«Crederci di più, tutti assieme» Commenti

Commenti

Transcript

«Crederci di più, tutti assieme» Commenti
martedì 19 agosto 2014
0
Tw eet
0
Mi piace
Condividi
0
THAA 18/10/2013 10:20
«Crederci di più, tutti assieme»
Il punto di vista e le previsioni sulla fine dell’anno per il mercato home video. Ne parla a eduesse Alessandro Summa, Managing Director di MT Distribution
Delle difficoltà del mercato home video abbiamo parlato in diverse circostanze (come ad esempio, vedi
agenzia e-duesse) ma in queste settimane che ci conducono al momento clou della fine d’anno quali sono
le attese? Che bilancio si può fare del 2013 dell’home video sin qui? Il punto di vista di un importante
operatore del mercato come MT Distribution di Bologna nelle parole del Managing Director Alessandro
Summa. UNa società, Mt Distribution «composta in 5 business unit e nella quale l’home video - in crescita
nell’ultimo anno del 28% - pesa circa il 30% del fatturato».
«È stato un altro anno di contrazione», è sempre Summa a parlarci, in generale, del 2013, «nel canale
GDO le vendite delle novità hanno subito un calo rispetto all’andamento del mercato generale causato da
molti eventi “Action” che vendono molto meglio nel canale Specialist/Electronic; essendo noi un’azienda
di servizi che collabora con ambedue i canali, questa contrazione l’abbiamo sentita meno. Rispetto al
2012, le serie Tv si stanno vendendo molto bene nel canale Electronics, mentre i cartoon stanno vivendo
un momento molto buono, grazie anche a titoli come ad esempio Peppa Pig che ne trainano le vendite di
Alessandro Summa
tutto il comparto in GDO».
Quali sono le criticità e i trend più significativi in dei diversi canali nei quali operate?
«Siamo specializzati nel servizio e questo fa la parte del leone sui risultati di sell-out di ogni singola categoria retail; spiego meglio:
nell’elettronica di consumo abbiamo chiuso un accordo con la catena UniEuro per la gestione totale del prodotto Cd e Dvd, la quale sta
crescendo di oltre il 30% rispetto l’anno precedente nel solo comparto Dvd, con ottime performance, sia catalogo che novità. Quindi l’attenzione
alla profondità di assortimento e il costante monitoraggio del lay out sono fattori determinanti per le vendite finali; sulla GDO invece la riduzione
degli spazi ci sta costringendo a selezionare sempre di più le offerte, e andare sempre alla ricerca del prezzo, quindi le vendite sono più
concentrate in periodi di volantini e vendite in zone extra banco. Comunque, riusciamo a mantenere il fatturato nonostante il periodo di
contrazione, e su alcuni pv performiamo con segno positivo».
Una valutazione sul Blu ray. Potrà ancora crescere o rimarrà una fetta di mercato minoritaria rispetto al Dvd?
«Il Blue Ray rimarrà ancora per almeno un paio di anni una fetta minoritaria rispetto al Dvd, nonostante l’italiano abbia sempre più chiaramente in
mente la diversità tra i formati, la leva del prezzo oggi fa ancora la differenza».
La fine dell'anno è un momento cruciale...
«Siamo molto positivi: i dati di sell-out ci stanno dando buoni riscontri, puntiamo soprattutto sull’assortimento di catalogo al giusto prezzo e a far
trovare i prodotti nel punto giusto, soprattutto le novità e le promozioni; a mio avviso il genere cartoon con I Croods e Monsters University sarà
sempre sinonimo di buon sell-out, mentre per l’Action, Fast and Furious sta performando già molto bene e un altro buon risultato potrebbe
darcelo l’uscita del Dvd dei One Direction, fenomeno in forte ascesa. Oggi è fondamentale un’attenzione quotidiana ai banchi dell’H.E. e
all’offerta, oltre che al prezzo; laddove le insegne ci fanno lavorare con continuità e puntualità, i risultati di Sell-Out sono sempre molto
interessanti, il problema è che bisognerebbe crederci di più e soprattutto, crederci tutti assieme, noi, il cliente e l’industria».
Commenti
Log in o crea un account utente per inviare un commento.
Stampa articolo