libretto trecenta

Commenti

Transcript

libretto trecenta
Teatro comunale
Ferruccio Martini
Trecenta
stagione teatrale
2011-2012
comune di trecenta
Biglietti e Abbonamenti
Biglietti
Prosa
intero 10 € / ridotto 8 €
Teatro famiglie
intero 5 € / ridotto 3 €
Teatro scuola
intero 5 €
pacchetto 2 spettacoli 7 €
Info
Teatro Comunale
Ferruccio Martini di Trecenta
piazza Garibaldi
45027 Trecenta (RO)
Biblioteca tel. 0425 701089
Ufficio segreteria tel. 0425 716126
Fondazione Aida
tel. 045 8001471-045 595284
fax 045 8009850
e-mail: [email protected]
www.fondazioneaida.it
www.facebook.com/fondazioneaida
Riduzioni
Pensionati, Pro Loco, Anteas, Associazione Noi, abbonamento prosa
70 € per 10 appuntamenti.
(Carta consumi carnet per 10 spettacoli per gli appuntamenti programmati, fino ad esaurimento posti).
Segreteria Teatro:
Cesare Stella e Silvia Raisi
Ufficio Stampa: Monica Fattorelli
Segreteria Organizzativa:
Flaminia Scanu e Cesare Stella
Prenotare lo ­spettacolo
La biglietteria apre 2 ore prima dello
spettacolo.
Presentazione Sindaco e Assessore
Carissime Cittadine
e carissimi Cittadini,
siamo giunti alla seconda stagione teatrale ospitata
presso lo splendido scenario
del Teatro Comunale. Lo scorso
anno, al termine dei lavori di
rinnovamento, ha avuto inizio
l’attività teatrale con la prima
stagione 2010-2011 ricca di
appuntamenti per ogni genere
di spettatore. Memori della
precedente esperienza e con
rinnovato entusiasmo siamo
pronti a inaugurare la seconda
stagione teatrale 2011-2012.
Anche quest’anno da ottobre
a marzo sono in programma
numerosi momenti di aggregazione culturale per adulti e
bambini. Grazie alla preziosa
collaborazione con la Fondazione Aida, che da anni si occupa
di promuovere nel territorio non
solo spettacoli ma anche arte
e cultura, l’Amministrazione
Comunale persiste nel progetto originario di valorizzare
la cultura e portarla a servizio
della nostra comunità. Anche
quest’anno la programmazione vuole coinvolgere tutti, per
questo sono in programma ben
sei date dedicate al teatro famiglie, lo scorso anno molto
apprezzato e partecipato, e sette date dedicate al teatro scuola per mantenere vivo il fine
educativo e di coinvolgimento
di un pubblico di bambini che
deve poter respirare cultura fin
da subito, per apprezzarla con
più coscienza nel proprio per-
corso di vita. Naturalmente non
poteva mancare una stagione
dedicata alla Prosa, che avrà
inizio a metà ottobre con la serata inaugurale della stagione
alla presenza della famosa attrice Lella Costa che presenterà
un monologo dal titolo “ragazze”. Tra gli spettacoli di prosa
oltre a monologhi, novelle, ed
opere non dimentichiamo le
nostre origini con la presenza
di compagnie dialettali. Anche
quest’anno abbiamo fatto del
nostro meglio per rispondere
alle esigenze di tutti, per rendere il tempo libero un tempo
di qualità ma senza tralasciare
lo svago perché non devono
esserci remore ad avvicinarsi
alla cultura meglio ancora se
in un bel contesto e accompagnati da bravi attori in grado di
far sentire il pubblico al centro
della scena.
Il Sindaco
Antonio Laruccia
L’Assessore alla Cultura
Dott.ssa Sara Belletti
3
Presentazione Fondazione Aida
Fondazione Aida, dopo i significativi e lusinghieri risultati
della passata stagione teatrale
rinnova anche per quest’anno il
suo impegno e la sua collaborazione con l’Amministrazione
Comunale di Trecenta ponendosi al servizio di tutto il territorio e delle Comunità non solo
altopolesane, ma anche delle
province limitrofe.
L’obiettivo è quello di creare
nel Teatro Ferruccio Martini di
Trecenta un polo culturale che
possa essere collegamento,
connessione ed incontro con lo
spettacolo, l’arte e la cultura.
Un riferimento artistico che abbia alla base la sinergia di Associazioni ed Enti e nei risultati
la condivisione alla domanda
di esperienze diverse e significanti.
La programmazione che la
presente brochure propone, è
quindi l’esito tangibile di un
“fare insieme” risolto in contatti, ascolti, dialoghi tra istituzioni, territorio e paesaggi artistici
e culturali. Il programma che si
propone per la stagione teatrale 2011/2012 non poteva quindi
trascendere dall’invito stesso
di questo scenario a dialogare
con il presente che vive nella
tradizione e nelle aspettative
dell’Alto Polesine. Era necessario, quindi, mettere in relazione
il vissuto culturale locale con la
tradizione, altrettanto consolidata, di Fondazione Aida che è
formazione e proposta innovativa e sensibile alle ultime tendenze artistiche. Ne è nato un
cartellone che stratifica le proposte sull’intento di educare e
costruire esperienze attraverso
l’essere assieme e con la partecipare allo spettacolo come
esito di una progettualità globale, al servizio delle comunità
che gravitano attorno al Teatro
Ferruccio Martini di Trecenta.
Non solo teatro dunque, per
un centro socioculturale che si
propone di accogliere desideri
e relazioni costruendo percorsi
su linguaggi molteplici.
La brochure potrà spiegare i
percorsi individuati che cercano
di tradurre, a trecentosessanta
gradi, tutte le sfaccettature
della proposta culturale. La
programmazione, spazia, dunque, dal teatro scuola al teatro famiglia, dalla danza, alla
musica, al cabaret e alla prosa,
declinando, quest’ultima nelle
sue varianti e nelle sue intenzioni più significative.
Il collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Trecenta
Fondazione Aida intende proporre inoltre laboratori e corsi,
che attestano e consolidano la
vocazione di Fondazione Aida
alla formazione, alla preparazione, all’orientamento teatrale: non solo una modalità
prettamente visiva, quindi, ma,
soprattutto, una proposta di
partecipazione attiva.
Fondazione Aida
Roberto Terribile
Meri Malaguti
Cesare Stella
5
Cenni Storici del
Teatro Comunale di Trecenta
Nel 1690 l’eccellentissimo Sig.
Ercole de Pepoli di Casa Pepoli
dona al Comune di Trecenta un
appezzamento di terreno dove
“per comodità dei commercianti
e del popolo e per abbellimento del paese” viene costruito
il Pavaglione. Si trattava di un
ampio mercato coperto, tipico
dell’epoca, presente in diversi
comuni del Polesine. All’interno di questo edificio trovarono
posto fino al settembre 1829
quattro negozi magazzini che
in quell’anno furono completamente demoliti.
Nel 1853 l’edificio, pericolante,
viene completamente ricostruito in muratura, con le sobrie
linee tipiche del manierismo rinascimentale ed adibito ad uso
promiscuo di mercato e teatro.
Il teatro di Trecenta trova così
una sua importante configurazione artistica ospitando in
particolare dal 1870 al 1880
spettacoli lirici e drammatici
di prim’ordine. Iniziò infatti nel
Teatro di Trecenta la brillante
carriera del celebre tenore Delillier nell’opera Marta; debuttò
inoltre la celeberrima soprano
Luisa Bassi con l’opera Lucia di
Lammermoor.
Vista l’affluenza di spettatori,
nel 1907 il Comune di Trecenta
ne decise l’ampliamento con
un progetto dell’Ing. Sartorelli,
che aveva lo scopo di ricavare
una seconda galleria; tali lavori
terminarono nel 1908 e l’interno assunse la classica tipologia
teatrale con palcoscenico, pla-
tea e palchetti. Nel dopoguerra
il teatro trovò un consistente ridimensionamento nella sua utilizzazione e cadde nel degrado.
Nel corso degli anni ’50 e ’60 la
struttura fu chiusa.
L’Amministrazione Comunale di
Trecenta tra il 1969 ed il 1970
progetta la totale ristrutturazione del teatro adibendolo a sala
cinematografica con piccolo
palcoscenico.
Nel 2007 viene progettata la
ristrutturazione
dell’edificio
grazie ai contributi della Regione Veneto, su una proposta
progettuale basata sull’utilizzazione di tale struttura come
luogo di aggregazione socioculturale nel senso più globale
del termine.
7
Rassegne
Prosa
Teatro famiglia
Teatro scuola
9
Calendario
PROSA
sabato 15 ottobre | h 21
Ragazze.
Nelle lande
scoperchiate del fuori
Lella Costa
sabato 22 ottobre | h 21
MUSICA
Concerto d’orchestra
Filarmonica Veneta
sabato 19 novembre | h 21
Il grande viaggio
Fondazione Aida
sabato 26 novembre | h 21
Tanto par ridare show
Tanto par ridare
sabato 3 dicembre | h 21
Gran Galà dell’Operetta
Compagnia Al Tabarin
sabato 10 dicembre | h 21
DANZA
Musical la Sirenetta
Atelier danza
sabato 14 gennaio | h 21
Chi dice donna...
Cossa diselo?
Lorendana Cont
sabato 21 gennaio | h 21
Il tamburo di latta
Fondazione Aida
sabato 18 febbraio | h 21
Il ponte sugli oceani.
Amori
Teatro Impiria
10
3 marzo | h 21
La nuova produzione
Compagnia dialettale
La Tartaruga
sabato 10 marzo | h 21
8 donne e un mistero
il Palcaccio
sabato 24 marzo | h 21
MUSICA
Beatles Show
The Beatbox
sabato 14 aprile | h 21
Villa Verdi
Fondazione Aida
TEATRO FAMIGLIA
domenica 9 ottobre | h16
Pierino e il lupo
Fondazione Aida
domenica 6 novembre | h16
Alì Babà e i 40 ladroni
Fratelli di Taglia
domenica 11 dicembre | h16
Ricordi di viaggio
Teatro blu
venerdì 6 gennaio | h16
La coperta di Natale
Fondazione Aida
domenica 5 febbraio | h16
Da Cipollino
Avventure di verdure
Teatro Più
domenica 25 marzo | h16
Casa di fiori casa,
casa di stelle
Fondazione Aida
TEATRO SCUOLA
giovedì 10 novembre | h 10
Iqbal. Prode cavaliere
e tessitore di tappeti
Fondazione Aida
mercoledì 23 novembre | h 10
Il Corsaro Nero.
Il sogno di Salgari
Fondazione Aida
giovedì 22 dicembre | h 10
Storie di gnomi coraggiosi.
Il regno di sasso e pietra
Fondazione Aida
giovedì 9 febbraio | h 10 La tribù del riciclo
Fondazione Aida
martedì 6 marzo | h 10 Bu bu settete
Teatro Pirata
giovedì 22 marzo | h 10 Alice e i diritti
delle meraviglie
Fondazione Aida
giovedì 19 gennaio | h 10
Pinocchio. Viaggio
tragicomico per nasi
Fondazione Aida
L’Amministrazione Comunale di Trecenta e Fondazione Aida stanno definendo una serie di eventi che potranno rientrare nell’attività artistica del
Teatro Comunale e che saranno promossi in collaborazione con la Provincia di Rovigo, Assessorato alla Cultura.
Gli eventi saranno legati alle rassegne:
- Incontri con l’Autore
- Libri Infiniti
- Il Sipario dei Piccoli
- Incontro con la musica/danza
- Saggi scolastici di varie scuole
11
prosa
Ragazze
sab 15 ottobre | h 21
Nelle lande
scoperchiate del fuori
LELLA COSTA
di > Lella Costa, Massimo Cirri,
Giorgio Gallione
regia > Giorgio Gallione
scenografia > Paolo Bazzani
costume > Antonio Marras
musiche > Stefano Bollani
luci > Marco Elia
montaggio video > Rino Stefan
Tagliafierro
assistente regia > Giulio Costa
Mi piace seguire alcuni fili d i narrazione, che spesso coincidono con
degli autori - Shakespeare, Eliot,
Calvino. Da Calvino ha cominciato a prender forma questo nuovo
spettacolo: da quella sua Euridice
altra, che sotto lo sguardo protettivo e vagamente ottuso di un uomo
assai potente - un dio, nientemeno - che proprio non se ne fa una
ragione, si ostina a voler abbandonare la sicurezza di una casa per
avventurarsi nelle lande desolate
del fuori.
È questo che vorrei provare a raccontare: questo andare, incerto ma
inesorabile, questo voler esplorare
e partire e mettersi in gioco e capire, questo continuo sfidare e
12
chiedere conto e pretendere rigore e rispetto e coerenza. Euridice
e le altre, nei secoli protagoniste
e testimoni di uxoricidi impuniti
e vessazioni quotidiane, di espropriazioni subdole e continue, di gesti eroici e delitti inauditi, e di quel
costante, incoercibile, formidabile
accanimento terapeutico nei confronti del futuro. Euridice e le altre,
sicuramente non tutte ma molte le ragazze senza pari che abitano, e
animano, la nostra vita e la nostra
memoria. E che, compatibilmente
con il mondo, riescono ad essere
straordinariamente creative, e irresistibilmente simpatiche.
Lella Costa
prosa
Il grande viaggio
sab 19 novembre | h 21
Novelle di
commedianti alla deriva
FONDAZIONE AIDA
di > Dario Fo
canovacci di > Lorenzo Bassotto
con > Lorenzo Bassotto,
Roberto Macchi e Marco Zoppello
scene > Paolino Libralato
costumi > Antonia Munaretti
musiche di repertorio
tecnico > Claudio Modugno
regia > Lorenzo Bassotto
La scoperta dell’America da parte
di un cafone, un vilan, o come direbbe lo stesso Dario Fo, uno zanni, inteso come un popolano un po’
truffatore, scanzonato, ma anche
affettuoso e altruista. Non c’è figura migliore dello Zanni
per raccontare una storia di scoperta, la conquista.
Lo Zanni, figura base della Commedia dell’Arte è forse il personaggio
su cui costruire ogni carattere, una
sorta di base di partenza per la
creazione di un Arlecchino o di un
Brighella. Come Colombo scopre
le Americhe, convinto di trovare le
Indie, noi ci siamo immaginati che
il personaggio di Dario Fo, immerso
in canovacci e caratteri della Commedia dell’Arte, si ritrovi, come novello immigrato, nelle terre australi
a contatto con gli aborigeni nativi e
lo strapotere colonizzatore inglese.
Seguici su
Fondazione Aida ha creato un fan page su Facebook per tenere aggiornati
gli utenti del Teatro Martini di Trecenta anche attraverso questo canale di
comunicaizione:
www.facebook.com/fondazioneaida.it
Per ulteriori informazioni sugli appuntamenti del teatro puoi visitare il sito
internet:
www.fondazioneaida.it
13
prosa
Tanto par
ridare show
sab 26 novembre | h 21
COMPAGNIA TANTO PAR RIDARE
a cura della Pro Loco di Trecenta
Il TPR rappresenta un gruppo un
pò anomalo rispetto al panorama
delle compagnie teatrali amatoriali della provincia di Rovigo.
Innanzitutto, è evidente, per il
genere di spettacolo che porta in
scena.
