cronaca - Il Caffè.tv

Commenti

Transcript

cronaca - Il Caffè.tv
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - tel. 06.92.76.222 - 06.92.85.90.20 - [email protected] - GRATUITO
di APRILIA
Il Caffè non riceve contributi pubblici per l'editoria
Buche: l’asfalto dura solo 5 anni
Comune costretto ad acquistare asfalto economico: lo impone la legge!
Il Comune di Aprilia spende circa 50 mila euro l'anno per acquistare l'asfalto con cui tappa le centinaia di buche che si formano sulle strade comunali.
La legge impone ai Comuni di risparmiare e di acquistare l'asfalto più conveniente, non quello più
resistente: per questo una strada mediamente dura
5 anni, poi va rifatta. Il problema è anche il fondo
argilloso: solo la metà delle strade ha un basamento realizzato a regola d'arte. Anche le “toppe” reggono poco: l'asfalto “calco” non attacca se le buche
sono piene d'acqua, il catrame istantaneo – più resistente – costa troppo.
a pag. 4
Cartelloni abusivi, al
via controlli a tappeto
I ROMANI INVADONO APRILIA
Bilancio dell’attività della Guardia
di Finanza in provincia nel 2015
Rapinatore rintracciato
per un capello perso
Dopo il colpo nel 2015 lasciò
tracce: trovato grazie al Dna
Progetti in ritardo
a pag. 6
SULLA PONTINA
Tenta il colpo e fugge,
fermato e arrestato
Affollata partecipazione alla “Passione di Gesù” per le vie della città, la domenica delle Palme.
120 figuranti in costume d’epoca, tra cui i soldati del Gruppo Storico Romano.
a pag. 35
Il “vaffa” del ladro ai testimoni
Sorpreso mentre tenta il furto in un tabacchi a Campoleone, se la prende con i presenti
POSTE ITALIANE S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale 70% - tassa pagata - DCB Latina
Il Col.
Giovanni
Reccia
MONTARELLI
a pag. 3
a pag. 22
Esenzioni ticket, 2 su 3
provano a frodare
a pag. 18
Astral stanzia i soldi per toglierli dalle
strade. Previste multe fino a 18.785 euro
Il Museo di
Carano fermo
in attesa del
progetto che
non arriva.
Ultimatum
di Terra
FINANZA
La scena è stata ripresa dalla videosorveglianza dell’esercizio. L’auto usata dai ladri rubata a febbraio
a pag. 12
Chiesti 4 anni: il Giudice gliene dà sei
Per la rapina in un bar di Aprilia nel 2012 il pm aveva chiesto una condanna più mite: il Giudice non sente ragioni
a pag. 8
Aveva un banco al mercato
Inneggiava
all’Isis: 50enne
via dall’Italia
Sul suo pc trovati filmati
sulla guerra in Siria: era
nel circuito degli estremisti
a pag. 8
a pag. 19
FRASSINETO
ALLARME PER I CAMPI
ROM “FAI DA TE”
a pag. 20
FOSSIGNANO
ARRIVA IL CONTROLLO
DEL VICINATO
a pag. 14
2
ECONOMIA
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Trivelle o futuro? Il referendum s’avvicina
Il governo ha dato pochi giorni per informare e farsi un’idea, ma la mobilitazione per fermare il far west petrolifero cresce
Il vero sviluppo è nelle rinnovabili, ma lobby ‘fossile’
e politici le stanno frenando
Francesco Buda
Un Paese con una strategia energetica al passo coi tempi, capace di
non perdere il treno delle fonti pulite e le grandi potenzialità anche di
lavoro che esso offre. Un Paese trasparente, che non ammorbi l'ambiente e la salute e svincoli la nostra
economia da prepotenti lobby e politici maggiordomi. Gli italiani hanno pochi giorni per dare questa indicazione, democraticamente, con il
referendum contro le trivellazioni
petrolifere in mare. Governo e lobby fossili hanno tentato strenuamente di sabotare l'iniziativa. E invece il 17 aprile si vota. Oggetto del
voto sono le concessioni all'estrazione di petrolio e gas in mare entro
12 miglia (circa 22 km) dalla costa.
COSA CHIEDE IL REFERENDUM
Il quesito chiederà se vogliamo che
le compagnie petrolifere possano
operare senza limiti di tempo, fino
ad esaurimento dei giacimenti, su-
perando le attuali scadenze previste
nelle concessioni. Barrando il "Sì",
si chiede di abrogare questo regalo
fatto ai petrolieri del governo Renzi,
che gli ha donato altri generosi favori. La norma in questione è stata introdotta con l'ultima Legge di stabilità, in vigore dal primo gennaio
scorso. Chi vuole invece che le trivelle restino senza una scadenza deve votare "No".
Ma la portata di questo referendum
è molto più profonda ed ampia: può
dare un segnale chiaro e forte su come gli italiani vogliono che il loro
Paese si sviluppi e quindi rimettere
Sussidi alle trivellazioni
Molti credono che l'energia costa tanto
per colpa degli incentivi alle fonti rinnovabili. Ma i veri vampiri di soldi pubblici
sono le fonti fossili. In particolare, chi
le sfrutta in Italia gode di grandi aiuti
statali, tra sconti e sussidi. Lo Stato gli
chiede un'elemosina (royalties) tra il 7
e il 10% per il petrolio in mare (di solito, all'estero pagano dal 30 all'80%).
Non pagano tasse sulle prime 20mila
tonnellate di oro nero prodotto ogni
anno in terraferma e sulle prime 50mila in mare. Sul gas, poi, non pagano
tasse per i primi 25 milioni di metri cubi
standard estratti in terra e per i primi
80 milioni di metri cubi a mare. Le produzioni in regime di permesso di ricerca non sono tasssate. La svendita dell'Italia ai petrolieri è ben sintetizzata
dal rapporto annuale 2011 della compagnia canadese Cygam Energy. Descrive il nostro Paese come "il migliore
per l'estrazione di petrolio offshore", in
mare, grazie alla "assenza di restrizioni e limiti al rimpatrio dei profitti". Cioè
gli stranieri (non i poveri profughi e migranti) spremono le nostre risorse e
portano via i guadagni.
86,7
miliardi di euro spesi ogni anno
dall'Italia per i decessi causati
dall'inquinamento atmosferico,
provocato soprattutto da petrolio,
gas e carbone
(Fonte Ocse)
sul giusto binario il cammino energetico nazionale, che la casta ha deviato dalle rinnovabili, frenandole,
verso le fossili, inondate di sussidi e
aiuti statali. Si tratta dunque di dare
un sterzata alla via vecchia, inquinante e antieconomica imposta dai
governi Berlusconi, Monti, Letta e
Renzi, i quali hanno favorito pezzo
dopo pezzo l'esplosione di questa
caccia a gas e petrolio senza un serio ritorno economico per le casse
pubbliche né significativi contributi
alla nostra indipendenza energetica.
Il solito copione visto con le acque
minerali, l'acqua o le cave, per
esempio.
LA CASTA FRENA
LE RINNOVABILI, IL POPOLO NO
Come è stato per il nucleare, nel
1987 e poi nel 2011, il popolo sovrano ha preso in mano la situazione,
si è mobilitato, ha unito le forze per
raddrizzare la deviazione imposta
dall'alto. Secondo vari analisti, non
regge la tesi secondo cui che il referendum sulle trivelle farebbe
strage di posti di lavoro. Sono impianti ad altissima automazione,
una volta partiti vi lavora poco personale e ad alta specializzazione:
su una piattaforma come quella
che volevano fare ad Ombrina, in
Abruzzo, lavorerebbero 24 persone. A fronte di introiti stimati in 5,6
miliardi di euro nel 2013 solo con la
vendita degli idrocarburi estratti in
Italia, i ricavi per lo Stato con le royalties - l'obolo pagato dai petrolieri - sono irrisori: 420 milioni di euro. La buona occupazione arriva invece dalle fonti rinnovabili. Per il
terzo anno consecutivo il mercato
del lavoro intorno al fotovoltaico è
cresciuto del 20% negli Stati Uniti,
dove nel 2015 l’occupazione in questo settore ha registrato una crescita dodici volte più alta rispetto al
resto dell’economia, superando anche il numero di posti di lavoro
creati dall’industria petrolifera e
del gas messe insieme (fonte Solar
Foundation).
UN SETTORE IN DECLINO
L’ultimo rapporto della società di
consulenza Deloitte, ci dice che il
35% delle compagnie petrolifere sarebbe ad alto rischio di fallimento
nel 2016. I cittadini italiani, saggiamente, chiedono di non scommetterci più e di puntare sul nostro vero petrolio: turismo, natura, bellezza, cultura. La mobilitazione popolare ha già dato esiti: dall'inizio della campagna referendaria decine di
procedimenti in corso per titoli minerari sono stati bloccati dal Ministero dello sviluppo economico,
che ha rigettato i procedimenti a
Le ragioni del No
C'è anche il Comitato per il "No" al
referendum. Un gruppo che si fa
chiamare "Ottimisti e razionali", che
annovera anche amanti dell'energia
nucleare come Chicco Testa, fondatore di Legambiente e a suo tempo
promotore del referendum antinucleare del 1987. Il loro motto è "dal
gas l'energia pulita - No ai No Triv ,
Sì al lavoro". Pensano che il referendum agiti falsi problemi in danno dell'economia e l'occupazione, e che se
vinceranno i "Sì" lo Stato sarà esposto a grossi contenziosi coi petrolieri.
Sperano nell'astensionismo.
seguito delle modifiche ottenute
dai “No Triv” con la Legge di stabilità. Inoltre, varie compagnie petrolifere hanno abbandonato le richieste per nuove trivellazioni.
79%
delle piattaforme in Adriatico ha
sedimenti contaminati oltre i limiti
fissati dalle norme europee per
almeno una sostanza pericolosa
(Fonte Ministero Ambiente - Ispra)
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
SICUREZZA STRADALE
3
Cartelloni abusivi: ora controlli a tappeto
L’Astral sta appaltando il servizio di verifica e rimozione dei cartelli pubblicitari abusivi su tutte le strade del Lazio
Daniele Castri
Individuare, rimuovere, trasportare, custodire e poi demolire e
smaltire correttamente tutti i cartelli e cartelloni pubblicitari abusivi presenti sui terreni pubblici o
privati situati nei pressi dell’intera
rete viaria della Regione Lazio. È
questa la mission (quasi) impossibile che l’Astral spa, Azienda Strade Lazio, si propone di portare a
termine su una rete stradale di circa 2000 chilometri, di cui quasi 500
di autostrada. L'Astral ha ereditato
5 anni fa dall’Anas, l’Azienda Nazionale Autonoma delle Strade, la
gestione amministrativa delle strade del Lazio insieme al “compito di
gestire la pubblicità lungo e in vista della Rete Viaria Regionale”.
Forse per questo l’Astral spa ha
deciso a gennaio scorso di sub-appaltare il servizio e l’incomodo a
una società privata specializzata in
questo settore “con il criterio – si
legge tra le carte che il Caffè ha potuto consultare – del prezzo più
basso”, anche detto del massimo
ribasso.
LA GARA PUBBLICA
Lo scorso 7 marzo, l’amministratore unico dell’Astral spa, ingegner
Antonio Mallamo, ha pubblicato
MULTA FINO A 18.785 EURO ANCHE
AL MARCHIO PUBBLICIZZATO
UN CASO CLAMOROSO
Affissione irregolare in via Nettunense con pubblicità della Regione Lazio
sul sito Internet il bando di gara
pubblico che si chiuderà venerdì
22 aprile e che ha lo scopo di “eliminare – si legge tra i documenti –
tutte le installazioni pubblicitarie
in difformità o in assenza di autorizzazioni e concessioni presenti
sulle strade di competenza della
Regione Lazio”, ma anche di “garantire la sicurezza assoluta della
circolazione e dell’incolumità pubblica”. L'appalto e previsto per un
periodo di 24 mesi, al costo di
680mila euro.
INVESTIMENTO SUFFICIENTE?
Non si tratta, forse, di un investi-
CARTELLONI ABUSIVI SU TERRENI PRIVATI
mento troppo esiguo rispetto all’ampiezza della rete stradale regionale, alla portata del problema
e dei mezzi necessari per contrastarlo efficacemente? La via Appia,
la via Pontina e la via Nettunense
sono tre direttrici stradali di interesse strategico regionale, che necessitano di interventi in grado di
garantire maggiore sicurezza. A
sottolinearlo a partire dal 2004, soprattutto rispetto alla via Pontina,
è stato anche l’Osservatorio Trasporti e Ambiente della Unioncamere Lazio, l’Ente pubblico che registra le finalità delle imprese territoriali. Si tratta certo, per Astral
FINO AD OGGI NESSUN CONTROLLO
Il Nuovo codice della strada, decreto legislativo 30 aprile 1992 n. 285 e
successive modificazioni,
prevede per gli abusivi il pagamento di una multa da 419 a 1.682 euro.
Se si installa un cartellone non rispettando le autorizzazioni la multa sale:
da 1.376,55 a 13.765,50 euro, in via solidale con il soggetto pubblicizzato.
Se l'Ente deve intervenire anche a rimuoverlo la multa prevista è da 4.696
a 18.785 euro, anche in questo caso in via solidale con il soggetto pubblicizzato
Questo vuol dire che l'azienda proprietaria del marchio pubblicizzato sul
cartellone può essere multata, anche se era in buona fede. È fondamentale dunque sincerarsi sempre che l'agenzia che propone un cartello pubblicitario stradale abbia le necessarie autorizzazioni e che poi il cartellone sia
installato correttamente.
spa, di un primo passo importante
verso la sicurezza stradale, ma forse servirà presto qualcosa di più.
Magari con i soldi delle multe si
potrebbe finanziare un incremento
dei controlli, attivando un circolo
virtuoso che porterebbe finalmente ad estirpare tanti pali pericolosi
ai bordi delle nostre strade
UN BANDO CHE VALE... LA VITA
Potremmo infatti dire che si tratta
di un bando che vale la vita, dal
momento che troppo spesso muo-
PONTI TAPPEZZATI DI MANIFESTI ABUSIVI
iono o rimangono gravemente ferite in strada anche persone che finiscono contro i cartelli e cartelloni
pubblicitari abusivi o che pericoli
alla circolazione vengono comunque innescati da pubblicità stradali
messe in punti dove non potrebbe
essere. È la stessa Astral spa – si
legge nella determina con cui l’ingegner Mallamo predispone il bando – ad aver riscontrato “l’effettiva
presenza di un cospicuo e crescente numero di mezzi pubblicitari
abusivi e molto pericolosi per tutti
gli utenti della strada”. Inoltre, prosegue questo stesso documento:
“sono pervenute all’Astral spa anche numerose segnalazioni da parte dei diversi organi di polizia, nonché dalle associazioni di categoria,
da privati cittadini e dagli organi di
stampa (leggi Il Caffè n. 189, 278,
302 e 336, ndr)”. Purtroppo – conclude la nota del dott. Mallamo –
“Astral spa non dispone di personale e mezzi adibiti alla rimozione
dei mezzi pubblicitari”.
4
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Strade di Aprilia con la data di scadenza
Il 50% delle strade sono costruite male e vanno rifatte ogni 5 anni massimo. Rifare il fondo costerebbe sei volte tanto
L
e buche rappresentano senz'altro un grave problema
per la sicurezza di tutti. Le
buche sono probabilmente un dato storico: ci sono sempre state.
Certamente qualcuno avrà progettato o lavorato male e qualcun altro non avrà fatto i dovuti controlli su materiali e lavori, o la necessaria manutenzione. Poi pioggia e
maltempo avranno peggiorato le
cose. Ma forse c'é anche un'altra e
più semplice ragione: da 60 anni a
questa parte i trasporti su ruota
sono cresciuti esponenzialmente,
sia come numero di veicoli in circolazione, che come carichi e velocità media, sottoponendo quindi
le strade e l'asfalto a sollecitazioni
sempre crescenti, certamente più
di quanto la pur parallela evoluzione dei manti stradali non potesse
in passato sopportare.
Meglio rispetto a 10 anni fa
Non siamo ai livelli di 10 anni fa,
quando Aprilia vinse il premio
“Groviera d'oro” di Striscia la Notizia, ma gli automobilisti avvertono un senso di malessere viaggiando sulle strade dissestate.
Ma perché si formano le buche?
Certamente non si può dare la colpa sempre e solo alle piogge e all'inverno inclemente. Purtroppo
sembra che alle buche ci siamo
tutti stranamente abituati.
«Ad Aprilia il 50% delle strade sono realizzate senza un basamento
Un tappeto d’asfalto
costa 7 euro a
metroquadro, rifare
il fondo costa 40
euro a metroquadro
Ogni anno Aprilia
spende circa 50
mila euro per
l’asfalto con cui
tappare le buche
de», chiosa il Primo Cittadino.
adeguato – spiega il Sindaco Antonio Terra – di conseguenza l'asfalto regge poco. All'inizio della consiliatura abbiamo programmato
nel quinquennio il rifacimento delle strade che versano in condizioni peggiori prevedendo un cospicuo investimento economico».
Le “toppe” reggono poco
Ma perché le “toppe” alle buche
reggono così poco? «C'è un problema legato all'emergenza – aggiunge il Sindaco – visto che si è
costretti a riparare buche che si
formano con la pioggia senza
VIA TOSCANINI
Una delle strade che vanno riasfaltate con urgenza
aspettare che si asciughino dall'acqua. Questo influisce sulla tenuta del bitume, ma non possiamo
non intervenire. C'è poi il fatto che
l'asfalto andrebbe steso caldo: acquistando un camion di bitume da
Stradaioli, tempo che il mezzo arriva ad esempio a Campoverde
l'asfalto ha già perso parte del suo
calore e l'intervento risulta meno
efficace». Ci sarebbero le sacche
di asfalto a tiraggio istantaneo, ma
costano sette volte di più del-
l'asfalto caldo. «L'ideale sarebbe
scavare almeno mezzo metro e rifare il fondo, ma avrebbe un costo
esageratamente elevato e non riusciremmo a riparare le altre stra-
Strade con la data di scadenza
Le strade di Aprilia hanno una data di scadenza: quattro anni, cinque al massimo. Rifare una strada
stendendo semplicemente un tappetino di bitume costa 7,50 euro al
metroquadro, rifarla a regola d'arte, con la posa in opera di un adeguato fondo, costa 40 euro a metroquadro. Va da sé che il Comune
è costretto a scegliere se rifare
una strada come si deve o risistemarne cinque in maniera più superficiale ma che permetta di andare avanti per qualche anno. Per
tappare le buche, il Comune di
Aprilia spende mediamente tra i
40 e i 50 mila euro l'anno. Meno rispetto a dieci anni fa, visto che le
strade sono in condizioni decisamente migliori, ma anche perché
c'è più attenzione nell'acquisto
dell'asfalto, oltre al fatto che gli
addetti alla manutenzione stradale hanno avuto maggiori strumenti
per stendere al meglio il conglomerato bituminoso, ripulendo la
buca e pressando l'asfalto. Così la
toppa regge decisamente di più.
5
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Buche “volute” dagli obblighi di legge
La spending review impone di acquistare l’asfalto al miglior prezzo a scapito della qualità. Ecco perchè le “toppe” non reggono
Q
uello delle buche è un problema
non apriliano, ma nazionale. Complice anche l'obbligo che ogni Comune ha di acquistare l'asfalto al prezzo
minore, anche se di qualità non eccelsa.
Qui in Italia si fanno gare che dell'asfalto
comparano solo "il prezzo", premiando
sempre quello minimo, e solo assai raramente ricercano e comprano le sue migliori qualità. Non è una scelta dei Comuni: te
lo dice la normativa sugli acquisti economicamente più vantaggiosi. Effetto anche
questo della spending review. Oggi esistono fondi e manti di asfalto enormemente
più resistenti che per la maggiore portanza,
ovvero capacità di sopportare carichi superiori, evitano fessurazioni, rotture e quindi
anche buche. Però, ovviamente, bisogna
che anche le Amministrazioni siano libere
2011: L’ODISSEA DI VIA TIBERIO
La strada va rifatta ogni 4 anni: : ora è già un disastro
Non sempre i lavori
di rifacimento delle
strade vengono eseguiti a regola d’arte:
servono controlli
OPERAI AL LAVORO PER TAPPARE LE BUCHE
Quelle “toppe” reggono poco se l’asfalto non è caldo e se non viene pressato a dovere
di utilizzare queste nuove tecnologie, invece di comperare quelle coi "buchi a tempo"
compresi nel prezzo. Chiaro poi che certe
soluzioni possono costare più di altre, ma
si dovrebbe permettere ai Comuni di valutare anche la maggiore durata che ottengono compensando il prezzo più elevato.
Potremmo dire insomma che le buche
sono previste per legge. «Anche i lavori
spesso non vengono eseguiti a regola d'arte: per questo dal nostro insediamento abbiamo chiesto maggiori controlli durante il
rifacimento delle strade», precisa il Sinda-
2008: VIA CARROCETO COLABRODO
Striscia la Notizia consegnò ad Aprilia il premio “groviera d’oro”
co Terra. Perché non si assista ad eccessiva
parsimonia nell'utilizzo del bitume e la ditta non faccia la “cresta” sull'importo dei lavori. Spesso si rifanno le strade senza le dovute pendenze, senza i rinforzi intorno a
scoline e tombini.
È necessario che si svolgano le opportune azioni di controllo sui lavori e si pianifichi una adeguata manutenzione preventiva, per evitare che primi eventuali piccoli
cedimenti inneschino danni più gravi, col
tempo difficilmente riparabili se non con il
totale rifacimento.
Basta davvero un niente per provocare la
nascita di una buca. Il problema è che si lavora sempre in situazione di emergenza,
non può esserci una vera e propria programmazione negli interventi.
Diamo ormai le buche per scontate e non
ci indigniamo come invece dovremmo e come fanno i turisti che giungono in Italia da
altri paesi dove, si sa, le buche sono eccezioni e non la norma, anche con condizioni
climatiche ben più rigide e severe delle nostre.
6
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Arrestato per un… capello
MONTARELLI Arrestato il presunto autore di una rapina: a incastrarlo è stato il Dna
I
Carabinieri di Aprilia hanno posto agli
arresti domiciliari T.R., 29enne, così come deciso dal tribunale di Latina, per la
rapina al Bar di Montarelli del 19 marzo del
2015.
Fondamentale è stata la prova del Dna
eseguita dal Ris di Roma che ha rilevato il
profilo genetico sulla scena del crimine.
Intorno alle 16 del 19 marzo di un anno fa
il 29enne, col volto travisato, aveva fatto irruzione nel bar tavola calda Montarelli in
via Russo, angolo con la Pontina. Mostrò la
pistola e tentò di arraffare il denaro presente in cassa, ma una delle persone presenti
del bar reagì sferrando qualche pugno al
malvivente, dall'accento marcatamente locale, costringendolo alla fuga. Nell'uscire
dal bar perse la pistola, che si dimostrerà
essere giocattolo, oltre agli occhiali e al
cappello. Proprio grazie a quel dettaglio i
Ris sono riusciti a rilevare tracce biologiche
– in particolare alcuni capelli rimasti impigliati nello zuccotto usato per la rapina –
dalle quali hanno potuto estrarre il Dna necessario all'identificazione dell'autore. Non
finì lì: una volta fuori, ne nacque una nuova
colluttazione interrotta solo dall'arrivo del
19 MARZO 2015
Tentata rapina con “zuffa” al bar Montarelli
LA RAPINA DEL 15 MARZO 2016
Entrambi i malviventi sono stati arrestati
complice, che attendeva in auto – una Fiat
Punto grigio scura che è risultata essere
stata rubata a Pomezia – l'uscita del “colle-
FALSO ALLARME Si temeva il gesto sconsiderato di un uomo
«Mio padre fa una sciocchezza»
S
i era temuto il peggio, ma per fortuna si è rivelato tutto un grande
fraintendimento. Intorno alle 22
di mercoledì 16 marzo è arrivata la
chiamata ai Carabinieri di Aprilia da
parte di una ragazza preoccupata per le
sorti del padre: dopo una brutta lite in
famiglia ed il conseguente abbandono
della casa da parte della moglie e della
figlia, proprio quest'ultima aveva notato il genitore che si avvicinava pericolosamente ai fornelli, minacciando di
far esplodere l'appartamento col gas.
