Odissea - SPAZIO 14

Commenti

Transcript

Odissea - SPAZIO 14
24ORE
I N
T R E N T I N O
l'Adige
Sotto i riflettori
di ANTONIA DALPIAZ
TRENTO - Comincia con
il “batticuore” la rassegna
di Solstizio D’Estate.
Nulla a che vedere con
le emozioni che accompagnano il primo appuntamento di questa rassegna, dato che si tratta del
titolo del primo appuntamento, espresso però in
lingua inglese “Heartbeat”, spettacolo di Claudio
Cinelli, una delle figure
più eclettiche del panorama ar tistico italiano in
venerdì
10 giugno 2005
za e il mimo.
I diversi linguaggi racconteranno di quell’amore che spesso si getta al
vento o che fa sognare davanti ad una nuvola.
Quell’amore che diventa
parte integrante di una vita, frequentemente causa
di quel “batticuore” che
nello spettacolo si fa leva
portante per indagare in
un mondo che coinvolge
più o meno tutti e che
spesso diventa indiscusso ed apprezzato protagonista di un appuntamento teatrale.
Cinelli a San Michele
L’amore e il batticuore
quanto le sue esperienze
spaziano dal teatro, all’opera lirica. Cinelli non
è nuovo a «Solstizio
D’Estate» in quanto vi
par tecipò nel lontano
1991 con “Scteth”, lasciando un positivo ricordo.
Lo ritroviamo questa sera alle 21.30 nella bella
cornice del Municipio di
San Michele All’Adige per
l’allestimento del suo
“Heartbeat”, uno spettacolo di sketch dedicato all’amore, in cui si mescola poesia, comicità e satira.
Il tutto realizzato attraverso la fusione del teatro di figura con la dan-
Trento, una significativa rilettura contemporanea con Teatrincorso
Oggi al cinema
Odissea, l’esplorazione umana
di KATIA
MALATESTA
TRENTO - Tramandati oralmente e destinati a essere cantati, i poemi omerici sono il
frutto di una feconda stratificazione
di contributi. Non
a caso la tradizione rappresenta
Omero come cieco: compito del
poeta non è vedere ma ricordare
per tramandare la
civiltà con la quale egli si assimila.
Lo spettacolo portato in scena l’altra
sera al Teatro Cuminetti dagli allievi del secondo anno intensivo della scuola triennale di Teatrincorso Spazio 14 ha tradotto efficacemente questa dimensione collettiva in un racconto che corre di bocca in bocca, di gesto in gesto, in
un continuo scambio di ruoli che
confonde e rimescola primi attori e comparse. Confrontandosi con
l’impegnativo progetto di messa
in scena diretto da Elena Marino
con l’assistenza di Silvia Furlan,
i ragazzi della Scuola – Fabrizio
Ciaghi, Maddalena Primo, Esther
Grigoli, Tiziano Chiogna, Sabrina
Flessati, Bianca Perina, Giorgia
Oss, Christian Trefzger, Giuseppe
Bertagna, Margherita Giuliani, Alexander Toniazzo, Luana Albergo
e Silvia Franceschini – hanno vinto la sfida del confronto con un vero pubblico, inscenando una libera lettura dell’«Odissea» che nel
corso della serata è cresciuta in
forza e spessore, facendo dei prestiti dal testo omerico vicenda contemporanea e universale. Nell’interpretazione di Teatrincorso
l’Odissea è più che mai la storia
dell’uomo che vuole vedere e che
vuole conoscere, più che mai il
poema della forza del racconto.
Odisseo nella grotta di Polifemo
si attarda per scoprire chi la abita, in mare vuole sentire e provare l’insidia del canto delle sirene;
e anche la saggia Penelope vuole
sapere, quando Odisseo si fa riconoscere. Ma il periplo sul mare color del vino e nel ricordo è soprattutto il faticoso percorso dell’uomo alla ricerca di se stesso, tra i
fantasmi della memoria e le parole con le quali tentiamo di governare la realtà. Forse Nessuno
è il mio vero nome, si arrende
l’eroe alla fine delle sue peregrinazioni: vaghiamo tutti in un vasto mare, incerti e fluttuanti…
Cavalcata in tenuta mimetica e
canottiera attraverso i ventiquattro libri del poema, l’Odissea di
Spazio 14 alterna toni tragici, lirici e grotteschi per rappresentare
la guerra che alberga in ogni uomo, la perpetua tensione verso ciò
che più profondamente ci appartiene ma non arriviamo mai a conquistare completamente. Se l’Iliade racconta le battaglie, l’eroismo
guerriero e le passioni istintive:
l’ira, l’amore, l’amicizia, la pietà,
il lutto, ci sono invece nell’Odissea un chiaroscuro psicologico e
un ventaglio di sentimenti più ricchi di sfumature, accentuate dalle scelte registiche e dalle prove
dei giovani attori. Le luci di Paolo Dorigatti e le scene di Gabriella Gasperini, Martina Scienza,
Francesca Postinghel e Romina
Bandera – spicca il cavallino a
dondolo, immagine ambigua di innocenza e violenza, ricordo d’in-
fanzia sopravvissuto tra le rovine di
una città incendiata o Cavallo di Troia buono per mille
guerre – evocano
per lampi il crudele convegno degli
dei, le malversazioni dei proci e gli inganni di Penelope,
la Telemachia e gli
errori di Odisseo; e
ancora, l’amarezza
della ninfa innamorata e l’ira di Poseidone, la pietà di
Leucotea e l’incontro con Nausicaa.
Alla corte del re Alcinoo il rapsodo
cieco torna a cantare le gesta degli
eroi a Troia, e Odisseo a raccontare
del popolo dei lotofagi, della furia
cieca e selvaggia di Polifemo, delle perversioni fetish di Circe e della trasformazione dei compagni
in un mostruoso esercito di porci
con gli elmetti.
La discesa all’Ade tra le ombre
vaganti racconta l’incontro con il
rovescio oscuro delle cose e i contenuti rimossi dell’io e annuncia
le insidie delle sirene, i pericoli di
Scilla e Cariddi, il sonno crudele
di Odisseo, l’isola degli armenti
del sole e il sacrilegio. Finalmente la poesia del ritorno diventa
canto della vendetta: le navi dei
feaci riportano Odisseo ad Itaca,
all’apparizione di Atena, alla strage dei pretendenti, all’abbraccio
di Penelope, all’amore e, ancora
una volta, al racconto, “finché tutto non fu narrato”. Lo spettacolo
sarà presentato il 21 giugno a Roma al Teatro Sala Studio 1 nell’ambito del Romateatro Festival: la
Scuola di Spazio 14, chiamata a
rappresentare il Trentino, è stata
infatti selezionata con altre dieci
scuole delle maggiori città italiane fra 630 concorrenti su tutto il
territorio nazionale. Ma già oggi
sarà possibile assistere a “L’isola
di Prospero”, mentre il 16 giugno
saranno gli allievi del primo anno intensivo della scuola di teatro
a proporre il “Re Lear” di Shakespeare.
13
TRENTO
MULTISALA ASTRA
Sala 1 «Quo Vadis Baby»? di Gabriele Salvatores
ORE: 19.15 - 21.45
Sala 2 «Non desiderare la donna d’altri»
di Susan Bier
ORE: 19.00 - 21.30
Sala 3 «Un tocco di zenzero» di Tassos
Boulmetis
ORE: 19.30 - 22.00
MULTISALA MODENA
Sala 1 «Alta tensione» di Alexandre Aja con
Cecile De France e Philippe Nahon (V.M.
14 anni)
ORE: 17.20
Sala 1 «Le crociate» di Ridley Scott con Eva
Green, Orlando Bloom, Liam Neeson
ORE: 19.15
Sala 1 «La maschera di cera» con Elisha
Cuthbert, C. Michael Murray
ORE: 22.00
Sala 2 «Il mio nuovo strano fidanzato» di
Teresa De Pellegri e Dominic Harari con
Norma Aleandro, Guillermo Toledo
ORE: 18.00 - 20.00 - 22.00
Sala 3 «Star Wars episodio 3 - La vendetta dei Sith» di George Lucas con Ewan
McGregor, Nathalie Portman
Alta tensione
Marie e Alex, amiche inseparabili, hanno deciso di andare nella
casa di campagna di Alex per studiare e rilassarsi in vista degli ultimi esami all’Università. Nella fattoria si respira un’atmosfera placida e silente, ma la tranquillità viene spezzata brutalmente nel
cuore della notte dall’arrivo di un maniaco assassino che prima
massacra i genitori di Alex e poi rapisce la ragazza. Il killer non si
accorge della presenza di Marie, che si è nascosta mentre lui perpetrava i suoi orribili delitti e che potrebbe fuggire, sana e salva...
ORE: 18.00 - 21.00
NUOVO ROMA
«Alta tensione» di Alexandre Aja con
Cecile De France e Philippe Nahon (V.M.
14 anni)
ORE: 20.00 - 22.00
SUPERCINEMA VITTORIA
«Sin City» di Robert Rodriguez e Frank
Miller con Mickey Rourke, Bruce Willis,
Elijah Wood
ORE: 19.30 - 22.00
ROVERETO
SUPERCINEMA
Sala 1 «Sin City» di Robert Rodriguez e Frank
Miller con Mickey Rourke, Bruce Willis
ORE: 19.40 - 22.00
Sala 2 «Quo Vadis Baby?» di Gabriele Salvatores
ORE: 19.40 - 22.00
RIVA DEL GARDA
CINEMA ROMA
«Star Wars episodio 3 - La vendetta dei Sith» di George Lucas con Ewan
McGregor, Nathalie Portman
ORE: 21.00
PREDAZZO
CINEMA TEATRO
Quo Vadis, Baby?
Giorgia Cantini ha trentanove
anni, è single, indulge all’alcol
e, soprattutto, è un investigatore privato. Questa volta però
l’indagine che deve seguire si
confronta con il suo passato,
grazie a una scatola di scarpe
piena di videocassette avuta
da Aldo, amico e confidente di
sua sorella maggiore, Ada,
suicidatasi sedici anni prima.
Sin City
A Sin City - città violenta governata dalla corruzione - Marv setaccia le aree più buie e sordide alla ricerca del killer del suo
unico grande amore, Goldie.
Intanto l´ex-fotografo Dwight
deve nascondere un omicidio
da lui commesso accidentalmente, mentre il poliziotto Hartigan è incarcerato per un crimine che non ha commesso.
«Star Wars episodio 3 - La vendetta dei Sith» di George Lucas con Ewan
McGregor, Nathalie Portman
ORE: 21.15
TESERO
CINEMA TEATRO
«Star Wars episodio 3 - La vendetta dei Sith» di George Lucas con Ewan
McGregor, Nathalie Portman
ORE: 21.15
TRENTO - Va in scena oggi, al
Teatro Cuminetti di Trento, alle
20.30, "L’isola di Prospero", lo
spettacolo realizzato da "Graffiti
- Il Teatro dei Ragazzi", il gruppo
di allievi dai 9 ai 16 anni del corso teatrale di Teatrincorso Spazio 14. Lo spettacolo è un esperimento: il testo il "L’isola di Prospero" è stato pensato e scritto
dai ragazzi stessi, fra i quali Martina Folena e Anna Toccoli hanno svolto il vero e proprio ruolo
di drammaturghe. Il coordinamento del progetto e la regia so-
Ragazzi attori
e drammaturghi
no di Elena Marino e Silvia Furlan. La storia narra di un gruppo
di ragazzi che in seguito a un naufragio si ritrovano su un’isola che
ben presto si rivela magica, popolata di spiriti talvolta dispettosi ed esseri mostruosi. I ragazzi,
a loro insaputa, sono messi alla
prova dal signore dell’isola, mago esperto di incantesimi, ma so-
prattutto osservatore attento del
comportamento dei naufraghi:
sapranno ritrovare le ragioni della solidarietà e della comprensione reciproca? Oppure scopriranno aspetti nascosti del proprio carattere, fino a oltrepassare il confine che separa il bene dal male?
La trama muove da una contaminazione del dramma "La tempesta" di Shakespeare e del romanzo "Il signore delle mosche" di W.
Golding, ma è stata liberamente
reinventata e attualizzata dai ragazzi dei "Graffiti".
BOLZANO
CINEMA EDEN
«Sin City» di Robert Rodriguez e Frank
Miller con Mickey Rourke, Bruce Willis e
Jessica Alba
ORE: 19.30 - 22.00
La maschera di cera
FILMCLUB
Sala 1 «Quo Vadis, Baby?» di Gabriele Salvatores
ORE: 18.00 - 20.00 - 22.00
Sala 2 «Mathilde - Eine grosse Liebe» di
Jean Pierre Jeunet
ORE: 18.30 - 21.00
Sala 3 «Gadjo Dilo» di Toni Gatlif.
ORE: 19.00
«Old Boy» di Chan Wook Park
ORE: 21.00
Non sono inclusi tutti i cinema chiusi per
turno di riposo o per ferie
Un gruppo di amici in viaggio per
una partita di football, rimasti a
piedi decidono di fare un giro ad
Ambros, una cittadina abbandonata. I ragazzi rimangono assolutamente affascinati dalla casa
di Trudy, che è piena di incredibili sculture di cera. Ma ben presto scoprono il segreto di questa
città misteriosa, e vengono braccati da un pericoloso assassino.
Un tocco di zenzero
Nella città di Istanbul, piena di
profumi d´Oriente, durante la
fine degli anni ’50, la mente, il
cuore e il gusto di Fanis vengono educati da suo nonno
Vassilis, proprietario di un piccolo negozio di spezie. La filosofia di vita del nonno è legata all´amore e alla conoscenza delle spezie, dell´arte culinaria e dell’Astronomia.
LA PIZZERIA ALPINO HA RIAPERTO
NOVITÀ
Baselga di Pinè Via Roma 1
Tel. 0461 557204
IN ATTESA DELLA VOSTRA PIZZA PREFERITA
POTRETE GUSTARVI UN’INSALATA A BUFFET A SOLI 3 EURO
D5060120
OGGI AL TEATRO CUMINETTI «L’ISOLA DI PROSPERO»