Uno spettacolo che è un misto
tra cabaret e teatro, tra musica e
intrattenimento. È, come lo definiscono gli autori, un varietà televisivo in diretta, una parodia comica
e travolgente di quello che ogni
sera si vede in televisione, tra quiz,
Gran Galà
dell’operetta
giochi a premi, ospiti e cantanti
famosi. Una TV dal vivo, dunque,
meno fredda, meno manipolatrice,
per una volta autentica e, speriamo, senza applausi registrati!
sab 3 dicembre | h 21
MUSICA
COMPAGNIA AL TABARIN
accompagnatore al pianoforte >
Maestro Gianantonio Manzini
interpreti >
Maria Letizia Bazzolo_ Soprano;
Jana Ghidini_ Soubrette;
Demetrio Rabbito_ Tenore;
Bruno Boni_ Baritono
regia > Jana Szendiuchova
Programma >
Urrà urrà // Balla Lagiava //
Entrata di Hans // Entrata di Nela
Luna tu // Komm Zigany //
Valzer di Frou Frou //
Spesso il cuor s’innamora //
Vilja // Tace il labbro [ tutti ]
Tango delle Mannequinnes //
Valzer d’Amor //
Se le donne vò baciar //
Duetto di Maritza //
Duetto petit Gris- CinCila //
Bambola //Racconti di Hoffman //
Tu, che m’hai preso il cor //
Non ti scordar di me //
È scabroso le donne studiar
14
Tre differenti programmi per tre
serate costituite ognuna da ventitrè brani tra i più conosciuti nel
mondo operettistico, alternati
da scenette brillanti, interpretate dal comico e dalla soubrette.
Saranno impegnati 4 cantanti
(soubrette, soprano,tenore, brillante) accompagnati al pianoforte
dal Maestro. Verranno eseguiti
duetti,terzetti,assieme e romanze
tratte dalle più famose operette
come La Vedova Allegra, Il paese
dei Campanelli, Cin Ci La, Al cavallino Bianco e altre.
prosa
Musical
La Sirenetta
sab 10 dicembre | h 21
DANZA
ATELIER DANZA ROVIGO
a cura di Anteas Trecenta
con > Silvia Filippini Davide Ferlin,
Giovanni Zuolo, Sara Monzo,
Alessia Serain, Shellah Mbara,
Manuela Porta, Virginia Ingegneri,
Elettra Maggiolo, Enrico Maggiolo,
Lara Munari, Giulia Marchisella.
Atelier Danza presenta il musical
in atto unico LA SIRENETTA. Il
musical narra la storia della sirenetta Ariel, che vive sul fondo del
mare con suo padre Tritone e sei
sorelle maggiori. Durante una del
le sue nuotate in superficie Ariel
si innamora di Eric, bel principe
che però... è un umano. La storia
narra di come Ariel passa i giorni
sognando il bel principe Eric e desiderando di avere un’anima e un
paio di gambe al posto delle pinne,
proprio come gli esseri umani.
La SIRENETTA vede sul palco 110
allievi guidati dall’insegnante e direttrice artistica della scuola Anna
Gandolfi.
15
prosa
Chi dice donna...
cossa diselo?
sab 14 gennaio | h 21
LOREDANA CONT
di e con > Loredana Cont
Ma è proprio vero, come recita un
noto proverbio, che chi dice donna
dice danno?
E galina vecia fa bom brodo è per
caso un complimento?
Il tamburo
di latta
Sicuramente no, ma certo è che noi
spesso siamo complicate, contraddittorie, assillanti…E gli uomini?
Gli uomini inventano proverbi contro
di noi (la donna è un danno 13 mesi
all’anno) ma poi che fanno? Ci cercano, ci inseguono, tentano di capirci…e se non ci riescono, facciamoci
un esame di coscienza: non è tutta
colpa loro!
E allora, con molta ironia, ancora una
volta vi propongo di parlare di noi
donne, dei nostri difetti ma anche
dei pregi, per sorridere insieme ai
nostri uomini.
sab 21 gennaio | h 21
NUOVA PRODUZIONE
FONDAZIONE AIDA
con > Lorenzo Bassotto
musiche dal vivo > Olmo Chittò
scene > Gino Copelli
tecnico > Alice Colla
regia e drammaturgia >
Lorenzo Bassotto
Tratto dal romanzo di Günter Grass,
racconta la storia di Oskar Matzerath che ripercorre, con l’aiuto di
un tamburo di latta, (giocattolo e
strumento magico), le vicende della sua vita dominata dalla scelta di
non crescere più per non far parte
del mondo degli adulti. Lo spettacolo ripercorre le tappe della vita
del protagonista da identificare
con la Germania, che in questo periodo, alla fine della seconda guerra mondiale, usciva sconfitta sotto
16
tutti i punti di vista. La crescita
improvvisa di Oskar, all’età di 21
anni, può essere considerata come
la presa di coscienza da parte dei
tedeschi degli orrori commessi nel
seguire Hitler nella sua totale follia. Questo momento di “crescita”
risulterà comunque molto doloroso per Oskar che una volta grande
non sarà comunque un uomo come
tutti gli altri, ma resterà sfigurato,
ulteriore metafora del “sentire”
germanico.
prosa
Il ponte sugli
oceani. Amori
sab 18 febbraio | h 21
TEATRO IMPIRIA
tratto dall’omonimo libro
di raffaello canteri
regia > Andrea Castelletti
con > Guido Ruzzenenti e
l’Acoustic Duo Stefano Bersan e
Antonio Canteri
La saga di una famiglia di emigranti della Lessinia attraverso le
vicissitudini di quattro generazioni.