Visto quanto si erano detti in precedenza – si sa, quando si litiga si alza la voce e si
esagera parecchio anche con le parole – si
era temuto che l'uomo potesse avere intenzioni serie. Appunto far saltare in aria l’appartamento. Dopo l'allarme della ragazza,
subito sono accorsi i Carabinieri e i Vigili
del Fuoco che hanno fatto irruzione nell'appartamento, al km 49 di via Pontina altezza Tuca Tuca, nel territorio di Aprilia:
l'uomo, in realtà, non aveva intenzione di
ga”. Qualche strattonata e i due fuggirono,
uno con l'auto e l'altro a piedi, sulla Pontina. Naturale lo shock dei presenti, che tra
CRONACA Nel mirino un supermarket: era la terza volta
Tenta il colpo per 20 euro: preso
I
l 18 marzo ad Aprilia i Carabinieri del
Reparto Territoriale di Aprilia, nell’ambito di attività di contrasto al fenomeno delle rapine, hanno tratto in arresto V.M., 47enne, per aver poco prima,
presso l’esercizio commerciale “Penny
Market”, minacciato e costretto la cassiera a consegnargli la somma di 20 euro simulando il possesso di una pistola occultata sotto il maglione. L’arrestato è stato
farsi saltare in aria col gas, ma di farsi una
bella spaghettata. Tant'è che stava armeggiando con le pentole sui fornelli. Insomma, un eccesso di precauzione che comunque non fa mai male. L’uomo è stato interrogato dai Carabinieri non tanto per quanto
accaduto con la storia del gas, visto che si
è rivelato un falso allarme, quanto per la
violenta lite familiare che aveva provocato
l’allontanamento da casa delle due donne.
l'altro avvertirono un boato scambiato per
un colpo di pistola: in realtà si era trattato
dell'urto del rapinatore con il mobilio del
bar.
Quel bar è stato protagonista di un'altra
tentata rapina consumata il 15 febbraio
scorso verso l'orario di chiusura: in due entrarono in azione esplodendo anche un colpo d'arma da fuoco, ma furono presi a
schiaffi da uno dei presenti all'interno del
bar: una reazione rischiosa, ma fondamentale per i carabinieri che hanno avuto il tempo di arrivare sul posto ed arrestare i due
autori, un 73enne e un 44enne.
trattenuto presso le camere di sicurezza
in attesa del rito direttissimo. Si tratta della stessa persona che tentò la rapina da
Brico Io il 25 gennaio sferrando un pugno
al cassiere di turno e che il 26 febbraio
provò a chiedere 10 euro ad un negozio di
articoli per animali di via Aldo Moro angolo via Mascagni: in quel caso fu fermato
da alcuni clienti del vicino studio veterinario e fu semplicemente denunciato.
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 7
8
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Inneggiava all'Isis: via dall’Italia
ESPULSIONE Il Ministro Alfano allontana un 50enne tunisino, commerciante al mercato di Aprilia
C
gli investigatori del profilo Faon decreto emesso dal micebook di Mohamed Hachenistro dell’interno, Anmi Ben Mohamed Triki,
gelino Alfano, un
da 11 anni nel Belpaetunisino di 50 anni,
se, ambulante imperesidente a Borgo
gnato nella lavoraGrappa, nei pressi
Sul suo pc
zione della pelle,
di Latina, è stato
filmati del
che poi rivendebloccato dalla
conflitto in Siria:
va al mercato di
Polizia ed espulera inserito nel
Latina e di Apriso immediatalia. Il questore
mente dall’Italia,
circuito degli
Giuseppe De Matin quanto ritenuto
estremisti
teis ha così revocapossibile fianchegto subito al 50enne il
giatore di organizzapermesso di soggiorno
zioni terroristiche. Un
e tale revoca è stata confermaprovvedimento preso dopo
ta dal giudice civile del Tribunale
un monitoraggio compiuto da-
IL MERCATO SETTIMANALE DI APRILIA
Anche qui il tunisino espulso vendeva la sua merce
di Latina, Valeria Chirico, davanti
alla quale il 50enne, difeso dagli
avvocati Ernesto Renzi e Alessandro Farau, si è presentato prima di
essere messo su un aereo, a Fiumicino, diretto in Tunisia. Sul profilo Facebook dello straniero gli
investigatori hanno individuato filmati relativi al conflitto in Siria,
con tanto di immagini di persone
GIUDIZIARIA Il colpo avvenne in un’area di servizio sulla Pontina ad Aprilia
Rapina nel 2012: il PM chiede 4 anni,
il Giudice lo condanna a 6 anni
L’
apriliano Giuseppe D'Angelo è stato condannato a sei
anni di carcere per la rapina messa a segno nel 2012 allo
Chef Express di Aprilia, l'area di
servizio al km 42 della Pontina direzione Roma, subito dopo l'uscita per Vallelata, e per il furto di
due auto, una prima del colpo e
l'altra dopo. La sentenza con rito
abbreviato è stata emessa dal Gup
Giuseppe Cairo: proprio grazie all'abbreviato l'imputato ha potuto
beneficiare di uno sconto di un
terzp della pena. Il Pm Luigia Spinelli aveva chiesto per l'apriliano
una condanna a 4 anni: Cairo ha
deciso di aggiungere due anni in
più.
L'11 marzo del 2012 D'Angelo –
secondo la ricostruzione fatta al
processo – rubò una Lancia Y che
avrebbe utilizzato due giorni dopo
per la rapina allo Chef Express:
con volto travisato ed armato di
pistola, l'allora 26enne si fece consegnare il denaro presente in cassa, appena 580 euro, dandosi poi
alla fuga. Altri due giorni dopo rubò una seconda Lancia Y, ma i Carabinieri in poco tempo posero fine alle scorribande del giovane.
Ora la condanna.
uccise. Triki avrebbe inoltre manifestato atteggiamenti inneggianti
al radicalismo islamico e sarebbe
stato inserito in un circuito di
estremisti. Il ministro Alfano, ritenendolo una minaccia per il Paese, lo ha espulso, vietandogli di
tornare in Italia per i prossimi 15
anni.
Clemente Pistilli
Antiterrorismo
in provincia
Nel corso degli ultimi mesi, la
Sezione Antiterrorismo della
Digos di Latina ha intensificato
l’attività di prevenzione e di
monitoraggio sulle comunità
islamiche del capoluogo e dell’intera provincia, in particolare
focalizzando l’attenzione su
soggetti radicalizzati e pervasi
da sentimenti di avversione per
il mondo occidentale, che potrebbero rappresentare una
minaccia per la sicurezza della
collettività o comunque svolgere una pericolosa attività di
proselitismo.
“In particolare – fa sapere la
Questura di Latina –, mirati
servizi predisposti dopo gli attentati terroristici che hanno insanguinato l’Europa Occidentale e pianificati sul tutto il territorio nazionale dalla Direzione Centrale di Prevenzione
della Polizia di Stato, hanno
permesso di identificare in ambito provinciale 438 persone
straniere e di effettuare 26 perquisizioni domiciliari; sono state controllate 98 strutture ricettive ed esercizi pubblici (abituali ritrovi di soggetti extracomunitari) e sono stati denunciati in stato di libertà 6 stranieri regolari con l’ipotesi di reato
del Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”.
9
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Tre bambini soli e in
Arrestato per spaccio
lacrime sulla Nettunense ed evasione: assolto
CRONACA Dicevano di essersi persi. Riaccompagnati a casa
S
ono stati chiamati i Vigili del
Fuoco per soccorrere tre bambini
stranieri in lacrime
che camminavano pericolosamente sul ciglio della strada, sulla
Nettunense ad Aprilia.
La squadra 7A dei
Pompieri è intervenuta la mattina di sabato
19 marzo nei pressi
del
supermercato
Pam, dove era stata
segnalata la presenza
dei 3 minori.
I bambini, di età approssimativa 5, 3 e 2
anni, di origine afghana, sembrerebbero
essersi persi. Il personale dei Vigili del
GIUDIZIARIA In manette il 7 gennaio: confutate le accuse
E
Fuoco, in collaborazione con i Carabinieri, ha provveduto a riportarli dai loro genitori, che rischiano una denuncia per abbandono di minori.
ra stato arrestato
con l'accusa di
spaccio e di violazione degli obblighi della
sorveglianza speciale, ma
il giudice lo ha assolto.
Stefano V. era stato messo in manette il 7 gennaio
scorso, sorpreso in periferia dai Carabinieri con
1,5 grammi di cocaina,
suddivisa in 7 dosi. Il Pm
aveva chiesto un anno e 3
mesi di condanna, mentre gli avvocati difensori
Angelo Palmieri e Sinuhe
Lucconi, sono riusciti a
dimostrare che non c'era spaccio, in quanto
la droga era per uso personale, e neanche
violazione della sorveglianza speciale in
Scontro tra due auto su via Genio Civile, ferita una donna
quanto si trovava comunque sul territorio
apriliano. Per questo è arrivata l'assoluzione da parte del Giudice Iansiti.
SICUREZZA Accordo raggiunto col Consorzio Ciap
Gli industriali fanno da soli
F
Scontro tra una Fiat Punto e una Fiat Panda su via
Genio Civile ad Aprilia, il 16 marzo all'ora di pranzo.
Ad avere la peggio è stata la donna a bordo della
Panda che è stata trasportata in Clinica per le cure del
caso. Sul posto, a disciplinare il traffico ed effettuare i
rilievi, i Carabinieri del Reparto Territoriale di Aprilia.
urti e rapine potrebbero non disturbare più il
sonno e la serenità lavorativa degli industriali di
Aprilia. Il C.i.Ap. (Consorzio
industriale Aprilia) ha firmato una convenzione con
Evolve, per dotare le industrie aderenti di un nuovo sistema di allarme all'avanguardia.
Davanti alla platea dei soci, a motivare la convenzione
e ad illustrare il prodotto, il presidente
e il vicepresidente del consorzio Stefano Graziani e Marco Braccini. «Siamo
certi che il sistema sarà un deterrente
definitivo per contrastare il problema
dei furti nella zona industriale di Apri-
lia – conclude Braccini –. Un problema
che ormai è una piaga sociale, i soci
sono esasperati. Ora potranno lavorare e poi riposare serenamente. Una
qualità di vita completamente diversa
e nettamente migliore».
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 10
11
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Insulti e maltrattamenti sui bambini dell’asilo
IL CASO Due maestre di 52 e 45 anni sospese dal servizio in una scuola di Latina, accusate di comportamenti “violenti”
E
pisodi di maltrattamento
“abituali”, “protratti” nel
tempo, un metodo “consolidato di gestione della scuola d’infanzia e di approccio con i bambini”, indagate prive di “freni inibitori”, insensibili “rispetto alle conseguenze sul piano giudiziario” della
loro condotta, non avendo cambiato comportamenti neppure dopo
aver saputo di essere state denunciate. E ancora: insegnanti scaltre
e pervicaci nel “reiterare le condotte vessatorie”, che si relazionano
con gli alunni in maniera aggressiva e umiliante, capaci di violenza
“fisica e verbale”. Questo il quadro
dell’asilo di piazza Dante, a Latina,
e il ritratto delle due maestre accusate di maltrattamenti tracciato dal
gip Pierpaolo Bortone. Una situazione che ha portato il giudice a sospendere per 12 mesi dall’insegnamento Rita P. e Rita B., 52 e 45 anni, entrambe del capoluogo pontino, per le quali il pm Simona Gentile era andata anche oltre, chieden-
LA SCUOLA DI PIAZZA DANTE A LATINA
Teatro degli episodi di violenza sui bambini
do gli arresti domiciliari.
L’inchiesta culminata nell’ordinanza emessa dal gip ha scosso nel
profondo la città, essendo tra l’altro la “Manfredini” una scuola storica di Latina e gettonatissima.
Un’indagine partita dopo le denunce presentate da alcuni genitori e
che ha spinto la squadra mobile a
piazzare all’interno dell’edificio telecamere nascoste che per un mese, da gennaio a febbraio, hanno
registrato quanto accaduto. Una
mamma ha riferito agli investigatori di aver visto personalmente il
comportamento aggressivo di una
maestra con i bambini e che la figlia aveva iniziato a bagnare il let-
Le intercettazioni: «Sei uno zozzo lurido, fai schifo»
Alla base dell’inchiesta del pm Simona Gentile vi sono i filmati fatti con telecamere nascoste piazzate dalla Mobile
nella scuola di piazza Dante. Immagini e audio espliciti. Video di schiaffi, strattoni, urla e umiliazioni ai piccoli alunni
da parte delle indagate. Alcuni particolarmente significativi.
Il 27 gennaio viene inquadrata Rita P. mentre strattona e
sculaccia dei bambini e dice a uno di loro: “Ogni volta mi
chiedi le costruzioni e poi tutte sparpagliate per terra … sta
faccia da scemo”. Il 1 febbraio la stessa maestra, rivolgendosi a due alunni che giocano: “Mo se non la finite tutti e
due vi suono come delle campane”. Sempre il 1 febbraio a
un bambino: “Non hai capito che dovevi fare il bravo? Già
sei diventato cattivo? Ti siedi qua e non giochi più! Sei uno
zozzo lurido che fa schifo”. Il bimbo piange e l’insegnante:
“Sei uno zozzo lurido, capito che sei? Uno zozzo lurido”.
Verso un alunno: “Male non ti senti mai tu? E’ uno schifo,
sei uno schifo, tutto quello che fai”. E rivolgendosi all’altra
maestra: “Hai visto come ha soffiato il naso? Io tenevo il
fazzoletto in mano, quello soffia prima che io arrivo… cioè
è n’animal stu criatur”. L’8 febbraio, giorno di Carnevale,
Rita P. dice a un alunno vestito da principe azzurro: “Sei
uno zozzo… incominciamo a fare i porcacci. Che principe
sei…il principe fetenzia”. Il 15 febbraio a un bimbo: “Se hai
la testa di legno non è colpa mia. Se c’hai la testa di legno
come Pinocchio”. E canticchiando: “Testa di legno, cuore di
stagno, scimunito”.
Rita B. il 1 febbraio a un alunno: “Stupido, balordo, pulisciti
da solo schifoso balordo”. Poi rivolgendosi alla classe:
“Sfottetelo che è balordo. E’ balordo. C’ha il moccolo. Balordo”. Il 27 gennaio rivolgendosi a un alunno: “La prossima volta ti metto alla gogna, eh. Sapete cosa è la gogna?
Io mo ti mordo sul cranio, siediti, stai in punizione”. E avanti
così per ore e giorni.
Clemente Pistilli
to, un’altra di aver saputo dal figlio
che l’insegnante bionda “che urla
sempre” aveva picchiato due suoi
compagni, una terza di aver notato
il segno di uno schiaffo sul volto
del figlio e una quarta che la figlia
non mangiava più da sola e aveva
iniziato a balbettare. Le immagini
catturate dalla Polizia hanno fatto
il resto, mostrando “episodi di punizioni e offese nei confronti dei
bambini”, talvolta anche “sottoposti a sbeffeggiamenti perché incapaci di attendere alle proprie necessità”. Il gip, nell’ordinanza
emessa, ha anche sottolineato che
“Rita P. quotidianamente si rivolge
nei confronti dei bambini con urla
e strilli e quasi quotidianamente
percuote qualche bambino”, mentre Rita B. “è solita usare parolacce
nei confronti dei bambini”. E infine: “Non vi è dubbio in merito al
fatto che nei confronti dei bambini
le indagate abbiano posto in essere
una serie di condotte minacciose e
violente; dalle immagini in atti è
emerso un clima di terrore in cui i
bambini sono costretti a vivere
quotidianamente, caratterizzato da
urla, punizioni, percosse, umiliazioni plateali, strattoni, ancor più
gravi in quanto posti in essere nei
confronti di bambini che hanno
un’età compresa tra i 3 e i 5 anni”.
Clemente Pistilli
SCRITTE APPARSE FUORI DAI CANCELLI DELLA SCUOLA
Sono state cancellate nel giro di poche ore
12
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Tentato furto... con insulti a Campoleone
IL VIDEO Ladri filmati dalla videosorveglianza mentre tentano di entrare in un tabacchi e inveiscono contro chi li scopre
T
do il momento opportuno per scavalcare. Ha esitato diversi secondi, quando ha alzato la prima gamba per scavalcare. A quel punto
sono intervenute le urla dei clienti
del Crazy Club Campoleone, situato di fronte alla strada. Il complice era appena sceso dall'auto,
anche lui col volto travisato, ma
appena ha sentito i “rimproveri”
di chi stava assistendo alla scena
è rientrato in auto. Che chiamarli
“rimproveri” sia un eufemismo lo
dimostra la reazione dell'altro
pseudo furfante: ritornando verso
l'auto considerando fallito il colpo, si nota che “apostrofa” con il
braccio teso i clienti del Crazy
entato furto alla tabaccheria Adriana Di Stefano di
Campoleone. Alle 2.30 del
17 marzo ignoti con il volto travisato hanno tentato il colpo, ma
non si sono accorti di essere ripresi dalle telecamere di videosorveglianza private. Qualcosa,
però, è andato storto: come si vede nel video pubblicato dai titolari della tabaccheria, i malviventi
si sono avvicinati con una Ford
station wagon grigia ed hanno
parcheggiato come se nulla fosse.
Uno di loro, con il cappuccio della maglia tirato su per coprirsi il
volto, si è avvicinato alla recinzione e ci si è appoggiato, aspettan-
RISERVA NUOVA Ordinanza
Da affittacamere a
hotel: Nas e Comune
chiudono struttura
I
l Comune di Aprilia ha chiuso un affittacamere di
via Riserva Nuova in quanto esercitava “l'attività
ricettiva-alberghiera senza i prescritti titoli abilitativi”.
I Nas durante la loro ispezione del 19 giugno scorso avevano evidenziato l’esistenza al piano terra dello stabile di 17 camere con bagno interno per una ricettività totale di 38 posti letto e altre 3 camere doppie con bagno con separato accesso; mentre al piano
superiore 4 camere, 2 bagni 1 salone e 1 cucina.
La proprietaria, una donna di 47 anni, risulta titolare, allo stesso indirizzo, di attività di struttura ricettiva extralberghiera e precisamente di Affittacamere
terza categoria (offerta ricettiva di 5 camere e 10 posti letto totali), come da Scia presentata nel 2009.
«L’attività effettivamente esercitata si configura
come struttura ricettiva alberghiera, per la quale agli
atti del Suap non risultano i prescritti titoli abilitativi», si legge nell'ordinanza di chiusura. La titolare
non può neanche “regolarizzare la propria posizione
presentando la SCIA poiché l’immobile ove viene
svolta l’attività di struttura ricettiva alberghiera non
ha i requisiti urbanistici, edilizi, di destinazione
d’uso e conseguentemente non risulta in possesso
della agibilità e del titolo ai fini della prevenzione incendi”.
Club, gesto accompagnato forse
con qualche espressione colorita.
“rimproveri” e sono stati costretti
a fuggire a mani vuote. Secondo i
commenti pubblicati sul social
network, l'auto usata dai due sarebbe stata rubata una ventina di
giorni fa proprio a Campoleone.
La notte tra il 15 e il 16 novembre
sempre quella tabaccheria fu protagonista di un assalto al bancomat collocato in una struttura mobile ancorata alla parete della
struttura. I ladri tagliarono i fili
elettrici dell'illuminazione e della
videosorveglianza, poi hanno caricato su un carro attrezzi il bancomat e se lo sono portati via.
Quei campi rom... “fai da te”
FRASSINETO Iniziati i lavori su un lotto privato su cui piazzare le roulottes
S
legge impone restrizioni sotgomberati tutti i siti octo ogni punto di vista, a cocupati abusivamente da
minciare dai lavori di sbanfamiglie rom, sembrava
camento effettuati per spiache l'emergenza legata alla
nare il terreno. Si tratta a tutpresenza di nuclei nomadi – tra
ti gli effetti di opera di urbal'altro formalmente residenti
nizzazione e come tale deve
ad Aprilia – fosse definitivaessere autorizzata, cosa che
mente archiviata. Non è così.
al Comune invece non risulDalla zona di Frassineto arrivata. Non solo: è legale mettere
no segnali di allarme per l'avdelle roulotte su un terreno
vio dei lavori su un lotto di tered abitarci? Come vengono
reno, regolarmente acquistato
garantite le condizioni igienida alcune di queste famiglie,
co sanitarie? Tutte domande
per posizionarci roulotte o coa cui i cittadini chiedono rimunque moduli abitativi mobisposte.
li. Si tratta di terreni agricoli su
In questi giorni in centro ad
cui non è possibile realizzare
Aprilia si sono insediate altre
opere di urbanizzazione, a medue famiglie, con tanti bamno di permessi da parte del Cobini al seguito, che hanno tromune. Una situazione simile si
VIA DEL SUGHERETO
vato “dimora” sotto un albero
è verificata in via Diana, traverSecondo l’esposto, qui dovrebbe sorgere uno pseudo campo rom
di via Caligola, parallela di
sa della Pontina direzione Lativia Aldo Moro. Generalmente
na, all'altezza Tuca Tuca: anche
in quel caso su un lotto di terreno sono un esposto diretto al Sindaco di Aprilia si spostano con tutta la loro roba con
state piazzate delle roulotte e ci abita- da parte di un gruppo di cittadini allar- dei carrelli, ma fanno comunque base
mati di questa situazione: temono la sotto a quell'albero. Durante il giorno
no regolarmente delle famiglie.
Sono stati avvisati i Carabinieri e la Po- nascita di nuovi pseudo campi rom, sono davanti ai supermercati della zolizia Locale di Aprilia, i sopralluoghi una sorta di villaggi racchiusi in lotti di na a chiedere l'elemosina. Segno evisarebbero stati già fatti ma ancora nes- terreno acquistati da queste famiglie. I dente che l'emergenza rom ad Aprilia è
suno avrebbe posto rimedio. È partito cittadini si chiedono: è tutto legale? La tutt'altro che superata.
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 13
14
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
A Fossignano il “controllo del vicinato”
QUARTIERI Contatti con l’associazione che organizza volontari per programmi di sicurezza. Ma non chiamatele “ronde”
S
ulla sicurezza Fossignano
farà da sé. Troppi furti nel
quartiere, non c’è una presenza costante di Polizia Locale
– il distaccamento aperto nel
2002 è chiuso da 10 anni – ed i
residenti si sentono abbandonati. Durante l’assemblea con il
Sindaco, il Comitato di Quartiere Fossignano Aprilia ha annunciato di aver contattato l'associazione "Controllo del Vicinato". Si tratta di un'associazione
composta da una rete territoriale di volontari e specialisti volontari che forniscono consulenza e supporto gratuito alle Amministrazioni Comunali, alle associazioni locali e a privati cittadini che intendono sviluppare
nel proprio territorio programmi
di sicurezza residenziale e organizzare gruppi di Controllo del
Vicinato. Il programma prevede
l’auto-organizzazione tra vicini
per controllare l’area intorno alla propria abitazione. Questa attività è segnalata tramite la collocazione di appositi cartelli. Lo
scopo è quello di comunicare a
pevole di ciò che avviene all’in- mala” ci sia un tempestivo interterno dell’area. Un insieme di vento del vicinato, fa sì che ci si
piccole attenzioni fa sì che i mol- senta maggiormente protetti alti occhi di chi abita il quartiere l’interno della propria abitazione
e della propria area, rafforrappresentino un deterrente
zando nel contempo i leper chi volesse compiere furgami all’interno di
ti o altro genere di iluna comunità dileciti “da strada”
Continuano
ventata più unita
come
graffiti,
e consapevole”,
scippi,
truffe,
i furti nelle case
spiega il CdQ
vandalismi ecc.
e le forze dell’ordine
nella relazione
La collaborazionon riescono ad esseconsegnata al
ne tra vicini è
re presenti ovunSindaco. “Anche
fondamentale
le
Forze dell’Orperché si instauri
que e sempre
dine beneficeranun clima di sicuno di questa attivirezza che verrà pertà. L’instaurazione di
cepito da tutti i resiun dialogo continuo e sensidenti e particolarmente
bile con esse, unito alla sorvedalle fasce più deboli come
anziani e bambini. “Il senso di vi- glianza della propria via non pocinanza, unito alla certezza che tranno che migliorare la qualità
al suono di un allarme, a un’in- delle segnalazioni fatte dai cittavocazione di aiuto o di fronte a dini. Proponiamo al Sindaco di
qualunque altra situazione “ano- collaborare su questa iniziativa”.
chiunque passi nell’area interessata al controllo che la sua presenza non passerà inosservata e
che il vicinato è attento e consa-
POLITICA La proposta del Sindaco “accolta”
Il Commissariato che
piace all'opposizione
L
a lettera del Sindaco Terra al
Ministro dell'Interno Angelino Alfano per chiedere l'istituzione di un Commissariato di Polizia ha trovato la sponda nel centrodestra di opposizione.
