American Sportscopter Italia - American Sportcopter Italia

Transcript

American Sportscopter Italia - American Sportcopter Italia
Scheda tecnica:
Pesi:
Rotax 503
Rotax582
Simonini Victor 2
Peso a vuoto
Kg 152
Kg159
Kg162
Peso a vuoto
equipaggiato
Kg 230
Kg 237
Kg 240
Peso max al decollo Kg 450
Kg 450
Kg 450
Carico alare a vuoto
equipaggiato
Kg/mq 14,37 Kg/mq 14,81
Kg/mq 15
Carico alare a pieno
carico
Kg/mq 28,12 Kg/mq 28,12
Kg/mq 28,12
Carico di potenza a
vuoto equipaggiato Kg/CV 4,6
Kg/CV3,65
Kg/CV2.60
Carico di potenza a
pieno carico
Kg/CV9.0
Kg/CV6,92
Kg/CV4,89
Guzzi V1100
Kg182
Verner
Kg185
Kg260
Kg 450
Kg263
Kg 450
Kg/mq 16,25
Kg/mq16,56
Kg/mq 28,12
Kg/mq28,12
Kg/CV 3,00
Kg/CV3,29
Kg/CV 5,29
Kg/CV5,62
Prestazioni:
Velocità massima
Km/h 110
Velocità di crociera Km/h 85
Velocità di salita
Km/h 70
Velocità di crociera
economica
Km/h 75
Velocità di manovra
in aria agitata(VA) Km/h 70
Velocità di stallo
Km/h 48
Velocità di massima
Efficienza
Km/h 70
Velocità da mai
superare (VNE)
Km/h 145
Velocità di decollo Km/h 70
Velocità di
atterraggio
Km/h 75
Rapporto velocità
Max/stallo
Km/h 2.29
Rateo di salita
m/sec 3.0
Efficienza max
8:1
Corsa di decollo
m.100
Corsa di atterraggio m.100
Corsa di decollo con
ostacolo h 15 m.
m.210
Corsa di atterraggio
con ostacolo h 15 m. m.140
Tasso di rollio
(30°-30°)
2 sec.
Tasso di rollio
(45°-45°)
3 sec.
Vento trasversale
massimo
Km/h 28
Quota di tangenza
Pratica
m. 3500
Consumo orario
16 l/h
Autonomia oraria
h 3,22’
Autonomia
Chilometrica
Km 250
Km/h 120
Km/h 95
Km/h 70
Km/h 140
Km/h 115
Km/h 70
Km/h 140
Km/h 115
Km/h 70
Km/h 130
Km/h 105
Km/h 70
Km/h 85
Km/h 100
Km/h 100
Km/h 95
Km/h 70
Km/h 48
Km/h 70
Km/h 48
Km/h 70
Km/h 48
Km/h 70
Km/h 48
Km/h 70
Km/h 70
Km/h 70
Km/h 70
Km/h 145
Km/h 70
Km/h 145
Km/h 70
Km/h 145
Km/h 70
Km/h 145
Km/h 70
Km/h 75
Km/h 75
Km/h 75
Km/h 75
Km/h 2.5
m/sec 5.0
8:1
m.90
m.100
Km/h 2.91
m/sec 7.0
8:1
m.60
m.100
Km/h 2.91
m/sec 7.0
8:1
m.65
m.100
Km/h 2.71
m/sec 6.0
8:1
m.80
m.100
m.160
m.110
m.120
m.140
m.140
m.140
m.140
m.140
2 sec.
2 sec.
2 sec.
2 sec.
3 sec.
3 sec.
3 sec.
3 sec.
Km/h 28
Km/h 28
Km/h 28
Km/h 28
m. 4000
14 l/h
h 3,51’
m. 4500
11 l/h
h 4,54’
m. 4800
8 l/h
h 6,45’
m. 4200
9 l/h
h 6,00’
Km 330
Km 490
Km 675
Km 570
American Sportscopter Italia
Via Goito,19 - 10042 - Nichelino (TO)
Tel. +39 011 621959
Fax +39 011 6272104
GPS 44° 58' 36'' nord 07° 38' 10'' est
e-mail: [email protected]
Le origini, la storia:
Il carrello:
Chi tra di voi ha avuto l’opportunità di sfogliare
riviste di alcuni anni fa, avrà avuto occasione di
leggere del Weedhopper. Progettato e costruito
negli anni ’80 da John Cotia nello Utha, fu uno
dei più diffusi e apprezzati tubi e tela al mondo.
Negli anni i suoi estimatori si sono moltiplicati e
la loro passione ha permesso di applicare a
questo eclettico mezzo sci da neve, galleggianti,
per giungere anche a sofisticate soluzioni per
attività di trattamenti agricoli.
Ben ammortizzato su tutte e tre le ruote è stata una
delle parti migliorate dal progetto di Cotia. Pur
rimanendo triciclo per facilitarne il controllo a terra,
ora le ruote che sfoggiano eleganti cerchi in alluminio
sono supportati, sul carrello principale da due
ammortizzatori idraulici che consentono di sopportare
anche atterraggi su campi non preparati. I freni sono a
tamburo, leggeri e più che efficaci data l’esiguità del
peso da fermare e della velocità di avvicinamento. Sul
ruotino anteriore
invece vanta una forcella a
compasso che ben esegue il suo compito
La struttura:
Plancia strumenti:
Realizzata in alluminio 2024 T3 ed acciaio è robusta ma al
contempo leggera, la geometria si avvicina molto a quelle del suo
predecessore ma alcune sofisticate soluzioni lo rendono molto
interessante per chi, pur volendo rispettare la filosofia del “tubi
e tela” (semplicità ed economia), vuole un mezzo chiuso e
divertente.
Per agevolare chi vuol cimentarsi nel, comunque