Un viaggio avventuroso e poetico, comico e commovente, da una
parte all’altra del mondo, dalla fine
dell’800 ai nostri giorni: Brasile,
Argentina, Stati Uniti, Australia,
Lorena, sino all’attuale comunità
del web. Un viaggio nei sentimenti
e dentro il senso e la geografia della nostra esistenza e delle nostre ra
dici. E queste radici gli emigranti
le hanno portate lontano, con le
energie rivolte al nuovo lavoro, alla
scoperta dei luoghi da cui iniziare
tutto daccapo, ma con il cuore e con
la parte più sentimentale dell’anima rivolta alla terra di casa. E le
abitudini vecchie si mescolano con
le usanze nuove. E il linguaggio si
colora di parole straniere e prende
forma una lingua che dice insieme
street, la gare, my wife e me mojer.
17
prosa
Stella e
firmamento
COMPAGNIA DIALETTALE
LA TARTARUGA
commedia brillante in due atti
libero adattamento
di un testo di aldo de benedetti
a cura di liviana furegato
con > Claudio Rizzato,
Velida Fontan , Rosi Chinaglia,
Elena Brigo, Anna Nalio,
Franca Paparella, Tiziano Fontan,
Gino Bazzan, Gigi Grossi
luci e fonica > Franco Sinico
regia > Roberto Giglio
La vita scorre tranquilla e un po’
monotona in casa di un affermato avvocato e della sua giovane e
bella moglie. Ma la visione di uno
struggente film d’amore scatena
strane fantasie in lei e mette qualche pulce nell’orecchio a lui.
Ne nascono dubbi ed equivoci che
sembrano compromettere i rapporti nella coppia, ma a vivacizzare e
a risolvere la situazione ci pensano un investigatore privato ed una
moderna e stravagante suocera.
18
sab 3 marzo | h 21
prosa
8 donne e
un mistero
sab 10 marzo | h 21
COMPAGNIA IL PALCACCIO
di > Robert Thomas
regia > Chiara Tovagliari
In una villa della campagna francese 8 donne, madri, sorelle, figlie
e governanti, vengono sorprese
da un tremendo massacro: l’unico uomo della casa viene trovato
assassinato nel letto, i fili del telefono sono tagliati, il cancello è
bloccato.
Nel tentare di scovare l’artefice del
delitto le protagoniste si sospet-
Tra ostilitá e irriverenza, affrontate
con leggerezza ed ironia, poco a
poco si scostano le maschere, il
taciuto è rivelato... per scivolare
peró in uno sconcerto che lascia
tutte stordite.
Un dramma in una scatola a tratti
surreale, asciutta, deforme, come
deformate sono le parole.
tano a vicenda, dando vita ad una
spirale di parole che fanno credere
ma non svelano... chi di loro sará
l’omicida??
Ognuna, per motivi diversi, è in
relazione con la vittima, ognuna
insinua, ognuna mente; uno spietato girotondo d’indagini e accuse
stemperate da menzogne e contraddizioni.
E mentre viene intessuta la trama di bugie emergono rivelazioni
sconvolgenti, segreti inconfessati
e veritá meschine che non risparmieranno nessuna di loro.
19
prosa
Beatles Show
sab 24 marzo | h 21
MUSICA
THE BEATBOX
con > Alfio Vitanza,
Mauro Sposito, Massimo Gori e
Guido Cinelli
Molto più che un semplice tributo ai Beatles, la performance dei
Beatbox fa rivivere l’energia e il
fascino del mitico quartetto di Liverpool. Per ottenere il risultato
desiderato nulla è stato lasciato
al caso: dalla strumentazione,
identica a quella usata dai Beatles
nei loro storici concerti, ai vestiti,
confezionati su misura dalla stessa
sartoria che li creò per la tournée
americana dei Fab Four.
A dare vita a questo progetto,
quattro musicisti che vantano collaborazioni con i grandi nomi del
pop italiano (Latte e Miele, Antonello Venditti, Anna Oxa, Eugenio
Finardi, New Trolls, Dario Baldan
Bembo e molti altri).
Uno show che attraversa i ricordi e
le scoperte di più generazioni, con
esecuzioni fedelissime a quelle originali, per riscoprire l’entusiasmo e
la positività dei mitici anni ’60. La
scaletta è quella che i Beatles proponevano al top della loro carriera
20
concertistica e i Beatbox la ripropongono fedelmente restituendo
all’ascoltatore l’impatto
sonoro e soprattutto vocale del
leggendario quartetto.
Help, A hard day’s night, She loves
you, Twist and shout, per citare
alcuni dei brani della performance,
sono pagine d’album e pietre miliari della musica moderna.