«Forza Italia sta da tempo chiedendo un commissariato ad Aprilia
– spiega il consigliere Carmelo Terzo –. Quando sollevavamo la questione fummo presi sottogamba e
l'Amministrazione ha sempre minimizzato dicendo che non ce n'era
bisogno. Oggi prendo atto che chi
si occupa della sicurezza ad Aprilia
ha la necessità di chiedere al Ministro dell'Interno l'avvio dell'istruttoria per istituire un commissariato
anche nella nostra città. Mi domando se le resistenze fatte all'epoca
della nostra proposta fossero solo
dettate dalla volontà di minimizzare politicamente le nostre idee. Tuttavia, mi complimento per l'iniziativa del Primo Cittadino che troverà
Forza Italia vicina su questo atto.
Se non vuole che sia una mossa populista o semplici chiacchiere elettorali, consiglio di prendere una iniziativa in consiglio comunale presentando e facendo votare un documento unitario vero».
Non solo: «In questo documento
– conclude il consigliere comunale
di Forza Italia – è bene anche che il
Sindaco dica a chiare lettere che
non indietreggeremo sulla permanenza del presidio dei carabinieri di
Campoverde, facendo presente che
Campoverde rappresenta un minimo di giustizia per quella borgata e
una speranza per gli altri quartieri».
Parla di “inascoltate richieste”
anche il consigliere di Aprilia Valore Comune Vincenzo La Pegna.
«Fin dal 2005 mi sono recato personalmente dall'allora sottosegretario agli interni Mantovano unitamente al sindaco Verzili manifestandone la necessità. Fummo "liquidati" con un "vedremo le disposizioni”. Negli anni, con gli accadimenti delittuosi di furti, rapine, furti negli appartamenti, sparatorie varie, avvertimenti ad esercizi commerciali, forse si sono resi conto di
questa emergenza. È fin dall'inizio
di questa consiliatura che sto cercando di far comprendere la necessità del l'istituzione del posto di polizia. Finalmente ne hanno compreso l'utilità e l'emergenza di farlo». E
ancora: «Le forze dell'ordine sul
territorio fanno anche "di più" rispetto alla norma, ma perché non
"un aiuto in più"? Aspetto fiducioso
l'intervento di chi è più in alto nelle
istituzioni affinché il "progetto" veda luce e non solo il sottoscritto,
soprattutto i cittadini e le varie associazioni apriliane che da anni
aspettano».
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 15
16
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Confezionava sul treno: Protesta dei dipendenti
minorenne arrestato
fa saltare l'assemblea
CONTROLLI Beccato sulla linea ferroviaria Roma Nettuno
E
ra intento a confezionare dosi di marijuana su di un treno regionale della tratta
Roma Nettuno, nella serata di lunedì, quando è stato
sorpreso dagli agenti del
Settore Operativo Roma
Termini, che stavano scortando il convoglio.
Il giovane, un quindicenne di origini nordafricane, stava suddividendo la droga sui
sedili, riponendola in diverse bustine , dopo averla pesata con un bilancino di preci-
POLSTRADA Controlli
LAVORO Soci riuniti alla scuola media Giovanni Pascoli
sione.
I poliziotti durante l’attività di controllo degli
scompartimenti hanno
notato la scena e bloccato
il minorenne, che è stato
così tratto in arresto con
l’accusa di detenzione per
fini di spaccio di sostanze
stupefacenti.
L’attività si inquadra nell’ambito del potenziamento dei servizi di scorta su tali treni, da mesi disposto dal Compartimento
di Polizia Ferroviaria.
Con la sua Fiat
Panda a 179 km/h
sulla Pontina
P
roseguono i controlli della
Polizia Stradale di Aprilia
con il telelaser sulla Pontina. Il 21 marzo 150 multe sono state elevate in una sola ora: il caso
più eclatante è stata una Fiat Panda sorpresa a 179 km orari, praticamente tirare fino al suo limite.
Ora all'automobilista non solo sarà inviata una maxi multa, ma gli
sarà anche sospesa la patente.
“A
nnullata l’assemblea dei soci
Unicoop Tirreno ad Aprilia
grazie a tutti i lavoratori che
sono intervenuti da tutti i negozi (Terracina, Formia, Cisterna, Fiuggi, Frosinone)”.
Così in una nota la Uiltucs Latina commenta quanto accaduto nel pomeriggio
del 15 marzo: “L’annullamento è stato deciso grazie all’intervento e alla mediazione della Questura e del vice questore di
Cisterna. I lavoratori hanno fortemente
espresso il loro dissenso contro la scelta
di Unicoop Tirreno di appaltare in fitto i
negozi e tutti i lavoratori dei 5 punti pontini e ciociari. Dopo tanto lavoro precario, e tanti anni di servizio, i lavoratori
hanno espresso e fatto capire che non
stiamo ragionando di un impresa fondata
sul capitale, ma di una cooperativa di migliaia di soci e lavoratori che credono nella distintività cooperativa e sociale e non
possono pertanto essere appaltati”, ha
spiegato il segretario Uiltucs Gianfranco
Cartisano.
I CONTROLLI Si tratta della prima maxi sanzione prevista dalle nuove disposizioni di legge: non più denuncia, ma multa pesante
5.000 euro di multa perchè era alla guida con la patente revocata
A
Genzano gli agenti di polizia della volante di servizio hanno fermato P.G.,
classe 1971, pregiudicato, noto truffatore, di Ardea, alla guida della sua autovettura. Avendo la patente revocata con decreto
prefettizio notificato gli é stato contestato l'
articolo 116 comma 17 per guida senza patente depenalizzato da febbraio 2016 che non
prevede più l'illecito penale. Con la riforma
del codice della strada, per snellire i tribunali
ora si procede con la sanzione pecuniaria di
5.000 euro da pagare entro 60 giorni, ridotta
del trenta per cento, ovvero 3.500 euro se si
paga invece entro cinque giorni, oltre i sessanta giorni si paga ben 15.000 euro. All'automobilista indisciplinato gli è stato applicato anche il fermo dell'auto per sessanta giorni come sanzione accessoria.
Ricordiamo le sanzioni che riguardano la
guida senza patente, come previste dal nuovo
Codice della strada:
guidare senza aver conseguito la patente:
ammenda da 2.257 euro a 9.032 euro. Se si è
recidivi: sanzione amministrativa che può variare da 5.000 a 50.000 euro.
guidare avendo scordato la patente a casa:
multa di 39 €, con l’obbligo di presentarti successivamente negli uffici indicati dagli agente
con la propria patente, entro 24 ore dalla contravvenzione;
guidare con la patente scaduta: sanzione
amministrativa del pagamento di una somma
da 155 euro a 624 euro e ritiro della patente
(da rifare);
guidare con la patente sbagliata (ad esempio guidare con la patente A1 un veicolo che
Acquedotto: al via la manutenzione
Strada chiusa al traffico e intervento spettacolare con operai penzoloni a 40 metri d’altezza. Martedì 22 marzo sono iniziati i lavori
di manutenzione del fungo di Via Galilei che
alimenta i rubinetti del centro di Aprilia. La
caduta di ‘pezzi’ della struttura avevano portato già a transennare la laterale via dei Larici.
richiede la patente A2): multa da 1.000 euro a
4.000 euro e si può applicare la sanzione accessoria della sospensione della patente di
guida posseduta da 4 a 8 mesi.
Tutte le sanzioni sono ridotte del 30% se si
paga entro 5 giorni dalla multa, aumentate secondo quanto previsto dalla legge (anche il
triplo) se si paga oltre il 60esimo giorno.
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 17
18
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Esenzioni ticket, 2 su 3
provano a frodare lo Stato
Il bilancio dell’attività della Guardia di Finanza in provincia di Latina: 36 milioni di euro di danni allo Stato
Stefano Cortelletti
Stato per più di 36 milioni di euro e
segnalati alla magistratura contabile 97 soggetti per connesse ipotesi
di responsabilità erariale.
A seguito delle 716 indagini e dei 579 interventi conclusi nel
2015 per reati
ed altri illeciti
contro
la
Pubblica
Amministrazione, denunciati 114
soggetti.
Effettuati 70
controlli volti
a verificare la
sussistenza dei
requisiti di legge
previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione ticket sanitario, con percentuali di irregolarità pari al 63%.
Tutelare l’economia legale e le
imprese rispettose delle regole, garantendo allo Stato, all’Unione Europea, alle Regioni e agli Enti locali
il regolare afflusso ed il corretto impiego delle risorse destinate al benessere della collettività e al sostenimento delle politiche di sviluppo
economico e sociale.
È questo l’obiettivo che ha guidato l’azione operativa della Guardia
di Finanza della provincia di Latina
nel 2015.
La strategia messa in campo ha
agito su 3 leve principali: l’attività
investigativa, ossia lo sviluppo in
tutto il territorio provinciale di
1.050 deleghe d’indagine pervenute
nell’anno dalla magistratura ordinaria e dalla Corte dei Conti, di cui circa 862 portate a conclusione; l’esecuzione di 40 piani operativi, per
l’aggressione sistematica e organizzata ai più gravi fenomeni di illeFRODI FISCALI
galità economico-finanziaria
ED
ECONOMIA
nelle diverse aree della
SOMMERSA
Provincia, attraverso
Contro l’evasione e
l’esercizio degli au158 soggetti
le frodi fiscali, antonomi poteri d’indenunciati per
che di tipo orgatervento attribuiti
187 reati fiscali:
nizzato, sono staal Corpo dalla legte concluse oltre
ge; l’azione di conil 91% per fatture
120 indagini di
trasto ai traffici ilfalse o dichiarapolizia giudiziaria,
leciti via terra nonzioni infedeli
cui si aggiungono
ché il concorso al di306 fra verifiche,
spositivo di ordine e
controlli ed altri intersicurezza pubblica proventi a tutela del complesso devinciale.
gli interessi erariali comunitari,
ILLEGALITÀ NELLA PUBBLI- nazionali e locali.
Questi servizi si sono basati su
CA AMMINISTRAZIONE
Nell’ambito di 14 accertamenti un’attenta selezione preventiva e
svolti su delega della Corte dei Con- mirata degli obiettivi, supportata
ti, segnalati sprechi o irregolari ge- dal ricorso alle oltre 40 banche dati
stioni di fondi pubblici che hanno e applicativi disponibili, dall’intellicagionato danni patrimoniali allo gence e dal controllo economico
IL COL. GIOVANNI RECCIA
Comandante provinciale della Guardia di Finanza. In alto, la sede di Palazzo M a Latina
del territorio.
Denunciati 158 soggetti responsabili di 187
reati fiscali, di cui il 91% riguarda gli
illeciti più gravi di omessa dichiarazione, dichiarazione fraudolenta e
infedele, emissione di fatture per
operazioni inesistenti e occultamento di documentazione contabile.
In tale ambito, sono stati individuati 4 casi di evasione internazionale,
per la maggior parte riconducibili a
fenomeni di fittizie transazioni
commerciali intercorsi tra società
estere e società italiana, 164 soggetti che, pur avendo svolto attività
produttive di reddito, sono risultati
completamente sconosciuti al Fisco e 34 datori di lavoro che hanno
impiegato 67 lavoratori in “nero” e
271 lavoratori irregolari.
Sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie per il recupero
delle imposte evase nei riguardi dei
responsabili di frodi fiscali per oltre
2 milioni di euro ed avanzate proposte di sequestro per altri 7 milioni.
Scoperti infine 62 violazioni nel
campo delle imposte sulla produzione e sui consumi, con la denuncia di 10 soggetti responsabili di
reati in materia di prodotti energetici, 31 gli interventi eseguiti presso
gli impianti di distribuzione stradale di carburanti, con 21 casi di irregolarità.
CONTRASTO ALLA
CRIMINALITÀ
ECONOMICO-FINANZIARIA
Eseguiti provvedimenti di seque-
30%
LE SALE GIOCHI
IRREGOLARI IN
PROVINCIA DI LATINA
(Fonte: Guardia di Finanza di Latina)
CONTRAFFAZIONE E GIOCO
ILLEGALE
Eseguiti 218 interventi e denunciate all’Autorità Giudiziaria 185 persone. Sequestrati più di 683 mila di
prodotti illegali, perché contraffatti, piratati, pericolosi o recanti falsa
o fallace indicazione di origine o
provenienza. Su 79 interventi effettuati presso sale giochi e centri di
scommesse, riscontrate irregolarità
nel 30% dei casi.
stro ai sensi della normativa antimafia di 80 beni mobili e immobili,
9 aziende, nonché quote societarie
e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di circa 11 milioni
di euro.
In materia di riciclaggio sono state
svolte 43 indagini e attività di polizia giudiziaria che hanno portato alla denuncia di 37 soggetti, di cui 3 in
stato di arresto.
TRAFFICI DI DROGA E
Sanzionate 18 persone per violaVALUTA FALSA
zioni amministrative connesse
Sequestrate oltre 4 chial trasferimento di valulogrammi di droga e
ta contante superiore
1.606 piante di caai limiti fissati dalla
Sequestrate
napa indiana a calegge.
322 banconote
rico di 212 soggetNelle
indagini
ti denunciati, di
svolte nel settore
false per un
cui 37 arrestati.
dei reati fallimenvalore complessivo
Nell’attività
di
tari sono stati dedi circa 8.000
contrasto al falso
nunciati 14 soggeteuro
monetario sono
ti, nonché accertate
state
sequestrate
distrazioni patrimo322 banconote false
niali in danno di socieper un valore complessivo di
tà fallite per circa 5 miliocirca 8 mila euro.
ni di euro.
19
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Tenta il colpo e fugge, fermato ad Aprilia
CARABINIERI Da Borgo Podgora imbocca la Pontina a tutta velocità a bordo di una Jaguar. Bloccato a Viale Europa
F
uga rocambolesca con inseguimento la notte del 21
marzo, intorno alle 3 sulla
Pontina. A finire in manette per resistenza a pubblico ufficiale un
30enne rumeno a bordo di una Jaguar, braccato all'altezza di Aprilia
grazie a un posto di blocco. A bordo della sua auto, fanno sapere i
Carabinieri, sono stati trovati degli
attrezzi atti allo scasso.
L'inseguimento ha avuto inizio
quando un cittadino di Latina ha
segnalato al 112 la presenza di un
individuo sospetto a Borgo Podgora. I Carabinieri del Comando Provinciale hanno quindi allertato la
Questura, visto che si trattava di
una zona di loro competenza. Le
volanti della Polizia sono riuscite
quindi a intercettare il sospettato
che a quel punto, accortosi della
presenza delle forze dell'ordine, ha
ingaggiato una rocambolesca fuga
sulla Pontina. I poliziotti hanno dovuto desistere dall'inseguimento
perché coinvolti in un incidente
stradale, a causa della folle velocità e delle manovre azzardate del
fuggitivo. A quel punto sono accorsi in ausilio i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Latina, che
hanno proseguito nell'inseguimento.
La folle corsa della Jaguar si è
arrestata all'uscita di Aprilia, dove
i Carabinieri del Reparto territoria-
le avevano preparato un posto di
blocco proprio per intercettare
l'uomo. "Alla vista del blocco dei
Carabinieri - spiegano dal Comando provinciale - quest’ultimo arrestava la marcia e tentava la fuga a
piedi per le campagne circostanti
ma sfortunatamente per lui i due
Carabinieri del Nucleo Radiomobile “bene allenati” lo hanno rincor-
L’ARRESTO DEL 30ENNE ROMENO
A sin. gli attrezzi da scasso rinvenuti nella Jaguar
so e bloccato, malgrado il buio pesto, dopo un centinaio di metri di
corsa". "Nell’auto a seguito di perquisizione veicolare e personale
venivano rinvenuti numerosi attrezzi atti allo scasso: cacciaviti di
grosse dimensioni, piedi di porco,
cesoie e guanti in lattice. L’uomo
dichiarato in arresto per resistenza
a Pubblico Ufficiale molto verosimilmente era pronto a mettere a
segno, evidentemente con altri
complici, furti in abitazioni o in
esercizi commerciali".
ANZIO Due giovani apriliani arrestati: bottigliate contro una donna, botte al marito
Il pranzo al ristorante finisce in maxi rissa
U
na brutta rissa sul molo Innocenziano di Anzio è finita con il fermo, da
parte degli agenti del Commissariato di Polizia di Anzio, di tre persone: due
apriliani e un cittadino straniero, venditore
ambulante. Si tratta di B.A. di 23 anni e
M.F., di 27, entrambi italiani e poco dopo
anche l’ambulante, identificato per I.P., nigeriano di 26 anni. Questa la dinamica dei
fatti che ha visto incolpevoli vittime una
coppia di Anzio finita all'ospedale: i due
apriliani stavano mangiando in un ristorante sul molo, in strada, quando l'ambulante si
è avvicinato e con fare insistente avrebbe
cercato di vendere loro dei calzini. I due
apriliani hanno chiesto al titolare di allontanare lo straniero e sono volate parole grosse.
A un certo punto il 23enne di Aprilia, forse in risposta a un'offesa, avrebbe preso
una bottiglia di vetro scagliandola contro lo
straniero, prendendo però in testa una donna che stava mangiando nel ristorante di
fronte. Solo per un puro caso non è stata
colpita alla testa la bimba di sette mesi che
la donna aveva in braccio. La signora è caduta a terra e il marito ha subito reagito, discutendo con i due apriliani. Incredibile a
questo punto la reazione dei due,
che non contenti di aver ferito la
donna in maniera seria, sono venuti alle mani anche con il marito,
picchiandolo selvaggiamente.
Sul posto sono intervenuti gli
agenti della Volante del Commissariato di Anzio, guidati dall'Ispettore Roberto Federici, che immediatamente hanno
fermato i due apriliani e il venditore ambulante, portandoli al Commissariato di Polizia. La donna colpita alla testa e il marito
sono finiti in ospedale. A lei è stato diagnosticato un trauma cranico e una prognosi di
15 giorni in osservazione. Al marito, invece,
i due italiani hanno causato la frattura del
setto nasale. La coppia ha sporto denuncia
per le gravi lesioni subite. I due apriliani e
lo straniero sono stati quindi arrestati e
trattenuti in cella.
20
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
GIORNO DELLA MEMORIA Il racconto della giovane che vive ad Aprilia
Irene e quel fratello ucciso
nella Locride 12 anni fa
AMBIENTE La Multiservizi rassicura
«Erba alta? Solo
un po’ di pazienza»
era anche lei alla XXI Giornata della Memoria organizzata a Latina e in contemporanea
in 1000 altre località italiane.
C'era anche lei, Irene Carbone, una giovane donna
che vive ad Aprilia e che, suo malgrado, ha dovuto
conoscere quanto possono essere dolorose le mafie.
Ha sfilato insieme ad altri 10mila ragazzi che il 21
marzo hanno deciso di non andare a scuola per urlare che non hanno paura, che la mafia fa schifo e che
ora ci sono loro, gli studenti, con l'entusiasmo di
quell'età dell'innocenza che è l'unica speranza per la
provincia pontina. Dopo il corteo, i momenti di riflessione e quegli 880 nomi delle vittime di tutte le mafie
che sono stati pronunciati sul palco allestito in Piazza del Popolo, Irene Carbone ha parlato. Ma non ha 21 MARZO - SUL PALCO DI PIAZZA DEL POPOLO A LATINA
Da sinistra Marco Fino, Irene Carbone e Angela Iantosca
voluto raccontare la storia di suo fratello, ucciso 12
anni fa a Locri. Non ha voluto soffermarsi su quel giovane che aveva solo 30 anni e che è stato ferito a morte al rientro da una partita di calcetto per aver amato avevano capito che il bambino avuto dalla donna
la persona sbagliata, ma ha voluto spiegare ai ragazzi (non il suo primo figlio) era di Massimiliano. Lui
il senso della memoria. Irene, commossa, si è detta fe- avrebbe voluto fare il padre, ma lei non glielo avrebbe
permesso. Il tempo passa, Massimiliano
lice nel vedere tanti giovani, felice perdiventa presidente della cooperativa soché in una giornata così si è trasformata
ciale Arcobaleno e s'impegna nel monin un momento di commemorazione,
do del volontariato. Vede suo figlio creparola che deriva dal latino e significa
scere, lo osserva da lontano, lo incontra
proprio ricordare insieme. Era comanche. Ha già cinque anni e gli assomimossa Irene e sul petto aveva la foto di
glia molto. Ma nulla cambia, finché decisuo fratello, quel giovane che oggi
de di rivendicare la paternità del piccolo
avrebbe quarant'anni e potrebbe goderper via legale. Ma qualcuno non è d'acsi l'adolescenza di suo figlio.
cordo e la pratica viene archiviata nelMa chi era Massimiliano?
l'unico modo possibile in alcuni territoAveva 25 anni quando aveva cominri. È il 17 settembre del 2004 quando vieciato a frequentare una donna più granne colpito da un cecchino. Potrebbe salde di lui e sposata. Tutti sapevano nel
varsi, ma la situazione precipita e dopo
quartiere di quella storia, le visite frepochi giorni muore. Ma ad oggi né il kilquenti in quella casa, solo e sempre
ler né i mandanti sono stati individuati.
quando il marito non c'era, erano più
Angela Iantosca
che una confessione. Eppure in pochi
C’
on sono solo le condizioni
delle strade a preoccupare gli apriliani. Girando
per i parchi gestiti direttamente
dal Comune, come ad esempio il
Parco Caduti di Cefalonia, si può
notare come l'erba sia arrivata a
superare il metro d'altezza. Stessa segnalazione anche da altre
zone di Aprilia: nessun problema
dove la manutenzione è affidata
ai Comitati di Quartiere, vedi la
giornata di pulizia fatta proprio
dal Comitato Aprilia Centro.
La Multiservizi, a cui spetta
eseguire la manutenzione anche
del verde pubblico, ha voluto rassicurare gli animi. «Siamo già partiti con i lavori di taglio erba delle
area verdi della città, assegnate
nella carta dei Servizi. Abbiamo dato la precedenza, come sempre, a
quei parchi dove si stanno svolgendo manifestazioni pubbliche delle
quali siamo stati messi a conoscenza, come il parco di via Francia/Toscanini, la scuola Matteotti, la scuola di via Amburgo», si legge in una
nota del direttore generale Fabio
Biolcati Rinaldi.
«Abbiamo poi fatto un sopralluogo nelle altre aree, stabilendo un ordine d’intervento, che prevedeva,
ad esempio, la zona verde davanti la
scuola Menotti Garibaldi, poi il parco degli Abruzzi, poi il parco della
Lirica, poi il parco Caduti di Cefalonia e via via tutte altre zone interes-
N
sate. Le risorse a disposizione non
sono molte, attualmente delle due
nostre squadre impegnate nelle manutenzioni del verde pubblico, una
è ancora impegnata nelle potature,
che riteniamo di finire nei prossimi
giorni (tempo permettendo), ma
l’altra, come detto sopra, sta già
procedendo con il taglio erba».
