmente nell’Europa dell’Est (ex paesi socialisti) dove
realizzano stabilimenti per le aziende giapponesi. Pertanto, la possibilità che a dette imprese vengano affidati
nuovi progetti edili per la costruzione di strutture quali alloggi e immobili destinati ad uso commerciale
rimane per lo più esigua. Perfino le imprese edili leader nel settore non sembrano adottare un approccio
positivo nei confronti di ordini da parte dei clienti non giapponesi. Ciò è legato al fatto che, in molti casi, i
clienti non giapponesi preferiscono rivolgersi a società europee. Pertanto in Giappone non vi sono società
edili e di progettazione pronte a raccogliere le richieste di arredi da parte del settore degli alloggi e delle
strutture commerciali, pubbliche, o legate al tempo libero e al divertimento.
Poiché molti degli immobili realizzati in Giappone e in Asia riflettono uno stile moderno, sia le società
edili che gli studi di progettazione tengono in elevata considerazione l’arredo italiano, il cui design è per lo
più sinonimo di modernità di stile. I clienti delle imprese edili e di progettazione che operano nell’Est
europeo (ex paesi socialisti) per la realizzazione dei propri stabilimenti richiedono lavori di costruzione a
basso costo, semplicità e razionalità. Per questi motivi, spiega la Kashima Corporation, la progettazione e il
design di stabilimenti e immobili destinati ad ospitare uffici presentano caratteristiche strutturali comuni. Per
quanto riguarda invece gli arredi impiegati negli uffici, è solitamente il cliente a scegliere il prodotto, per lo
più a basso costo e facilmente reperibile sul mercato. Secondo la AXS SATOW, l'arredo italiano è
estremamente quotato per il design e la qualità, sebbene risulti adatto ad arredare ambienti di lusso. Inoltre,
il mobile italiano destinato ad impieghi presso uffici presenta uno scarso rendimento dal punto di vista della
funzionalità, della modificabilità e della tecnologia che, sempre in base alla AXS SATOW, risulta inferiore a
quella degli arredi prodotti in Germania. Infine, benché l’arredo italiano vanti diversi punti di forza quali il
design di alto profilo, un’elevata qualità ed un’ampia varietà di modelli, vi sono degli evidenti punti deboli
quali gli elevati prezzi legati all’alta qualità del prodotto, la quantità di merci tenute a magazzino, un sistema
di produzione debole, tempi di consegna più lunghi rispetto a quelli del Nord Europa e così via.
53
Per le suddette ragioni, quandanche le società edili e di design giapponesi venissero incaricate della
realizzazione di alcuni progetti di edilizia nell'Europa dell'Est (ex paesi socialisti), è probabile che
continuerebbero a costruire per lo più stabilimenti per le aziende giapponesi. I fattori chiave alla base della
costruzione di immobili sono rappresentati da costi contenuti, semplicità e razionalità, mentre per quanto
attiene agli arredi destinati agli uffici, la scelta del cliente ricade per lo più su prodotti a basso costo e
facilmente reperibili sul mercato. Le imprese edili forniscono informazioni utilizzando cataloghi di arredi
tedeschi, che risultano di più semplice impiego grazie ad una elevata tecnologia e a una buona funzionalità,
oltre a essere meno costosi.
54
1 Situazione generale del mercato del contract all’estero
Di 83 società edili, subappaltatori, studi di progettazione e società immobiliari, soltanto 15 hanno associate
o sedi locali. Molte delle suddette 15 imprese sono aziende edili, subappaltatori e società immobiliari. Gli
studi di progettazione leader in termini di vendite non dispongono di sedi in Europa, fatta eccezione per uno
soltanto.
Delle società di costruzioni aventi sedi in Europa, la Obayashi Corporation ha sospeso l'attività in Europa,
mentre la Toa Corporation, la The Zenitaka Corp. e la Nishimatsu Construction hanno sviluppato attività di
ingegneria civile con applicazioni in mare e su terra, sebbene non siano entrate nel mercato delle costruzioni.
Altre imprese di edilizia aventi sedi in Europa hanno più volte ricevuto ordinativi di stabilimenti, magazzini
e laboratori per l'attività di imprese giapponesi su territorio europeo, ma vantano pochissimi ordini di
arredamenti d’interni o di incarichi legati alla cura del design. Le società edili prive di sedi in Europa, quali
società controllate o uffici locali, registrano un numero di progetti edili ancor più inferiore. Inoltre, soltanto
alcune società possono vantare un’esperienza di oltre 15 anni nell’ambito dell’edilizia, anche nel Medio
Oriente.
Per quanto concerne gli studi di progettazione, soltanto alcuni hanno realizzato progetti inerenti il design in
Europa e in Medio Oriente. È risaputo che la Ishimoto Architectural & Engineering Firm si è occupata della
costruzione e del design di edifici destinati ad ospitare università e ospedali in Italia e Turchia, mentre altri
studi di progettazione come la Keiretsu hanno al loro attivo un numero estremamente esiguo di progetti di
edilizia in Europa e nel Medio Oriente.
Le società immobiliari hanno portato avanti attività di affittanza e vendita in lotti delle loro proprietà
(ciascuna società è in possesso di 1 o 2 immobili o condomini) in Gran Bretagna e in Italia, e le proprietà
grezze sono state affittate o vendute. Poiché è solitamente il cliente ad ordinare gli arredi interni, nessuna
società immobiliare proprietaria dell’alloggio vanta alcuna attività inerente il design e i complementi
d’arredo.
Alla luce di quanto detto risulta estremamente difficile che le società di costruzioni, di design e immobiliari
giapponesi vengano coinvolte nel design e nella costruzione di edifici che non siano stabilimenti per aziende
giapponesi in Europa e nel Medio Oriente. La maggior parte dei clienti di suddette società è rappresentata da
aziende giapponesi ed è limitato il numero di ordinativi che le stesse ricevono da clienti non giapponesi,
inclusi europei e del Medio Oriente. In base a quanto sostengono dette società, in molti casi le imprese non
giapponesi inoltrano ordini a imprese edili locali europee. Conseguentemente, alle imprese di costruzioni
giapponesi vengono assegnati soltanto di rado incarichi inerenti il design e/o la realizzazione di opere edili.
Fondamentalmente, i clienti non giapponesi affidano la cura del design degli arredi interni e del design in
generale – compreso quello inerente gli arredi mobili – a studi di progettazione europei o a designer. Risulta
pertanto difficile che una società edile giapponese intraprenda lavori riguardanti gli arredi interni, il design,
l’inoltro di ordinativi di mobili, ecc. né come parte dell’accordo sottoscritto né autonomamente.
I principali studi di progettazione giapponesi che occupano una posizione di tutto rispetto in termini di
volume di vendite non dispongono di sedi in Europa, ad eccezione di uno soltanto. Conseguentemente, il
numero di progetti di design e di costruzione in Europa e nel Medio Oriente risulta estremamente limitato.
Secondo le diverse società, i motivi di tale situazione sono da ricercarsi negli elevati costi di trasferta dal
Giappone al cantiere, nello svantaggio rappresentato dall’inoltro di un ordinativo ad imprese situate
nell'Estremo Oriente sia a causa della lontananza sia dei tempi necessari a coprire una tale distanza e infine
una scarsa visibilità delle stesse legata alla mancanza di una propria sede in loco.
55
56
Come già sottolineato in precedenza, delle 83 imprese edili e di progettazione, soltanto 4 – riportate in
grassetto nella tabella sottostante – si sono occupate anche del design, della scelta e dell’ordinazione di
arredi in Europa e nel Medio Oriente. Le altre società, al contrario, non hanno all’attivo nemmeno un
ordinativo. La Taisei Corporation ne può contare soltanto uno, mentre la Takenaka Corporation si è
occupata unicamente della realizzazione della reception all’ingresso di un edificio per uffici per lo
stabilimento di un’azienda giapponese che opera nell’Est Europa (ex paesi socialisti). La Ishimoto
Architectural & Engineering Firm, l’unico studio di progettazione avente la sede in Europa, non è coinvolta
in attività di scelta e di acquisto di arredi in Europa.
Tipo di
attività
Nome della
società
Elenco degli arredi
d’interni
Taisei
Corporation
Russia e Turchia
Arredi
per
alberghiere
Takenaka
Corporation
Paesi dell’Europa
occidentale
e
orientale
Reception
presso
uno
stabilimento di un’azienda
giapponese
Yamashita
Sekkei
Nessuna
Museo Jordan
Nihon Sekkei
Nessuna
Non chiaro
Ishimoto
Architectural
& Engineering
Italia
Nessuno
Costruzione
Design
Sedi europee
57
strutture
Design e ordinazioni di
arredi
Assegnato in subappalto
alla società di design
locale
Design
e
ordinativi
realizzati dalla società
stessa.
Design realizzato dalla
società
stessa
.
Ordinazioni affidate ad
un’altra impresa.
Design realizzato dalla
società
stessa
.
Ordinazioni affidate ad
un’altra impresa.
Non coinvolta nell’attività
inerente gli arredi.
2 Ambiente, tendenza e prospettiva dei progetti esteri
Le imprese di costruzioni aventi sedi o società associate in Europa affermano che i loro principali clienti
sono costituiti da aziende giapponesi. Le sedi delle imprese edili giapponesi nell’Europa dell'Est (ex paesi
socialisti) svolgono principalmente tre funzioni, ovvero la funzione di ufficio in loco per la costruzione dello
stabilimento dell'azienda giapponese, la conservazione degli edifici esistenti e la raccolta di informazioni
inerenti nuovi progetti di edilizia.
Il motivo della riluttanza delle suddette società al ricevimento di ordini da parte di clienti non giapponesi
risiede nel fatto che le imprese edili in loco hanno sviluppato uno stretto rapporto con la clientela locale
nell’Europa occidentale. La ragione per la quale dette società hanno aperto i propri uffici nell’Europa
dell’Est (ex paesi socialisti) risiede nel fatto che vi sono soltanto poche società edili locali dominanti. In
molti casi, le aziende giapponesi avviano attività all’estero o costruiscono nuovi stabilimenti nell’Europa
orientale (ex paesi socialisti) incoraggiate dal basso costo del lavoro e della terra e dalle infrastrutture
migliori.
In Giappone è più semplice ricevere ordinativi grazie ai rapporti stretti con la propria clientela locale .
Nell’ottobre del 2008, la Shimizu Corporation e la Takenaka Corporation sono state impegnate nella
realizzazione di stabilimenti per imprese giapponesi in Polonia e nella Repubblica Ceca. Tra il 2009 e il
2010 verrà completato un numero di stabilimenti superiore alle 3 unità.
In Europa continuano ad operare soltanto 5 società di costruzioni, leader in termini di vendite. Le principali
sono la Takenaka Corporation e la Kajima Corporation. La Obayashi Corporation si è ritirata dal mercato
europeo, mentre le sedi europee della Shimizu Corporation e della Taisei Corporation hanno effettuato
lavori di ristrutturazione di immobili esistenti e hanno raccolto informazioni su nuovi progetti di edilizia. La
Shimizu Corporation ha preso in considerazione la riduzione o la chiusura dei propri uffici a Mosca e in
Ungheria nel medio termine, poiché non è atteso alcun progetto di costruzione di nuovi stabilimenti da parte
di imprese giapponesi. Inoltre, le suddette 5 società di costruzioni non sono intenzionate ad ampliare il
portafoglio dei progetti non giapponesi in Europa. Alla luce di tale situazione, le società ritengono che la
costruzione di nuovi stabilimenti di aziende giapponesi si concentrerà in Polonia e nella Repubblica Ceca
ove le infrastrutture e i sistemi di protezione degli investimenti sono migliori. Pertanto, è intenzione delle
stesse continuare ad esistere come sedi per la ristrutturazione di immobili e per la raccolta di informazioni.
Quando un’impresa giapponese inizia a costruire il proprio stabilimento, provvede anche a rafforzare il
proprio personale assegnando designer, costruttori e supervisori alla sede del paese dove ha luogo la
realizzazione dell’immobile.
Nel Medio Oriente, la Taisei Corporation e la Shimizu Corporation hanno ricevuto ordini per la costruzione
di strutture alberghiere e di condomini sulle isole di Palm Jumeirah, di Jubel Ali ecc, negli Emirati Arabi,
progetti che continueranno anche dopo il 2008. La Taisei Corporation si concentra su ordini di ingegneria
civile ed edile nel Medio Oriente e lavora alla realizzazione di progetti di ampie proporzioni in particolare
negli Emirati Arabi.
58
I principali studi di progettazione, che occupano una tra le prime 20 posizioni in termini di volumi di
vendite e che dispongono di sedi e di associate locali all’estero si sono adoperate per il ricevimento di
ordinativi di arredi interni e design principalmente in Cina e nel Sudest asiatico. Le suddette società hanno
ricevuto ordini non soltanto da imprese giapponesi, ma anche da organizzazioni governative e imprese locali
della Cina e del Sudest asiatico, sebbene non sia invece pervenuta alcuna richiesta dall'Europa e dal Medio
Oriente.
Le ragioni sono svariate: i principali studi di progettazione e le società che curano il design godono di una
scarsa visibilità a livello locale a causa della mancanza di una propria sede in Europa, sia orientale sia
occidentale; la persona a cui viene affidata la cura degli aspetti inerenti il design è tenuta a recarsi dal cliente
affrontando un lungo viaggio dal Giappone, trasferta che oltre a richiedere diverso tempo, risulta onerosa sia
per il cliente sia per la società stessa; inoltre, la maggior parte degli studi di progettazione non può vantare il
ricevimento di alcun ordinativo di progetti che riguardi il design di interni e gli arredi. A causa di fattori
quali l’assenza di sedi, la scarsa visibilità e i costi, le principali società si sono concentrate sugli ordini nel
Sudest asiatico e in Cina, mentre non sembrano interessate al ricevimento di ordinativi in Europa e nel
Medio Oriente. Secondo gli studi di progettazione, qualora pervenga un ordinativo per la cura del design e
degli arredi interni, lo studio affiderà il compito a una società di design europea o ad un valido designer in
loco. È evidente infatti il grande vantaggio rappresentato dall’assegnazione del design a società esterne,
poiché gli studi di progettazione europei, grazie alla propria esperienza in loco, sono in grado di selezionare i
produttori di arredi, l’area di produzione, ecc, oltre a conoscere le preferenze del cliente. Le società
giapponesi affermano che, in presenza di un ordinativo proveniente da un cliente europeo, sarà lo stesso
cliente ad occuparsi della scelta e dell’acquisto degli arredi, inoltrando l’ordine ad uno studio di
progettazione specializzato.
Alla luce di quanto detto, rimane altamente improbabile che gli studi di progettazione giapponesi possano
ricevere ordinativi legati al design in Europa, dove non dispongono di sedi locali.