Riascoltarle dal vivo è una emozione irrinunciabile.
prosa
Villa Verdi
sab 9 aprile | h 21
FONDAZIONE AIDA
testo di Beni Montresor
adattamento e regia > Gaetano Miglioranzi
con > Lorenzo Bassotto, Flora Sarrubbo e Celeste Sartori
scene > Gaetano Miglioranzi
realizzate da > Roberto Macchi
costumi > Giovanna Ferrarese
editing audio > Giancarlo Dalla Chiara
tecnico audio-luci > Matteo Pozzobon
“Nella seconda metà dell’Ottocento in una grande casa della
Valle Padana si è svolta una storia
d’amore che potrebbe essere quella raccontata in questo testo”
Villa Verdi nasce dall’ammirazione
di Gaetano Miglioranzi per lo scenografo veronese Beni Montresor,
così come Villa Verdi, l’opera ultima di Montresor, nasceva dallo
studio dell’opera del suo maestro
ispiratore, il grande musicista Giuseppe Verdi.
Tratto dal ricco epistolario tra Verdi, A. Boito e G. Strepponi di fine
Ottocento, Villa Verdi vuole rivivere l’idea che l’autentico amore
dell’arte, incarnato qui nei personaggi del Maestro, della Moglie
e del Poeta, non possa mai essere
disgiunto da un vivo interesse per
l’umanità e per le domande cruciali
della vita e della morte. Quando
arrivano ad incontrarsi spiriti così
nutriti nell’arte, non possono che
alimentare tra di loro un legame
di comprensione e di amore tanto
profondo da arrivare alla completa
offerta di se stessi.
21
teatro famiglia
Pierino e il lupo
FONDAZIONE AIDA
dom 9 ottobre | h 16
FASCIA D’ETÀ: DAI 4 ANNI
teatro d’attore durata 60 minuti
testo e voce > Dario Fo
musiche > Sergej Prokofev
registrate dall’Orchestra Verdi di
Milano per gentile concessione
della rivista Amadeus
illustrazioni e scene > Emanuele Luzzati
interpreti > Monica Ceccardi/
Anna Benico/Margherita Varricchio/
Marco Zoppello/Simone Noseda;
Irene Fioravante/Irene Hogsberg
costumi > Maria Bellesini
tecnico audio-luci >
Claudio Modugno/Matteo Pozzobon/
Simone Meneghelli
regia > Nicoletta Vicentini
Alì Babà e i
quaranta ladroni
Nello spettacolo tre attori pasticcioni mettono in scena, o per meglio
dire cercano di farlo, la ben nota
favola musicale “Pierino e il lupo” di
Sergej Prokofev. I tre non hanno studiato e sono costretti ad improvvisare ed inventare idee strampalate,
cercando la complicità del pubblico,
per orientarsi fra gatti, papere, lupi,
corni e clarinetti. Per fortuna su di
loro regna indiscussa la figura del
Grande Narratore che, con la sua
voce, quella di Dario Fo, li guida sicuro lungo il percorso della fiaba.
dom 6 novembre | h 16
FRATELLI DI TAGLIA
teatro d’attore durata 60 minuti
FASCIA D’ETÀ: DAI 3 ANNI
con > Daniele Danielli e
Patrizia Signorini
regia > Daniele Danielli e
Giovanni Ferma
collabora alla messa in scena >
Marina Signorini
luci e fonica > Stefano Tampieri e
Michele Drudi
scenografie e oggetti di scena >
Marina Signorini e Patrizia Signorini
Pink e Lisa vivono nel cortile che
è luogo di giochi e trasformazioni
fantastiche: Lisa diventerà Alì Babà
e Pink il terribile Mustafà, capo dei
22
ladroni, e in un gioco magico la strut
tura scenica si svelerà ora un bosco,
ora una città-casbah e ora la caverna
del tesoro…
teatro famiglia
Ricordi di viaggio
dom 11 dicembre | h 16
Da uno studio su “Il Piccolo Principe”
TEATRO BLU
FASCIA D’ETÀ: DAI 4 ANNI
teatro d’attore durata 60 minuti
con > Silvia Priori e
Francesca Brusa Pasquè
testo e regia > Silvia Priori
aiuto regia > Roberto Gerbolès
musiche > Carlo Ferrari
scene >Teatro Blu
costumi > Primavera Ferrari
Accadde tutto all’ improvviso...era
sulla sua isola e come ogni mattina
veniva svegliata dalle urla del suo
pesciolino.
Ma quella mattina si sentiva diversa,
l’ isola l’ annoiava, e non aveva più
La coperta
di Natale
FONDAZIONE AIDA
voglia di giocare. Così con la sua piccola barca, se ne andò alla scoperta
dei suoi mille perché, desiderosa di
varcare nuovi orizzonti e di trovare l’
isola più bella.
ven 6 gennaio | h 16
FASCIA D’ETÀ: DAI 4 ANNI
teatro d’attore durata 60 minuti
da un’idea di > Flora Sarrubbo e
Joe Chiericati
con > Joe Chiericati, Flora Sarrubbo
e Filippo Garlanda
musiche > Joe Chiericati
tecnico audio-luci >
Riccardo Carbone/
Claudio Modugno/
Simone Meneghelli
regia > Flora Sarrubbo
Nella cittàincuituttosibutta le parole dei libri sul Natale finiscono
nella bocca del Grande Divoratore.