«Appena terminate le potature,
avremo due squadre impegnate totalmente nel taglio erba, come ogni
anno, raddoppiando quindi la nostra capacità d’intervento – conclude –. Chiediamo pertanto solo un
po’ di pazienza, perché dove non
siamo ancora intervenuti, interverremo presto».
Gli eredi del Risorgimento ad Aprilia
17 MARZO Cerimonia con i discendenti di Garibaldi, Ciro Menotti, Ciceruacchio e Francesco Crispi
G
li eredi dei protagonisti
del Risorgimento si sono
incontrati, 155 anni dopo
che i loro Avi contribuirono a
riunificare l'Italia, sulla tomba di
Menotti Garibaldi.
A Carano presso la tenuta Ravizza Garibaldi, il 17 marzo c'è
stata una giornata celebrativa
promossa dal Comune di Aprilia
presso il Mausoleo della famiglia
Ravizza Garibaldi, dove riposano
le spoglie di Menotti Garibaldi,
figlio primogenito di Giuseppe,
l’Eroe dei Due Mondi. Menotti è
stato un personaggio chiave del
Risorgimento Italiano, uomo politico e bonificatore delle terre
pontine sul finire dell’800.
Alle celebrazioni hanno preso
parte le Autorità Civili, Militari,
Religiose, le rappresentanze delle Associazioni di Volontariato,
Combattentistiche e d’Arma.
Presenti anche le scolaresche
degli istituti comprensivi di Aprilia.
Dopo la Messa, officiata dal Vice Parroco della Chiesa San Pie-
OMAGGIO A MENOTTI GARIBALDI
Il Sindaco sulla tomba di Carano
L’ASSOCIAZIONE DEI FUCILIERI AVANCARICA
Con il Sindaco e i discendenti di Menotti Garibaldi
tro in Formis di Campoverde,
Don Eduardo, il Sindaco di Aprilia Antonio Terra ha deposto una
corona d’alloro presso il Mausoleo, mentre un omaggio floreale
è stato deposto da una delega-
zione della scuola Menotti Garibaldi. A seguire, l’Associazione
dei Fucilieri Avancarica hanno
eseguito tre spari a salve in onore di Menotti Garibaldi.
A partecipare, anche Anna Maria Menotti (pronipote di Ciro
Menotti), Lino Abbruzzetti (pronipote di Angelo Brunetti detto
Ciceruacchio) e Guido Palamenghi Crispi (pronipote di Francesco Crispi).
Il Sindaco di Aprilia Antonio
Terra, nel suo intervento, ha anche ricordato la figura storica di
Maria Stefania Ravizza Garibaldi, discendente diretta di Menotti scomparsa lo scorso novembre.
21
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Un monumento per
festeggiare Aprilia
RICORRENZE Sarà installato al centro di piazza Roma
S
arà celebrato con
un
monumento
l'80° anniversario
della fondazione di Aprilia, che ricorre il 25 aprile
prossimo.
Il solco principale della
Città fu tracciato infatti il
25 aprile del 1936 da Benito Mussolini, nell’ambito delle operazioni di bonifica della palude pontina.
Nel giorno dell'anniversario, dopo la deposizione della corona d’alloro
al Monumento ai Caduti,
sarà inaugurato un piccolo monumento rievocativo del centro storico originario di Aprilia,
interessato dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale ed oggi completamente diverso rispetto alla fondazione.
L’opera, realizzata dal maestro apriliano
Claudio Cottiga, è un bronzo rappresentante una vista artistica della cittadella di fondazione su base di travertino circolare a livello pavimento. Il monumento sarà posizionato in Piazza Roma, in un’aiuola riqualificata dove orientativamente dovrebbe essere avvenuta la posa della prima pietra
della Città e fu tracciato il solco principale
del quarto comune di fondazione. Simbolicamente, il bronzo è perpendicolare alla
statua di San Michele Arcangelo, con lo
sguardo del Santo Patrono rivolto su di esso.
La manifestazione verrà identificata con
25 APRILE 1936
La posa della prima pietra di Aprilia con il Duce
un logo simbolico rappresentativo dell’intero programma celebrativo dell’80esimo della Città di Aprilia; lo stesso 25 Aprile, poi, in
collaborazione con Poste Italiane sarà
emesso uno speciale Annullo filatelico celebrativo della ricorrenza. L'iniziativa avrà
rilievo internazionale grazie alla pubblicazione dell’evento sul sito web istituzionale
di Poste Italiane. La cerimonia si concluderà in Aula Consiliare con l'intervento delle
Autorità Civili, una rievocazione storica e
la proiezione di un breve docu-film realizzato per l’occasione dal Comune di Aprilia e
celebrativo della Liberazione, della Fondazione e del 70esimo della Repubblica.
EX CLAUDIA Un luogo per stipare le derrate alimentari
Spazio anche al Banco Alimentare
L
a Camera dei Deputati ha
approvato la Legge contro
gli sprechi di prodotti alimentari e farmaceutici, un iter legislativo che consentirà di aiutare, si stima, sei milioni di persone
su tutto il territorio nazionale e
sui cui prossimamente sarà chiamato ad esprimersi anche il Senato.
Contestualmente, i vertici della
Fondazione Banco Alimentare,
promotrice della citata legge,
hanno incontrato l’Amministrazione comunale per effettuare un sopralluogo presso gli
spazi (circa 600 metri quadrati) dell’ex Claudia, che il Comune di Aprilia metterà a disposizione quale centro logistico di stoccaggio degli alimenti freschi e a lunga conservazione da destinare alle famiglie indigenti.
Al sopralluogo hanno preso parte il Sinda-
SOPRALLUOGO CON IL SINDACO
E la fondazione Banco Alimentare
co Antonio Terra, l’Assessore ai Servizi Sociali Eva Torselli, il Direttore Generale della
Fondazione Banco Alimentare Marco Lucchini e il Presidente del Banco Alimentare
del Lazio Salvatore Saranniti.
EVENTO Alla Resi Group
Politici in visita
alle eccellenze
di Aprilia
I
l Sindaco Antonio Terra ed il Sottosegretario per i Rapporti con il Parlamento, Sesa Amici, hanno fatto visita all’azienda Resi Group Spa in Via Pontina.
L’azienda, fondata nel 1987, ha un’esperienza quasi trentennale nell’ambito dell’engineering e nello sviluppo di soluzione
per la gestione delle reti di telecomunicazioni.
Oggi il gruppo societario rappresenta
un’importante realtà nel mondo dell’Information and Communication Technology,
avendo esteso i suoi contatti e le sue attività sui mercati nazionali ed internazionali.
22
Tecnici in ritardo,
Museo a rilento
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
CARANO Il Comune ancora in attesa della progettazione
T
ecnici troppo lenti a consegnare i lavori. Non è sempre colpa della burocrazia lumaca, ma anche il tempo che
si prendono i professionisti a realizzare i
progetti. È un esempio il Museo della Civiltà Contadina di Carano, da realizzare nella
ex scuola rurale a ridosso del complesso
storico di Carabo Garibaldi, per la quale il
Comune di Aprilia ha investito 250 mila euro.
«I soldi ci sono, manca il progetto esecutivo per poter avviare i lavori. Più volte sollecitata, l'architetto alla quale abbiamo affidato l'incarico continua a non rispondere, a
non presentare il progetto, comportando
così un ritardo nella realizzazione dell'ope-
ra. Stessa problematica riscontrata nel progetto da 400 mila euro per la ristrutturazione del centro alzheimer di via delle Margherite. Non possiamo perdere altro tempo,
ognuno deve assumersi le proprie responsabilità, soprattutto chi viene pagato con i
soldi pubblici. Per questo motivo nei prossimi giorni effettueremo una ricognizione di
tutti gli incarichi affidati, poi prenderemo le
dovute decisioni. L'Amministrazione, già
rallentata per colpa della burocrazia lenta e
dalla carenza di personale, non può subire
altre battute d'arresto».
DA SCUOLA RURALE A MUSEO
Sono stati investiti 250 mila euro
POLITICA Proposta del cons. Porcelli per l’80° di Aprilia: una piazza agli amministratori scomparsi, aula consiliare a De Quattro
Ex Sindaci, ex Consiglieri: memoria da onorare con la toponomastica
Q
uest’anno ricorrono gli ottanta anni
della fondazione della città di Aprilia e 79 anni dalla inaugurazione.
Quale migliore occasione per ricordare i
cittadini di Aprilia che hanno amministrato
la città e che non ci sono più? Se lo è chiesto la consigliera Carmen Porcelli, prima
firmataria di un ordine del giorno presentato nel consiglio comunale del 22 marzo,
con il quale si chiede di “ricordare alcune
personalità cittadine che hanno contribuito
a trasformare profondamente Aprilia”.
“Recentemente – si legge – la giunta comunale ha deliberato l’intitolazione del parco
dei Mille all’ex sindaco Luigi Meddi e dell’asilo comunale a Domenico D’Alessio,
per quest’ultimo attivando la procedura
prevista dal Decreto ministeriale del
25/09/1992 in caso di persona deceduta da
meno di dieci anni. Sono anche altri i sindaci e politici apriliani deceduti nel corso
degli anni e ai quali non è giunto alcun ri-
conoscimento in tal senso, alcuni per dimenticanza, altri invece perché di recente
scomparsa”.
La prima richiesta è di intitolare una piazza
cittadina ai consiglieri comunali di Aprilia
Michele Del Prete, Luciano Di Giusto e Mario Fusco deceduti nella sera del 30 settembre 1981 sulla via Aurelia mentre si recavano al convegno dell’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia a Viareggio, vittime
di un terribile incidente stradale. Una storia di cui in pochi hanno ancora memoria.
Altra richiesta, intitolare una via cittadina al
consigliere comunale eletto nelle elezioni
amministrative del 1990, il giovane intellettuale Claudio Muzi stroncato da un male incurabile il 27 luglio 1992; intitolare altrettan-
IOLANDA DE QUATTRO
Consigliere comunale per 30 anni, scomparsa nel 2014
Lettera di una cittadina su quanto accaduto al cimitero
Mio padre estumulato a mia insaputa
S
e pur le distanze si allungano e i ricordi si accorciano quello che non dimenticherò mai è quel maledetto e
lontano giorno di una estate dell'85.
(…) Sono andata a trovare mio papà al cimitero, a rendergli omaggio come ogni settimana da quel lontano giorno, ma non lo
trovo. Incredula mi guardo intorno e penso
tra me e me di aver sbagliato posto, mi giro,
osservo attonita e no, non ho sbagliato proprio niente perché quel posto poi non lo dimentichi più, è parte di te. Semplicemente
lui non c'era più, è successo che la salma
del mio caro papà è stata esumata per la
scadenza dei termini della sepoltura e né
io, né le mie sorelle e né mia madre siamo
state avvisate. Ho sofferto un'amara e dolorosa offesa. Trovarsi davanti una tomba
senza il proprio caro, lo considero un gesto
barbaro, incivile così come ritengo crudele
rimuovere un defunto senza avvisare i suoi
famigliari. Ho pianto e molto, ritengo il gesto
una vera ingiustizia, è come se mi avessero
schiaffeggiata, beffeggiata. Sono furibonda
e, non riesco ad accettare quello che mi è
successo. È come se qualcuno avesse profanato quel luogo sacro dove da decenni
vado per ricordare mio padre. Poi rifletto, mi
calmo e ricordo di aver ricevuto una lettera
dall'ufficio competente del comune dove mi
veniva riferito che erano scaduti i termini
della tumulazione. Ricordo che mi informai
per avere notizie dettagliate sui modi e i
tempi della procedura e che mi rivolsi direttamente all'assessore Spallacci, il quale mi
rassicurò dicendomi che mi sarebbe stato
comunicato il tutto dettagliatamente e che i
famigliari avrebbero potuto assistere alla tumulazione. Aspettai senza temere nulla, fino alla scoperta terribile di qualche giorno
fa. (...) Quello che ho provato è un dolore
talmente forte che non si può tradurre in parole, non si possono ridurre ad un foglio di
carta i sentimenti di tutta una vita; spero solo che quello che è accaduto a me, a mia
madre e alle mie sorelle non si ripeta mai
più e che da questo errore l'assessore possa imparare qualcosa.
Lettera firmata
Probabilmente è l’unico caso da quando
facciamo le estumulazione per scadenza
naturale che un parente non era a conoscenza della data di esecuzione delle operazioni di estumulazione, e per questo me
ne scuso profondamente, ma questa non è
la prassi, ormai siamo vicini alle 800 salme
estumulate e casi così non sono mai successi.
L’Assessore Fioratti Spallacci
Scrivi al Caffè: [email protected]
te strutture pubbliche agli ex sindaci Luigi
Savian e Mario Berghi, entrambi fortemente
legati al territorio che hanno amministrato
tanto da lasciare prove tangibili della loro
gestione attraverso opere pubbliche.
Infine, la richiesta è di “predisporre tutti
gli atti necessari per intitolare l’aula consigliare a Iolanda De Quattro, l’unica donna
che finora ha ricoperto gli incarichi politici
più importanti, e modello femminile d’impegno nel sociale per le future generazioni”. De Quattro è stata per trent'anni in
Consiglio comunale, arrivando a ricoprire
la carica di Vicesindaco e assessore; è
scomparsa a 74 anni il 15 febbraio del
2014, ma soprattutto è rimasta nel cuore di
tantissime persone.
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 23
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 24
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 25
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 26
27
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Da cave abbandonate a monumenti naturali
LEPINI La Regione Lazio accoglie le richieste dei Comuni di Sermoneta e Sezze per Monticchio e la ex “cava Petrianni”
È
un’opportunità da non perdere per l’intero territorio
di Monti Lepini e per la Provincia di Latina, la proposta di istituire i monumenti naturali di Monticchio a Sermoneta e presso l’ex
“cava Petrianni” di Sezze Scalo
avanzata nelle scorse settimane
dall’Assessore regionale all’Ambiente Mauro Buschini. Si tratta di
due siti interessati nel passato da
attività estrattive di cava che hanno lasciato evidenti segni di degrado paesaggistico, ma che recentemente si sono rivelati molto interessanti sotto il profilo scientifico,
ambientale, storico e culturale.
Una sorta di legge del contrappasso che potrebbe diventare una
chiave di lettura alternativa su com’è stato gestito negli ultimi decenni l’intero territorio italiano e
quello della nostra Regione in particolare.
Quello di Monticchio è un sito
caratterizzato dallo sperone di roccia sulla cui sommità è rimasta
“appollaiata” la duecentesca Torre
Vittoria (detta anche Torre Petrara). Fu costruita per l’avvistamento di eventuali incursioni nemiche
al fine di permettere la difesa del
castello e del borgo medievale di
Sermoneta. La sua caratterizzazione paesaggistica attuale è dovuta
all’attività estrattiva del pietrame e
del materiale calcare utilizzato fin
dall’inizio della bonifica delle ex
Paludi Pontine (1926-1928): in particolare per la costruzione delle
strade che sono state realizzate
tutte sopra al piano di campagna,
al fine di permetterne la percorrenza anche durante i ricorrenti periodi di allagamento. All’epoca a
Monticchio c’era la stazione di partenza e di rimessaggio di una ferrovia “Decauville”, cioè di piccoli treni a scartamento ridotto con binari
prefabbricati facilmente smontabili e rimontabili, che trasportavano
i materiali da costruzione nei vari
cantieri. Una volta esaurita l’attività di estrazione nel luogo si è sviluppata una rigogliosa macchia vegetazionale sorta a ridosso delle
Gli altri
monumenti
naturali istituiti
Sono la Scogliera cretacica fossile di Rocca di Cave (RM),
l’area limitrofa a Civita di Bagnoregio denominata ‘Balza di Seppie’ nel comune di Lubriano (VT)
e i Laghetti Semblera a Monterotondo (RM).
Si tratta di 2 siti
interessati nel passato a
attività estrattive di
cava che hanno lasciato
degrado paesaggistico
molte sorgenti della zona. Una di
queste (la Sorgente Regina) è una
delle poche rimaste in giro con accesso libero e con la possibilità di
prelievo diretto di acqua potabile
da parte dei cittadini. Attraverso
una relazione redatta dalla sezione
di Latina di Italia Nostra, il Consiglio comunale di Sermoneta ha approvato due anni fa la richiesta di
istituzione del Monumento Naturale alla Regione Lazio per inserirlo nell’elenco dell’Agenzia Regionale Parchi: agenzia che, per la
cronaca, nel frattempo è stata abolita.
Il sito della “ex cava Petrianni” a
Sezze Scalo, che a sua volta ha fornito i materiali per le opere della
bonifica integrale (ad esempio per
l’edificazione di Pontinia), è invece
caratterizzato dalla presenza di oltre 200 le impronte fossili di dinosauro: in particolare di Sauropodi
(enormi erbivori caratterizzati da
collo e coda molto lunghe e da una
testa piccola) e Teropodi (carnivori di dimensioni più ridotte) esistiti
circa 90-95 milioni di anni fa. Ad
individuarle è stato nel luglio del
2003 un gruppo di ricerca costituito dai geologi Daniele Raponi (che
ci ha gentilmente fornito le foto
qui riportate), Gaspare Morgante e
Fabio Marco Dalla Vecchia, su formale incarico della XIII Comunità
dei Monti Lepini e Ausoni. La ricerca era stata ispirata da un articolo
apparso sul quotidiano “Il Piccolo”
di Trieste nel 1998, nel quale un paleontologo amatoriale triestino af-
fermava di aver ritrovato un osso di dinosauro in una
località imprecisata
dei
Monti Lepini, durante
una
sua
escursione
da quelle
parti. L’accostamento
non era casuale perché
rinvenimenti
simili erano già
avvenuti in contesti
geologici simili (Istria,
Carso e Puglia) caratterizzati dalla presenza di rocce come
quelle dei Lepini. Le impronte di
Sezze sono state rinvenute su tre
diverse superfici e sono state poi
studiate anche dai ricercatori
dell’Università La Sapienza guidate dal Prof. Umberto Nicosia. Pare
che l’attuale area pontina fosse caratterizzata all’epoca dalla presenza di isole e penisole collegate tra
di loro. La richiesta di istituzione
del Monumento Naturale “ex cava
Petrianni” era
stata votata dal
Consiglio comunale di Sezze il 30 luglio
dello scorso anno.
I siti di Sermoneta e Sezze costituiscono due delle cinque proposte di istituzione di Monumenti Naturali della Regione Lazio e si tratta ora di capire come la Giunta guidata di Nicola Zingaretti intenda
confermarli e valorizzarli. Entrambe le aree sono oggi di proprietà
privata e la loro fruizione risulta alquanto problematica, soprattutto
sotto il profilo della sicurezza. Ad
MONTICCHIO
Il sito è caratterizzato
dallo sperone sulla roccia
occhio nudo si può notare che l’intero sperone roccioso di Monticchio e la sormontante Torre sono
ormai al limite del collasso strutturale, mentre anche l’area dell’ex
“cava Petrianni” è ben lontana
dall’essere messa in sicurezza. Per
trasformare in una risorsa turistica
e didattica questi luoghi interessati
da degrado paesaggistico, occorrerà quindi far seguire il più presto
possibile i fatti agli intenti, altrimenti tutto resterà solo sulla carta:
un copione già visto troppe volte
in passato.
Roberto Lessio
28
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
L’OLIO DEL CASALE SAN GIORGIO
Una nuova produzione che da subito ha stupito gli esperti, ottenendo prestigiosi riconoscimenti anche a livello internazionale
Olive raccolte e spremute
in loco in poche ore per
evitare l’ossidazione
Qui a Casalazzara,
i coniugi Federici
stanno tirando
fuori frutti davvero
sorprendenti
T
erreni fertili e con ottima
esposizione, macchinari all'avanguardia, ottima materia
prima e spremitura praticamente
immediata in loco. Sono gli ingredienti principi che garantiscono olî
extravergini d'oliva davvero degni di
questo nome. È in aziende come Casale San Giorgio che trovi la migliore risposta all'assalto di prodotti di
dubbia qualità ed incerta provenienza, di cui purtroppo le cronache continuano a dare conto. Qui, nell'azienda in via Casalazzara, a nord di Aprilia, i coniugi Federici, un architetto
innamorato della terra e la moglie
Gioia, stanno tirando fuori davvero
sorprendenti frutti.
Già dal secondo anno di produzione, hanno subito stupito gli esperti
ottenendo 6 prestigiosi riconoscimenti, uno anche all'estero al Concourse AVPA di Parigi. Quattro attestati l'anno scorso e due ultimamente, al concorso internazionale "Sol
d'Oro" di Verona e dalla esigente giuria dell'Orciolo d'Oro, il più antico
premio oleario italiano.
Per ottenere l'eccellenza - parola
inflazionata, ma opportuna in questo caso - hanno scelto di dotare
l'azienda di un proprio frantoio, con
attrezzature di altissima qualità.
esclusivamente curate e raccolte
nella stessa azienda, il segreto dell'oro verde di Casale San Giorgio sta
nella velocità dei passaggi dall'albero alla spremitura. «Nel giro di tre
ore, grazie alla raccolta meccanizzata con una macchina scavallatrice,
raccogliamo e portiamo subito nel
nostro frantoio, dove immediatamente avviene la frangitura - spiegano i signori Alessandro e Gioia, con
una punta di giustificato orgoglio -.
Infatti, meno tempo passa e migliore
è il prodotto finale. Ciò impedisce che il frutto (oliva) non
inizi il processo di ossidazione, ma grazie alla rapidità del
sistema (raccolta/frangitura)
vengono mantenute tutte le
peculiarità organolettiche e
sensoriali dell’olio extra vergine, definito di qualità superiore». Peculiarità che la
maggior degli oli da scaffale
nemmeno si sogna. Quello
che viene fuori da qui è il fior
fiore delle olive, sapientemente combinate in tre
blend, ossia diverse varietà
assemblate insieme: il Ponentino, più delicato, e il
Maestrale, dal gusto più intenso. A febbraio scorso si
Alessandro Federici e Gioia De Leone
sono distinti entrambi all'Or-
«Guardi - spiega l'architetto Alessandro -, di solito si usa una tramoggia. Noi ne abbiamo due, una a coltelli, per una frangitura più morbida
e sapori più delicati, ed un'altra a
martelli, un po' più "aggressiva" che
tira fuori sapori più forti». Un frantoio all'avanguardia dove si frangono
olive anche di altri produttori, su
prenotazione, e che si sta facendo
notare tra i più attenti olivicoltori
della zona. Oltre alla spremitura a
freddo e alla qualità delle olive, tutte
Il frantoio utilizza l’olio prodotto anche per specialità quali: patè, confetture, cioccolato e cosmetici
ciolo d'Oro, tra gli oltre 400 oli in gara provenienti da Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, Slovenia, Croazia,
Turchia e Stati Uniti: il Ponentino ha
ricevuto il bronzo, mentre il Maestrale si è confermato un grande extravergine, ottenendo la distinzione.
Quest'ultimo, inoltre, ha fatto il bis
al Sol d'Oro, dove gli hanno conferito nuovamente la Gran Menzione
come miglior extravergine fruttato
leggero.
Se vedi il lavoro che c'è dietro e li
assaggi, capisci che 14 euro al litro
ci stanno tutti. E se consideriamo
che ci vogliono circa 7 euro almeno
per produrre un litro di olio extravergine vero, rispettando tutte le re-
gole, ecco che si comprende come
mai questi, come altri oli veramente
italiani e di qualità, costino più di
tanti altri presunti extravergini che
piovono anche 3-4 euro nei vari supermercati e discount. Ottimo poi
anche il terzo olio di Casale San
Giorgio - a 10 euro al litro - ottenuto
da un'accurata selezione di cinque
“cultivar”, come in gergo sono definite le varietà d'oliva. Quest'olio è
anche la base di altre specialità gastronomiche, come le confetture, lo
strepitoso cioccolato e una creativa
quanto ghiotta varietà di paté. Infine,
Casale San Giorgio ha pensato anche alla bellezza, coi suoi esclusivi
prodotti cosmetici, realizzati tutti rigorosamente con il suo extravergine
da un'azienda specializzata leader
del settore. Quando si ama la natura
e si sa fare impresa, il buono e il bello vanno d'accordo.
