Progetto ROMANIA brochurehot! - Area Solidarietà Alitalia onlus

Commenti

Transcript

Progetto ROMANIA brochurehot! - Area Solidarietà Alitalia onlus
PIATRA NEAMT
Situata sui terrazzi della riva sinistra del
fiume di Bistrata,nei Carpazi orientali, e
circondata da foreste e colline.
Piatra Neamt, (125.000 abitanti) è una
città della Romania orientale,capoluogo
del distretto di Neamt,non lontano dal
confine con la Moldavia.è oggi non
soltanto un punto d'incrocio degli
itinerari touristici, ma anche una
destinazione importante di per se, con
molti monumenti interessanti.
Le vestigia del periodo glorioso di
Stefano il Grande, le tracce di tanti
grandi figure della cultura rumena,
una natura generosa, incantano
qualsiasi ospite di questa città.
Il progetto Romania nasce nell’aprile del 2003, quando Antonio
Bertaccini (vice presidente dell’Area Solidarietà) si reca a Piatra Neamt
per incontrare Padre Schiman Constantin.
Oltre a mostrarci il terreno dove ha intenzione di costruire, con il
nostro aiuto, un centro di accoglienza per bambini orfani o abbandonati,
Padre Constantin ci segnala il caso di Alexandra Doroftei, una bambina
rumena di 16 anni che da 8 vive su una sedia a rotelle. Antonio viene
poi accompagnato in un centro per bambini orfani, dove, dopo aver
consegnato alcuni giochi donati dall’Area Solidarieta’, riceve dal
direttore sig, Pantiru Vasile una lista di medicinali di cui il centro ha
bisogno.
Successivamente inviamo le medicine al centro di orfani di Piatra
Neamt, e il 24 luglio 2003 riusciamo a portare Alexandra in Italia, e a
farla operare con successo a Piacenza.
Il 26 settembre 2003 torniamo a Piatra Neamt per il sopralluogo sul
terreno messo a disposizione da Padre Constantin. Approfittiamo
dell’occasione per portare dei medicinali, degli indumenti e dei giocattoli
al centro di accoglienza orfani, e per andare a trovare la nostra amica
Alexandra. Organizziamo anche una partita di calcio amichevole contro
una rappresentativa locale.
Nel luglio 2004 hanno finalmente inizio i lavori per la costruzione del
nostro centro,il costo previsto è di 50.000 euro (che poi diventeranno
54.000). Durante tutta la fase della costruzione del centro Padre
Constantin ci ha inviato foto relative allo svolgimento dei lavori.
Il giorno 10 Maggio 2007 ci siamo nuovamente recati a Piatra Neamt
per l’inaugurazione del centro di accoglienza. Atterrati a Bacau ci siamo
incontrati con Dora, la sorella di Padre Constantin, insieme a lei c’erano
Alexandra con il suo fidanzato Jonut, che con il suo pulmino 9 posti è
stato a nostra disposizione per tutti e tre i giorni di sopralluogo in
Romania. Lungo la strada che da Bacau ci ha portato a Piatra Neamt
(circa un’ora di viaggio), alcuni vecchi carri trainati da cavalli ci danno
l’impressione di aver viaggiato anche nel tempo, ma subito Alexandra e
Jonut ci fanno capire con il loro italiano che sono comunque ben
intenzionati a far bella figura nell’ Europa Unita. Prima di raggiungere
l’albergo, facciamo una sosta al centro “St Ioachim si Ana” per vedere il
nostro orfanotrofio, che sarà dedicato alla memoria di Gigi Sinatra. E’
quasi tutto pronto, manca la cucina ed alcuni altri mobili, ci sono anche i
7 letti… ma per la cerimonia del 12 manca ancora la cosa più
importante, …i bambini. C’è l’ostacolo della lentezza burocratica
(purtroppo siamo nell’Europa Unita) ma Padre Constantin si sta
impegnando moltissimo, senza mai arrendersi.
Il mattino seguente lo accompagniamo anche noi nei suoi giri che deve
ancora fare per ottenere i documenti relativi alle adozioni. Nel
pomeriggio torniamo all’aeroporto di Bacau per andare a prendere
Giovanna, Rita ed Edoardo (la moglie di Gigi Sinatra e altri due parenti).
Sulla strada di ritorno a Piatra Neamt una telefonata di Padre Constantin
ci informa che siamo riusciti ad ottenere l’adozione di 4 fratellini, e visto
che siamo in zona, dobbiamo andarli a prendere noi con il nostro
mezzo. Insieme a Padre Constantin ed altri funzionari statali ci rechiamo
alla casa dei nostri 4 piccoli amici, per prenderli e portarli al centro.
Lungo il breve tragitto verso la loro nuova casa gli offriamo delle
merendine. Poi li lasciamo a Padre Constantin ed alle 3 ragazze che si
prenderanno cura di loro, e corriamo al centro commerciale, dove i