59
3 Reperimento di contatti commerciali esteri
Per quanto concerne progetti di ampie proporzioni da realizzare in Europa e per i quali sono disponibili
cospicui budget da destinare al design e agli arredi, in molti casi il cliente affida la progettazione, le
specifiche tecniche, la scelta del produttore e la stima dell’ordinativo all'amministrazione (Public
Administration) che si occupa dell’intera gestione del progetto. In base a quanto emerso dalla ricerca
condotta tra studi di progettazione e società di costruzioni giapponesi, accade di rado che gli stessi ricevano
ordini comprendenti la cura del design e degli interni in Europa e nel Medio Oriente e quandanche ciò
avvenisse, affiderebbero l'incarico a qualche studio di progettazione europeo, per non doversi occupare della
scelta degli arredi d’interni. Anche la Ishimoto Architectural & Engineering Firm, Inc., l’unico studio di
progettazione avente sede in Europa, condivide lo stesso pensiero espresso dalle altre società e dagli altri
studi e ha affermato di non avere alcuna esperienza in merito all’inoltro di ordinativi per gli arredi d’interni,
in quanto è il cliente ad occuparsene, previa individuazione dell’area di produzione e del produttore.
Per le suddette ragioni, non è stato ancora impostato né stabilito alcun sistema interno attraverso il quale le
società di costruzioni e gli studi di progettazione possano provvedere alla scelta e all’ordine degli arredi
ralizzati da aziende europee.
Qualora la società di costruzioni riceva un ordine comprendente anche il design e gli arredi per un progetto
in Europa e nel Medio Oriente, le persone incaricate del design affidano lo stesso a qualche studio di
progettazione europeo. In tal modo, nessuna società di costruzioni o studio di progettazione in Giappone o
Europa si occupa della scelta degli arredi d'interni.
Molte società di costruzioni non vantano alcuna esperienza di design in Europa e nel Medio Oriente.
Secondo quanto affermano, qualora una società che non dispone di una sede in Europa riceva un ordinativo
inerente il design e gli arredi, la persona incaricata della cura degli interni presso la sede principale si rivolge
a fornitori nazionali o esteri segnalati dal proprio designer o da alcuni fornitori di mobili giapponesi che
servono i grandi centri di distribuzione (Mitsukoshi Kankyo Design, Takashimaya Space Create, ecc.), a cui
affida l’incarico di selezionare il produttore di arredi sul territorio nazionale o all’estero. La Ishimoto
Architectural & Engineering Firm in Europa, come da lei stessa dichiarato, subappalta l'attività a qualche
studio di progettazione europeo, ma sarà il cliente ad occuparsi dell’ordinazione degli arredi scelti.
Nel caso in cui la società giapponese riceva un ordinativo per un progetto di costruzione di uno
stabilimento che comprenda da un lato la realizzazione della reception e dall’altro il collocamento di arredi
espositivi ad uso contract da posizionare nell’edificio destinato agli uffici, la persona responsabile del design
nel paese oppure l’agenzia europea realizza una bozza e inoltra l’ordine a un produttore di arredi del paese in
cui viene realizzato il progetto. Soltanto una società, la Takenaka Corporation, può vantare una discreta
esperienza nell'elaborazione delle bozze e nell'inoltro di ordinativi, poiché nessun’altra società di costruzioni
avente una sede in Europa si è mai occupata della scelta degli arredi e della gestione degli ordini.
Come precedentemente sottolineato, fatta eccezione per qualche raro progetto e impresa, qualora un studio
di design o un’impresa edile giapponesi ricevano un ordinativo di un progetto comprendente anche gli
aspetti inerenti gli interni, in Europa e nel Medio Oriente, le stesse società affidano il design e la scelta dei
complementi d’arredo ad uno studio di design europeo. Gli studi di design e le imprese edili inoltrano un
ordine ad uno dei produttori di mobili segnalati dagli studi di progettazione in qualità di potenziali
appaltatori o altrimenti invitano il cliente ad occuparsene in prima persona. Molti studi di progettazione e
design non si occupano dell’inoltro di ordini per non vedersi affidare l’intera gestione del progetto (Project
Management), che, in realtà, non sono in grado di seguire.
Pertanto, sia le società di design che le imprese edili giapponesi affidano la scelta e l’acquisto degli arredi a
uno studio di progettazione europeo o ad un’impresa incaricata dell’amministrazione e dell'intera gestione
del progetto al momento del ricevimento dell’ordine del progetto stesso. In tal modo, le suddette società non
60
vengono direttamente coinvolte nelle attività di selezione e ordine degli arredi destinati alla struttura edilizia.
61
4 Situazione attuale dell’arredo per il contract nei progetti esteri
La posizione generale delle imprese edili e delle società di design giapponesi per quanto attiene alla scelta e
all’ordinazione di arredi in Europa e nel Medio Oriente può essere descritta nel modo seguente:
le società non hanno ancora messo a punto un sistema in base al quale la persona incaricata dall'impresa
edile di curare gli aspetti inerenti il design curi e segua il design e la scelta degli arredi.
La gran parte degli studi di progettazione non può vantare alcun ordinativo di arredi d’interni e perfino le
società che hanno qualche richiesta al loro attivo, assegnano le attività inerenti agli arredi ad imprese esterne.
La maggior parte degli interventi delle imprese di costruzioni giapponesi in Europa e nel Medio Oriente
riguarda la realizzazione di stabilimenti, magazzini e laboratori di imprese giapponesi in Europa. Il numero
di ordinativi da parte di clienti non giapponesi è stato estremamente limitato. Alcune imprese edili che hanno
già operato nell'Est europeo (ex paesi socialisti) e nel Mediterraneo non si occupano della scelta e
dell’inoltro di ordinativi di arredi per il contract né di mobili ordinati e subito disponibili. Secondo le
imprese edili giapponesi sia la scelta sia l’ordinazione degli arredi vengono effettuate direttamente dal
cliente. Laddove vi sia un ordine completo, se ne occuperanno invece le imprese di costruzione. Soltanto in
un singolo caso, quello della Taisei Corporation, è pervenuto un ordinativo comprendente anche arredi per il
contract e non solo, per progetti in Europa e nel Medio Oriente. Non si registrano altri casi di imprese
giapponesi che abbiano ricevuto ordini comprendenti gli arredi da impiegare ad uso contract o di mobili in
generale.
Qualora per contratto la società di costruzione venga incaricata di svolgere tutte le attività inerenti la scelta e
l’inoltro di ordini di mobili amovibili per progetti in Europa, la stessa incaricherà uno studio di design o un
designer locali della cura degli aspetti inerenti il design, la scelta degli arredi, del produttore e dell’area di
produzione. Dai dati raccolti non risulta che alcun cliente si sia rivolto allo studio di design della Keiretsu o
a qualsiasi altra società di design nazionale.
Qualora una società giapponese costruisca uno stabilimento nell’Est europeo (ex paesi socialisti), in alcuni
casi le viene anche richiesto di occuparsi della scelta degli arredi destinati agli uffici locali, tra cui scrivanie,
sedie, armadietti e così via. Molto spesso tale servizio viene svolto senza costi aggiuntivi, ma non è
considerato come parte integrante dell’ordine. Poiché il personale incaricato della progettazione edilizia non
è numericamente sufficiente e non cura la selezione e la fornitura degli arredi interni, le imprese edili
utilizzano i cataloghi dei produttori di mobili locali o europei del paese ove viene realizzato il progetto
edilizio e prendono le dovute decisioni alla luce del budget disponibile e del colore della finitura interna
dell'edificio. Nel caso della Takenaka Corporation, presente nell’Est Europa, gli interni vengono spesso
scelti a partire da cataloghi di arredi prodotti in Germania, in particolare per la facilità nelle consegne. In
questo caso, la società di costruzione non entra nel merito della scelta e dell’ordinazione degli arredi,
compito di cui invece si occuperà il cliente. Spesso la scelta degli arredi ricade su prodotti a basso costo, un
trend in antitesi rispetto a quello che interessa i beni strumentali.
62
Molti studi di design giapponesi, che occupano una tra le prime 20 posizioni in termini di volumi di vendita,
non vantano alcun progetto di design in Europa e nel Medio Oriente. Soltanto la Yamashita Sekkei, qualora
le venga assegnata l’intera gestione del progetto (Project Management), realizza anche lavori di design,
occupandosi della scelta degli arredi. Secondo quanto affermano molti studi di progettazione, le stesse non
accetteranno progetti di PM poiché, non disponendo di sedi in loco e non essendosi mai occupate di progetti
in Europa e nel Medio Oriente, non conoscono le caratteristiche locali. Anche in Europa è prassi comune
inoltrare ordinativi di arredi d’interni ad un’impresa diversa da quella alla quale è stata assegnata la
progettazione della struttura edilizia.
Le società immobiliari aventi sedi in Europa non effettuano né lavori d’interni né lavori di edilizia,
limitandosi alle attività di affittanza e di vendita di condomini grezzi. Non conducono alcuna attività
inerente gli interni e gli arredi in quanto sarà il cliente ad occuparsene in prima persona. Né le società
immobiliari giapponesi, né quelle estere presenti in Giappone intendono occuparsi direttamente del design di
interni o della scelta degli arredi.
Le imprese di costruzioni giapponesi affidano i lavori d’interni dei progetti di edilizia europei agli studi di
progettazione locali in virtù della loro esperienza maturata nell'ambito dei lavori di design realizzati in loco
e della loro conoscenza dei produttori locali in grado di realizzare il tipo di arredi ideati dal designer e in cui
confluiscono le preferenze del cliente e l’idea dello stesso designer. Inoltre, né la società di costruzione né le
sue associate dispongono di una sufficiente capacità di raccolta di informazioni né di esperienza nell'ambito
del design.
Qualora le suddette società ricevano ordinativi per la realizzazione di progetti comprendenti gli aspetti legati
agli interni e agli arredi, ritengono che né la società, né una società del gruppo, né una delle sedi locali si
occuperebbero in prima persona della cura del design e della scelta degli arredi. Anche la Even Takenaka
Corporation e la Kajima Corporation, aventi associate locali che seguono progetti di edilizia in Europa
ritengono che questo sia uno dei motivi per i quali non dispongono di personale specializzato nel design di
interni presso le loro sedi locali.
63
4.1 Flusso delle decisioni/responsabili delle decisioni
La maggior parte degli studi di progettazione leader giapponesi (i 20 migliori in quanto alle vendite) non
risultano aver intrapreso progetti in Europa e Medio Oriente. I principali casi di società di costruzioni con
basi in Europa sono rappresentati da stabilimenti e magazzini di aziende giapponesi. Gli stabilimenti sono
progettati ed edificati sulla base di politiche di costo, semplicità e razionalità, e pertanto il lavoro legato agli
interni viene eseguito mirando al risparmio. Inoltre non ricevono praticamente alcun ordine per la selezione
e l'ordine di arredi. Chiedono al cliente di selezionare e ordinare gli arredi utilizzati nello stabilimento.
Per le ragioni sopra citate, esistono solo alcuni casi di studi di progettazione e società di costruzioni
coinvolte negli arredi, e pertanto la situazione del processo decisionale e dei “decision-maker” viene
presentata portando come esempio i casi di Taisei e Takenaka.
Taisei Corporation, che risulta aver ricevuto ordini pacchetto comprensivi dell’arredo degli interni in
Europa e Medio Oriente, ha affidato il compito di progettare e selezionare gli arredi ad alcuni studi di
progettazione europei, e dopo l'approvazione da parte del cliente del progetto e dei pezzi selezionati, Taisei
ha sottoscritto un contratto ed effettuato i relativi ordini.
Il procedimento seguito in caso di arredi d’interni previsti da ordini pacchetto ricevuti dalla società è
mostrato nello schema seguente.
Cliente Filiale estera di Taisei (ufficio progettazioni) incarica
Studio di progettazione europeo
(Preventivo )
Approvazione del cliente via Taisei
(Progetto)
(Definizione delle condizioni, per es. qualità)
(Selezione di vari fabbricanti)
(Offerta/contratto/ordine)
Il processo di approvvigionamento degli arredi ordinati a Takenaka Corporation, che risulta aver edificato
stabilimenti di aziende giapponesi in Polonia, Repubblica Ceca, ecc., è mostrato nello schema seguente.
Approvvigionamento di arredi per servizio
Cliente (Richiesta di supporto
per la selezione degli arredi)
Sussidiaria tedesca di Takenaka/Ufficio di competenza
della filiale della sussidiaria tedesca
Proposta di arredi pronti tedeschi ed altri
Discussione sugli arredi potenzialmente scelti in base alle finiture interne
(Selezione di scrivanie, sedie e armadietti per uso ufficio)
(Ordine)
Il servizio prevede la presentazione di cataloghi di arredi pronti poco costosi (principalmente arredi
made in Germany ed altri) perché il cliente non ha personale a sufficienza e perché il responsabile in
loco non sa come procurarseli. La selezione e l’ordine sono effettuati dal cliente. Takenaka
Corporation non si occupa dell’ordine e delle operazioni annesse.
64
Approvvigionamento di arredi tramite l’outsourcing
Cliente
(Ordine di arredi come Sussidiaria locale di Takenaka (ufficio progettazioni)/ Filiale
banco per la reception e
del relativo paese della sussidiaria tedesca
vetrine espositive)
Approvazione del cliente
Disegno
Disegno dettagliato dopo l’approvazione
Preventivo del fabbricante di mobili del
paese dove viene intrapresa l'attività
edilizia e inoltro dell’ordine
Il cliente ordina banchi per la reception all’entrata e vetrine per l’esposizione dei prodotti che
sono installate negli uffici dello stabilimento. L’ufficio progettazioni di alcune sussidiarie locali
elabora gli schizzi e il progetto. L’ordine del banco per la reception ed altro viene inoltrato ad un
fabbricante di mobili del relativo paese in considerazione delle future necessità di manutenzione e
riparazione. L’azienda non si occupa di progettazione, selezione e ordine di arredi in genere o
arredi pronti destinati alla reception e ad altri spazi.
65
4.2 Fattori che influiscono sull’arredo per il contract
Entrambi gli studi di progettazione e le impresi edili risultano aver ricevuto progetti inclusivi degli arredi in
Europa e Medio Oriente. Solo un'azienda, Taisei Corporation, ha sostenuto che l’apparenza e la
progettazione degli interni influenzerebbero gli arredi.
Gli interni e l’intervento di un progettista di arredi sono considerati fattori importanti. Soprattutto nei casi
in cui vengono selezionati degli arredi in stile non moderno, la loro funzione è quella di decorare gli spazi
interni dell'edificio, e pertanto sono influenzati dall'apparenza degli spazi e dallo stile creato dal designer.
Sulla base delle condizioni sopra menzionate, il designer incaricato si occupa del progetto e della selezione
degli arredi, oltre che dei potenziali fabbricanti di mobili.