I personaggi dei librimaipiùletti
non riescono per questo a proferire
frase che sia sensata e raccontano
filastrocche al contrario, cantano
canzoni natalizie parlando dell’estate, persino i personaggi del presepe
non riescono più a comunicare e cercano di farlo attraverso un assurdo
gioco di gesti e suoni.. Saranno un
Vecchiodallabarbalunga e una Vecchiadalpiedestorto ad estrarre dal
Grande Divoratore le parole perdute
e a ricucirle pazientemente. Mentre la Grande Coperta delle parole
viene cucita, d’incanto i personaggi
tornano a raccontare le loro storie,
a giocare con le loro filastrocche, a
cantare le loro canzoni.
23
teatro famiglia
Da Cipollino
dom 5 febbraio | h 16
TEATRO PIÙ
FASCIA D’ETÀ: DAI 4 ANNI
Avventure di verdure
teatro di figura durata
55 minuti
liberamente ispirato ai personaggi
di Le avventure di Cipollino di
Gianni Rodari
di e con > Leonardo Lepri
musiche e canzoni di > Joe Chiericati
L’attore impersona Cipollino, con
tanto di testa da cipolla, che ormai adulto lavora in un negozio di
orto-frutta, chiamato appunto Da
Cipollino.
Il nostro personaggio si ricorda di
quando era ragazzo nell’orto dove è
nato e cresciuto. È là che ha vissuto
Casa di fiori,
casa di stelle
FONDAZIONE AIDA
tante avventure, specie al tempo di
Re Limone, quando fu messo ingiu
stamente in prigione suo padre Cipollone e lui, come figlio maggiore,
pensò che fosse suo dovere liberarlo, combattendo contro l’esercito
dei Carciofi.
dom 25 marzo | h 16
FASCIA D’ETÀ: DAI 3 ANNI
spettacolo di narrazione
con effetti multimediali
durata
60 minuti
narrazione > Lorenzo Bassotto
animazioni e supervisione
multimediale > Stefano Coccurello
tecnico audio-luci > Roberto Macchi
musiche e suoni > Andrea Faccioli
drammaturgia e regia > Lorenzo
Bassotto
Casa di Fiori, Casa di Stelle è un
evento di narrazione, uno spettacolo che rende omaggio all’opera di
Beni Montresor illustratore di libri
per l’infanzia.
È la narrazione di sei fiabe della
tradizione classica, sceltetra le
innumerevoli storie raccontate o
24
illustrate da Beni Montresor con
l’utilizzo di immagini da lui create.
Sei storie con sei stili diversi per
mostrare la ricca immaginazione e
le abilità grafiche del Maestro.
teatro scuola
Iqbal. Prode cavaliere
e tessitore di tappeti
FONDAZIONE AIDA
teatro d’attore durata
gio 10 novembre | h 10
FASCIA D’ETÀ: DAGLI 8 ANNI
60 minuti
con > Roberto Macchi e
Antonella Carli
scene > Roberto Macchi
tecnico audio-luci > Matteo Pozzobon
drammaturgia e regia >
Lorenzo Bassotto
Anche sognare diventa impossibile, e il vuoto viene colmato dalla
fantasia, con un gioco, l’unico
concesso: una gara a chi inventa i
sogni più fantasiosi. Una lavagnetta con tanti segni indica un debito,
Il Corsaro Nero.
Il sogno di Salgari
FONDAZIONE AIDA
teatro d’attore durata
ogni segno è una rupia che ogni
bambino può guadagnare con il suo
lavoro, cancellare
tutte le linee per poter estinguere il
debito e tornare a casa.
mer 23 novembre | h 10
FASCIA D’ETÀ: DAI 6 ANNI
60 minuti
progetto realizzato con il contributo di
fondazione cassa di risparmio di trento
e rovereto
di > Lorenzo Bassotto
con la collaborazione di >
Marco Zoppello e Roberto Macchi
con > Marco Zoppello
e Roberto Macchi
scene > Gino Copelli realizzate con
Guglielmo Avesani
costumi > Sonia Mirandola
sound design > Andrea Cristofori
tecnico audio-luci > Matteo Pozzobon
regia > Lorenzo Bassotto
Qual è il sogno di Emilio Salgari?
Nella trama della vita dello scrit-
tore le vicende del corsaro si materializ
zeranno sotto gli occhi dei ragazzi
facendoli riflettere sulla possibilità
di rendere speciale una vita normale. Tutti possono avere avventure,
basta vivere con curiosità!
25
teatro scuola
Storie di gnomi
coraggiosi.
gio 22 dicembre | h 10
Il regno di sasso e pietra
FONDAZIONE AIDA
teatro d’attore durata
FASCIA D’ETÀ: DAI 5 ANNI
60 minuti
Liberamente ispirato a
“Lo gnomo del ricordo” di Paola Favero
con > Irene Hogsberg/
Monica Ceccardi e Anna Benico
costumi e pupazzi >Linda di Giacomo
scenografie > Mariangela Ignoti
musiche > Diego Carli
consulenza danze popolari >
Cristina Vignato
tecnico audio-luci >
Riccardo Carbone/Alice Colla /
Claudio Modugno
testo e regia > Nicoletta Vicentini
Lo spettacolo racconta storie piene
Pinocchio.
di meraviglie del piccolo popolo degli gnomi e di altri mondi fatati: là
dove le cose parlano al cuore.
