vedi allegato

Commenti

Transcript

vedi allegato
Una piccola
con prestazioni
da grande
di Massimo Lanari
Nelle dimensioni della cabina, ma anche nella velocità e nelle soluzioni tecniche. È la
pala gommata Palazzani Paload PL 165 - parte di una gamma che comprende anche le
sorelle minori PL 145 e PL 155. È STATA presentata al pubblico per la prima volta durante
lo scorso Samoter di Verona.
C
ostruita in Italia dall’azienda di Paderno Franciacorta (Brescia), siamo andati
a provarla sul campo, o meglio, in una cava
nella vicina Castrezzato. È una pala da 6,3
tonnellate (ma può arrivare a 7 a seconda
della dotazione) dalle dimensioni compatte, con una lunghezza complessiva di 5.595
mm. Dove a spiccare, però sono la grandezza
degli pneumatici da 24 pollici e le dimensioni
della cabina. “Abbiamo applicato alle pale comprese tra le 5 e le 7 tonnellate la stessa cabina
che utilizziamo per quelle da 12, che a sua volta
è molto simile a quella utilizzata dalla concorrenza per le 16 ton”, afferma Pietro Micchinelli,
46
CSC
luglio · agosto 2011
PALOAD PL 165
P R O V E
PALAZZANI
PALOAD PL 165
marketing product manager e industrializzazione prodotto della Palazzani. “In questo modo
applichiamo il massimo del comfort ad una categoria dove, di solito, gli spazi sono sacrificati”.
AMPI SPAZI E BUONA VISIBILITÀ
L’ingresso in cabina è reso comodo dagli scalini centrati rispetto alla portiera, e sfalsati con
l’ultimo scalino più incassato rispetto al primo.
Una volta saliti in cabina il sedile si regola facilmente grazie all’apposita levetta. Colpisce
il grande spazio lasciato per le ginocchia, con
un’ampia possibilità di regolazione del volante. Attaccato al sedile c’è il manipolatore, dove
sono concentrati i comandi di marcia e di movimento della benna. Il fatto che il manipolatore sia vincolato al sedile garantisce all’operatore una certa comodità (anche per quelli
di una certa mole o altezza), visto che non si
è costretti ad allungare il braccio e a staccare
la schiena dal sedile. Buona la visibilità, anche
grazie al vetro superiore Skyline che consente
all’operatore di vedere tutta la benna, anche al
momento della sua massima estensione. Evitandogli quindi quel tipico
movimento in avanti
del busto che solitamente viene effettuato per controllare il corretto svolgimento
delle operazioni. Tutti dettagli
non da poco in
una pala di questa categoria, dove
l’operatore non se ne
sta fermo delle ore, ma deve continuamente salire e scendere dal mezzo. Sì, perché la PL 165 è concepita soprattutto
per lavori stradali, magazzini edili, vivaistica.
Quelle operazioni, cioè, che fino a ieri erano
effettuate con mezzi più piccoli, ma che oggi
richiedono macchine dal tonnellaggio e dalle
prestazioni superiori.
SOLUZIONI INNOVATIVE
E PRESTAZIONI ELEVATE
Che qui ci sono tutte. A cominciare dalla velocità e dalla trasmissione: la PL 165 è infatti dotata di motore diesel Yanmar 4Tnv-98T da 62,5
kW (85 CV) a 2.500 rpm turbocompresso con
valvola Egr e iniezione a controllo elettronico,
conforme alla normativa Tier3 (e predisposizione a Tier3B e Tier4). Attaccata al motore
diesel c’è una pompa idrostatica, a sua volta
collegata a un motore idrostatico. Nella PL 165
c’è poi un cambio meccanico che permette di
scegliere tra ben 4 velocità. Da fermo, premendo un tasto, si sceglie se utilizzare il rapporto
da lavoro o quello da trasferimento. Ci troviamo in cava, scegliamo quindi di operare con
47
CSC
luglio · agosto 2011
il primo: qui la PL 165 è capace di lavorare
a sua volta con due rapporti. Uno con una
velocità massima di 7 km/h, l’altro fino a
19 km/h. La variazione tra i due rapporti
avviene automaticamente grazie al motore idrostatico. Se invece dobbiamo muovere la pala su strada, scegliamo a veicolo
fermo il rapporto di trasferimento. Anche
qui abbiamo a disposizione due ulteriori
rapporti, il primo con velocità massima di
15 km/h e il secondo che arriva fino a 40
km/h. Anche in questo caso la variazione
tra i due avviene automaticamente. Ma se,
in marcia, ci troviamo di fronte a un ostacolo talmente grande da richiedere il rapporto da cantiere, possiamo passare in corsa ai rapporti da lavoro premendo il tasto
verde presente sul manipolatore. Da sottolineare la velocità massima relativamente
elevata, che permette di spostare la pala
da un cantiere all’altro su medie distanze senza dover per forza salire su camion.
