programma

Transcript

programma
Evento Formativo ECM
STANDARD DI FUNZIONAMENTO ED IL MIGLIORAMENTO
DELL’ATTIVITÀ DI CONTROLLO UFFICIALE
Provider: 925 - Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche
Responsabile Scientifico: Franco Tonucci - Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche
Data: 15 dicembre 2016
Sede: “Sala Verde” del Palazzo Leopardi della Regione Marche - Via Tiziano n. 44 Ancona (AN)
Destinatari e professioni a cui si rivolge l’evento:
Il Corso è riservato ai professionisti del Servizio Sanitario Nazionale che operano nell’ambito della
Sanità Pubblica della Regione Marche: Medici Veterinari (tutte le discipline), Medici Chirurghi
SIAN (discipline: Igiene, epidemiologia e sanità pubblica; Igiene degli alimenti e della nutrizione),
Chimici, Biologici con priorità per gli operatori iscritti nell’elenco regionale degli Auditor idonei a
svolgere Audit su Autorità Competente Locale
Crediti ECM: 7
N. partecipanti: 100
Quota d’iscrizione: a titolo gratuito
Modalità di iscrizione: invio/compilazione della scheda di iscrizione. La presenza all'evento
formativo sarà acquisita tramite foglio firme
Obiettivo formativo ECM: Accreditamento strutture sanitarie e dei professionisti. la cultura della
qualità (14)
Obiettivo Formativo di Processo: L’evento si propone di valutare il livello di implementazione del
“sistema audit” nella Regione Marche, consentire il confronto tra gli operatori coinvolti, discutere
delle criticità incontrate ed individuare spunti di miglioramento.
Metodologia formativa: formazione residenziale con lezioni frontali/ confronto/dibattito tra
pubblico ed esperto guidato da un conduttore.
Strumenti di valutazione del gradimento e di verifica dell’ apprendimento:
 Questionario di gradimento
 Questionario di apprendimento
Pag. 1 a 3
Il rilascio dei crediti ECM sarà subordinato:
 alla frequenza del 100% delle ore di formazione;
 al superamento della verifica dell'apprendimento;
 alla consegna del questionario di gradimento / qualità percepita.
Abstract
Il Regolamento (CE) n. 882/2004, relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla
normativa in materia di mangimi e di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli
animali, dispone che i compiti correlati ai controlli ufficiali siano eseguiti usando metodi e tecniche
di controllo appropriati; tra i metodi descritti quello dell’audit rappresenta sicuramente il più
innovativo.
In base all’articolo 10 del succitato regolamento, le attività svolte utilizzando i metodi/tecniche
descritte hanno la finalità di verificare la conformità alle disposizioni della legislazione alimentare
da parte degli operatori del settore alimentare (OSA). Lo stesso regolamento, all’art 4(6), dispone
che le Autorità Competenti (AC) procedano ad audit interni o a far eseguire audit esterni finalizzati
alla verifica del raggiungimento degli obiettivi fissati dal regolamento stesso.
Per la pianificazione, l’esecuzione, il seguito e la gestione degli audit è necessario adottare un
approccio uniforme, sistematico ed effettuato da personale adeguatamente formato ed
aggiornato.
Sulla base di queste sintetiche considerazioni nella regione Marche dal 2012 è iniziato un percorso
formativo che ha consentito di dotare i fruitori del corso delle conoscenze e tecniche operative in
merito a tematiche connesse alla programmazione e realizzazione di attività di audit, di qualificare
99 auditor su OSA, 15 auditor idonei a svolgere audit su Servizi Veterinari e SIAN ed ha portato alla
predisposizione, validazione e successiva approvazione con DDPF n. 103 del 5 settembre 2014 dei
nuovi modelli per la documentazione dell’attività di controllo ufficiale nelle imprese alimentari.
Con la DGR n. 1244 del 10 novembre 2014 la Regione Marche ha definito inoltre lo standard
procedurale e documentale per la realizzazione degli audit regionali verso le AC locali consentendo
quindi la realizzazione di audit in conformità allo standard definito.
L’evento integra il percorso iniziato negli anni scorsi ed è strutturato con una serie di relazioni nella
quale i docenti affronteranno i seguenti aspetti: Gli standard di funzionamento dei Servizi
Veterinari: visione d’insieme, l’ esperienza della Emilia Romagna nello sviluppo delle competenze
valutative, la declinazione di un piano di lavoro con tecnica di budget; le conseguenze dei controlli
ufficiali e l’omogeneità nei controlli ufficiali.
RELATORI
Mauro Cavalca - Azienda Unita Sanitaria Locale di Parma
Paolo Cozzolino - Azienda Unita Sanitaria Locale di Parma
Guglielmo D’Aurizio - Regione Marche
Per informazioni:
Unità Operativa Formazione ed Aggiornamento
Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’ Umbria e delle Marche
Via Salvemini, 1 - 06126 Perugia
Tel.: +39 075 343295 -260
Fax: +39 075 35047
e-mail: [email protected]
Pag. 2 a 3
PROGRAMMA
08:30 – 8:45
Registrazione dei partecipanti
08:45 – 09:15 Stato dell’arte dell’AUDIT nella Regione Marche
Guglielmo D’ Aurizio
09:15 – 11:15 Gli standard di funzionamento dei Servizi Veterinari: Visione d’insieme
Paolo Cozzolino - Mauro Cavalca
11:15 – 11:30 Pausa
11:30 – 13:30 Esperienza della Emilia Romagna nello sviluppo delle competenze valutative
Paolo Cozzolino - Mauro Cavalca
13:30 – 14:30 Pausa
14:30 – 15:30 Declinazione di un piano di lavoro con tecnica di budget
Paolo Cozzolino
15:30 – 16:30 Le conseguenze dei controlli ufficiali
Mauro Cavalca
16:30 – 17:30 Omogeneità nei controlli ufficiali
Paolo Cozzolino
17:30 – 17:45 Questionario di apprendimento e qualità e chiusura dell’evento
Pag. 3 a 3

Documenti analoghi