Una tartaruga sempre in fuga Tina vista tre volte in 57 anni

Commenti

Transcript

Una tartaruga sempre in fuga Tina vista tre volte in 57 anni
40
SABATO
10 MAGGIO 2014
La Provincia
CREMONESE - BRESCIANO
www.laprovinciacr.it
Pieve San Giacomo-Torre de’Picenardi.Regalata nel ’56. Adesso ha trovato i piccoli amici
Una tartaruga sempre in fuga
Tina vista tre volte in 57 anni
di Giulio D’Alessandro
PIEVE S. GIACOMO-TORRE
PICENARDI —E’una tartaruga
girovaga, evidentemente non
ama molto le mura domestiche e
giardini ben curati. Tant’è che il
suo padrone, un 66enne, in quasi 58 anni l’ha vista solo tre volte:
la prima quando gliel’hanno regalata (lui ne aveva 8), la seconda sette anni fa (ne aveva 59) la
terza nei giorni scorsi.
E’ questa la strana storia di
‘Ti n a ’ una tartaruga di terra,
una bestiolina molto indipendente, che forse adesso metterà
la testa a posto perchè ha trovato quattro nuovi piccoli amici:
Mariavittoria, Matilde, Alberto
e Alessandro, i nipotini di Franco Olzi, assieme a ‘Tina’, protagonista di questa storia.
«Era il 1956, avevo poco più di
8 anni e i miei genitori mi regalarono una piccola tartaruga di
terra. Diventammo subito amici, la tenevamo in giardino, nella cascina di Ca’ de’ Vairani dove abito, ma un giorno sparì —
racconta nonno Franco —. Abbiamo pensato fosse morta, ci
Alberto,
Alessandra,
Franco,
Mariavittoria
e Matilde
con
‘Tina’
sono rimasto male, ma poi non ci
abbiamo pensato più. Quasi sette anni fa un giorno rincaso e mi
trovo la tartaruga sulla strada
sterrata di casa. Era lei, non ho
avuto dubbi, andava verso il
giardino come se non fosse successo nulla. Ma anche in questo
caso dopo qualche giorno è sparita di nuovo, l’ho cercata ovunque, ma inutilmente».
In famiglia si è pensato che
magari sarebbe ritornata, ma
non dopo sette anni. E infatti nei
giorni scorsi mentre nonno
Franco stava facendo una passeggiata ha rivisto la tartaruga
sulla strada, quasi nello stesso
posto dove l’aveva ritrovata sette anni prima. «Non credevo ai
miei occhi, ma era proprio lei.
Allora ho chiamato le mie figlie
e i miei nipotini che abitano a
Torre Picenardi, sono venuti e
gli ho presentato la tartaruga:
l’anno subito chiamata ‘Tina’».
Tra i quattro bambini e ‘Tina’ è
stato amore a prima vista: il nonno l’ha regalata a loro e adesso
v i v e a T o r r e , i n u n g i a r d ino...ben recintato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Robecco d’Oglio, festa
Nonna Maria
ha superato il secolo
Nonna Maria
Contardi
con la sua
bella torta
di
compleanno:
ha compiuto
101 anni
ROBECCO D’OGLIO — Una festa per la super
nonna Maria Contardi che, nei giorni scorsi, ha
compiuto 101 anni. Per l’occasione ha festeggiato con parenti, amici, animatori e tutto lo
staff della casa di riposo di Robecco questo importante traguardo. Una fetta di torta e un bel
mazzo di fiori per rendere indimenticabile questo momento. Contardi è una donna d’altri tempi con lo spirito ancora di una giovane. Basti
pensare che, a novembre, quando le animatrici
le hanno proposto di uscire a cena alla trattoria
del paese, aveva accettato con entusiasmo:
«Certo, vengo a piedi». Originaria di Cornaleto, frazione di Formigara, è nata all’interno di
una famiglia numerosa e ha sempre lavorato
moltissimo, prima gestendo un negozio di alimentari e poi un’osteria. A 34 anni si è sposata e
da questa unione sono nati i figli Luigi e Armando Fusarpoli che, a loro volta le hanno dato
la gioia di diventare nonna di quattro nipoti e
bisnonna di tre pronipoti. Cuciva, rammendava, lavorava a maglia, curava gli animali dell’azienda e riusciva, seppur non più giovanissima,
a percorrere il tratto di strada che da Corte de’
Cortesi (dove abitava) arrivava sino a Casalbuttano dove si recava per prendere il treno.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Castelverde al voto.I tre candidati sindaco ospiti della parrocchia
Le richieste dei cristiani
di Serena Ferpozzi
CASTELVERDE — Un momento di ascolto e
confronto per condividere valori che la comunità cristiana ritiene importanti per il bene comune. E’stato questo il filo conduttore dell’incontro
che si è tenuto giovedì sera in oratorio, fortemente voluto dal consiglio pastorale, e rivolto ai tre
candidati sindaco Giuseppe Priori, Andrea Lenae
Graziella Locci. Al dibattito, moderato da Anna
Baldrighi, ha partecipato molta gente tra cui il
parroco don Roberto Rota.
Il consiglio pastorale della
parrocchia di S. Archelao, dopo aver riflettuto sul documento della Commissione
diocesana della pastorale sociale e del lavoro, ha ritenuto
necessario presentare a chi
intende candidarsi ad amministrare il Comune, alcune linee di impegno irrinunciabili.
Per questo i tre candidati sono stati invitati ad esporre le
proprie linee programmatiche inerenti le politiche familiare, le proposte di dialogo e
confronto tra le varie realtà
presenti in paese e i principi
di sussidiarietà e solidarietà
alla base delle loro azioni.
«Chiediamo di sostenere —
ha detto Baldrighi — il ruolo
della famiglia, intesa come
stabile convivenza tra uomo e
donna, attraverso politiche
economiche adeguate. Auspichiamo che si mettano in atto
