GRASSELLO DI CALCE MARMOANTICO in pasta

Commenti

Transcript

GRASSELLO DI CALCE MARMOANTICO in pasta
GRASSELLO DI CALCE MARMOANTICO
in pasta
SCHEDA TECNICA 05301100
CARATTERISTICHE:
E' un rivestimento murale minerale naturale a base calce, per pregiate finiture decorative di superfici
interne. Si possono eseguire lavorazioni in cui traspare la grana del fondo, ottenendo così il tipico effetto
"calce rasata" direttamente su intonaco civile ben rifinito, oppure può essere impiegato quale finitura per il
Marmorino Lucido Marmoantico qualora si voglia ottenere una superficie molto lucida e liscia, con le tipiche
ombreggiature dei tradizionali marmorini.
Le moderne tecniche di produzione adottate ed i particolari additivi di origine minerale e vegetale impiegati,
assicurano lavorabilità, resistenza e durata notevolmente superiori al normale grassello di calce. La
composizione essenzialmente minerale, garantisce un'ottima traspirabilità e resistenza all'attacco di muffe e
batteri.
COMPOSIZIONE:
Grassello di calce spenta stagionato e finemente filtrato, acqua, additivi speciali (non superiori al 3% totale
in volume umido).
IMPIEGHI:
Per ottenere finiture di pregio all'interno, su cartongesso e intonaci nuovi o già pitturati, purché solidi,
asciutti e puliti.
APPLICAZIONE:
L'applicazione viene effettuata, con frattazzo in acciaio inox, su sottofondi puliti, asciutti e di accertata
consistenza. Non applicare su fondi particolarmente assorbenti o in presenza di vento e scarsa umidità
atmosferica nè su supporti troppo riscaldati dal sole. Il fondo deve essere esente da materiali che possano
pregiudicare l'aderenza del prodotto (grasso, vernici, distaccanti, cere).
Gli intonaci molto assorbenti possono essere trattati con una mano di fondo consolidante ancorante.
In presenza di fondi con sensibili tracce di umidità e efflorescenze saline, è necessario provvedere alla
rimozione dell'intonaco deteriorato e al successivo rifacimento dello stesso, preferibilmente con speciali
prodotti risananti.
Effetto “calce rasata”:
Per rasature su intonaco civile, nuovo o mai tinteggiato, piano e ben rifinito, provvedere prima di tutto alla
cartavetratura e spazzolatura del fondo in modo da eliminare granelli di sabbia troppo in superficie o non
coerenti, quindi, dopo aver inumidito il muro, applicare con frattazzo in acciaio inox, sempre in spessori
molto sottili, una o più mani di prodotto a seconda dell'effetto e della copertura desiderata; per ottenere un
effetto puntinato molto marcato applicare sempre pochissimo prodotto. L'ultima mano deve essere applicata
con frattazzate incrociate e ben distribuite e successivamente lucidata con frattazzo inox mantenuto
costantemente pulito ed umido. La lucidatura deve essere effettuata prima che il prodotto sia
completamente asciutto, lavorando sempre con la lama del frattazzo.
Nel caso di intonaci mal rifiniti o non perfettamente stagionati, intonaci non tradizionali o in presenza di
rappezzi visibili di intonaco, è consigliabile l'applicazione a frattazzo inox di una o più mani di Marmorino
Rustico Marmoantico, da rifinire con frattazzino di spugna, al fine di ottenere una superficie uniforme.
Per rasature su intonaci già tinteggiati, accertarsi della consistenza della pittura esistente; vecchie pitture a
base sintetica male ancorate, devono essere rimosse o, quanto meno, spazzolate accuratamente. Applicare
quindi una mano di fissativo consolidante fino a rifiuto e procedere come sopra descritto.
Su cartongesso o comunque su fondi molto lisci, è consigliabile rendere la superficie leggermente ruvida,