Un mondo fantastico e incantato
che va salvato perché le creature
fatate non abbiano a scomparire
per sempre dai nostri sogni.
gio 19 gennaio | h 10
Viaggio tragicomico per nasi
FONDAZIONE AIDA
teatro d’attore durata
60 minuti
di > Marco Zoppello
con > Roberto Macchi
e Marco Zoppello
scene > Gino Copelli
e Guglielmo Avesani
costumi > Sonia Mirandola
tecnico audio-luci >
Claudio Modugno/Matteo Pozzobon
musiche > Joe Chiericati
voce > Monica Ceccardi
regia > Marco Zoppello
Due attori, due valigie e un grande classico della letteratura per
ragazzi. Pinocchio rappresenta il
rito iniziatico di un bambino che
vuole entrare a far parte della società. Per farlo dovrà uscire di casa
e affrontare il mondo, viaggiare
26
FASCIA D’ETÀ: DAI 4 ANNI
attraverso paesi dei Balocchi o di
Acchiappacitrulli e fare i conti con
le paure (Mangiafuoco), con la coscienza (Grillo Parlante), con l’amicizia (Lucignolo) e con i più svariati
imbroglioni (Gatto e la Volpe). I due
attori racconteranno la storia con
piccoli oggetti, maschere, nasi, pupazzi, rubandosi le parti, improvvisando e magari alla fine capiranno
che forse, a raccontarla in due, ci si
diverte il doppio.
teatro scuola
La tribù
del riciclo
gio 9 febbraio | h 10
FONDAZIONE AIDA E
COCA-COLA HBC ITALIA
teatro d’attore durata
dall’omonimo testo di
Monica Marelli
FASCIA D’ETÀ: DAGLI 8 ANNI
60 minuti
con > Anna Benico, Jacopo Pagliari
Marco Zoppello/Stefano Zanelli,
scene > Gino Copelli realizzate da
Guglielmo Avesani
costumi > Sonia Mirandola
musiche > Sara Siningardi
video > Andrea Maggiolo
tecnico audio-luci > Claudio Modugno/
Matteo Pozzobon
drammaturgia e regia >
Catia Pongiluppi
La missione è ambiziosa: liberare
l’ambiente dai rifiuti che tanti irresponsabili abbandonano per terra,
invece di differenziarli e riciclarli.
Il protagonista Max calcia con
Bu bu settete
Fammi ridere che io
non ho pauraa
TEATRO PIRATA
indifferenza una lattina abbandonata: subito si scatena l’intervento
dell’ispettore Closet, questa volta
alle prese con il desolante caso dei
rifiuti abbandonati.
I rifiuti possono essere recuperati
e avere una seconda vita. Basta
non abbandonarli, ma raccoglierli
e separarli. Si parte per il viaggio
schizzaspazio, alla scoperta del fantastico mondo del riciclo.
mar 6 marzo | h 10
FASCIA D’ETÀ: DAI 4 ANNI
teatro d’attore, pupazzi durata 60 minuti
ideazione e regia di > Simone Guerro, Gianfrancesco Mattioni,
Silvano Fiordelmondo,
Diego Pasquinelli
con > Silvano Fiordelmondo
e Simone Guerro
scene e costumi > Marina Montelli
musiche originali di > Simone Guerro
e Nicola Paccagnani
chi ha paura dei ragni,
chi ha paura di volare,
chi ha paura di star solo,
chi ha paura di essere abbandonato…
Quanti sono disposti a confessare
le proprie paure? Pochi, quasi nessuno.
Tutti abbiamo paura, ma non dobbiamo aver paura di ammetterlo!
A volte basta una risata per vincere
la paura!
27
teatro scuola
Alice e i diritti
delle meraviglie
FONDAZIONE AIDA
teatro d’attore durata
60 minuti
drammaturgia > Nicoletta
Vicentini
con > Monica Ceccardi/
Margherita Varricchio
e Irene Fioravante
costumi > Antonia Munaretti
pupazzi > Marco Scacchetti
illustrazioni > Raffaella Dolci
tecnico audio-luci >
Claudio Modugno/
Matteo Pozzobon/
Simone Meneghelli
regia > Nicoletta Vicentini
Lo spettacolo s’ispira a Il grande libro dei diritti dei bambini di Amnesty International e lo rielabora per
farne un racconto avvincente dedicato ai bambini e alle loro famiglie.
Un racconto che promuove la celebrazione dei diritti dei bambini e
trasmette un messaggio importante: la salvaguardia dell’infanzia.
28
gio 22 marzo | h 10
FASCIA D’ETÀ: DAI 6 ANNI
gli amici del teatro
29
VIA ARGINE DX CANALE, 731 / 45027 TRECENTA (RO)
30
Teatro comunale Ferruccio Martini
di Trecenta
31
Teatro comunale Ferruccio Martini di Trecenta
piazza Garibaldi - 45027 Trecenta (RO)
Biblioteca tel. 0425 701089
Ufficio segreteria tel. 0425 716126
Fondazione Aida
viale Stazione Porta Vescovo, 4 - 37133 Verona
tel. 045 8001471 - 045 595284
[email protected]
www.fondazioneaida.it - www.facebook.com/fondazioneaida