Giochi d`abilità a distanza con vincita

Transcript

Giochi d`abilità a distanza con vincita
Roma, 18 aprile 2011
Ministero dell’Economia e delle Finanze
Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato
__________
DIREZIONE GENERALE
DIREZIONE PER I GIOCHI
Gioco a distanza
Ai concessionari dei giochi di
abilità a distanza
LORO SEDI
Prot. 2011/ 14092 / Giochi / GAD
e, p.c. Alla SOGEI S.p.A.
Via Mario Carucci, 99
00143 ROMA
Oggetto: Giochi d’abilità a distanza con vincita in denaro. Protocollo di comunicazione PGDA.
Messaggio 830. Tempistica
Il Protocollo di comunicazione tra Sistema di elaborazione dei Concessionari e il Sistema
centrale di Aams da adottarsi per l’esercizio dei giochi di abilità, nonché dei giochi di sorte a quota
fissa e dei giochi di carte organizzati in forma diversa dal torneo con partecipazione a distanza
(PGDA) Versione 2.1 del 3 febbraio 2011, definisce le specifiche di comunicazione relative ai
messaggi di colloquio, tra il sistema di elaborazione del concessionario autorizzato all’esercizio dei
giochi di abilità a distanza ed il sistema centrale di AAMS per tutte le attività connesse alla gestione
del gioco.
Il concessionario, rispettando le scadenze definite da AAMS, è tenuto ad inviare, tramite il
messaggio 830, le informazioni relative al software certificato utilizzato dal sistema (piattaforma e
giochi), comunicando gli estremi dei moduli software attivi sul sistema, indicando per ognuno
l’hash code ottenuto tramite algoritmo SHA1. A fronte di tale messaggio il sistema centrale di
AAMS restituisce al concessionario il messaggio di risposta. Qualora sia di errore il concessionario
predisporrà nuovamente il messaggio per il nuovo inoltro.
Analogamente, le linee guida per la certificazione della piattaforma di gioco, al paragrafo
2.2.7 – Sicurezza, prevedono che il SGAD esegua procedure di verifica automatica che, tra l’altro,
coinvolgano il calcolo quotidiano dell’hash del software critico determinato dall’EVA, mediante
l’algoritmo di hashing SHA1 e che il risultato del calcolo debba essere verificato dall’EVA in fase
di test e debba essere inviato ad AAMS secondo quanto previsto dal protocollo di comunicazione.
Tutto ciò premesso, al fine di rendere omogenee le attività di comunicazione da parte degli
operatori e stabilire scadenze uniformi, si dispone che la trasmissione del messaggio 830 in
argomento avvenga con frequenza almeno giornaliera.
IL DIRIGENTE
F.to Francesco RODANO

Documenti analoghi