utilizzando un fissativo ancorante.
Effetto lucido:
Applicare il Grassello a più mani, in modo da coprire completamente la porosità del fondo e renderlo liscio.
L’ultima mano va lucidata come sopra descritto. Se necessario, stendere una prima mano di
Marmorino Lucido Marmoantico allo scopo di creare un maggiore spessore. Per preparare il fondo, eseguire
le operazioni di cui sopra.
CONSUMO:
Variabile a seconda del supporto e del numero di mani applicate, indicativamente da 0,5 a 1 kg per m².
AVVERTENZE:
Prima dell'uso, non mescolare eccessivamente con agitatori meccanici, per evitare la diminuzione di viscosità
tipica del grassello di calce; qualora sia necessario mettere in tinta il prodotto, attendere possibilmente 12-24
ore prima di applicarlo. Non applicare il prodotto con temperature inferiori ai 5° C. Per ottenere i migliori
risultati, è indispensabile che sia particolarmente curata l'uniformità della stesura, sia come spessori applicati
sia come metodi di lavorazione e lucidatura. L’eventuale presenza d’acqua in superficie è da ritenersi
normale e va rimossa prima dell’utilizzo o della colorazione.
Sul prodotto perfettamente asciutto e possibilmente stagionato per alcuni giorni, è possibile applicare una
protezione a base di cera neutra in pasta, lucidando con panno in lana, per conferire maggiore brillantezza e
idrorepellenza. In alternativa, per aumentare l’idrorepellenza senza diminuire la traspirabilità, applicare una
mano di Sapone di Marsiglia, posato e lisciato con la spatola d’acciaio; dopo almeno 48 ore, si passerà un
panno per asportare il velo di polvere superficiale derivante dal sapone non assorbito.
La corrispondenza delle tinte di cartella e la realizzazione di tinte a campione, sono condizionate dalle
particolari caratteristiche della calce, che può comportare differenze anche sensibili rispetto al riferimento, in
funzione dei pigmenti impiegati, della stagionatura del prodotto, dell'assorbimento e delle condizioni
meteorologiche di applicazione.
DATI TECNICI
Diluizione:
Resa teorica:
Essiccazione:
pronto all’uso
circa 800÷1.000 g/m² in tre mani
al tatto circa 2 ore a 20°C
in profondità circa 48 ore a 20°C
stabilmente 180 giorni
Sovrapplicazione:
minimo 4 ore a 20°C
Temperatura di applic.: 5÷30°C – U. R. < 85%
Peso specifico:
1.560 ± 50 g/l
pH dopo 30 giorni:
12,5 ± 0,2
Spessore rivestimento: 0,5 ÷ 0,65 mm complessivo 3 mani
Infiammabilità:
non combustibile
Vita di stoccaggio:
12 mesi
Conservazione:
proteggere dal caldo e dal freddo eccessivi
Norme di sicurezza:
la calce rende il prodotto caustico, quindi bisogna proteggere la pelle e gli occhi
dal contatto; nel caso è necessario lavare accuratamente con acqua.
Tenere lontano dalla portata dei bambini.
Smaltimento:
il prodotto deve essere smaltito secondo le norme vigenti in materia; i contenitori
vuoti, puliti, devono essere avviati al riciclaggio
Secondo Dir. 2004/42/CE 0 g/l colore bianco – 20 g/l colorato con ns. additivi coloranti
Cat. A/c pitture per pareti esterne di supporto minerale
Valore limite UE:
75 g/l (2007) – 40 g/l (2010) di COV
N.B.: queste note sono frutto della nostra migliore esperienza, tuttavia, essendo molti gli impieghi e le
tecniche di applicazione, possiamo garantire solo la qualità del nostro prodotto.
Dato che l’applicazione dei nostri prodotti non è da noi controllata in ogni fase nessuna responsabilità potrà
venirci addebitata per un eventuale insuccesso. Il nostro servizio tecnico è a Vostra disposizione al fine di
consigliare la tecnica adatta per ogni applicazione.