comunicato della lega nazionale per la difesa del cane –sezione di

Commenti

Transcript

comunicato della lega nazionale per la difesa del cane –sezione di
COMUNICATO DELLA LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE –SEZIONE DI
TORINO
SENZA IL VOSTRO AIUTO LA STRUTTURA E’ COSTRETTA A CHIUDERE. CIRCA 90
CANI SARANNO SMISTATI FRA VARI CANILI NON ANCORA DEFINITI, TORINO
PERDERA’ UN’ ASSOCIAZIONE CHE OPERA DA PIU’ DI 50 ANNI SUL TERRITORRIO
ACCOLLANDOSI SENZA ALCUNA SOVVENZIONE IL RICOVERO, LE CURE E LA
RICERCA DI
UNA NUOVA CASA A CANI INDESIDERATI, ABBANDONATI,
MALTRATTATI.
In seguito ad un controllo ASL sollecitato da un esposto che qualcuno ha presentato, ci è
stato ingiunto di procedere alla bonifica dell’amianto ancora presente in una parte della
struttura, per altro non utilizzata per il ricovero dei cani e ovviamente nemmeno dalle
persone.
TEMPO PER ESEGUIRE I LAVORI, PENA LA CHIUSURA DEFINITIVA: 1 mese
COSTI STIMATI DAI PRIMI CONTATTI CON AZIENDE SPECIALIZZATE: 40,000 EURO.
IL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA SEZIONE E I VOLONTARI (tutte persone che non
percepiscono alcun compenso e nemmeno alcun rimborso spese per il loro operato)
SONO COSTRETTI AD ARRENDERSI E RESTITUIRE LE CHIAVI DELLA STRUTTURA
AL COMUNE DI TORINO PROPRIETARIO DI TUTTA L’AREA
4 DIPENDENTI che con il loro lavoro e anche molte ore aggiuntive di volontariato, aiutano
a garantire il regolare svolgimento di tutte le attività primarie per il benessere degli animali
( pulizia e disinfezione dei box, somministrazione del cibo e soprattutto dei farmaci in orari
regolari, uscite aggiuntive per i ricoverati in infermeria o altri cani con esigenze particolari e
molto altro ancora) PERDERANNO IL POSTO
Pur nella convinzione che le leggi vadano ovviamente rispettate, la generale disastrata
situazione economica degli ultimi anni non ha in alcun modo permesso di affrontare spese
simili per i fabbricati della struttura. Men che meno è stato possibile per l’attuale Consiglio
Direttivo, in carica da appena un anno dopo travagliate vicende che avevano portato al
Commissariamento della sezione. Con la crisi sono drasticamente aumentate le richieste
d’aiuto per gli animali e in contemporanea sono diminuite le donazioni in loro favore.
Siamo sempre intervenuti valutando attentamente le nostre possibilità per garantire agli
ospiti accolti tutto il necessario al loro benessere e seppur a malincuore abbiamo diminuito
le entrate e quindi il numero di cani.
Riteniamo di aver svolto,con il supporto di moltissime persone che in tanti modi diversi ci
hanno aiutato e finanziato, un importante lavoro per il benessere animale in primo luogo,
ma anche per tutta la città. Ora senza un ulteriore sforzo da parte di TUTTI non possiamo
fare altro che arrenderci. Dopo l’ENPA anche la LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA
DEL CANE abbandonerà l’area di via Germagnano, non priva di seri problemi sociali.
Toccherà solo più al comune bonificare e mantenere la legalità in una zona sempre più
difficile da gestire.
NOI DA SOLI NON POSSIAMO FARCELA. ABBIAMO BISOGNO DEL SUPPORTO DI
TUTTI . Siamo a disposizione per ogni chiarimento, ogni domanda. Il rifugio è aperto
al pubblico ogni giorno dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,30. Pubblicheremo
il definitivo preventivo di spesa, non appena sarà stato scelto. Sarete informati su
questa pagina e tramite facebook di tutti i progressi o regressi…della situazione. IL
NOSTRO GRIDO D’AIUTO E’ PER GLI ANIMALI!
PER AIUTARCI:
donazioni a LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE - Sezione di Torino
C/C postale n° 26013102 - Codice Fiscale 97685230019
C/C bancario UNICREDIT BANCA Iban IT47A0200801160000001047804
GRAZIE!
Il Consiglio Direttivo – LNDC - Torino