Francesco Buda
CASALE SAN GIORGIO
Via Casalazzara, 1 - Aprilia
Tel. 06.92.56.388 - 346.02.14.349
www.casalesangiorgio.it
Gli oli migliori del frantoio sono:
il Ponentino, più delicato
e il Maestrale, dal gusto più intenso
29
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
I giovani medici di Latina hanno giurato
L’emozionante cerimonia davanti al Prefetto e al Vescovo. Secondo lo studio, l’88% dei laureati nel 2014 sta già lavorando
I
giovani medici della provincia
di Latina hanno prestato giuramento durante l’annuale incontro, organizzato dall’ordine dei medici Chirurghi ed Odontoiatri della
Provincia di Latina presieduto dal
dott. Giovanni Maria Righetti e, dedicato ai giovanissimi della provincia che si affacciano alla professione. Presso la sala San Marco della
Curia vescovile in Piazza Paolo VI,
la manifestazione si è aperta sulle
note dell’Inno d’Italia, intonato dalla banda musicale G. Rossini Città
di Latina. A fare gli onori di casa il
vescovo Monsignore Mariano Crociata che citando il vangelo ha incoraggiato i giovani medici in quella che è una professione sempre
più difficile, soprattutto perché
molte volte il medico non è chiamato a curare solo il corpo “in un
futuro che va sempre più veloce è
fondamentale anche la capacità di
restare in ascolto”. Il Prefetto di Latina, Pierluigi Faloni, si è congratulato con i neo medici spiegando
che “solo avendo una precisa conoscenza di ciò che accade sul territorio si può essere pronti ad intervenire in quella, che oltre ad essere
una professione, è anche una missione”. Il sub commissario del Comune di Latina Luigi Scipioni nel
consegnare i caducei ai giovani
laureati si è complimentato per i
brillanti risultati ottenuti e per la
grande passione messa in campo
nei confronti della professione. Interessante lo studio statistico presentato dalla dott.ssa Mariella Salomone che ha seguito la vita professionale dei medici laureati in
provincia nell’anno accademico
2013/2014 tracciandone i movimenti e le specializzazioni, l’ 88 %
di loro sta lavorando. Alla celebrazione è stato presentato il trailer
del docufilm “L’ospedale che non
c’è più” la storia della sanità pontina dal polo infermieristico al centro ospedaliero. “L’ospedale che
non c’è più” racconta la storia di un
importante Polo Ospedaliero che
doveva lasciare il posto ad un Polo
Culturale realizzato proprio nel
cuore della città con, anche, la realizzazione di una prestigiosa e innovativa biblioteca comunale progettata daJames Stirling. La fase
transitoria dall’ospedale alla biblio-
I neo iscritti
Fabiana Agostini - Gloria Andriollo Martina Assorati - Mattia Basilico Emma Bellone- Maria Cardillo- Lorenzo Casillo - Alessandro Cavaliere
- Veronica Clemenzi - Morgana Colaianni - Alessia D'aiello -Alessio De
Simone - Marco De Zuanni - Claudia
Dedalo - Nicola Di Fazio- Marco Di
Fraia - Andriy Dralov - Raffaele Antonio Esposito - Cecilia Fiorini - Martina Gabriele - Chiara Gioia - Antonio
Giordano - Elena Anna Rosa Ialleni Luca Lazari - Luca Lebone - Cristina
Mancini - Fabiana Mastrobattista Chiara Merluzzo - Martina Montesano - Stefania Patrizi - Damiana Pompeo -Francesca Pozzana - Biancandrea Quaranta - Erica Rocco - Ilaria
Roma - Manuel Santu - Roberto Scipione - Lidia Scorretti - Riccardo
Serra - Luciana Trane - Francesco
Valle - Alessandro Zerbetto
Medici con 40 anni di attività
Giuseppe Addessi - Francesco Amoroso - Fabrizio Arioli - Giuseppe Avvisati - Giovanni Baiano -Giovanni
Baldascino - Elisabetta Buonomo - Alfredo Caradonna - Vincenzo Cassoni
- Paolo Ceccarelli- Giuseppe Vincenzo A. Celeste - Anna Maria Cinquanta
- Mario Cipriani - Mauro Copponi Angelo Pietro Cori - Giuseppe
D’Acunto - Sabatino D’ambroso - Antonio De Quattro - Brunella De Spagnolis - Filippo D’Epiro - Carmine Gaspare Di Bernardo - Pietro Di Legge
- Paolo Dinia - Fabio Faiola - Gianfranco Falso - Bruno Florio - Oliviero
Fontana - Panagiote Kouloubis - Ermanno Kugler -Gerardo Lanza - Piero
Maceroni - Antonio Maiorca - Roberto
Mallus - Beniamino Maschietto - Pietro Filippo Matarazzo - Mariaserena
Mellacina - Antonio Miele - Gianna
Montesano - Stefano Mosillo- Maurilio Natali - Antonio Orgera -Vincenzo
Palmacci - Fabio Pannozzo - Cesarina Rovere - Stefano Savino - Alessandro Sparagna - Luigi Subiaco Paolo Tasciotti - Franco Tuccinardi Ugo Tomasone - Salvatore Valente Vincenzo Vellucci - Sandro Vincenzi Lidano Zarra
teca si chiama parcheggio e tra un
po’ festeggerà i suoi primi 30 anni.
La manifestazione che ha consegnato l’Esculapio d’argento ai giovani medici chirurghi ed odontoiatri, ha visto sul palco anche i professionisti che hanno celebrato 40,
50 e 60 anni di carriera, tutti hanno
rinnovato la loro promessa professionale, impegnandosi a salvaguardare la salute dei cittadini.
Medici con 60
anni di attività
Lucio Boccia - Michele Di Maria
- Francesco Martellucci - Vera
Russo
Medici con 50
anni di attività
Antonio Corsi - Felice Mascolo Fiammetta Matteri - Giorgio Mattu
- Carlo Notarianni - Helga Pavics
30
CRONACHE
Oli pontini si affermano
al Premio ‘Olivario’
AGRICOLTURA LOCALE Eccellenze a livello nazionale
L’
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Agricoltura in vetrina
alla Mostra Agricola
CAMPOVERDE Dal 22 al 25/4 e dal 29/4 al 1 maggio
D
opo l'edizione numero 30 dedicata ad Expo, torna l'appuntamento con la vetrina per eccellenza
delle potenzialità di Aprilia e della Provincia di Latina dal punto di vista dell'agricoltura, dell'enogastronomia, del
florovivaismo e più in generale delle attività produttive.
La 31a edizione della Mostra Agricola
Campoverde si terrà dal 22 al 25 aprile e
dal 29 aprile al 1 maggio 2016 ad Aprilia,
via Pontina km 54 (uscita Campoverde
Sud).
Una scelta di date strategica, già sperimentata nelle due precedenti edizioni e
condivisa in pieno dagli espositori visto
il successo, per poter dare modo ai visitatori di partecipare nei giorni di festa e
nei weekend.
La Mostra Agricola Campoverde, Fiera
Nazionale dell'agricoltura organizzata
dalla società Tre M, è uno degli eventi
cardine del panorama fieristico a livello
nazionale, vetrina commerciale per le
aziende di tutta Italia, fattoria didattica
per avvicinare i bambini al mondo della
natura, promozione enogastronomica
territoriale, ed intrattenimento per offrire svago al visitatore. La Fiera, sostenuta da Ministero per le Politiche Agricole,
Regione Lazio e Provincia di Latina, si
estende su circa 20 ettari, di cui 16 destinati a parcheggio e 4 ad area espositiva.
Vetrina, insomma, ma anche cultura.
Anche quest'anno sarà molto forte la
simbiosi con le scuole, grazie all'apertura gratuita alle scolaresche il primo giorno di fiera e la “fattoria didattica”, con
percorsi dedicati ai bambini.
“Anche per quest’anno – spiega il Presidente della Tre M Cecilia Nicita – contiamo di realizzare una Fiera degna di
questo nome. La Mostra Agricola promuove le nostre produzioni a tutti i livelli, ma soprattutto fa cultura trasmettendo alle nuove generazioni l'amore per la
storia di questo territorio, le tradizioni e
le radici. Come sempre porteremo delle
novità rispetto alle edizioni precedenti,
la Fiera Agricola continua a crescere e
con essa tutto il comparto economico,
generando indotto, lavoro e opportunità.
Una mission, quella della Tre M, portata
avanti con passione e convinzione”.
olio pontino lascia il segno anche
al Premio Nazionale ‘Ercole Olivario’. Dopo i riconoscimenti ottenuti
nelle scorse settimane al Sol D’Oro di Verona, al Concorso provinciale ‘L’Olio delle
Colline’, al Concorso Internazionale ‘Orciolo d’Oro’ e al Concorso Regionale ‘Orii del
Lazio’, gli olivicoltori della provincia di Latina si sono affermati anche alla XXIV edizione dell’autorevole concorso dedicato alle eccellenze olivicole italiane.
La manifestazione, organizzata dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, in collaborazione con la Camera di Commercio di
Perugia e il sostegno del Sistema Camerale
Nazionale, delle associazioni dei produttori
olivicoli, degli enti e delle istituzioni impegnate nella valorizzazione dell’olio di qualità italiano, si è conclusa il 19 Marzo a Perugia con la premiazione dei vincitori.
L’Azienda Agricola Biologica Orsini di
Priverno ha ottenuto il 1° posto nella sezione Oli Extravergine DOP – categoria Fruttato Medio, ricevendo anche la Menzione
Speciale ‘Olio Biologico’; l’Azienda Agricola Alfredo Cetrone di Sonnino è arrivata 2a
nella sezione Oli Extravergine DOP – categoria Fruttato Intenso; l’Azienda Agricola
Adria Misiti di Sabaudia è giunta 2a nella
sezione Oli Extravergine di Oliva – categoria Fruttato Intenso.
Quest’anno partecipavano in tutto 249
etichette in rappresentanza di 17 regioni,
con Lazio (47), Umbria (40) e Sardegna
(26) in cima alla lista di adesioni. Gli altri
iscritti provenivano da Puglia e Sicilia (24),
Calabria e Abruzzo (19), Toscana (17),
Campania (10), Liguria (6), Marche (4), Molise e Lombardia (3), Veneto, Basilicata ed
Emilia-Romagna (2), Trentino (1). 100 i finalisti.
NOMINE I componenti
TV L’inviato di Canale5 in città per “Striscia lo striscione” scopre la curiosità del Quinto Ricci
Osservatorio
Rifiuti, ecco
chi ne fa parte
L’
Amministrazione Comunale,
con deliberazione di Giunta
numero 79 del 15 marzo, ha
nominato i tre componenti dell’Osservatorio dei Rifiuti in rappresentanza delle Associazioni e dei Comitati di quartiere che hanno avanzato
la propria candidatura. Si tratta di Tiziana Vona, Antonio Martone e Maurizio Consolandi.
L’Osservatorio Comunale Verso Rifiuti Zero, istituito dal Consiglio Comunale sarà composto anche dall’Assessore all’Ambiente Alessandra
Lombardi, dall’ingegnere Cristiano
Cenci (Progetto Ambiente), dai Consiglieri Comunali Giovanni Martelli,
Nello Romualdi e Ornella Pistolesi,
nonché da un Ispettore Ambientale
che sarà nominato successivamente
con decreto sindacale.
L’Osservatorio avrà il compito di
monitorare sul territorio comunale
l’attuazione delle disposizioni generali del percorso “Verso Rifiuti Zero”,
cui ha aderito il Comune di Aprilia
nel 2013, rendere pubblici e disponibili i dati sugli obiettivi raggiunti, raccogliere segnalazioni ed indicazioni
dai cittadini e dalle utenze in genere,
monitorare, elaborare e sintetizzare i
dati indicando criticità.
Cristiano Militello commosso allo stadio di Fantozzi
L'
dove si girarono le mitiche olimpiadi dei dipendenti in “Fantozzi subisce ancora”. Questa cosa mi ha commosso e mi ha commosso
ancor di più il fatto che si sono presentati con
lo striscione “Ufficio sinistri”, quello di Fantozzi. Credo che nel servizio di Pasquetta bisognerà rendere nota a questa trasferta, anche perché certe imprese vanno premiate.
Questo luogo, che rappresenta il vissuto di
tutti noi, aveva una chicca che non sapevo».
inviato di Striscia la Notizia Cristiano
Militello era presente domenica 20
marzo ad Aprilia alla partita con la
Lupa Roma per pura casualità «Nel pomeriggio avevo una convention in un'azienda no
profit a Roma, il campo più vicino era ad Aprila e sono andato a vedere la Robur - ha detto
Militello, intervenuto ad Antennaradioesse -.
Ho trovato una ventina di robusti tifosi del
Siena. Mi hanno detto che lo stadio era quello
FOSSIGNANO Una giornata ecologica per gli ingombranti
Puliamo le cantine, un successo
S
i sono concluse le due giornate di
"Puliamo cantine e case" organizzate
dal Comitato di Quartiere Fossignano-Aprilia, con la collaborazione del Comune di Aprilia, il quale ha messo a disposizione i container. Sono stati raccolti molti grandi e piccoli elettrodomestici, mobili,
materassi, metalli, carta, plastica, olio vegetale e minerale, indifferenziato. I cittadini hanno approfittato di questa opportunità, piuttosto che arrivare fino all'ecocentro o attendere il ritiro a domicilo, che, è
bene ricordarlo, non tutte le città hanno e
pure gratuitamente. «Sono stati recuperati
alcuni piccoli mobili e oggetti da parte di
alcuni, per ridargli nuova vita, quindi abbiamo contribuito a fare meno rifiuti e riciclare», spiega il Cdq in una nota. «Molti i
cittadini che ci hanno chiesto di ripetere
queste giornate più spesso. Sicuramente lo
faremo, sempre se il nostro Comune ci
metterà a disposizione i container, ma siamo certi che non ci saranno problemi. Sicuramente lo faremo se ci saranno persone disponibili a collaborare sui turni, come
è accaduto il 12 e 13 marzo». La disponibilità dei cittadini è stata tanta. «È stato anche un momento di condivisione e confronto tra cittadini, che è la base per far
crescere un quartiere, oltre l`educazione e
senso civico. Alla prossima pulizia. Il prossimo intervento di questo comitato è: ripulire e riverniciare nuovamente la pensilina
della fermata dell’autobus di fronte la farmacia». Il Comitato resta comunque aperto ad altre proposte.
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 31
32
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
La morìa del lungomare tra abusi e sequestri
I primi due stabilimenti di Latina sono stati sequestrati. Ora potrebbe toccare ad altri 7. E i chioschi? E la stagione estiva?
L
a scorsa estate era iniziata male per colpa della nuova pista ciclabile. Nonostante la magnificenza dell'opera in
marmo pregiato, era sfuggito il problema dei
trasporti e dei parcheggi. I primi erano stati
tagliati (meno corse verso il mare e nessuna
navetta a gas annunciata) e i secondi non erano stati pensati. Per tentare di risolvere – tardi
– il problema se ne sono viste di tutti i colori
fino ad arrivare al divieto di parcheggiare lungo tutto il tratto della pista ciclabile sul lungomare, misura ancora in vigore. Dev'esserci
una maledizione perché c'è una nuova ombra
anche sull'estate 2016 che è alle porte. Nei
giorni scorsi, infatti, sono stati sequestrati i
primi due dei nove stabilimenti balneari che
non ha smontato entro il mese di ottobre: il Lido Nausicaa e il Nolivè. I provvedimenti fanno seguito all'accertamento del mese di dicembre effettuato dalla Polizia Locale secondo il quale le attrezzature sulla spiaggia erano
ancora presenti. Nonostante la Regione dia la
possibilità di permettere alle attività sul lungomare di restare aperte tutto l'anno, il Comu-
Gli altri 7 stabilimenti
a rischio sequestro
Tortuga,
Sandalo,
Lido Enea,
Lido Circello,
Totem Lido dei Laghi,
Lido di Altea,
Amarylli
SIGILLI AL LIDO NAUSICAA
Guardia Forestale in azione: il lido non ha smontato entro il mese di ottobre
ne di Latina non ha recepito l'informativa ed è
ancora indietro. Molti candidati Sindaci e consiglieri parlano in questi mesi di destagionalizzazione ma, per adesso, ancora non è realtà. Il
Pua (Piano Utilizzazione Arenili) vigente presso il Comune di Latina prevede che le attività
smontino entro il mese di ottobre. Per questo
il lido Nausicaa e il Lido Nolivè sono stati i primi dei nove stabilimenti ad essere sequestrati
e adesso la batosta potrebbe arrivare per gli
altri otto a cui è stata revocata la concessione. Per la città di Latina, la
chiusura di nove stabilimenti balneari vuol dire l'ennesima stangata all'economia. Proprio per questo tutti
gli operatori commerciali del posto si
sono detti solidali con quanto accaduto ai gestori che, ogni anno, danno
lavoro a svariate persone. I problemi
per il lungomare di Latina, tra l'altro,
non finiscono qui. Oltre agli stabilimenti balneari che a breve potrebbero essere sequestrati, è scaduta anche la concessione per i chioschi: il
30 settembre 2015 è decaduto l'affidamento, durato ben sei anni, delle
attività precedenti. Nonostante all'estate
manchi un attimo, la gara per l'affidamento
degli otto posti non è ancora stata aperta. Si
rischia, dunque, di iniziare malissimo l'estate
2016. Nella parte sinistra, da Capoportiere a
Rio Martino, potrebbero esserci i chioschi abbandonati e nella parte destra, da Capoportiere a Foce Verde, potrebbero non esserci più
gli stabilimenti.
Bianca Francavilla
CHIOSCHI: CONCESSIONE SCADUTA
Ma la gara ancora non è stata indetta
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 33
34
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Il Parco Europa sempre
più “ricco” e... colorato
TOSCANINI Il Comitato di Quartiere investe in tavoli, panchine e fioriere
P
ian piano, la gemma verde
del Parco Europa, polmone
del popoloso Quartiere Toscanini, sta mostrando il suo potenziale: il Comitato del Quartiere,
che vede al vertice Luciano Poli,
ha allestito altri piccoli dettagli
che vanno ad impreziosire l'area
verde, da tempo messa sotto le luci dei riflettori proprio dal Comitato. Nella mattinata di sabato 20
marzo sono state allestite delle
Fondi ottenuti
attraverso donazioni dei residenti
e senza chiedere un
euro al Comune
aree pic-nic, con dei tavolini in legno, ed una fioriera ricavata da alcuni pneumatici, opportunamente
riverniciati. Tutto ciò è avvenuto
solamente con contributi versati,
in termini di impegno e denaro, da
parte dei residenti del quartiere
stesso, per la gioia dei piccoli abitanti della zona Toscanini, “senza
alcuna richiesta economica – precisa il presidente Poli - avanzata
presso il Comune di Aprilia”. La
CULTURA Il 9 aprile in scena al Teatro Tognazzi di Velletri
fioriera e l'area picnic va ad affiancarsi alle numerosissime piantumazioni effettuate tra il 2015 ed il
2016, oltre al delizioso giardino
degli ulivi che presto renderà il
Parco Europa ancora più suggestivo e fruibile.
Matteo Maria Munno
APPUNTAMENTI Esibizione il 9 aprile per 12.961 coristi
La favola di Becco di Rame a teatro Cori in concerto in piazza Plebiscito
T
orna in scena la favola
di Becco di rame sabato
9 Aprile ore 18,00 al
Teatro Tognazzi di Velletri.
Libertà, bisogno d’affetto,
amore e la forza della diversità i temi al centro dell’originale e profonda interpretazione
teatrale di Giuliano Leva della
vera storia di Becco di Rame.
L’Associazione Colori nel
Mondo porta in scena al Teatro Tognazzi la storia che negli ultimi tempi ha fatto appassionare grandi e piccoli:
la vicenda dell’Oca ormai conosciuta da tutti come Becco
di Rame.
Giuliano Leva ha dato un particolare taglio
alla vera storia dell’oca Ottorino, è stato più
che uno spettacolo una lezione di vita che insegna a reagire e non sentirsi “disabili”.
Una notte di febbraio una volpe minacciò
l’oca e gli altri animali. Si scatenò una lite tra
i due animali e durante il litigio la volpe con
una zampata spezza il becco all’oca. Ottorino perse
la parte più importante
della sua vita, ma è ancora
vivo ha ancora speranza.
Era affamato e spaventato.
L’amore delle persone che
lo circondavano ha permesso che lui rinascesse a
nuova vita e con una nuova
forza.
Lo spettacolo vi darà
nuove chiavi di lettura della
vita stessa e uscirete dal
teatro osservando il mondo
con occhi diversi.
Giuliano Leva per questo
progetto teatrale ha collaborato: aiuto regia Giulio Tassi, suoni e video Antonio Amore, luci Enrico
Amore, fotografia Christian Sana, cantante
Anna Di Stefano, colonna sonora cartoon
Carlotta Battagliero. Durante lo spettacolo è
stato proiettato un video nato tra una collaborazione con operatori italo/berlinesi.
3
64 cori, provenienti da 64 province di
17 regioni italiane, per un totale di
12.961 coristi: tutti insieme si esibiranno il 9 aprile in Piazza Plebiscito a Napoli
eseguendo brani corali tratti dalle opere di
Verdi, Mozart, Händel e Charpentier, ma
anche canzoni come Michelle e I’te vurria
vasà. Il progetto “la piazza incantata”, ideato e coordinato da Renato Parascandolo
con la direzione artistica di Sergio Siminovich, vedrà la partecipazione anche di 17
cori della provincia di Latina per un totale
di 486 coristi. Da Aprilia in particolare arriveranno i 19 coristi dell'Istituto Comprensivo Menotti garibaldi, 23 coristi dei Liberi
Cantores, 28 elementi del Coro San Pietro
in Formis, 25 coristi dell'Istituto Comprensivo Giovanni pascoli e una serie di altre
formazioni provenienti da Latina, Pontinia,
San felice, Terracina, Minturno, Sezze e Itri.
Una “piazza incantata” animata da migliaia e migliaia di coristi, studenti di ogni
ordine e grado, ma anche giovani e adulti
che coltivano la passione per il canto.
SOLUZIONI PER LA DEPURAZIONE
AMBIENTE La GEOINSEA verifica gli aspetti normativi e assiste il cliente dalla progettazione fino al collaudo finale
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
È
scaduto l'obbligo per tutte le abitazioni non allacciate alla rete fognaria
di dotarsi di impianti di depurazione
delle acque di scarico. Le soluzioni possibili sono varie, ma è necessario analizzare
caso per caso quale impianto è più adatto
fra quelli ammissibili nella specifica situazione.
GEOINSEA è un’azienda che progetta e
realizza una vasta gamma di soluzioni depurative, nel rispetto di tutte le direttive.
Basta una telefonata per prenotare un sopralluogo, grazie al quale i tecnici potranno
fornire tutte le informazioni necessarie per
orientarsi nella giungla delle disposizione
legislative e consigliare le soluzioni più
adatte fra quelle ammissibili.
IMPIANTO DI EVAPO-TRASPIRAZIONE
COMPLETATO
SEZIONE LONGITUDINALE IMPIANTO GEO-ET
BACINO DI EVAPOTRASPIRAZIONE FITOASSISTITA
Degrassatore
IMH-OFF
Pozzetto
di ricircolo
Pozzetto
di cacciata
Cucina
Tubazione di distrubuzione liquami
Tubazione di ricircolo o acqua trattate
...un sistema
migliorativo che
ha un costo sensibilmente più basso
rispetto agli altri
GEOINSEA ha messo a punto un sistema
migliorativo per le vasche di evapo-tra- spirazione fitoassistita, che ha un costo sensibilmente più basso rispetto ai tradizionali
impianti. In particolari situazioni di sensibilità del sito, laddove altre soluzioni non
sono ammesse, questo tipo di soluzione ri-
sulta essere l’unica realizzabile per ottenere l’autorizzazione allo scarico.