politiche a sostegno di chi resta solo, che si proceda ad investimenti economici utili a
tutti i cittadini, che si valorizzino le ricchezze presenti sul
IN BREVE
San Daniele, domani
celebrazioni
al Santuario di Isola
San Daniele — Il santuario della Madonna
della Misericordia di Isola Pescaroli compie 60 anni: domani festa e celebrazioni
solenni, e saranno in tanti a partecipare.
Alle 9 è previsto un pellegrinaggio dei cittadini di Sommo con Porto che parteciperanno alla messa. La celebrazione solenne
è prevista per le 16,30. Nel santuario don
Antonio Pezzetti officerà la messa, poi l’icona della Madonna andrà in processione
sugli argini e poi verrà portata sul Po e
saranno benedette le acque. I bambini
lanceranno in cielo palloncini e la banda
di Isola Dovarese suonerà celebri musiche. Il mese mariano si chiuderà il 31 maggio con la celebrazione di don Ruggero
Zucchelli.
Sesto, dopo l’ordinanza
i rom lasciano il paese
Sesto — I nomadi hanno lasciato Sesto. La
carovana di rom, giunta all’improvviso
martedì pomeriggio da Cremona, che si
era stanziata senza autorizzazione nel
campetto retrostante gli spogliatoi del
campo sportivo comunale, giovedì sera,
ottemperando all’ordinanza di sgombero,
firmata dalla vice sindaco Francesca Maria Viccardi, per ragioni igienico-sanitarie e di sicurezza, è ripartita per una destinazione ignota. Non è stato quindi necessario far intervenire le forze dell’ordine per l’allontanamento del gruppo composto da una decina di roulotte e camper.
Quinzano d’Oglio, oggi
i nuovi alloggi pubblici
Quinzano d’Oglio — Questa mattina verranno
inaugurati i diciotto nuovi alloggi, pronti per
essere abitati da persone o famiglie in difficoltà, alcune delle quali residenti anche nel cremonese, in particolare di Bordolano. Dopo anni, il complesso di case di edilizia pubblica di
via Ciocca è diventato realtà. Alle 10 le autorità
si ritroveranno presso la palazzina e pochi minuti prima delle 11, dopo gli interventi dei rappresentanti istituzionali, si procederà alla benedizione dell’edificio e al taglio del nastro. Si
tratta di un intervento da due milioni e 258mila
euro finanziato per un milione e 804mila euro
dalla Regione Lombardia e per la restante somma dall’amministrazione comunale.
Corte de’ Frati, mostra
‘L’emozione del colore’
Corte de’ Frati — Domani alle ore 17 nella
sala polifunzionale di Corte de’ Frati, si tiene l’inaugurazione della mostra di pittura di
Roberto Fontana dal titolo ‘L’emozione del
colore’. L’esposizione, che vanta il patrocinio dell’amministrazione comunale ed è realizzata in collaborazione con l’associazione
‘Co.Libri’, potrà essere visitata secondo i
consueti orari di apertura della sala di lettura sino al 2 giugno. L’ingresso è libero e
aperto a tutta la cittadinanza.
La serata
Casalbuttano, questa mattina
al via la maratonina
territorio, sul versante aggregativo, culturale e sociale.
Chiediamo di attuare un effettivo principio di sussidiarietà e che si riconosca concretamente il valore educativo degli oratori, quali ambienti aggregativi aperti al territorio. Nel contempo sottolineiamo l’importanza del servizio
che svolge il nido Ciribiricoc-
cole e la scuola materna monsignor Gardinali, gestita dalla
cooperativa ‘Servizi per l’infanzia’. E’ importante implementare i servizi offerti dalla
fondazione Opera Pia SS Redentore». Principi che tutti e
tre candidati sindaci, seppur
con sfumature diverse condividono pienamente.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Casalbuttano — Questa mattina, dalle 9, si
terrà la prima edizione della maratonina
resa possibile grazie alla collaborazione
tra l’istituto di Casalbuttano e l’amministrazione comunale. Una maratonina aperta a tutti, persone normodotate e diversamente abili, per condividere un’esperienza, all’insegna dello sport e dell’amicizia. Anche consiglieri e assessori indosseranno tuta e scarpe da ginnastica per
percorrere il tracciato che varia da uno a
due chilometri, in base al grado di allenamento. Un appuntamento da non lasciarsi sfuggire.
Cappella Picenardi. Al posto dei vecchi campi di bocce
Un’area giochi nell’asilo
CAPPELLA DE’ PICENARDI
— Un’area giochi nuova di zecca per i bambini del paese. La
sta per realizzare il Comune all’interno del
parco dell’ex
asilo, dove
troveranno
spazio nuove
altalene, scivoli e tanti altri giochi per
l’infanzia.
Un gruppo di
volontari guidati dall’a ssessore Federico Maggi ha
già ripulito l’area interessata
dall’intervento, mentre nelle
prossime settimane verrà posato un pavimento anti trauma
per garantire la sicurezza dei
piccoli, dopodiché potranno es-
sere posizionati tutti i giochi acquistati dal Comune con 2.500
euro.
«Oggi nel giardino dell’ex asilo
ci sono alcuni
giochi piuttosto vecchi —
spiega il sindaco Raffaele
Leni — così
abbiamo deciso di promuov e r e u n a r iqu ali fi caz ione dell’a r ea ,
creando una
nuova zona
giochi al posto
dei vecchi campi da bocce, inutilizzati ormai da anni. Questo
progetto nasce dalla voglia di
offrire ai bimbi spazi nuovi,
ben illuminati e sicuri». (s.b.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA