ciliegina sulla torta diMontichiari

Commenti

Transcript

ciliegina sulla torta diMontichiari
SPORT
GIORNALE DI BRESCIA DOMENICA 26 AGOSTO 2012
35
DNB
La Controlgom
in scioltezza
su Bergamo
La presidentessa Graziella Bragaglio con l’allenatore Alberto Martelossi
Basket Andirivieni
alla Centrale: ecco
Wise, Reid non va
Lo statunitense in prova non convince
attesa per l’arrivo domani della guardia
BRESCIA Si lavora su più fronti in casa
mundos de Carabobo.
Centrale del latte. Mentre il gruppo di
La guardia classe ’86 ha all’attivo anche
giocatori radunatosi giovedì al San Filipuna fugace apparizione a Barcellona Pozpo fatica nel caldo opprimente di questi
zo di Gotto durante i play off del 2011,
giorni, la società è impegnata sul mercaquando disputò cinque partite con la meto a completare la rosa.
dia di 16 punti in 25 minuti di utilizzo.
Le difficoltà non mancano, come dimoWise avrebbe dovuto iniziare la stagione
strano le due trattative che parevano decon gli ucraini del Cherkasy Monkeys,
finite e invece non sono state ancora conma non è stato tesserato in quanto risulcretizzate. La prima riguarda Matteo Catato non idoneo dopo le visite mediche.
navesi, l’ala che nello scacchiere tattico
Il giocatore, non appena sbarcherà in Itadi coach Martelossi dovrebbe essere il
lia, verrà sottoposto a tutti i controlli del
primo cambio dei «lunghi». Il
caso, ma secondo alcune inventiseienne ex Conad Bolodiscrezioni sembra che la
gna al momento è aggregato
mossa del club ucraino sia
OBIETTIVI
alla Mens Sana Siena in attesa
dettata non da reali probleSi allontanano
mi di salute dell’atleta, quandi conoscere sviluppi sul suo
to da manovre di mercato.
futuro. Ancor più intricata la
Canavesi
Le possibilità dunque che il
situazione che riguarda Juan
aggregato
prodotto di Southern MissisFernandez, play argentino di
alla Mens Sana
sipi possa diventare il primo
proprietà dell'EA7 Milano,
e Fernandez
americano del nuovo corso
che veniva dato nei giorni
della Leonessa appaiono
scorsi come promesso sposo
in prova
concrete. Non sarà così invedella Leonessa. Ieri è arrivata
alla Virtus
ce per l’altro statunitense Arila doccia fredda: la Virtus Bozona Reid, aggregatosi venerlogna ha annunciato infatti
dì al gruppo biancoblù. L’ex
l’arrivo in prova, per una settiala forte del Mitteldeutscher non convinmana, del fresco prodotto di Temple Unice appieno lo staff tecnico, soprattutto
versity.
per la difficile collocazione tattica del gioA questo punto Brescia dovrà decidere il
catore, troppo fisico per giocare sul perida farsi: attendere la decisione delle «V»
metro e troppo piccolo per riuscire ad innere in merito all’ingaggio di Fernandez
cidere vicino ai tabelloni.
e comportarsi di conseguenza, o virare
La società di via Oberdan ha infine indetimmediatamente su altri obiettivi. Intanto per martedì alle 11, all’Ac Hotel di Breto domani arriverà in prova lo statunitenscia, una conferenza stampa per la prese Jeremy Wise, nell’ultima stagione divisentazione della campagna abbonamensosi fra gli israeliani del Maccabi Haifa, i
ti.
Bakersfield Jam, formazione della lega di
Simone Rizzolo
sviluppo Nba e i venezuelani del Trota-
MONTICELLI BRUSATI
Prima sgambata della
nuova stagione sin troppo
agevole per la rinnovata
Controlgom Bettinzoli
che travolge 93-52 la
Virtus Bergamo. Vuoi per
la differenza di categoria
(gli orobici militano in
Dnc), vuoi per lo
strapotere tecnico e fisico
di Ochoa e compagni il
risultato era comunque
l’ultima delle
preoccupazioni di coach
Morandi e dei tifosi
accorsi al PalaVilla mossi
più che altro dalla
curiosità di vedere
all’opera i nuovi acquisti.
Precauzionalmente a
riposo Rodriguez
dolorante a una gamba, la
formazione del presidente
Scotti ha lasciato a tratti
intravedere le ottime
potenzialità da tutti
riconosciute. Partiti con
Becerra, Giovanelli,
Bertolini, Masieri e Ochoa
i franciacortini impiegano
qualche minuto a
smaltire i carichi di lavoro
accumulati (7-9) ma non
appena decidono di fare
sul serio ribaltano la
situazione (14-9) per poi
fare il vuoto con l’ingresso
sul parquet di Requena
(30-12). Se a conti fatti le
cose migliori le hanno
messe in mostra gli ex
iseani Becerra e Requena
va detto che anche Oliveri
e Bertolini hanno
mostrato di poter fornire
un contributo non
indifferente. In vista
dell'inizio del campionato
(il 26 settembre a Costa
Volpino), la preparazione
della Controlgom
proseguirà anche la
prossima settimana con
due sedute di
allenamento giornaliere.
Per quanto riguarda le
amichevoli il prossimo
appuntamento è per
martedì 28 alle ore 20 al
PalaVilla con l’Iseo
Serrature Pisogne.
Monticelli-Bergamo 93-52
(24-12; 52-27; 78-42).
Monticelli Bertolini 4,
Olivieri 10, Starrantino,
Veronesi, Giovanelli 3,
Masieri 16, Requena 23,
Ochoa, 7 Becerra 23,
Akrivos 7. All.: Morandi.
Bergamo: Cpaccioli 2,
Guffanti, Augeri 6, Dorini
2, Ghislandi 6, Bonacina
3, Bossi, Gotti 10, Beretta,
Parsani 13, Deleidi 5,
Beretta 5, Perdon. All.
Pasqua.
Dopo aver infiammato Lumezzane, Minessi è tornato nel Bresciano
Dnc Ecco il «Mine»
ciliegina sulla torta
di Montichiari
«Entro a far parte di una squadra
forte, completa in tutti i reparti»
MONTICHIARI Nicola Minessi è
ufficialmente un giocatore del Team Basket Montichiari di Dnc.
Dopo l’addio a Biella, sancito nei
giorni scorsi, non c’erano più ostacoli per il ritorno nel bresciano del
«Mine», a poco più di tre anni dalla
chiusura della sua esperienza quinquennale con la Sil Lumezzane.
Soddisfazione per tutti, a cominciare proprio dal trentottenne di
Chiesanuova che dimostra di aver
già lasciato alle spalle l’amarezza
per la conclusione del rapporto
con Biella. «Sono molto felice spiega il nuovo acquisto bianconero - perché arrivo in un posto dove
c’è un grande entusiasmo, che ha
finito per contagiare anche me».
Nell’approdo di Minessi a Montichiari un ruolo decisivo lo ha avuto Alberto Franchini, entrato quest’anno nel sodalizio bassaiolo in
qualità di sponsor. «Non conoscevo direttamente la famiglia Foschetti - aggiunge il «Mine» -, ma
tutte le altre persone vicine alla società le conosco da anni. Nella mia
scelta la passione e la serietà di
questa gente hanno avuto un peso
determinante, anche perché qui ci
sono prospettive a lungo termine.
Un futuro da dirigente? Per quest’anno penso a giocare, più avanti
vedremo il da farsi».
Minessi rappresenta la classica ciliegina sulla torta in un roster già
fortemente competitivo, che a questo punto non può temere alcun
avversario. «Conosco bene quasi
tutti i giocatori. Entro a far parte di
una squadra forte, completa in tutti i reparti. Ciò non significa però
che vinceremo il campionato a mani basse. Nel basket ci sono sempre tante incognite».
Il neo acquisto, che avrà il tanto
amato numero 5, agirà da ala piccola, come conferma coach Alfredo Foschetti. «Il suo ruolo sarà
quello - afferma il tecnico monteclarense -, ma lo vedremo giocare
anche spalle a canestro, che è una
delle sue caratteristiche tecniche
principali. Non è da escludere che
in certi momenti, visto le svariate
soluzioni che ho a disposizione,
possa essere utilizzato anche da
numero "4" tattico».
La formula del prossimo campionato di Dnc prevede la promozione diretta della prima classificata
al termine della regular season; i
play off riguarderanno invece le
squadre piazzatesi dal secondo al
nono posto. «È uno stimolo in più spiega Foschetti -. In questo modo
non dovrò inventarmi cose strane
per tenere i giocatori sempre sulla
corda. Parlandone con Minessi mi
ha fatto capire come l’obiettivo di
centrare subito la promozione gli
trasmetta ancora più energia e voglia di fare.
Mi ha fatto davvero una grande impressione: spero che il suo arrivo
porti tanti appassionati bresciani
al PalaGeorge».
si. r.
Rugby Cammi, prima amichevole sul velluto
Rotondo successo su Reggio Emilia (47-12) al «Peroni Stadium» di Calvisano
CALVISANO La prima amichevole stagionale del Cammi si è
conclusa con un perentorio
47-12 al «Peroni Stadium» ai
danni di Reggio Emilia 47-12.
Nei tre tempi, due da 30 minuti
e uno da 20, si è vista in campo
tutta la rosa dei gialloneri, eccetto Costanzo, il giovane seconda
linea Gerosa, l'ultimo acquisto
dei gialloneri, Scanferla e Andreotti, impegnato in un'amichevole in Irlanda con l’Under 19 dell’Accademia Fir. Nella terza linea orfana di Scanferla, che sta
recuperando dopo l’operazione
al ginocchio, è stata buona la
prestazione dei giovanissimi
Zdrilich e Cicchinelli, che ha giocato sia numero 8 sia flanker a
fianco del devastante Vunisa.
Il Cammi ha mostrato di avere
un’ampia possibilità di scelta anche nel ruolo di secondo centro,
nel quale si sono alternati Picone e Vilk; all’apertura è apparso
in gran forma Marcato, pronto a
lasciarsi alle spalle la scorsa stagione segnata dai molti infortuni. Non poteva mancare nem-
meno Paul Griffen, decisivo in
un paio di occasioni. Nonostante fosse la prima partita, la squadra è riuscita a mostrare un gioco efficace e Reggio ha faticato a
contenere le incursioni dei gialloneri, concentrati sull’obiettivo di mantenere il possesso e
cercare dei buoni ricicli. L’allenatore Andrea Cavinato è nel
complesso soddisfatto dal lavoro dei ragazzi, ma sottolinea che
c'è ancora tanto da fare, soprattutto per quanto riguarda il sostegno.
Anche quest’anno Calvisano sarà sede di un centro di formazione federale per Under 16. «Il progetto iniziato già la scorsa stagione prosegue con il coinvolgimento di un numero crescente
di ragazzi provenienti da diverse società bresciane e non solo»,
spiega il vicepresidente del Cammi Angelo Zanetti. La società
giallonera formerà due distinte
U16: Massimo Borra e Marco
Selmini saranno affiancati dai
tecnici della Fir Daniele Porrino
ed Enrico Arbosti.
d.p.
Paul Griffen e Andrea Cavinato