Nei casi in cui viene selezionato uno stile moderno degli arredi, le opzioni di modifica del progetto sono più
numerose rispetto agli altri stili, pertanto il grado di influenza dello stile degli arredi è minore. Essendo
l'elenco dei fabbricanti di mobili è più ampio, la selezione è anche influenzata dalle condizioni offerte
(prezzo, tempi di consegna rispetto al volume dell'ordine, termine di garanzia, ecc.).
 Quando l'azienda giapponese edifica uno stabilimento o magazzino in Europa, utilizza principalmente
arredi economici e già pronti (facilmente reperibili) per i suoi uffici. L’impresa edile presenta cataloghi di
arredamento con prodotti che si abbinano ai colori degli interni degli uffici, in modo che il cliente possa
scegliere tali mobili e concludere un ordine. In quanto agli arredi, dà maggior peso a prezzi e disponibilità
rispetto allo stile e al design.
Anche se la costruzione dello stabilimento include l'arredamento degli interni, esso è limitato alla selezione
dei colori delle pareti (e della moquette in alcuni casi), e molti dei clienti che richiedono gli arredi adottano
una politica di budget ridotto, facendo attenzione a prezzi e disponibilità. Non vengono influenzati dalle
aree produttive o dai fabbricanti di mobili.
Nel caso in cui un banco per la reception e una vetrina per l’esposizione dei prodotti ad uso contract
vengano ordinati per l’entrata degli uffici in fase di costruzione di uno stabilimento, il fattore di influenza è
il limite del budget del cliente. Pertanto, se l'impresa edile viene autorizzata a progettare gli arredi per il
contract, non vi è alcuna influenza. Per la progettazione e la costruzione di stabilimenti e uffici sono
richiesti prezzi bassi, semplicità e razionalità. Pertanto il design degli stabilimenti e degli uffici sono atipici,
indipendentemente dal cliente e dall’impresa edile, con una preferenza per lo stile moderno e la funzionalità.
Questo perché l’impresa edile responsabile della costruzione progetta un banco per la reception e suggerisce
il design ideale per l'entrata degli uffici progettata dalla società.
66
4.3 Andamento delle richieste di arredo per il contract (fabbricazione, design, funzioni, materiali, ecc.)
Se si considerano gli ordini inclusivi della selezione e dell'ordine di arredi in Europa e Medio Oriente,
abbiamo potuto confermare solo un caso aziendale. L’andamento degli arredi non è chiaro perché i clienti
effettuano ordini ad altre aziende (studi di progettazione ed altri) in altri progetti, e perché i clienti degli
stabilimenti giapponesi selezionano ed ordinano da cataloghi di mobili pronti.
Le società di costruzioni hanno poca esperienza nella selezione di mobili in Europa e Medio Oriente e,
naturalmente, la scarsa regolarità non ha permesso loro di conoscere requisiti come materiali, funzioni
necessarie, stili, design e colori degli arredi nelle fasi dell'ordine e della selezione. Allo stesso modo, molti
studi di progettazione non hanno maturato esperienza in Europa e in Medio Oriente e pertanto non
comprendono l’andamento di tali requisiti.
I dati delle società di costruzioni giapponesi in Europa dal 2000 mostrano che la loro attività principale
consiste nella costruzione di stabilimenti e magazzini di aziende giapponesi che operano in Europa dell'est
(paesi ex socialisti). Gli arredi utilizzati negli stabilimenti vengono selezionati e poi ordinati dal cliente da
cataloghi di arredi tedeschi pronti, in genere economici, funzionali e orientati alla macchinazione (arredi da
lavoro), poiché vengono utilizzati principalmente dagli operai dello stabilimento. Anche gli arredi delle
reception e delle sale conferenze vengono scelti da catalogo. Takenaka Corporation and Kajima Corporation
tendono a selezionare arredi di basso costo che siano facili da usare e che servano il proprio scopo.
4.4 Andamento recente dei prezzi del contract
Abbiamo rilevato solo un caso in cui uno studio di progettazione o un’impresa edile giapponese abbiano
ricevuto un ordine per arredi in Europa e Medio Oriente: un ordine pacchetto per un hotel. Non abbiamo
rilevato altri ordini ricevuti da aziende giapponesi.
L’importo totale del costo degli arredi mobili dell’hotel ammontava a 20 – 30 milioni di yen (non sono
chiari la quantità e il tipo di arredi). Avendo un solo caso effettivo a disposizione, l’andamento dei prezzi
non è chiaro.
A causa del costo elevato dei fabbricanti famosi, a prescindere dell’area produttiva, si tende a dare più
importanza alla competitività dei prezzi, alla capacità di realizzare il progetto e alla capacità di garantire la
qualità rispetto al brand e al grado di visibilità. Nonostante possiamo constatare l’importanza dei prezzi nelle
fasi di selezione, approvvigionamento e decisione, non riusciamo a determinare il grado di influenza poiché
non abbiamo nessun caso effettivo a disposizione che ci aiuti a desumere l’andamento.
Nei progetti edilizi di aziende giapponesi, gli arredi e gli infissi vengono selezionati da catalogo, anche se è
il cliente ad effettuare la selezione. Nella costruzione di stabilimenti cercano di contenere i costi, e quindi i
prezzi e la facile reperibilità giocano un ruolo importante rispetto alle aree produttive e al brand.
Non è
stato rilevato alcun caso di un'impresa edile che abbia effettuato la selezione ed ordini per arredi e infissi.
Takenaka Corporation si limita a presentare cataloghi di arredamento principalmente di origine tedesca.
Poiché tende a proporre sempre gli stessi cataloghi o cataloghi simili, in alcuni casi gli arredi dello stesso
fabbricante vengono selezionati da aziende diverse. Secondo Takenaka Corporation, nessun cliente
acquisterebbe sedute ad uso ufficio il cui prezzo unitario equivalga a varie decine di migliaia di yen, e
generalmente i clienti selezionano arredi più convenienti.
67
5 Andamento del bisogno e della domanda di arredo per il contract relativamente ad investimenti
all’estero
Uso
Descrizione
I dati principali attestano la costruzione di stabilimenti e magazzini di aziende
giapponesi, ma non di edifici adibiti esclusivamente ad uffici (di proprietà o affittati), ad
eccezione degli uffici annessi agli stabilimenti.
Nella costruzione di stabilimenti
contenere i costi è importante, quindi gli arredi e gli infissi in uso negli uffici annessi agli
stabilimenti vengono selezionati da cataloghi di arredamento tedeschi e poi ordinati dal
cliente in considerazione di prezzo, facile reperibilità e colore delle pareti interne.
In considerazione delle previsioni future di una continuata enfasi sui costi nella
Uso ufficio
costruzione di stabilimenti, il cliente seleziona da cataloghi di arredamento tedeschi
facilmente reperibili in Europa dell’est (ex paesi socialisti), disinteressandosi dello stile e
del design. In Cecoslovacchia e Polonia, ogni anno dal 2002 al 2007, 5-10 aziende
giapponese hanno lanciato le proprie attività in stabilimenti (a prescindere dalle
dimensioni) e si prevede il perdurare di questo movimento.
Si prevede che l’andamento
della selezione e dell’acquisto di arredi utilizzati negli uffici annessi allo stabilimento
rimarrà lo stesso.
Molto probabilmente, la recessione economica mondiale dopo il
settembre 2008 si rifletterà in un'enfasi persino maggiore nel costo di arredi e infissi.
Sono stati rilevati progetti per università, ospedali e musei in Italia e in Turchia. I bisogni
e gli andamenti degli arredi usati in questi edifici non sono chiari in quanto il cliente ha
ordinato gli arredi da un'altra azienda. Nel caso dell'ospedale, il medico ha selezionato le
attrezzature mediche (ad es. i letti), mentre il cliente si è occupato degli arredi in genere.
In quanto al design, la progettazione dell'edificio e la selezione di arredi e infissi è stata
condotta separatamente, e gli studi di progettazione giapponesi non hanno sfruttato
Strutture ad uso
pubblico
appieno il bisogno di arredi per le strutture ad uso pubblico.
Dal 2000 in poi sono stati concessi esigui finanziamenti governativi (a fondo perduto e
non) per la costruzione di edifici in Europa e Medio Oriente, e in seguito a questa data i
finanziamenti governativi sono stati destinati alla costruzione di scuole elementari e alle
relative attrezzature (sedie e banchi per bambini), ordinate localmente e fabbricate nei
paesi sottosviluppati (come il Yemen).
Molti dei progetti ricevuti dagli studi di
progettazione giapponesi godono di finanziamenti governativi, e pertanto concentrano
l'attenzione su progetti di questo tipo.
Risulta che una società di costruzioni abbia ricevuto ordine pacchetto inclusivo degli
arredi in Europa e in Medio Oriente. A parte questo caso, né gli studi di progettazione
giapponesi né le società di costruzioni hanno ricevuto altri ordini in queste regioni, il che
significa che non abbiamo alcun soggetto per il confronto e i bisogni di arredi appaiono
non chiari.
Gli studi di progettazione giapponesi e le società di costruzioni hanno
ricevuto solo alcuni ordini per la costruzione di strutture ricettive in Europa e in Medio
Strutture ricettive
Oriente, e si prevede che anche in futuro molti clienti del settore ricettivo non saranno
rappresentati da aziende giapponesi, le quali molto probabilmente non effettueranno ordini
relativi alla costruzione e alla progettazione ad aziende giapponesi. Ammesso che le
aziende giapponesi ricevano un ordine, si prevede che la progettazione e la selezione degli
arredi saranno commissionate ad un contraente o ad un’altra azienda, pertanto
l’andamento dei clienti e la direzione presa dallo stile e dalla progettazione di arredi non
sono noti.
68
Uso
Descrizione
Poiché gli studi di progettazione giapponesi e le società di costruzioni giapponesi non
hanno rilevato alcun ordine in Europa o in Europa dell'est, l'andamento attuale e futuro
degli arredi per uso commerciale non è chiaro. Non risultano attività connesse ad ordini di
aziende non giapponesi. Non è stato rilevato alcun movimento di aziende giapponesi per
la costruzione di strutture per uso commerciale in Europa e Medio Oriente.
Strutture per uso
Le società di costruzioni e le loro sedi europee non prevedono di ricevere alcun ordine
commerciale
pacchetto inclusivo dell’arredamento degli interni e dell’approvvigionamento di arredi. In
futuro, qualora un'azienda giapponese ricevesse un ordine per la costruzione e la
progettazione di edifici per uso commerciale, si prevede che il cliente si rivolgerà ad
un'altra azienda per l'arredamento degli interni e l'approvvigionamento degli arredi, quindi
qualsiasi punto di vista o opinione sui bisogni e sulla domanda non è stato ricavato dalle
aziende prese in esame.
Intrattenimento e
Idem
villaggi turistici
Uso domestico
Idem
69
6 Valutazione e posizione dell’arredo made in Italy all’interno di progetti stranieri
Qui di seguito sono riportati i risultati della valutazione degli arredi made in Italy, frutto di interviste ai
responsabili di studi di progettazione e società di costruzioni nazionali.
Poiché queste aziende hanno ricevuto pochi ordini per progetti inclusivi degli arredi in Europa e Medio
Oriente, la nostra intervista si è basata sulla valutazione degli arredi made in Italy effettuata da progettisti
giapponesi. Non abbiamo fatto domande riguardo alle aree edificate. Il termine di paragone è rappresentato
dagli arredi di altri paesi europei, ma non del Giappone e della Cina.
*= Toscana, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia
I responsabili della progettazione degli studi di progettazione e delle società di costruzioni eseguono
un'attenta valutazione qualitativa del mobile italiano. Lo stile moderno della maggior parte delle opere
edilizie favorisce la selezione dell’arredamento italiano, anch’esso per lo più in stile moderno. Ritengono
che gli arredi italiani siano costosi rispetto a quelli provenienti dagli altri paesi europei. Comprendono che
ciò è dovuto all'alto costo del personale italiano, così come agli onorari dei designer rinomati.
Nonostante il termine di consegna vari a seconda del fornitore, in generale ritengono che il termine di
consegna delle aziende italiane sia più lungo rispetto a quello delle aziende del Nord Europa. Questo sembra
essere attribuito ad un sistema di controllo delle consegne insufficiente, dovuto alla carenza di personale o
alla cattiva gestione degli inventari o della programmazione degli ordini, con l'eccezione di alcune aziende
leader come Cassina.
Vantaggi
Ragione sociale
Yamashita
Sekkei
Svantaggi
Il mobile italiano ha un’atmosfera unica (la
Se eseguiti in Giappone, in vista dei lunghi
stessa
tempi di consegna la selezione e l'ordine
di
un’auto
italiana)
e
si
sposa
perfettamente con l'atmosfera degli edifici.
devono essere effettuati con anticipo rispetto
Non vi è alcuna concorrenza con gli arredi di
agli arredi tedeschi, ma ciò non influisce sul
altri paesi europei, e dove il design e
progetto o sull'avanzamento del fabbricato.
l'atmosfera
della
Nell’insieme la qualità non dà una cattiva
selezione, la scelta alla fine ricade sul mobile
impressione. Ma la qualità dei prodotti di
italiano.
alcuni
Non ritiene che arredi italiani siano inferiori in
Giappone.
sono
i fattori
primari
fabbricanti
non
è
accettabile
in
quanto a qualità e prezzo rispetto agli arredi di
altri paesi europei.
Kume Sekkei
Poiché nell’insieme la qualità è accettabile in
La quantità di arredi italiani selezionati in
Giappone,
Giappone è inferiore rispetto agli arredi in
non
sussiste
alcun
problema
particolare.
Germania e Nord Europa. Gli agenti nazionali
I designer di arredi si muovono liberamente in
non cercano con assiduità il mobile italiano,
tutta Europa, e pertanto non vi è molta
perciò nell'insieme non è ben conosciuto.
differenza in qualità e design nelle diverse
Famosi fabbricanti come Cassina e B/B danno
aree, ad eccezione degli arredi del Nord
l’impressione di essere costosi, in parte a causa
Europa. Il design edilizio in stile moderno si
dell'apprezzamento dell'Euro.
abbina perfettamente agli arredi. Molti prodotti
I tempi di consegna in Giappone sono più
rispecchiano le filosofie dei designer.
lunghi rispetto a quelli degli arredi in
Gli arredi moderni made in Italy hanno un
Germania e Nord Europa.
design unico.
70
Ragione sociale
Vantaggi
Svantaggi
In Giappone gli arredi italiani vengono
Negli ultimi anni i prodotti di alta qualità
selezionati di frequente. Gli imbottiti con
destinati al Giappone hanno subito un aumento
rivestimento in pelle sono di prima classe
dei
rispetto agli altri paesi europei.
dell’euro.
La qualità e
prezzi
a
In
causa
dell’apprezzamento
Giappone
il
rapporto
la durabilità degli arredi italiani sono superiori
prezzo/qualità è considerato ragionevole. Se
rispetto a quelli spagnoli e francesi.
gli arredi vengono
MHS Planners,
L'Europa può essere suddivisa in due aree
possibile trovare prodotti a miglior prezzo.
scelti localmente, è
Architects
produttive: Europa del sud e Europa del nord.