Grazie all’alta specializzazione raggiunta
in materia di depurazione delle acque reflue e all’esperienza diretta maturata in tanti anni di attività sul campo, GEOINSEA assiste il cliente dalla fase iniziale del sopralluogo e lo accompagna nella verifica degli
aspetti normativi e nella progettazione tecnica, fino alla posa in opera dell’impianto e
al collaudo finale.
Il contatto diretto e la professionalità del
personale GEOINSEA consentono al cliente di affidarsi a mani sicure di esperti in
materia, che sapranno consigliare fra:
• IMPIANTI DI EVAPO-TRASPIRAZIONE
• IMPIANTI DI SUB IRRIGAZIONE
• DEPURATORI A FANGHI ATTIVI
• DEPURATORI A FILTRO
PERCOLATORE
• VASCHE IMHOFF
• DEGRASSATORI
Via Stradivari, 9 - Aprilia
Tel. 320.6940685
www.geoinsea.it - [email protected]
35
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Passione sempre più coinvolgente
EVENTI In migliaia la domenica delle Palme hanno assistito alla rievocazione della passione di Gesù
G
rande partecipazione, la
Domenica delle Palme,
alla terza edizione della
Passione vivente di Nostro Signore Gesù Cristo, lungo Via dei
Lauri e in Piazza Roma.
L’iniziativa è stata promossa
dall’Associazione Proloco di
Aprilia (UNPLI) presieduta da
Antonino Marchese e dall’Asso-
ciazione Passione Vivente Aprilia, per la regia di Francesco Vuturo e con il Patrocinio della Regione Lazio e del Comune di
Aprilia.
La rappresentazione della Passione Vivente, supervisionata dal
Parroco della Chiesa di San Michele, Don Franco Marando, è
stata riprodotta in Piazza Roma
e lungo via Dei Lauri attraverso
vari quadri scenografici quali:
l’ingresso in Gerusalemme; l’ultima cena e la lavanda dei piedi;
l’agonia nell’orto deI Getsemani;
il tradimento di Giuda e l’arresto
di Gesù; il processo davanti al Sinedrio; le rinnegazioni di Pietro;
l’impiccagione di Giuda; il processo davanti Erode e Pilato; la
Flagellazione e la Via Crucis; l’incontro con la Veronica, il Cireneo e Maria Madre; Crocifissione e Deposizione.
Circa 120 attori (recitanti o figuranti) hanno rappresentato i
quadri della Passione, dall’ingresso di Gesù in Gerusalemme,
all’arresto e al processo fino alla
crocifissione e deposizione. I co-
Decine di figuranti
hanno indossato i
costumi confezionati dall’associazione Lo Scrigno
stumi sono stati confezionati
dall’Associazione Lo Scrigno.
L’edizione 2016 è stata arricchita anche dalla partecipazione
straordinaria dei soldati del
Gruppo Storico Romano.
36
CRONACHE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Il re della movida: è difficile gestire la notte
Paga ogni sabato 2 infermieri che stazionino fuori le discoteche. Colpa dei giovani (anche minori) con il vizio di bere oltre il consentito
L
In che senso, ci spieghi meglio.
a notte, con i suoi odori, i
suoi profumi, quella voglia
di osare e di divertirsi in modo sfrenato, dimenticandosi degli
impegni e del tran tran quotidiano,
è cambiata e non in meglio. E se a
dirlo è uno che della notte ne ha
fatto una professione, Rino Polverino, forse qualcosa di vero c’è.
Anche in provincia di Latina gli
abitanti aumentano, i locali diminuiscono oppure si reinventano.
Nei pochi che rimangono non passa sera (ma sarebbe meglio dire
sabato sera) senza che non ci sia
un furto, una scazzottata, una lite.
RINO POLVERINO
Titolare del 24.000 baci
e del Club 42
Rino Polverino, da quasi 40 anni imprenditore della movida
notturna. Ma è davvero diventato tutto così pericoloso?
«Che qualcosa non vada è evidente. Fino a qualche anno fa eravamo in quattro cinque nel capoluogo a gestire discoteche, oggi il numero si è drasticamente ridotto».
La discoteca è diventato un
luogo meno sicuro?
«No, anzi è diventato un luogo più
sicuro. Sono aumentati gli addetti
alla sicurezza, io pago ogni sabato
due infermieri che stazionano qui
tutta la notte. Però è cambiato il
modo di divertirsi».
Basta tavoli prima di tutto. Ormai
si è ingenerata la moda per cui o si
«Nel senso che non passa sabato entra col tavolo o si è degli sfigati.
senza il rischio di trovarsi all’in- Prendere un tavolo significa spengresso un gruppo di ragazzi ubria- dere tanto e bere altrettanto. Vochi e violenti. E a nulla vale il non glio cambiare gestione. Il tavolo si
dare loro da bere all’interno, se affitta gratuitamente poi se vuoi
poi si va nel parcheggio e si trova- festeggiare un compleanno o altro
no bottiglie vuote buttate a terra. compri una bottiglia, una torta
Anche non farli entrare spesso quello che vuoi. Certo si tratta di
comporta dei problemi perché co- una rivoluzione ma credo che i
minciano ad inveire all’esterno del giovani, quelli sani, mi seguiranno.
Sarebbe però anche il caso di
locale».
mettere un po’ di regole nel
mondo del divertimenCi ha detto però che
to. Ormai si balla
gli addetti alla siBloccare
sempre, in ogni docurezza, i cosidve e noi siamo codetti buttafuori,
persone alterastretti ad aprire
sono aumentate è complicato: in
dopo l’una raccoti.
caso di ferite l’adgliendo di tutto».
detto alla sicurez«Si ma non possono perquisire
za passa per
Possiamo
dire
all’ingresso, non
violento
che se da una parpossono fermare le
te è cambiata la dipersone né portarle
scoteca, dall’altra è cambianel mio ufficio che le asto anche il popolo della notsicuro non è certo una camete?
ra di sicurezza. Trovandosi poi
di fronte a persone alterate, anche
solo bloccarle diventa complicato. «Diciamo che è un cane che si
In caso di ferite l’addetto alla sicu- morde la coda. L’uno rincorre l’alrezza e il gestore passano per vio- tro e invece sarebbe il caso di fermarsi un attimo. Comunque si il
lenti».
popolo della notte è cambiato. PriI nervi saltano spesso, e que- ma ci si divertiva con molta più
sto è dovuto soprattutto al- semplicità. La discoteca era un
l’abuso di alcool. Non potreste luogo di socialità. Oggi ci si conofare prima di tutto qualcosa sce sui social e in discoteca non si
ha bisogno di conoscere nessuno,
voi gestori?
la stessa musica non aiuta».
«Innanzitutto ci deve venire in
Andrea Lucidi
contro la legge. Io potrei anche
vietare l’ingresso ai minorenni ma
se non lo fanno tutti chiuderei dopo due giorni. Ci dovrebbero dar
modo di perquisire le persone e
fermarle in caso di disordini in attesa della polizia o carabinieri».
Non sono però sempre i minorenni a creare caos e disordini.
«E’ vero infatti da ripensare è la
stessa discoteca e io già dal prossimo anno voglio cambiare, tornare ad un divertimento più sano.
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 37
38
SPORT
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Aprilia Ko a Taranto, la classifica ora fa paura
SERIE D GIRONE H Non basta una grande partita, le Rondinelle reggono per quasi tutto il match, ma crollano nel finale
S
fuma nei minuti di recupero l’impresa
dell’Aprilia, che riesce a tenere la porta
inviolata nella tana del Taranto per
quasi tutto il match. Nel primo tempo i padroni di casa tengono le redini del gioco, ma
senza portare pericoli seri alla porta difesa
da Bortolameotti. Dal canto loro, le rondinelle cercano di far male in ripartenza, creando
più di qualche grattacapo alla difesa tarantina. Il primo tiro in porta del match arriva al
38’, quando Genchi calcia debolmente verso
la porta apriliana. Al 44’, però, l’Aprilia mette
paura a Cazzarò superando De Lucia proteso in uscita, ma la palla viene spinta via dalla
difesa prima che oltrepassi la linea di porta.
Nella ripresa il Taranto aumenta la pressione. Già al primo minuti Odigwe serve Genchi, che però di testa non trova la porta. Nella mezz’ora successiva Bortolameotti è costretto agli straordinari: si oppone infatti a
Gaetano (4’), Mida (20’) e Ancora (27’ e 36’).
Non può nulla, invece, sulla conclusione ravvicinata di Genchi al 44’, quando il capitano
tarantino sfrutta al meglio il traversone di
Marsili. Il raddoppio di Gaetano al 48’ con
una conclusione dal limite sembra però una
punizione eccessiva per la squadra di mister
Venturi. “Nel primo tempo – ha dichiarato il
mister delle Rondinelle – abbiamo avuto
l’occasione da gol più nitida. È un peccato
uscire dal campo con una sconfitta, perché
abbiamo tenuto botta praticamente per tutto
il match. Ma nel secondo tempo hanno
schierato tutto l’arsenale offensivo a loro disposizione e ci hanno costretto sulla difensiva. Abbiamo tenuto bene nonostante tutto,
finché al novantesimo è arrivata la beffa. Comunque sono soddisfatto della nostra prestazione: nel primo tempo siamo stati bravissimi, non abbiamo concesso nessuna opportunità al Taranto”. “La ripresa – ha concluso
Venturi – è stata un continuo mettere palloni
avanti da parte loro, è chiaro che con tutti
quegli attaccanti, e con quel tipo di attaccanti, prima o poi qualcosa ne cavano. Abbiamo
fatto il nostro, peccato non essere riusciti a
tenere la porta inviolata fino alla fine”. Questo invece il commento dell’allenatore del
SERIE D - GIRONE H
BISCEGLIE - GALLIPOLI
FRANCAVILLA - ISOLA LIRI
MANFREDONIA - AZ PICERNO
POMIGLIANO - TORRECUSO
POTENZA - NARDO
PROGREDITUR M. - SAN SEVERO
SERPENTARA B.O. - TURRIS
TARANTO - APRILIA
UNICUSANO FONDI - VIRT.FRANCAVILLA
28° giornata (20/03/2016)
2-0
N.D.
0-4
0-0
1-2
N.D.
0-0
2-0
1-1
Prossimo Turno (03/04/2016)
APRILIA - FRANCAVILLA
GALLIPOLI - TARANTO
ISOLA LIRI - MANFREDONIA
NARDO - SERPENTARA B.O.
POTENZA - PROGREDITUR M.
SAN SEVERO - POMIGLIANO
TORRECUSO - BISCEGLIE
TURRIS - UNICUSANO FONDI
VIRT.FRANCAVILLA - AZ PICERNO
Taranto Michele Cazzarò : “Il primo tempo
quest’oggi non mi è piaciuto. Ci siamo trovati ad affrontare una squadra che inizialmente
ha fatto molta pretattica assumendo, a mio
avviso, un atteggiamento difensivista. Nei
primi quarantacinque minuti eravamo troppo compassati nella manovra mentre la ripresa è andata decisamente meglio. Abbiamo iniziato l’incontro con il solito atteggiamento e schieramento (3-4-3). Nella seconda
frazione ho spostato Felice Gaetano innalzando il baricentro della squadra e passando
ad un attacco a quattro; avevamo bisogno di
vincere a tutti i costi per cui avevamo la necessità di rischiare qualcosa di più. Sono
soddisfatto; alla fine i nostri sforzi ci hanno
consentito di portare a casa un’altra bella
Eagles Aprilia, vittoria
ancora un tabù
CALCIO A 5 SERIE C1 La compagine pontina perde 13-4
R
ischia di battere tutti i record negativi possibili ed
immaginabili
l’Eagles
Aprilia che, in questa sciagurata
stagione di serie C1, non è riuscita ancora a conquistare il suo primo punticino dopo ben ventidue
incontri disputati. Le aquile apriliane, ormai retrocesse in serie
C2, chiudono infatti la classifica
del raggruppamento B con un
malinconico ultimo posto a quota zero punti e anche sabato si sono dovute inchinare all’avversaria di turno, il Gymnastic Studio Fondi, che è
riuscito ad imporsi addirittura per 13-4. Nonostante la rosa ridotta, il Gymnastic parte a
spron battuto e nei primi dieci minuti di gioco
si porta sullo 0-3 per merito delle reti di Nuninho, Ribeiro e Titalo. Va dato merito ai locali di onorare al meglio il campionato, nonostante la matematica retrocessione, cercando di impensierire Petrella con tiri dalla distanza. I ragazzi di mister Treglia non abbassano i ritmi ed incrementano il vantaggio con
Faria ed ancora Ribeiro. L'Aprilia sigla l'1-5 al
17', ma il Gymnastic è un rullo compressore.
Nuninho, Titalo e Faria si alternano al gol fino
all'1-9. Allo scadere della prima frazione, la
sfortunata autorete di Ribeiro porta il risultato sul 2-9. La ripresa è pura accademia. Titalo
realizza il secondo poker consecutivo, Nuninho si conferma il goleador della squadra con
una tripletta e c'è gloria anche per Bastos.
Dal canto suo l'Aprilia, sfruttando le ridotte
EAGLES APRILIA SCHIERATA
dimensioni del campo, segna altre due reti,
fissando il punteggio sul 4-13. “Sembra incredibile leggere il punteggio finale e nel contempo guardare l'esiguità della rosa per squalifiche e infortuni” ha dichiarato il presidente
fondano Biasillo a fine partita. “Mister Treglia
è eccezionale nel riuscire a fare di necessità
virtù. La squadra non cala mai di intensità, né
di concentrazione. Le difficoltà che stiamo affrontando dentro e fuori dal campo invece di
abbatterci, ci fortificano. Stiamo lavorando
per l'istanza di revocazione e siamo convinti
di recuperare i tre punti che ingiustamente ci
sono stati tolti. In queste condizioni competere con corazzate come Mirafin e Ferentino
sembrerebbe più che proibitivo, ma ho piena
fiducia nel mister e nella squadra e sono convinto che ci giocheremo il campionato fino all'ultima giornata”.
CLASSIFICA
NARDO
VIRTUS FRANCAVILLA
TARANTO
FRANCAVILLA
UNICUSANO FONDI
BISCEGLIE
POMIGLIANO
POTENZA
PROGED. MARCIANISE
TORRECUSO
TURRIS
MANFREDONIA
SAN SEVERO
ISOLA LIRI
SERPENTARA B.O.
AZ PICERNO
APRILIA
GALLIPOLI
54
54
52
47
44
41
41
38
36
36
36
34
33
33
31
25
22
18
vittoria. Al di là dell’aspetto della qualità delle giocate e del gioco, quello che mi interessa
maggiormente è la capacità di questo gruppo
di saper reagire alle difficoltà incontrate. Per
le restanti partite voglio una squadra che
non si arrenda mai. In questo modo potremo
affrontare le restanti sei partite da qui fino alla fine del torneo con la consapevolezza di
poter centrare la vittoria. Come sapete, preferisco concentrarmi esclusivamente sulla
mia squadra; anche ai miei ragazzi chiedo di
non guardare a chi ci sta davanti, ma partita
dopo partita pensando solo alle nostre prestazioni. Quest’oggi siamo contenti in quanto
abbiamo ottenuto una vittoria importante
anche grazie al supporto dei nostri tifosi, come sempre impagabili”.
39
SALUTE
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
LA MOBILITÀ SICURA PER TUTTI
I migliori artigiani e le migliori tecnologie a sostegno della mobilità della persona per facilitare la vita di tutti i giorni
GLI AUSILI PER LA MOBILITÀ
DI SIRIO
Sirio dispone di una vasta gamma di
carrozzine e scooter elettrici multi-
Umberto Feliciotti
e Daria Migliorini
funzione progettati e realizzati da
tecnici qualificati per migliorare
l’autonomia e la mobilità della persona. Si tratta degli ausili per la mobilità a marchio Sirio studiati per
l’utilizzo sia interno che esterno e
La nuova gamma di carrozzine e scooter elettrici
interamente rimborsabile dall’Autorità Sanitaria Locale (Asl) o dall’Istituto Nazionale Incidenti sul Lavoro
(Inail).
ARTIGIANI, MA CON UN CUORE HI-TECH
Tra varie soluzioni proposte Sirio
dispone anche di carrozzine elettriche verticalizzanti, che dalla posizione seduta aiutano ad alzarsi in
posizione eretta, ma che possono
essere guidate anche rimanendo in
piedi, che migliorano la circolazione, la respirazione, la digestione e
prevengono la comparsa di piaghe
da decubito e spasmi. Sirio non
trascura nemmeno le esigenze dei più sportivi che intendono migliorare le
proprie performance
Carrozzine
sui campi da hoce scooter persokey, calcio, rugby e
nalizzabili in tutte
basket, con modelli
configurati sulla
le componenti, con
sempre elettrici ma
base delle singodedicati e superperle esigenze di
possibilità di regoformanti. Inoltre, Siogni
paziente.
lazione e adatrio dispone anche di
Carrozzine e scootamento
una vasta gamma di
ter personalizzabili
carrozzine elettriche suin tutte le loro compoperleggere caratterizzate da dinenti con diverse possimensioni e peso estremamente ribilità di regolazione e adattadotti, smontabili in pochi e semplici
mento: larghezza e profondità
del sedile, inclinazione dello schie- gesti senza l’ausilio di alcun attreznale, altezza dei braccioli e del pog- zo, da trasportare ovunque o
giatesta, posizione del joystick e da riporre con facilità nel badoppio comando anche posteriore gagliaio della macchina.
per l’accompagnatore, autonomia e
tipo di batterie, potenza del motore, UN PERCORSO PERSONAleggerezza e grandezza del mezzo, LE E PERSONALIZZATO
trazione anteriore, centrale o poste- Dopo un primo incontro neriore, a 2, 4 o 6 ruote, con o senza lu- cessario ad approfondire la
ci e cintura di sicurezza. Tutti mezzi reciproca conoscenza, i gioestremamente pratici e semplici da vani tecnici di Sirio prendono
utilizzare, con un’estetica curata e visione della documentazione
piacevole, sostanzialmente prive di medica e clinica fornita dal
manutenzione e che il cliente può paziente e, al bisogno, avviafar muovere in punta di dita. Nella no un contatto diretto con il
maggior parte dei casi, l’acquisto è medico specialista.
L’azienda lavora prevalentemente nel Lazio, ma ha pazienti che arrivano ogni giorno da Emilia Romagna,
Abruzzo, Toscana e, addirittura, Sicilia. Potete recarvi nella
sede di Sirio Ortopedia in via
Cancelliera, 55 ad Ariccia,
visitare il suo sito web:
www.siriortopedia.com o
contattarla ai numeri 0693495679 o 06-9343615
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
C
i troviamo nel centro di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie a sostegno della persona di Sirio Ortopedia. Si tratta di
un’azienda con anni di esperienza
nell'ortopedia e nei disturbi dell'apprendimento, convenzionata con il
Sistema Sanitario Nazionale e l'Inail
che si trova nella frazione di Cancelliera di Ariccia, a due passi da Albano, Ardea, Aprilia, Pomezia e Roma.
Grazie ad un lavoro di equipe di altissimo livello, produce prodotti ortopedici, quali protesi, tutori o plantari, e mezzi di trasposto, quali carrozzine e scooter elettrici, utili a
bambini e bambine, ragazzi e ragazze, uomini e donne con patologie o
disabilità di diversa natura e gravità,
per facilitarne l’inclusione nel mondo della scuola e del lavoro o anche
semplicemente per rendere più
semplici le attività della vita quotidiana e sportiva.
40
SPORT
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Al via il 1° Memorial Gianfranco Brilli
TENNIS Dal 4 al 17 aprile si svolge ad Aprilia, presso il CS Fusco, un Torneo Nazionale Open di tennis di altissimo livello
Gianfranco Brilli, giovane imprenditore
apriliano, sportivo pieno di vitalità e gioia
di vivere, rappresentava una generazione
che visse la sua epoca proiettata con fiducia verso un futuro.
Amante dello sport e del tennis in particolare, Brilli fu un pioniere per la città di
Aprilia e realizzò il Tennis Club Brilli Primo, un’oasi di serenità che negli anni entrò nel cuore degli apriliani.
In ricordo di questa emozionante storia
di vita, il 4 Aprile 2016 ad Aprilia si svolgerà il 1° Memorial Gianfranco Brilli. Il
torneo di Tennis, che si presenta come
uno tra i più importanti e prestigiosi, richiamerà professionisti da ogni parte
d’Italia.
Il torneo si svolgerà presso il Centro
Sportivo ASD Fusco di Aprilia, un circolo
di prestigio che vanta una struttura organizzata con 3 campi in terra rossa battuta,
un pallone Tensostatico costituito da un
campo in erba sintetica polivalente dove
poter giocare sia a tennis che a calcetto. Il
pallone tensostatico rappresenta una
grande risorsa della struttura sportiva
poiché garantisce lo svolgimento delle lezioni anche nel periodo invernale.
Lo staff qualificato è ciò che rende serio
e professionale il lavoro e le lezioni di
tennis svolte all’interno dei corsi ed è
composto da figure di ottimo livello, tra
cui:
Raffaele dell’Aquila, laureato in Scienze
Motorie, Istruttore tennis di secondo grado e Preparatore fisico, nonché atleta della prima squadra del circolo militante in
serie C. Responsabile della scuola sat.
Alberto Tosticroce, Istruttore tennis di
secondo grado e atleta della prima squadra del circolo militante in serie C.
Leandro Tenaglia, laureato in Scienze
Motorie, Preparatore fisico tennis primo
grado.
Quest'anno il Centro Sportivo Fusco
parteciperà nuovamente alla Serie C, prestigiosa competizione che vede in campo
i migliori tennisti di tutta Italia.
Lo scorso anno i ragazzi dell Centro
Sportivo Fusco sono arrivati ad un passo
dalla Serie B e quest'anno è d'obbligo
continuare a sognare.
TORNEO NAZIONALE OPEN
SINGOLARE MASCHILE
4 APRILE 2016
I MAESTRI E I RAGAZZI DEL CENTRO SPORTIVO FUSCO
Il Torneo, patrocinato dal Comune di
Aprilia, è uno dei principali Tornei Nazionali Open di Tennis con un montepremi di
ben 5.500€ di cui 1.250€ per il vincitore,
750€ per il finalista, 400€ per i semifinalisti, 250€ per i perdenti ai quarti di finale e
150€ per i perdenti agli ottavi di finale.
Inoltre ci saranno per i tabelloni intermedi di quarta e terza categoria premi rispettivamente di 200 e 300 euro per i vincitori.
Il torneo si svolgerà presso i campi del
Centro Sportivo Fusco da Lunedì 4 a Domenica 17 Aprile, giorno della finale.
L'evento sarà una vera e propria festa dello
sport che richiamerà i migliori tennisti dal
Lazio e da tutta Italia.
Sono ammessi a partecipare tutti i giocatori italiani muniti di tessera agonistica e
gli stranieri tesserati presso le proprie associazioni nazionali, ai quali sarà attribuita
una valutazione di classifica da parte della
FIT.
Gli sponsor
Tutte le iscrizioni dovranno pervenire al
circolo organizzatore entro il sabato precedente l'inizio del torneo con le modalità richieste dal circolo organizzatore.
Si ringraziano i numerosi sponsor che
permetteranno lo svolgimento di questa entusiasmante manifestazione sportiva, orgoglio per la nostra città: Wingroup Immobiliare e Costruzioni, Edilgierre ’84, Biemme
noleggi, Romano Fruttasecca, CLS, Osteo
Center di Alessio Minori, Swamp Store, Severin, Orocapital, Cecchini Arredamenti,
Insea 2000, Comsider, Iros-Impianti, Aria di
Alessandro Magrin, il Focarile, De Min
S.r.l., Fate e Folletti, Studio 93, Il Giornale
del Lazio, Il Caffè, Il Pontino, Carli Sport,
Banca Popolare del Lazio, SferaMagazine.it
e in particolare il Centro Sportivo Fusco
per l’ospitalità.