familiari di Gigi Sinatra hanno subito messo a disposizione 500 euro per
l’acquisto di vestiti, pannolini, giochi ed altri generi di cui i bambini
avevano urgentemente bisogno. Tornati al centro con anche le due
borse di vestiti e giochi che avevamo portato da Roma, troviamo una
bella sorpresa… Roxana Micaela, la bambina di 8 anni che aspettavamo
da molto e di cui non si trovava la madre,necessaria per alcune firme..
e così ci sarà anche lei per l’inaugurazione. Dora, Rita, e Alexandra,
insieme a Padre Constantin ed alle sue aiutanti, lavano vestono e danno
da mangiare ai bambini, mentre noi ci giochiamo a pallone, cercando di
farli sentire a proprio agio, e farli sorridere. Alle 10 di sera ceniamo
anche noi e poi torniamo finalmente in albergo.
La mattina di sabato 12 Maggio andiamo a comprare i vestiti per
l’ultima bambina arrivata, ed altre cose dimenticate nella fretta del
giorno prima, e ci rechiamo molto presto al centro ad aiutare Pr
Constantin negli ultimi preparativi per l’inaugurazione. Alla messa
celebrata con rito ortodosso, nel giardino del centro, erano presenti
circa 150 persone, tra cui alcune personalità politiche e militari che
hanno aiutato Pr Constantin nella realizzazione dell’orfanotrofio.
Dopo i discorsi di ringraziamento e la consegna da parte nostra di
alcune targhe dell’Area Solidarietà, c’è stato il taglio del nastro fatto
insieme alla signora Sinatra. Domenica 13 lasciato l’albergo,
abbiamo comprato dei panini delle bevande e dei dolci e siamo
andati a pranzare con i nostri 5 amichetti: Roxana Micaela, la
piccola Micaela di circa 1 anno, e i suoi 3 fratelli, Florin 7 anni,
Andrei 6 anni, e Alexandro 3 anni. Dopo averli salutati e promesso
loro di tornare presto a trovarli, siamo stati accompagnati
all’aeroporto di Bacau dai nostri onnipresenti e inseparabili amici,
Dora ,Alexandra e Jonut.
di: Antonio Bertaccini e Marco Rossi
Chi era Gigi Sinatra ?
Gigi Sinatra nasce ad Agrigento il 21 aprile 1929. Persona splendida,
aveva dedicato gli ultimi anni della sua vita al percorso tracciato dal figlio
Alessandro, giovane pilota di linea Alitalia, deceduto a seguito di un incidente
stradale il 17 gennaio 2000
Alessandro aveva preso a cuore l’operato di un prete indiano cattolico
che aiutava i bambini più disperati: Padre Sibi.
Grazie all’associazione “AmicidiAle”, fondata da famigliari ed amici dopo
la scomparsa di Alessandro, sono stati raccolti i fondi necessari alla costruzione
del centro di accoglienza per bambini abbandonati,”Vanaphrasta” ,situato in
India vicino la città di Bangalore. Da allora, la famiglia Sinatra, in
collaborazione con l’amico Alfredo Ciorba e la collega Amelia Sansone,
rispettivamente presidente e socia fondatrice dell’associazione “AmicidiAle”, ed
altri amici, hanno sostenuto costantemente l’opera iniziata da Padre Sibi.
Anche noi, come Area Solidarietà Alitalia onlus, abbiamo contribuito ad
aiutare Padre Sibi, con un aiuto mensile al centro di Vanaphrasta. Attraverso
questa iniziativa abbiamo conosciuto ed apprezzato Gigi Sinatra, scomparso
nell’ ottobre 2006, e per questo vogliamo onorare la sua memoria dedicandogli
un perenne ricordo.
Oggi le redini del cammino di solidarietà della famiglia, sono passate alla
signora Giovanna Sinatra, che oltre ai bambini di Padre Sibi, ha aperto il suo
cuore anche a quelli Padre Constantin.
….Ciao Gigi:
di Luigi Sparapani
Si ringrazia per la realizzazione del
”PROGETTO ROMANIA”
I soci di Area Solidarietà
Roberto Sciortino
Antonio Bertaccini
Luigi Sparapani
Laura Marinacci
Luigi Labartino
Alberto Sacchi
Marco Rossi
Fabrizio Maria Zanetti
Mara Spadoni
Si ringrazia inoltre per la collaborazione
Padre Constantin, Dora,Alexandra,Jonut,
Giovanna Sinatra, Rita,Edoardo,
la squadra di calcio dei tecnici alitalia,
e tutti i colleghi che aderiscono all’Area Solidarietà.
Responsabili del sito web
Emiliano Celli
Roberto Greco
Fotocomposizione e grafica dell’opuscolo
Marco Rossi
Antonio Bertaccini
Max Labartino
AREA SOLIDARIETA’ ALITALIA onlus
Via Vincenzo Lunari c/o Centro Addestramento Alitalia
zona tecnica Alitalia – 00050 Fiumicino aeroporto
cod. fiscale e part. IVA 06828921004
c/c Postale 52363348- c/c Bancario IntesaSanPaolo 076147130129
Tel. 06-65635252 – Fax 06-65635251
E-mail: are[email protected]
Sito web: www.areasolidarieta.it
Siamo presenti sulla Intranet Alitalia

Documenti analoghi