A causa del sistema di gestione degli ordini,
and Engineers
Gli arredi dell’Europa del sud vantano un
caratterizzato da piccoli lotti di produzione, i
design di prima classe, sia per lo stile moderno
tempi di consegna sono più lunghi rispetto a
che per lo stile classico.
quelli degli arredi del Nord Europa. I tempi
di consegna dei nuovi prodotti possono non
rispettare le scadenze di produzione in quanto
tali prodotti potrebbero non essere incorporati
bene nel programma di produzione esistente.
71
< Fase 3 >
Casi studio
Situazione relativa alla conduzione del settore industriale edile e immobiliare all'estero
La tabella sottostante presenta le imprese di costruzione (contraenti principali), le aziende operanti nei
settori condizionamento d’aria/sanitario/elettrico (subappaltatori), gli studi di progettazione e le società
immobiliari con controllate e filiali/uffici all’estero (incluse alcune filiali che operano come controllate
estere), presenti in Giappone. Le controllate, le filiali, ecc., sono divise in quattro aree, una delle quali
corrisponde all'Europa, in base alla loro posizione. Nella tabella la casella vuota indica che l'assenza di sedi.
Gli studi di progettazione elencati comprendono quelli con sedi estere tra le 20 aziende con i migliori tassi
di vendita del 2007.
L’area in cui sono maggiormente presenti le controllate e le sedi estere delle società giapponesi è l’Asia,
seguita dall’America.
Area
Società
Numero di controllate estere
Europa
41 imprese di costruzione
Asia
America
Numero di filiali e altre sedi estere
Altro
Europa
Asia
America
Altro
15
95
35
4
22
156
22
29
12 subappaltatori
2
50
7
0
4
35
2
4
15 studi di progettazione
1
4
1
0
0
20
1
1
15 società immobiliari
5
17
23
6
0
5
0
0
23
166
66
10
26
216
25
34
(contraenti principali)
Totale per le 83 società nei
4 settori
Numero delle sedi operative estere per settore e società
Area
Numero di controllate estere
Europa
Società
ANDO CORPORATION
Asia
America
Numero di filiali e altre sedi estere
Altro
Europa
6
Asia
America
1
ASANUMA
1
CORPORATION
DAI
Altro
NIPPON
CONSTRUCTION
Daiho Corporation
1
Daito Trust Construction
2
2
1
3
Co., Ltd.
DAIWA
1
3
HOUSE
11
INDUSTRY CO., LTD.
Fujita Corporation
2
2
1
HASEKO Corporation
7
2
9
4
2
Hazama Corporation
1
1
ITOGUMI
CONSTRUCTION
CO.,
1
LTD.
JDC Corp.
KAJIMA
CORPORATION
KITANO
2
6
9
4
3
3
2
7
0
10
3
3
1
3
Area
Società
Numero di controllate estere
Europa
Asia
America
Numero di filiali e altre sedi estere
Altro
Europa
Asia
America
Altro
CONSTRUCTION CORP.
KONOIKE
CONSTRUCTION
CO.,
1
1
2
LTD.
KUMAGAI GUMI CO.,
2
LTD.
MAEDA
CORPORATION
NAKANO
CORPORATION
Nishimatsu
10
1
1
9
5
1
1
Construction
Co., Ltd.
OBAYASHI
4
CORPORATION
5
8
1
8
1
8
OKUMURA
Penta-Ocean Construction
8
Co., Ltd.
4
PENTA-OCEAN
KOGYO
CO.,
SHIMIZU
1
Shinnihon Corporation
1
5
6
Construction Co., Ltd.
CO.,
1
8
1
LTD.
1
9
1
1
3
3
5
3
TEKKEN
CORPORATION
TODA CORPORATION
1
9
2
4
7
3
1
1
3
5
1
1
6
1
2
3
TOKURA
3
1
CORPORATION
Tokyu Construction
1
4
CORPORATION
TOBISHIMA
1
1
Co., Ltd.
TOA CORPORATION
3
1
Takashimaya Space Create
Takenaka Corporation
11
2
Mitsui
TAISEI CORPORATION
2
1
4
CORPORATION
KOGYO
8
4
LTD.
TAIHEI
1
3
DREDGING CO., LTD.
Sumitomo
2
3
CORPORATION
SATO
1
1
3
TOYO CONSTRUCTION
2
7
1
5
Area
Società
Numero di controllate estere
Europa
Asia
America
Numero di filiali e altre sedi estere
Altro
Europa
Asia
America
Altro
CO., LTD.
WAKACHIKU
CONSTRUCTION
CO.,
4
LTD.
ZENITAKA
2
CORPORATION
MIRAI
1
GROUP
1
2
CO.,LTD. bankruptcy
NISSAN
3
RINKAI
CONSTRUCTION
CO.,
2
2
LTD. (fallimento)
Subtotale dei contraenti
principali, delle controllate
15
95
35
4
22
156
22
29
2
2
e delle sedi estere
DAI-DAN Co., Ltd.
Kandenko
Company,
Limited
KINDEN
KOGYO
2
5
Engineering
Co.,
Nippon
Air
3
4
3
CO., LTD.
Sanki
4
6
CORPORATION
KURIHARA
3
2
3
Ltd.
Shin
4
1
8
4
1
5
1
2
5
Technologies Co., Ltd.
SHINRYO
CORPORATION
Sumitomo Densetsu Co.,
Ltd.
Sanyo
Engineering
&
Construction Inc.
Taikisha Ltd.
2
Takasago
Thermal
4
4
2
Engineering Co., Ltd.
Subtotale
19
3
dei
subappaltatori,
delle
controllate e delle sedi
2
50
7
0
4
35
estere
AXS SATOW Inc.
1
Azusa Sekkei Co., Ltd.
1
Hitachi
Architects
&
2
Engineers Co.,Ltd.
Institute
of
New
1
7
2
2
4
Area
Società
Numero di controllate estere
Europa
Asia
America
Numero di filiali e altre sedi estere
Altro
Europa
Asia
America
Altro
Architecture, Inc.
Ishimoto Architectural &
Engineering Firm, Inc.
1
1
Kume Sekkei Co. Ltd.
2
MHS Planners, Architects
1
and Engineers
Mitsubishi Jisho Sekkei
1
Inc.
Nihon Sekkei, Inc.
1
2
Nikken Sekkei Ltd
7
NTT FACILITIES, INC
1
Research
Institute
of
1
1
Architecture
SHIOMI Corporation
2
TOHATA ARCHITECTS
1
& ENGINEERS
Yamashita Sekkei, Inc.
1
Subtotale degli studi di
progettazione,
delle
controllate e delle sedi
1
4
1
0
0
20
estere
COSMOS
INITIA
4
Co.,Ltd.
DAIKYO
1
INCORPORATED
General-kousan
2
Corporation.
Leopalace21 Corporation
MITSUBISHI
ESTATE
CO., LTD.
Mitsui Fudosan Co., Ltd.
Nomura
Real
1
1
1
9
2
2
Estate
Relo Holdings, Inc.
2
Shinoken Group. Co., Ltd.
Starts Corporation, Inc.
Realty
2
1
6
4
&
Tokyo Tatemono Co.,Ltd.
1
1
Tokyu Land Corporation
Urban Corporation
DESIGN
SYSTEM CO.,LTD.
1
2
Development Co.,Ltd.
URBAN
1
1
Holdings, Inc.
Sumitomo
4
1
2
3
7
3
1
1
1
Area
Società
Subtotale
immobiliari,
Numero di controllate estere
Europa
delle
Asia
America
Numero di filiali e altre sedi estere
Altro
Europa
Asia
America
Altro
società
delle
controllate e delle sedi
5
17
23
6
0
5
estere
Con “Europa” s’intendono i paesi occidentali sino alla Russia e alla Turchia.
Con “Asia” si intendono i paesi dall’Iraq a quelli più orientali.
Con “America” si intendono tutti i paesi dell’America settentrionale e meridionale (compreso Guam).
Con “Altro” si intendono i paesi dell’Oceania, del Medio Oriente e dell’Africa.
7
4
0
0
Situazione relativa alla conduzione del settore industriale edile e immobiliare in Europa
Delle 83 società con sedi estere presentate nella tabella precedente, sono riportate di seguito le imprese di
costruzione, i subappaltatori, gli studi di progettazione e le società immobiliari con controllate (comprese
joint venture), filiali e uffici rappresentativi all’estero. Le filiali e gli uffici di rappresentanza comprendono
sedi con studi ingegneristici operanti nel settore edile e dell’ingegneria civile per i quali sono pervenuti degli
ordini. Inoltre, fondamentalmente, la controllata estera è una società il cui 20% delle azioni è di proprietà
della società madre, indipendentemente dalla dimensione (numero di dipendenti, vendite, capitale, ecc.) della
sede.
Area
Società
Controllate estere
Sedi e uffici rappresentativi esteri
Paese sede
Oggetto
Paesi in cui è
Definizione delle
Numero di
della joint
dell’attività delle
presente la
filiali e degli uffici
dipendenti
venture o della
controllate estere
sede
controllata
estera
Olanda
Raccolta
di
Regno Unito
Ufficio europeo
Polonia
Ufficio
00
capitali
Ingegneria civile e
costruzioni
OBAYASHI
CORPORATION
Ungheria
Ingegneria civile e
costruzioni
Ingegneria civile e
costruzioni
Costruzioni
generali
nel
per
le
11
per
le
22
costruzioni
Regno Unito
Design
e
Turchia
ingegneria
Regno Unito
Ufficio
costruzioni
Controllo globale
della controllata
del Regno Unito
KAJIMA
Attività
CORPORATION
immobiliari
nel
Regno Unito
Olanda
Controllo globale
della
controllata
europea
Francia
Attività
immobiliari
in
Francia
SHIMIZU
Regno Unito
Ufficio a Londra
CORPORATION
Polonia
Ufficio in Polonia
Russia
Ufficio a Mosca
7
5
40
121 27
20
Area
Società
Controllate estere
Paese sede
Sedi e uffici rappresentativi esteri
Oggetto
Paesi in cui è
Definizione delle
Numero di
della joint
dell’attività delle
presente la
filiali e degli uffici
dipendenti
venture o della
controllate estere
sede
controllata
estera
Rep. Ceca
Ufficio a Praga
80
Ungheria
Ufficio in Ungheria
20
Bosnia
Ufficio a Sarajevo
10
Germania
Ufficio europeo
21
attività
Russia
Ufficio a Mosca
21
immobiliari
Turchia
Ufficio in Turchia
21
Regno Unito
Filiale
ZENITAKA
CORPORATION
Regno Unito
TAISEI
CORPORATION
Costruzioni
e
(in liquidazione)
Germania
Costruzioni
e
design edilizio
nel
Regno
Unito
26 3
della
controllata tedesca
Belgio
Costruzioni
e
Francia
design edilizio
Olanda
Filiale francese della
12 1
controllata tedesca
Costruzioni
Italia
Filiale italiana della
60
controllata tedesca
Takenaka
Polonia
Corporation
Filiale polacca della
67 10
controllata tedesca
Rep. Ceca
Filiale
ceca
della
197 33
controllata tedesca
Ungheria
Filiale
ungherese
della
controllata
42 7
tedesca
Romania
Filiale rumena della
21
controllata tedesca
TOA
Lussemburgo
Vendite nel ramo
dell’ingegneria
CORPORATION
civile
Nishimatsu
Regno Unito
Ufficio a Londra
61
Turchia
Ufficio a Istanbul
22
Francia
Filiale francese della
Non
controllata del Regno
definito
Construction Co., Ltd.
Hazama
Corporation
Regno Unito
Condizionamento
d’aria
Taikisha Ltd.
e
ingegneria
Unito
sanitaria
Spagna
Condizionamento
Ungheria
Filiale
ungherese
d’aria e ingegneria
della controllata del
sanitaria
Regno Unito
7
6
Non
definito
Area
Controllate estere
Paese sede
Sedi e uffici rappresentativi esteri
Oggetto
Paesi in cui è
Definizione delle
Numero di
della joint
dell’attività delle
presente la
filiali e degli uffici
dipendenti
venture o della
controllate estere
sede
controllata
Società
estera
Romania
Filiale rumena della
Non
controllata del Regno
definito
Unito
Turchia
Filiale
turca
della
controllata del Regno
Unito
Ishimoto
Architectural
&
Engineering Firm,
Italia
Design
Germania
Intermediario
Inc.
Starts Corporation,
Inc.
immobiliare
General-kousan
Italia
Corporation.
Vendita
immobiliare
Vendita
immobiliare
Mitsui
Fudosan
Regno Unito
Co., Ltd.
Locazione
immobiliare
Locazione
immobiliare
MITSUBISHI
ESTATE
LTD.
Regno Unito
CO.,
Attività
immobiliari
nel
Regno Unito
Note: ( ) indica il numero di collaboratori giapponesi.
Lo spazio vuoto indica che non esiste una società in quell’ambito.
7
7
Non
definito
Di seguito sono riportati gli studi di progettazione e le loro sedi estere, i subappaltatori che hanno aperto
delle controllate o delle sedi locali in Europa e le società immobiliari per le quali non vi sono dati relativi
all'attività e nemmeno alla progettazione d’interni (arredamento incluso) in Europa e nel Medio Oriente.
Similmente alle imprese di costruzione, per la maggior parte degli studi di progettazione non vi sono dati
relativi all’attività, alla progettazione d’interni (arredamento incluso), al design, al piazzamento degli ordini,
ecc., per quanto riguarda l’Europa e il Medio Oriente.
Queste le società a cui si fa riferimento per la “Situazione relativa all’attività del settore edilizio e
immobiliare all'estero”.
Settori
Società
AXS SATOW
Sedi
Stato degli ordini relativi all’arredamento
europee
contract piazzati in Europa e Medio Oriente
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente
Azusa Sekkei
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
pregressa
di
progettazione in Europa.
Hitachi
Architects
&
Nessuna
Engineers
Nessun
dato
su
attività
progettazione in Europa e Medio Oriente.
Institute of New Architecture
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente
Kume Sekkei
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente.
MHS Planners, Architects and
15
studi
di
progettazione
Engineers
Mitsubishi Jisho Sekkei
Nessuna
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente.
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente.
Nikken Sekkei
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente.
NTT FACILITIES
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente.
RIA
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente.
SHIOMI
Nessuna
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente.
Tohata
Architects
&
Nessuna
Engineers
Taikisha
Subcontraente
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
progettazione in Europa e Medio Oriente.
Regno
Unito ecc.
Nessun
dato
su
attività
pregressa
di
arredamento d’interni in Europa e Medio
Oriente.
General Development Industry
Italia
Vendita di condomini al grezzo.