C A M P O
C A M P O
P R O V E
PALAZZANI
PALAZZANI
PALOAD PL 165
C A M P O
C A M P O
P R O V E
PALOAD PL 165
P R O V E
PALAZZANI
48
CSC
luglio · agosto 2011
49
CSC
luglio · agosto 2011
COMPONENTI DI QUALITÀ
trazione massima in prima marcia è di 0,705, pari a 4.392 kg, grazie alla trasmissione idrostatica
che garantisce anche un minor pattinamento.
NESSUN RUMORE…O QUASI
Una serie di accorgimenti tecnici ha permesso
la riduzione al minimo dei rumori in cabina. A
cominciare dalla scelta del motore, turbo anziché aspirato. La cabina, poi, è integrale, è cioè
un tutt’uno con il resto della struttura: in questo
modo, tra le fessure, non si inserisce alcun flusso
di rumorosità. Fondamentale l’inserimento tra
la cabina e il propulsore del serbatoio dell’olio
che, assieme ad altri raccordi insonorizzanti,
per l’operatore costituisce una barriera natura-
50
CSC
luglio · agosto 2011
La componentistica utilizzata è di primo livello:
oltre al motore Yanmar, la trasmissione idrostatica e una Bosch-Rexroth, gli assali e il cambio
meccanico sono della Carraro, la pompa idraulica della Casappa, la distribuzione idraulica della
Walvoil. Filtri idraulici Argo-Hytos, filtro aria Virgis, radiatore Ciesse, silenziatori Gt e impianto
elettrico Ciam-Cobo. Per quanto riguarda la benna, a una versione “standard” con una capacità
di colmo di 1,15 metri cubi si possono preferire
anche varianti da 1,25, 1,6, 1,9, 1,05 o 2 m3. Non
solo: sono applicabili anche altri accessori come
trincia erbe stradali o forche.
IN CONCLUSIONE…
Come accennavamo all’inizio di questo articolo,
la PL 165 è la sorella maggiore di altri due modelli con le stesse caratteristiche, la PL 145 e la
PL 155. La prima è una pala da 4,9 tonnellate (ma
che può arrivare a 5,3 ton), con motore aspirato Yanmar 4Tnv-98 da 51,1 kW (69,5 CV) a 2.500
rpm e sprovvista di cambio meccanico. I rapporti, quindi, sono due anziché quattro. La PL 155 è
invece dotata dello stesso motore della PL 165,
e come questa è dotata di cambio meccanico e
4 rapporti. Solo che le dimensioni sono inferiori:
si parte da 5,9 e si arriva a 6,3 tonnellate.
1)
2)
3)
4)
5)
6)
7)
8)
9)
Dati specifici al tipo benna PL 165
con pneumatici 16/70x24
Capacità colmo
Densità materiale
Carico di ribaltamento in linea (ISO 14397)
Carico di ribaltamento articolato (40°) (ISO 14397)
Capacità di sollevamento alla max. altezza
Forza di strappo
E - lunghezza totale
L - Altezza di sollevamento max
D - Larghezza benna
U - Diametro di rotazione
G - Profondità di scavo
H - Angolo di ribaltamento 45°
J - Sbraccio ad altezza max
N - Sbraccio max
Peso operativo
Dati con forche universali - Baricentro 500 mm
Carico di ribaltamento articolato (ISO 14397)
Carico operativo EN 474-3 80%
Carico operativo EN 474-3 60%
Carico operativo 80%, posizione di trasporto, articolato 40°
PL165 PL165 PL165 EXTRA
STD.