semplice, montaggio del kit la Rand-Kar fornisce
in impianto elettrico completo che consente
l’allacciamento di una completa strumentazione
che può essere comodamente alloggiata sull’ottimo
cruscotto a mezza luna. Quest’ultimo si rastrema
con il guscio della cabina con un profilato nero che
da un ottimo riferimento di assetto durante il volo.
La cabina:
Montato o in Kit?
Con il suo simpatico “musetto” a punta, l’ X-air
si mette subito in evidenza in un mercato dove i
mezzi sembrano cloni dei fratelli maggiori
utilizzati nell’aviazione leggera. Ma pochi di
questi possono vantare una così ampia visibilità.
Anche l’abitabilità interna è fuori dallo standard
in commercio offrendo 2 bei posti comodi anche
se si trattasse di individui alti. I sedili sono di
stile rally con guscio in vetroresina e una
confortevole imbottitura, il tutto rivestito in un
pratico tessuto lavabile e con il poggiatesta ad
altezza regolabile.
Naturalmente un punto non trascurato è la
sicurezza, e per questo la casa costruttrice
prevede l’adozione di cinture a 4 punti.
Il Kit è composto da 2 scatole contenenti:
Carenatura anteriore
Pianale con comandi preassemblati
Parabrezza sagomato avvolgente
Pannello porta strumenti
Precablaggi elettrici
Sedile e poggiatesta
Cinture di sicurezza
Velatura completa
Carrello triciclo completo (sospensioni
idraulici, freni a tamburo,cerchi in lega e
coperture)
Piastra con silent-block per supporto
motore
N.2 serbatoi in resina da 27 l. cad.
Tubi struttura con minuteria
I comandi:
pedaliera
comando colche
Da un primo sguardo nell’abitacolo spicca la robustezza delle
leve comando. Tutti i comandi sono doppi, cosi da poter
agevolmente consentire il pilotaggio sia da destra che da
sinistra. Per i piani orizzontali si è optato per il comando ad aste
rigide più preciso e robusto. La manetta del gas ( già fornita di
sdoppiatore per l’installazione di propulsori a doppio
carburatore) risulta pratica e precisa. La pedaliera robusta e
ben dimensionata vanta l’applicazione dei comandi freno a
pedale sdoppiati. caratteristica , quest’ultima, da ricercare solo
su mezzi di ben altra fascia di prezzo, Come d’altronde si può
anche sottolineare per ciò che riguarda la presenza di un trim
sui timoni di profondità.
Tutto ciò è supportato da un manuale di montaggio
molto dettagliato, così da consentire anche ai meno
esperti un montaggio a regola d’arte ed in piena
sicurezza.
La bulloneria utilizzata rispetta gli standard
aeronautici se le misure sono decimali per
semplificarne la reperibilità in caso di sostituzioni.
Determinare i tempi di assemblaggio è un operazione
difficoltosa dato le innumerevoli varianti di cui tener
conto come il tipo di motorizzazione scelta
l’allestimento determinato ed il livello di preparazione
dell’assemblatore. Si può comunque sostenere che un
allestimento medio, con un propulsore ROTAX 503
può essere assemblato in circa 100 ore di lavoro da un
utente medio in possesso di normale set di attrezzi da
meccanico ed almeno un Box auto a disposizione.
Naturalmente, facendo riferimento all’importatore si
può avere il supporto di personale specializzato.
Dimensioni:
Apertura alare:
Corda media:
Allungamento:
Diedro:
Freccia:
Svergolamento negativo:
Superficie alare totale:
Superfice totale impennaggio
verticale
Superfice totale impennaggio
orizzontale
Lunghezza totale:
Altezza totale:
Larghezza impennaggio
orizzontale:
Altezza impennaggio
verticale:
Distanza minima da terra
impennaggio verticale:
Distanza minima da terra
impennaggio verticale:
Carreggiata carrello:
Passo carrello:
Diametro ruote:
Larghezza cabina:
(livello spalla pilota)
Capacità totale
serbatoi (27x 2)
Fattori di carico limite :
Fattori di carico estremo:
m. 9.80
m. 1.63
m. 6.01
m. 1.2
8°
4°
mq 16.00
mq 1.36
mq2.36
m.5.66
m.2.55
m.2.25
m.2.55
m.1.10
m.1.10
m.1.60
m.1.46
3.50x 8”
m.1.16
l. 54
g +4/-2
g +6/-3

Documenti analoghi