Mitsubishi Estate
Regno
È consuetudine che la progettazione degli
Unito
interni degli edifici commerciali sia gestita dal
Società
immobiliare
proprietario.
Mitsui Fudosan
Regno
È consuetudine che la progettazione degli
Unito
interni degli edifici commerciali sia gestita dal
proprietario.
Starts Corporation
Germania
7
8
Effettua solo un servizio di intermediazione con
il proprietario locale.
7
9
Società
Obayashi corporation
Sede principale
15-2, Konan2Chome, Minato-Ku Tokyo
Dati
relativi
all’ingegneria edile
Nonostante la società abbia realizzato delle opere di costruzione in Europa (Regno
Unito, Francia, Olanda, ecc.) nei primi anni '90, nella seconda metà di quel
decennio ha smesso di operare in Europa nell’ambito delle costruzioni e
dell’ingegneria civile. Nel 2008 la società ha ricevuto un’offerta per un’opera di
costruzione, ma l'ha rifiutata.
Nell’ottobre 2008, per la prima volta la società ha realizzato un progetto di
ingegneria civile in Medio Oriente (Dubai), relativo alla metropolitana. La sede
principale della Obayashi Corporation si occupa solamente della supervisione e
della gestione, affidando completamente l’opera di costruzione alla sede locale.
Poiché però il numero dei collaboratori è insufficiente sia nella sede mediorientale,
sia in quella giapponese, la società non ha la possibilità di occuparsi della vendita
dei progetti edili in Medio Oriente e tende a rifiutare ogni eventuale offerta.
Motivi per cui la
società ha creato
delle sedi in Europa
Nonostante la società abbia un “Ufficio europeo” nel Regno Unito, in quella sede
non vi sono dipendenti. L’ufficio non svolge nessuna attività. L’azienda ha anche
una controllata finanziaria in Olanda, che non si occupa di costruzioni, né di
raccolta di informazioni o di vendite.
In Ungheria la società ha fondato tre joint venture con società locali, create
unicamente per la realizzazione della metropolitana. Tali società non svolgono
nessuna attività all’infuori del suddetto progetto di costruzione della metropolitana.
Le joint venture in oggetto saranno sciolte a costruzione ultimata.
Altro
La NAIGAI TECHNOS Co. e la ATELIER G&B Co., Ltd., società di
progettazione e arredamento d’interni del gruppo Obayashi, non dispongono di dati
relativi agli ordini ricevuti né alla realizzazione di progetti in Europa e Medio
Oriente.
Società
TOA CORPORATION
Sede principale
5, Yonbancho, Chiyoda-Ku, Tokyo
Dati
relativi
all’ingegneria edile
Motivi per cui la
società ha creato
delle sedi in Europa
Altro
La società non possiede dati relativi alla progettazione o alla realizzazione di opere
edili in Europa e in Medio Oriente. Dispone solo di dati relativi a opere di
ingegneria civile marittima, compresi gli approdi.
La società possiede una controllata estera (joint venture) in Lussemburgo, che si
occupa di attività di vendita, sulla base degli ordini ricevuti per progetti di
ingegneria civile marittima, e di raccolta dati. La società non si occupa di progetti
edili.
La società possiede un ufficio in Bahrain, a Dubai, negli EAU, che si occupa di
attività di vendita, sulla base degli ordini ricevuti per progetti di ingegneria civile
marittima, e di raccolta dati. La società non si occupa di progetti edili.
8
0
Società
Zenitaka Corporation
Sede principale
2-11, Nishi-honcho 2Chome, Nishi-Ku, Osaka
Dati
relativi
all’ingegneria edile
Motivi per cui la
società ha creato
delle sedi in Europa
La società non possiede dati relativi a progettazione o a realizzazione di opere edili
in Europa e in Medio Oriente. Dispone solamente di dati relativi a un’opera di
ingegneria civile (ponte) sostenuta dall’ODA del governo giapponese.
La società ha un ufficio a Sarajevo, in Bosnia Herzegovina, che si occupa di
raccolta dati per la ricezione degli ordini relativi a progetti di ingegneria civile
sostenuti dall’ODA del governo giapponese, unicamente con collaboratori locali.
Altro
Attualmente la società non intende ricevere ordini dall’Europa e dal Medio Oriente
per progetti edili, e limita la propria attività alla realizzazione di progetti di
ingegneria civile in collaborazione con l’ODA locale. La società è consapevole però
della difficoltà di ricevere ordini per progetti edili sostenuti dall’ODA in quanto una
percentuale elevata degli stessi viene affidata alle maggiori società di costruzioni.
Società
Nishimatsu Construction Co., Ltd.
Sede principale
20-10, Toranomon 1Chome, Minato-Ku, Tokyo
La società non possiede dati relativi a progettazione o a realizzazione di opere edili
in Europa e in Medio Oriente. Vi sono dati relativi ad attività in India e nell’area
orientale.
Dati
relativi
all’ingegneria edile
Motivi per cui la
società ha creato
delle sedi in Europa
Altro
La società possiede un ufficio a Londra nel Regno Unito, in cui i collaboratori si
occupano della raccolta di informazioni per nuovi e successivi progetti di
ingegneria civile (metropolitane, tunnel, ecc.).
La società non intende ricevere ordini relativi alla progettazione di opere edili in
Europa e in Medio Oriente. Gli usi contrattuali e commerciali dei subappaltatori che
commissionano opere edili sono diversi da quelli delle società asiatiche. Vi sono
costi molto elevati per l’assistenza legale da parte di avvocati esperti nel settore
edile, che possano evitare l’insorgere di problemi.
La società intende occuparsi di eventuali attività in ambito edile in Europa e Medio
Oriente unicamente per la costruzione di fabbriche e/o edifici per conto di società
giapponesi operanti nell'area.
8
1
Società
Starts Corporation, Inc.
Sede principale
4-10, Nihonbashi 3Chome, Chuo-ku, Tokyo
Dati
relativi
all’ingegneria edile
Motivi per cui la
società ha creato
delle sedi in Europa
Altro
Non vi sono dati relativi alla progettazione di opere edili, alla costruzione o allo
sviluppo in Europa o Medio Oriente. La società non risulta avere proprietà
immobiliari in Europa.
Ha aperto una sede per essere presente tra gli agenti tedeschi delle aziende
Giapponesi e i proprietari locali di residenze e uffici. Non possiede proprietà e non
punta allo sviluppo, limita la propria attività alla mediazione tra i proprietari locali e
i locatari giapponesi.
Non ha in programma la creazione di una propria sede in Europa. L’intermediazione
avviene attraverso le controllate locali per le società giapponesi, ma
fondamentalmente non si occupa di altri clienti all’infuori delle società giapponesi.
Società
General Development Industry Co., Ltd.
Sede principale
15-20, Chuo 2Chome, Joto-ku, Osaka
Dati
relativi
all’ingegneria edile
Motivi per cui la
società ha creato
delle sedi in Europa
Altro
Ha costruito due condomini destinati alla vendita a Milano, Italia, e ha dato vita a
SIATI s.r.l., controllata locale per le vendite. Gli edifici sono stati venduti al grezzo,
non solo privi di mobili e impianti, ma anche di bagno, sanitari, e cucina.
Durante la costruzione e la vendita di edifici condominiali a Osaka, alcuni
giapponesi residenti in Italia che si occupavano di mediazione e dell’acquisto di
mobili suggerirono la costruzione e la vendita di edifici condominiali; quando la
società decise realizzarli aprì una controllata che si occupasse della vendita degli
edifici costruiti e commissionati dalla società.
Ha costruito edifici condominiali in Italia nell’ottica di una promettente attività
commerciale, vista la possibilità di vendere il terreno, a Milano, con un prezzo
vantaggioso, e considerato che il prezzo dell’edilizia in Italia tendeva a salire. Da
ottobre 2008 gli appartamenti non sono ancora stati venduti. Non vi sono
programmi per la costruzione di un altro edificio residenziale, né per altre attività a
completamento della vendita dei due condomini.
8
2
Società
Mitsui Fudosan Co., Ltd
Sede principale
1-1, Nihonbashi-Muromachi 2-chome, Chuo-ku, Tokyo
Dati
relativi
all’ingegneria edile
Possedeva due edifici a Londra e si occupava di locazione, ma nel 2008 ne ha
venduto uno. Prosegue l’attività di locazione per l’altro edificio, acquistato nel
1989. È uso comune, in Gran Bretagna, che l’immobile destinato alla locazione sia
consegnato al proprietario al grezzo e che le finiture interne siano realizzate dal
locatario. La controllata locale della società non si occupa delle finiture e degli
arredi interni, né della gestione della costruzione.
Motivi per cui la
società ha creato
delle sedi in Europa
Ha creato una controllata locale per svolgere attività di locazione nella città. La sede
si occupa solo della locazione e della gestione degli edifici e non ha quindi
programmi di costruzioni o di sviluppo in Europa; non ha inoltre pianificato
l’acquisto di altri edifici.
Altro
Niente
Società
Mitsubishi Estate Co., Ltd.
Sede principale
6-1, Otemachi 1-chome, Chiyoda-ku, Tokyo
Possiede alcuni edifici a Londra e si occupa di affittanze di uffici e negozi. Non
costruisce dal 2003, anno in cui ha realizzato un edificio, e non ha in programma
altri acquisti. Realizza la parte strutturale dell’edificio e l’affittuario gestisce per
proprio conto le finiture e l’arredo degli interni. Anche nel momento di una nuova
locazione, il contratto stipulato è relativo al bene immobile al grezzo, a motivo
dell’uso britannico, e spetta al locatario commissionare l’arredo degli interni. La
controllata locale della società non si occupa delle finiture e degli arredi interni, né
della gestione della costruzione.
Ha creato una sede nel Regno Unito, ove è possibile supporre l’occupazione delle
società finanziarie europee e delle controllate locali giapponesi. Non ha pianificato
lo sviluppo della propria attività in Europa; attualmente continua ad occuparsi
dell'affitto degli edifici esistenti.
Niente
Dati
relativi
all’ingegneria edile
Motivi per cui la
società ha creato
delle sedi in Europa
Altro
8
3
Oggetto
Contenuto
6-12, Kudan-minami 4chome, Chiyoda-ku, Tokyo
Non possiede nessuna controllata o sede locale nell’area di riferimento.
Motivo per cui è stata scelta quell’area
Ishimoto Architectural & Engineering Firm, Inc.
Sede principale
Europa Centrale,
Europa Orientale,
Balcani e Russia
per l’investimento
Società
Paesi
Mediterraneo
del
Nella seconda metà degli anni ’90 ha vinto il concorso internazionale per la
realizzazione del Politecnico di Milano, Italia. La sede è stata creata perché il
prerequisito per la realizzazione del progetto base e del piano esecutivo era
l’apertura di una controllata in Italia dopo la vittoria. È possibile che, se
l’apertura di una sede locale non fosse stata un prerequisito per la
realizzazione del progetto, la società non avrebbe dato vita alla controllata.
Con o senza joint venture
Nel 1999 ha creato Ishimoto Europe s.r.l. a Milano, Italia. Originariamente la
società aveva lo scopo di gestire il progetto del Politecnico di Milano, per cui
era stato vinto il concorso internazionale. Vi sono alcuni dati relativi a
progetti in Italia e Turchia; la giapponese Ishimoto Architectural &
Engineering Firm, Inc. ha svolto il progetto di base e la Ishimoto Europe si è
occupata del progetto esecutivo.
Aggressività della joint
venture nella selezione dei
fornitori di mobili
Riconosce che il cliente effettua la selezione e l’ordine dei mobili. Sulla base
dei dati in possesso sui progetti degli edifici (università, ospedale e museo),
neanche la controllata italiana ha effettuato una selezione dell’arredo. Ha
fornito al cliente alcuni consigli per la progettazione dell’arredo, ma non si è
occupata della selezione e dell’acquisto dei mobili.
Nel caso in cui l’accordo comprenda la scelta dell’arredamento, la
controllata italiana commissiona la progettazione e la scelta del produttore a
uno studio europeo. Anche in tal caso è il cliente ad effettuare l’ordine.
Forniture e servizi dei
produttori
di
arredo
contract
Non vi sono dati relativi alla progettazione, alla scelta e agli ordini nè per
mobili contract, nè per quelli standard. Nel caso dell’Ospedale di Circolo e
Fondazione Macchi di Varese, in Lombardia, ultimato nel 2007, i letti sono
stati scelti dai medici, mentre altri mobili sono stati scelti e ordinati dal
cliente.
Dati sugli acquisti da
produttori “internazionali”
e budget medio
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini ricevuti. In Europa di
norma la progettazione, la costruzione, l’arredo, ecc., sono commissionati
separatamente, di conseguenza Ishimoto A & E e Ishimoto Europe non si
sono occupati della scelta e del piazzamento degli ordini.
Criteri
di
selezione
dell’arredamento contract
Procedura per la scelta del
produttore di arredamento
contract
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Qualora il contratto di progettazione includa una scelta autonoma
dell’arredamento, la società sceglie uno studio di progettazione con cui vi sia
una relazione commerciale oppure che sia indicato dal cliente. La persona
incaricata della progettazione all’interno della controllata italiana sceglie uno
studio italiano o europeo che possa realizzare il progetto, e riceve poi
l’approvazione dal cliente. Il lavoro è svolto in collaborazione con la parte
che si occupa del progetto edile e con chi si occupa del progetto di design.
Lo studio di progettazione presenta al cliente varie proposte di progetto e
8
4
Oggetto
Termine contrattuale dopo
la scelta
Termine di consegna dopo
la scelta definitiva dei
mobili
Garanzia
dei
requisiti
dell’arredamento contract
Verifica
dei
mobili
contract
Caratterist Prezzo
iche che Stile
possono
influire
sulla
Design
scelta del
prodotto
Influsso sugli orientamenti
da parte dell'architetto
Contenuto
possibili produttori. Ishimoto Europe si limita a fornire al cliente alcuni
consigli sullo stile dal punto di vista del concetto di fondo del progetto edile.
Mentre lo studio di progettazione si occupa del progetto, della scelta del
produttore e della definizione delle condizioni commerciali, il cliente è
responsabile dell'effettuazione degli ordini. Quindi, qualora commissioni a
sua volta il lavoro a uno studio di progettazione, non effettua gli ordini
autonomamente.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini. Se il cliente non ha
richieste particolari, le condizioni di garanzia sia per i mobili contract che
per quelli standard sono quelle determinate dal produttore dei mobili
(normalmente un anno) e dall’acquisizione del marchio CE previsto dalla
UE.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Qualora la persona incaricata del progetto per la Ishimoto Europe realizzi
autonomamente il progetto esecutivo, illustra allo studio di progettazione
subappaltato il concetto alla base del progetto, stile incluso. È evidente la
possibilità che tale spiegazione influisca sulla scelta del subcontraente per
quanto riguarda lo stile dell'arredamento e l'area di produzione. Lo stesso
accade in una joint venture che si avvale di uno studio di progettazione o di
un progettista esterni: la persona incaricata della progettazione per la
Ishimoto Europe influisce fortemente sullo studio di progettazione esterno.