XL
XL
MAGG.
m3
kg/m3
kg
kg
kN
kN
mm
mm
mm
mm
mm
mm
mm
mm
kg
kg
kg
kg
kg
3385
2708
2030
2708
1,15
1800
4965
4450
35,3
68,6
5595
4330
2100
9960
65
2725
830
980
6400
1,25
1800
5120
4590
34,8
68,6
5595
4330
2200
10060
65
2725
830
980
6800
1,6
1200
5056
4530
34,3
61,1
5670
4510
2300
10210
65
2260
905
1017
6900
1,9
1000
4925
4416
33,8
54,9
5740
4607
2400
10360
65
2595
980
1060
6950
4:1
SCARICO
RIALZATO
1,05
1900
4870
4370
34,3
68,6
5595
4330
2100
9960
65
2725
830
980
6450
2,0
800
4515
4048
29,1
5933
5210
2200
10350
80
4025
1100
2000
7000
mm
610
1477
3316
500
1555
500
885
1000
2483
PL 165
con pneumatici 16/70x24
A
A1
B
B1
C
C1
D1
E1
F
I
M
O
S
T
V
X
Y
Z
2800 mm
43°
4732 mm
42°
2400 mm
1000 mm
120 mm
40°
360 mm
3450 mm
3280 mm
59°
96°
4450 mm
2550 mm
1570 mm
1980 mm
3200 mm
EQUIPAGGIAMENTO STANDARD
- Servocomando pala
- Differenziale autobloccante automatico proporzionale su assale anteriore e posteriore (Limited Slip)
- Comando inching a pedale (regolazione velocità di trasmissione)
- Tappi serbatoio antinquinamento
- Benna con denti imbullonati
- Allineatore meccanico benna
- Allarme retromarcia
- Interruttore distacco batteria
- Fari di lavoro anteriori e posteriori
- Lampada rotante e fissaggio magnetico
- Sedile delux ammortizzato, regolabile, con cinture di sicurezza
- Volante regolabile etelescopico
- Sistema flottante
- Predisposizione aria condizionata
- Impianto di riscaldamento
- Filtro aria cabina in aspirazione dall’esterno
- Manipolatore multifunzione con comando velocità e inversione
- Parafanghi anteriore rotoformato
- Dotazione attrezzi
- Manuale uso e manutenzione a catalogo ricambio
- Accessori d’uso per la circolazione e catalogo ricambi
- Omologazione stradale per la circolazione diurna e notturna
- Certificazione CE
51
CSC
luglio · agosto 2011
P R O V E
PALOAD PL 165
C A M P O
C A M P O
le contro i rumori. Ma non è finita. Contro i rumori i tecnici della Palazzani sembrano essersi
proprio scatenati, visto che hanno utilizzato anche una ventola aspirante e non soffiante, che
convoglia il rumore dell’aspirazione in apposite
griglie laterali. Il tutto è completato dall’utilizzo
di filtri di grande capacità, da 8 pollici anziché 7,
che da un lato protegge maggiormente il motore dalle impurità e, dall’altro, fornisce meno
contropressione al motore che così diventa più
silenzioso. Altra soluzione tecnica interessante, l’utilizzo della pompa idraulica con valvola
prioritaria. Quest’ultima sostituisce la pompa
aggiuntiva solitamente utilizzata dai costruttori tedeschi. E garantisce, oltre a una minore rumorosità, anche riduzione dei consumi e dell’assorbimento di potenza.
MOVIMENTI FLUIDI E MASSIMA
STABILITÀ
La trasmissione idrostatica permette inoltre
dei movimenti fluidi, senza strappi. Mentre
l’agilità e la capacità di muoversi in spazi
stretti è garantita dal telaio articolato. Buona anche la capacità di oscillazione, di 11
gradi tanto a destra quanto a sinistra. Questo grazie soprattutto alla disposizione del
motore, longitudinale anziché trasversale.
Un accorgimento che permette all’albero di
trasmissione di passare all’interno del telaio, e non pericolosamente al di sotto. Come
una pala più grande, appunto. L’oscillazione, inoltre, avviene all’altezza dell’assale posteriore e non nella parte centrale del telaio
come avviene di solito per tale segmento di
macchine da cantiere: questo – unitamente alla posizione longitudinale del motore
– garantisce alla PL 165 una maggiore stabilità.
Obbedisce alla stessa logica anche la scelta di pneumatici particolarmente grandi,
da 24 pollici anziché da 20. Che, oltre a una
maggiore altezza da terra, permettono alla
PL 165 di avere più trazione e di consentire
una maggiore oscillazione. Allo stesso modo, alle sorelle maggiori è ispirato anche il
cinematismo a Z, che garantisce una forza di
strappo pari a 68,6 kN. Mentre il rapporto di
PALAZZANI
PALOAD PL 165
P R O V E
PALAZZANI