Gli organizzatori
Centro Sportivo ASD Fusco
Indirizzo: via Nettunense km 22,800 Aprilia
Per informazioni contattare il n. 06 9282579
email: [email protected]
41
SPORT
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Al via il 13° Torneo Nazionale di Pasqua
PALLACANESTRO Presentazione in grande stile per la kermesse nazionale di basket targata Virtus Basket Aprilia
É
stato presentato lunedì pomeriggio, presso l'Aula
Consiliare del Comune di
Aprilia, l'appuntamento sportivo
che coinvolge le città di Aprilia,
Anzio e Lanuvio: è la tredicesima
edizione del Torneo Nazionale di
Pasqua. Alla conferenza di presentazione sono intervenuti il Sindaco
di Aprilia Antonio Terra, l'Assessore alle Attività Produttive Vittorio
Marchitti, il Consigliere delegato
allo Sport e Tempo Libero Pasquale De Maio e le personalità della
società apriliana, ovvero il Presidente Roberto Lupelli, il consigliere Fausto Masci, il responsabile
del settore giovanile Raniero Savioli ed il coach Fabio Bagni. “La
storia della Virtus Basket Aprilia
parla da sola – illustra il Sindaco
Antonio Terra - un percorso come
questo torneo, giunto alla tredicesima edizione, è importante per la
città, nonostante le questioni legate alla quotidianità dello sport. È
un piacere vedere l'Aula Consiliare piena di entusiasmo per eventi
come questo. Ringrazio – prosegue
- chi si presta a chi tutti i giorni si
rapporta con determinate difficoltà ma lo fa con determinazione: è
la realtà che soffre di più, ma no-
nostante tutto si va avanti, sperando che il prossimo anno potremmo ragionare su obiettivi diversi”.
A seguire è intervenuto l'Assessore Marchitti, il quale ha posto l'accento sull'importanza di competizioni come queste al fine di mostrare il territorio della città agli
ospiti, in quanto affiancato al torneo c'è anche il brand territoriale
Aprilia in Latium: “Da diverso tempo a questo parte, con la Virtus c'è
un bel confronto: anche quest'anno ho il piacere di essere presente,
ed il piacere di seguire il movimento che si è creato attorno alla competizione, che muove tanti atleti
grazie alla coesione delle famiglie.
Quello che si muove con il turismo
sportivo è una grande emozione
per gli atleti – racconta Marchitti e si muove anche un indotto di realtà ed attività che con questo
evento hanno modo di mostrarsi
anche al di fuori della Regione”.
Chiude gli interventi istituzionali è
Pasquale De Maio, il quale si è invece soffermato sull'importanza
della crescita dei movimenti sportivi della città, i quali passano attraverso l'evoluzione delle idee e
della prosecuzione di progetti come quello virtussino. Dopo l'illustrazione delle formule e dei numeri del torneo ad opera di coach
Bagni, il quale ha evidenziato la
crescita del torneo anche attraverso i dati: da un solo comune coinvolto si è passato a quattro realtà
territoriali e da 12 bambini ospitati
dalle famiglie si è passati ad oltre
100 piccoli atleti. “Il torneo è di-
ventato adolescente: vivere il torneo è un modo di crescere per tutti
– conclude il Presidente Roberto
Lupelli - e continueremo a coinvolgere i più piccoli, che hanno vissuto il torneo da atleti e che oggi aiuteranno a far funzionare i campi.
Sappiamo che l'Amministrazione
supporterà il movimento sportivo,
e speriamo che arrivino presto delle novità”. Le competizioni si sono
aperte il 23 marzo e si concluderanno nella mattinata di sabato 26,
nel territorio di Aprilia.
ATLETICA Grande prestazione per il runner apriliano che ottiene il 74° posto assoluto su 13mila partecipanti alla maratona
Francesco Tescione da record alla Roma - Ostia
G
rande affermazione del runner della Podistica Aprilia Francesco Tescione alla recente Roma – Ostia,
che ha visto l’atleta pontino strappare settantaquattresimo posto assoluto su circa
tredicimila partecipanti provenienti da
tutto il mondo. I ragazzi della podistica
Aprilia non hanno fatto sentire la loro
mancanza e, come ogni anno, si sono dati
appuntamento per onorare i colori societari con le loro splendide prestazioni. Il
mare di Ostia ha visto arrivare, primo tra
i
runners
apriliani,
appunto
Francesco"Capitano" Tescione che ha
chiuso in 1h14'39", Serino Gianpaolo
1h20'12", Braga Alessandro 1h20'43", Capasso Giuseppe 1h24', Caputo Carlo
VOLLEY FEMMINILE Premiata con le compagne ‘romane’
Giulia Mancini nominata
Donna Sport 2015
E
due serate sotto le luci della
nnesimo riconosciribalta: la prima sono state
mento per l’atleta
ospiti degli Italian Sportrait
apriliana Giulia ManAwards, una vera e propria
cini che nei giorni scorsi è
gran soirée in cui hanno prestata premiata come Donna
so parte grandissimi protaSport 2015 dal comitato
gonisti del mondo dello
dell’associazione Panathlon
sport e dello spettacolo.
International Club di Roma
Nella seconda, come detto,
per essersi particolarmente
Giulia Mancini e Claudia
distinta nel corso della sua
Provaroni sono state omagattività sportiva. La campiogiate con il "Premio Donna
nessa di Volley in forza al
Sport 2015", che il PanaVolleyrò, fresca vincitrice del
thlon Club di Roma ha volumondiale under 18 in Perù,
to assegnare alle due giocaha ricevuto il giusto tributo
GIULIA MANCINI
trici per quanto fatto nel
per una stagione che l’ha vista assoluta protagonista sia La campionessa del mondo apriliana corso dell'ultima stagione e
ospite nella redazione del Caffè
come augurio per un futuro
dentro che fuori i confini naluminoso anche a livello dizionali. Insieme a lei, sono
state premiate, celebrate e festeggiate anche rigenziale. Mancini e Provaroni sono state
le altre campionesse del mondo del Volleyrò premiate da Riccardo Viola, presidente del
Casal de' Pazzi, Giulia Melli, Alice Pamio e Coni Lazio, e da Andrea Burlandi, presidente
Claudia Provaroni. Le atlete hanno trascorso del Comitato Regionale della Fipav.
1h26'14", Papa Pasquale 1h27'42", Bono
Davide 1h31'30", Belvisi Giambattista
1h31'43", De Min Giorgio 1h31'54", Pagliuca Antonio 1h33'09", Di Maggio
Stefano1h35'08", Aquilini Alessandro
1h36'30", Trobiani Graziano 1h36'58", Nicotra Giovanni 1h37'21", Di Golia Gianluca 1h40'41, Tantari Federico 1h40'52",
Cardarelli Teo 1h41'54", Iuorio Pasquale
1h42'09", Cortese Emanuele 1h46'09, Feleppa Daniele 1h49'27", Del Vecchio Giuseppe
1h50'09",
Montereali
FRANCESCO TESCIONE
74esimo su circa 13.000 concorrenti.
Il suo tempo: 1h14’39”
Sandro1h50'51", Socci Fabio 1h50'57", Castri Massimo 1h52'14", Biacioni Valentina
1h52'56", Tedeschi Marco 1h54'24", Obliato Melania 1h54'38", Massotti Ezio
1h56'43", Cassará Lucio1h57'22", Atti Andrea Giovanni 2h04'33", Ferrari Antonella
2h04'47", La Marca Angelica 2h13'58". La
gara è stata emozionante e ricca di soddisfazioni per gli atleti della podistica Aprilia. Molti hanno fatto il loro personale, altri hanno confermato le aspettative. “Un
plauso grandissimo – fanno sapere dalla
società – a Francesco Tescione che si è
classificato 74° assoluto e ha riportato
una grande vittoria personale e per la società intera”.
42
CAFFÈ DEGLI ARTISTI
La storia di Biscotto e del
sogno infranto a 23 anni
Il playboy di Latina Francesco “Biscotto” Porzi nel libro di Emilio Andreoli
‘B
iscotto, storia di un play boy e di un sogno
infranto’ (omicron edizioni, pp 180, euro
12), è il libro scritto da Emilio Andreoli
(nella foto a destra), imprenditore latinense con la
grande passione per Latina, i suoi abitanti e le sue
storie.
Proprio una di queste storie riguarda Francesco
Porzi, il leggendario Biscotto, straordinaria bellezza e modi eleganti e affascinanti che gli fanno ottenere qualche comparsata nei tanti film girati a Latina, sui Lepini e al Circeo. Il passo a Roma, dove i
maggiori stilisti degli anni ’60 se lo contendono, è
breve, l’ingresso nel mondo del cinema e della pubblicità è il fotogramma successivo di una carriera
che si preannuncia brillante e diritta. Poi, l’amore
con l’attrice hollywoodiana Monique Van Vooren gli
fa conoscere un altro mondo. E altre chance. Ma
quando poteva, Biscotto scappava dalla luce dei riflettori e si rifugiava in quella naturale di Latina e
del suo mare. Il libro scorre in un’inedita galleria fotografica tutti i momenti vissuti da un giovane di
provincia che stava per raggiungere un grande sogno. Fino all’epilogo più tragico, fissato dal terribile
incidente stradale che nell’agosto del 1970 se lo
portò via a soli 23 anni.
Il libro è un godibile spaccato della Latina di quei
tempi, la città che usciva dal Dopoguerra e si affacciava con rinnovate speranze in un’Italia diversa,
dove s’accendeva il boom economico che sfiorava
anche i giovani latinensi che avevano contatti coi
coetanei romani all’ombra del Circeo. Emilio Andreoli proprio qui è riuscito a toccare le corde di
quei personaggi di una Latina lontana nel tempo, ingiallita nelle pagine ma non nei sentimenti.
Latina: il ghiaccio nella palude
Dalla figura del “boss” Carlo Maricca un documentario sulla Latina criminale
L
atina, sempre più sotto i riflettori e ormai considerata
centro di snodo della Criminalità Organizzata, sarà anche protagonista, con un modo diverso di
intendere il Cinema, di un documentario dedicato alla “Latina Criminale”.
Partendo dalla figura controversa
di Carlo Maricca, da alcuni considerato esponente della criminilità
latinense non rom, “Latina: Il
Ghiaccio nella Palude” ripercorrerà
le vicende legate a quest'ultimo (gli
arresti, i capi di imputazione e le
prescrizioni) dando uno sguardo e
uno spazio all'intero territorio dell'Agro Pontino.
Il documentario, slegandosi dai
sapori commerciali delle fiction di
oggi, sarà ricco di contenuti e testimonianze concrete. Il sapore crudo
dei fatti, l'umanità dei protagonisti
e l'intensità delle immagini, faranno da cornice a un racconto realistico e attuale, che
porterà lo spettatore a domandarsi chi sia Carlo
Maricca e che ruolo abbia avuto effettivamente in
alcune vicende.
Il Trailer di lancio di “Latina – Il Ghiaccio nella
La scrittrice di Aprilia
Prima silloge
poetica per
la Vertuani
V
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Primo romanzo del pontino Bin
Sarà presentato presso la libreria Feltrinelli idi Latina il 29 marzo il libro "Traversone", primo romanzo del giornalista
Guglielmo Bin, 28enne di Pontinia, docente di materie letterarie in un istituto
di Latina.
Non solo un semplice romanzo di formazione, "Traversone" è una contaminazione di diversi generi letterari, talvolta anche di difficile reperibilità nella letteratura italiana contemporanea; si va
dal noir al grottesco in una cornice di
autobiografia immaginaria, tuttavia, nonostante l'ambientazione utopica e pasoliniana è abbastanza facile riscontrare rimandi a luoghi, persone e fatti del
nostro Paese e della provincia pontina.
Esperienze e
foto in un libro
Il giornalista e fotografo Gianni
Loperfido ha presentato il suo
nuovo libro “Il viaggio fa l’uomo - vita e avventure in novanta episodi di un reporter fotografo”, Edizioni L. Studio, Roma.
Il libro riguarda essenzialmente
fatti ed esperienze vissute nell'arco della vita dell'autore corredate di fotografie. Un resoconto esistenziale che spazia su
vari episodi, alcuni drammatici
altri a lieto fine, con annesse riflessioni ed emozioni intime.
Il tutto descrive la nascita e l'
adolescenza provinciale latinense del dopoguerra, la vita affettiva, professionale, familiare e sociale romana con situazioni inedite vissute anche durante i numerosi viaggi effettuati nei vari continenti e al
di fuori dei reportage di viaggio che Loperfido pubblica professionalmente
sulle riviste di settore nautico, fotografico, di scienza e d'ambiente.
Loperfido è autore dei precedenti libri "Sull'Amerigo Vespucci 500 anni dopo Colombo" e "Roma, Epigrafi dal Medioevo al duemila".
Sabaudia indice il premio Diego Latella
Palude”, con le partecipazioni dello stesso Maricca,
del direttore di LatinaOggi Alessandro Panigutti e
dello scrittore Antonio Pennacchi, sarà caricato sul
sito indiegogo.com con lo scopo di raccogliere ulteriori fondi per la fine della sua creazione.
eruska Vertuani ha presentato la sua prima
silloge poetica dal titolo “Frammenti di Crisalide”.
Nata a Velletri nel 1974, risiede ad Aprilia. A dieci
anni inizia lo studio della danza classica che abbina,
nel corso dell’adolescenza, a quello di altre discipline coreutiche; l’amore per la danza contrassegnerà
sin da subito il percorso di scrittrice e gli elementi
salienti la sua poetica. In perenne ricerca della contaminazione, il corpo e la materia sono il filo conduttore dei suoi scritti che tende a portare al limite
Nasce il Premio Letterario “Maestro
Diego Latella”, ideato dall’Associazione “Sabaudia Culturando”, in collaborazione con la Pro Loco e con la
Famiglia Latella, per rendere omaggio ad un insegnante che ha contribuito alla divulgazione della cultura
a Sabaudia. La giuria è presieduta
da Maria Latella, figlia di Diego e nota giornalista di Sky. Per partecipare
al premio: www.sabaudiaculturando.eu. In Giuria anche Roberta Serdoz (giornalista Rai), Massimo Gramellini (giornalista e scrittore)
della dissacrazione.
Laureata in Scienze Statistiche ed Economiche,
intraprende la professione di consulente aziendale.
Nel 2008 si avvicina alla scrittura per metabolizzare il dolore per la perdita della nonna materna e dal
2010 partecipa a concorsi letterari sia nazionali che
internazionali, ottenendo ottimi piazzamenti, tra cui
spicca, nel 2015, la Medaglia della Presidenza del
Consiglio dei Ministri ottenuta al Concorso Letterario Internazionale “San Maurelio” di Ferrara. È attivo il suo blog www.sciabordarte.it.
IL CALENDARIO DEGLI EVENTI
dal
24 marzo 2016
a cura di Laura Alteri - Per segnalare un evento invia una email a: [email protected]
GIOVEDÌ 24 MARZO
LATINA
FEEL - PERSONALE DI DANIELE FRISINA
(fino al 18 maggio)
Mostra a cura di MOBilitazioni Artistiche presso RistorArte, Via Quattro Giornate di Napoli a
Cisterna. L’ingresso è gratuito.
APRILIA
TORNEO DI PASQUA
La 13esima edizione della manifestazione sportiva promossa dalla Virtus Basket. L’evento si
terrà nella tensostruttura di Via Respighi e nei
campi da gioco delle palestre degli istituti scolastici Pascoli e Toscanini, nonché al Pala Minghetti di Lanuvio e al Palazzetto di Anzio. 32
squadre maschili e 4 femminili provenienti da
diverse regioni italiane. Circa 400 giovani atleti
scenderanno in campo per sfidarsi a pallacanestro.
ANZIO
A CENA CON … ALESSANDRO MANZONI
Torna l'appuntamento con Letture da Gustare.
Lo scrittore più discusso della storia italiana.
L’uomo più amato e odiato da generazioni di
studenti liceali e universitari. Le pagine dei
“Promessi Sposi”, il suo capolavoro, rivivranno
in una lettura interpretativa, accompagnate dalle immagini e dai video delle parodie più famose firmate dal Quartetto Cetra e dal Trio. Secondo lo spirito della rssegna, la cena offerta sarà
una cena a base di ricette della tradizione lombarda. Ore 20.00, Hotel Lido Garda, largo Caboto 8. Info e prenotazione allo 069870354.
GROTTAFERRATA
416^ FIERA NAZIONALE
DI GROTTAFERRATA
(fino al 28 marzo)
Torna la tradizionale fiera di Grottaferrata, tra
artigianato, cultura e tipiche prelibatezze enogastronomiche. Tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle ore 21.00, sarà possibile visitare i circa 14.000
metri quadri di area espositiva, accompagnati
da un fitto programma di avvenimenti collaterali. Info: 3398428410.
Cecco e Cipo
Roma / 25 marzo
G. Rossini Pétite Messe Solemnelle, per due
pianoforti, armonium, soli e coro, Pianoforti:
Antonella Lunghi - Marco Marzocchi, Armonium: Marco Chiovenda Monti, Soprano: Michela La Torre, Mezzosoprano: Michela Nardella, Tenore: Romolo Tisano Baritono: Marco
Santarelli, Coro Del Conservatorio Ottorino Respighi Di Latina, Direttore: Mauro Bacherini,
ore 21.00, Teatro Moderno, via Sisto V. Ingresso: 8-10 euro.
LATINA
FILIPPO DR. PANICO
Concerto ore 22.00, Sottoscala9, via Isonzo 194.
Ingresso: 2 euro con tessera ARCI . Info:
3397145977.
TERRACINA
CABARET MUSICALE CON
GLI UKUS IN FABULA
Ore 22.00, Open Art Cafè, V.le Europa 218/C. Info: 0773733330.
VENERDÌ 25 MARZO
MAENZA
SACRA PASSIONE DEL VENERDÌ SANTO
Organizzata dall'associazione Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo, ore 20.30. Le scene si svolgeranno in più piazze del Paese che
verranno trasformate in veri teatri all'aperto, un
percorso lungo 3,5 km che si snoda tra le vie del
Paese, si partirà da piazzale San Rocco, piazza
Santa Reparata, piazza della Portella, piazza Lepri. Alla Manifestazione parteciperanno 350 tra
figuranti e attori.
APRILIA
TORNEO DI PASQUA
La 13esima edizione della manifestazione sportiva promossa dalla Virtus Basket. L’evento si
terrà nella tensostruttura di Via Respighi e nei
campi da gioco delle palestre degli istituti scolastici Pascoli e Toscanini, nonché al Pala Minghetti di Lanuvio e al Palazzetto di Anzio. 32
squadre maschili e 4 femminili provenienti da
diverse regioni italiane. Circa 400 giovani atleti
scenderanno in campo per sfidarsi a pallacanestro.
GROTTAFERRATA
LE NOSTRE AREE VERDI
TRA ABBANDONO E SILENZIO
Il gruppo ecologista La Foresta Che Avanza invita i cittadini a partecipare all'evento "Le nostre aree verdi tra abbandono e silenzio" che si
terrà alle ore 17.15 presso la sala conferenze
della Fiera di Grottaferrata. In questa occasione verrà mostrato, attraverso testimonianze video e fotografiche, lo stato di degrado e abbandono in cui versano diverse aree del Parco regionale dei Castelli Romani. Il gruppo ecologista presenterà infine il suo progetto di educazione ambientale nelle scuole di Grottaferrata,
dove saranno promosse attività didattiche in
occasione della ricorrenza nazionale della Festa dell'albero.
ROMA
JOURNAL D’UN CORPS –
STORIA DI UN CORPO
Spettacolo in francese sopratitolato in italiano,
di Daniel Pennac, teatro Argentina, largo di Torre Argentina. Orari: 21. Ingresso: 13-15 euro.
LATINA
LAMORIVOSTRI
L'Ass. Cult. Piacere la Conoscenza presenta
Folk a Metà, rassegna di Nuova Musica Popolare, sul palco LAMORIVOSTRI da Roma. Dalle
ore 20.30 - Circolo Hemingway, Piazza A. Moro
N.36 - Info: 3933364694.
LATINA
UN'ORCHESTRA A TEATRO
CONCERTO DI PASQUA
LATINA
FOLK A METÀ
Rassegna di nuova musica popolare, concerto
SACRA
PASSIONE DEL
VENERDÌ
SANTO
Maenza / 25 marzo
Figuranti in costume mettono in scena nelle varie
piazze la Passione di Cristo
della band Lamorivostri, ore 20.30, Circolo H
P.zza A. Moro 36. Ingresso: 10 euro. Info:
3933364694.
ROMA
CECCO & CIPO
Concerto ore 22.00, Monk club, via Minghetti 5.
Ingresso: 10 euro + tessera Arci
ROMA
PRIMO COR VELENO
Sul palco il gotha della scena rap italiana riunita
per rendere omaggio a Primo dei Cor Veleno.
Si esibiranno i Cor Veleno con Grandi Numeri e
Squarta in formazione del tutto inedita oltre a
Salmo, Gemitaiz, Colle Der Fomento, Tormento, Mezzosangue, Piotta, Coez, Amir, Canesecco, Ensi, Hyst, Johnny Marsiglia, Nitro, Rancore, Rak, Stokka & Madbuddy, Brokenspeakers,
Er Costa, Metrocubo Blindato, Turi, Dj Baro,
Mr Phil, Shocca, 3D. Tutti insieme, per testimoniare l’affetto e l’amicizia nei confronti di Primo. Ore 20.00, Atlantico live, via dell'Oceano
Atlantico 271. Ingresso: 12 euro.
CIAMPINO
NOTHING BUT THIEVES
Concerto ore 21.00, Orion club, via Kennedy 52.
Ingresso: 15 euro.
APRILIA
DAGOMAGO
Concerto Indie-pop Tropical punk, ore 22.30,
ex Mattatoio, via Cattaneo 2. Ingresso con tessera Arci.
VELLETRI
SIMONE SCIFONI AKA SLIM
Concerto Folk, Country e Blues, ore 22.00, Associazione Culturale Ossigeno, Via San Biagio
snc. Ingresso: 0699340322.
ALBANO
MOSTRA DI ANJA KUNZE
L’esposizione della pittrice tedesca sarà allestita nell’atrio del Comune di Albano Laziale e sarà visitabile dalle ore 10 alle 18. Saranno presentate due serie di quadri, la prima a descrizione della vita di una donna nel ruolo di madre,
che scopre una forma d’amore sconosciuta fino ad allora, perché immensa. Scopre la potenza di questo sentimento che rappresenta l’unica
chiave di lettura valida per proteggere i suoi figli ma anche se stessa dalle aggressioni esterne
del mondo odierno. Le opere di questa rassegna esprimono la sofferenza che comporta questa filosofia di vita ma anche la gioia nascosta
fra le pieghe della quotidianità. La seconda serie è denominata “Sie”, che tradotto dal tedesco
significa “Lei”. Si tratta di una nuova ricerca pittorica incentrata sul concetto che ogni adulto è
madre e figlio di sé stesso contemporaneamente.
SABATO 26 MARZO
FRASCATI
CONCERTO PER L’UNICEF
Aldo Ragone al pianoforte, ore 18.00, Scuderie
Aldobrandini,
piazza
Marconi.
Info:
33927488144.
ANZIO
ANZIO CHOCOLATE
Un mare di cioccolato in piazza Pia per festeggiare la Pasqua. All’iniziativa parteciperanno un
pool di aziende provenienti da diverse parti
d’Italia e sarà presentata al pubblico la storia di
questo prodotto ponendo in evidenza tutte le
proprietà del cioccolato “vero”, l’artigianale italiano giudicato il migliore in Europa. I visitatori
potranno giudicare la squisitezza e la fragranza
di questo alimento senza aditivi e conservanti
aggiunti proposto in svariate ricette e originali
forme. Lo scultore Stefano Comelli, noto per le
sue opere in cioccolato, realizzerà dinanzi al
pubblico una scultura della “Fanciulla di Anzio”, interamente in cioccolato.