La rilevanza di tale influsso dipende dagli equilibri e dalle relazioni di
potere, ma la Ishimoto Europe solitamente gestisce il progetto, rivelando
quindi una forte incidenza.
8
5
Oggetto
Contenuto
Yamashita Sekkei, Inc.
Sede principale
6-1, Nihonbashi-Koamicho, Chuo-ku, Tokyo
La società non ha controllate, uffici di rappresentanza, filiali, ecc. in Europa.
I progetti esteri gestiti sono per gran parte in collaborazione con l’ODA o
con l’ambasciata giapponese. Realizza per proprio conto solo un numero
esiguo di progetti. Sono presenti dati su un progetto di design relativo anche
all’arredamento in Medio Oriente. Si trattava di un museo in Giordania,
progetto sostenuto dall’ODA giapponese, per il quale ha vinto la gara
d’appalto.
Motivo per cui è stata
scelta quell’area per
l’investimento
Società
Europa
Centrale,
Europa
Orientale,
Balcani, Russia
e Mediterraneo
Con o senza joint venture
Aggressività della joint
venture nella selezione dei
fornitori di mobili
Forniture e servizi dei
produttori
di
arredo
contract
Dati sugli acquisti da
produttori “internazionali”
e budget medio
Criteri
di
selezione
dell’arredamento contract
Procedura per la scelta del
produttore di arredamento
contract
La società non ha controllate, uffici di rappresentanza, filiali, ecc. in Europa.
Non apre sedi in Europa perché non le risulta favorevole, considerando che i
suoi maggiori clienti sono società giapponesi e che non le vengono
commissionati progetti.
Non vi sono dati relativi alla progettazione di edifici in Europa. Nonostante i
dati pervenuti rivelino vari progetti edili in Medio Oriente, nell'ultimo
decennio (dal 1998) ne risulta solo uno, relativo alla realizzazione di un
museo in Giordania.
Sulla base delle specifiche progettuali per l’arredamento d’interni realizzato
autonomamente, l’appaltatore della costruzione incaricato dell’arredamento
d’interni (il committente è il cliente) si occupa della scelta del produttore,
della determinazione dei prezzi e del piazzamento dell’ordine (manifattura).
Dopo la scelta del produttore di mobili non interviene più nel processo.
All’interno del progetto si è occupata della progettazione e dell'arredamento
degli interni, e ha realizzato un progetto specifico di arredamento
comprendente anche la vetrina espositiva. L’arredo comprendeva vetrine
espositive, sedie per i visitatori, ecc. Nelle specifiche per il progetto di
arredamento rientravano anche lo stile e il design e, in particolare, il progetto
per le vetrine espositive teneva conto anche del grado di tenuta dell’aria.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
La sezione internazionale di progettazione si occupa di progetti specifici,
compresi l’arredamento e la progettazione di interni. Non si occupa di
scegliere i produttori di mobili e l’area di produzione. Qualora si occupasse
anche della gestione del progetto, tratterebbe anche la scelta dei mobili
effettivi. In Giappone, non conoscendo a fondo, da questo punto di vista, le
caratteristiche dell’Europa e del Medio Oriente, non si occupa della gestione
dei progetti.
Termine contrattuale dopo
la scelta
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Termine di consegna dopo
la scelta definitiva dei
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
8
6
Oggetto
mobili
Garanzia
dei
requisiti
dell’arredamento contract
Verifica
dei
mobili
contract
Caratterist Prezzo
iche che Stile
possono
influire
sulla
Design
scelta del
prodotto
Influsso sugli orientamenti
da parte dell'architetto
Contenuto
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
Non definito in quanto mancano dati sugli ordini.
8
7
Voce
Contenuto
Ragione sociale
Takenaka Corporation
Sede principale
1-13, Hommachi 4-chome, Chuo-ku, Osaka
Motivo per cui sono state scelte queste aree d’investimento
La società ha filiali in Repubblica Ceca (Praga), Polonia (Wroclaw), Ungheria
(Budapest) e Romania (Bucarest).
In considerazione dell’aumento degli stabilimenti di aziende giapponesi, ha reso
la sua società controllata locale e le sue filiali basi permanenti per la costruzione
di edifici, principalmente di aziende giapponesi, per la ricezione di ordini e
Europa
Europa
centrale,
dell’est
e
Balcani
costruzioni future. In questi paesi vi sono solo alcune società edili leader,
pertanto è più facile subappaltare parte dei lavori edilizi connessi alla
costruzione di stabilimenti per aziende giapponesi che hanno appena lanciato la
loro attività in quest'area. Lo staff impiegato, responsabile della tecnologia
edilizia e della progettazione, è stato preparato per eseguire opere edilizie attuali
e future.
Il numero di lavoratori impiegati nelle sedi è di circa 200, ma di tanto in tanto
essi si trasferiscono da una sede europea all'altra per partecipare a progetti che
richiedono la loro presenza.
Russia
Nessuna sede.
La società ha una filiale della società controllata tedesca in Italia (Milano).
Le basi europee (Italia, GB e Francia) rappresentano delle sedi operative per la
manutenzione degli edifici costruiti e per la raccolta di informazioni legate alla
Mediterraneo
costruzione (su edifici nuovi o aggiuntivi) di aziende giapponesi. In futuro, alla
ricezione di un ordine per un progetto edilizio di una società giapponese invierà
dei progettisti in rappresentanza dalla sua società controllata tedesca.
La società ha stabilito sussidiarie al 100% in Germania, Paesi Bassi e Belgio.
Inoltre ha aperto delle filiali della società controllata tedesca in Italia, Polonia,
Con o senza joint venture
Repubblica Ceca, Ungheria e Romania.
Lo staff delle tre sussidiarie, incluse le filiali, si occupa della progettazione e
dell’edilizia avvalendosi delle proprie competenze.
In pratica la società non riceve alcun ordine edilizio che includa gli arredi
mobili, ad eccezione degli arredi fissi previsti dal progetto. La selezione e la
disposizione sono condotte dal cliente.
La maggior parte degli incarichi progettuali ed edilizi approvati in Europa sono
riconducibili
Aggressività nella selezione
dei fornitori di arredi da
parte della joint venture
alla
costruzione
di
stabilimenti
di
aziende
giapponesi.
L’attrezzatura, gli infissi e gli arredi vengono selezionati da catalogo tra i
prodotti pronti e poi ordinati dai clienti con l'obiettivo di ridurre i costi. Per
maggiore convenienza, introduce fabbricanti di mobili e cataloghi come parte
del servizio clienti.
Nel caso in cui alla società pervenga un ordine inclusivo di attrezzatura, infissi e
arredi, da parte di un importante cliente locale che non può essere rifiutato,
effettua la progettazione e l’ordine di arredi per il contract autonomamente.
Anche in questo caso è limitata alla reception all’entrata dello stabilimento e
così via.
Forniture
e
servizio
del
Gli arredi per il contract utilizzati negli stabilimenti delle aziende giapponesi
fabbricante di mobili per il
comprendono un banco all'entrata e vetrine per l’esposizione dei prodotti negli
contract
uffici. Nessun altro utilizzo di arredi per contract è stato rilevato in altri luoghi
8
8
Voce
Contenuto
oltre all'entrata. A causa del costo dell’installazione delle aziende giapponesi
Acquisti
da
“internazionali”
fabbricanti
e
budget
medio
Standard di selezione degli
arredi per il contract
Procedura di selezione del
fabbricante di mobili per il
contract
in Europa. Non risulta che la società abbia effettuato ordini ed installato arredi
(mobili) per il contract di qualità elevata.
Non risulta che la società abbia effettuato ordini o acquisti da fabbricanti di
mobili “internazionali” in Europa e America.
Acquista un banco per la reception all’entrata e vetrine per l'esposizione dei
prodotti da una carpenteria situata nel paese in cui lo stabilimento è costruito.
Non ordina mai da carpenterie straniere. Effettua una selezione tra le carpenterie
locali più inclini ad effettuare riparazioni poiché prevede che tali arredi saranno
utilizzati per lungo tempo. L’azienda preferisce acquistare il banco per la
reception da una carpenteria, e non da fabbricanti di mobili.
Gli arredi per il contract ordinati in Europa sono costituiti principalmente da
banchi per la reception all’entrata e vetrine per l’esposizione dei prodotti degli
stabilimenti giapponesi. In considerazione del prerequisito di riduzione dei costi
nella costruzione dello stabilimento, e una volta appurato che il banco per la
reception progettato possa essere realizzato, la società seleziona un appaltatore
che possa soddisfare le specifiche e i costi tra le carpenterie del relativo paese.
Lo staff addetto alla progettazione dei banchi per la reception all'entrata e delle
vetrine per l'esposizione dei prodotti si trova nell'ufficio progettazione della
società controllata tedesca, Takenaka Europe GmbH (Düsseldorf), e nelle sue
filiali in Polonia (Wroclaw) e Repubblica Ceca (Praga). Per quanto riguarda i
progetti in altri paesi, il compito della progettazione spetta ai designer in
Germania, Polonia e Repubblica Ceca.
Dopo che la filiale del relativo paese riceve l’approvazione per il banco della
reception all’entrata e le vetrine per l’esposizione dei prodotti da posizionarsi
all’entrata degli uffici della ditta cliente, essi vengono ordinati presso una
carpenteria locale. La società non ha registrato progettazioni dettagliate e ordini
di arredi per il contract.
Nei paesi dell’est europeo trascorrono in media due settimane prima che un
appaltatore venga scelto per la fornitura del banco per la reception e delle
Termine
contrattuale
vetrine per l’esposizione dei prodotti negli uffici dello stabilimento e venga
conseguente alla presa di
sottoscritto un ordine in maniera formale.
decisione
Anche nell'Europa dell’ovest (GB, Francia e Italia) trascorrono due settimane, e
generalmente il contratto viene eseguito entro le tre settimane. La società non
effettua ordini di arredi per il contract come scrivanie, sedute, ecc.
Termine
di
consegna
conseguente alla conferma
degli arredi
La consegna del banco della reception avviene in quattro/cinque settimane, a
seconda del design, dei materiali, ecc. La consegna delle vetrine per
l’esposizione dei prodotti avviene in tre/quattro settimane, cioè una o due
settimane prima.
Quando la società ordina un banco per la reception all'entrata e vetrine per
Garanzia degli arredi per il
contract
l'esposizione dei prodotti, la garanzia è di due anni, come stabilito da Takenaka
Corporation Group. Non è coinvolta direttamente in alcun servizio di
riparazione dopo la scadenza della garanzia. Per tutti i prodotti chimici, in legno,
ecc., ai contraenti viene richiesta la marcatura CE.
Verifica degli arredi per il
Alcuni dipendenti delle filiali della società controllata tedesca verificano il
8
9
Voce
contract
Contenuto
design, la dimensione, i materiali, ecc., del banco per la reception e delle vetrine
per l'esposizione dei prodotti. In quanto alla marcatura CE, la società esige la
relativa certificazione.
Poiché il budget per il banco della reception all’entrata e le vetrine per
Prezzo
l'esposizione dei prodotti è limitato, la selezione dei possibili contraenti è
Caratteristi
influenzata fortemente dai prezzi presentati.
che
Poiché l’entrata dello stabilimento deve essere moderna, la società progetta ed
del
prodotto
Stile
che
effettua l’ordine del banco per la reception e delle vetrine per l'esposizione dei
prodotti dando priorità ad un look moderno. Non concede alla carpenteria piena
influenzan
libertà nella decisione dello stile ed altro.
o
Il design degli arredi per il contract (un banco per la reception e vetrine per
la
decisione
Design
l’esibizione dei prodotti) da posizionarsi all’entrata dello stabilimento non
influisce sulla selezione della carpenteria in quanto esso è già stato studiato e
specificato.
Per numerosi stabilimenti in Europa, Takenaka Europe riceve ordini progettuali
ed edilizi. Nella costruzione di stabilimenti e uffici dà priorità a costo e funzione
rispetto al design, e pertanto l’effetto dell'apparenza dell’edificio è minimo. Al
Influenza dell’orientamento
momento della progettazione, il design del banco per la reception e delle vetrine
dell’architetto
per l’esibizione dei prodotti viene adattato al budget e alle finiture interne
dell’entrata. In molti casi vengono selezionati prodotti pronti che rispecchiano il
design desiderato, e in alcuni casi avviene la progettazione ed il posizionamento
degli arredi per il contract sopra menzionati.
9
0
Voce
Contenuto
Kajima Corporation
Sede principale
3-1, Motoakasaka 1-chome, Minato-ku, Tokyo
d’investimento
La società ha filiali della società controllata olandese (posseduta al 100% da
Motivo
Ragione sociale
Kajima Corporation) in Repubblica Ceca e Polonia. Ha lanciato la sua attività in
entrambi i paesi dopo il 2003. Grazie al basso costo dei terreni e del personale e
per
ai sistemi legislativi simili a quelli dell'Europa dell'ovest, ha aperto sedi in
cui
Europa centrale ed
Europa dell'est con il lancio di aziende giapponesi in questa regione. Lo staff
Europa dell’est
locale viene inviato dal Regno Unito e dai Paesi Bassi. Lo staff di entrambe le
sono
filiali è formato principalmente da capocantieri, ma anche da personale
responsabile della manutenzione degli stabilimenti esistenti e da personale
state
addetto alle vendite, alla raccolta di informazioni per la costruzione di ulteriori
stabilimenti e così via.
scelte
Ha aperto una sede base per le vendite in Turchia (Istanbul) come punto di
controllo e punto vendita della corporazione estera. Questa sede si occupa
queste
Mediterraneo
principalmente della ricezione di commissioni per progetti edili aggiuntivi di
stabilimenti e magazzini giapponesi da essa costruiti in passato. Non riceve
aree
alcuna commissione per progetti edili da parte di aziende locali.
Balcani e Russia
Nessuna sede.
La società ha sussidiarie locali responsabili per la costruzione e la progettazione
nel Regno Unito, ed ha sussidiarie con partecipazione al 100% di Kajima
Corporation anche in Francia e nei Paesi Bassi. Ha aperto filiali in Repubblica
Con o senza joint venture
Ceca e Polonia come sedi principali della società controllata olandese. Inoltre ha
la base di vendita della sede principale di Kajima Corporation in Turchia. Non
ha joint venture.
Le sedi nel Mediterraneo e nell'Europa dell’est (ex paesi socialisti) selezionano
un'azienda per lavori di carpenteria e progettazione di arredi fissi solo in via
eccezionale. Nessuna costruzione edilizia è stata realizzata nel Medio Oriente.
Dopo il 2002-2003, in Europa i progetti edilizi, in genere di stabilimenti e
magazzini di aziende giapponesi, sono stati realizzati principalmente nell'Europa
Aggressività nella selezione
dei fornitori di arredi da
parte della joint venture
dell'est (ex paesi socialisti). Non risulta che abbia ricevuto alcun progetto che
preveda la progettazione degli interni e gli arredi.
In Europa, se una società controllata locale o una sede locale riceve degli ordini
per lavori d'interni o altri lavori connessi agli interni, affida questo compito ad
una azienda di design o ad un architetto europei. Secondo la documentazione
sulle attività edilizie in Europa negli ultimi 5-6 anni, l’edificio è stato
consegnato sottoforma di struttura, o dopo che le pareti interne sono state
dipinte; è stata stesa la moquette e sono stati installati i prodotti per
l’illuminazione.
Nell'ambito dei progetti edilizi in Europa, non è stata rilevata alcuna
Forniture
e
servizio
del
fabbricante di mobili per il
contract
progettazione, ordine, fornitura o installazione di mobili d'arredamento. Per
quanto riguarda agli arredi per il contract, ordina solo gli arredi fissi (come le
mensole) degli uffici dello stabilimento da una carpenteria nel relativo paese. La
società chiede al cliente di selezionare e ordinare arredi per le sale di
ricevimento e le sale conferenze che siano già pronti e disponibili in situ.
9
1
Voce
Acquisti
da
“internazionali”
Contenuto
fabbricanti
e
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
budget
medio
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per
Standard di selezione degli
arredi per il contract
contract e arredi mobili. Ha deciso di ordinare arredi fissi da alcune aziende
locali con un buon servizio di riparazione. Tra tali aziende, a prescindere dai
marchi del produttore, ordina arredi fissi dall'azienda che può realizzare il
progetto di base al prezzo più ragionevole.
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per il
contract e arredi mobili. Nel caso pervenga l'ordine di arredi fissi, in molti casi
il processo di selezione avviene come segue:
Procedura di selezione del
fabbricante di mobili per il
contract
Nel caso venga commissionato un progetto edilizio comprensivo degli arredi
fissi in Europa dell'est (ex paesi socialisti), il responsabile delle filiali in
Repubblica Ceca e Polonia crea il progetto di base. La società ordina da alcuni
fabbricanti di mobili locali, e non da fabbricanti di mobili stranieri. Per la scelta
del fabbricante di mobili, richiede la presentazione di vari progetti a fabbricanti
locali, e dopo che il cliente ha selezionato ed approvato il progetto, incarica il
relativo fornitore.
Termine
contrattuale
conseguente alla presa di
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per
contract e arredi mobili.
decisione
Termine
di
consegna
conseguente alla conferma
degli arredi
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per
contract e arredi mobili. Nel caso degli arredi fissi, il termine di consegna è
fissato in base allo stadio della costruzione, e la consegna di ogni pezzo di
arredamento avviene dopo circa un mese.
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per il
contract e di arredi mobili. Gli arredi fissi utilizzati nello stabilimento
Garanzia degli arredi per il
giapponese sono considerati parte dell'edificio, ed è di norma richiedere la
contract
garanzia di un anno, secondo gli standard giapponesi. Per i prodotti chimici, è
richiesta l'aderenza agli standard del relativo paese e la marcatura europea CE o
la certificazione del prodotto.
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per il
Verifica degli arredi per il
contract
contract e di arredi mobili. Per quanto riguarda gli arredi fissi, specifiche quali la
durabilità vengono indicate al momento dell’ordine e la società esige la garanzia
appropriata al momento della sottoscrizione del contratto. Per i prodotti chimici,
richiede il certificato del relativo paese o la marcatura CE.
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per il
Caratteristi
che
del
contract e di arredi mobili. Nei progetti edilizi assegnati da aziende giapponesi,
Prezzo
il costo della costruzione è l’elemento più importante, per cui il prezzo degli
prodotto
arredi è considerato il più importante dei fattori per la selezione del produttore di
che
mobili locale.
influenzan
o
la
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per il
Stile
decisione
contract e di arredi mobili. Per quanto riguarda gli arredi fissi, il cliente
predilige la praticità allo stile, e lo stile non influenza la decisione.
Design
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per il
9
2
Voce
Contenuto
contract e di arredi mobili. Il design degli arredi fissi viene selezionato dagli
schizzi suggeriti dal fabbricante di mobili. Lo stile non influenza la decisione.
Non risulta che la società abbia selezionato o effettuato ordini di arredi per il
contract e di arredi mobili. In Europa centrale e dell'est la società realizza
Influenza dell’orientamento
stabilimenti e magazzini di aziende giapponesi, pertanto la progettazione è
dell’architetto
eseguita dal punto di vista della semplicità e della razionalità, risultando in una
progettazione senza tipicità. Per questa ragione, gli architetti e i designer interni
non hanno alcuna influenza sulla decisione degli arredi fissi.
9
3
Voce
Contenuto
Ragione sociale
SHIMIZU Corporation
Sede principale
2-3, Motoakasaka 1-chome, Minato-ku, Tokyo
Motivo per cui sono state scelte queste aree d’investimento
La società ha aperto uffici rappresentativi della sua filiale internazionale di
Tokyo in Repubblica Ceca (Praga), Polonia (Torun), Ungheria (Budapest) e
Russia (Mosca). Anche questi uffici fungono da base per la costruzione di
stabilimenti giapponesi. Se la società prevede un calo futuro della domanda di
nuove costruzioni, può decidere di ritirarsi dopo la fine del periodo di
manutenzione.
L’ufficio in Repubblica Ceca funge da base per la manutenzione degli
Europa
Europa
centrale,
dell’est
e
Russia
stabilimenti esistenti e per la raccolta di informazioni sulla costruzione di
ulteriori stabilimenti.
Fino all’ottobre 2008, la costruzione di stabilimenti di aziende giapponesi è
cresciuta progressivamente, e circa 100 capocantieri sono stati dislocati
nell'ufficio in Polonia. Con l'aumento progressivo delle costruzioni è diminuito
il numero dei rappresentanti.
Anche l’ufficio in Ungheria funge da base per la manutenzione degli
stabilimenti esistenti. In secondo luogo, funge da base per la raccolta di
informazioni legate alla costruzione di stabilimenti giapponesi.
In Russia, la società non ha prospettive di nuovi progetti edilizi per aziende
giapponesi e intende ritirare tutto lo staff nel futuro prossimo.
La società non ha joint venture o società controllate nelle aree considerate,
inclusa l’Europa dell’est.
Con o senza joint venture
Ha aperto uffici per attività di vendita e per la raccolta di informazioni in
Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria.
La società ha edificato stabilimenti in Europa e Medio Oriente. Tuttavia solo in
pochi casi ha eseguito costruzioni e progettazioni per clienti non giapponesi. La
società e i suoi uffici europei non conducono attività di vendita di progetti che
Aggressività nella selezione
dei fornitori di arredi da
parte della joint venture
includono la selezione degli arredi. La società riconosce che la sezione e
l’ordine degli arredi sono compiti del cliente e dei progettisti d’interni. Pertanto,
se il cliente avanza questa richiesta, si limita a presentare alcune aziende di
arredamento e chiede al cliente di effettuare gli ordini da sé. La società non ha
accettato ordini di arredi per poi ricorrere a fornitori esterni (outsoursing).
La società opera nella stessa maniera anche nell’Asia sud-orientale (come a
Singapore).
Per progetti edilizi condotti in Europa e Medio Oriente non risulta che la società
Forniture
e
servizio
del
fabbricante di mobili per
contract
abbia ricevuto ordini, forniture e installazioni di arredi per il contract o arredi
ordinati. Gli uffici europei fungono da basi per le vendite e non effettuano
progettazioni di edifici, progettazioni d’interni o altri lavori connessi agli interni.
Nel caso in cui venga commissionata una progettazione, essa viene inoltrata alla
sede centrale in Giappone.
Acquisti
da
“internazionali”
fabbricanti
e
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
budget
medio
Standard di selezione degli
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
9
4
Voce
Contenuto
arredi per il contract
Procedura di selezione del
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
fabbricante di mobili per il
contract
Termine
contrattuale
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
conseguente alla presa di
decisione
Termine
di
consegna
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
conseguente alla conferma
degli arredi
Anche nel caso in cui la società ordini mobili pronti, arredi per il contract o
arredi ordinati a sua responsabilità, la garanzia è quella indicata dal fabbricante.
Garanzia degli arredi per il
contract
Vi è la possibilità che l’ordine diretto venga effettuato dall’azienda di design
incaricata ed altri. Rifiuta qualsiasi richiesta di garanzia superiore al termine
fissato dal fabbricante, compreso quello relativo al materiale edilizio. Non ha
mai avuto a che fare con prodotti chimici. Solitamente i prodotti chimici
soddisfano gli standard della relativa regione: Europa, Stati Uniti o Giappone.
Verifica degli arredi per il
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
contract
Caratteristi
Prezzo
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
che
Stile
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
del
prodotto
Non chiaro. Nessun ordine rilevato.
che
influenzan
o
Design
la
decisione
Per quanto riguarda i progetti all’estero, la società si occupa della progettazione
Influenza dell’orientamento
e della costruzione di strutture, pareti interne e pavimentazioni. Non essendo
dell’architetto
coinvolta nella sezione e nell’ordine di arredi per il contract e di arredi ordinati,
non è influenzata dall’architetto ed altri.
9
5
Voce
Contenuto
Ragione sociale
Hazama Corporation
Sede principale
2-5, Toranomon 2chome, Minato-Ku, Tokyo
Motivo per cui sono state scelte
queste aree d’investimento
Europa
centrale,
Europa
dell’est,
Nessuna sede.
Balcani e Russia
Ufficio di Istanbul, Turchia.
L’ufficio è stato aperto nel 1986. In Turchia era già presente uno stabilimento
produttivo di un’azienda giapponese. Questo ufficio è stato istituito per creare,
Mediterraneo
gestire e supervisionare stabilimenti locali di aziende giapponesi. Le attività
dell’ufficio locale includono la supervisione e la gestione, oltre alla gestione
dei subcontraenti. I clienti principali sono aziende giapponesi, quindi
l’obiettivo delle attività di vendita dell’ufficio sono le aziende giapponesi.
Nonostante l’azienda non abbia alcuna joint venture, ha uffici in loco
Con o senza joint venture
(compresa la filiale).
All’estero, come in Europa, l'attività principale consiste nell'ingegneria edile e
Aggressività nella selezione
nella costruzione di strutture. Di regola gli arredi, la progettazione di mobili
dei fornitori di arredi da
d'arredo e il design non sono inclusi negli ordini ricevuti. Nel caso in cui la
parte della joint venture
società riceva un ordine comprendente gli arredi verrà contattata un'azienda di
design locale.
Forniture
e
servizio
del
fabbricante di mobili per il
contract
Acquisti
La società non ha ancora ricevuto ordini di arredi per il contract in Europa e
Medio Oriente. Risultano effettuati dei lavori di design d’interni con mobili
pronti e complementi d'arredo, ma essi sono limitati all'approvazione da parte
del clienti degli arredi scelti da un'azienda locale.
da
“internazionali”
fabbricanti
Non risulta che la società abbia acquistato arredi per il contract da Europa
e
(Nord Europa e Italia) e Stati Uniti.
budget
medio
Nel caso in cui la società effettui la selezione e l’ordine direttamente, dà la
Standard di selezione degli
arredi per il contract
massima priorità al prezzo dopo aver chiesto al cliente la sua opinione e i suoi
requisiti. Nel caso in cui la società effettui la progettazione degli arredi
direttamente, mostra immagini di alcune aziende di design locali e chiede
all'azienda di fornire le specifiche.
Per quanto riguarda i progetti europei (per gran parte in Turchia), l’ufficio di
Procedura di selezione del
fabbricante di mobili per il
contract
Istanbul di Hazama Corporation chiede ad alcuni fornitori di mobili locali di
recarsi all’ufficio e selezionare il fabbricante. L’ufficio ottiene l’approvazione
da parte del cliente dei prodotti selezionati e poi compila il relativo ordine.
Tuttavia, né l’ufficio in Giappone né l'ufficio di Istanbul hanno ricevuto alcun
ordine.
Termine
contrattuale
Sconosciuto. La società non ha alcun record di ordini.
conseguente alla presa di
decisione
Termine
di
consegna
Sconosciuto. La società non ha alcun record di ordini.
conseguente alla conferma
degli arredi
Garanzia degli arredi per il
La società comunica i requisiti del cliente che ha effettuato un ordine al
9
6
Voce
contract
Contenuto
fabbricante, concilia le parti e accetta il termine di garanzia dichiarato dal
fabbricante. Non è responsabile per le riparazioni ed altro dopo la scadenza
della garanzia. I prodotti chimici devono soddisfare i requisiti del cliente e gli
standard del relativo paese come requisito base dell’ordine.
La società (ufficio di Istanbul di Hazama Corporation) si occupa della verifica
Verifica degli arredi per il
al momento dell’installazione degli arredi per il contract. La società può
contract
essere contattata per riparazione per tutta la durata della garanzia, mentre
chiede al fabbricante di inoltrare la certificazione relativa ai prodotti chimici.
La società chiede al fornitore di arredi di selezionare un fabbricante dai prezzi
Caratteristi
che
del
Prezzo
convenienti. Poiché il budget include gli utili della società, uno dei fattori più
importanti nella decisione è la scelta di arredi che permettono alla società di
prodotto
completare il progetto senza superare il budget previsto.
che
La società fornisce delle immagini degli arredi, e dopo che il cliente li ha
influenzan
o
Stile
la
decisione
approvati, la società chiede consigli sullo stile al fornitore di arredi. Lo stile
non è ritenuto così importante se gli arredi rispecchiano l’immagine.
Design
Influenza dell’orientamento
La società chiede al fornitore di arredi di elaborare un progetto basandosi
sull’immagine approvata dal cliente. Il progetto deve rispecchiare l’immagine.
Sconosciuto. La società non ha alcun record di ordini.
dell’architetto
9
7
Oggetto
Contenuto
TAISEI CORPORATION
Sede principale
Europa Centrale,
Europa Orientale,
Balcani
25-1, Nishi-Shinjuku 1-chome, Shinjuku-ku, Tokyo
Non vi sono sedi nell’area di riferimento.
Motivo per cui è stata scelta quell’area
per l’investimento
Società
Ha aperto un ufficio a Mosca. La sede si occupa dell'assistenza per gli
stabilimenti già ultimati, della raccolta di informazioni per nuove costruzioni
e di inviare dati alle società che hanno appena avviato un progetto. Non si
occupa di attività di vendita ai clienti locali.
Russia
Paesi
Mediterraneo
del
Con o senza joint venture
Ha aperto un ufficio a Istanbul, Turchia. L’ufficio si occupa della
costruzione del tunnel ferroviario sottomarino nello Stretto del Bosforo (con
il sostegno dell’ODA). L’ufficio è anche una base per la supervisione della
joint venture nella fase di costruzione, ma non svolge attività di vendita per
progetti di ingegneria civile e di costruzione, e nemmeno di raccolta dati.