ALBANO
MOSTRA DI ANJA KUNZE
L’esposizione della pittrice tedesca sarà allestita nell’atrio del Comune di Albano Laziale e sarà visitabile dalle ore 10 alle 18. Saranno presentate due serie di quadri, la prima a descrizione della vita di una donna nel ruolo di madre,
che scopre una forma d’amore sconosciuta fino ad allora, perché immensa. Scopre la potenza di questo sentimento che rappresenta l’unica
chiave di lettura valida per proteggere i suoi figli ma anche se stessa dalle aggressioni esterne
del mondo odierno. Le opere di questa rassegna esprimono la sofferenza che comporta questa filosofia di vita ma anche la gioia nascosta
fra le pieghe della quotidianità. La seconda serie è denominata “Sie”, che tradotto dal tedesco
significa “Lei”. Si tratta di una nuova ricerca pittorica incentrata sul concetto che ogni adulto è
madre e figlio di sé stesso contemporaneamente.
APRILIA
TORNEO DI PASQUA
La 13esima edizione della manifestazione spor-
44
EVENTI
tiva promossa dalla Virtus Basket. L’evento si
terrà nella tensostruttura di Via Respighi e nei
campi da gioco delle palestre degli istituti scolastici Pascoli e Toscanini, nonché al Pala Minghetti di Lanuvio e al Palazzetto di Anzio. 32
squadre maschili e 4 femminili provenienti da
diverse regioni italiane. Circa 400 giovani atleti
scenderanno in campo per sfidarsi a pallacanestro.
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
Solarino. Orari: dal martedì al sabato h 21:00, la
domenica h 17:00, sabato 2 aprile ore 16:30 sabato 9 aprile doppia recita ore 16:30 ore 21:00.
Biglietti: 17-33 euro. Teatro Ambra Jovinelli, via
Pepe 45.
RIAPRE IL GIARDINO
DI NINFA
Cisterna / 27 marzo
Le bellezze del suggestivo
giardino riaprono al pubblico per le
prime passeggiate di primavera
ROMA
LA REGINA DADA
(fino al 3 aprile)
Spettacolo scritto e interpretato da Valentina
Cenni e Stefano Bollani. Orari: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato ore 20.00, domenica ore 16.00, Teatro Eliseo, via Nazionale 183.
LATINA
REBIRTH NIGHT
Con le band Dog's Machete, Mustard, Crank
The South, ore 21.00, Palaroller ASD, via Maira
64. Ingresso: 5 euro. Info: 3332517308.
ROMA
ROBERTO VECCHIONI E DARIA
COLOMBO “LA FORZA DELLE DONNE”
letture tratte dal romanzo di Daria Colombo
“Alla nostra età, con la nostra bellezza” e canzoni a tema di Roberto Vecchioni, ore 21.00, Auditorium Parco della Musica, via De Coubertin.
Ingresso: 25 euro.
CORI
CORI DI PIETRE E DI PAROLE
Ricerche e riflessioni sul patrimonio archeologico e linguistico, conferenza dal titolo Preistoria nel territorio lepino. Le Età del Bronzo e del
Ferro a cura di Lucia Rosini e Carmela Anastasia, Museo della Città e del Territorio, ore 16.30,
complesso monumentale di S. Oliva. Ingresso
libero. Info:
0696617243.
SEZZE
IL RISO E LE LACRIME DI ROMA
Spettacolo teatrale di Giocchino Belli con Carlo Ettorre, ore 21.00, teatro San Michele Arcangelo. Ingresso: 10 euro.
DOMENICA 27 MARZO
ANZIO
ANZIO CHOCOLATE
Un mare di cioccolato in piazza Pia per festeggiare la Pasqua. All’iniziativa parteciperanno un
pool di aziende provenienti da diverse parti
d’Italia e sarà presentata al pubblico la storia di
questo prodotto ponendo in evidenza tutte le
proprietà del cioccolato “vero”, l’artigianale italiano giudicato il migliore in Europa. I visitatori
potranno giudicare la squisitezza e la fragranza
di questo alimento senza aditivi e conservanti
aggiunti proposto in svariate ricette e originali
forme. Lo scultore Stefano Comelli, noto per le
sue opere in cioccolato, realizzerà dinanzi al
pubblico una scultura della “Fanciulla di Anzio”, interamente in cioccolato.
CISTERNA
A PASQUA RIAPRE IL GIARDINO DI NINFA
Il Patrimonio naturale di Cisterna riapre per le
prime passeggiate della stagione, via Provinciale Ninfina, 68. Novità per i visitatori sarà la prenotazione online, per velocizzare le attese e
rendere più piacevole la passeggiata nel Giardino. Inizialmente sarà consentito solo ai gruppi,
poi anche i singoli potranno accedere alle prenotazione sul sito internet della Fondazione
www.fondazionecaetani.org. Ingresso: 12 euro.
LUNEDÌ 28 MARZO
ANZIO
ANZIO CHOCOLATE
Un mare di cioccolato in piazza Pia per festeggiare la Pasqua. All’iniziativa parteciperanno un
pool di aziende provenienti da diverse parti
d’Italia e sarà presentata al pubblico la storia di
questo prodotto ponendo in evidenza tutte le
proprietà del cioccolato “vero”, l’artigianale italiano giudicato il migliore in Europa. I visitatori
potranno giudicare la squisitezza e la fragranza
di questo alimento senza aditivi e conservanti
aggiunti proposto in svariate ricette e originali
forme. Lo scultore Stefano Comelli, noto per le
sue opere in cioccolato, realizzerà dinanzi al
LATINA
GIOVEDÌ IN MUSICA - CONCERTO
OMAGGIO A PAUL HINDEMITH
Gianfranco Borrelli: Viola Maria Paola Manzi:
Pianoforte, Pittura Antonio Farina, vernissage
arte contemporanea, ore 20.30, Conservatorio
"O. Respighi", via Ezio 32. Info: 0773664173.
pubblico una scultura della “Fanciulla di Anzio”, interamente in cioccolato.
ANZIO
CONCERTO IN RICORDO DI CALIFANO
Sandro Presta ricorda, in Piazza Garibaldi ad
Anzio, il Maestro Franco Califano a tre anni
dalla sua scomparsa. Ore 17.00, Piazza Garibaldi. Evento gratuito.
NON CI RESTA CHE RIDERE
Presentazione del libro di Enzo De Amicis, ore
18.30, la Feltrinelli, via Diaz 10. Ingresso libero.
MARTEDÌ 29 MARZO
LATINA
L'IMMAGINE
(fino al 31 marzo)
La mostra di Davide De Filippo a Soul Wellness
Experience, Via Armellini 10-14. Ingresso libero. Info: 393.3242424 – [email protected] –
www.madarte.it
CIAMPINO
TELEVISION PERFORMING
MARQUEE MOON
Concerto ore 22.30, Orion, viale Kennedy 52. Ingresso: € 25,00 + 3,75 d.p.
ROMA
TERESA LA LADRA
(fino al 3 aprile)
Spettacolo dal testo di Dacia Maraini, musiche
originali di Sergio Cammariere, con Mariangela
D'Abbraccio, teatro Vvittoria. Ingresso: 19-25
euro.
ROMA
GIGI PROIETTI
"CAVALLI DI BATTAGLIA"
Spettacolo del mattatore romano ore 21.00, auditorium Parco della Musica, viale De Coubertin. Biglietti: da 40 a 84,40 + diritti di prevendita.
ROMA
LA REGINA DADA
Spettacolo con Valentina Cenni e Stefano Bollani, al teatro Eliseo. Orari: martedì, mercoledì,
giovedì, venerdì, sabato ore 20.00, domenica
ore 16.00.
MERCOLEDÌ 30 MARZO
APRILIA
FRATTO X
Spettacolo di Antonio Rezza e Flavia Mastrella,
ore 21.00, teatro Europa, corso Giovanni XXIII.
Ingresso a pagamento.
LATINA
CIAMPINO
AMORPHIS
Concerto ore 19.00, Orion club, viale Kennedy
52. Biglietti: 20,00 + 3,00 d.p.
ROMA
PREAMLETO
Spettacolo di Michele Santeramo con Massimo
Foschi, Manuela Mandracchia, Michele Sinisi,
Gianni D’addario, Matteo Sintucci, teatro Argentina, Largo di Torre Argentina. Orari: martedì e venerdì ore 21.00, mercoledì e sabato ore
19.00, giovedì e domenica ore 17.00. Ingresso a
pagamento.
GIOVEDÌ 31 MARZO
APRILIA
TRONCHI O GIUNCHI?
Incontro sul piegarsi senza spezzarsi, con Silvia
Moroni e Federica Arbuatti, ore 21.00, Caffè
Culturale, via Grassi 41. Info: 0693376502.
VELLETRI
GRAN GALÀ DELLA CAMELIA
Spettacolo in occasione della Festa delle Camelie, con l'Associazione Giovani Artisti e dell'Istituto G.Felci (Scuola C. Cardinali), ore
19.30, Teatro Artemisio – “Gian Maria Volonté”.
Ingresso libero
ROMA
UNA GIORNATA PARTICOLARE
(fino al 10 aprile)
Spettacolo presentato dalla Compagnia gli Ipocriti con Giulio Scarpati, Toni Fornari, Valeria
CISTERNA
FEEL
(fino al 18 maggio)
Personale di Daniele Frisina a cura di Mobilitazioni artistiche a Cisterna, in Via Quattro Giornate di Napoli a Cisterna. L’ingresso è gratuito.
Per informazioni: www.mobilitazioniartistiche.com
VELLETRI
MONOCROMIA
(fino al 3 aprile)
100 fotografie in bianco e nero per la mostra a
Porta Napoletana. Ingresso libero.
LATINA
L'IMMAGINE
La mostra di Davide De Filippo a Soul Wellness
Experience, Via Armellini 10-14, nuovo centro
estetico, spa e hair dresser. La personale è dislocata anche nella seconda sede della spa, all’interno dell’Hotel Europa in Via E. Filiberto e
nel nuovo punto vendita Led Tech in Piazza del
Popolo 21. Tre nuovi spazi espositivi al di fuori
dei circuiti tradizionali dell’arte vanno dunque
ad aggiungersi agli oltre trenta del Museo Diffuso di MAD. Ingresso libero. Info: 393.3242424 –
www.madarte.it.
VENERDÌ 1 APRILE
NORMA
PAROLE D'AUTORE
Rassegna letteraria alla biblioteca comunale di
Norma, dalle, 17:30, presentazione del saggio di
Fabio Pannozzo “Pietro Ingrao: le origini”. Ingresso libero.
VELLETRI
ASPETTANDO LA FESTA DELLE
CAMELIE. IL BALLO DELL'AMICIZIA
Organizzato dagli Istituti Comprensivi di Velletri, Pro Loco Velitrae e A. C. Il Flauto Magico,
ore 10.30, (raduno ore 10:00 in piazza Garibaldi/sfilata per il centro cittadino). Evento gratuito.
APRILIA
UNA CENA… UN PAESE… UNA
COLLABORATORI
Registro Stampa Tribunale
di Latina n. 738
del 13/03/2001 Registro Operatori
Comunicazione n. 9606
Francesco Buda
Stefano Cortelletti
Paolo Spiridioni
Angela Iantosca
Laura Alteri
Bianca Francavilla
Martina Zanchi
Roberto Lessio
Giampaolo Carugno
Andrea Ventura
Lorenzo Tomei
Simone Stortini
Germano Grasso
Gabriele Primavera
Silvia Santoro
Sonia Castelli
Alessandra Manni
AMMINISTRATORE
Alberico Cecchini
DIRETTORE
RESPONSABILE
Stefano Carugno
Shady Ismail
Editore Medium Srl
comunicazione d’impresa,
Via Aldo Moro, 41/F Aprilia (LT)
Tel. 06/9276222
Federica Reggiani
Pubblicità:
[email protected]
Redazione:
[email protected]
Andrea Lucidi
Filippo Valenti
STAMPA
ROTOPRESS INTERNATIONAL s.r.l.
Via Brecce 60025 - Loreto (AN)
Chiusura Redazione
martedì 22 marzo, ore 13,00
Maristella Bettelli
Elisabetta Bonanni Alessandro Bellardini
Luca Priori
Francesca Tammone
Giovanni Salsano
Francesca Ragno
HANNO COLLABORATO: Moira Di Mario, Clemente Pistilli, Ivan Eotvos, Elisabetta
Bonanni, Sonia Simoneschi, Simone Piloni, Marco Caroni, Daniele Ronci, Bea Sani,
Andrea Scaraglino, Monica Cacciani, Laura Russo, Daniela Spagni, Elisa Gallettini, Giorgia
Mancini, Daniela Capodieci, Flavia Bertellini
Daniele Castri
Maurizio Targa
Matteo Maria Munno
Memi Marzano
Macar
Riccardo Angelo
Colabattista
Marco Montini
Natascia e Romina Malizia
L’editore garantisce la riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la
rettifica o la cancellazione ai sensi dell’art. 7 D.leg 196/2003 scrivendo a:
[email protected]
Il materiale pubblicato non può essere utilizzato, in tutto o in parte, senza il consenso dell’editore.
Il materiale inviato alla redazione non viene restituito e non ne viene garantita la pubblicazione.
REGIONE: CENA PESCE D'APRILE
Tornano le cene multietniche dell'associazione
SenzaConfine di Aprilia a favore della raccolta
fondi per creare un take away etnico, dalle 20,
“Comunità Raggio di Sole” in via Aldo Moro n.
47. costo: 10 euro. Per le prenotazioni:
3923500376.
ROMA
THE BASTARD SONS OF DIONISO
Concerto ore 22.00, Blackout rock club, via Casilina 713. Ingresso a pagamento.
ROMA
ZU
Concerto dalle 21.00, Init, via della Stazione Tuscolana 133. Ingresso: 7 euro.
ALBANO
VOLARE CONCERTO A
DOMENICO MODUGNO
Spettacolo di Gennaro Cannavacciuolo, con
musiche dal vivo, ore 21.00, teatro Alba Radians, Borgo Garibaldi 8/10. Ingresso: 15-20.
ANZIO
GABRIELE MARCONI IN I MIEI
PRIMI 40 ANNI… DI IMITAZIONI
Spettacolo comico ore 21.00, teatro Uniko, viale del sole 4. Ingresso: 15 euro. Info:
3480524676.
SABATO 2 APRILE
LATINA
3° MEMORIAL ALESSANDRO RADICIOLI
Dimostrazioni di baby boxe e competizioni, al
Palaboxe “Città di Latina” di via Aspromonte. Si
combatte per ricordare un pugile cresciuto nel
vivaio della Boxe Latina e quale migliore occasione se non attraverso un programma di match
dilettanti. Dagli Junior agli Elite, secondo un
meeting punto di incontro tra società pugilistiche del territorio laziale. Sarà per la Boxe Latina
l’occasione di mettere in evidenza i propri pugili, impegnati nelle varie categorie tra le sedici
corde. Si parte alle 19, con ingresso libero.
POMEZIA
11° ANNIVERSARIO DEL MUSEO CIVICO
ARCHEOLOGICO LAVINIUM
CULTURA A PORTE APERTE in occasione
dell' undicesimo anniversario del Museo Civico
Archeologico "Lavinium" in via Pratica di Mare,
dalle 9,00 alle 18,00. Ore 10,00 Saluti del Sindaco Fabio Fucci. Ore 10,30 ed 11,30 Visite guidate all'area archeologica del c.d. Heroon di
Enea e dei Tredici Altari in collaborazione con
la Soprintendenza Archeologia del Lazio e
dell’Etruria Meridionale. Ore 16,00 Visita guidata al Museo con teatro itinerante a cura dell’associazione culturale T.E.M.A. Ingresso libero.
VELLETRI
IN QUELLA FOTO C’È MARIA
Nel quadro della Festa delle Camelie presso il
Polo Espositivo Juana Romani presentazione
del libro di Ugo De Angelis ore 17.30, presso la
Sala Marcello De Rossi. Ingresso libero.
GENZANO
70 ANNI DI SCOUTISMO A GENZANO
Convegno e mostra fotografica con i gruppi
Scout Genzano 1 e Genzano 2, ore 16.30, Oratorio Salesiano di Genzano, viale Mazzini 11. Ingresso libero.
VELLETRI
FESTA DELLE CAMELIE
Allestimento scenografico delle strade e delle
piazze di Velletri con imponenti piante di camelie, dalle 9 in Piazza Martiri di Pratolungo, Piazza Cairoli, apertura Esposizione Stand floreali,
artigianali, enogastronomici e degli Istituti sco-
45
EVENTI
n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016
lastici di Velletri con laboratori manipolativi di
argilla, mostre artistiche, Concerti, incontri, Pony riding, degustazione di prodotti tipici locali,
dei vini delle cantine veliterne, estemporanea
di pittura, esposizione piante spontanee, mostra piante grasse, gare di cucina, animazione e
laboratori interattivi per bambini. Tutto il giorno nelle piazze e nel centro città. Ingresso libero. Info sul sito www.comune.velletri.rm.it.
FRATTO X Aprilia / 30 marzo
Antonio Rezza e Flavia Mastrella portano in scena lo spettacolo Fratto X al teatro Europa di Aprilia
ROMA
MED FREE ORKESTRA
Concerto con ospite d'eccezione lo scrittore Erri De Luca, Javier Girotto, Piotta, Leo Pari, Matteo Gabbianelli dei Kutso, i bambini della scuola Manin ore 21.00, Auditorium Parco della Musica, via De Coubertin. Biglietti: 15 euro.
ROMA
LANE - NIRVANA TRIBUTE
Concerto ore 22.00, Blackout rock club, via Casilina 713. Ingresso a pagamento.
LATINA
DAL SUD ITALIA AL SUD
AMERICA. ANDATA E RITORNO
Sabato 2 aprile 2016 , alle ore 21, al circolo cittadino di Latina, in piazza del Popolo 2, lo spettacolo musicale " Dal sud Italia al sud america.
Andata & Ritorno". Il concerto richiama le suggestioni, il ricordo e le melodie della grande migrazione italiana verso il sud america. Per finire le musiche del nuovo mondo, come il tango,
che hanno riassunto e rielaborato la tradizione
musicale, ma anche le speranze e le ansie di cui
erano portatori i migranti . Il concerto del trio
dei due mondi vedrà come protagonisti : Eusebio Consoli, Antonio de Asmundis. Al pianoforte il maestro Nicola Franco, con la partecipazione di Roberto Petrosino. Ingresso: 12 euro.
Pesce d’Aprile con Senzaconfine
Aprilia / 1° aprile
LATINA
LA GENITORIALITÀ È
SEMPRE ADOTTIVA
L'Associazione "Genitori si diventa" in collaborazione con l'Associazione "Jonas" organizza
l'incontro - conferenza condotto da Alex Pagliardini e Giuliana Pennacchio, ore 16.00, Palazzo M - Sala Conferenze, Corso della Repubblica. Ingresso libero. Info: 3383792581.
un’opera d’arte. Ore 18,00 Corteo “Le donne
latine rendono omaggio a Minerva” a cura
dell’ associazione culturale Tyrrhenum. Ingresso libero. Info: 0691984744.
APRILIA
3 DONNE IN CERCA DI GUAI
Commedia con Barbara Bouchet, Corinne Clery e Iva Zanicchi, ore 21.00, teatro Europa, corso Giovanni XXIII. Ingresso: 30-50 euro. Info
06.97650344- 335.8059019.
VELLETRI
FESTA DELLE CAMELIE
Dalle 08:00 Apertura de “Il Mercatino dell’Antiquariato e del Modernariato”, piazza Garibaldi
raduno di auto Ferrari a cura del Ferrari Club
“Appia Antica” dalle 10, piazza Cairoli mostra
mercato di camelie, Stand floreali, artigianali,
enogastronomici e degli Istituti scolastici di Velletri con laboratori manipolativi di argilla, incontri, concerti, esibizioni sportive, in Galleria
Ginnetti, degustazione di prodotti tipici locali,
dei vini delle cantine veliterne, mostra di pittura, esposizione piante spontanee, mostra piante grasse, gare di cucina, animazione e laboratori interattivi per bambini, mostre. Ingresso libero. Info: www.comune.velletri.rm.it.
LUNEDÌ 4 APRILE
ANZIO
TRASH
Proiezione del film di Stephen Daldry, ore
16.15, 18.15, 20.15, cinema Moderno. Ingresso 4
euro.
LATINA
LA PRINCIPESSA E IL RANOCCHIO
(fino all'8 aprile)
Spettacolo di Extra Teatro, ore 17.00, teatro
Ponchielli, via Ponchielli. Ingresso: 8,50 euro.
DOMENICA 3 APRILE
MARTEDÌ 5 APRILE
POMEZIA
11° ANNIVERSARIO DEL MUSEO CIVICO
ARCHEOLOGICO LAVINIUM
CULTURA A PORTE APERTE in occasione
dell' undicesimo anniversario del Museo Civico Archeologico "Lavinium" in via Pratica
di Mare. Ore 11,00 “Museo …al buio” a cura
della dott.ssa Rosanna D’Apolito Visita guidata per conoscere il Museo attraverso la
molteplicità dei sensi e utilizzando l’esplorazione aptica come mezzo per accedere a
LATINA
100 CENE PER EMERGENCY
La terza edizione dell’iniziativa che unisce buon
cibo e sostegno attivo alle attività di Emergency. Anche quest’anno, per la terza volta, il Gruppo di Emergency di Latina, in collaborazione
con il ristorante Percorsi (via Neghelli 40, Latina), martedì 5 aprile, ore 20:30, organizza raccolta fondi. Il Menu della serata: Antipasto: Terrina di patate viola, asparagi e scamorza affumicata con crocchetta di ricotta di bufala e topi-
nambur, cialda alle oilve Primo piatto: Fusillotti
“Rummo” con pomodorini, capperi, olive e cavolfiori Secondo piatto: Involtino di verza, porro e pesto con funghi grigliati, salsa di cocco e
curry Dessert: Delizia al limoncello con Mousse
di pistacchio e frutti di bosco. 25 euro.
ROMA
CHINA DOLL
(fino al 24 aprile)
Spettacolo al Teatro Eliseo con Eros Pagni e
Roberto Caccioppoli. Orari: martedì, giovedì,
venerdì, ore 20.00, mercoledì e domenica ore
16.00, sabato ore 16.00 e ore 20.00.
ROMA
SOLO PER VOI
(fino al 17 aprile)
Spettacolo di e con Max Paiella, regia di Francesco Brandi, teatro Vittoria, piazza Santa Maria Liberatrice 10. Biglietto: 19-25 euro.
MERCOLEDÌ 6 APRILE
LATINA
SACRO SANGUE
Presentazione del libro di Armando Palmegiani
e Fabio Sanvitale, ore 18.30, Libreria La Feltrinelli, via Diaz 10. Ingresso libero.
ROMA
AMLETA A REBIBBIA
Spettacolo liberamente tratto da Amleto di
Shakespeare, della regista Francesca Tricarico
e l'ass. Per Ananke con la compagnia Le donne
del muro alto, attrice le detenute della sezione
Alta Sicurezza, dalle 16.00, Casa Circondariale
di Roma Rebibbia. Info: 3461084467.
LATINA
INSIDE - FABIANA MORICONI
PHOTO EXHIBITION
Mostra al Central Kitschen, in via Cesare Battisti 14. La mostra, a ingresso libero. Info MAD
393.3242424.
ANZIO
21ESIMA SERATA DI PRIMAVERA
Serata con la partecipazione di numerosi artisti
di cabaret, spettacolo, musica e arte, presenta
Claudia Albani, con Pablo e Pedro, Alberto Farina, Marco Tana, I Sequestrattori. Il ricavato
sarà devoluto per l’acquisto di apparecchiature
mediche per la prevenzione del cancro, ore
20.00, cinema Multisala Moderno. Info:
3317178292.
I geni delle barriere architettoniche
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 47
il Caffè n. 353 - dal 24 marzo al 6 aprile 2016 - pag. 48

Documenti analoghi