L’ufficio di Mosca e quello turco hanno la funzione di sede direzionale e
sede internazionale. Non ha sedi in Europa.
Aggressività della joint
venture nella selezione dei
fornitori di mobili
Non si occupa dell’arredamento (scrivanie, sedie, ecc.) né degli edifici
costruiti in loco, né di quelli costruiti all’estero, quindi fondamentalmente
non riceve ordini né per l'arredamento né per il design. Nel caso in cui riceva
un ordine che comprenda anche la progettazione d’interni in Europa e in
Medio Oriente, lo commissiona a uno studio di progettazione locale.
La sede europea non è autorizzata a scegliere lo studio a cui affidare
l’ordine; se ne occupa la persona incaricata della supervisione dei progetti
appartenente alla sezione di progettazione nella sede principale.
Forniture e servizi dei
produttori
di
arredo
contract
Ha in archivio una commessa relativa anche alla progettazione degli interni
di un hotel in Europa e in Medio Oriente. In quel caso l’ordine comprendeva
anche la progettazione dell’arredo, incluse scrivanie, sedie, ecc. La società si
occupò in prima persona di ordinare il mobilio per l'hotel.
Dati sugli acquisti da
produttori “internazionali”
e budget medio
Criteri
di
selezione
dell’arredamento contract
In quel progetto specifico l’ordine non fu affidato a produttori di rilievo
europei (Italia e Nord Europa) o americani. Fu invece commissionato a un
produttore europeo in grado di realizzare il progetto, e non a una società
nota. I mobili realizzati da produttori famosi sono di norma molto costosi, e
la società non ha considerato vantaggiosa quella soluzione.
In riferimento ai dati riportati sopra, l’ammontare complessivo dell’ordine
per l’arredo contract fu di 20-30 milioni di yen.
Quanto realizzato soddisfaceva le esigenze stilistiche e il gusto del
progettista. Per il progetto in questione i criteri per la scelta del produttore
riguardavano la capacità di soddisfare i gusti del progettista e il
mantenimento del livello qualitativo dell’arredamento richiesto dal progetto.
Il designer d’interni a cui fu commissionato il lavoro era europeo, il che
facilitava la scelta, da parte sua, di un produttore che meglio rispondesse alle
esigenze e ai gusti del cliente, rispetto a quanto poteva fare l’impresa di
costruzioni giapponese. Su queste basi la società giapponese stabilì che il
lavoro poteva essere affidato a qualsiasi produttore ritenuto appropriato dal
9
8
Oggetto
Contenuto
Procedura per la scelta del
produttore di arredamento
contract
Termine contrattuale dopo
la scelta
Termine di consegna dopo
la scelta definitiva dei
mobili
Garanzia
dei
requisiti
dell’arredamento contract
Verifica
contract
Caratterist
iche che
possono
influire
dei
Prezzo
Stile
mobili
designer sia per le caratteristiche del progetto che per il livello qualitativo, e
approvato dal cliente. Nel caso specifico non furono adottati i progetti
proposti dal produttore di mobili.
La società, nella sede locale, non può realizzare direttamente il design
d’interni, quindi la scelta dello studio di progettazione europeo fu affidata
alla sede direttiva internazionale. Lo studio di progettazione (designer)
incaricato realizzò i mobili, occupandosi anche dell'aspetto stilistico. Inoltre
fornì un elenco di possibili produttori di mobili tra i quali fu effettuata la
scelta. Il produttore a cui fu commissionato l’ordine fu scelto tramite una
gara d’appalto in cui venivano presentate ai possibili contraenti i criteri da
soddisfare ai fini della scelta.
È presente un solo caso di ordini ricevuti dall’Europa. In caso di ricezione di
nuovi ordini dall’Europa e dal Medio Oriente non ha ancora stabilito se
adottare gli stessi criteri di scelta oppure no.
Il contratto fu vinto tramite una gara d’appalto. Fu necessario un mese per
scegliere il vincitore e rendere esecutivo il contratto. Il vincitore fu scelto
con una gara d’appalto tra le società che, sulla base del progetto presentato
dal designer, e delle specifiche richieste, risultavano soddisfare i criteri di
selezione (soddisfacimento dei criteri stilistici e qualitativi).
L’arredo contract fu ordinato a diversi produttori, a seconda del tipo di
mobili. Il termine medio di consegna era di 6-8 mesi. Dipendeva inoltre dalla
tipologia di mobile e dalla quantità richiesta.
Per quanto riguarda il progetto dell’hotel in Europa e in Medio Oriente, il
cliente, il progettista e la società non avevano posto condizioni specifiche
per l’uso di sostanze chimiche , in quanto all'epoca non vi erano restrizioni.
Attualmente la società ha stabilito delle norme interne per l'utilizzo di
materiali di costruzione contenenti particolari sostanze chimiche, anche per i
progetti relativi all'estero, ma non per quanto riguarda quelle utilizzate per i
mobili, che la società non considera materiali di costruzione. Una delle
condizioni per i progetti in Europa è l’acquisizione del marchio CE.
Per il progetto in questione il cliente aveva richiesto come termine di
garanzia per la qualità il periodo di un anno. Qualora il cliente non lo
specifichi, la società presenta al cliente il termine di garanzia standard.
La società commissionò gli ordini ai produttori che soddisfacevano
ampiamente i parametri, considerato che il termine di garanzia di un anno
era un requisito di qualità per la singola fornitura. Il termine di garanzia di
un anno e la garanzia di qualità furono stabilite richiedendo al produttore che
riceveva l'ordine di rispettare le specifiche.
La società stabilì che lo studio di progettazione a cui era stato
commissionato il progetto rispettasse e facesse rispettare qualsiasi garanzia
richiesta dal cliente e le limitazioni previste per l’uso di sostanze chimiche.
Oltre all’aspetto stilistico è importante che l’ordine sia rispettato sia per
quanto riguarda la quantità di pezzi, sia per i costi e per i tempi di consegna.
Per il progetto in questione il designer esterno si occupò del progetto e
dell’aspetto stilistico. Fu data importanza alla realizzazione del progetto e ai
9
9
Oggetto
sulla
scelta del
prodotto
Design
Influsso sugli orientamenti
da parte dell'architetto
Contenuto
gusti del progettista. Per la società, in un progetto quale la costruzione di un
hotel, che comprendesse anche la progettazione dell’arredo, era molto
importante, ai fini della scelta del produttore di mobili, che questi fosse in
grado di soddisfare le esigenze stilistiche dell’architetto o del designer
d’interni. In particolare, nel caso sia richiesto un arredamento non in stile
moderno, tale aspetto influisce ancor più sulla scelta del produttore e
dell’area di produzione.
Nel progetto specifico, la società affidò il progetto sulla base di una bozza
del designer d’interni. In via generale, il design è ritenuto tanto importante
quanto lo stile. Per progetti futuri è possibile che venga richiesto al
produttore di mobili di presentare delle proposte di progetto.
L’arredo, compreso quello di realizzazione standard, è una sorta di elemento
decorativo, il che influisce fortemente sulla percezione dello spazio.
Soprattutto nel caso di mobili di stile non moderno, la loro progettazione è
condizionata in modo determinante dall’idea dell’architetto. La società affida
quindi il lavoro al designer sulla base di tali criteri.
1
0
0
< Fase 4 >
Suggeriment i
Suggerimenti
1
Otto basi di tre società sono state selezionate come potenziali clienti da contattare da parte delle
società di progettazione e delle imprese edili giapponesi con conduzione d’affari all’estero. Tuttavia,
non operando, fondamentalmente, né selezioni né piazzamenti d’ordini di complementi d’arredo in
maniera autonoma, esse non conducono attività di vendita e dunque non possiedono l’autorizzazione
a piazzare ordini.
2
Ospitare una fiera riunendo società del settore tra loro connesse non è un’azione molto utile a livello
di familiarizzazione e di pubblicità a causa dei costi elevati e di un numero insufficiente di esperti
progettisti. Inoltre la spedizione dei cataloghi e il proporsi alle singole aziende non è conveniente, in
quanto esse non operano né selezioni né piazzamenti d’ordini in maniera autonoma.
3
Sembra invece essere una mossa efficace quella di presentarsi e approcciare le persone locali
incaricate della preparazione alla costruzione (clienti) di società giapponesi, le quali sono in possesso
di ogni programma di costruzione ex novo o di ampliamento, e così via. Ciò è preferibile, in quanto la
società di costruzioni non viene di fatto coinvolta nelle azioni di selezione e piazzamento degli ordini
del cliente per l’acquisto di complementi d’arredo e relativa installazione.
Soltanto poche società possono presentare e vendere complementi d’arredo italiani alle società controllate
locali giapponesi e alle basi europee per progetti gestiti da società di progettazione, di costruzioni e
immobiliari giapponesi in Europa (specialmente nei paesi est-europei, un tempo socialisti) e nel Medio
Oriente. Essendo questa la premessa, le società controllate e le basi estere di cui sopra non hanno una
rilevante capacità di condizionamento per quanto riguarda le selezioni, le decisioni e il piazzamento d’ordini
di complementi d’arredo. Tra di esse la Takenaka Corporation, la Kajima Corporation, e la Ishimoto
Architectural & Engineering Firm, Inc. (tre società controllate locali) sembrano promettenti sotto questo
aspetto, poiché dispongono di persone incaricate della progettazione che vengono assegnate alle loro basi
europee, dove possono occuparsi della selezione dei complementi d’arredo in loco.
I nomi e gli indirizzi di queste 3 società e delle loro filiali ed uffici nell’Est europeo sono riportati in tabella:
Nomi delle s. controllate
Nomi delle s. controllate
giapponesi
Ishimoto Architectural &
Engineering Firm, Inc.
e delle basi europee
Takenaka Corporation
Kajima Corporation
Indirizzi
Ishimoto Europe s.r.l
Via Giuseppe Parini 2 20121 Milano, Italia
Takenaka Europe GmbH
Oststrasse 10, D-40211, Düsseldorf, Germania
Filiale ceca
Kladenska 68, CZ-160 00 Prague 6, Rep. Ceca
Filiale ungherese
Varmegye utca 3-5, 1052-Budapest, Ungheria
Filiale polacca
A Armii Krajowej 61, 50-541 Wroclaw, Polonia
Kajima Europe B.V.
Binderji 7R, 1185 ZH Amsterdam, Olanda
Filiale polacca
Jerozolimskie 65/79, 00-697 Warsaw, Polonia
Filiale ceca
Vinohradska 151/2828, Prague 3, Rep. Ceca
In Europa pare non sia fattibile invitare i progettisti della reparto di progettazione edilizia e il reparto
progettazione di società di progettazione edile e di società di costruzioni, nonché di società di progettazione,
alle fiere del mobile o alle presentazioni di nuovi prodotti organizzate dalle ambasciate di vari paesi, così
come avviene in Giappone. Non è pratico, infatti, invitare gli imprenditori presso le ambasciate e le legazioni
in Europa dell’Est (paesi ex-socialisti), poiché le spese di viaggio sono elevate, i trasferimenti prendono
molto tempo, e le basi europee dispongono di un esiguo numero di esperti progettisti. Inoltre, se i cataloghi
101
vengono spediti o i prodotti presentatati alle opportune società in modalità separata, esiste una minima
possibilità che queste optino positivamente per e ordinino complementi d’arredo in autonomia, dato che le
società controllate locali si occupano principalmente della progettazione della costruzione delle strutture
edili per le motivazioni sopra addotte.
Dal 2000 le società di costruzioni giapponesi hanno istituito le loro società controllate locali e i loro uffici
per la gestione di cantieri edili allo scopo di occuparsi della costruzione degli stabilimenti di quelle società
giapponesi che hanno intrapreso affari nell’Est europeo (paesi ex-socialisti). I produttori giapponesi hanno
costruito i loro stabilimenti, magazzini e laboratori in Europa occidentale (Germania, GB, e Francia) fino
agli anni ‘70-’80; dopodichè si sono spostati in Europa orientale, attirati dalla convenienza dei prezzi
d’acquisto dei terreni e dai costi inferiori del personale, nonché dal miglioramento delle leggi e delle
infrastrutture. Come conseguenza vi sono 215 società (dalla fine del 2007) che conducono affari in 4 paesi
dell’Europa orientale (Rep. Ceca, Polonia, Ungheria, e Slovacchia). Soprattutto va detto che il numero dei
produttori giapponesi che gestiscono affari in Rep. Ceca e in Polonia è arrivato rispettivamente a 84 e a 70.
In special modo è aumentato di molto il numero degli stabilimenti giapponesi in Polonia, e a quanto risulta
dallo studio effettuato da un certo gruppo bancario, dopo il 210, il volume di affari condotto dalle società
giapponesi in questo paese diventerà il maggiore tra i 4 summenzionati dell’Est Europa.
Come già detto, non ricevere alcun ordine relativo alla selezione di complementi d’arredo è una regola
generale, dunque non pare sia utile, ai fini della vendita, proporre e pubblicizzare mobili alle società di
costruzioni giapponesi in questi paesi. Sembra essere più opportuno, invece, proporre e pubblicizzare i
mobili ai clienti giapponesi che hanno in programma di costruire ex novo o di implementare i propri
stabilimenti. Inoltre potrebbe essere altrettanto opportuno vendere ai clienti (società giapponesi/persone
locali incaricate della costruzione dello stabilimento) che in effetti si occupano della selezione e
dell’ordinazione degli arredi parallelamente al discorso della costruzione edilizia. Sebbene le società edili
forniscano in modo parziale dei consigli o delle consulenze, è il cliente locale a selezionare e ordinare i
prodotti.
Le informazioni circa la costruzione programmata di stabilimenti nelle aree appropriate da parte di società
giapponesi e la ricezione degli ordini da parte delle società di costruzioni giapponesi si possono trovare su
Internet e su giornali come Nihon Keizai Shimbun, The Nikkan Kogyo Shimbun, Fuji Sankei Business I. Per
quanto riguarda le azioni concrete, è preferibile entrare in contatto con chi di dovere e presentarsi dopo
l’avvio dei lavori di costruzione
La ricerca sull’approccio verso le società di progettazione europee, argomento non incluso tra quelli
affrontati in questo studio, si può considerare come un aspetto già trattato da alcune organizzazioni
presenti nelle aree produttive e da produttori di arredo europeo. Esiste un’ampia possibilità che le società di
progettazione europee ricevano ordini per opere di arredamento d’interni da parte di società presenti sul
territorio europeo, compresi i clienti e le società di costruzioni giapponesi.
Se si vuole far sì che i complementi d’arredo italiani vengano adottati nei progetti di costruzione giapponesi,
sembrerebbe importante studiare l’approccio alle società di progettazione europee.
102